Italiani all'Estero e Stranieri in Italia

Consolato, Ambasciata, Matrimonio all'estero, Divorzio all'Estero, divorzio rapido, divorzio al vapore, Stranieri in Italia, Matrimoni misti, sposarsi all'estero, divorziarsi all'estero. REPUBBLICA DOMINICANA
 
IndiceIndice  PortalePortale  GalleriaGalleria  FAQFAQ  CercaCerca  RegistrarsiRegistrarsi  AccediAccedi  

Condividere | 
 

 Prima richiesta di passaporto italiano, emergenza!

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
AutoreMessaggio
sally208



Numero di messaggi : 1
Data d'iscrizione : 07.07.10

MessaggioOggetto: Prima richiesta di passaporto italiano, emergenza!   Mer Lug 07, 2010 9:47 am

Salve a tutti,
devo dire innanzitutto che dovrebbero esserci molto più portali di assistenza e supporto come questo..
Sono una ragazza di origini marocchine, cittadina italiana (non per coesione) da quasi un anno e mezzo.. La storia della mia vita è un po particolare ma ne racconto brevi tratti per darvi un po un idea della situazione: a 19 anni mi sono sposata con un ragazzo del mio paese, nel mio paese appunto.. abbiamo iniziato le pratiche per il ricongiungimento familiare ma era una cosa difficilissima da attuare poichè io ero fresca di scuole e non avevo uno straccio di lavoro, nel frattempo sono pure rimasta incinta della mia prima bambina.. insomma.. le difficoltà hanno sormontato tutti buoni propositi e la mia storia con questo ragazzo è finita male perchè lui non credeva a tutte le difficoltà che avevo incontrato, ma la cosa peggiore è che con minacce ed inganni è riuscito a farmi far nascere la bambina in Marocco e quando mi ha lasciata mi ha fatto firmare la rinuncia alla patria potestà verso mia figlia e mi ha negato di portarla con me e di vederla anche (piccolina aveva dieci mesi)..
Sono ritornata in Italia distrutta letteralmente dalla situazione, ma con non poco coraggio mi sono ripresa e ho ricominciato a farmi una vita, un lavoro una nuova storia da cui sono nati due bellissimi bambini che vivono con me.. insomma una nuova stabilità... Questi fatti risalgono al periodo 2001/2002.. in questo lasso di tempo ho provato a restare in contatto con la sorella di mio ex marito e con la bambina.. è stato quasi impossibile.. sono andata a trovare mia figlia due volte di nascosto dal padre.. e nel complessivo l'avrò vista una mezz'oretta neanche.. insomma andavo a stare solo molto male.. L'ultima che l'ho vista aveva 5 anni, poi ho perso i loro contatti e non ho avuto più sue notizie sino a tre giorni fa quando per miracolo una mia zia dal Marocco è riuscita a farmi avere i loro riferimenti nuovi e li ho contattati, ho avuto la fortuna di trovare mia figlia a casa della zia e le ho parlato con mia figlia.. non l'ho trovata in ottima salute e ho avuto la conferma dalla zia che la bambina sta soffrendo di una acuta asma e nessuno può economicamente supportare le cure della bambina, che ha oltretutto espresso il desiderio di vedermi e ha ammorbidito i parenti che ora mi chiamano perchè io vada da lei.. Io sto dannatamente soffrendo per questa situazione e ora arrivo al punto della situazione:
Vorrei fare domanda di passaporto e fare in modo che mi sia erogato il prima possibile..
Ci sono procedure di emergenza per questo tipo di situazioni?
Quale modulistica presentare alla questura?
Chiedo il vostro supporto ed i vostri consigli poichè vorrei davvero poter andare ad assicurarmi della situazione di salute di mia figlia ma allo stesso tempo non sono in grado di certificare nulla per quanto concerne il suo stato di salute.. I suoi familiari non mi darebbero mai una mano in questo senso..
Help per favore..
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
Amedeo
Amministratori
Amministratori


Numero di messaggi : 1613
Età : 67
Data d'iscrizione : 14.06.08

MessaggioOggetto: Re: Prima richiesta di passaporto italiano, emergenza!   Mer Lug 07, 2010 11:39 am

sally208 ha scritto:
Salve a tutti,
devo dire innanzitutto che dovrebbero esserci molto più portali di assistenza e supporto come questo..
Sono una ragazza di origini marocchine, cittadina italiana (non per coesione) da quasi un anno e mezzo.. La storia della mia vita è un po particolare ma ne racconto brevi tratti per darvi un po un idea della situazione: a 19 anni mi sono sposata con un ragazzo del mio paese, nel mio paese appunto.. abbiamo iniziato le pratiche per il ricongiungimento familiare ma era una cosa difficilissima da attuare poichè io ero fresca di scuole e non avevo uno straccio di lavoro, nel frattempo sono pure rimasta incinta della mia prima bambina.. insomma.. le difficoltà hanno sormontato tutti buoni propositi e la mia storia con questo ragazzo è finita male perchè lui non credeva a tutte le difficoltà che avevo incontrato, ma la cosa peggiore è che con minacce ed inganni è riuscito a farmi far nascere la bambina in Marocco e quando mi ha lasciata mi ha fatto firmare la rinuncia alla patria potestà verso mia figlia e mi ha negato di portarla con me e di vederla anche (piccolina aveva dieci mesi)..
Sono ritornata in Italia distrutta letteralmente dalla situazione, ma con non poco coraggio mi sono ripresa e ho ricominciato a farmi una vita, un lavoro una nuova storia da cui sono nati due bellissimi bambini che vivono con me.. insomma una nuova stabilità... Questi fatti risalgono al periodo 2001/2002.. in questo lasso di tempo ho provato a restare in contatto con la sorella di mio ex marito e con la bambina.. è stato quasi impossibile.. sono andata a trovare mia figlia due volte di nascosto dal padre.. e nel complessivo l'avrò vista una mezz'oretta neanche.. insomma andavo a stare solo molto male.. L'ultima che l'ho vista aveva 5 anni, poi ho perso i loro contatti e non ho avuto più sue notizie sino a tre giorni fa quando per miracolo una mia zia dal Marocco è riuscita a farmi avere i loro riferimenti nuovi e li ho contattati, ho avuto la fortuna di trovare mia figlia a casa della zia e le ho parlato con mia figlia.. non l'ho trovata in ottima salute e ho avuto la conferma dalla zia che la bambina sta soffrendo di una acuta asma e nessuno può economicamente supportare le cure della bambina, che ha oltretutto espresso il desiderio di vedermi e ha ammorbidito i parenti che ora mi chiamano perchè io vada da lei.. Io sto dannatamente soffrendo per questa situazione e ora arrivo al punto della situazione:
Vorrei fare domanda di passaporto e fare in modo che mi sia erogato il prima possibile..
Ci sono procedure di emergenza per questo tipo di situazioni?
Quale modulistica presentare alla questura?
Chiedo il vostro supporto ed i vostri consigli poichè vorrei davvero poter andare ad assicurarmi della situazione di salute di mia figlia ma allo stesso tempo non sono in grado di certificare nulla per quanto concerne il suo stato di salute.. I suoi familiari non mi darebbero mai una mano in questo senso..
Help per favore..

Il passaporto italiano si chiede compilando dei moduli (si trovao anche in rete) in cui si autocertifica tutto. Si aggiunga una lettera in cui si spiega la situazione.

Nel caso si può sempre adoperare il passaporto del Marocco per entrarvi e poi utilizzare la carta di identità italiana per rientrare in italia.

Un saluto,

_________________
Amedeo Intonti

Autore di:
- Manuale di sopravvivenza burocratica per italiani con partner straniero
- Ricongiungimento ... step by step
reperibili su www.edizionidellimpossibile.com

solo per casi riservatissimi, e-mail: amedeointonti@burocraziaconsolare.com
indice generale: http://www.burocraziaconsolare.com/amedeo-f80/indice-generale-di-amedeo-t767.htm#4762
Difensore Civico di www.tuttostranieri.it/forum/
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
bostik
Amministratori
Amministratori


Numero di messaggi : 3625
Località : Colombia
Data d'iscrizione : 22.07.08

MessaggioOggetto: Re: Prima richiesta di passaporto italiano, emergenza!   Mer Lug 07, 2010 1:36 pm

Amedeo ha scritto:
sally208 ha scritto:
Salve a tutti,
devo dire innanzitutto che dovrebbero esserci molto più portali di assistenza e supporto come questo..
Sono una ragazza di origini marocchine, cittadina italiana (non per coesione) da quasi un anno e mezzo.. La storia della mia vita è un po particolare ma ne racconto brevi tratti per darvi un po un idea della situazione: a 19 anni mi sono sposata con un ragazzo del mio paese, nel mio paese appunto.. abbiamo iniziato le pratiche per il ricongiungimento familiare ma era una cosa difficilissima da attuare poichè io ero fresca di scuole e non avevo uno straccio di lavoro, nel frattempo sono pure rimasta incinta della mia prima bambina.. insomma.. le difficoltà hanno sormontato tutti buoni propositi e la mia storia con questo ragazzo è finita male perchè lui non credeva a tutte le difficoltà che avevo incontrato, ma la cosa peggiore è che con minacce ed inganni è riuscito a farmi far nascere la bambina in Marocco e quando mi ha lasciata mi ha fatto firmare la rinuncia alla patria potestà verso mia figlia e mi ha negato di portarla con me e di vederla anche (piccolina aveva dieci mesi)..
Sono ritornata in Italia distrutta letteralmente dalla situazione, ma con non poco coraggio mi sono ripresa e ho ricominciato a farmi una vita, un lavoro una nuova storia da cui sono nati due bellissimi bambini che vivono con me.. insomma una nuova stabilità... Questi fatti risalgono al periodo 2001/2002.. in questo lasso di tempo ho provato a restare in contatto con la sorella di mio ex marito e con la bambina.. è stato quasi impossibile.. sono andata a trovare mia figlia due volte di nascosto dal padre.. e nel complessivo l'avrò vista una mezz'oretta neanche.. insomma andavo a stare solo molto male.. L'ultima che l'ho vista aveva 5 anni, poi ho perso i loro contatti e non ho avuto più sue notizie sino a tre giorni fa quando per miracolo una mia zia dal Marocco è riuscita a farmi avere i loro riferimenti nuovi e li ho contattati, ho avuto la fortuna di trovare mia figlia a casa della zia e le ho parlato con mia figlia.. non l'ho trovata in ottima salute e ho avuto la conferma dalla zia che la bambina sta soffrendo di una acuta asma e nessuno può economicamente supportare le cure della bambina, che ha oltretutto espresso il desiderio di vedermi e ha ammorbidito i parenti che ora mi chiamano perchè io vada da lei.. Io sto dannatamente soffrendo per questa situazione e ora arrivo al punto della situazione:
Vorrei fare domanda di passaporto e fare in modo che mi sia erogato il prima possibile..
Ci sono procedure di emergenza per questo tipo di situazioni?
Quale modulistica presentare alla questura?
Chiedo il vostro supporto ed i vostri consigli poichè vorrei davvero poter andare ad assicurarmi della situazione di salute di mia figlia ma allo stesso tempo non sono in grado di certificare nulla per quanto concerne il suo stato di salute.. I suoi familiari non mi darebbero mai una mano in questo senso..
Help per favore..

Il passaporto italiano si chiede compilando dei moduli (si trovao anche in rete) in cui si autocertifica tutto. Si aggiunga una lettera in cui si spiega la situazione.

Nel caso si può sempre adoperare il passaporto del Marocco per entrarvi e poi utilizzare la carta di identità italiana per rientrare in italia.

Un saluto,

Importante dimostrare alla questura che non ha piú la potestá congiunta sulla prima figlia,in quanto in caso d'impossibilitá di farlo,potrebbe rappresentare un elemento ostativo al rilascio del passaporto,essendo neecssaria la firma dell'altro genitore.
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
Contenuto sponsorizzato




MessaggioOggetto: Re: Prima richiesta di passaporto italiano, emergenza!   Oggi a 4:39 pm

Tornare in alto Andare in basso
 
Prima richiesta di passaporto italiano, emergenza!
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 1 di 1
 Argomenti simili
-
» Prima richiesta di passaporto italiano, emergenza!
» Rinnovo passaporto italiano residente all'estero
» passaporto italiano per mia figlia americana.
» Passaporto per mio figlio neonato a Londra
» TRASCRIZIONE DI MATRIMONIO ERRATA O NOME SU PASSAPORTO ERRATO?

Permesso di questo forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
Italiani all'Estero e Stranieri in Italia :: ITALIANI ALL'ESTERO :: BUROCRAZIA E ATTI CONSOLARI :: IL PASSAPORTO-
Andare verso: