Italiani all'Estero e Stranieri in Italia

Consolato, Ambasciata, Matrimonio all'estero, Divorzio all'Estero, divorzio rapido, divorzio al vapore, Stranieri in Italia, Matrimoni misti, sposarsi all'estero, divorziarsi all'estero. REPUBBLICA DOMINICANA
 
IndiceIndice  PortalePortale  GalleriaGalleria  FAQFAQ  CercaCerca  RegistrarsiRegistrarsi  AccediAccedi  

Condividere | 
 

 Novitį su pubblicazioni

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
AutoreMessaggio
bostik
Amministratori
Amministratori


Numero di messaggi : 3625
Localitą : Colombia
Data d'iscrizione : 22.07.08

MessaggioOggetto: Novitį su pubblicazioni   Mer Lug 14, 2010 2:35 pm

Il governo semplifica i matrimoni «all'estero»

La vecchia abitudine di leggere la bacheca comunale per scoprire chi convola a nozza č destinata a sparire. Per consultare le pubblicazioni di matrimonio tra non molto bisognerą accendere il computer e collegarsi al sito del comune. Le pubblicazioni online manderanno gradualmente in pensione quelle di tipo cartaceo (si comincia con i matrimoni di cittadini residenti all'estero), ma questa non č l'unica novitą introdotta dal governo: tra i provvedimenti che hanno ricevuto il via libera del preconsiglio di ieri c'č anche l'istituzione dell'Anagrafe degli italiani residenti all'estero che sarą affiancata da un archivio unico informatico in cui registrate tutti gli atti dello stato civile.

Il governo gioca cosģ la carta della semplificazione normativa e dei risparmi di spesa anche sulla rete degli uffici consolari. Tra gli altri provvedimenti promossi in vista del vertice convocato a Palazzo Chigi venerdģ prossimo compare, infatti, anche il Dlgs che modifica l'ordinamento e le funzioni di strutture peraltro gią interessate dall'intervento di razionalizzazione previsto dalla Finanziaria 2007 anche con la chiusura di alcune sedi consolari.

Il decreto che dovrebbe essere esaminato in via preliminare dall'esecutivo dą attuazione alle misure di semplificazione contenute nella legge n. 246/2005 (articolo 14, comma 14) e dispone la contestuale abrogazione delle norme di settore (Dpr n. 200/1967) con alcune importanti novitą.

Dal 31 dicembre 2010 le pubblicazioni di matrimonio di cittadini residenti all'estero potranno essere sostituite con l'affissione sui siti informatici. Le procedure telematiche consentiranno di ottenere ulteriori risparmi di spesa mentre l'istituzione dell'archivio unico informatico presso gli uffici consolari permetterą di completare il processo istitutivo dell'Anagrafe degli italiani residenti all'estero anche in relazione all'esercizio dei diritti elettorali. Modifiche in vista anche per quanto riguarda le competenze sui visti d'ingresso ai cittadini extracomunitari che saranno disciplinate da un apposito decreto ministeriale.
_________________
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
Amedeo
Amministratori
Amministratori


Numero di messaggi : 1613
Etą : 67
Data d'iscrizione : 14.06.08

MessaggioOggetto: Re: Novitį su pubblicazioni   Mer Lug 14, 2010 4:40 pm

bostik ha scritto:
Il governo semplifica i matrimoni «all'estero»

La vecchia abitudine di leggere la bacheca comunale per scoprire chi convola a nozza č destinata a sparire. Per consultare le pubblicazioni di matrimonio tra non molto bisognerą accendere il computer e collegarsi al sito del comune. Le pubblicazioni online manderanno gradualmente in pensione quelle di tipo cartaceo (si comincia con i matrimoni di cittadini residenti all'estero), ma questa non č l'unica novitą introdotta dal governo: tra i provvedimenti che hanno ricevuto il via libera del preconsiglio di ieri c'č anche l'istituzione dell'Anagrafe degli italiani residenti all'estero che sarą affiancata da un archivio unico informatico in cui registrate tutti gli atti dello stato civile.

Il governo gioca cosģ la carta della semplificazione normativa e dei risparmi di spesa anche sulla rete degli uffici consolari. Tra gli altri provvedimenti promossi in vista del vertice convocato a Palazzo Chigi venerdģ prossimo compare, infatti, anche il Dlgs che modifica l'ordinamento e le funzioni di strutture peraltro gią interessate dall'intervento di razionalizzazione previsto dalla Finanziaria 2007 anche con la chiusura di alcune sedi consolari.

Il decreto che dovrebbe essere esaminato in via preliminare dall'esecutivo dą attuazione alle misure di semplificazione contenute nella legge n. 246/2005 (articolo 14, comma 14) e dispone la contestuale abrogazione delle norme di settore (Dpr n. 200/1967) con alcune importanti novitą.

Dal 31 dicembre 2010 le pubblicazioni di matrimonio di cittadini residenti all'estero potranno essere sostituite con l'affissione sui siti informatici. Le procedure telematiche consentiranno di ottenere ulteriori risparmi di spesa mentre l'istituzione dell'archivio unico informatico presso gli uffici consolari permetterą di completare il processo istitutivo dell'Anagrafe degli italiani residenti all'estero anche in relazione all'esercizio dei diritti elettorali. Modifiche in vista anche per quanto riguarda le competenze sui visti d'ingresso ai cittadini extracomunitari che saranno disciplinate da un apposito decreto ministeriale.
_________________

Come ho gią scritto dall'altra parte, per evtare che qualche burocrate un po' "insicuro" interpreti male la questione, si parla di pubblicazioni di matrimonio per i residenti AIRE che peraltro si sposano in consolato.
Non cambia nulla rispetto a prima, se non il fatto che le pubblicazioni diventano telematiche!!!

Un saluto,

_________________
Amedeo Intonti

Autore di:
- Manuale di sopravvivenza burocratica per italiani con partner straniero
- Ricongiungimento ... step by step
reperibili su www.edizionidellimpossibile.com

solo per casi riservatissimi, e-mail: amedeointonti@burocraziaconsolare.com
indice generale: http://www.burocraziaconsolare.com/amedeo-f80/indice-generale-di-amedeo-t767.htm#4762
Difensore Civico di www.tuttostranieri.it/forum/
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
bostik
Amministratori
Amministratori


Numero di messaggi : 3625
Localitą : Colombia
Data d'iscrizione : 22.07.08

MessaggioOggetto: Re: Novitį su pubblicazioni   Mer Lug 14, 2010 7:08 pm

Amedeo ha scritto:
bostik ha scritto:
Il governo semplifica i matrimoni «all'estero»

La vecchia abitudine di leggere la bacheca comunale per scoprire chi convola a nozza č destinata a sparire. Per consultare le pubblicazioni di matrimonio tra non molto bisognerą accendere il computer e collegarsi al sito del comune. Le pubblicazioni online manderanno gradualmente in pensione quelle di tipo cartaceo (si comincia con i matrimoni di cittadini residenti all'estero), ma questa non č l'unica novitą introdotta dal governo: tra i provvedimenti che hanno ricevuto il via libera del preconsiglio di ieri c'č anche l'istituzione dell'Anagrafe degli italiani residenti all'estero che sarą affiancata da un archivio unico informatico in cui registrate tutti gli atti dello stato civile.

Il governo gioca cosģ la carta della semplificazione normativa e dei risparmi di spesa anche sulla rete degli uffici consolari. Tra gli altri provvedimenti promossi in vista del vertice convocato a Palazzo Chigi venerdģ prossimo compare, infatti, anche il Dlgs che modifica l'ordinamento e le funzioni di strutture peraltro gią interessate dall'intervento di razionalizzazione previsto dalla Finanziaria 2007 anche con la chiusura di alcune sedi consolari.

Il decreto che dovrebbe essere esaminato in via preliminare dall'esecutivo dą attuazione alle misure di semplificazione contenute nella legge n. 246/2005 (articolo 14, comma 14) e dispone la contestuale abrogazione delle norme di settore (Dpr n. 200/1967) con alcune importanti novitą.

Dal 31 dicembre 2010 le pubblicazioni di matrimonio di cittadini residenti all'estero potranno essere sostituite con l'affissione sui siti informatici. Le procedure telematiche consentiranno di ottenere ulteriori risparmi di spesa mentre l'istituzione dell'archivio unico informatico presso gli uffici consolari permetterą di completare il processo istitutivo dell'Anagrafe degli italiani residenti all'estero anche in relazione all'esercizio dei diritti elettorali. Modifiche in vista anche per quanto riguarda le competenze sui visti d'ingresso ai cittadini extracomunitari che saranno disciplinate da un apposito decreto ministeriale.
_________________

Come ho gią scritto dall'altra parte, per evtare che qualche burocrate un po' "insicuro" interpreti male la questione, si parla di pubblicazioni di matrimonio per i residenti AIRE che peraltro si sposano in consolato.
Non cambia nulla rispetto a prima, se non il fatto che le pubblicazioni diventano telematiche!!!

Un saluto,

Grazie Amedeo per la puntualizzazione.L'unica cosa é che anche gli AIRE che si sposano presso autoritį civile del paese dove risiedono,devono fare le pubblicazioni in consolato italiano.Bel sospiro di sollievo,farlo via PC, per chi vive a molti chilometri dal consolato italiano piś vicino.
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
Amedeo
Amministratori
Amministratori


Numero di messaggi : 1613
Etą : 67
Data d'iscrizione : 14.06.08

MessaggioOggetto: Re: Novitį su pubblicazioni   Gio Lug 15, 2010 10:00 am

bostik ha scritto:


Grazie Amedeo per la puntualizzazione.L'unica cosa é che anche gli AIRE che si sposano presso autoritį civile del paese dove risiedono,devono fare le pubblicazioni in consolato italiano.

No, no, no!!! Non sono tenuti affatto, anche se devono chiedere il Nulla-Osta del consolato italiano.

Un saluto,

_________________
Amedeo Intonti

Autore di:
- Manuale di sopravvivenza burocratica per italiani con partner straniero
- Ricongiungimento ... step by step
reperibili su www.edizionidellimpossibile.com

solo per casi riservatissimi, e-mail: amedeointonti@burocraziaconsolare.com
indice generale: http://www.burocraziaconsolare.com/amedeo-f80/indice-generale-di-amedeo-t767.htm#4762
Difensore Civico di www.tuttostranieri.it/forum/
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
Guido Baccoli
Fondatore
Fondatore


Numero di messaggi : 2756
Etą : 64
Localitą : Santo Domingo - Rep. Dominicana
Data d'iscrizione : 12.01.08

MessaggioOggetto: Re: Novitį su pubblicazioni   Ven Lug 16, 2010 11:54 pm

Amedeo ha scritto:
bostik ha scritto:


Grazie Amedeo per la puntualizzazione.L'unica cosa é che anche gli AIRE che si sposano presso autoritį civile del paese dove risiedono,devono fare le pubblicazioni in consolato italiano.

No, no, no!!! Non sono tenuti affatto, anche se devono chiedere il Nulla-Osta del consolato italiano.

Un saluto,
Confermo!!! Le pubblicazione per i cittadini italiani residenti AIRE (all'estero) che si sposano in Municipio estero secondo le leggi del luogo non sono piś dovute giį da molti anni. Fanno eccezione chi si sposa in Ambasciata o Consolato italiano (casi rarissimi) ed i matrimoni all'estero che richiedono per sposarsi il Nulla Osta delle nostre Ambasciate o Consolati. Insomma per gli italiani all'estero non cambia niente e si fa ben poco.

_________________
Dr. Guido Baccoli
Consulente legale - Burocratico e Giuridico

Esclusivamente per chi desidera per propria scelta ed esigenza, chiedere una consulenza completa individuale nei minimi particolari del suo caso personale o una difesa extragiudiziale, puó scrivere ed ottenere un preventivo a guidobaccoli@hotmail.com
INDICE DEI MIEI ARGOMENTI PIŚ IMPORTANTI
http://www.burocraziaconsolare.com/guido-baccoli-f84/indice-argomenti-piu-rilevanti-ed-importanti-di-guido-baccoli-t787.htm
____________________________
É meglio non avere legge, che non farla osservare.
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente http://www.burocraziaconsolare.com
Amedeo
Amministratori
Amministratori


Numero di messaggi : 1613
Etą : 67
Data d'iscrizione : 14.06.08

MessaggioOggetto: Re: Novitį su pubblicazioni   Sab Lug 17, 2010 2:51 am

Guido Baccoli ha scritto:
Amedeo ha scritto:
bostik ha scritto:


Grazie Amedeo per la puntualizzazione.L'unica cosa é che anche gli AIRE che si sposano presso autoritį civile del paese dove risiedono,devono fare le pubblicazioni in consolato italiano.

No, no, no!!! Non sono tenuti affatto, anche se devono chiedere il Nulla-Osta del consolato italiano.

Un saluto,
Confermo!!! Le pubblicazione per i cittadini italiani residenti AIRE (all'estero) che si sposano in Municipio estero secondo le leggi del luogo non sono piś dovute giį da molti anni. Fanno eccezione chi si sposa in Ambasciata o Consolato italiano (casi rarissimi) ed i matrimoni all'estero che richiedono per sposarsi il Nulla Osta delle nostre Ambasciate o Consolati. Insomma per gli italiani all'estero non cambia niente e si fa ben poco.

Scusami Guido ma anche per i matrimoni all'estero che richiedono per
sposarsi il Nulla Osta delle nostre Ambasciate o Consolati, non si devono fare le pubblicazioni.

Un saluto,

_________________
Amedeo Intonti

Autore di:
- Manuale di sopravvivenza burocratica per italiani con partner straniero
- Ricongiungimento ... step by step
reperibili su www.edizionidellimpossibile.com

solo per casi riservatissimi, e-mail: amedeointonti@burocraziaconsolare.com
indice generale: http://www.burocraziaconsolare.com/amedeo-f80/indice-generale-di-amedeo-t767.htm#4762
Difensore Civico di www.tuttostranieri.it/forum/
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
Guido Baccoli
Fondatore
Fondatore


Numero di messaggi : 2756
Etą : 64
Localitą : Santo Domingo - Rep. Dominicana
Data d'iscrizione : 12.01.08

MessaggioOggetto: Re: Novitį su pubblicazioni   Sab Lug 17, 2010 5:44 pm

Amedeo ha scritto:
Guido Baccoli ha scritto:
Amedeo ha scritto:
bostik ha scritto:


Grazie Amedeo per la puntualizzazione.L'unica cosa é che anche gli AIRE che si sposano presso autoritį civile del paese dove risiedono,devono fare le pubblicazioni in consolato italiano.

No, no, no!!! Non sono tenuti affatto, anche se devono chiedere il Nulla-Osta del consolato italiano.

Un saluto,
Confermo!!! Le pubblicazione per i cittadini italiani residenti AIRE (all'estero) che si sposano in Municipio estero secondo le leggi del luogo non sono piś dovute giį da molti anni. Fanno eccezione chi si sposa in Ambasciata o Consolato italiano (casi rarissimi) ed i matrimoni all'estero che richiedono per sposarsi il Nulla Osta delle nostre Ambasciate o Consolati. Insomma per gli italiani all'estero non cambia niente e si fa ben poco.

Scusami Guido ma anche per i matrimoni all'estero che richiedono per
sposarsi il Nulla Osta delle nostre Ambasciate o Consolati, non si devono fare le pubblicazioni.

Un saluto,
Ti rispondo dall'ufficio, quindi non posso controllare adesso, ma ho paura che senza la richiesta di pubblicazioni il Nulla Osta non lo rilascino...se legittimo o no ripeto, non posso controllarlo dall'ufficio ed č possibilissimo che abbia ragione tu (č un particolare dell'argomento che non tocco da diverso tempo per non aver questo tipo di problematica come professionista; in Rep Dominicana basta lo stato libero italiano apostillato e tradotto qui).

_________________
Dr. Guido Baccoli
Consulente legale - Burocratico e Giuridico

Esclusivamente per chi desidera per propria scelta ed esigenza, chiedere una consulenza completa individuale nei minimi particolari del suo caso personale o una difesa extragiudiziale, puó scrivere ed ottenere un preventivo a guidobaccoli@hotmail.com
INDICE DEI MIEI ARGOMENTI PIŚ IMPORTANTI
http://www.burocraziaconsolare.com/guido-baccoli-f84/indice-argomenti-piu-rilevanti-ed-importanti-di-guido-baccoli-t787.htm
____________________________
É meglio non avere legge, che non farla osservare.
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente http://www.burocraziaconsolare.com
Amedeo
Amministratori
Amministratori


Numero di messaggi : 1613
Etą : 67
Data d'iscrizione : 14.06.08

MessaggioOggetto: Re: Novitį su pubblicazioni   Dom Lug 18, 2010 4:56 am

Guido Baccoli ha scritto:
Amedeo ha scritto:
Guido Baccoli ha scritto:
Amedeo ha scritto:
bostik ha scritto:


Grazie Amedeo per la puntualizzazione.L'unica cosa é che anche gli AIRE che si sposano presso autoritį civile del paese dove risiedono,devono fare le pubblicazioni in consolato italiano.

No, no, no!!! Non sono tenuti affatto, anche se devono chiedere il Nulla-Osta del consolato italiano.

Un saluto,
Confermo!!! Le pubblicazione per i cittadini italiani residenti AIRE (all'estero) che si sposano in Municipio estero secondo le leggi del luogo non sono piś dovute giį da molti anni. Fanno eccezione chi si sposa in Ambasciata o Consolato italiano (casi rarissimi) ed i matrimoni all'estero che richiedono per sposarsi il Nulla Osta delle nostre Ambasciate o Consolati. Insomma per gli italiani all'estero non cambia niente e si fa ben poco.

Scusami Guido ma anche per i matrimoni all'estero che richiedono per
sposarsi il Nulla Osta delle nostre Ambasciate o Consolati, non si devono fare le pubblicazioni.

Un saluto,
Ti rispondo dall'ufficio, quindi non posso controllare adesso, ma ho paura che senza la richiesta di pubblicazioni il Nulla Osta non lo rilascino...se legittimo o no ripeto, non posso controllarlo dall'ufficio ed č possibilissimo che abbia ragione tu (č un particolare dell'argomento che non tocco da diverso tempo per non aver questo tipo di problematica come professionista; in Rep Dominicana basta lo stato libero italiano apostillato e tradotto qui).

Dopo la famosa sentenza del Consiglio di Stato del 2008, una metą dei consolati italiani, al rilascio del Nulla-Osta al matrimonio continuava a chiedere le pubblicazioni, ma una metą si č subito adeguata (p.e. consolato italiano nelle Filippine). Successivamente sembra si siano adeguati quasi tutti. Nel caso qualcuno facesse ancora resistenze si puņ agire, anche penalmente, contro questi veri e propri abusi.

Non posso non ricordare quanto sia difficile anche solo provare a fare le pubblicazioni in Italia con il partner stranero all'estero!!! Qualche comune chiede, per esempio, il famigerato documento attestante la regolaritą del soggiorno in Italia!!! Ma se questi č all'estero???

Un saluto,

_________________
Amedeo Intonti

Autore di:
- Manuale di sopravvivenza burocratica per italiani con partner straniero
- Ricongiungimento ... step by step
reperibili su www.edizionidellimpossibile.com

solo per casi riservatissimi, e-mail: amedeointonti@burocraziaconsolare.com
indice generale: http://www.burocraziaconsolare.com/amedeo-f80/indice-generale-di-amedeo-t767.htm#4762
Difensore Civico di www.tuttostranieri.it/forum/
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
Guido Baccoli
Fondatore
Fondatore


Numero di messaggi : 2756
Etą : 64
Localitą : Santo Domingo - Rep. Dominicana
Data d'iscrizione : 12.01.08

MessaggioOggetto: Re: Novitį su pubblicazioni   Dom Lug 18, 2010 4:13 pm

Amedeo ha scritto:
Guido Baccoli ha scritto:
Amedeo ha scritto:
Guido Baccoli ha scritto:
Amedeo ha scritto:
bostik ha scritto:


Grazie Amedeo per la puntualizzazione.L'unica cosa é che anche gli AIRE che si sposano presso autoritį civile del paese dove risiedono,devono fare le pubblicazioni in consolato italiano.

No, no, no!!! Non sono tenuti affatto, anche se devono chiedere il Nulla-Osta del consolato italiano.

Un saluto,
Confermo!!! Le pubblicazione per i cittadini italiani residenti AIRE (all'estero) che si sposano in Municipio estero secondo le leggi del luogo non sono piś dovute giį da molti anni. Fanno eccezione chi si sposa in Ambasciata o Consolato italiano (casi rarissimi) ed i matrimoni all'estero che richiedono per sposarsi il Nulla Osta delle nostre Ambasciate o Consolati. Insomma per gli italiani all'estero non cambia niente e si fa ben poco.

Scusami Guido ma anche per i matrimoni all'estero che richiedono per
sposarsi il Nulla Osta delle nostre Ambasciate o Consolati, non si devono fare le pubblicazioni.

Un saluto,
Ti rispondo dall'ufficio, quindi non posso controllare adesso, ma ho paura che senza la richiesta di pubblicazioni il Nulla Osta non lo rilascino...se legittimo o no ripeto, non posso controllarlo dall'ufficio ed č possibilissimo che abbia ragione tu (č un particolare dell'argomento che non tocco da diverso tempo per non aver questo tipo di problematica come professionista; in Rep Dominicana basta lo stato libero italiano apostillato e tradotto qui).

Dopo la famosa sentenza del Consiglio di Stato del 2008, una metą dei consolati italiani, al rilascio del Nulla-Osta al matrimonio continuava a chiedere le pubblicazioni, ma una metą si č subito adeguata (p.e. consolato italiano nelle Filippine). Successivamente sembra si siano adeguati quasi tutti. Nel caso qualcuno facesse ancora resistenze si puņ agire, anche penalmente, contro questi veri e propri abusi.

Non posso non ricordare quanto sia difficile anche solo provare a fare le pubblicazioni in Italia con il partner stranero all'estero!!! Qualche comune chiede, per esempio, il famigerato documento attestante la regolaritą del soggiorno in Italia!!! Ma se questi č all'estero???

Un saluto,


Amedeo, sono assolutamente d'accordo con te, seppure dobbiamo ammettere che la questione della famosa semplificazione degli atti amministrativi che risale a 20 anni fa, in gran parte é rimasta tutt'ora inapplicata a ci scontriamo tutti i giorni con questo ''fenomeno'' e nel caso in oggetto non si capisce che valore abbia l'abrogazione del 2° comma dell'art 115 c.c.

Non posso dedicare piś di 30 minuti ad una ricerca solo per dare piś ''certezze'' alle nostre risposte in un forum gratuito, ma ho constatato in questa mezzora che purtroppo la dottrina moderna non coincide con noi, pretendendo addirittura, fatta comunque salva la validitį del matrimonio pur in violazione delle non avvenute pubblicazioni, sostenere che le pubblicazioni vanno sempre e comunque richieste.

Affrontammo molti anni fa quando ci conoscemmo per la prima volta, questo punto proprio tu ed io, parlando di una multa che eventualmente si potrebbe subire, fatto salvo comunque che il matrimonio é perfettamente valido. Le fonti della mia banca dati sulla dottrina sono state confermate dal sito che ritengo molto serio Iussit.ue e nonostante mi impunti assolutamente (non avrebbe senso l'abrogazione del comma dell'art. del c.c. sopra citato) che quando lo Stato estero accetta dichiarazioni giurate o certificati di stato libero legalizzati o apostillati, le pubblicazioni non vanno assolutamente ne' fatto e meno si possono pretendere in osservanza della legge del luogo, non posso dire altrettanto quando é necessario il famigerato N.O. delle nostre Autoritį Dipolmatiche, le quali e purtroppo, richiedono le pubblicazioni per il suo rilascio, bloccandoti il processo (almeno io ho queste informazioni di terzi).

Non si discute che le P. sono dovute ai sensi dell'art. 13 del DPR 200/1967 quando il matrimonio si celebra in Consolato od Ambasciata, mentre rimane l'oggettiva difficoltį del rilascio del Nulla Osta solo dopo avvenute le pretese pubblicazioni (a me risultano molte nostre Ambasciate che lo pretendono) nulla togliendo e forse per quello non si obietta niente quando non si richiede il N.O, che il matrimonio é comunque valido anche senza avvenute pubblicazioni.

Che sia giusto o no, purtroppo abbiamo contro la dottrina e l'articolo datato Luglio 2009 che in parte riporto:

Le legislazioni di alcuni paesi esteri richiedono un’ attestazione concernente la mancanza di impedimenti in capo al cittadino italiano e talvolta il rilascio del certificato di capacitą matrimoniale ai sensi della Convenzione di Monaco del 5 settembre 1980.

Non sono mancate voci dissonanti che hanno rinvenuto, nella richiesta espressa del paese estero di tali certificati, un’ esimente all’onere di pubblicazione, riconoscendo una funzione sostitutiva in capo agli stessi: tuttavia, a prevalere, rimane il dato certo che tali presunti “palliativi”, richiesti da alcune legislazioni estere, in realtą possono essere validamente rilasciati solo dopo compiute le pubblicazioni e qualora non ne siano risultate opposizioni.

L'intero articolo puó essere letto in questo link CLICK QUI

In questo senso e nel caso di N.O., la notizia di bostik é comunque da tenere in forte considerazione.

_________________
Dr. Guido Baccoli
Consulente legale - Burocratico e Giuridico

Esclusivamente per chi desidera per propria scelta ed esigenza, chiedere una consulenza completa individuale nei minimi particolari del suo caso personale o una difesa extragiudiziale, puó scrivere ed ottenere un preventivo a guidobaccoli@hotmail.com
INDICE DEI MIEI ARGOMENTI PIŚ IMPORTANTI
http://www.burocraziaconsolare.com/guido-baccoli-f84/indice-argomenti-piu-rilevanti-ed-importanti-di-guido-baccoli-t787.htm
____________________________
É meglio non avere legge, che non farla osservare.
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente http://www.burocraziaconsolare.com
Contenuto sponsorizzato




MessaggioOggetto: Re: Novitį su pubblicazioni   Oggi a 10:04 am

Tornare in alto Andare in basso
 
Novitį su pubblicazioni
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 1 di 1
 Argomenti simili
-
» Novitį su pubblicazioni
» Pubblicazioni matrimonio Dubai
» Le pubblicazioni per il matrimonio allestero
» Matrimonio in Italia con bielorussa: quando fare le pubblicazioni ?
» Pubblicazioni di matrimonio a Londra tra cittadini italiani

Permesso di questo forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
Italiani all'Estero e Stranieri in Italia :: ITALIANI ALL'ESTERO :: BUROCRAZIA E ATTI CONSOLARI :: MATRIMONIO ALL'ESTERO-
Andare verso: