Italiani all'Estero e Stranieri in Italia

Consolato, Ambasciata, Matrimonio all'estero, Divorzio all'Estero, divorzio rapido, divorzio al vapore, Stranieri in Italia, Matrimoni misti, sposarsi all'estero, divorziarsi all'estero. REPUBBLICA DOMINICANA
 
IndiceIndice  PortalePortale  GalleriaGalleria  FAQFAQ  CercaCerca  RegistrarsiRegistrarsi  AccediAccedi  

Condividere | 
 

 VISTO TURISTICO - DRITTE PER DOCUMENTAZIONE

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
Andare alla pagina : 1, 2  Seguente
AutoreMessaggio
Elisa



Numero di messaggi : 3
Località : Milano
Data d'iscrizione : 13.10.09

MessaggioOggetto: VISTO TURISTICO - DRITTE PER DOCUMENTAZIONE   Mer Lug 28, 2010 11:24 am

Buongiorno Dott. Baccoli,

questa mattina ho chiamato l'ufficio che si occupa di richiedere i visti al Consolato di Casablanca (il CIAO) per avere delucidazioni sulla documentazione da presentare per richiedere un visto turistico per il mio fidanzato, cittadino marocchino. Naturalmente avevo già letto l'elenco di documenti richiesti sul sito del Consolato, ma essendo il mio ragazzo studente universitario e non avendo dunque un reddito proprio, ho preferito sentire il parere di un impiegato del CIAO.

Da parte sua il mio ragazzo ha bisogno che uno dei suoi famigliari (madre, padre, sorella o fratello) produca una cosiddetta lettera di "presa in carico" (prise en charge) nella quale dichiarano di prendersi la responsabilità del figlio/fratello durante il suo viaggio in Italia e di garantire le spese. Questa lettera, redatta in francese o in italiano, dovrà poi essere legalizzata al comune di residenza del famigliare.
Mi ha colpita il fatto che questa "presa in carico" non sia menzionata da nessuna parte, né sul sito del Consolato, né in quello del CIAO né in quello del Ministero. Sfortunatamente sembra non esistere una lettera standard e nemmeno loro hanno saputo dirmi esattamente cosa scrivere (visto che la documentazione deve essere "impeccabile"...)

La persona che scrive la "presa in carico" deve anche produrre i seguenti documenti: estratto bancario degli ultimi 12 mesi; busta paga; contratto di lavoro.
Il mio ragazzo sostiene che dei suoi amici hanno semplicemente dimostrato di avere una cifra tipo 10.000 euro sul conto bancario et voilà, il visto è stato concesso senza batter ciglio, anche a chi non ha un impiego. Questo me lo ha detto di un suo amico che ha richiesto il visto per l'Italia, e di uno che proprio recentemente ha ottenuto il visto per il Giappone. Io mi sono permessa di essere dubbiosa, anche perché mi sembra di capire che è richiesto un conto bancario "di lunga data" e non uno, aperto ad hoc per versarci i 10.000 euro.

Essendo lui studente universitario, mi sono stati richiesti i certificati di iscrizione all'anno accademico in corso.

I punti sui quali vorrei la sua opinione sono i seguenti:

1 - E' meglio che la dichiarazione di ospitalità la faccia io, che sono la fidanzata e ho quindi il legame affettivo, o mio padre, il quale non ha nessun legame dimostrabile ma ha comunque uno stipendio più alto del mio e quindi potrebbe essere visto come una garanzia migliore? (Per intenderci: 1.200 euro contro 5.000)

2 - Al CIAO mi hanno fatto capire che una richiesta di visto per un periodo più breve è meno a rischio rifiuto, rispetto a una di 2 o 3 mesi. Non so poi se ciò corrisponda al vero. Ad esempio, se io richiedessi il visto per 20 giorni dovrei fare una fideiussione bancaria di circa 800 euro.
Può essere "ben vista" una fideiussione bancaria per un importo maggiore (5.000 euro, ad esempio), o è inutile, e conviene farla per l'importo richiesto dal Ministero?

3- Può veramente servire aprire un conto intestato a lui e versarci 10.000 euro? E' un impegno considerevole, ovviamente da parte mia.

Ovviamente sono ben cosciente della facilità con cui il visto turistico viene negato (ho letto i post...).

Chiedo il suo autorevole (lo dico davvero!) parere perché probabilmente negli ultimi tempi ci sono state direttive nuove di cui non sono al corrente, ma lei sicuramente sì. E sicuramente lei, o i suoi collaboratori, saprà darmi qualche "dritta" affinché la documentazione che presenterò sia il più impeccabile possibile e poi...incrociamo le dita.

La prossima settimana mi recherò a Casablanca, al CIAO: c'è qualche cosa particolare che, secondo lei, dovrei chiedere?

Grazie in anticipo,

Elisa
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
Amedeo
Amministratori
Amministratori


Numero di messaggi : 1613
Età : 67
Data d'iscrizione : 14.06.08

MessaggioOggetto: Re: VISTO TURISTICO - DRITTE PER DOCUMENTAZIONE   Mer Lug 28, 2010 11:39 am

Elisa ha scritto:
Buongiorno Dott. Baccoli,

questa mattina ho chiamato l'ufficio che si occupa di richiedere i visti al Consolato di Casablanca (il CIAO) per avere delucidazioni sulla documentazione da presentare per richiedere un visto turistico per il mio fidanzato, cittadino marocchino. Naturalmente avevo già letto l'elenco di documenti richiesti sul sito del Consolato, ma essendo il mio ragazzo studente universitario e non avendo dunque un reddito proprio, ho preferito sentire il parere di un impiegato del CIAO.

Da parte sua il mio ragazzo ha bisogno che uno dei suoi famigliari (madre, padre, sorella o fratello) produca una cosiddetta lettera di "presa in carico" (prise en charge) nella quale dichiarano di prendersi la responsabilità del figlio/fratello durante il suo viaggio in Italia e di garantire le spese. Questa lettera, redatta in francese o in italiano, dovrà poi essere legalizzata al comune di residenza del famigliare.
Mi ha colpita il fatto che questa "presa in carico" non sia menzionata da nessuna parte, né sul sito del Consolato, né in quello del CIAO né in quello del Ministero. Sfortunatamente sembra non esistere una lettera standard e nemmeno loro hanno saputo dirmi esattamente cosa scrivere (visto che la documentazione deve essere "impeccabile"...)

La persona che scrive la "presa in carico" deve anche produrre i seguenti documenti: estratto bancario degli ultimi 12 mesi; busta paga; contratto di lavoro.
Il mio ragazzo sostiene che dei suoi amici hanno semplicemente dimostrato di avere una cifra tipo 10.000 euro sul conto bancario et voilà, il visto è stato concesso senza batter ciglio, anche a chi non ha un impiego. Questo me lo ha detto di un suo amico che ha richiesto il visto per l'Italia, e di uno che proprio recentemente ha ottenuto il visto per il Giappone. Io mi sono permessa di essere dubbiosa, anche perché mi sembra di capire che è richiesto un conto bancario "di lunga data" e non uno, aperto ad hoc per versarci i 10.000 euro.

Essendo lui studente universitario, mi sono stati richiesti i certificati di iscrizione all'anno accademico in corso.

I punti sui quali vorrei la sua opinione sono i seguenti:

1 - E' meglio che la dichiarazione di ospitalità la faccia io, che sono la fidanzata e ho quindi il legame affettivo, o mio padre, il quale non ha nessun legame dimostrabile ma ha comunque uno stipendio più alto del mio e quindi potrebbe essere visto come una garanzia migliore? (Per intenderci: 1.200 euro contro 5.000) La faccia lei.

2 - Al CIAO mi hanno fatto capire che una richiesta di visto per un periodo più breve è meno a rischio rifiuto, rispetto a una di 2 o 3 mesi. Non so poi se ciò corrisponda al vero. E' vero. Ad esempio, se io richiedessi il visto per 20 giorni dovrei fare una fideiussione bancaria di circa 800 euro.
Può essere "ben vista" una fideiussione bancaria per un importo maggiore (5.000 euro, ad esempio), o è inutile, e conviene farla per l'importo richiesto dal Ministero? E' inutile.

3- Può veramente servire aprire un conto intestato a lui e versarci 10.000 euro? E' un impegno considerevole, ovviamente da parte mia. Assolutamente da sconsigliare per diversi ovvi motivi.

Ovviamente sono ben cosciente della facilità con cui il visto turistico viene negato (ho letto i post...).

Chiedo il suo autorevole (lo dico davvero!) parere perché probabilmente negli ultimi tempi ci sono state direttive nuove di cui non sono al corrente, ma lei sicuramente sì. E sicuramente lei, o i suoi collaboratori, saprà darmi qualche "dritta" affinché la documentazione che presenterò sia il più impeccabile possibile e poi...incrociamo le dita.

La prossima settimana mi recherò a Casablanca, al CIAO: c'è qualche cosa particolare che, secondo lei, dovrei chiedere?

Grazie in anticipo,

Elisa

Il dott. Baccoli è in questi giorni privo di internet, perchè ne è privo tutto il suo quartiere. Mi permetto di rispondere io.

Tra le righe ho inserito in rosso delle risposte. Sconsiglio tassativamente di fare versamenti di quegli importi sul conto di una persona all'estero. Non sarà questo il caso, ma li ho visti sparire 99 volte su cento. Non è, poi, determinante ed il conto dovrebbe essere aperto da più anni. Ha l'aria di una invenzione, quindi, e non psso non consigliarle di riconsiderare tutta la sua storia.

P.S. - Mi sono permesso di cambiare la larghezza dei caratteri del suo post, perchè altrimenti illegibile.

Un saluto,

_________________
Amedeo Intonti

Autore di:
- Manuale di sopravvivenza burocratica per italiani con partner straniero
- Ricongiungimento ... step by step
reperibili su www.edizionidellimpossibile.com

solo per casi riservatissimi, e-mail: amedeointonti@burocraziaconsolare.com
indice generale: http://www.burocraziaconsolare.com/amedeo-f80/indice-generale-di-amedeo-t767.htm#4762
Difensore Civico di www.tuttostranieri.it/forum/
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
Elisa



Numero di messaggi : 3
Località : Milano
Data d'iscrizione : 13.10.09

MessaggioOggetto: Re: VISTO TURISTICO - DRITTE PER DOCUMENTAZIONE   Mer Lug 28, 2010 12:36 pm

Grazie Amedeo, della risposta.
Ovviamente il post era rivolto a tutti, non solamente al Dott. Baccoli.

Certo, la questione dei 10.000 euro è una bufala raccontataci da un amico, a me e al mio ragazzo e, non c'è assolutamente il rischio che vengano versati questi denari, a perdere.

Mi sembra di capire che il punto più delicato, alla fine, è quello della condizione socio-economica della persona che richiede il visto. Nel nostro caso sarebbe molto bello se la persona che garantisce potesse essere il cognato del mio ragazzo, che è un dipendente del Ministero, quindi dipendente pubblico, con un salario ben più alto di quello medio. Al Consolato però mi hanno detto che il cognato non può farsi garante, e che al massimo può farlo sua moglie, cioè la sorella del mio ragazzo, che di professione fa l'insegnante in un liceo pubblico.

Potrebbe servire un conto corrente cointestato con la sorella? (Ammesso e non concesso che si possa cointestare uno già esistente). In questo modo risulterebbe che il mio ragazzo ha un conto corrente, e da tempo.


Saluti
Elisa
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
bostik
Amministratori
Amministratori


Numero di messaggi : 3628
Località : Colombia
Data d'iscrizione : 22.07.08

MessaggioOggetto: Re: VISTO TURISTICO - DRITTE PER DOCUMENTAZIONE   Mer Lug 28, 2010 1:23 pm

Il visto turistico è altamente discrezionale,vi sono stati docenti universitari e funzionari pubblici a cui è stato negato,mentre ragazze di vita ed avanzi di galera a cui invece è stato dato...Con quel tipo di visto la sicurezza non c'è mai.
Saluti
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
Elisa



Numero di messaggi : 3
Località : Milano
Data d'iscrizione : 13.10.09

MessaggioOggetto: Re: VISTO TURISTICO - DRITTE PER DOCUMENTAZIONE   Gio Lug 29, 2010 3:40 am

bostik ha scritto:
Il visto turistico è altamente discrezionale,vi sono stati docenti universitari e funzionari pubblici a cui è stato negato,mentre ragazze di vita ed avanzi di galera a cui invece è stato dato...Con quel tipo di visto la sicurezza non c'è mai.
Saluti

Sì certo, niente di più facile. Ci sarebbe da capire quali siano i criteri con cui sono state fatte queste scelte.

Una domanda: è vero che ora il Consolato è obbligato a dare motivazione del rifiuto del visto?
(teoricamente se il rifiuto riguarda la documentazione, si può ripresentare un'altra richiesta...)


saluti
elisa
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
bostik
Amministratori
Amministratori


Numero di messaggi : 3628
Località : Colombia
Data d'iscrizione : 22.07.08

MessaggioOggetto: Re: VISTO TURISTICO - DRITTE PER DOCUMENTAZIONE   Gio Lug 29, 2010 9:56 am

Elisa ha scritto:
bostik ha scritto:
Il visto turistico è altamente discrezionale,vi sono stati docenti universitari e funzionari pubblici a cui è stato negato,mentre ragazze di vita ed avanzi di galera a cui invece è stato dato...Con quel tipo di visto la sicurezza non c'è mai.
Saluti

Sì certo, niente di più facile. Ci sarebbe da capire quali siano i criteri con cui sono state fatte queste scelte.

Una domanda: è vero che ora il Consolato è obbligato a dare motivazione del rifiuto del visto?
(teoricamente se il rifiuto riguarda la documentazione, si può ripresentare un'altra richiesta...)


saluti
elisa

Sí col reg.CE/810/2009 devono compilare un modulo in caso di diniego ma alcune voci sono molto evasive o in puro "burocratese"...
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
Guido Baccoli
Fondatore
Fondatore


Numero di messaggi : 2756
Età : 64
Località : Santo Domingo - Rep. Dominicana
Data d'iscrizione : 12.01.08

MessaggioOggetto: Re: VISTO TURISTICO - DRITTE PER DOCUMENTAZIONE   Ven Ago 06, 2010 7:33 am

apriró un'argomento a parte su questo modulo di rigetto e le storpiaggini di traduzioni in Italiano come ''certezza'' mentre nelle lingue originali francese ed inglese si usa la parola ''sufficientemente''

_________________
Dr. Guido Baccoli
Consulente legale - Burocratico e Giuridico

Esclusivamente per chi desidera per propria scelta ed esigenza, chiedere una consulenza completa individuale nei minimi particolari del suo caso personale o una difesa extragiudiziale, puó scrivere ed ottenere un preventivo a guidobaccoli@hotmail.com
INDICE DEI MIEI ARGOMENTI PIÚ IMPORTANTI
http://www.burocraziaconsolare.com/guido-baccoli-f84/indice-argomenti-piu-rilevanti-ed-importanti-di-guido-baccoli-t787.htm
____________________________
É meglio non avere legge, che non farla osservare.
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente http://www.burocraziaconsolare.com
Gianluca (to)



Numero di messaggi : 2
Data d'iscrizione : 06.09.10

MessaggioOggetto: Re: VISTO TURISTICO - DRITTE PER DOCUMENTAZIONE   Lun Set 06, 2010 11:36 am

Salve a tutti i lettori del forum racconto la mia storia e se potete darmi qualche dritta la accetto volentieri.

Lavoro a casablanca da quasi 2 anni li ho conosciuto una ragazza, la invito a fare le vacanze in italia e da li a inizio il calvario.
Premessa molto impostante lei e un architetto ha un ottimo reddito ed e benestate

1) Presentiamo la domanda di visto turistico al CIAO quindi volo di andata e ritorno(pagato)
Prenotazione dell hotel (pagata)
Assicurazione sanitaria
Modulo di richiesta del visto con annessa dichiarazione di proprietà di beni immobili e
terreni
Paghiamo 900 dh per il rilascio del visto

Domanda viene accettata ci dicono di presentarsi al consolato per l'intervista e di portare dei soldi in euro ( 30 euro per ogni giorno di permanenza)

2) Incotro al consolato il 2 settembre tutto ok

ci dicono di tornare il giorno 6 settembre per il rilascio del visto (sicuri che ormai tutto era fatto e super felici di tutto) arriviamo li il 6 e ci dicono che il visto e stato rifiutato senza fornire nessuna motivazione

Adesso ci ritroviamo con un volo non rimborsabile da 600 euro
cancelazzione dell hotel con una perdite di 800 euro

]b]Adesso quanto bisogna aspettare per ripresentare di nuovo la domanda ??[/b]

Infine un grazie alla burocrazia di questa splendida nazione che fa entrare assassini ladri e spacciatori liberamente e chi a tutti i requisiti e le possibilità economiche gli viene negato.
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
bostik
Amministratori
Amministratori


Numero di messaggi : 3628
Località : Colombia
Data d'iscrizione : 22.07.08

MessaggioOggetto: Re: VISTO TURISTICO - DRITTE PER DOCUMENTAZIONE   Lun Set 06, 2010 12:33 pm

Gianluca (to) ha scritto:
Salve a tutti i lettori del forum racconto la mia storia e se potete darmi qualche dritta la accetto volentieri.

Lavoro a casablanca da quasi 2 anni li ho conosciuto una ragazza, la invito a fare le vacanze in italia e da li a inizio il calvario.
Premessa molto impostante lei e un architetto ha un ottimo reddito ed e benestate

1) Presentiamo la domanda di visto turistico al CIAO quindi volo di andata e ritorno(pagato)
Prenotazione dell hotel (pagata)
Assicurazione sanitaria
Modulo di richiesta del visto con annessa dichiarazione di proprietà di beni immobili e
terreni
Paghiamo 900 dh per il rilascio del visto

Domanda viene accettata ci dicono di presentarsi al consolato per l'intervista e di portare dei soldi in euro ( 30 euro per ogni giorno di permanenza)

2) Incotro al consolato il 2 settembre tutto ok

ci dicono di tornare il giorno 6 settembre per il rilascio del visto (sicuri che ormai tutto era fatto e super felici di tutto) arriviamo li il 6 e ci dicono che il visto e stato rifiutato senza fornire nessuna motivazione

Adesso ci ritroviamo con un volo non rimborsabile da 600 euro
cancelazzione dell hotel con una perdite di 800 euro

]b]Adesso quanto bisogna aspettare per ripresentare di nuovo la domanda ??[/b]

Infine un grazie alla burocrazia di questa splendida nazione che fa entrare assassini ladri e spacciatori liberamente e chi a tutti i requisiti e le possibilità economiche gli viene negato.

Il visto turistico NON É MAI GARANTITO nemmeno di fronte ad ampie e dimostrate disponibilitá.Non vi é un limite preciso per ripresentare la domanda,l'importante é che non sia troppo sotto data.
Capisco il suo risentimento ma la prego d'evitare commenti fuori luogo.
Saluti
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
Amedeo
Amministratori
Amministratori


Numero di messaggi : 1613
Età : 67
Data d'iscrizione : 14.06.08

MessaggioOggetto: Re: VISTO TURISTICO - DRITTE PER DOCUMENTAZIONE   Lun Set 06, 2010 1:07 pm

Gianluca (to) ha scritto:
Salve a tutti i lettori del forum racconto la mia storia e se potete darmi qualche dritta la accetto volentieri.

Lavoro a casablanca da quasi 2 anni li ho conosciuto una ragazza, la invito a fare le vacanze in italia e da li a inizio il calvario.
Premessa molto impostante lei e un architetto ha un ottimo reddito ed e benestate

1) Presentiamo la domanda di visto turistico al CIAO quindi volo di andata e ritorno(pagato)
Prenotazione dell hotel (pagata)
Assicurazione sanitaria
Modulo di richiesta del visto con annessa dichiarazione di proprietà di beni immobili e
terreni
Paghiamo 900 dh per il rilascio del visto

Domanda viene accettata ci dicono di presentarsi al consolato per l'intervista e di portare dei soldi in euro ( 30 euro per ogni giorno di permanenza)

2) Incotro al consolato il 2 settembre tutto ok

ci dicono di tornare il giorno 6 settembre per il rilascio del visto (sicuri che ormai tutto era fatto e super felici di tutto) arriviamo li il 6 e ci dicono che il visto e stato rifiutato senza fornire nessuna motivazione

Adesso ci ritroviamo con un volo non rimborsabile da 600 euro
cancelazzione dell hotel con una perdite di 800 euro

]b]Adesso quanto bisogna aspettare per ripresentare di nuovo la domanda ??[/b]

Infine un grazie alla burocrazia di questa splendida nazione che fa entrare assassini ladri e spacciatori liberamente e chi a tutti i requisiti e le possibilità economiche gli viene negato.

Queste situazioni, purtroppo, capitano troppo spesso. Non rimane che un ricorso al TAR con avvocato molto preparato.

Un saluto,

_________________
Amedeo Intonti

Autore di:
- Manuale di sopravvivenza burocratica per italiani con partner straniero
- Ricongiungimento ... step by step
reperibili su www.edizionidellimpossibile.com

solo per casi riservatissimi, e-mail: amedeointonti@burocraziaconsolare.com
indice generale: http://www.burocraziaconsolare.com/amedeo-f80/indice-generale-di-amedeo-t767.htm#4762
Difensore Civico di www.tuttostranieri.it/forum/
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
Gianluca (to)



Numero di messaggi : 2
Data d'iscrizione : 06.09.10

MessaggioOggetto: Re: VISTO TURISTICO - DRITTE PER DOCUMENTAZIONE   Lun Set 06, 2010 5:59 pm

Ma se invece di un visto turistico presentassi una domanda di presa in carico li hanno maggiori probabilità che il visto venga rilasciato ???
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
bostik
Amministratori
Amministratori


Numero di messaggi : 3628
Località : Colombia
Data d'iscrizione : 22.07.08

MessaggioOggetto: Re: VISTO TURISTICO - DRITTE PER DOCUMENTAZIONE   Lun Set 06, 2010 8:09 pm

Gianluca (to) ha scritto:
Ma se invece di un visto turistico presentassi una domanda di presa in carico li hanno maggiori probabilità che il visto venga rilasciato ???

Ignoro questa procedura per il rilascio d'un visto turistico.Non so se Amedeo o Guido la conoscano.
Saluti
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
Amedeo
Amministratori
Amministratori


Numero di messaggi : 1613
Età : 67
Data d'iscrizione : 14.06.08

MessaggioOggetto: Re: VISTO TURISTICO - DRITTE PER DOCUMENTAZIONE   Mar Set 07, 2010 3:55 am

bostik ha scritto:
Gianluca (to) ha scritto:
Ma se invece di un visto turistico presentassi una domanda di presa in carico li hanno maggiori probabilità che il visto venga rilasciato ???

Ignoro questa procedura per il rilascio d'un visto turistico.Non so se Amedeo o Guido la conoscano.
Saluti

Non esiste proprio questa procedura per un visto turistico.

Un saluto,

_________________
Amedeo Intonti

Autore di:
- Manuale di sopravvivenza burocratica per italiani con partner straniero
- Ricongiungimento ... step by step
reperibili su www.edizionidellimpossibile.com

solo per casi riservatissimi, e-mail: amedeointonti@burocraziaconsolare.com
indice generale: http://www.burocraziaconsolare.com/amedeo-f80/indice-generale-di-amedeo-t767.htm#4762
Difensore Civico di www.tuttostranieri.it/forum/
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
negri



Numero di messaggi : 9
Data d'iscrizione : 05.11.10

MessaggioOggetto: Re: VISTO TURISTICO - DRITTE PER DOCUMENTAZIONE   Ven Nov 05, 2010 2:38 pm

Lavoro a cuba da quasi due anni. Ho invitato un cittadino cubano producendo tutti i documenti richiesti, ma il visto gli è stato negato con la ragione di possibile migrante.

Cerco qualcuno che mi orienti per la produzione di documenti extra al fine di ripresentare la domanda.

Cuba è una realtà particolare e se io aiutassi il mio invitato a dimostrare migliori risorse economiche potrei creargli problemi con il suo stato di appartenenza. Pertanto sto cercando chi mi possa indicare e seguire conoscendo la realtà dell'ambasciata italiana a cuba.

Grazie
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
negri



Numero di messaggi : 9
Data d'iscrizione : 05.11.10

MessaggioOggetto: Re: VISTO TURISTICO - DRITTE PER DOCUMENTAZIONE   Ven Nov 05, 2010 2:53 pm

Scusate ho dimenticato di porre una seconda domanda. Nel caso facessimo domanda per un visto di 20-30 giorni, e nel remoto caso che così la accettassero, poi il visto turistico si può estendere una volta che l'invitato è già in Italia?
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
bostik
Amministratori
Amministratori


Numero di messaggi : 3628
Località : Colombia
Data d'iscrizione : 22.07.08

MessaggioOggetto: Re: VISTO TURISTICO - DRITTE PER DOCUMENTAZIONE   Ven Nov 05, 2010 3:55 pm

negri ha scritto:
Scusate ho dimenticato di porre una seconda domanda. Nel caso facessimo domanda per un visto di 20-30 giorni, e nel remoto caso che così la accettassero, poi il visto turistico si può estendere una volta che l'invitato è già in Italia?

I giorni del visto turistico sono quelli,non si possono assolutamente prolungare.Il visto turistico é altamente discrezionale,non esistono mai garanzie certe.
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
negri



Numero di messaggi : 9
Data d'iscrizione : 05.11.10

MessaggioOggetto: Re: VISTO TURISTICO - DRITTE PER DOCUMENTAZIONE   Ven Nov 05, 2010 4:12 pm

Grazie per l'informazione sull'impossibilità di allungare i giorni del visto.

Che il visto sia assolutamente discrezionale, l'ho scoperto sulla mia pelle (e portafogli).
Per questo mi chiedevo se è possibile entrare in contatto con legali con esperienza sulle logiche specifiche dell'ambasciata in questione.
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
bostik
Amministratori
Amministratori


Numero di messaggi : 3628
Località : Colombia
Data d'iscrizione : 22.07.08

MessaggioOggetto: Re: VISTO TURISTICO - DRITTE PER DOCUMENTAZIONE   Ven Nov 05, 2010 7:41 pm

negri ha scritto:
Grazie per l'informazione sull'impossibilità di allungare i giorni del visto.

Che il visto sia assolutamente discrezionale, l'ho scoperto sulla mia pelle (e portafogli).
Per questo mi chiedevo se è possibile entrare in contatto con legali con esperienza sulle logiche specifiche dell'ambasciata in questione.

Puó fare ricorso al TAR e probabilmente puó pure vincere ma sono minimo 3000 euro,non so se valga la pena per un soggiorno di 15-20 giorni.
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
negri



Numero di messaggi : 9
Data d'iscrizione : 05.11.10

MessaggioOggetto: Re: VISTO TURISTICO - DRITTE PER DOCUMENTAZIONE   Sab Nov 06, 2010 6:43 am

A me un avvocato cassazionista di Torino di una importante associazione per i diritti dei migranti ne ha chiesti 1500, però mi ha anche detto che a causa del potere discrezionale delle ambasciate è anche difficile vincere se il rifiuto è stato motivato (questo lo scrivo solo per condividere una informazione).

Però non era questa la mia domanda, temo di essermi spiegata male.
Vorrei sapere se esiste qualche legale con esperienza con l'ambasciata italiana dell'Avana per seguirme nel secondo tentativo.

Infine, sperando di non abusare della vostra gentile attenzione, chiedo ancora un'altra cosa.
La carta di invito fatta tramite il consolato cubano (quindi quella non relativa alla parte italiana, ma alla parte cubana) che ha validità un anno, può essere "riutilizzata" per un eventuale visto per ricongiungimento familiare a seguito di matrimonio?

Grazie!
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
bostik
Amministratori
Amministratori


Numero di messaggi : 3628
Località : Colombia
Data d'iscrizione : 22.07.08

MessaggioOggetto: Re: VISTO TURISTICO - DRITTE PER DOCUMENTAZIONE   Sab Nov 06, 2010 7:53 am

negri ha scritto:
A me un avvocato cassazionista di Torino di una importante associazione per i diritti dei migranti ne ha chiesti 1500, però mi ha anche detto che a causa del potere discrezionale delle ambasciate è anche difficile vincere se il rifiuto è stato motivato (questo lo scrivo solo per condividere una informazione).

Però non era questa la mia domanda, temo di essermi spiegata male.
Vorrei sapere se esiste qualche legale con esperienza con l'ambasciata italiana dell'Avana per seguirme nel secondo tentativo.

Infine, sperando di non abusare della vostra gentile attenzione, chiedo ancora un'altra cosa.
La carta di invito fatta tramite il consolato cubano (quindi quella non relativa alla parte italiana, ma alla parte cubana) che ha validità un anno, può essere "riutilizzata" per un eventuale visto per ricongiungimento familiare a seguito di matrimonio?

Grazie!

Sinceramente disconosco la pratica a cui lei fa riferimento,i consolati agiscono a livello autonomo nel rispetto delle norme con il Ministero che agisce a livello ispettivo.Se parla di conoscenze,non potrei aiutarla anche perché in questo forum cerchiamo di favorire la legalitá e non il clientelismo o favori vari.La lettera dovrebbe essere ancora valida.
Saluti
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
negri



Numero di messaggi : 9
Data d'iscrizione : 05.11.10

MessaggioOggetto: Re: VISTO TURISTICO - DRITTE PER DOCUMENTAZIONE   Sab Nov 06, 2010 8:21 am

chiaramente non mi riferivo a conoscenze per raccomandazioni, sto solo cercando un avvocato che abbia già seguito clienti nella produzione di documenti utili al conseguimento del visto presso l'ambasciata italiana a cuba. e questo perchè spesso le istituzioni, essendo fatte di persone, lavorano con pratiche differenti e secondo interpretazioni delle norme che cambiano a seconda dei contesti, pertanto vorrei poter incontrare un avvocato che abbia già seguito altri clienti nella produzione dei documenti extra che possono favorire l'esito positivo-
Per esempio scrivere una lettera di mio pugno come documento extra potrebbe aiutare l'invitato ad ottenere il visto? o se la scrivono i miei genitori? mi riferisco a cose di questo genere.
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
Amedeo
Amministratori
Amministratori


Numero di messaggi : 1613
Età : 67
Data d'iscrizione : 14.06.08

MessaggioOggetto: Re: VISTO TURISTICO - DRITTE PER DOCUMENTAZIONE   Sab Nov 06, 2010 12:13 pm

negri ha scritto:
chiaramente non mi riferivo a conoscenze per raccomandazioni, sto solo cercando un avvocato che abbia già seguito clienti nella produzione di documenti utili al conseguimento del visto presso l'ambasciata italiana a cuba. e questo perchè spesso le istituzioni, essendo fatte di persone, lavorano con pratiche differenti e secondo interpretazioni delle norme che cambiano a seconda dei contesti, pertanto vorrei poter incontrare un avvocato che abbia già seguito altri clienti nella produzione dei documenti extra che possono favorire l'esito positivo-
Per esempio scrivere una lettera di mio pugno come documento extra potrebbe aiutare l'invitato ad ottenere il visto? o se la scrivono i miei genitori? mi riferisco a cose di questo genere.

Per esperienza pluriannuale ho potuto riscontrare che le garanzie del cittadino italiano invitante non le guardano proprio. Valutano solo il rischio migratorio, cioè la possibilità che lo straniero rimanga poi clandestino in Italia alla scadenza del visto. Il rischio migratorio è tanto più alto quanto più basso è il reddito dimostrabile dello straniero.

Un saluto,

_________________
Amedeo Intonti

Autore di:
- Manuale di sopravvivenza burocratica per italiani con partner straniero
- Ricongiungimento ... step by step
reperibili su www.edizionidellimpossibile.com

solo per casi riservatissimi, e-mail: amedeointonti@burocraziaconsolare.com
indice generale: http://www.burocraziaconsolare.com/amedeo-f80/indice-generale-di-amedeo-t767.htm#4762
Difensore Civico di www.tuttostranieri.it/forum/
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
negri



Numero di messaggi : 9
Data d'iscrizione : 05.11.10

MessaggioOggetto: Re: VISTO TURISTICO - DRITTE PER DOCUMENTAZIONE   Sab Nov 06, 2010 1:15 pm

Grazie!

Però a Cuba, se l'invitato migliora di molto le propria situazione economica può andare incontro a problemi seri con lo stato a cui appartiene. Il salario medio di un cubano che lavora onestamente è di 18 dollari al mese... oltretutto non è un paese in cui è ammesso il mercato per l'acquisto di auto o case. che pasticcio...

Saluti
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
Guido Baccoli
Fondatore
Fondatore


Numero di messaggi : 2756
Età : 64
Località : Santo Domingo - Rep. Dominicana
Data d'iscrizione : 12.01.08

MessaggioOggetto: Re: VISTO TURISTICO - DRITTE PER DOCUMENTAZIONE   Gio Nov 18, 2010 1:46 am

negri ha scritto:
A me un avvocato cassazionista di Torino di una importante associazione per i diritti dei migranti ne ha chiesti 1500, però mi ha anche detto che a causa del potere discrezionale delle ambasciate è anche difficile vincere se il rifiuto è stato motivato (questo lo scrivo solo per condividere una informazione).

Però non era questa la mia domanda, temo di essermi spiegata male.
Vorrei sapere se esiste qualche legale con esperienza con l'ambasciata italiana dell'Avana per seguirme nel secondo tentativo.

Infine, sperando di non abusare della vostra gentile attenzione, chiedo ancora un'altra cosa.
La carta di invito fatta tramite il consolato cubano (quindi quella non relativa alla parte italiana, ma alla parte cubana) che ha validità un anno, può essere "riutilizzata" per un eventuale visto per ricongiungimento familiare a seguito di matrimonio?

Grazie!
Prima di tutto non é necessario che sia un'avvocato, puó essere anche un Consulente legale specializzato in immigrazione, ma a prescindere, ció che l'avvocato ha detto é giusto ed é giusta anche la risposta dell'amico bostick riguardante ''se motivano il diniego é difficle etc.'', ma, attenzione, sia per la prima che per la seconda considerazione si deve tener conto che una cosa é la discrezionalitá permessa dalla legge ed altra é l'arbitrarietá, assolutamente vietata.

In ogni modo la realtá é che é difficile dimostrare l'arbitrarietá e soprattutto in un Paese dove lo stipendio medio é di 18 dollari, i quali non possono certo dare sufficienti garanzie ad un'eventuale rischio migratorio.

_________________
Dr. Guido Baccoli
Consulente legale - Burocratico e Giuridico

Esclusivamente per chi desidera per propria scelta ed esigenza, chiedere una consulenza completa individuale nei minimi particolari del suo caso personale o una difesa extragiudiziale, puó scrivere ed ottenere un preventivo a guidobaccoli@hotmail.com
INDICE DEI MIEI ARGOMENTI PIÚ IMPORTANTI
http://www.burocraziaconsolare.com/guido-baccoli-f84/indice-argomenti-piu-rilevanti-ed-importanti-di-guido-baccoli-t787.htm
____________________________
É meglio non avere legge, che non farla osservare.
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente http://www.burocraziaconsolare.com
negri



Numero di messaggi : 9
Data d'iscrizione : 05.11.10

MessaggioOggetto: Re: VISTO TURISTICO - DRITTE PER DOCUMENTAZIONE   Gio Nov 18, 2010 4:44 am

Grazie,

il problema è che occorrerebbe un po' di trasparenza. sul sito dell'ambasciata, è scritto che il visto può essere negato, però dall'elenco dei documenti da presentare non è possibile evincere che esistono soglie di reddito per cui è impossibile che il visto sia rilasciato.

le procedure per presentarsi all'appuntamento in ambasciata sono molto onerose si arrivano a spendere 850 euro (escluso il ticket aereo), si sono create anche agenzie specializzate che fanno tutti i documenti in cui ricordano che il diniego potrebbe arrivare però adducono tale eventualità a possibili problemi con la giustizia da parte dell'invitato. ma non è così, o meglio non è solo così. è tutto ciò che rende insopportabile un diniego a fronte delle energie e i soldi spesi per produrre doumenti che poi verranno valutati solo in minima parte, mentre a orientare le scelte sono procedure non scritte. per esempio, al mio intervistato è stato chiesto se era intestatario di casa o auto, ma questo non era presente nei moduli formalmente necessari alla preparazione della pratica. se tutto ciò fosse reso trasparente si avrebbe la possibilità di valutare meglio la scelta di intraprendere un simile cammino.

tutto ciò, personalmente mi spingerebbe ad una azione per il diritto, no al visto turistico (considerato che esso non considerato diritto...), ma al diritto alla trasparenza nei confronti dei cittadini invitanti a cui viene richiesta la produzione onerosa di molti documenti che hanno il solo scopo di aprire le porte ad una intervista in cui però vengono sollecitati le informazioni sulle quali si gioca davvero la decisione. questo è particolarmente odioso.

mi chiedevo pertanto se sono già esistite simili azioni individuali o collettive, nel caso io mi spenderei in tutto ciò

buon lavoro, saluti!
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
Contenuto sponsorizzato




MessaggioOggetto: Re: VISTO TURISTICO - DRITTE PER DOCUMENTAZIONE   Oggi a 11:59 am

Tornare in alto Andare in basso
 
VISTO TURISTICO - DRITTE PER DOCUMENTAZIONE
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 1 di 2Andare alla pagina : 1, 2  Seguente
 Argomenti simili
-
» VISTO TURISTICO - DRITTE PER DOCUMENTAZIONE
» Visto turistico !
» crearmi un lavoro con visto turistico
» Durata e validità visto turistico
» Chiarimento su visto turistico da 90 giorni

Permesso di questo forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
Italiani all'Estero e Stranieri in Italia :: ITALIANI ALL'ESTERO :: BUROCRAZIA E ATTI CONSOLARI :: IL VISTO-
Andare verso: