Italiani all'Estero e Stranieri in Italia

Consolato, Ambasciata, Matrimonio all'estero, Divorzio all'Estero, divorzio rapido, divorzio al vapore, Stranieri in Italia, Matrimoni misti, sposarsi all'estero, divorziarsi all'estero. REPUBBLICA DOMINICANA
 
IndiceIndice  PortalePortale  GalleriaGalleria  FAQFAQ  CercaCerca  RegistratiRegistrati  AccediAccedi  

Condividere | 
 

 residenza all'estero fisco e sanità

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
AutoreMessaggio
Francesco Rizzuto



Numero di messaggi : 3
Data d'iscrizione : 06.10.10

MessaggioTitolo: residenza all'estero fisco e sanità   Mer Ott 06, 2010 8:06 am

Ciao a tutti quelli del forum
ho deciso di trasferire la mia residenza definitivamente in Messico,sono pensionato INPS e gradirei essere informato sulle conseguenze fiscali e sanitarie.

1-un volta ottenuta la residenza in Messico esistono accordi per cui posso decidere di passare sotto il reggime fiscale Messicano,quindi essere esonerato dal pagamento delle tasse al fisco italiano e se esistono quali sono le modalità e i requisiti?

2-se invece devo continuare a versare le tasse in Italia per mancanza di accordi con il Messico quali obbioghi sono tenuto a soddisfare nei confronti del fisco Italiani e quali diritti deve garantirmi lo stato Italiano nei confronti dell'assistenza sanitaria?
cordiali saluti
Francesco
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
bostik
Amministratori
Amministratori


Numero di messaggi : 3773
Località : Colombia
Data d'iscrizione : 22.07.08

MessaggioTitolo: Re: residenza all'estero fisco e sanità   Mer Ott 06, 2010 2:02 pm

Francesco Rizzuto ha scritto:
Ciao a tutti quelli del forum
ho deciso di trasferire la mia residenza definitivamente in Messico,sono pensionato INPS e gradirei essere informato sulle conseguenze fiscali e sanitarie.

1-un volta ottenuta la residenza in Messico esistono accordi per cui posso decidere di passare sotto il reggime fiscale Messicano,quindi essere esonerato dal pagamento delle tasse al fisco italiano e se esistono quali sono le modalità e i requisiti?

2-se invece devo continuare a versare le tasse in Italia per mancanza di accordi con il Messico quali obbioghi sono tenuto a soddisfare nei confronti del fisco Italiani e quali diritti deve garantirmi lo stato Italiano nei confronti dell'assistenza sanitaria?
cordiali saluti
Francesco

Sul fiscale deve chiedere ad un buon commercialista.Per la sanità,iscrivendosi all'AIRE,in Italia avrà diritto solo all'urgenza.Quando viaggia in Italia,le conviene stipulare un assicurazione privata.
Saluti
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
Francesco Rizzuto



Numero di messaggi : 3
Data d'iscrizione : 06.10.10

MessaggioTitolo: Re: residenza all'estero fisco e sanità   Gio Ott 07, 2010 5:32 am

Trovo veramente disdicevole e anticostituzionale che lo Stato Italiano mi obblighi a trattenute sanitarie senza darmi la possibilita' di usufruirne nella loro completezza.
grazie per la cortese risposta
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
Guido Baccoli
Fondatore
Fondatore
avatar

Numero di messaggi : 2760
Età : 65
Località : Santo Domingo - Rep. Dominicana
Data d'iscrizione : 12.01.08

MessaggioTitolo: Re: residenza all'estero fisco e sanità   Gio Ott 07, 2010 7:31 pm

Francesco Rizzuto ha scritto:
Trovo veramente disdicevole e anticostituzionale che lo Stato Italiano mi obblighi a trattenute sanitarie senza darmi la possibilita' di usufruirne nella loro completezza.
grazie per la cortese risposta
Lo abbiamo giá detto anche io ed i miei amici e colleghi esperti, moderatori ed Amministratore e non posso che ribadire la sua ''incoformitá'' visto che tutte le trattenute che le hanno fatto in Italia sulla pensione continueranno anche come iscritto all'AIRE. Comunque sia dal punto di vista fiscale (per altre eventuali tasse escluse le trattenute che non siano quelle sicure che gli ho giá precisato) e per il trattamento assistenza medica, s'informi se il Messico ha qualche patto bilaterale riguardo i due argomenti tasse ed assistenza medica.

_________________
Dr. Guido Baccoli
Consulente legale - Burocratico e Giuridico

ESCLUSIVAMENTE E SOLO per chi desidera per propria scelta ed esigenza, chiedere una consulenza completa individuale nei minimi particolari del suo caso personale o una difesa extragiudiziale, puó scrivere ed ottenere un preventivo di retribuzione e spese SPECIFICANDO NELL'OGGETTO: "PREVENTIVO" a guidobaccoli@hotmail.com .
INDICE DEI MIEI ARGOMENTI PIÚ IMPORTANTI
http://www.burocraziaconsolare.com/guido-baccoli-f84/indice-argomenti-piu-rilevanti-ed-importanti-di-guido-baccoli-t787.htm
____________________________
É meglio non avere legge, che non farla osservare.
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente http://www.burocraziaconsolare.com
Sereno.SCOLARO
Moderatore
Moderatore


Numero di messaggi : 420
Data d'iscrizione : 02.03.08

MessaggioTitolo: Re: residenza all'estero fisco e sanità   Ven Ott 08, 2010 3:23 am

In linea generale i redditi prodotti all'estero da cittadini italiani sono soggetti ad imposta da parte dello Stato di appaertenenza (quadro RM).
Ai fini di evitare possibili duplici imposizioni fiscali, sono spesso stati stipulati accordi, bi-laterali, volti a prevenire tale fenomeno.
Per quanto riguarda il Messico, occorre fare riferimento all'Accordo firmato a Roma il 9 luglio 1991. In altre parole, non vi è duplice assoggettamento fiscale.
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
Guido Baccoli
Fondatore
Fondatore
avatar

Numero di messaggi : 2760
Età : 65
Località : Santo Domingo - Rep. Dominicana
Data d'iscrizione : 12.01.08

MessaggioTitolo: Re: residenza all'estero fisco e sanità   Ven Ott 08, 2010 11:50 am

Sereno.SCOLARO ha scritto:
In linea generale i redditi prodotti all'estero da cittadini italiani sono soggetti ad imposta da parte dello Stato di appaertenenza (quadro RM).
Ai fini di evitare possibili duplici imposizioni fiscali, sono spesso stati stipulati accordi, bi-laterali, volti a prevenire tale fenomeno.
Per quanto riguarda il Messico, occorre fare riferimento all'Accordo firmato a Roma il 9 luglio 1991. In altre parole, non vi è duplice assoggettamento fiscale.
Meno male...che buona notizia. Grande come sempre, Dr Scolaro. Grazie

_________________
Dr. Guido Baccoli
Consulente legale - Burocratico e Giuridico

ESCLUSIVAMENTE E SOLO per chi desidera per propria scelta ed esigenza, chiedere una consulenza completa individuale nei minimi particolari del suo caso personale o una difesa extragiudiziale, puó scrivere ed ottenere un preventivo di retribuzione e spese SPECIFICANDO NELL'OGGETTO: "PREVENTIVO" a guidobaccoli@hotmail.com .
INDICE DEI MIEI ARGOMENTI PIÚ IMPORTANTI
http://www.burocraziaconsolare.com/guido-baccoli-f84/indice-argomenti-piu-rilevanti-ed-importanti-di-guido-baccoli-t787.htm
____________________________
É meglio non avere legge, che non farla osservare.
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente http://www.burocraziaconsolare.com
Francesco Rizzuto



Numero di messaggi : 3
Data d'iscrizione : 06.10.10

MessaggioTitolo: Re: residenza all'estero fisco e sanità   Lun Ott 25, 2010 5:15 am

Ringrazio il Dr. Scolaro per l'informazione sugli accordi fiscali Italia Messico
saluti
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
Ren



Numero di messaggi : 1
Data d'iscrizione : 08.03.11

MessaggioTitolo: Re: residenza all'estero fisco e sanità   Mar Mar 08, 2011 3:46 pm

TRASFERIMENTO ALL’ESTERO DEL SOLO MARITO
Nel caso in cui il marito, titolare di reddito da lavoro o di pensione, si trasferisca all’estero, mentre la moglie, priva di reddito e a carico del marito, rimane in Italia:
La prima casa, intestata a entrambi i coniugi in comunità di beni, continua a essere esentata dall’ICI? O deve pagare l’ICI? O metà ICI?
Il conto bancario intestato al marito ma con doppia firma di marito e moglie, e sul quale sono pagate le utenze gas elettricità eccetera, diventa “conto di residente estero”, sul quale le utenze non possono più essere pagate?
Il conto che avrà all’estero il marito (in comunità di beni) deve essere dichiarato, per una metà, dalla moglie in Italia (moglie che non farebbe dichiarazione dei redditi perché priva di reddito personale e a carico del marito)?
Grazie

Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
Guido Baccoli
Fondatore
Fondatore
avatar

Numero di messaggi : 2760
Età : 65
Località : Santo Domingo - Rep. Dominicana
Data d'iscrizione : 12.01.08

MessaggioTitolo: Re: residenza all'estero fisco e sanità   Gio Mar 17, 2011 4:16 pm

Ren ha scritto:
TRASFERIMENTO ALL’ESTERO DEL SOLO MARITO
Nel caso in cui il marito, titolare di reddito da lavoro o di pensione, si trasferisca all’estero, mentre la moglie, priva di reddito e a carico del marito, rimane in Italia:
La prima casa, intestata a entrambi i coniugi in comunità di beni, continua a essere esentata dall’ICI? O deve pagare l’ICI? O metà ICI?
Il conto bancario intestato al marito ma con doppia firma di marito e moglie, e sul quale sono pagate le utenze gas elettricità eccetera, diventa “conto di residente estero”, sul quale le utenze non possono più essere pagate?
Il conto che avrà all’estero il marito (in comunità di beni) deve essere dichiarato, per una metà, dalla moglie in Italia (moglie che non farebbe dichiarazione dei redditi perché priva di reddito personale e a carico del marito)?
Grazie

Non possiamo per regolamento fare una consulenza particolare in linea e gratis. Non sono esperto in materia fiscale (manco dall'Italia da 12 anni e non ho beni o c/c, ne pensioni italiane), peró per logica se la casa é intestata in comunione dei beni e lei ci abita, sará sempre la prima casa esentata dall'ICi, sempre e salvo, le eventuali, invenzioni del fisco.

Il c/c all'estero per farlo valere in comunione dei beni deve essere regolarizzato secondo le leggi del Paese Estero.

_________________
Dr. Guido Baccoli
Consulente legale - Burocratico e Giuridico

ESCLUSIVAMENTE E SOLO per chi desidera per propria scelta ed esigenza, chiedere una consulenza completa individuale nei minimi particolari del suo caso personale o una difesa extragiudiziale, puó scrivere ed ottenere un preventivo di retribuzione e spese SPECIFICANDO NELL'OGGETTO: "PREVENTIVO" a guidobaccoli@hotmail.com .
INDICE DEI MIEI ARGOMENTI PIÚ IMPORTANTI
http://www.burocraziaconsolare.com/guido-baccoli-f84/indice-argomenti-piu-rilevanti-ed-importanti-di-guido-baccoli-t787.htm
____________________________
É meglio non avere legge, che non farla osservare.
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente http://www.burocraziaconsolare.com
Angelo Danzi



Numero di messaggi : 1
Data d'iscrizione : 07.07.11

MessaggioTitolo: Re: residenza all'estero fisco e sanità   Ven Lug 08, 2011 12:12 am

Sono un pensionato Italiano Inps residente definitivamente in Brasile e regolarmente iscritto AIRE. La mia pensione è tassata in Italia Irpef incluse le addizionali regionali e municipali. Chiedo augurandomi che qualcuno sappia rispondermi: seppure in presenza di una convenzione sottoscritta tra Italia e Brasile atta ad evitare la doppia imposizione fiscale che prevede all'art.19.4 che le tasse si pagano nello Stato di residenza (Brasile), l'Italia per oltre 20 anni (1978-2000) ha rispettato questa prassi dal 2001 ha ripreso in modo unilaterale a tassare le pensioni. Questo ha creato un contenzioso importante che tutt'ora non è stato regolarizzato ed il tutto a carico del pensionato che si vede tassato 2 vole....Inoltre Inps è discriminante in questo perchè a parità di valori alcune pensioni vengono liquidate al lordo delle tasse mentre altre (tra le quali la mia) no. Perchè questo comportamento discriminatorio. Ho più volte chiesto all'Inps spiagazioni e mai ho avuto risposte se non evasive. Grazie per commenti ed aiuto. Sad Sad Sad
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
Guido Baccoli
Fondatore
Fondatore
avatar

Numero di messaggi : 2760
Età : 65
Località : Santo Domingo - Rep. Dominicana
Data d'iscrizione : 12.01.08

MessaggioTitolo: Re: residenza all'estero fisco e sanità   Ven Ago 19, 2011 3:52 pm

Angelo Danzi ha scritto:
Sono un pensionato Italiano Inps residente definitivamente in Brasile e regolarmente iscritto AIRE. La mia pensione è tassata in Italia Irpef incluse le addizionali regionali e municipali. Chiedo augurandomi che qualcuno sappia rispondermi: seppure in presenza di una convenzione sottoscritta tra Italia e Brasile atta ad evitare la doppia imposizione fiscale che prevede all'art.19.4 che le tasse si pagano nello Stato di residenza (Brasile), l'Italia per oltre 20 anni (1978-2000) ha rispettato questa prassi dal 2001 ha ripreso in modo unilaterale a tassare le pensioni. Questo ha creato un contenzioso importante che tutt'ora non è stato regolarizzato ed il tutto a carico del pensionato che si vede tassato 2 vole....Inoltre Inps è discriminante in questo perchè a parità di valori alcune pensioni vengono liquidate al lordo delle tasse mentre altre (tra le quali la mia) no. Perchè questo comportamento discriminatorio. Ho più volte chiesto all'Inps spiagazioni e mai ho avuto risposte se non evasive. Grazie per commenti ed aiuto.
Lei ha bisogno di un Patronato che eventualmente difenda i suoi diritti. Non siamo esperti un tasse purtroppo.

_________________
Dr. Guido Baccoli
Consulente legale - Burocratico e Giuridico

ESCLUSIVAMENTE E SOLO per chi desidera per propria scelta ed esigenza, chiedere una consulenza completa individuale nei minimi particolari del suo caso personale o una difesa extragiudiziale, puó scrivere ed ottenere un preventivo di retribuzione e spese SPECIFICANDO NELL'OGGETTO: "PREVENTIVO" a guidobaccoli@hotmail.com .
INDICE DEI MIEI ARGOMENTI PIÚ IMPORTANTI
http://www.burocraziaconsolare.com/guido-baccoli-f84/indice-argomenti-piu-rilevanti-ed-importanti-di-guido-baccoli-t787.htm
____________________________
É meglio non avere legge, che non farla osservare.
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente http://www.burocraziaconsolare.com
Contenuto sponsorizzato




MessaggioTitolo: Re: residenza all'estero fisco e sanità   

Tornare in alto Andare in basso
 
residenza all'estero fisco e sanità
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 1 di 1
 Argomenti simili
-
» residenza all'estero fisco e sanità
» Residenza estero-lavoro in azienda italiana-tasse in Italia
» ACQUISTO PRIMA CASA IN ITALIA E RESIDENZA ALL'ESTERO.
» residenza all'estero ma lavoro in italia
» rinnovo patente in Italia - residenza all'estero

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
Italiani all'Estero e Stranieri in Italia :: ITALIANI ALL'ESTERO :: RESIDENZA ALL'ESTERO ED IN ITALIA :: RESIDENZA ALL'ESTERO-
Andare verso: