Italiani all'Estero e Stranieri in Italia

Consolato, Ambasciata, Matrimonio all'estero, Divorzio all'Estero, divorzio rapido, divorzio al vapore, Stranieri in Italia, Matrimoni misti, sposarsi all'estero, divorziarsi all'estero. REPUBBLICA DOMINICANA
 
IndiceIndice  PortalePortale  GalleriaGalleria  FAQFAQ  CercaCerca  RegistrarsiRegistrarsi  AccediAccedi  

Condividere | 
 

 Matrimonio Italiano-Iraniana - prima in consolato poi in comune

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
AutoreMessaggio
paolopasq



Numero di messaggi : 6
Data d'iscrizione : 02.11.10

MessaggioOggetto: Matrimonio Italiano-Iraniana - prima in consolato poi in comune   Mar Nov 02, 2010 5:41 am

Buongiorno
ho scoperto il vostro interessantissimo forum oggi, e spero possiate essermi di aiuto con la vostra professionalitÓ.

Il mio problema dipende fondamentalmente dal fatto che mi fido poco delle autoritÓ iraniane, non vorrei che suggerissero una procedura per il matrimonio che alla fine fa risultare non valido il matrimonio in Italia.

Mi spiego meglio: io sono residente in italia e la mia ragazza vive ed Ŕ residente in Iran.

Per ottenere il nulla-osta al matrimonio le autoritÓ iraniane (consolato iraniano in italia-Milano ed altri uffici iraniani in Iran) hanno detto alla mia ragazza che prima dobbiamo presentarci in consolato a Milano (io devo presentare alcuni documenti, per esempio degli esami medici) e dopo aver seguito una loro procedura, il consolato rilascia il nulla-osta al matrimonio.
Di seguito quindi le autoritÓ iraniane dicono che posso procedere a sposarmi in comune, presentando il nulla-osta.

Io ho il timore che seguendo questa procedura il matrimonio non sia valido in Italia...penso che l'iter corretto sarebbe prima sposarsi in Comune eppoi far riconoscere il matrimonio in consolato.
Non vorrei che le autoritÓ iraniane suggeriscano questo iter, in modo tale da evitare che una loro cittadina si sposi all'estero e ne "perdano" la cittadinanza.

Grazie in anticipo per i vostri chiarimenti
Buona giornata
Paolo
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
bostik
Amministratori
Amministratori


Numero di messaggi : 3625
LocalitÓ : Colombia
Data d'iscrizione : 22.07.08

MessaggioOggetto: Re: Matrimonio Italiano-Iraniana - prima in consolato poi in comune   Mar Nov 02, 2010 8:27 am

paolopasq ha scritto:
Buongiorno
ho scoperto il vostro interessantissimo forum oggi, e spero possiate essermi di aiuto con la vostra professionalitÓ.

Il mio problema dipende fondamentalmente dal fatto che mi fido poco delle autoritÓ iraniane, non vorrei che suggerissero una procedura per il matrimonio che alla fine fa risultare non valido il matrimonio in Italia.

Mi spiego meglio: io sono residente in italia e la mia ragazza vive ed Ŕ residente in Iran.

Per ottenere il nulla-osta al matrimonio le autoritÓ iraniane (consolato iraniano in italia-Milano ed altri uffici iraniani in Iran) hanno detto alla mia ragazza che prima dobbiamo presentarci in consolato a Milano (io devo presentare alcuni documenti, per esempio degli esami medici) e dopo aver seguito una loro procedura, il consolato rilascia il nulla-osta al matrimonio.
Di seguito quindi le autoritÓ iraniane dicono che posso procedere a sposarmi in comune, presentando il nulla-osta.

Io ho il timore che seguendo questa procedura il matrimonio non sia valido in Italia...penso che l'iter corretto sarebbe prima sposarsi in Comune eppoi far riconoscere il matrimonio in consolato.
Non vorrei che le autoritÓ iraniane suggeriscano questo iter, in modo tale da evitare che una loro cittadina si sposi all'estero e ne "perdano" la cittadinanza.

Grazie in anticipo per i vostri chiarimenti
Buona giornata
Paolo

Ogni consolato straniero ha le proprie regole per rilasciare un nulla osta che non Ú certamente un "matrimonio" ma solo un documento che certifica l'assenza d'impedimenti a celebrare un eventuale matrimonio...Non vedo nulla di strano nelle richieste del consolato iraniano,per di pi˙ il matrimonio si celebrerß in Italia,secondo la legge italiana,credo che le sue preoccupazioni siano eccessive.
Saluti
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
paolopasq



Numero di messaggi : 6
Data d'iscrizione : 02.11.10

MessaggioOggetto: Re: Matrimonio Italiano-Iraniana - prima in consolato poi in comune   Mer Nov 03, 2010 5:35 am

Grazie per la risposta...per˛ ho bisogno di un ulteriore chiarimento

perchŔ da quanto ci dice il consolato iraniano di Milano, la procedura presso il consolato per ottenere il nulla osta Ŕ di fatto considerato un matrimonio per le leggi iraniane.

Questo matrimonio iraniano non contrasta con il successivo matrimonio italiano ?
Non c'Ŕ il rischio che il matrimonio italiano venga invalidato a seguito di controlli fatti a posteriori ?


Grazie mille per la vostra attenzione
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
Amedeo
Amministratori
Amministratori


Numero di messaggi : 1613
EtÓ : 67
Data d'iscrizione : 14.06.08

MessaggioOggetto: Re: Matrimonio Italiano-Iraniana - prima in consolato poi in comune   Mer Nov 03, 2010 6:20 am

paolopasq ha scritto:
Grazie per la risposta...per˛ ho bisogno di un ulteriore chiarimento

perchŔ da quanto ci dice il consolato iraniano di Milano, la procedura presso il consolato per ottenere il nulla osta Ŕ di fatto considerato un matrimonio per le leggi iraniane.

Questo matrimonio iraniano non contrasta con il successivo matrimonio italiano ?
Non c'Ŕ il rischio che il matrimonio italiano venga invalidato a seguito di controlli fatti a posteriori ?


Grazie mille per la vostra attenzione

Innanzitutto un Nulla-Osta non pu˛ certo essere un matrimonio. Se lo fosse, per˛, occorre ricordare che il matrimonio contratto da un cittadino italiano in un consolato straniero in Italia non Ŕ riconoscibile per un difetto di formulazione della legge.

Il Nulla-Osta al matrimonio rilasciato da un consolato in Italia altro non Ŕ che un certificato di stato libero dello straniero con la indicazione: "per la legge nazionale (iraniana) on sono stati rilevati impedimenti al matrimonio con Xxxx Xxxx (oppure con uno straniero).".

Un saluto,

_________________
Amedeo Intonti

Autore di:
- Manuale di sopravvivenza burocratica per italiani con partner straniero
- Ricongiungimento ... step by step
reperibili su www.edizionidellimpossibile.com

solo per casi riservatissimi, e-mail: amedeointonti@burocraziaconsolare.com
indice generale: http://www.burocraziaconsolare.com/amedeo-f80/indice-generale-di-amedeo-t767.htm#4762
Difensore Civico di www.tuttostranieri.it/forum/
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
paolopasq



Numero di messaggi : 6
Data d'iscrizione : 02.11.10

MessaggioOggetto: Re: Matrimonio Italiano-Iraniana - prima in consolato poi in comune   Lun Nov 08, 2010 7:11 am

buongiorno

vi chiedo cortesemente un'ltra informazione molto importante per me.

dato che io ho problemi a telefonare all'anbasciata iraniana in Teheran (problemi forse di linea telefonica), ha telefonato la mia ragazza iraniana per avere informazioni sulla procedura per ottenere il visto turistico.

Gli hanno detto che il visto ha una durata massimo di una settimana !!!!
possibile ? non dovrebbe essere di 3 mesi ?

se fosse cosý non avremmo la possibilitÓ di sposarci...possibile ? o ci sono altre modalitÓ ?

grazie ancora

Paolo
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
bostik
Amministratori
Amministratori


Numero di messaggi : 3625
LocalitÓ : Colombia
Data d'iscrizione : 22.07.08

MessaggioOggetto: Re: Matrimonio Italiano-Iraniana - prima in consolato poi in comune   Lun Nov 08, 2010 7:42 am

paolopasq ha scritto:
buongiorno

vi chiedo cortesemente un'ltra informazione molto importante per me.

dato che io ho problemi a telefonare all'anbasciata iraniana in Teheran (problemi forse di linea telefonica), ha telefonato la mia ragazza iraniana per avere informazioni sulla procedura per ottenere il visto turistico.

Gli hanno detto che il visto ha una durata massimo di una settimana !!!!
possibile ? non dovrebbe essere di 3 mesi ?

se fosse cosý non avremmo la possibilitÓ di sposarci...possibile ? o ci sono altre modalitÓ ?

grazie ancora

Paolo

Sono stati realisti...il massimo Ú di 3 mesi ma pi˙ di 10-15 gg. non li concedono quasi mai...
Prenda in esame la possibilitß di sposarvi in Iran.
Saluti
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
paolopasq



Numero di messaggi : 6
Data d'iscrizione : 02.11.10

MessaggioOggetto: Re: Matrimonio Italiano-Iraniana - prima in consolato poi in comune   Lun Nov 08, 2010 9:12 am

Eccomi ancora qua....per cercare di trovare la soluzione al mio problema, e vi chiedo un consulto sulla seguente possibile soluzione.

Richiedere l'estensione del periodo di validitÓ del visto presso la Questura.

E' una soluzione possibile e che Ŕ facilmente ottenibile, con quali documenti giustificativi da presentare ?
Di quanti giorni sarÓ possibile estendere il periodo ?

Grazie ancora
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
paolopasq



Numero di messaggi : 6
Data d'iscrizione : 02.11.10

MessaggioOggetto: Re: Matrimonio Italiano-Iraniana - prima in consolato poi in comune   Lun Nov 08, 2010 10:17 am

scusatemi ancora....

non c'Ŕ la possibilitÓ di ottenere, a seguito della pubblicazione del matrimonio, l'estensione del periodo di permanenza della straniera ? Richiedendo un PDS ?
PerchŔ di fatto ci sarebbe un documento ufficiale che giustifica adeguatamente la permanenza dello straniero.

Se cosý non fosse, vedo solo come alternativa, nel mio caso, il seguente iter:
1) richiesta visto per svolgere le pratiche presso il consolato iraniano ai fini del nulla-osta
2) pubblicazioni del matrimonio
3) la mia futura moglie ritorna in Iran
4) alla data stabilita del matrimonio la invito una seconda volta, cosý da poter sposarla entro la data di scadenza del secondo visto


Non ci sono problemi se richiedo, con l'invito, il visto turistico per la stessa persona due volte nell'arco di poco tempo ?

Grazie mille
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
Amedeo
Amministratori
Amministratori


Numero di messaggi : 1613
EtÓ : 67
Data d'iscrizione : 14.06.08

MessaggioOggetto: Re: Matrimonio Italiano-Iraniana - prima in consolato poi in comune   Lun Nov 08, 2010 12:59 pm

paolopasq ha scritto:
scusatemi ancora....

non c'Ŕ la possibilitÓ di ottenere, a seguito della pubblicazione del matrimonio, l'estensione del periodo di permanenza della straniera ? Richiedendo un PDS ?
PerchŔ di fatto ci sarebbe un documento ufficiale che giustifica adeguatamente la permanenza dello straniero.

Se cosý non fosse, vedo solo come alternativa, nel mio caso, il seguente iter:
1) richiesta visto per svolgere le pratiche presso il consolato iraniano ai fini del nulla-osta
2) pubblicazioni del matrimonio
3) la mia futura moglie ritorna in Iran
4) alla data stabilita del matrimonio la invito una seconda volta, cosý da poter sposarla entro la data di scadenza del secondo visto


Non ci sono problemi se richiedo, con l'invito, il visto turistico per la stessa persona due volte nell'arco di poco tempo ?

Grazie mille

GiÓ risposto in altro forum.

Un saluto,

_________________
Amedeo Intonti

Autore di:
- Manuale di sopravvivenza burocratica per italiani con partner straniero
- Ricongiungimento ... step by step
reperibili su www.edizionidellimpossibile.com

solo per casi riservatissimi, e-mail: amedeointonti@burocraziaconsolare.com
indice generale: http://www.burocraziaconsolare.com/amedeo-f80/indice-generale-di-amedeo-t767.htm#4762
Difensore Civico di www.tuttostranieri.it/forum/
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
Guido Baccoli
Fondatore
Fondatore


Numero di messaggi : 2756
EtÓ : 64
LocalitÓ : Santo Domingo - Rep. Dominicana
Data d'iscrizione : 12.01.08

MessaggioOggetto: Re: Matrimonio Italiano-Iraniana - prima in consolato poi in comune   Gio Nov 18, 2010 1:58 am

paolopasq ha scritto:
scusatemi ancora....

non c'Ŕ la possibilitÓ di ottenere, a seguito della pubblicazione del matrimonio, l'estensione del periodo di permanenza della straniera ? Richiedendo un PDS ?
PerchŔ di fatto ci sarebbe un documento ufficiale che giustifica adeguatamente la permanenza dello straniero.

Se cosý non fosse, vedo solo come alternativa, nel mio caso, il seguente iter:
1) richiesta visto per svolgere le pratiche presso il consolato iraniano ai fini del nulla-osta
2) pubblicazioni del matrimonio
3) la mia futura moglie ritorna in Iran
4) alla data stabilita del matrimonio la invito una seconda volta, cosý da poter sposarla entro la data di scadenza del secondo visto


Non ci sono problemi se richiedo, con l'invito, il visto turistico per la stessa persona due volte nell'arco di poco tempo ?

Grazie mille
Non Ú permesso dal regolamento di questo forum, fare una sfilza di domande e richiedere un parere sul caso particolare considerato quasi nella sua totalitß, cosa che rappresenterebbe una consulenza gratuita in linea, appunto proibita.

_________________
Dr. Guido Baccoli
Consulente legale - Burocratico e Giuridico

Esclusivamente per chi desidera per propria scelta ed esigenza, chiedere una consulenza completa individuale nei minimi particolari del suo caso personale o una difesa extragiudiziale, puˇ scrivere ed ottenere un preventivo a guidobaccoli@hotmail.com
INDICE DEI MIEI ARGOMENTI PI┌ IMPORTANTI
http://www.burocraziaconsolare.com/guido-baccoli-f84/indice-argomenti-piu-rilevanti-ed-importanti-di-guido-baccoli-t787.htm
____________________________
╔ meglio non avere legge, che non farla osservare.
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente http://www.burocraziaconsolare.com
MatteoN



Numero di messaggi : 15
Data d'iscrizione : 04.03.15

MessaggioOggetto: Re: Matrimonio Italiano-Iraniana - prima in consolato poi in comune   Mer Mar 04, 2015 3:36 am

Vorrei portare la mia esperienza a supporto di questo thread. Io e la mia futura moglie abbiamo ottenuto il nullaosta dal Consolato Iraniano a Milano lo scorso Mercoledi'. E' stato necessario presentare una lunga lista di documenti

- Esami medici di entrambi per escludere AIDS, Epatite B e Talassemia, piu' un esame delle urine per escludere l'uso di droghe. Gli esami devono avere il timbro dell'Ospedale per essere validi.

- Per me, certificato di nascita con nomi di padre e madre, certificato di stato civile con certificazione dello stato libero, entrambi legalizzati dalla Prefettura

- Per lei, certificato di nascita come sopra, certificato di stato libero, permesso del padre per il matrimonio, carta di identita' iraniana

- pratica da avviare per procura presso il ministero degli esteri a Tehran (per noi l'ha fatto il padre della mia compagna), da inviarsi al consolato e senza la ricezione della quale non si puo' avviare il processo

- essendo noi residenti all'estero (a Taiwan entrambi), documenti che provino la residenza estera (nel nostro caso sono bastati i permessi di soggiorno rilasciati da Taiwan e la mia iscrizione AIRE, pure legalizzata in Prefettura)


Dopo la presentazione dei documenti, in tempi brevissimi (per noi e' successo il giorno stesso) e' possibile celebrare presso il Consolato il rito religioso, comprensivo di conversione formale all'Islam, che permette il rilascio del documento Iraniano di "fidanzamento" (per mancanza di una traduzione migliore). Con questo e' possibile richiedere immediatamente il nullaosta ed il certificato di stato libero del cittadino iraniano, entrambi rilasciati in lingua italiana. Si puo' a questo punto recarsi al Comune (o altro ente preposto, nel nostro caso il Consolato Italiano a Taipei) per richiedere le pubblicazioni di matrimonio e, in seguito per la celebrazione del rito civile Italiano. Dopo aver trascritto il matrimonio nel Comune di residenza (o, nel mio caso, nel Comune di ultima residenza in Italia), il gioco e' fatto! Smile


IMPORTANTE: Il personale del Consolato potrebbe rifiutare inizialmente il servizio ad un cittadino/a Iraniano/a che non sia residente in Italia. In realta' il Consolato ha invece l'obbligo di rilasciare il nullaosta a qualunque Iraniano/a, previo rispetto dei requisiti in materia di documenti di cui sopra. Questo e' anche dovuto al fatto che Ambasciate e Consolati dell'Iran in altri paesi non sono in grado di rilasciare il nullaosta richiesto dalle autorita' Italiane (molti non sanno nemmeno di cosa si tratti) e vale particolarmente per Iraniani che, come la mia futura moglie, risiedano in paesi che non intrattengono relazioni diplomatiche con l'Iran. L'unica eccezione sono gli Iraniani ufficialmente residenti in Iran, che debbono ottenere il certificato di "fidanzamento" in Iran e poi possono chiedere il nullaosta al Consolato in Italia.


Ultima modifica di MatteoN il Mer Mar 04, 2015 6:48 am, modificato 6 volte
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
MatteoN



Numero di messaggi : 15
Data d'iscrizione : 04.03.15

MessaggioOggetto: Re: Matrimonio Italiano-Iraniana - prima in consolato poi in comune   Mer Mar 04, 2015 5:39 am

Ulteriore informazione: il nullaosta puo' essere legalizzato presso qualsiasi Prefettura, previa richiesta al Consolato Iraniano dell'invio dell'elenco delle firme aggiornate alla Prefettura stessa.

Io ho fatto la mia richiesta ieri e gia' oggi il Consolato di Milano ha provveduto ad inviare, direttamente alla Prefettura da me indicata, l'elenco delle firme del personale consolare, per cui ora mi sara' possibile legalizzare il nullaosta immediatamente.
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
bostik
Amministratori
Amministratori


Numero di messaggi : 3625
LocalitÓ : Colombia
Data d'iscrizione : 22.07.08

MessaggioOggetto: Re: Matrimonio Italiano-Iraniana - prima in consolato poi in comune   Mer Mar 04, 2015 1:21 pm

MatteoN ha scritto:
Ulteriore informazione: il nullaosta puo' essere legalizzato presso qualsiasi Prefettura, previa richiesta al Consolato Iraniano dell'invio dell'elenco delle firme aggiornate alla Prefettura stessa.

Io ho fatto la mia richiesta ieri e gia' oggi il Consolato di Milano ha provveduto ad inviare, direttamente alla Prefettura da me indicata, l'elenco delle firme del personale consolare, per cui ora mi sara' possibile legalizzare il nullaosta immediatamente.

Gentile utente,
grazie per le info,molto utili ,ma le ricordo per una prossima volta che il regolamento del forum prevede l'autorizzazione da parte degli admin o moderatori per pubblicare temi informativi se queste vengono da utenti.
Saluti
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
MatteoN



Numero di messaggi : 15
Data d'iscrizione : 04.03.15

MessaggioOggetto: Re: Matrimonio Italiano-Iraniana - prima in consolato poi in comune   Mer Mar 04, 2015 1:24 pm

Mi scuso sentitamente per non aver letto con attenzione il regolamento.

Non succedera' piu'.
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
Contenuto sponsorizzato




MessaggioOggetto: Re: Matrimonio Italiano-Iraniana - prima in consolato poi in comune   Oggi a 6:32 am

Tornare in alto Andare in basso
 
Matrimonio Italiano-Iraniana - prima in consolato poi in comune
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 1 di 1
 Argomenti simili
-
» Matrimonio Italiano-Iraniana - prima in consolato poi in comune
» Matrimonio Italiano-Iraniana
» richiesta cittadinanza per matrimonio con italiano
» MATRIMONIO IN RUSSIA TRA CITTADINO ITALIANO E CITTADINA RUSSA
» matrimonio italiano - colombiana

Permesso di questo forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
Italiani all'Estero e Stranieri in Italia :: MATRIMONIO IN ITALIA :: COMMENTI, DISCUSSIONI E INFORMAZIONI :: IL MATRIMONIO IN ITALIA TRA UN CITTADINO ITALIANO E UNO EXTRACOMUNITARIO-
Andare verso: