Italiani all'Estero e Stranieri in Italia

Consolato, Ambasciata, Matrimonio all'estero, Divorzio all'Estero, divorzio rapido, divorzio al vapore, Stranieri in Italia, Matrimoni misti, sposarsi all'estero, divorziarsi all'estero. REPUBBLICA DOMINICANA
 
IndiceIndice  PortalePortale  GalleriaGalleria  FAQFAQ  CercaCerca  RegistratiRegistrati  AccediAccedi  

Condividi | 
 

 Sposati in Italia divorziati in Francia

Andare in basso 
Vai alla pagina : 1, 2  Seguente
AutoreMessaggio
masera



Numero di messaggi : 15
Data d'iscrizione : 03.11.10

MessaggioTitolo: Sposati in Italia divorziati in Francia   Mer Nov 03, 2010 2:29 am

Salve a tutti, dopo anni di ricerca e combattimenti per cercar risposta ho preso conoscenza di questo forum che Ú fantastico, graize a Voi.
Dunque espongo il mio problema :
Sono Italiano sposato (ex) con un'Italiana, 19 anni fa ci siamo trasferiti in Francia per lavoro.
15 anni fa ci siamo separati e poi il divorzio Ú intervenuto qui in Francia presso del tribunale Francese.
Lei dopo 1 anno e mezzo era sparita completamente dal suolo Francese, per poi ritrovarla 5 anni dopo ritornata in Italia.
Dal matrimonio sono nate 3 figlie, le 3 a quest'oggi ancora minorenne.
Infine cercandomi rifarmi una vita decente ( dopo aver pagato debiti a non finire che la miua ex m'a lasciato prima di partire dalla Francia, circa 100.000Ç),
ho incontrato una donna Francese, con la quale aspettiamo un futuro bambino insieme.
Dunque tramite il Consolato Italiano di Metz, cercavo notizie di come fare per risposarmi conl'attuale compagna, a gran sorpresa ho scoperto che il divorzio contratto in Francia, non Ú ancora trascritto in Italia dunque non posso legalmente risposarmi in Francia, visto che su i documenti Italiani risulta ancora SPOSATO, al contrario dei documenti Francesi che risulta DIVORZIATO.
Chiedendo come e cosa fare al Consolato Italiano, mi hanno inviato una sfilza di documenti a riprodurre, che farei volentieri, tranne uno che non potrei mai riprodurlo : "Il certificato di non opposizione al divorzio".
Quest'ultimo non puo essere prodotto, perchÚ la mia ex mi rifiuta de registrare il divorzio in Italia e dunque riprodurre il certificato, senza ragioni apparenti.
Ho letto alcuni post del forum dove Moderatore e Fondatore hanno risposto, che la trascizione del divorzio Ú automatica tra Paesi UE.
Vi chiedo aiuto, non so piu cosa ne come fare per far si che questo divorzio del 1996 possa infine essere trascritto in Italia.
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo
bostik
Amministratori
Amministratori


Numero di messaggi : 3855
LocalitÓ : Colombia
Data d'iscrizione : 22.07.08

MessaggioTitolo: Re: Sposati in Italia divorziati in Francia   Mer Nov 03, 2010 3:30 pm

masera ha scritto:
Salve a tutti, dopo anni di ricerca e combattimenti per cercar risposta ho preso conoscenza di questo forum che Ú fantastico, graize a Voi.
Dunque espongo il mio problema :
Sono Italiano sposato (ex) con un'Italiana, 19 anni fa ci siamo trasferiti in Francia per lavoro.
15 anni fa ci siamo separati e poi il divorzio Ú intervenuto qui in Francia presso del tribunale Francese.
Lei dopo 1 anno e mezzo era sparita completamente dal suolo Francese, per poi ritrovarla 5 anni dopo ritornata in Italia.
Dal matrimonio sono nate 3 figlie, le 3 a quest'oggi ancora minorenne.
Infine cercandomi rifarmi una vita decente ( dopo aver pagato debiti a non finire che la miua ex m'a lasciato prima di partire dalla Francia, circa 100.000Ç),
ho incontrato una donna Francese, con la quale aspettiamo un futuro bambino insieme.
Dunque tramite il Consolato Italiano di Metz, cercavo notizie di come fare per risposarmi conl'attuale compagna, a gran sorpresa ho scoperto che il divorzio contratto in Francia, non Ú ancora trascritto in Italia dunque non posso legalmente risposarmi in Francia, visto che su i documenti Italiani risulta ancora SPOSATO, al contrario dei documenti Francesi che risulta DIVORZIATO.
Chiedendo come e cosa fare al Consolato Italiano, mi hanno inviato una sfilza di documenti a riprodurre, che farei volentieri, tranne uno che non potrei mai riprodurlo : "Il certificato di non opposizione al divorzio".
Quest'ultimo non puo essere prodotto, perchÚ la mia ex mi rifiuta de registrare il divorzio in Italia e dunque riprodurre il certificato, senza ragioni apparenti.
Ho letto alcuni post del forum dove Moderatore e Fondatore hanno risposto, che la trascizione del divorzio Ú automatica tra Paesi UE.
Vi chiedo aiuto, non so piu cosa ne come fare per far si che questo divorzio del 1996 possa infine essere trascritto in Italia.

Ha chiarito se il tribunale o il comune francese hanno spedito tutto in Italia,come da regolamento europeo...? Guardi,molte volte al cittadino tocca arrangiarsi da solo,quindi o cambia consolato e lo trascrive semplicemente,per caso Metz Ú onorario...? o va direttamente lei presso il suo comune AIRE ed in base al dpr.396/2000 lo trascrive direttamente.Non serve nemmeno la legalizzazione,in quanto credo che la Francia abbia firmato al convenzione di Bruxelles,al massimo dovrß tradurre la sentenza in italiano.
Saluti
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo
masera



Numero di messaggi : 15
Data d'iscrizione : 03.11.10

MessaggioTitolo: Re: Sposati in Italia divorziati in Francia   Gio Nov 04, 2010 6:45 am

bostik ha scritto:
Ha chiarito se il tribunale o il comune francese hanno spedito tutto in Italia,come da regolamento europeo...? Guardi,molte volte al cittadino tocca arrangiarsi da solo,quindi o cambia consolato e lo trascrive semplicemente,per caso Metz Ú onorario...? o va direttamente lei presso il suo comune AIRE ed in base al dpr.396/2000 lo trascrive direttamente.Non serve nemmeno la legalizzazione,in quanto credo che la Francia abbia firmato al convenzione di Bruxelles,al massimo dovrß tradurre la sentenza in italiano.
Saluti

Mi sa che il tribunale di qui non ha niente trasferito, sapendo che il divorzio Ú stato dichiarato nel 1996, dunque non conoscendo le leggi, non so se a l'epoca le leggi che lei mi cita erano di vigore...

Metz Ú la citta dove si trova il consolato italiano.
Sapendo che vivo in Francia e che vado in Italia raramente, come far per far trascrivere al comune di nascita, dove sono iscritto a l'AIRE?
Lei mi cita la convenzione di Bruxelles, che basti solo tradurre il divorzio in Italiano, ma poi che faccio?
Purtroppo non conosco nulla e non so come agire....se per caso potrebbe darmi altre spiegazioni in merito, Le sarei grato.

Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo
bostik
Amministratori
Amministratori


Numero di messaggi : 3855
LocalitÓ : Colombia
Data d'iscrizione : 22.07.08

MessaggioTitolo: Re: Sposati in Italia divorziati in Francia   Gio Nov 04, 2010 7:41 am

masera ha scritto:
bostik ha scritto:
Ha chiarito se il tribunale o il comune francese hanno spedito tutto in Italia,come da regolamento europeo...? Guardi,molte volte al cittadino tocca arrangiarsi da solo,quindi o cambia consolato e lo trascrive semplicemente,per caso Metz Ú onorario...? o va direttamente lei presso il suo comune AIRE ed in base al dpr.396/2000 lo trascrive direttamente.Non serve nemmeno la legalizzazione,in quanto credo che la Francia abbia firmato al convenzione di Bruxelles,al massimo dovrß tradurre la sentenza in italiano.
Saluti

Mi sa che il tribunale di qui non ha niente trasferito, sapendo che il divorzio Ú stato dichiarato nel 1996, dunque non conoscendo le leggi, non so se a l'epoca le leggi che lei mi cita erano di vigore...

Metz Ú la citta dove si trova il consolato italiano.
Sapendo che vivo in Francia e che vado in Italia raramente, come far per far trascrivere al comune di nascita, dove sono iscritto a l'AIRE?
Lei mi cita la convenzione di Bruxelles, che basti solo tradurre il divorzio in Italiano, ma poi che faccio?
Purtroppo non conosco nulla e non so come agire....se per caso potrebbe darmi altre spiegazioni in merito, Le sarei grato.


Faccia una cosa,si faccia mettere per iscritto ai sensi legge 241/90 del perchÚ il consolato non vuole trascrivere il divorzio.Va ricordato che un consolato non puˇ opporsi alla trascrizione,in quanto fa solo da tramite.
Se invece decide di viaggiare in Italia al suo comune,basta tradurre la sentenza ed annettere una breve nota,dove ai sensi dpr.396/2000,chiede che il suo divorzio sia trascritto.
Saluti
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo
masera



Numero di messaggi : 15
Data d'iscrizione : 03.11.10

MessaggioTitolo: Re: Sposati in Italia divorziati in Francia   Gio Nov 04, 2010 12:07 pm

Il consolato, che ho avuto di nuovo al telefono, mi ha risposto che ci vuole il certificato di non appello......
Ma iomi domando, dal 1996, lamia ex non ha mai fatto appello, dal 1998 se ne Ú ritornata in Italia portando le figlie........
ma cosa Ú sto certificato di non appello???
Penso che se voleva fare appello lo avrebbe giÓ fatto da anni......
Per aver sto certificato, bisogna che io rpovi che lei ha ricevuto la notifica di divorzio, ma che roba Ú questa, penso che il tribunale, ha spedito ( anche tramite avvocati) le notifiche di divorzio, visto che ne sono in possesso, non vedo perchÚ lei non dovrebbe esserlo....
poi penso che lei sappia che siamodivorziati.....ma Ú una roba da pazzi....
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo
masera



Numero di messaggi : 15
Data d'iscrizione : 03.11.10

MessaggioTitolo: Re: Sposati in Italia divorziati in Francia   Mar Nov 09, 2010 4:38 am

Per piacre ancora una domanda :
essendo Italiano, posso tradurre me medesimo l'atto di divorzio, o sono costretto farlo tradurre per essero valido?

Conoscete per caso il costo di una traduzione?
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo
bostik
Amministratori
Amministratori


Numero di messaggi : 3855
LocalitÓ : Colombia
Data d'iscrizione : 22.07.08

MessaggioTitolo: Re: Sposati in Italia divorziati in Francia   Mar Nov 09, 2010 7:51 am

masera ha scritto:
Per piacre ancora una domanda :
essendo Italiano, posso tradurre me medesimo l'atto di divorzio, o sono costretto farlo tradurre per essero valido?

Conoscete per caso il costo di una traduzione?

Se va in un tribunale italiano,puˇ giurare che la traduzione Ú veritiera e ciˇ facendo Ú valida per la legge.
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo
Guido Baccoli
Fondatore
Fondatore
avatar

Numero di messaggi : 2760
EtÓ : 66
LocalitÓ : Santo Domingo - Rep. Dominicana
Data d'iscrizione : 12.01.08

MessaggioTitolo: Re: Sposati in Italia divorziati in Francia   Gio Nov 18, 2010 2:11 am

Il Regolamento CE Ú del 2003 per cui ai tempi non era previsto tale automatismo. Le consiglio di leggere attentamente il forum perchÚ trova tutte le spiegazioni generali, come per esempio CLICK QUI

_________________
Dr. Guido Baccoli
Consulente legale - Burocratico e Giuridico

ESCLUSIVAMENTE E SOLO per chi desidera per propria scelta ed esigenza, chiedere una consulenza completa individuale nei minimi particolari del suo caso personale o una difesa extragiudiziale, puˇ scrivere ed ottenere un preventivo di retribuzione e spese SPECIFICANDO NELL'OGGETTO: "PREVENTIVO" a guidobaccoli@hotmail.com .
INDICE DEI MIEI ARGOMENTI PI┌ IMPORTANTI
http://www.burocraziaconsolare.com/guido-baccoli-f84/indice-argomenti-piu-rilevanti-ed-importanti-di-guido-baccoli-t787.htm
____________________________
╔ meglio non avere legge, che non farla osservare.
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo http://www.burocraziaconsolare.com
masera



Numero di messaggi : 15
Data d'iscrizione : 03.11.10

MessaggioTitolo: Re: Sposati in Italia divorziati in Francia   Dom Nov 21, 2010 2:39 am

Grazie per la Vostra intervenzione Dr. Baccoli, ho letto, e cerchero di convincere l'ambasciata con gli argomenti da Lei suggerito
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo
masera



Numero di messaggi : 15
Data d'iscrizione : 03.11.10

MessaggioTitolo: Re: Sposati in Italia divorziati in Francia   Ven Feb 04, 2011 2:42 am

Buongiorno a tutti, rivengo sul forum per far parte dellle mie peripezie, nella speranza di far registrare il mio divorzio in Italia.

Dunque dopo aver contattato la Corte di Cassazione di Parigi e il tribunale centrale di Colmar, ognuno mi da una risposta diversa.
Il Consolato Italiano a Metz resta sulla sua posizione e non vuol cambiare idea, sebbene ho segnalato il DPR e nuovo regolamento Essi non vogliono sapere nulla.

Dunque Colmar per rilasciare il certificato di NON APPELLO, richiede o la firma della ex moglie, o il giustificativo notariale, dove dice che la mia ex ha ricevuto la copia della sentenza. Accompagnato dall'originale della sentenza

Parigi, mi richiede la mia copia di sentenza pi¨ la prova Notariale che la mia ex ha ricevuto la sentenza, consigliandomi di rivolgermi al mio ex avvocato per ottenere il tutto.

Ho contattato il mio avvocato, e questi mi dice che ho distrutto tutto, perchÚ loro possono farlo dopo 5 anni.....strano, dunque chiedo conferma di questo dire agli esperti qui sul forum.

L'ex avvocato, mi ha detto pure che, a l'epoca, aveva scritto a l'avvocato avverso per far si che la registrazione sia fatta.
A quanto pare l'avvocato avverso, abbia risposto al mio ex avvocato che, aveva dato il tutto alla sua cliente, che a sua volta avrebbe fatto il tutto per far registrare il divorzio...

Dunque mi trovo in un senso unico, senza uscita....................;
Vorrei veramente tanto sposarmi con la madre di mia figlia ( oramai 4 anni insieme) per l'anno prossimo, ma penso che se si continua cosi sono fritto...

Per caritÓ aiutatemi se possibile a risolvere questo mio grande problema...

Ringraziandovi anticipatamente....

Masciopinto Erasmo
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo
masera



Numero di messaggi : 15
Data d'iscrizione : 03.11.10

MessaggioTitolo: Re: Sposati in Italia divorziati in Francia   Ven Feb 04, 2011 2:44 am

PS;mi sono scordato di dire che per la prassi mi si chiede o il certificato di non appello ( dunque Colmar) o il certificato di NON CASSAZIONE ( spero che in Italiano si dica cosi) Ó richiedere alla corte di cassazione di Parigi
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo
Amedeo
Amministratori
Amministratori


Numero di messaggi : 1613
EtÓ : 69
Data d'iscrizione : 14.06.08

MessaggioTitolo: Re: Sposati in Italia divorziati in Francia   Ven Feb 04, 2011 5:34 am

Quando si giunge in queste situazioni, occorre andare gi¨ pesanti.

Prenda il divorzio, lo porti in consolato per la trascrizione. Se rifiutano di prendere materialmente in carico la pratica devono mettere per iscritto i motivi, sia ai sensi dell'art. 7 del DPR 396 del 2000, sia ai sensi della legge 241 del 1990. Queste norme sono fatte appositamente per consentire all'utente un idoneo ricorso. Avverso cosa pu˛ fare ricorso se continuano a dire a voce che la "cosa" non si pu˛ fare??? Pu˛ fare ricorso contro un "mi ha detto la signora del consolato che non si pu˛ fare"???

Normalmente i burocrati "imbecilli" (quelli che non conoscono le norme e non vogliono prendersi responsabilitÓ), pur guadagnando circa 15.000 euro/mese come i funzionari consolari, cercano di non dare avvio alla procedura e non mettere per iscritto nulla che possa mettere a rischio il loro preziosissimo lato B!!!

In questo casi si devono querelare (denunciare) per omissione in atti d'ufficio dai pi¨ vicini carabinieri (anche quello del consolato). Lei non ha idea di quante procedure si sbloccano "stranamente" dopo queste querele.

Un saluto,

_________________
Amedeo Intonti

Autore di:
- Manuale di sopravvivenza burocratica per italiani con partner straniero
- Ricongiungimento ... step by step
reperibili su www.edizionidellimpossibile.com

solo per casi riservatissimi, e-mail: amedeointonti@burocraziaconsolare.com
indice generale: http://www.burocraziaconsolare.com/amedeo-f80/indice-generale-di-amedeo-t767.htm#4762
Difensore Civico di www.tuttostranieri.it/forum/
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo
masera



Numero di messaggi : 15
Data d'iscrizione : 03.11.10

MessaggioTitolo: Re: Sposati in Italia divorziati in Francia   Ven Feb 04, 2011 11:16 pm

Amedeo ha scritto:
Quando si giunge in queste situazioni, occorre andare gi¨ pesanti.

Prenda il divorzio, lo porti in consolato per la trascrizione. Se rifiutano di prendere materialmente in carico la pratica devono mettere per iscritto i motivi, sia ai sensi dell'art. 7 del DPR 396 del 2000, sia ai sensi della legge 241 del 1990. Queste norme sono fatte appositamente per consentire all'utente un idoneo ricorso. Avverso cosa pu˛ fare ricorso se continuano a dire a voce che la "cosa" non si pu˛ fare??? Pu˛ fare ricorso contro un "mi ha detto la signora del consolato che non si pu˛ fare"???

Normalmente i burocrati "imbecilli" (quelli che non conoscono le norme e non vogliono prendersi responsabilitÓ), pur guadagnando circa 15.000 euro/mese come i funzionari consolari, cercano di non dare avvio alla procedura e non mettere per iscritto nulla che possa mettere a rischio il loro preziosissimo lato B!!!

In questo casi si devono querelare (denunciare) per omissione in atti d'ufficio dai pi¨ vicini carabinieri (anche quello del consolato). Lei non ha idea di quante procedure si sbloccano "stranamente" dopo queste querele.

Un saluto,

Dunque secondo Lei Sig. Amedeo, potrei ottenire la trascrizione, senza avere in possesso sti benedetti certificati ( che per il momento restano dei sogni, averli) ?
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo
Amedeo
Amministratori
Amministratori


Numero di messaggi : 1613
EtÓ : 69
Data d'iscrizione : 14.06.08

MessaggioTitolo: Re: Sposati in Italia divorziati in Francia   Sab Feb 05, 2011 4:57 pm

masera ha scritto:
Amedeo ha scritto:
Quando si giunge in queste situazioni, occorre andare gi¨ pesanti.

Prenda il divorzio, lo porti in consolato per la trascrizione. Se rifiutano di prendere materialmente in carico la pratica devono mettere per iscritto i motivi, sia ai sensi dell'art. 7 del DPR 396 del 2000, sia ai sensi della legge 241 del 1990. Queste norme sono fatte appositamente per consentire all'utente un idoneo ricorso. Avverso cosa pu˛ fare ricorso se continuano a dire a voce che la "cosa" non si pu˛ fare??? Pu˛ fare ricorso contro un "mi ha detto la signora del consolato che non si pu˛ fare"???

Normalmente i burocrati "imbecilli" (quelli che non conoscono le norme e non vogliono prendersi responsabilitÓ), pur guadagnando circa 15.000 euro/mese come i funzionari consolari, cercano di non dare avvio alla procedura e non mettere per iscritto nulla che possa mettere a rischio il loro preziosissimo lato B!!!

In questo casi si devono querelare (denunciare) per omissione in atti d'ufficio dai pi¨ vicini carabinieri (anche quello del consolato). Lei non ha idea di quante procedure si sbloccano "stranamente" dopo queste querele.

Un saluto,

Dunque secondo Lei Sig. Amedeo, potrei ottenire la trascrizione, senza avere in possesso sti benedetti certificati ( che per il momento restano dei sogni, averli) ?

Non ho scritto questo. Ho scritto che Ŕ meglio farsi rilasciare una dichiarazione scritta del consolato a cui poter fare ricorso e che spesso (ma non sempre), pur di non mettere per iscritto nulla, la pratica si sblocca..

Un saluto,

_________________
Amedeo Intonti

Autore di:
- Manuale di sopravvivenza burocratica per italiani con partner straniero
- Ricongiungimento ... step by step
reperibili su www.edizionidellimpossibile.com

solo per casi riservatissimi, e-mail: amedeointonti@burocraziaconsolare.com
indice generale: http://www.burocraziaconsolare.com/amedeo-f80/indice-generale-di-amedeo-t767.htm#4762
Difensore Civico di www.tuttostranieri.it/forum/
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo
Guido Baccoli
Fondatore
Fondatore
avatar

Numero di messaggi : 2760
EtÓ : 66
LocalitÓ : Santo Domingo - Rep. Dominicana
Data d'iscrizione : 12.01.08

MessaggioTitolo: Re: Sposati in Italia divorziati in Francia   Dom Feb 13, 2011 9:08 pm

Amedeo ha scritto:
masera ha scritto:
Amedeo ha scritto:
Quando si giunge in queste situazioni, occorre andare gi¨ pesanti.

Prenda il divorzio, lo porti in consolato per la trascrizione. Se rifiutano di prendere materialmente in carico la pratica devono mettere per iscritto i motivi, sia ai sensi dell'art. 7 del DPR 396 del 2000, sia ai sensi della legge 241 del 1990. Queste norme sono fatte appositamente per consentire all'utente un idoneo ricorso. Avverso cosa pu˛ fare ricorso se continuano a dire a voce che la "cosa" non si pu˛ fare??? Pu˛ fare ricorso contro un "mi ha detto la signora del consolato che non si pu˛ fare"???

Normalmente i burocrati "imbecilli" (quelli che non conoscono le norme e non vogliono prendersi responsabilitÓ), pur guadagnando circa 15.000 euro/mese come i funzionari consolari, cercano di non dare avvio alla procedura e non mettere per iscritto nulla che possa mettere a rischio il loro preziosissimo lato B!!!

In questo casi si devono querelare (denunciare) per omissione in atti d'ufficio dai pi¨ vicini carabinieri (anche quello del consolato). Lei non ha idea di quante procedure si sbloccano "stranamente" dopo queste querele.

Un saluto,

Dunque secondo Lei Sig. Amedeo, potrei ottenire la trascrizione, senza avere in possesso sti benedetti certificati ( che per il momento restano dei sogni, averli) ?

Non ho scritto questo. Ho scritto che Ŕ meglio farsi rilasciare una dichiarazione scritta del consolato a cui poter fare ricorso e che spesso (ma non sempre), pur di non mettere per iscritto nulla, la pratica si sblocca..

Un saluto,
Ricordo che la sentenza di divorzio puˇ essere trasmessa dal Consolato o Ambasciata, ma loro non hanno potere e diritto di giudicare se richiedere o meno la trascrizione e meno ancora di dire che non Ú trascrivibile. L'unico che puˇ decidere sulla pratica Ú l'Ufficiale di Stato Civile del Comune italiano.

Ma c'Ú di pi˙!!! i Divorzi sentenziati in Comunitß Europea (qualsiasi nazione) sono automaticamente riconosciuti in Italia e di regola dovrebbe essere lo stesso Comune del Paese UE dove Ú stato sentenziato il divorzio a trasmettere al Comune italiano. Ciˇ pare non venga molto rispettato, ma ad ogni modo, lei non ha bisogno di gran cosa: chieda al Comune Parigino dove sarß stato trascritto il divorzio, di lasciarle un certificato di divorzio o di ''stato libero'' ossia di essere libero di sposarsi. Tale certificato lo presenta lei stesso in Comune italiano apostillato ed il Comune sarß obbligato a trascriverlo. Le conviene leggere la sezione del divorzio in UE nell'intervento del Dr Scolaro http://www.burocraziaconsolare.com/t58-condizioni-generali-per-la-validita-in-italia .

Ricordo che oltre ai sensi degli art e leggi giß citati da Amedeo ed ancora prima di quell'applicazione, non il rifiuto, ma l'intenzione di non trascrivere, deve esserle notificato e motivato entro 30 giorni dalla presentazione della richiesta di trascrizione ai sensi dell'art 10 bis della 241/90, ma......come giß detto e spiegato dal Dr Scolaro e riportato anche da me http://www.burocraziaconsolare.com/t825-regole-generali-riguardo-il-divorzio-in-ue#5047 , in genarle non Ú necessario nessun procedimento.

_________________
Dr. Guido Baccoli
Consulente legale - Burocratico e Giuridico

ESCLUSIVAMENTE E SOLO per chi desidera per propria scelta ed esigenza, chiedere una consulenza completa individuale nei minimi particolari del suo caso personale o una difesa extragiudiziale, puˇ scrivere ed ottenere un preventivo di retribuzione e spese SPECIFICANDO NELL'OGGETTO: "PREVENTIVO" a guidobaccoli@hotmail.com .
INDICE DEI MIEI ARGOMENTI PI┌ IMPORTANTI
http://www.burocraziaconsolare.com/guido-baccoli-f84/indice-argomenti-piu-rilevanti-ed-importanti-di-guido-baccoli-t787.htm
____________________________
╔ meglio non avere legge, che non farla osservare.
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo http://www.burocraziaconsolare.com
Sereno.SCOLARO
Moderatore
Moderatore


Numero di messaggi : 420
Data d'iscrizione : 02.03.08

MessaggioTitolo: Re: Sposati in Italia divorziati in Francia   Lun Feb 14, 2011 1:29 am

Trascurando il fatto che le sentenze non rientrano nell'ambito di applicazione dell'art. 73 dPR 5 gennaio 1967, n. 200 (anche se molti uffici consolari fingono di ignorarlo), per le sentenze emesse prima del 1░ marzo 2001, puo' esservi il "riconoscimento" ai sensi dell'art. 64 L. 31 maggio 1995, n. 218, su richiesta di parte che ne abbia interesse, presentando, a corredo dell'istanza, la copia autentica della sentenza sentenza, nonche' gli atti e documenti che provino - documentalmente . la sussistenza di ciascuna delle condizioni per far luogo al riconoscimento, condizioni elencate all'art. 64 copra citato.
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo
masera



Numero di messaggi : 15
Data d'iscrizione : 03.11.10

MessaggioTitolo: Re: Sposati in Italia divorziati in Francia   Lun Feb 14, 2011 2:09 am

Grazie della risposta Dr. Baccoli, chiamero stamattina stesso la corte di cassazione di Parigi e chiedero il certificato, Vi faro sapere la loro risposta
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo
masera



Numero di messaggi : 15
Data d'iscrizione : 03.11.10

MessaggioTitolo: Re: Sposati in Italia divorziati in Francia   Lun Feb 14, 2011 2:14 am

Sig. Scolaro, mi scusi la mia ignoraznza, ma il messaggio da Lei scritto purtroppo non mi Ú chiaro. Capisco che Lei utilizzi termini burocratici, ma io non riesco ad interpretare. Potrebbe gentilmente spiegarmi in parole povere cosa vuol dire? Grazie
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo
masera



Numero di messaggi : 15
Data d'iscrizione : 03.11.10

MessaggioTitolo: Re: Sposati in Italia divorziati in Francia   Lun Feb 14, 2011 3:57 am

Dunque ho chiamato Parigi, la signora Ú stata a dire poco scortesissima, ma non fa niente, ho fatto richiesta del certificato di divorzio, e l'impiegata mi ha quasi insultato dicendomi di imparare bene il francese, e che un tale documento in francia si chiama Certificato di Non Ricorso ( certificat de non pourvoi ).....ancora una volta fa niente...
Dunque ho fatto finta che lo domando per la prima volta, dicendo che il divorzio Ú stato pronunciato quasi 14 anni fa, e l'impiegata mi ha risposto che allora basti che gli invii la copia dell'atto di divorzio e la fotocopia recto verso della carta d'identitÓ...............allora incrocio le dita e spedisco stamattina stesso il tutto, sapendo che dovrebbe metterci 2 settimane per avere sto certificato.........Vi faro sapere a ritorno di corriere...
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo
Guido Baccoli
Fondatore
Fondatore
avatar

Numero di messaggi : 2760
EtÓ : 66
LocalitÓ : Santo Domingo - Rep. Dominicana
Data d'iscrizione : 12.01.08

MessaggioTitolo: Re: Sposati in Italia divorziati in Francia   Lun Feb 14, 2011 3:18 pm

Sereno.SCOLARO ha scritto:
Trascurando il fatto che le sentenze non rientrano nell'ambito di applicazione dell'art. 73 dPR 5 gennaio 1967, n. 200 (anche se molti uffici consolari fingono di ignorarlo), per le sentenze emesse prima del 1░ marzo 2001, puo' esservi il "riconoscimento" ai sensi dell'art. 64 L. 31 maggio 1995, n. 218, su richiesta di parte che ne abbia interesse, presentando, a corredo dell'istanza, la copia autentica della sentenza sentenza, nonche' gli atti e documenti che provino - documentalmente . la sussistenza di ciascuna delle condizioni per far luogo al riconoscimento, condizioni elencate all'art. 64 copra citato.
Dr Scolaro, la sentenza Ú del Tribunale di Parigi, quindi CE, non dovrebbe essere applicata la 218/95, bensÝ la Direttiva UE che lei stesso ha citato nei link da me riportati.

_________________
Dr. Guido Baccoli
Consulente legale - Burocratico e Giuridico

ESCLUSIVAMENTE E SOLO per chi desidera per propria scelta ed esigenza, chiedere una consulenza completa individuale nei minimi particolari del suo caso personale o una difesa extragiudiziale, puˇ scrivere ed ottenere un preventivo di retribuzione e spese SPECIFICANDO NELL'OGGETTO: "PREVENTIVO" a guidobaccoli@hotmail.com .
INDICE DEI MIEI ARGOMENTI PI┌ IMPORTANTI
http://www.burocraziaconsolare.com/guido-baccoli-f84/indice-argomenti-piu-rilevanti-ed-importanti-di-guido-baccoli-t787.htm
____________________________
╔ meglio non avere legge, che non farla osservare.
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo http://www.burocraziaconsolare.com
masera



Numero di messaggi : 15
Data d'iscrizione : 03.11.10

MessaggioTitolo: Re: Sposati in Italia divorziati in Francia   Dom Feb 20, 2011 2:25 am

Diciamo che , ho sono sfortunato, o le attiro tutte.
Ho ricevuto ieri la risposta dalla corte di cassazione de Parigi, in una lettera ben presentata mi chiedono di presentare il certificato di matrimonio plurilingue per far in sorte di "REGISTRARE" il matrimonio presso la corte........mi sa che si sono sbagliati di grosso, e pertanto ho spedito la copia dell'atto di divorzio e richiesto il certificato di non ricorso, e questi mi chiedono di registrare il matrimonio al quale sono divorziato.....ci capite qualcosa?
Per di piu nella lettera c'Ú scritto in grassetto che devo presentare il certificato di richiesta della nazionalita Francese o il certificato di richiesta di naturalizzazione.....forse sto sognando, ma io credevo essere in EUROPA e tanto che Italiano non avevo bisogno di essere cittadino Francese..........
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo
masera



Numero di messaggi : 15
Data d'iscrizione : 03.11.10

MessaggioTitolo: Re: Sposati in Italia divorziati in Francia   Lun Feb 21, 2011 9:00 am

La risposta della corte de cassazione Ú arrivata......niente.......adesso mi dicono che devo rivolgermi alla corte di Colmar per richiedere il certificato di non Appello..............e stiamo girando come una trottola.
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo
Guido Baccoli
Fondatore
Fondatore
avatar

Numero di messaggi : 2760
EtÓ : 66
LocalitÓ : Santo Domingo - Rep. Dominicana
Data d'iscrizione : 12.01.08

MessaggioTitolo: Re: Sposati in Italia divorziati in Francia   Lun Feb 21, 2011 5:13 pm

masera ha scritto:
La risposta della corte de cassazione Ú arrivata......niente.......adesso mi dicono che devo rivolgermi alla corte di Colmar per richiedere il certificato di non Appello..............e stiamo girando come una trottola.
Guardi, i francesi sono molto pignoli con la loro lingua, se lei non lo scrive perfettamente o peggio non lo parla bene, capiscono aglio per cipolla, Il mio consiglio continua ad essere di chiedera all'Ambasciata-Consolato francese in Italia, per aiutarla ad ottenere il certificato e dove rivolgersi....meglio ancora, seppure possa essere a pagamento, chieda direttamente a loro se possono richiederlo per lei.

_________________
Dr. Guido Baccoli
Consulente legale - Burocratico e Giuridico

ESCLUSIVAMENTE E SOLO per chi desidera per propria scelta ed esigenza, chiedere una consulenza completa individuale nei minimi particolari del suo caso personale o una difesa extragiudiziale, puˇ scrivere ed ottenere un preventivo di retribuzione e spese SPECIFICANDO NELL'OGGETTO: "PREVENTIVO" a guidobaccoli@hotmail.com .
INDICE DEI MIEI ARGOMENTI PI┌ IMPORTANTI
http://www.burocraziaconsolare.com/guido-baccoli-f84/indice-argomenti-piu-rilevanti-ed-importanti-di-guido-baccoli-t787.htm
____________________________
╔ meglio non avere legge, che non farla osservare.
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo http://www.burocraziaconsolare.com
guerra



Numero di messaggi : 1
Data d'iscrizione : 13.01.12

MessaggioTitolo: Re: Sposati in Italia divorziati in Francia   Ven Gen 13, 2012 1:37 pm

E' riuscito poi a fare trascrivere il divorzio ?

Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo
masera



Numero di messaggi : 15
Data d'iscrizione : 03.11.10

MessaggioTitolo: Re: Sposati in Italia divorziati in Francia   Ven Gen 13, 2012 2:55 pm

Purtroppo non, sono in un vicolo cieco..........condannato ad essere sposato in Italia con questa diavola, e non posso sposarmi in Francia, ne altrove............
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo
Contenuto sponsorizzato




MessaggioTitolo: Re: Sposati in Italia divorziati in Francia   

Torna in alto Andare in basso
 
Sposati in Italia divorziati in Francia
Torna in alto 
Pagina 1 di 2Vai alla pagina : 1, 2  Seguente
 Argomenti simili
-
» Sposati in Italia (io residente in Italia, mio marito residente in UK)
» DIVORZIO PERU - ITALIA
» come potrei divorziare?
» DIVORZIO TRA ITALIANO E RUMENA SPOSATI IN ITALIA
» Separazione coppia mista residente in UK

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
Italiani all'Estero e Stranieri in Italia :: DIVORZIO ALL'ESTERO :: DIVORZIO IN PAESE UE-
Vai verso: