Italiani all'Estero e Stranieri in Italia

Consolato, Ambasciata, Matrimonio all'estero, Divorzio all'Estero, divorzio rapido, divorzio al vapore, Stranieri in Italia, Matrimoni misti, sposarsi all'estero, divorziarsi all'estero. REPUBBLICA DOMINICANA
 
IndiceIndice  PortalePortale  GalleriaGalleria  FAQFAQ  CercaCerca  RegistrarsiRegistrarsi  AccediAccedi  

Condividere | 
 

 Passaporto per mio figlio neonato a Londra

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
AutoreMessaggio
Tramontana1971



Numero di messaggi : 5
Data d'iscrizione : 27.10.10

MessaggioOggetto: Passaporto per mio figlio neonato a Londra   Dom Nov 07, 2010 9:31 am

Ciao a tutti, e un saluto particolare ad Amedeo che in passato mi ha aiutato a districarmi con il mio matrimonio in Cina e relativa trascrizione, e con la carta di soggiorno familiare UE.

Poche settimane fa è nato qui a Londra il mio primo figliio. Vengo spessoa Londra per il lavoro quindi ci siamo organizzati così. Senza indugio mi sono attivato con il nostro locale Consolato per la trascrizione nascita e la richiesta di un passaporto per permettere al piccolo di tornare a casa con noi.
Ho trovato una situazione DISATROSA. Strutture fatiscenti prese d'assalto da centinaia di persone al giorno, imprecisione e arroganza da una parte e dall'altra dello sportello, perchè noi italiani non cambiamo mai, a prescindere dalla collocazione da una parte o dall'altra del vetro divisorio.

Premetto che chiunque del Consolato mi ha parlato mi ha imposto l'iscrizione all'Aire come obbligatoria per chi si trattiene all'estero oltre 90 giorni, a prescindere se in modo stabile o meno (non mi risulta sia così e non capisco cosa ci guadgnano loro raccontando questa storia non vera al pubblico).

In un modo o nell'altro sono riuscito molto faticosamente a far produre e far partire la richiesta di trascrizione al mio Comune, ma il rilascio del Passaporto mi preoccupa parecchio. Noi dobbiamo tornarcene a casa, ma la sportellista mi ha negato il rilascio urgente in giornata perchè non sono iscritto all'Aire e perchè ha sostenuto come necessario un nulla osta della Questura di competenza. Vi risulta sia così?

Altra domanda: che impone la legge come termine di chiusura del procedimento di rilascio di un Passaporto richiesto in Consolato? Ve lo chiedo perchè devo attivarmi in quanto c'è qualcosa che non mi quadra: sempre che non l'abbia fatto successivamente o a fine giornata, davanti a me la sportellista ha riposto le pratiche in un faldone senza nemmeno firmarle o timbrarle per ricevuta o dando un ordine cronologico di protocollo.

Purtroppo mi è stata negata una ricevuta di consegna datata e firmata, e pure di avere un numero di protocollo procedura.

Che mi dite di questa situazione e come mi consigliate di agire. Niente contro Londra e i londinesi ma noi e il nostro neonato dobbiamo tornare a casa, se il Consolato ce lo consente!

Grazie a tutti per l'aiuto che vorrete darmi,
Tramontana
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
bostik
Amministratori
Amministratori


Numero di messaggi : 3625
Località : Colombia
Data d'iscrizione : 22.07.08

MessaggioOggetto: Re: Passaporto per mio figlio neonato a Londra   Dom Nov 07, 2010 2:11 pm

Tramontana1971 ha scritto:
Ciao a tutti, e un saluto particolare ad Amedeo che in passato mi ha aiutato a districarmi con il mio matrimonio in Cina e relativa trascrizione, e con la carta di soggiorno familiare UE.

Poche settimane fa è nato qui a Londra il mio primo figliio. Vengo spessoa Londra per il lavoro quindi ci siamo organizzati così. Senza indugio mi sono attivato con il nostro locale Consolato per la trascrizione nascita e la richiesta di un passaporto per permettere al piccolo di tornare a casa con noi.
Ho trovato una situazione DISATROSA. Strutture fatiscenti prese d'assalto da centinaia di persone al giorno, imprecisione e arroganza da una parte e dall'altra dello sportello, perchè noi italiani non cambiamo mai, a prescindere dalla collocazione da una parte o dall'altra del vetro divisorio.

Premetto che chiunque del Consolato mi ha parlato mi ha imposto l'iscrizione all'Aire come obbligatoria per chi si trattiene all'estero oltre 90 giorni, a prescindere se in modo stabile o meno (non mi risulta sia così e non capisco cosa ci guadgnano loro raccontando questa storia non vera al pubblico).

In un modo o nell'altro sono riuscito molto faticosamente a far produre e far partire la richiesta di trascrizione al mio Comune, ma il rilascio del Passaporto mi preoccupa parecchio. Noi dobbiamo tornarcene a casa, ma la sportellista mi ha negato il rilascio urgente in giornata perchè non sono iscritto all'Aire e perchè ha sostenuto come necessario un nulla osta della Questura di competenza. Vi risulta sia così?

Altra domanda: che impone la legge come termine di chiusura del procedimento di rilascio di un Passaporto richiesto in Consolato? Ve lo chiedo perchè devo attivarmi in quanto c'è qualcosa che non mi quadra: sempre che non l'abbia fatto successivamente o a fine giornata, davanti a me la sportellista ha riposto le pratiche in un faldone senza nemmeno firmarle o timbrarle per ricevuta o dando un ordine cronologico di protocollo.

Purtroppo mi è stata negata una ricevuta di consegna datata e firmata, e pure di avere un numero di protocollo procedura.

Che mi dite di questa situazione e come mi consigliate di agire. Niente contro Londra e i londinesi ma noi e il nostro neonato dobbiamo tornare a casa, se il Consolato ce lo consente!

Grazie a tutti per l'aiuto che vorrete darmi,
Tramontana

Il termine massimo per un procedimento amm.vo,se non indicato diversamente é di 30 gg.Anche la legge sul passaporto,mi pare,parla d'un mese per i consolati.S'iscrive all'AIRE chi passa piú d'un anno fuori,chiaro che se uno emigra e sa che stará fuori per piú d'un anno puó iscriversi anche subito...
Chieda che ai sensi legge 241/90 le rilascino una ricevuta e se non lo fanno che scrivano il perché,pena diffida ed eventuale querela.
Saluti
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
Amedeo
Amministratori
Amministratori


Numero di messaggi : 1613
Età : 67
Data d'iscrizione : 14.06.08

MessaggioOggetto: Re: Passaporto per mio figlio neonato a Londra   Dom Nov 07, 2010 4:43 pm

Tramontana1971 ha scritto:
Ciao a tutti, e un saluto particolare ad Amedeo che in passato mi ha aiutato a districarmi con il mio matrimonio in Cina e relativa trascrizione, e con la carta di soggiorno familiare UE.

Poche settimane fa è nato qui a Londra il mio primo figliio. Vengo spessoa Londra per il lavoro quindi ci siamo organizzati così. Senza indugio mi sono attivato con il nostro locale Consolato per la trascrizione nascita e la richiesta di un passaporto per permettere al piccolo di tornare a casa con noi.
Ho trovato una situazione DISATROSA. Strutture fatiscenti prese d'assalto da centinaia di persone al giorno, imprecisione e arroganza da una parte e dall'altra dello sportello, perchè noi italiani non cambiamo mai, a prescindere dalla collocazione da una parte o dall'altra del vetro divisorio.

Premetto che chiunque del Consolato mi ha parlato mi ha imposto l'iscrizione all'Aire come obbligatoria per chi si trattiene all'estero oltre 90 giorni, a prescindere se in modo stabile o meno (non mi risulta sia così e non capisco cosa ci guadgnano loro raccontando questa storia non vera al pubblico).

In un modo o nell'altro sono riuscito molto faticosamente a far produre e far partire la richiesta di trascrizione al mio Comune, ma il rilascio del Passaporto mi preoccupa parecchio. Noi dobbiamo tornarcene a casa, ma la sportellista mi ha negato il rilascio urgente in giornata perchè non sono iscritto all'Aire e perchè ha sostenuto come necessario un nulla osta della Questura di competenza. Vi risulta sia così?

Altra domanda: che impone la legge come termine di chiusura del procedimento di rilascio di un Passaporto richiesto in Consolato? Ve lo chiedo perchè devo attivarmi in quanto c'è qualcosa che non mi quadra: sempre che non l'abbia fatto successivamente o a fine giornata, davanti a me la sportellista ha riposto le pratiche in un faldone senza nemmeno firmarle o timbrarle per ricevuta o dando un ordine cronologico di protocollo.

Purtroppo mi è stata negata una ricevuta di consegna datata e firmata, e pure di avere un numero di protocollo procedura.

Che mi dite di questa situazione e come mi consigliate di agire. Niente contro Londra e i londinesi ma noi e il nostro neonato dobbiamo tornare a casa, se il Consolato ce lo consente!

Grazie a tutti per l'aiuto che vorrete darmi,
Tramontana

Ovviamente non possono comportarsi in qiesto modo. Consglio di scrivere subito un bel fax (non e-mail) al console, all'ambasciatore ed al dipartimento per la funzione pubblica (Brunetta), raccontando i fatti come chiaramente già scritti e dandogli una settimana di tempo per "cacciare" fuori il passaporto, nonchè di segnalare i responsabili del procedimento ai sensi della legge 241 del 1990.

Un saluto,

_________________
Amedeo Intonti

Autore di:
- Manuale di sopravvivenza burocratica per italiani con partner straniero
- Ricongiungimento ... step by step
reperibili su www.edizionidellimpossibile.com

solo per casi riservatissimi, e-mail: amedeointonti@burocraziaconsolare.com
indice generale: http://www.burocraziaconsolare.com/amedeo-f80/indice-generale-di-amedeo-t767.htm#4762
Difensore Civico di www.tuttostranieri.it/forum/
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
Tramontana1971



Numero di messaggi : 5
Data d'iscrizione : 27.10.10

MessaggioOggetto: Re: Passaporto per mio figlio neonato a Londra   Gio Nov 11, 2010 12:30 pm

Grazi Bostik, Amedeo,

Vi chiedo gentilmente se voi ne siete a conoscenza, vorrei capire, se è davvero necessario per legge questo benedetto nulla osta della Questura di competenza, o se il Consolato nel caso di un neonato può tranquillamente emettere il passaporto senza crearsi e creare lavoro inutile. Conoscete questa normativa che impone il rilascio dei nulla osta? Come funziona?

Intanto, un'altra imprecisione: ri-chiedo per iscritto informazioni sul titolare procedimento, numero di pratica e tempi imposti di chiusura procedimento ai sensi della 241/90 e mi rispondono scaricando il barile alla Questura: è colpa sua, non ci risponde. Magari è vero, ma la pratica è in carico al Consolato e io chiedo informazioni al Consolato, a termini di legge. E loro fanno i vaghi... mah... Immagino le condizioni complicatissime in cui sono costretti a lavorare, ma questo non giustifica le imprecisioni e l'illegalità... che dite voi.



Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
Amedeo
Amministratori
Amministratori


Numero di messaggi : 1613
Età : 67
Data d'iscrizione : 14.06.08

MessaggioOggetto: Re: Passaporto per mio figlio neonato a Londra   Gio Nov 11, 2010 12:51 pm

Tramontana1971 ha scritto:
Grazi Bostik, Amedeo,

Vi chiedo gentilmente se voi ne siete a conoscenza, vorrei capire, se è davvero necessario per legge questo benedetto nulla osta della Questura di competenza, o se il Consolato nel caso di un neonato può tranquillamente emettere il passaporto senza crearsi e creare lavoro inutile. Conoscete questa normativa che impone il rilascio dei nulla osta? Come funziona?

Intanto, un'altra imprecisione: ri-chiedo per iscritto informazioni sul titolare procedimento, numero di pratica e tempi imposti di chiusura procedimento ai sensi della 241/90 e mi rispondono scaricando il barile alla Questura: è colpa sua, non ci risponde. Magari è vero, ma la pratica è in carico al Consolato e io chiedo informazioni al Consolato, a termini di legge. E loro fanno i vaghi... mah... Immagino le condizioni complicatissime in cui sono costretti a lavorare, ma questo non giustifica le imprecisioni e l'illegalità... che dite voi.

Devo dire che non so se per un passaporto di un minore ocorra un Nulla-Osta della questura. In tal caso consiglio di aggiungere alla lettera anche il questore (della zona di residenza in Italia). Così si prendono tutti in una volta!!!

Un saluto,

_________________
Amedeo Intonti

Autore di:
- Manuale di sopravvivenza burocratica per italiani con partner straniero
- Ricongiungimento ... step by step
reperibili su www.edizionidellimpossibile.com

solo per casi riservatissimi, e-mail: amedeointonti@burocraziaconsolare.com
indice generale: http://www.burocraziaconsolare.com/amedeo-f80/indice-generale-di-amedeo-t767.htm#4762
Difensore Civico di www.tuttostranieri.it/forum/
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
bostik
Amministratori
Amministratori


Numero di messaggi : 3625
Località : Colombia
Data d'iscrizione : 22.07.08

MessaggioOggetto: Re: Passaporto per mio figlio neonato a Londra   Gio Nov 11, 2010 2:40 pm

Amedeo ha scritto:
Tramontana1971 ha scritto:
Grazi Bostik, Amedeo,

Vi chiedo gentilmente se voi ne siete a conoscenza, vorrei capire, se è davvero necessario per legge questo benedetto nulla osta della Questura di competenza, o se il Consolato nel caso di un neonato può tranquillamente emettere il passaporto senza crearsi e creare lavoro inutile. Conoscete questa normativa che impone il rilascio dei nulla osta? Come funziona?

Intanto, un'altra imprecisione: ri-chiedo per iscritto informazioni sul titolare procedimento, numero di pratica e tempi imposti di chiusura procedimento ai sensi della 241/90 e mi rispondono scaricando il barile alla Questura: è colpa sua, non ci risponde. Magari è vero, ma la pratica è in carico al Consolato e io chiedo informazioni al Consolato, a termini di legge. E loro fanno i vaghi... mah... Immagino le condizioni complicatissime in cui sono costretti a lavorare, ma questo non giustifica le imprecisioni e l'illegalità... che dite voi.

Devo dire che non so se per un passaporto di un minore ocorra un Nulla-Osta della questura. In tal caso consiglio di aggiungere alla lettera anche il questore (della zona di residenza in Italia). Così si prendono tutti in una volta!!!

Un saluto,

É probabile che per i non-iscritti AIRE,serva il nulla osta,non mi é nuova come cosa;quello che mi lascia perplesso é che cavolo d'impedimenti puó avere un neonato che ostino al rilascio del passaporto...???
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
Sereno.SCOLARO
Moderatore
Moderatore


Numero di messaggi : 420
Data d'iscrizione : 02.03.08

MessaggioOggetto: Re: Passaporto per mio figlio neonato a Londra   Sab Nov 13, 2010 2:56 am

Come indicato in altro argomento, la questione e' regolata dall'art. 14, commi 2 e 3 L. 21 novembre 1967, n. 1185 (legge sui passaporti), sul punto modificati dall'art. 20-ter, comma 1, lettera a) del D.-L. 25 settembre 2009, n. 135. ecc., il cui testo è:
""" 2. Per i minori di età inferiore agli anni quattordici, l’uso del passaporto è subordinato alla condizione che viaggino in compagnia di uno dei genitori o di chi ne fa le veci, oppure che venga menzionato sul passaporto, o su una dichiarazione rilasciata da chi può dare l’assenso o l’autorizzazione ai sensi dell’articolo 3, lettera a), il nome della persona, dell’ente o della compagnia di trasporto a cui i minori medesimi sono affidati.
3. La sottoscrizione di tale dichiarazione deve essere vistata da una autorità competente al rilascio del passaporto
. """

Autorita' competenti al rilascio del passaporto sono in Italia le questure, all'estero i consolati; pertanto, fermo restando che il rilascio del passaporto italiano al figlio, spetta al consolato, la dichiarazione concernente la menzione della persona con cui questi è autorizzato a viaggiare, puo' essere vistata, se il genitore italiano si trovi in Italia, dalla questura.
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
Tramontana1971



Numero di messaggi : 5
Data d'iscrizione : 27.10.10

MessaggioOggetto: Re: Passaporto per mio figlio neonato a Londra   Sab Nov 13, 2010 9:34 am

Grazie Amedeo, Bostik, Sereno.

Il punto è capire quale norma applicano i consolati quando chiedono il nulla osta della Questura per l'emissione Passaporto ai non iscritti Aire, addirittura ai neonato, e come (bene o male) questa viene applicata. Le amministrazioni spesso si creano e creano lavoro inutile. Se conoscete questa normativa che impone il rilascio dei nulla osta dalla Questura, o sapete come posso rintracciarla, sarebbe un grande aiuto per me.

Ipotizzando che i Consolati applichino l'articolo 8 della legge 21 novembre 1967, n. 1185 sui passaporti:
"La domanda di passaporto presentata ad un ufficio ammesso a riceverla ma non competente al rilascio è trasmessa, insieme ad eventuali accertamenti istruttori, all'ufficio competente non oltre cinque giorni dalla presentazione.
L'ufficio competente, entro quindici giorni dal ricevimento della domanda, corredata dalla prescritta documentazione, rilascia il passaporto, richiede, ove necessario, il completamento della istruttoria, o rigetta l'istanza, indicando le cause che ostano al rilascio.
Ove si renda necessario il completamento dell'istruttoria, il termine di cui sopra, previa comunicazione all'interessato, è prorogato di altri quindici giorni.
Il passaporto è consegnato al richiedente tramite l'uffico cui la domanda è stata presentata o anche direttamente dall'ufficio competente per il rilascio."

Quindici giorni sono ampiamente passati e io che sono l'interessato non ho ricevuto nessuna comunicazione!.

A proposito, Articolo 6 (Cit): di ogni domanda viene rilasciata ricevuta. Allo sportello chi ha ritirato la mia pratica ha commesso un'illegalità non solo ai sensi della 241/90 ma anche della 1185/67.

Se la situazione non si risolve nelle quattro settimane citate, che poi coincidono quasi con i trenta giorni imposti dalla 241/90, richiesta di accesso agli atti e diffida ad adempiere inviata al responsabile del procedimento amministrativo, conoscenza al Console, e al Questore?
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
Sereno.SCOLARO
Moderatore
Moderatore


Numero di messaggi : 420
Data d'iscrizione : 02.03.08

MessaggioOggetto: Re: Passaporto per mio figlio neonato a Londra   Sab Nov 13, 2010 10:59 am

Si tralascia il fatto che con la trascrizione dell'atto di nascita si ha anche l'iscrizione AIRE (art. 2, comma 1, lett. c) L. 27 ottobre 1988, n. 470).

In realta', non vi e' una norma che regoli il c.d. nulla-osta, ma esso deriva da una prassi sorta operativamente, per risolvere alle situazioni in cui la persona si trovi fuori dall'ambito territoriale di pertinenza dell'autorita' competente (es.: in Italia, persona che si trovi in provincia diversa da quella di residenza; all'estero: persona che si trovi in circoscrizione consolare diversa da quella di residenza).
L'art. 8 L. 21 novembre 1967, n. 1185 non e' pertinente: esso consdiera come la domanda di passaporto possa essere presentata (in Italia) anche ad autorita' che non hanno competenza al rilascio del passaporto (es.: Commissariato di P.S., Comando Stazione Carabinieri, sindaco del comune di residenza).
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
Tramontana1971



Numero di messaggi : 5
Data d'iscrizione : 27.10.10

MessaggioOggetto: Re: Passaporto per mio figlio neonato a Londra   Sab Nov 13, 2010 11:14 am

Gentile Sereno, grazie.

Sereno.SCOLARO ha scritto:
Si tralascia il fatto che con la trascrizione dell'atto di nascita si ha anche l'iscrizione AIRE (art. 2, comma 1, lett. c) L. 27 ottobre 1988, n. 470).
Vengo spesso a Londra per il lavoro quindi ci siamo organizzati facendo nascere mio figlio qui. Senza indugio mi sono attivato con il nostro locale Consolato per la trascrizione nascita al mio Comune di residenza e la richiesta di un passaporto per permettere al piccolo di tornare a casa con noi. Non essendo stabilmente all'estero e comunque fuori casa per meno di 12 mesi non è fatta o dovuta alcuna iscrizione AIRE.

Sereno.SCOLARO ha scritto:
[...]la questione e' regolata dall'art. 14, commi 2 e 3 L. 21 novembre 1967, n. 1185 (legge sui passaporti), sul punto modificati dall'art. 20-ter, comma 1, lettera a) del D.-L. 25 settembre 2009, n. 135. ecc., il cui testo è:
"""[i] 2. Per i minori di età inferiore agli anni quattordici, l’uso del passaporto è subordinato alla condizione che viaggino in compagnia di uno dei genitori o di chi ne fa le veci, oppure [...], o [...]"""
E' questo il nostro caso.

Per tagliare la testa al toro, penso di agire così con il Consolato:
- chiedere per iscritto quale norma applicano quando chiedono come obbligatorio il nulla osta della Questura per l'emissione Passaporto ai non iscritti Aire, addirittura ai neonati, per verificare come (bene o male) questa viene applicata.
- al termine dei trenta giorni imposti dalla 241/90, richiesta di accesso agli atti e diffida ad adempiere inviata al responsabile del procedimento amministrativo, conoscenza al Console, e al Questore.
Sono solo indeciso se mandare una richiesta di accesso agli atti adesso, senza attendere i 30 giorni.
Il vostro parere sul caso è benvenuto!
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
Amedeo
Amministratori
Amministratori


Numero di messaggi : 1613
Età : 67
Data d'iscrizione : 14.06.08

MessaggioOggetto: Re: Passaporto per mio figlio neonato a Londra   Sab Nov 13, 2010 11:35 am

Una richista di accesso agli atti si può inviare anche subito ed è consigliabile per far capire al consolato che non si rimarrà in attesa senza far nulla.

Un saluto,

_________________
Amedeo Intonti

Autore di:
- Manuale di sopravvivenza burocratica per italiani con partner straniero
- Ricongiungimento ... step by step
reperibili su www.edizionidellimpossibile.com

solo per casi riservatissimi, e-mail: amedeointonti@burocraziaconsolare.com
indice generale: http://www.burocraziaconsolare.com/amedeo-f80/indice-generale-di-amedeo-t767.htm#4762
Difensore Civico di www.tuttostranieri.it/forum/
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
Tramontana1971



Numero di messaggi : 5
Data d'iscrizione : 27.10.10

MessaggioOggetto: Re: Passaporto per mio figlio neonato a Londra   Ven Nov 19, 2010 3:14 pm

E finalmente è arrivato il nulla osta della Questura dall'Italia, e quindi al Consolato hanno prodotto il passaporto di mio figlio. 3 settimane esatte, no comment. Per ritirarlo, ho dovuto prendere il numero, farmi chiamare, poi un'altra fila per pagare 68,70 sterline. 2 ore esatte per ritirare un passaporto.
Comunque sia, un saluto e un ringraziamento a tutti e spero che queto thread sia di aiuto a chi si troverà nella mia stessa situazione!
Grazie a tutti per l'aiuto.
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
Contenuto sponsorizzato




MessaggioOggetto: Re: Passaporto per mio figlio neonato a Londra   Oggi a 8:06 am

Tornare in alto Andare in basso
 
Passaporto per mio figlio neonato a Londra
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 1 di 1
 Argomenti simili
-
» Passaporto per mio figlio neonato a Londra
» Figlio nato a Londra da genitore italiano NON iscritto all'AIRE
» cittadinanza/passaporto/viaggio per figlio di italiana nato in US
» DETTAGLI SULLA TRASCRIZIONE, AUTORIZZAZIONE PASSAPORTO
» Figlio nato a Londra madre italiana iscritta AIRE e padre belga

Permesso di questo forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
Italiani all'Estero e Stranieri in Italia :: ITALIANI ALL'ESTERO :: BUROCRAZIA E ATTI CONSOLARI :: IL PASSAPORTO-
Andare verso: