Italiani all'Estero e Stranieri in Italia

Consolato, Ambasciata, Matrimonio all'estero, Divorzio all'Estero, divorzio rapido, divorzio al vapore, Stranieri in Italia, Matrimoni misti, sposarsi all'estero, divorziarsi all'estero. REPUBBLICA DOMINICANA
 
IndiceIndice  PortalePortale  GalleriaGalleria  FAQFAQ  CercaCerca  RegistratiRegistrati  AccediAccedi  

Condividere | 
 

 Requisiti

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
AutoreMessaggio
rastazar



Numero di messaggi : 9
EtÓ : 54
Data d'iscrizione : 11.05.10

MessaggioTitolo: Requisiti   Mer Feb 02, 2011 9:40 am

Gentili moderatori,
parlando di CDS con un questurino addetto all'ufficio immigrazione, questo afferma che a chi entra in Italia si applicano sempre i requisiti che sussistevano al momento dell'entrata in Italia. Nel caso concreto: una persona, giÓ maggiorenne all'epoca, Ŕ entrata in Italia 3 anni fa con l'art. 19 T.U. 286 risiedendo presso la zia, cittadina italiana (discendenti entro il IV grado) e gli rilasciano un PDS. Nel frattempo anche la mamma acquisisce la cittadinanza italiana. La persona cambia la residenza e abita presso la madre ed Ŕ a suo carico. Fa richiesta di concessione della CDS e come risposta gli dicono che non gli spetta una CDS anche se figlio di cittadina italiana, in quanto vengono valutati i requisiti che aveva quando Ŕ entrato,
ovvero, sei entrato in Italia con la 286/1998, te la tieni e sii contento. Oltretutto, mi spiega che anche se deve rinnovare il pds ogni due anni, non avrÓ spese, perchŔ lo fa direttamente la questura e in quanto art. 19 non potrÓ essere espulso. Ragionamento tipico di un vassallo dello stato di polizia che sta diventando l'Italia. Te lo tieni e sii contento. (Un po di satira per sdrammatizzare) E' vero ci˛, o all'rinnovo (ogni due anni) dovrÓ produrre tutta una serie di documenti?
Anche sul fatto di essere a carico il questurino mi dice che deve dimostrare di essere stato a carico prima di entrare in Italia.
Vi domando a questo punto: non viene applicata una legge che sia migliorativa piuttosto che restrittiva delle condizioni di uno straniero. Il fatto di essere a carico non si riferisce al presente, considerato che deve anche dimostrare la residenza presso la madre o risultare dallo stato di famiglia? E' normale/possibile che da questa questura non venga accettata autocertificazione per dichiarare se Ŕ a carico o meno (peraltro dimostrabile dalla dichiarazione dei redditi)?
Le domande sono pi¨ di una e vi ringrazio molto della risposta. Come sempre fate un grande lavoro. Grazie.
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
Amedeo
Amministratori
Amministratori


Numero di messaggi : 1613
EtÓ : 68
Data d'iscrizione : 14.06.08

MessaggioTitolo: Re: Requisiti   Mer Feb 02, 2011 12:58 pm

rastazar ha scritto:
Gentili moderatori,
parlando di CDS con un questurino addetto all'ufficio immigrazione, questo afferma che a chi entra in Italia si applicano sempre i requisiti che sussistevano al momento dell'entrata in Italia. Nel caso concreto: una persona, giÓ maggiorenne all'epoca, Ŕ entrata in Italia 3 anni fa con l'art. 19 T.U. 286 risiedendo presso la zia, cittadina italiana (discendenti entro il IV grado) e gli rilasciano un PDS. Nel frattempo anche la mamma acquisisce la cittadinanza italiana. La persona cambia la residenza e abita presso la madre ed Ŕ a suo carico. Fa richiesta di concessione della CDS e come risposta gli dicono che non gli spetta una CDS anche se figlio di cittadina italiana, in quanto vengono valutati i requisiti che aveva quando Ŕ entrato,
ovvero, sei entrato in Italia con la 286/1998, te la tieni e sii contento. Oltretutto, mi spiega che anche se deve rinnovare il pds ogni due anni, non avrÓ spese, perchŔ lo fa direttamente la questura e in quanto art. 19 non potrÓ essere espulso. Ragionamento tipico di un vassallo dello stato di polizia che sta diventando l'Italia. Te lo tieni e sii contento. (Un po di satira per sdrammatizzare) E' vero ci˛, o all'rinnovo (ogni due anni) dovrÓ produrre tutta una serie di documenti?
Anche sul fatto di essere a carico il questurino mi dice che deve dimostrare di essere stato a carico prima di entrare in Italia.
Vi domando a questo punto: non viene applicata una legge che sia migliorativa piuttosto che restrittiva delle condizioni di uno straniero. Il fatto di essere a carico non si riferisce al presente, considerato che deve anche dimostrare la residenza presso la madre o risultare dallo stato di famiglia? E' normale/possibile che da questa questura non venga accettata autocertificazione per dichiarare se Ŕ a carico o meno (peraltro dimostrabile dalla dichiarazione dei redditi)?
Le domande sono pi¨ di una e vi ringrazio molto della risposta. Come sempre fate un grande lavoro. Grazie.

Chiedere informazionidi questo tipo ad un questurino Ŕ equivalente a chiedergli una dimostrazione della teoria della relativitÓ.

La persona ha diritto alla CdS anche se fosse clandestina in Italia. Consiglio di fare la domanda e se danno un PdS o la rifiutano, di inoltrare una richiesta di attivazione delle procedure di autotutela (cosa che gli frantuma gli attributi!!!).

Un saluto,

_________________
Amedeo Intonti

Autore di:
- Manuale di sopravvivenza burocratica per italiani con partner straniero
- Ricongiungimento ... step by step
reperibili su www.edizionidellimpossibile.com

solo per casi riservatissimi, e-mail: amedeointonti@burocraziaconsolare.com
indice generale: http://www.burocraziaconsolare.com/amedeo-f80/indice-generale-di-amedeo-t767.htm#4762
Difensore Civico di www.tuttostranieri.it/forum/
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
 
Requisiti
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 1 di 1
 Argomenti simili
-
» REQUISITI LEGALI PER MATRIMONIO IN ITALIA(AUTRALIANO/INGLESE&ITALIANA)
» Requisiti
» requisiti assunzione dipendente tempo indeterminato
» REQUISITI PER LA CATEGORIA D
» ATTENZIONE AI REQUISITI DI RURALITA'

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
Italiani all'Estero e Stranieri in Italia :: LEGGI E NORMATIVE COMMENTATE E DISCUSSE :: LA CARTA DI SOGGIORNO-
Andare verso: