Italiani all'Estero e Stranieri in Italia

Consolato, Ambasciata, Matrimonio all'estero, Divorzio all'Estero, divorzio rapido, divorzio al vapore, Stranieri in Italia, Matrimoni misti, sposarsi all'estero, divorziarsi all'estero. REPUBBLICA DOMINICANA
 
IndiceIndice  PortalePortale  GalleriaGalleria  FAQFAQ  CercaCerca  RegistratiRegistrati  AccediAccedi  

Condividi | 
 

 Italiana residente in Germania

Andare in basso 
AutoreMessaggio
Angel1975



Numero di messaggi : 4
Data d'iscrizione : 10.04.11

MessaggioTitolo: Italiana residente in Germania   Dom Apr 10, 2011 8:12 am

Buongiorno a tutti e un saluto a tutto il forum!!!!^^ Cercando in rete delle delucidazioni riguardo il mio problema,mi sono imbattutta nel vostro forum,in cui ho notato e con piacere,che vi sono persone molto competenti,cosi' ho deciso d'iscrivermi e porvi il mio quesito,nella speranza che possiate aiutarmi....Anni or sono,ho contratto matrimonio civile in Italia(Torino)con un italiano che a tutt'oggi risiede ancora nello stesso comune di residenza,mentre io,invece,da circa 7 anni vivo e sono residente in Germania.Nel Gennaio 1996 abbiamo richiesto e ottenuto una separazione consensuale.Qualche mese fa,a mezzo raccomandata,mi Ŕ stato comunicato dall'avvocato(che Ŕ lo stesso avvocato della separazione) del mio ex-marito,che lo stesso voleva fare richiesta di divorzio,possibilmente congiunto e mi s'invitava a mettermi in contatto con lo studio legale,cosa che ho fatto,specificando che non mi opponevo al divorzio ma mi era impossibile richiederlo congiuntamente e quindi pagare l'avvocato,causa problemi economici,inoltre specificavo che era impossibilitata recarmi in Italia,per svariati motivi,fra cui i costi di viaggio e soggiorno nel mio paese d'origine,quindi chiedevo se era possibile trovare un'altra soluzione,che non fosse quella di dovermi per forza recare in Italia!Per tutta risposta,la collaboratrice del suddetto avvocato,mi'informava che io dovevo per forza recarmi in Italia e quando io ho insistito per parlare direttamente con l'avvocato,mi Ŕ stato chiesto di lasciare il mio recapito telefonico(cosa che ho fatto),in modo da permettere all'avvocato di richiamarmi e raggiungere,magari,un accordo.In realtÓ,non sono mai stata richiamata da nessuno e non ho pi¨ avuto notizie al riguardo,fino a ieri,quando,sempre a mezzo raccomandata,mi Ŕ stato comunicato che il mio ex-marito,tramite il suo avvocato,ha fatto richiesta di divorzio,che la stessa Ŕ giÓ stata depositata presso il tribunale di Torino e che Ŕ stata fissata l'udienza di divorzio per il 28 Giugno dell'anno corrente.Purtroppo,come giÓ espletato sopra,per vari motivi,io non posso recarmi in Italia,tenendo conto anche degli alti costi che dovrei sostenere,in quanto ho anche un figlio minore a carico(nato da una relazione successiva alla separazione),che dovrei,ovviamente,portare con me....La mia domanda Ŕ questa:cosa posso fare per divorziare,per˛ senza recarmi in Italia?Magari tramite Consolato italiano,qui in Germania?E' possibile effettuare il divorzio,magari tramite una procura speciale e se si',chi potrei nominare in mia vece,come procuratore speciale?Inoltre mi Ŕstato detto che se io non mi presentassi all'udienza,senza dare mie notizie,il divorzio diverebbe giudiziale e in tal caso,mi ritroverei a dover sostenere una parte delle spese legali(che aumenterebbero sempre pi¨ a ogni mia mancata presenza!),pur non avendo fatto io richiesta di divorzio....Tutto questo Ŕ vero?
Spero di essere stata chiara ed esauriente nell'esposizione dei fatti e ringrazio anticipatamente gli amministratori,per l'eventule,gentile risposta. Very Happy
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo dell'utente
bostik
Amministratori
Amministratori


Numero di messaggi : 3842
LocalitÓ : Colombia
Data d'iscrizione : 22.07.08

MessaggioTitolo: Re: Italiana residente in Germania   Dom Apr 10, 2011 2:34 pm

Angel1975 ha scritto:
Buongiorno a tutti e un saluto a tutto il forum!!!!^^ Cercando in rete delle delucidazioni riguardo il mio problema,mi sono imbattutta nel vostro forum,in cui ho notato e con piacere,che vi sono persone molto competenti,cosi' ho deciso d'iscrivermi e porvi il mio quesito,nella speranza che possiate aiutarmi....Anni or sono,ho contratto matrimonio civile in Italia(Torino)con un italiano che a tutt'oggi risiede ancora nello stesso comune di residenza,mentre io,invece,da circa 7 anni vivo e sono residente in Germania.Nel Gennaio 1996 abbiamo richiesto e ottenuto una separazione consensuale.Qualche mese fa,a mezzo raccomandata,mi Ŕ stato comunicato dall'avvocato(che Ŕ lo stesso avvocato della separazione) del mio ex-marito,che lo stesso voleva fare richiesta di divorzio,possibilmente congiunto e mi s'invitava a mettermi in contatto con lo studio legale,cosa che ho fatto,specificando che non mi opponevo al divorzio ma mi era impossibile richiederlo congiuntamente e quindi pagare l'avvocato,causa problemi economici,inoltre specificavo che era impossibilitata recarmi in Italia,per svariati motivi,fra cui i costi di viaggio e soggiorno nel mio paese d'origine,quindi chiedevo se era possibile trovare un'altra soluzione,che non fosse quella di dovermi per forza recare in Italia!Per tutta risposta,la collaboratrice del suddetto avvocato,mi'informava che io dovevo per forza recarmi in Italia e quando io ho insistito per parlare direttamente con l'avvocato,mi Ŕ stato chiesto di lasciare il mio recapito telefonico(cosa che ho fatto),in modo da permettere all'avvocato di richiamarmi e raggiungere,magari,un accordo.In realtÓ,non sono mai stata richiamata da nessuno e non ho pi¨ avuto notizie al riguardo,fino a ieri,quando,sempre a mezzo raccomandata,mi Ŕ stato comunicato che il mio ex-marito,tramite il suo avvocato,ha fatto richiesta di divorzio,che la stessa Ŕ giÓ stata depositata presso il tribunale di Torino e che Ŕ stata fissata l'udienza di divorzio per il 28 Giugno dell'anno corrente.Purtroppo,come giÓ espletato sopra,per vari motivi,io non posso recarmi in Italia,tenendo conto anche degli alti costi che dovrei sostenere,in quanto ho anche un figlio minore a carico(nato da una relazione successiva alla separazione),che dovrei,ovviamente,portare con me....La mia domanda Ŕ questa:cosa posso fare per divorziare,per˛ senza recarmi in Italia?Magari tramite Consolato italiano,qui in Germania?E' possibile effettuare il divorzio,magari tramite una procura speciale e se si',chi potrei nominare in mia vece,come procuratore speciale?Inoltre mi Ŕstato detto che se io non mi presentassi all'udienza,senza dare mie notizie,il divorzio diverebbe giudiziale e in tal caso,mi ritroverei a dover sostenere una parte delle spese legali(che aumenterebbero sempre pi¨ a ogni mia mancata presenza!),pur non avendo fatto io richiesta di divorzio....Tutto questo Ŕ vero?
Spero di essere stata chiara ed esauriente nell'esposizione dei fatti e ringrazio anticipatamente gli amministratori,per l'eventule,gentile risposta. Very Happy

Bisogna vedere se il tribunale di Torino accetta procure speciali all'avvocato,da farsi in consolato italiano.Non conosco i dettagli,ma lei ha firmato il mandato all'avvocato? In caso contrario l'udienza del 28-06 dovrebbe essere giudiziale...Aspettiamo comunque Guido Baccoli.
Saluti
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo dell'utente
Angel1975



Numero di messaggi : 4
Data d'iscrizione : 10.04.11

MessaggioTitolo: Re: Italiana residente in Germania   Dom Apr 10, 2011 2:43 pm

Innanzitutto,la ringrazio per aver risposto,Bostik ^^ No,io non ho firmato nessun mandato a nessun avvocato,in quanto,il tutto mi Ŕ stato notificato ieri,per mezzo raccomandata,quindi,naturalmente,non ho ancora potuto rivolgermi a nessun legale,provveder˛ in settimana....Saluti a lei.
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo dell'utente
Guido Baccoli
Fondatore
Fondatore
avatar

Numero di messaggi : 2760
EtÓ : 65
LocalitÓ : Santo Domingo - Rep. Dominicana
Data d'iscrizione : 12.01.08

MessaggioTitolo: Re: Italiana residente in Germania   Dom Apr 10, 2011 2:46 pm

Angel1975 ha scritto:
Buongiorno a tutti e un saluto a tutto il forum!!!!^^ Cercando in rete delle delucidazioni riguardo il mio problema,mi sono imbattutta nel vostro forum,in cui ho notato e con piacere,che vi sono persone molto competenti,cosi' ho deciso d'iscrivermi e porvi il mio quesito,nella speranza che possiate aiutarmi....Anni or sono,ho contratto matrimonio civile in Italia(Torino)con un italiano che a tutt'oggi risiede ancora nello stesso comune di residenza,mentre io,invece,da circa 7 anni vivo e sono residente in Germania.Nel Gennaio 1996 abbiamo richiesto e ottenuto una separazione consensuale.Qualche mese fa,a mezzo raccomandata,mi Ŕ stato comunicato dall'avvocato(che Ŕ lo stesso avvocato della separazione) del mio ex-marito,che lo stesso voleva fare richiesta di divorzio,possibilmente congiunto e mi s'invitava a mettermi in contatto con lo studio legale,cosa che ho fatto,specificando che non mi opponevo al divorzio ma mi era impossibile richiederlo congiuntamente e quindi pagare l'avvocato,causa problemi economici,inoltre specificavo che era impossibilitata recarmi in Italia,per svariati motivi,fra cui i costi di viaggio e soggiorno nel mio paese d'origine,quindi chiedevo se era possibile trovare un'altra soluzione,che non fosse quella di dovermi per forza recare in Italia!Per tutta risposta,la collaboratrice del suddetto avvocato,mi'informava che io dovevo per forza recarmi in Italia e quando io ho insistito per parlare direttamente con l'avvocato,mi Ŕ stato chiesto di lasciare il mio recapito telefonico(cosa che ho fatto),in modo da permettere all'avvocato di richiamarmi e raggiungere,magari,un accordo.In realtÓ,non sono mai stata richiamata da nessuno e non ho pi¨ avuto notizie al riguardo,fino a ieri,quando,sempre a mezzo raccomandata,mi Ŕ stato comunicato che il mio ex-marito,tramite il suo avvocato,ha fatto richiesta di divorzio,che la stessa Ŕ giÓ stata depositata presso il tribunale di Torino e che Ŕ stata fissata l'udienza di divorzio per il 28 Giugno dell'anno corrente.Purtroppo,come giÓ espletato sopra,per vari motivi,io non posso recarmi in Italia,tenendo conto anche degli alti costi che dovrei sostenere,in quanto ho anche un figlio minore a carico(nato da una relazione successiva alla separazione),che dovrei,ovviamente,portare con me....La mia domanda Ŕ questa:cosa posso fare per divorziare,per˛ senza recarmi in Italia?Magari tramite Consolato italiano,qui in Germania?E' possibile effettuare il divorzio,magari tramite una procura speciale e se si',chi potrei nominare in mia vece,come procuratore speciale?Inoltre mi Ŕstato detto che se io non mi presentassi all'udienza,senza dare mie notizie,il divorzio diverebbe giudiziale e in tal caso,mi ritroverei a dover sostenere una parte delle spese legali(che aumenterebbero sempre pi¨ a ogni mia mancata presenza!),pur non avendo fatto io richiesta di divorzio....Tutto questo Ŕ vero?
Spero di essere stata chiara ed esauriente nell'esposizione dei fatti e ringrazio anticipatamente gli amministratori,per l'eventule,gentile risposta. Very Happy
╔ evidente che suo marito, stanco di aspettare non ha neanche pensato di chiedere un divorzio a domanda congiunta, con la quale lei avrebbe potuto benissimo firmare la Procura allo stesso avvocato, specificando gli accordi di divorzio e potendo evitare di recarsi personalmente (il Giudice di solito e per ormai riscontrata formulazione della Cassazione, l'assenza di uno dei due richiedenti, non impedisce la sentenza, anzi, Ú ovvio la conferma, per alcuni ancora obbligatoria, di volersi divorziare senza necessitß che si metta in atto la prova di riappacificazione).

Un divorzio giudiziale, come lo Ú in questo momento, almeno parrebbe dalla sua descrizione, Ú giß avviato in quanto Ú stata fissata anche l'audienza senza che lei abbia firmato per domanda congiunta. La soluzione del caso particolare non puˇ essere data in forum, che ha altri scopi ed obiettivi, ma in linea di massima, essendoci un figlio minore di mezzo che vive all'estero con lei, quindi un mantenimento con un assegno familiare, il Giudice dovrebbe salvaguardare questo diritto indisponibile dei genitori, ma potrß eventualmente e comunque decidere sul divorzio. Se lei non nomina avvocato, le sarß assegnato uno d'ufficio, Riguardo le spese di giudizio da sostenere anche lei, nel caso che non si muova o nomini, non saprei davvero risponderle.

_________________
Dr. Guido Baccoli
Consulente legale - Burocratico e Giuridico

ESCLUSIVAMENTE E SOLO per chi desidera per propria scelta ed esigenza, chiedere una consulenza completa individuale nei minimi particolari del suo caso personale o una difesa extragiudiziale, puˇ scrivere ed ottenere un preventivo di retribuzione e spese SPECIFICANDO NELL'OGGETTO: "PREVENTIVO" a guidobaccoli@hotmail.com .
INDICE DEI MIEI ARGOMENTI PI┌ IMPORTANTI
http://www.burocraziaconsolare.com/guido-baccoli-f84/indice-argomenti-piu-rilevanti-ed-importanti-di-guido-baccoli-t787.htm
____________________________
╔ meglio non avere legge, che non farla osservare.
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo dell'utente http://www.burocraziaconsolare.com
Angel1975



Numero di messaggi : 4
Data d'iscrizione : 10.04.11

MessaggioTitolo: Re: Italiana residente in Germania   Dom Apr 10, 2011 2:59 pm

Buona sera Dott. Boccoli,la ringrazio per la gentile risposta.In settimana mi recher˛ da un legale,qui in Germania,a cui spiegher˛ la situazione e firmer˛ il mandato.
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo dell'utente
Guido Baccoli
Fondatore
Fondatore
avatar

Numero di messaggi : 2760
EtÓ : 65
LocalitÓ : Santo Domingo - Rep. Dominicana
Data d'iscrizione : 12.01.08

MessaggioTitolo: Re: Italiana residente in Germania   Dom Apr 10, 2011 3:43 pm

Angel1975 ha scritto:
Buona sera Dott. Boccoli,la ringrazio per la gentile risposta.In settimana mi recher˛ da un legale,qui in Germania,a cui spiegher˛ la situazione e firmer˛ il mandato.
Deve esssere un avvocato italiano e non tedesco.

_________________
Dr. Guido Baccoli
Consulente legale - Burocratico e Giuridico

ESCLUSIVAMENTE E SOLO per chi desidera per propria scelta ed esigenza, chiedere una consulenza completa individuale nei minimi particolari del suo caso personale o una difesa extragiudiziale, puˇ scrivere ed ottenere un preventivo di retribuzione e spese SPECIFICANDO NELL'OGGETTO: "PREVENTIVO" a guidobaccoli@hotmail.com .
INDICE DEI MIEI ARGOMENTI PI┌ IMPORTANTI
http://www.burocraziaconsolare.com/guido-baccoli-f84/indice-argomenti-piu-rilevanti-ed-importanti-di-guido-baccoli-t787.htm
____________________________
╔ meglio non avere legge, che non farla osservare.
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo dell'utente http://www.burocraziaconsolare.com
Angel1975



Numero di messaggi : 4
Data d'iscrizione : 10.04.11

MessaggioTitolo: Re: Italiana residente in Germania   Lun Apr 11, 2011 5:44 am

Buongiorno Dott. Baccoli,la ringrazio nuovamente,per la gentile precisazione.Le auguro una buona giornata.
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo dell'utente
Contenuto sponsorizzato




MessaggioTitolo: Re: Italiana residente in Germania   

Torna in alto Andare in basso
 
Italiana residente in Germania
Torna in alto 
Pagina 1 di 1
 Argomenti simili
-
» Italiana residente in Germania
» italiana sposata in italia con un tedesco.ora residente in germania
» Divorzio tra italiana residente in Italia e brasilano in Brasile
» MATRIMONIO TRA ITALIANO RESIDENTE E SPAGNOLA NON RESIDENTE
» italiana residente all estero

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
Italiani all'Estero e Stranieri in Italia :: DIVORZIO ALL'ESTERO :: DIVORZIO IN PAESE UE-
Andare verso: