Italiani all'Estero e Stranieri in Italia

Consolato, Ambasciata, Matrimonio all'estero, Divorzio all'Estero, divorzio rapido, divorzio al vapore, Stranieri in Italia, Matrimoni misti, sposarsi all'estero, divorziarsi all'estero. REPUBBLICA DOMINICANA
 
IndiceIndice  PortalePortale  GalleriaGalleria  FAQFAQ  CercaCerca  RegistratiRegistrati  AccediAccedi  

Condividi | 
 

 COME SI PUO' DIVORZIARE DA UNA TAILANDESE IN ITALIA?

Andare in basso 
AutoreMessaggio
Claudia25778



Numero di messaggi : 1
Data d'iscrizione : 11.07.11

MessaggioTitolo: COME SI PUO' DIVORZIARE DA UNA TAILANDESE IN ITALIA?   Lun Lug 11, 2011 2:31 pm

Buona sera a tutti,
un mio amico si Ŕ sposato con una tailandese nel comune di bangkok, dopo di che ha presentato i docupenti presso l'ambasciata italiana che li ha fatti avere, tradotti, al comune di residenza del mio amico.
Dopo dieci anni hanno divorziato seguendo la stessa procedura, ma una volta presentato il documento di divorzio all'ambasciata questi si sono rifiutati di tradurre e passarlo al comune di residenza asserendo che era un compito dello stato italiano.
Il mio amico si Ŕ messo in mano ad 1 avvocato che dopo tre anni di illusioni e di soldi (tanti troppi soldi), non Ŕ riuscito a concludere a nulla. Ma anzi ha chiesto altri soldi per impergolarsi in 1 altra procedura che se andrÓ bene durerÓ altri tre anni.
Qualcuno conosce 1 avvocato di milano, che possa aiutarci almeno per 1 ulteriore consulto?

I due anno divorziato di comune accordo a lei sono stato lasciati tutti i beni comprati in anni felici insieme ai figli, i soldi vengono passati ogni mese per volere di lui. Come se non bastasse la ex signora Ŕ sparita nel nulla e da amici comuni, si Ŕ venuto a sapere che si Ŕ rifatta una vita con 1 altro uomo da cui ha avuto 1 figlio. Quindi la domanda Ŕ: com'Ŕ possibile che questo mio amico faccia cosý tanta fatica a legalizzare il suo divorzio anche qui in italia?

Vi prego rispondetemi!!!!!!!

Grazie

Claudia
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo
bostik
Amministratori
Amministratori


Numero di messaggi : 3855
LocalitÓ : Colombia
Data d'iscrizione : 22.07.08

MessaggioTitolo: Re: COME SI PUO' DIVORZIARE DA UNA TAILANDESE IN ITALIA?   Lun Lug 11, 2011 6:48 pm

Claudia25778 ha scritto:
Buona sera a tutti,
un mio amico si Ŕ sposato con una tailandese nel comune di bangkok, dopo di che ha presentato i docupenti presso l'ambasciata italiana che li ha fatti avere, tradotti, al comune di residenza del mio amico.
Dopo dieci anni hanno divorziato seguendo la stessa procedura, ma una volta presentato il documento di divorzio all'ambasciata questi si sono rifiutati di tradurre e passarlo al comune di residenza asserendo che era un compito dello stato italiano.
Il mio amico si Ŕ messo in mano ad 1 avvocato che dopo tre anni di illusioni e di soldi (tanti troppi soldi), non Ŕ riuscito a concludere a nulla. Ma anzi ha chiesto altri soldi per impergolarsi in 1 altra procedura che se andrÓ bene durerÓ altri tre anni.
Qualcuno conosce 1 avvocato di milano, che possa aiutarci almeno per 1 ulteriore consulto?

I due anno divorziato di comune accordo a lei sono stato lasciati tutti i beni comprati in anni felici insieme ai figli, i soldi vengono passati ogni mese per volere di lui. Come se non bastasse la ex signora Ŕ sparita nel nulla e da amici comuni, si Ŕ venuto a sapere che si Ŕ rifatta una vita con 1 altro uomo da cui ha avuto 1 figlio. Quindi la domanda Ŕ: com'Ŕ possibile che questo mio amico faccia cosý tanta fatica a legalizzare il suo divorzio anche qui in italia?

Vi prego rispondetemi!!!!!!!

Grazie

Claudia

Non possiamo dare nomi di professionisti secondo il regolamento del forum.Se il divorzio tailandese rispetta la legge 218/95 italiana pu˛ essere trascritto via consolato a Bankgog oppure direttamente in comune,chiaramente la sentenza dev'essere debitamente legalizzata e tradotta.
Saluti
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo
Claudia78



Numero di messaggi : 1
Data d'iscrizione : 03.08.12

MessaggioTitolo: Re: COME SI PUO' DIVORZIARE DA UNA TAILANDESE IN ITALIA?   Ven Ago 03, 2012 4:46 pm

Scusate se insisto ma l'ambasciata a Bankgog non ne ha voluto sapere, perdonate la parola, ma l'ambasciata se n'Ŕ lavata le mani!!!!!
Ora il compagno della ex moglie e la ex moglie nn ne vogliono sapere della legge italiana. Questa persona sembra abbandonata a se stesso da entrambi le parti.

Vi prego abbiamo bisogno di un semplice consulto!!!!!!
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo
bostik
Amministratori
Amministratori


Numero di messaggi : 3855
LocalitÓ : Colombia
Data d'iscrizione : 22.07.08

MessaggioTitolo: Re: COME SI PUO' DIVORZIARE DA UNA TAILANDESE IN ITALIA?   Sab Ago 04, 2012 12:33 am

Claudia78 ha scritto:
Scusate se insisto ma l'ambasciata a Bankgog non ne ha voluto sapere, perdonate la parola, ma l'ambasciata se n'Ŕ lavata le mani!!!!!
Ora il compagno della ex moglie e la ex moglie nn ne vogliono sapere della legge italiana. Questa persona sembra abbandonata a se stesso da entrambi le parti.

Vi prego abbiamo bisogno di un semplice consulto!!!!!!

Scriva a Guido Baccoli in privato se vuole,ma sappia che il servizio ha un costo.
Saluti
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo
Guido Baccoli
Fondatore
Fondatore
avatar

Numero di messaggi : 2760
EtÓ : 66
LocalitÓ : Santo Domingo - Rep. Dominicana
Data d'iscrizione : 12.01.08

MessaggioTitolo: Re: COME SI PUO' DIVORZIARE DA UNA TAILANDESE IN ITALIA?   Sab Set 08, 2012 6:32 pm

bostik ha scritto:
Claudia78 ha scritto:
Scusate se insisto ma l'ambasciata a Bankgog non ne ha voluto sapere, perdonate la parola, ma l'ambasciata se n'Ŕ lavata le mani!!!!!
Ora il compagno della ex moglie e la ex moglie nn ne vogliono sapere della legge italiana. Questa persona sembra abbandonata a se stesso da entrambi le parti.

Vi prego abbiamo bisogno di un semplice consulto!!!!!!

Scriva a Guido Baccoli in privato se vuole,ma sappia che il servizio ha un costo.
Saluti
Senza costo, rispondo gratuitamente ad alcuni dubbi. L'Ambasciata o Consolato italiano a Bankok ha ragione nel non volerne sapere di ricevere la sentenza. Infatti come spesso abbiamo specificato sia io che il Dr. Scolaro, nel diritto consolare si specifica che non Ú compito e dovere delle Autoritß Diplomatiche la trasmissione per trascrizione di una sentenza estera, anche quando si tratti di sentenza di divorzio, mentre sono obbligati se il Paese straniero non Ú convenzionato con l'Aja sulle Apostille, a legalizzarlo.

La sentenza e tutta la documentazione eventualmente indispensabile per il suo completamento, deve essere presentata legalizzata o apostillata, tradotta in italiano anche in Italia, direttamente all'UdSC del Comune di residenza del cittadino italiano, che per legge norme, giurisprudenza e dottrina Ú l'unico titolare responsabile di controllare se ci siano le condizioni previste dalla 218/95 per la trascrizione e validazione del divorzio oppure deve avvisare e notificare l'intenzione di non trascrivere motivando con riferimento a norme e giusrisprdenza, i motivi del rifiuto, Il cittadino ha dieci giorni di tempo per notificare le controdeduzioni e dimostrare eventuialmente l'errore di motivazione dell'UdSC.

Purtoppo moltissimi UdSC non sono abbastanza preparati e scivolano via con richieste di pareri esterni, il classico scarica barile, prendendosi tempi non ammessi (max 30 gg) per una decisione definitiva, che a seconda dei casi puˇ tramutarsi in un reato per omissioni ed abuso di atti di ufficio.

Se non funziona la memoria difensiva o controdeduzioni, si puˇ richiedere al Tribunale Ordinario (questo dal 01/01/2012, mentre prima era la Corte d'Appello) un ricorso ai fini della trascrizione. Se poi ed addirittura, si dimostra che l'altro coniuge ha convolato a nuove nozze, si puˇ richiedere direttamente il divorzio in Italia semplicemente presentando il nuovo e secondo atto di matrimonio dell'altro coniuge, eventualmente ed a seconda dei casi e Stati, legalizzato dall'Ambasciata italiano od Apostillato.

_________________
Dr. Guido Baccoli
Consulente legale - Burocratico e Giuridico

ESCLUSIVAMENTE E SOLO per chi desidera per propria scelta ed esigenza, chiedere una consulenza completa individuale nei minimi particolari del suo caso personale o una difesa extragiudiziale, puˇ scrivere ed ottenere un preventivo di retribuzione e spese SPECIFICANDO NELL'OGGETTO: "PREVENTIVO" a guidobaccoli@hotmail.com .
INDICE DEI MIEI ARGOMENTI PI┌ IMPORTANTI
http://www.burocraziaconsolare.com/guido-baccoli-f84/indice-argomenti-piu-rilevanti-ed-importanti-di-guido-baccoli-t787.htm
____________________________
╔ meglio non avere legge, che non farla osservare.
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo http://www.burocraziaconsolare.com
Contenuto sponsorizzato




MessaggioTitolo: Re: COME SI PUO' DIVORZIARE DA UNA TAILANDESE IN ITALIA?   

Torna in alto Andare in basso
 
COME SI PUO' DIVORZIARE DA UNA TAILANDESE IN ITALIA?
Torna in alto 
Pagina 1 di 1
 Argomenti simili
-
» COME SI PUO' DIVORZIARE DA UNA TAILANDESE IN ITALIA?
» Divorzio da cittadina americana
» Divorzio con una cittadina brasiliana
» Divorzio al vapore matrimonio a Las Vegas non registrato in Italia
» Divorziare in Messico

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
Italiani all'Estero e Stranieri in Italia :: ARGOMENTI PROVVISORI DA SISTEMARE :: argomenti da spostare-
Vai verso: