Italiani all'Estero e Stranieri in Italia

Consolato, Ambasciata, Matrimonio all'estero, Divorzio all'Estero, divorzio rapido, divorzio al vapore, Stranieri in Italia, Matrimoni misti, sposarsi all'estero, divorziarsi all'estero. REPUBBLICA DOMINICANA
 
IndiceIndice  PortalePortale  GalleriaGalleria  FAQFAQ  CercaCerca  RegistrarsiRegistrarsi  AccediAccedi  

Condividere | 
 

 richiesta cittadinanza per minori

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
AutoreMessaggio
mandez



Numero di messaggi : 12
Età : 46
Data d'iscrizione : 07.04.08

MessaggioOggetto: richiesta cittadinanza per minori   Lun Set 29, 2008 6:47 am

Buongiorno,

pongo un quesito ripetto all'argomento della cittadinanza per minori.
Io (italiana) sono sposata con un cittadino dominicano residente in Italia da un po' d'anni.
Ad ottobre faremo richiesta per la sua cittadinanza (essendo passati i 6 mesi dalla registrazione del matrimonio, avvenuto quest'anno a Santo Domingo). Lui ha una figlia avuta dal primo matrimonio (con cittadina dominicana): la figlia e l'ex moglie vivono entrambe in Italia con permesso di soggiorno congiunto perché la minore (11 anni) è stata affidata alla madre dopo il divorzio e nelle pratiche di ingresso in Italia. Mio marito vorrebbe chiedere la cittadianza anche per la figlia quando avrà ottenuto quella per sè.

Chiedo: da quando la bambina dovesse acquisire la residenza presso di
noi, per la richiesta di cittadinanza (conditio sine qua non), questa modifica anagrafica risulterebbe nel nostro nucleo familiare ( anche se potrebbe di fatto continuare a vivere con la madre) > ma la modifica del nucleo familiare e quindi anche dello stato di famiglia - nostro e loro contemporaneamente - cosa comporterebbe in termini fiscali (ad es. detrazioni fiscali dagli stipendi mio e di mio marito che però sono di un importo diverso rispetto a quello della madre, assegni familiari per figli a carico e contemporanea perdita dei privilegi di madre sola con figlio a carico per l’ex moglie di mio marito) e in termini legali (per quanto attiene
all’affidamento della minore, ad esempio, e al suo Permesso di soggiorno attualmente congiunto con quello della madre > che cosa si
dovrebbe fare nel periodo di interregno in cui si attenderebbe la cittadinanza dopo avere modificato la residenza?)?

Molte grazie ,rasffaella
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
Sereno.SCOLARO
Moderatore
Moderatore


Numero di messaggi : 420
Data d'iscrizione : 02.03.08

MessaggioOggetto: Re: richiesta cittadinanza per minori   Mar Set 30, 2008 2:43 am

L'art. 14 L. 5 febbraio 1992, n. 91 prevede che il figlio minore convivente con genitore che acquisti, o riacquisti, la cittadinanza italiana acquista la cittadinanza italiana (con facolta', per tale figlio, una volta divenuto maggiorenne di rinunciare alla cittadinanza italiana così acquisita).
Conseguentemente, i presupposti perché operi questa norma sono dati dal concorso di:
a) minore eta',
b) convivenza
col genitore che acquisti / riacquisti la cittadinanza italiana, presupposti che devono sussistere al momento dell'acquisto/riacquisto della cittadinanza italiana da parte del genitore.
Mancando, anche uno solo, di tali pre-condizioni, il figlio minore non acquista la cittadinanza italiana.
Nella specie, ove non trovi applicazione questa norma, il figlio (in materia di cittadinanza non e' ammessa rappresentanza, per cui ogni procedimento in questa materia richiede che la persona abbia acquisito la capacità di agire, cioe' sia maggiorenne) potrà, una volta divenuto maggiorenne, richiedere la concessione della cittadinanza italiana, ove abbia avuto una propria residenza legale in Italia da almeno 10 anni precedenti la domanda di concessione della cittadinanza.

Cio' premesso, va osservato come lo stato di convivenza debba essere effettivo e adeguatamente comprovato anche dalle registrazioni amministrative, il ché comporta che la figlia minorenne si "trasferisca" effettivamente a vivere (e convivere) con il padre, situazione di fatto che determina l'obbligo del trasferimento dell'iscrizione anagrafica presso il padre.
Per inciso, va ricordato che la residenza sia il luogo di dimora abituale di una persona, cioe' una situazione di fatto e che a tale situazione di fatto debbano corrispondere le registrazioni anagrafiche (da rendersi entro 20 giorni).
A questa situazione, probabilmente osta l'intervenuto affidamento alla madre, sempre che non vengano richieste all'autorita' che ha disposto l'affidamento, una modifica delle statuizioni in ordine all'affidamento stesso, sempre che cio' sia necessario per la legge dello Stato di appartenenza.
Ovvio, che al trasferimento del luogo di dimora abituale, dovrà conseguire anche l'adeguamento dei titoli di soggiorno in Italia della minore.

Per quanto riguarda le detrazioni IRPEF per i figli a carico, si ossrva come queste siano collegate piu' all'affidamento che non al luogo di abitazione, mentre per gli assegni di famiglia (si presume siano percepiti dalla madre) va osservato come, ferme restando le statuizioni sull'affidamento della minore, se questo debba mutare, si modifichera' anche la posizione soggettiva della madre.
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
mandez



Numero di messaggi : 12
Età : 46
Data d'iscrizione : 07.04.08

MessaggioOggetto: Re: richiesta cittadinanza per minori   Mar Set 30, 2008 6:40 am

grazie per la risposta.

Chiedo però una precisazione: il divorzio tra i due genitori della minore, come dicevo, è avvenuto a S. Domingo (entrambi sono di cittadinanza dominicana) e poi è stato registrato in Italia (in quanto il matrimonio era stato contratto in Italia). A questo punto > la richiesta di modifica dell'affidamento si deve fare (ovverosia si seguono le leggi della Rep Dominicana o di quella italiana?)? E nel qual caso, come si deve procedere?

Secondo poi: per la modifica dello stato anagrafico grandi probelmi non ce ne sono. Ma per la modifica del permesso di soggiorno (in questo caso collegato al padre e non alla madre) cosa si dovrebbe fare? Si dovrebbe modificare anche il passaporto?

Terza cosa: io e il padre della bambina siamo in attesa di un figlio: nel caso che la bambina venisse a risiedere da noi e si modificassero quindi gli aspetti delle detrazioni fiscali e degli assegni (sempre nel caso in cui l'affidamento venisse modificato), chi dovrebbe essere dichiarato come capofamiglia? Intendo dire. con due figli a carico assegni e detrazioni sono diverse rispetto a un solo figlio a carico. ma essendo la bambina figlia solo del padre e il secondo figlio invece figlio di entrambi, come si dovrebbe procedere con le dichiarazioni per ricevere assegni e detrazioni nelle buste paga/documenti 730?

grazie ancora,
raffaella
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
Sereno.SCOLARO
Moderatore
Moderatore


Numero di messaggi : 420
Data d'iscrizione : 02.03.08

MessaggioOggetto: Re: richiesta cittadinanza per minori   Mar Set 30, 2008 9:02 am

1) I rapporti genitori / figli sono regolati (per la legge italiana) dalla legge nazionale, del figlio (art. 36 L. 31 maggio 1995, n. 218).
Ne consegue che una modifica dei provvedimenti adottati in materia di affidamento dei figli va richiesta al giudice dominicano e, divenuto definitivo il relativo provvedimento, esso puo' essere "riconoscibile" in Italia ai sensi dell'art. 65 stessa L. 31 maggio 1995, n. 218.

2) Molto dipende dalla documentazione prodotta in sede di rilascio del titolo di soggiorno (ma se vi sia modifica nelle statuizioni concerennti l'affidamento, spetta alla questura prendere atto della sussistenza delle condizioni per il riconoscimento di questo provevdimento giurisdizionale).

3) La figura del c.d. "capo famiglia" è inesistente: gli assegni di famiglia spettano al lavoratore se ed in quanto abbia persone a proprio carico.
Si tenga presente che l'assegno di famiglia spetta una sola volta; le detrazioni IRPEF spettano in relazione al rapporto di filiazione.
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
mandez



Numero di messaggi : 12
Età : 46
Data d'iscrizione : 07.04.08

MessaggioOggetto: Re: richiesta cittadinanza per minori   Mar Set 30, 2008 9:39 am

Rispondo in merito al punto 3:

proprio in merito al fatto che io e mio marito avremo a carico due figli di cui uno segue il rapporto di filiazione con lui (la mniore di 11 anni di cui abbiamo parlato sin'ora) il secondo avrà invece il rapporto di filiazione con entrambi. Noi lavorioamo entrambi: è per questo che chiedo come ci si debba regolare con la dichiarazione di figli a carico > può essere che si dichiari un figlo a carico suo e uno a carico mio oppure essendo detrazioni e assegni emessi una volta sola e su un'unica busta paga si dovrà seguire la strada del dichiararli entrambri a carichi di mio marito? Ma in ogni caso come si fa quando i coniugi sono entrambi lavoratori? come si fa dichiarare i figli a carico solo dell'uno o dell'altro?
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
Sereno.SCOLARO
Moderatore
Moderatore


Numero di messaggi : 420
Data d'iscrizione : 02.03.08

MessaggioOggetto: Re: richiesta cittadinanza per minori   Mar Set 30, 2008 10:36 am

Partiamo dalla fine, cioe' dal caso, di ordine generale, di genitori entrambi lavoratori: per i trattamenti che spettino o all'uno o all'altro, scelgono loro (e, normalmente, e' richiesta anche una co-dichiarazione in cui si affermi che l'altro genitore non usufruisce del medesimo trattamento per lo stesso figlio).

Questo aspetto, per altro, potra' riguardare solo il figlio "in comune", per così dire.
Per la figlia del marito, la questione andra' affrontata, in termini del tutto analoghi, in relazione ai due genitori della figlia.
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
mandez



Numero di messaggi : 12
Età : 46
Data d'iscrizione : 07.04.08

MessaggioOggetto: grazie per le spiegazioni sempre veloci e precise   Mer Ott 01, 2008 4:19 am

Volevo ringraziare pubblicamente gli esperti del Forum per le risposte sempre puntuali e professionali.
E' di grande conforto sapere che ci si può rivolgere con semplicità e fiducia a qualcuno per ottenere risposte veloci e precise, in un mondo di tanto pressapochismo, mancanza di professionalità, e poco altruismo...

Grazie mille e buon lavoro!!
mandez
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
mandez



Numero di messaggi : 12
Età : 46
Data d'iscrizione : 07.04.08

MessaggioOggetto: Re: richiesta cittadinanza per minori   Gio Ott 16, 2008 12:29 pm

buongiorno a tutti.
sono di nuovo qui per aggiornarvi sull'iter di richiesta cittadinanza per la figlia di mio marito.
come vi dicevo la minore è nata dal precedente matrimonio, ha cittadinanza dominicana ed è affidata alla madre con la quale attualmente risiede in Italia.

A parte tutti gli aspetti fiscali - che mi sono chiari ad oggi - volevo dirvi che invece ha ancora qualche dubbio sull'aspetto dell'affiadamento.
Ho parlato sia con la Prefettura che col Comune di nostra residenza. In prefettura la responsabile dell'ufficio che si occupa delle richieste di cittadinanza mi ha detto che per Lei non dovrebbe essere possibile modificare la residenza della piccola senza procedre alla modifica dell'affidamento avvenuto in sede di divorzio alla madre. Quindi, secondo questa funzionaria, si prospetterebbe una trafila giudiziaria molto lunga: andare in Rep. Dominicana (dove è stata pronunciata la sentenza di divorzio) e chiedere modifica dell'affidamento al giuduice, tornare in Italia e registrare la modifica nel comune dove il divorzio è stato registrarto e poi procedere. Sempre fermo restando il fatto che si tratta di minore e che la cosa potrebbe avere risvolti lunghi e difficili.
Al Comune di residenza mio e di mio marito, invece, mi hanno detto che il cambio di residenza è una cosa puramente anagafica e che teoricamente potrebbe essere disgiunto da problemi di affidamento. Certo è che il Sindaco potrebbe opporre resistenza se capisse che il cambio di residenza avviene solo per ottenere la cittadinanza e che comunque i controlli successivi sono molto molto rigidi (per verificare l'effettiva residenza del minore - che invece nel nostro caso continuerebbe probabilemnte a dividersi tra le due case die genitori> ma per il prmo perido potremmo tenerla sempre noi finché i controlli dovessere finitre) -.

Un avvocato amico di famiglia, poi,mi aveva invece detto che potrebbe bastare andare da un notaio per depositare la volontà di entrambi i genitori per il cambio di affidamento per poi procedre con la richiesta del cambio di residenza.

Insomma: pareri tutti molto contrastanti e pare che il nodo sia sempre la questione dell'affidamento e di tutti i cambi anagrafici successivi.
MI DATE UN ULTIMO DEFINITIVO PARERE? DOBBIAMO FARE QUALCOSA PER L'AFFIDAMENTO O CHIEDIAMO SOLO ILCAMBIO DI RESIDNEZA COME DICE IL COMUNE?

Tenete presente che in questo caso dovrei però anche andare in Questura per l'atto di ospitalità (la casa è intestata a me) > vorrei chiedere a tal proposito se vado incontro a rischi e grosse responsabilità visto che si tratta di un minore e di un ex moglie coinvolte....

Molte grazie ancora,
Mandez
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
Sereno.SCOLARO
Moderatore
Moderatore


Numero di messaggi : 420
Data d'iscrizione : 02.03.08

MessaggioOggetto: Re: richiesta cittadinanza per minori   Gio Ott 16, 2008 12:48 pm

Dal punto di vista della legislazione italiana, il trasferimento della residenza e' collegato alla situazione di fatto, cioe' al luogo dove la minore abbia la propria dimora abituale.
Per altro, cio' potrebbe anche produrre l'effetto che questa situazione di fatto sia in violazione dell'affidamento (ma per la legge dell'altro Stato interessato).
Ovviamente, si sta parlando si situazione di fatto, effettiva, non di "far apparire" una situazione insussistente.
L'ipotesi dell'accordo tra i genitori potrebbe anche sussistere, se entrambi fossero italiani (ma non occorrerebbe alcun notaio, ma un'istanza di modifica delle disposizioni relative all'affidamento al tribunale per i minorenni). Essendo l'affidamento regolato dalla legge nazionale della minore, si tratterebbe di verificare che l'accordo (magari anche notarile) sia ammesso/previsto dalla legislazione della minore.
Ma, cio' riguarda, in ogni caso, la legislazione della minore.
Per quanto riguarda la legge italiana, la residenza (e lo stato di convivenza che deve sussistere al momento del giuramento) attiene alla situazione di fatto, la quale deve corrispondere (e trovare prova) nelle registrazioni anagrafiche.
Se vi sia, effettivo, accolgimento, la c.d. dichiarazione di ospitalità costituisce un mero adempimento obbligatorio.
In ogni caso, occorre anche l'autorizzazione del tribunale pe ri minorenni, ai sensid ell'art. 252, commi 2, 3 e 4 C.C., da ottenere prima che la minore sia accolta nella abitazione coniugale.
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
Guido Baccoli
Fondatore
Fondatore


Numero di messaggi : 2756
Età : 64
Località : Santo Domingo - Rep. Dominicana
Data d'iscrizione : 12.01.08

MessaggioOggetto: Re: richiesta cittadinanza per minori   Lun Ott 27, 2008 6:54 pm

mandez ha scritto:
........ Quindi, secondo questa funzionaria, si prospetterebbe una trafila giudiziaria molto lunga: andare in Rep. Dominicana (dove è stata pronunciata la sentenza di divorzio) e chiedere modifica dell'affidamento al giuduice, tornare in Italia e registrare la modifica nel comune dove il divorzio è stato registrarto e poi procedere. Sempre fermo restando il fatto che si tratta di minore e che la cosa potrebbe avere risvolti lunghi e difficili.

Il Tribunale della Repubblica Dominicana non puó assolutamente modificare la sentenza di divorzio, semmai dovrebbe essere il Tribunale dei minori che con una richiesta congiunta dei due genitori, puó cambiare l'affidamento. Purtroppo peró in RD possono divorziarsi due persone non residenti grazie ad una legge speciale che pare abbia solo questa Nazione, ma il Tribunale sia di famiglia che ha sentenziato il divorzio, sia quello dei minori non possono decidere sul cambio dell'affidamento se i genitori e in questo caso anche la minore, non risiedono in RD, bensí in Italia.

La domanda di cambio affidamento ed io eventualmente vi consiglierei di chiedere l'affidamento congiunto, deve essere fatta al tribunale dei Minori italiano che puó anche applicare anche la legge dominicana se se ne fa esplicita richiesta, in quanto sia i due genitori che la minore sono di cittadinanza dominicana.

In ogni caso non vedo la necessitá di fare tale richiesta, ma procedere ad un cambio di residenza della minore sia di fatto che documentale e richiedere l'autorizzazione al Tribunale dei minorenni, ai sensi dell'art. 252, commi 2, 3 e 4 C.C., da ottenere prima che la minore sia accolta nella abitazione coniugale, cosí come indicato dal Dr Scolaro. Certamente la madre fará difficoltá se non avrá garanzie scritte che il cambio di domicilio non comporterá in nessun modo la perdita degli assegni familiari per la figlia a lei affidata.

_________________
Dr. Guido Baccoli
Consulente legale - Burocratico e Giuridico

Esclusivamente per chi desidera per propria scelta ed esigenza, chiedere una consulenza completa individuale nei minimi particolari del suo caso personale o una difesa extragiudiziale, puó scrivere ed ottenere un preventivo a guidobaccoli@hotmail.com
INDICE DEI MIEI ARGOMENTI PIÚ IMPORTANTI
http://www.burocraziaconsolare.com/guido-baccoli-f84/indice-argomenti-piu-rilevanti-ed-importanti-di-guido-baccoli-t787.htm
____________________________
É meglio non avere legge, che non farla osservare.
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente http://www.burocraziaconsolare.com
Contenuto sponsorizzato




MessaggioOggetto: Re: richiesta cittadinanza per minori   Oggi a 4:41 pm

Tornare in alto Andare in basso
 
richiesta cittadinanza per minori
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 1 di 1
 Argomenti simili
-
» richiesta cittadinanza per minori
» Richiesta Cittadinanza
» richiesta cittadinanza dominicana
» richiesta cittadinanza per matrimonio con italiano
» richiesta cittadinanza per residenza

Permesso di questo forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
Italiani all'Estero e Stranieri in Italia :: LEGGI E NORMATIVE COMMENTATE E DISCUSSE :: CITTADINANZA-
Andare verso: