Italiani all'Estero e Stranieri in Italia

Consolato, Ambasciata, Matrimonio all'estero, Divorzio all'Estero, divorzio rapido, divorzio al vapore, Stranieri in Italia, Matrimoni misti, sposarsi all'estero, divorziarsi all'estero. REPUBBLICA DOMINICANA
 
IndiceIndice  PortalePortale  GalleriaGalleria  FAQFAQ  CercaCerca  RegistratiRegistrati  AccediAccedi  

Condividi | 
 

 Thailandia: Visto

Andare in basso 
AutoreMessaggio
lollo77



Numero di messaggi : 1
Data d'iscrizione : 03.10.11

MessaggioTitolo: Thailandia: Visto   Lun Ott 03, 2011 10:10 am

Buongiorno a tutti, avrei bisogno di qualche consiglio, non so più dove sbattere la testa.
Io, cittadino italiano, mi sono recato per le ferie esitve per la prima volta in Thailandia. Prima di partire, oltretutto da solo, mi sono stra organizzato e stra informato sul paese nel quale mi apprestavo a passare le ferie.
Pensavo di essermi informato su tutto, e invece al mio ritorno mi sono trovato nella piena ignoranza su come un cittadino Thai possa venire in italia.
Questa necessità è nata dalla conoscenza di una persona col la quale ho praticamente passato le mie ferie e alla quale mi sono molto affezionato, tanto che la sento tutti i giorni per mail, sms o telefono.
Bene, io voglio che la ragazza venga in italia, anche lei vorrebbe venire.....ma il visto?
Ho scioperto che non è facile per un cittadino Thai ottenere il visto per l'italia:

1) Per lavoro non se ne parla: tra l'apertura dei flussi e i templi biblici dell'italia per l'autorizzazione al lavoro è da escludere

2) Visto turistico: anche se ci sono 90 giorni, al primo ingresso il consolato non ne concede più di 30, e tra i costi per le pratiche, il volo ed altro non ne vale proprio la pena

3) Visto turistico per fidanzamento: in questo caso c'è praticamente la certezza di ottenere il visto di 90 giorni, entro i quali però, se voglio che la ragazza si possa fermare in italia oltre il visto dobbiamo sposarci.

Certamente, con questa donna ho intenzioni serie, per quasto scarto a priori un turistico di 30 giorni, che non farebbe altro che farla soffrire di più visto che conoscerebbe il benessere e poiu sarebbe costretta a tornare nella sua situazione che vi assicuro ho visto con i miei occhi e che non avrei voluto vedere.
Con il visto per fidanzamento, lo stato italiano mi "impone" di sposare una persona che per quanto ci si voglia bene e per quanto ci si possa trovare bene, sono comunque pochi 3 mesi per compiere un passo così importante.

Qualche altro consiglio?

Oltretutto per fare tutte le pratiche mi devo appoggiare ad agenzie con sede in Bangkok, che non è che offrono il servizio a condizioni molto economiche. Secondo voi posso farne a meno dell'agenzia?

Grazie
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo
Guido Baccoli
Fondatore
Fondatore
avatar

Numero di messaggi : 2760
Età : 65
Località : Santo Domingo - Rep. Dominicana
Data d'iscrizione : 12.01.08

MessaggioTitolo: Re: Thailandia: Visto   Gio Ott 13, 2011 6:43 pm

lollo77 ha scritto:
Buongiorno a tutti, avrei bisogno di qualche consiglio, non so più dove sbattere la testa.
Io, cittadino italiano, mi sono recato per le ferie esitve per la prima volta in Thailandia. Prima di partire, oltretutto da solo, mi sono stra organizzato e stra informato sul paese nel quale mi apprestavo a passare le ferie.
Pensavo di essermi informato su tutto, e invece al mio ritorno mi sono trovato nella piena ignoranza su come un cittadino Thai possa venire in italia.
Questa necessità è nata dalla conoscenza di una persona col la quale ho praticamente passato le mie ferie e alla quale mi sono molto affezionato, tanto che la sento tutti i giorni per mail, sms o telefono.
Bene, io voglio che la ragazza venga in italia, anche lei vorrebbe venire.....ma il visto?
Ho scioperto che non è facile per un cittadino Thai ottenere il visto per l'italia:

1) Per lavoro non se ne parla: tra l'apertura dei flussi e i templi biblici dell'italia per l'autorizzazione al lavoro è da escludere

2) Visto turistico: anche se ci sono 90 giorni, al primo ingresso il consolato non ne concede più di 30, e tra i costi per le pratiche, il volo ed altro non ne vale proprio la pena il Consolato puó rifuutare il visto oppure concederlo per 10 30 o anche 90 gg massimo. Falso che non lo puó concedere per 90 gg, considerato che la legge lo permette come periodo massimo. Ovviamente e si sa, difficilmente un visto turistico viene concesso a meno che il richiedente non dimostri eccellenti condizioni socio-economiche.

3) Visto turistico per fidanzamento: in questo caso c'è praticamente la certezza di ottenere il visto di 90 giorni, entro i quali però, se voglio che la ragazza si possa fermare in italia oltre il visto dobbiamo sposarci. FALSO! Non esiste il visto per fidanzamento o promessa di matrimonio (potrebbe essere solo una considerazione positiva) emno che venga concesso sicuramente per 90 gg. Rimane vero solo il fatto che se il visto é concesso e la ragazza entra in Italia, per poterci rimanere dovete sposarvi.

Certamente, con questa donna ho intenzioni serie, per quasto scarto a priori un turistico di 30 giorni, che non farebbe altro che farla soffrire di più visto che conoscerebbe il benessere e poiu sarebbe costretta a tornare nella sua situazione che vi assicuro ho visto con i miei occhi e che non avrei voluto vedere.
Con il visto per fidanzamento, lo stato italiano mi "impone" di sposare una persona che per quanto ci si voglia bene e per quanto ci si possa trovare bene, sono comunque pochi 3 mesi per compiere un passo così importante. Sono d'accordo sul passo da fare dopo debita riflessione e responsabilitá, ancora una volta falso che lo Stato italiano la obbliga a sposarsi, anche perché il visto per fidanzamento, come sopra detto, non esiste.

Qualche altro consiglio?

Oltretutto per fare tutte le pratiche mi devo appoggiare ad agenzie con sede in Bangkok, che non è che offrono il servizio a condizioni molto economiche. Secondo voi posso farne a meno dell'agenzia?

Grazie
Le sue informazioni non sono ancora esatte. Le rispondo in caratteri rossi, nel suo stesso testo.

_________________
Dr. Guido Baccoli
Consulente legale - Burocratico e Giuridico

ESCLUSIVAMENTE E SOLO per chi desidera per propria scelta ed esigenza, chiedere una consulenza completa individuale nei minimi particolari del suo caso personale o una difesa extragiudiziale, puó scrivere ed ottenere un preventivo di retribuzione e spese SPECIFICANDO NELL'OGGETTO: "PREVENTIVO" a guidobaccoli@hotmail.com .
INDICE DEI MIEI ARGOMENTI PIÚ IMPORTANTI
http://www.burocraziaconsolare.com/guido-baccoli-f84/indice-argomenti-piu-rilevanti-ed-importanti-di-guido-baccoli-t787.htm
____________________________
É meglio non avere legge, che non farla osservare.
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo http://www.burocraziaconsolare.com
Claudio



Numero di messaggi : 11
Località : Roma
Data d'iscrizione : 29.05.08

MessaggioTitolo: Re: Thailandia: Visto   Lun Ott 24, 2011 2:35 pm

lollo77 ha scritto:
Qualche altro consiglio?

Oltretutto per fare tutte le pratiche mi devo appoggiare ad agenzie con sede in Bangkok, che non è che offrono il servizio a condizioni molto economiche. Secondo voi posso farne a meno dell'agenzia?

Grazie

Ciao lollo77,
a me la prima volta nel 2008 è andata male per un visto turistico di 30 giorni, poi ho riprovato ad aprile di quest'anno sempre per 30giorni ed è andata bene e proprio oggi abbiamo ottenuto un 'altro visto per 45 giorni per novembre.
Lo so che sembra difficile, ma se sei convinto ed hai molta molta pazienza provaci.
Io non mi sono mai appoggiato ad agenzie e ogni volta la documentazione me la sono fatta da solo e ti sto parlando dell' ambasciata italiana in Thailandia.
Un saluto e fammi sapere come ti va a finire,
ciao.
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo
Contenuto sponsorizzato




MessaggioTitolo: Re: Thailandia: Visto   

Torna in alto Andare in basso
 
Thailandia: Visto
Torna in alto 
Pagina 1 di 1
 Argomenti simili
-
» Thailandia: Visto
» visto per la thailandia con precedenti penali
» visto con precedenti penali
» Visto per convivenza
» visto per lavoro autonomo

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
Italiani all'Estero e Stranieri in Italia :: ITALIANI ALL'ESTERO :: BUROCRAZIA E ATTI CONSOLARI :: IL VISTO-
Vai verso: