Italiani all'Estero e Stranieri in Italia

Consolato, Ambasciata, Matrimonio all'estero, Divorzio all'Estero, divorzio rapido, divorzio al vapore, Stranieri in Italia, Matrimoni misti, sposarsi all'estero, divorziarsi all'estero. REPUBBLICA DOMINICANA
 
IndiceIndice  PortalePortale  GalleriaGalleria  FAQFAQ  CercaCerca  RegistrarsiRegistrarsi  AccediAccedi  

Condividere | 
 

 trascrizione divorzio da organo amministrativo in danimarca al comune

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
AutoreMessaggio
giovanni



Numero di messaggi : 5
Data d'iscrizione : 19.11.08

MessaggioOggetto: trascrizione divorzio da organo amministrativo in danimarca al comune   Mer Nov 19, 2008 12:40 pm

Volevo porre all'attenzione il mio caso che sta assumendo ormai proporzioni inimmaginabili, questi i fatti:
Ho contratto matrimonio in italia con una cittadina danese, nel dicembre del 1999 abbiamo divorziato presso la prefettura di copenhagen in quanto la mia ex risiedeva da 2 anni in danimarca mentre io sono rimasto in italia, ho provveduto alla traduzione asseverata dell'atto e inviato lo stesso all'ufficiale di stato civile che rifiutava la trascrizione in quanto chiesto il parere del pubblico ministero asserivano che l'autoritÓ che aveva emesso la sentenza non Ŕ riconosciuta come tale. Faccio presente che il certificato di divorzio riportava la dicitur che era definitivo e che non poteva essere impugnato tantŔ che la mia ex moglie si Ŕ regolarmente risposata.
Veninvo quindi invitato a rivolgermi presso la corte d'appello di venezia per la delibazione del divorzio stesso.
Il mio avvocato adesso mi dice che la cancelleria dellla corte d'appello di venezia non accetta il ricorso per la delibazione perchŔ il mio caso deve essere valutato con contenzioso verso la mia ex moglie felicemente risposata e residente negli stati uniti.
La mia domanda Ŕ ma Ŕ davvero cosý complicato o il mio avvocato che afferma di non avere una specifica esperienza in materia sta forse sbagliando in qualcosa? ci sono riferimenti normativi per tali sentenza vist che in tutti i forum che ho visitato ho sempre letto "escluso la danimarca"? Grazie anticipate giovanni
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
Amedeo
Amministratori
Amministratori


Numero di messaggi : 1613
EtÓ : 67
Data d'iscrizione : 14.06.08

MessaggioOggetto: Re: trascrizione divorzio da organo amministrativo in danimarca al comune   Mer Nov 19, 2008 5:11 pm

Caro Giovanni, un saluto.

giovanni ha scritto:
Volevo porre all'attenzione il mio caso che sta assumendo ormai proporzioni inimmaginabili, questi i fatti:
Ho contratto matrimonio in italia con una cittadina danese, nel dicembre del 1999 abbiamo divorziato presso la prefettura di copenhagen in quanto la mia ex risiedeva da 2 anni in danimarca mentre io sono rimasto in italia, ho provveduto alla traduzione asseverata dell'atto e inviato lo stesso all'ufficiale di stato civile che rifiutava la trascrizione in quanto chiesto il parere del pubblico ministero asserivano che l'autoritÓ che aveva emesso la sentenza non Ŕ riconosciuta come tale. Faccio presente che il certificato di divorzio riportava la dicitur che era definitivo e che non poteva essere impugnato tantŔ che la mia ex moglie si Ŕ regolarmente risposata.
Veninvo quindi invitato a rivolgermi presso la corte d'appello di venezia per la delibazione del divorzio stesso.
Il mio avvocato adesso mi dice che la cancelleria dellla corte d'appello di venezia non accetta il ricorso per la delibazione perchŔ il mio caso deve essere valutato con contenzioso verso la mia ex moglie felicemente risposata e residente negli stati uniti.
La mia domanda Ŕ ma Ŕ davvero cosý complicato o il mio avvocato che afferma di non avere una specifica esperienza in materia sta forse sbagliando in qualcosa? ci sono riferimenti normativi per tali sentenza vist che in tutti i forum che ho visitato ho sempre letto "escluso la danimarca"? Grazie anticipate giovanni

Nell'attesa che gli esperti veri nel ramo rispondano, rilevo un paradosso. L'ex moglie danese si Ŕ risposata, quindi per l'Italia (che non riconoscerebbe questo divorzio) Ŕ bigama. Allora perchŔ non fare una bella denuncia per farla rintracciare dll'Interpol, estradarla in Italia e processarla? Cosa ne direbbe la Procura della Repubblica??? E cosa direbbe lei stessa?

Un saluto,

_________________
Amedeo Intonti

Autore di:
- Manuale di sopravvivenza burocratica per italiani con partner straniero
- Ricongiungimento ... step by step
reperibili su www.edizionidellimpossibile.com

solo per casi riservatissimi, e-mail: amedeointonti@burocraziaconsolare.com
indice generale: http://www.burocraziaconsolare.com/amedeo-f80/indice-generale-di-amedeo-t767.htm#4762
Difensore Civico di www.tuttostranieri.it/forum/
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
bostik
Amministratori
Amministratori


Numero di messaggi : 3625
LocalitÓ : Colombia
Data d'iscrizione : 22.07.08

MessaggioOggetto: Re: trascrizione divorzio da organo amministrativo in danimarca al comune   Mer Nov 19, 2008 7:35 pm

Come pi˙ volte detto dal Dott.Scolaro,la Danimarca Ú partecipe in maniera del tutto particolare ad alcune normative comunitarie...Amedeo,il reato di bigamia,non prevede il fermo di PS... No
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
bostik
Amministratori
Amministratori


Numero di messaggi : 3625
LocalitÓ : Colombia
Data d'iscrizione : 22.07.08

MessaggioOggetto: Re: trascrizione divorzio da organo amministrativo in danimarca al comune   Mer Nov 19, 2008 7:37 pm

Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
Guido Baccoli
Fondatore
Fondatore


Numero di messaggi : 2756
EtÓ : 64
LocalitÓ : Santo Domingo - Rep. Dominicana
Data d'iscrizione : 12.01.08

MessaggioOggetto: Re: trascrizione divorzio da organo amministrativo in danimarca al comune   Mer Nov 19, 2008 11:19 pm

giovanni ha scritto:
Volevo porre all'attenzione il mio caso che sta assumendo ormai proporzioni inimmaginabili, questi i fatti:
Ho contratto matrimonio in italia con una cittadina danese, nel dicembre del 1999 abbiamo divorziato presso la prefettura di copenhagen in quanto la mia ex risiedeva da 2 anni in danimarca mentre io sono rimasto in italia, ho provveduto alla traduzione asseverata dell'atto e inviato lo stesso all'ufficiale di stato civile che rifiutava la trascrizione in quanto chiesto il parere del pubblico ministero asserivano che l'autoritÓ che aveva emesso la sentenza non Ŕ riconosciuta come tale. Faccio presente che il certificato di divorzio riportava la dicitur che era definitivo e che non poteva essere impugnato tantŔ che la mia ex moglie si Ŕ regolarmente risposata.
Veninvo quindi invitato a rivolgermi presso la corte d'appello di venezia per la delibazione del divorzio stesso.
Il mio avvocato adesso mi dice che la cancelleria dellla corte d'appello di venezia non accetta il ricorso per la delibazione perchŔ il mio caso deve essere valutato con contenzioso verso la mia ex moglie felicemente risposata e residente negli stati uniti.
La mia domanda Ŕ ma Ŕ davvero cosý complicato o il mio avvocato che afferma di non avere una specifica esperienza in materia sta forse sbagliando in qualcosa? ci sono riferimenti normativi per tali sentenza vist che in tutti i forum che ho visitato ho sempre letto "escluso la danimarca"? Grazie anticipate giovanni

Per la Danimarca si applica la L. 218/95 e nel suo caso, non si capisce cosa intenda l'UdSC con l'autoritÓ che aveva emesso la sentenza non Ŕ riconosciuta come tale. , Mi domando da chi non Ú riconosciuta come tale. Nei casi di sentenze di divorzio all'estero che non rientrino tra quelle regolate dalla direttiva UE, ma appunto dalla L 218/95, ciˇ che vale Ú la legislazione dello Stato dove si emette la sentenza (art. 64) o il provvedimento (art.65) e se in quello Stato in conseguenza della sentenza o provvedimento, si producono gli effetti di legge dello scioglimento del matrimonio. Per cui l'obbiezione da fare nell'opposizione scritta alla notifica del pre-avviso scritto e motivato, d'intenzione di non trascrivere (se non Ú stata fatta questa notifica il provvedimento di rifiuto Ú nullo e si ricorre al TAR, vedere discussione nel forum di comuni.it, con il Dr.Scolaro, Inviato: Mer 06 Feb 2008 QUI-CLIK) era proprio quella di far notare con ogni mezzo di prova, che per la normativa della Danimarca, la Prefettura puˇ emettere sentenze equivalenti a quelle di un Tribunale, oppure se si tratta di provvedimenti di organismo non giudiziale.

Nel verificarsi il primo caso, il rifiuto Ú illegittimo, mentre nel secondo si ha necessitß della sentenza di Delibazione della Corte d'Appello. La C.d. A. non puˇ rigettare il ricorso, in quanto previsto, oltre che per supposta e giustificata mancanza di una delle condizioni previste dall'art 64 e rilevata per iscritto dall'UdSC, anche per i casi di provvedimenti esteri di scioglimento del matrimonio (art. 65) emessi da organismi esteri diversi, non giudiziali (ad es. notai, Udsc etc) e previsti da quello Stato (anche in questo caso leggasi la discussione sul forum di comuni.it. CLIK QUI). ╔ importante sottolineare:
Corte appello Milano, 27 marzo 1998
L'art. 65 l. n. 218 del 1995, che si applica ai provvedimenti stranieri di divorzio, deroga all'art. 64, sicchÚ non Ŕ possibile ricorrere a quest'ultimo ove vengano in rilievo situazioni contemplate nel primo.
Ciˇ significa che per essere dichiarato valido in italia un provvedimento di divorzio estero, attraverso una sentenza di Delibazione, deve rispettare solamente:

  1. che la giurisdizione sia di quello Stato per averci contratto matrimonio o se la giurisdizione sia stata libera elezione, in osservanza all'art 4 della 218/95.
  2. che non sia contrario all'ordine pubblico;
  3. che sia stato rispettato il diritto alla difesa;
  4. che non ci siano sentenze italiane con lo stesso oggetto, contrarie al provvedimento estero;
  5. che non si sia iniziata una causa riguardante lo stesso oggetto in Italia.

Vedasi anche le osservazioni fatte in questo stesso Forum CLIK QUI
Inoltre da osservare che lei puˇ anche agire ai sensi della Legge 1░ dicembre 1970, n. 898, art . 3, il quale detta che lo scioglimento o la cessazione degli effetti civili del matrimonio, pu˛ essere domandato da uno dei coniugi, quando, comma 2) lettera e), l'altro coniuge, cittadino straniero, ha ottenuto all'estero l'annullamento o lo scioglimento del matrimonio o ha contratto all'estero nuovo matrimonio;

Infine, per darle un suggerimento, poichÚ il ''mi dice'' del suo avvocato non ha fondamenti, chieda al suo avvocato di farsi mettere per iscritto il rifiuto del Cancelliere della Corte di Appello e le sue motivazioni d'inamissibilitß, poi si vedrß.

_________________
Dr. Guido Baccoli
Consulente legale - Burocratico e Giuridico

Esclusivamente per chi desidera per propria scelta ed esigenza, chiedere una consulenza completa individuale nei minimi particolari del suo caso personale o una difesa extragiudiziale, puˇ scrivere ed ottenere un preventivo a guidobaccoli@hotmail.com
INDICE DEI MIEI ARGOMENTI PI┌ IMPORTANTI
http://www.burocraziaconsolare.com/guido-baccoli-f84/indice-argomenti-piu-rilevanti-ed-importanti-di-guido-baccoli-t787.htm
____________________________
╔ meglio non avere legge, che non farla osservare.
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente http://www.burocraziaconsolare.com
giovanni



Numero di messaggi : 5
Data d'iscrizione : 19.11.08

MessaggioOggetto: Re: trascrizione divorzio da organo amministrativo in danimarca al comune   Gio Nov 20, 2008 10:12 am

grazie molte per la risposta, Ŕ coincide con quello che ho sempre asserito io, purtroppo il mio legale non so se per inesperienza sembra tergiversare e non Ŕ sicuro sul da farsi prover˛ a fargli leggere la vostra risposta, con la speranza che questi sia per lui fonte di dissipazione dei dubbi, anche perchŔ se Ŕ vero che la cancelleria di venezia vuole il contenzioso con la mia ex moglie, vorrei capire cosa potrebbe opporre la stessa che si Ŕ risposata nemmeno un anno dopo il divorzio.
Il PM di portogruaro interpellato dal UDS non menziona ne l'art 64 ne l' art 65 dice semplicemente che una sentenza emessa da un organo amministrativo non Ŕ riconosciuta automaticamente, e ci invita alla delibazione. Non capisco come possa la cancellaria possa anche se interpellata telefonicamente asserire che nel mio caso non posso accedere alla delibazione. Comunque grazie molte per la vostra sollecita risposta, e se avete suggerimenti che posso passare al mio legale grazie ancora
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
Guido Baccoli
Fondatore
Fondatore


Numero di messaggi : 2756
EtÓ : 64
LocalitÓ : Santo Domingo - Rep. Dominicana
Data d'iscrizione : 12.01.08

MessaggioOggetto: Re: trascrizione divorzio da organo amministrativo in danimarca al comune   Gio Nov 20, 2008 2:29 pm

Ha ragione il PM e coincide con quello che le ho riferito riguardo l'applicazione dell'art 65, (provvedimento e non sentenza), per il quale Ú necessaria, a seconda delle interpretazioni, la sentenza di delibazione.
Il suggerimento l'ho giß dato:
Citazione :
Infine, per darle un suggerimento, poichÚ il ''mi dice'' del suo avvocato non ha fondamenti, chieda al suo avvocato di farsi mettere per iscritto il rifiuto del Cancelliere della Corte di Appello e le sue motivazioni d'inamissibilitß, poi si vedrß
.
Oppure chieda il divorzio ai sensi della Legge 1░ dicembre 1970, n. 898, art . 3, II comma, lettera e), soprariportato.

_________________
Dr. Guido Baccoli
Consulente legale - Burocratico e Giuridico

Esclusivamente per chi desidera per propria scelta ed esigenza, chiedere una consulenza completa individuale nei minimi particolari del suo caso personale o una difesa extragiudiziale, puˇ scrivere ed ottenere un preventivo a guidobaccoli@hotmail.com
INDICE DEI MIEI ARGOMENTI PI┌ IMPORTANTI
http://www.burocraziaconsolare.com/guido-baccoli-f84/indice-argomenti-piu-rilevanti-ed-importanti-di-guido-baccoli-t787.htm
____________________________
╔ meglio non avere legge, che non farla osservare.
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente http://www.burocraziaconsolare.com
giovanni



Numero di messaggi : 5
Data d'iscrizione : 19.11.08

MessaggioOggetto: Re: trascrizione divorzio da organo amministrativo in danimarca al comune   Lun Dic 15, 2008 1:26 pm

Scusate il lungo silenzio, proprio oggi l'avvocato mi ha contattato confermando che la corte d'appello di venezia riufiuta il ricorso dicendo che non Ŕ applicabile la delibazione in base all'art 44 a tutte quelle nazioni che non hanno ratificalo la legge 2001 e quindi bisogna presentare un atto di citazione(in questo caso estera) con conseguente lungaggine di tempi e costi, ma Ŕ mai possibile che funzioni davvero cosý? ma tutti quei paesi che non fanno parte dell'unione europea e che non conoscono nemmeno la legge 2001 perchŔ a loro si puo delibare ho letto di delibazioni fatte da atti notarili esempio cuba, ma davvero Ŕ cosý complicato? Purtroppo sospetto che il mio avvocato inesperiente a quanto pare non stia facendo le cose giuste, ma cosa posso fare senza dover cambiare avvocato?
Se potete aiutarmi ve ne sono grato
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
Guido Baccoli
Fondatore
Fondatore


Numero di messaggi : 2756
EtÓ : 64
LocalitÓ : Santo Domingo - Rep. Dominicana
Data d'iscrizione : 12.01.08

MessaggioOggetto: Re: trascrizione divorzio da organo amministrativo in danimarca al comune   Lun Dic 15, 2008 3:35 pm

'╔ un'interpretazione della Corte d'Appello, che va contrastata prima con una memoria difensiva ben articolata, in risposta al rifiuto ovviamente ufficiale, scritto e motivato della Corte, che comunque a questo punto, deve dichiarare l'inapplicabilitß dell'art. 44, con una sentenza. Se la Corte non accede e procede ad emettere la sentenza d'inamissibilitß (non puˇ rifiutarsi), essendoci comunque una decisione scritta e motivata, se non sono in errore e gradirei il parere anche di Amedeo e del Dr Scolaro, sono in grave omissione d'atti di ufficio e quindi denunciabili alla Procura della Repubblica. L'avvocato deve sapere come scriverlo e prospettarlo nella memoria difensiva. Non so se, in alternativa, si possa ricorrere al rifiuto scritto del ricorso senza sentenza, alla Suprema Corte di Cassazione; dovrei studiarlo ad hoc. Non si lasci abbattere, nessuno e niente Ú facile nella vita, soprattutto quando si ha a che fare con i poteri, a volte esuberanti. delle PA e della Giustizia.

_________________
Dr. Guido Baccoli
Consulente legale - Burocratico e Giuridico

Esclusivamente per chi desidera per propria scelta ed esigenza, chiedere una consulenza completa individuale nei minimi particolari del suo caso personale o una difesa extragiudiziale, puˇ scrivere ed ottenere un preventivo a guidobaccoli@hotmail.com
INDICE DEI MIEI ARGOMENTI PI┌ IMPORTANTI
http://www.burocraziaconsolare.com/guido-baccoli-f84/indice-argomenti-piu-rilevanti-ed-importanti-di-guido-baccoli-t787.htm
____________________________
╔ meglio non avere legge, che non farla osservare.
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente http://www.burocraziaconsolare.com
giovanni



Numero di messaggi : 5
Data d'iscrizione : 19.11.08

MessaggioOggetto: Re: trascrizione divorzio da organo amministrativo in danimarca al comune   Mar Dic 16, 2008 3:55 pm

Informandomi meglio con l'avvocato a quanto sembra lui ha chiesto un parere alla cancelleria della corte d appello che gli ha detto che se depositava come ricorso gli sarebbe sicuramente stato poi rifutato per i motivi di cui sopra, quindo lui crede che sia meglio seguire queste indicazioni per evitare inutili lungaggini e quindi procedere con la notifica e bla bla bla...Lei Ŕ l'unico faro che mi da luce ed anche se vorrei che questa infinita storia sia giÓ finita, mi vedo costretto ad accettare questa condotta del mio avvocato sperando che stia facendo bene il suo operato, certo che Ŕ triste ho parlato ieri con la mia ex moglie che si Ŕ scandalizzata ed io aggiungo giustamente, e non so nemmeno come comportarmi perchŔ da un lato io verso gli assegni di mantenimento per il figlio dell'altra la mia amministrazione ha accettato una mia dichiarazione dove affermo di essere divorziato e quindi non percepisco assegni familiari, di fatto ho dichiarato il falso quindi magari rischio anche una denuncia per dichiarazione mendace...mah certo Ŕ che costa molto avere riconosciuti i propri diritti.....la ringrazio sinceramente
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
Guido Baccoli
Fondatore
Fondatore


Numero di messaggi : 2756
EtÓ : 64
LocalitÓ : Santo Domingo - Rep. Dominicana
Data d'iscrizione : 12.01.08

MessaggioOggetto: Re: trascrizione divorzio da organo amministrativo in danimarca al comune   Mar Dic 16, 2008 8:00 pm

Se il suo avvocato crede che il parere orale del Cancelliere sia pi˙ importante di un rifiuto ufficiale scritto con tanto di motivazioni (e io sostengo che deve essere per sentenza) del Giudice.....non so che dirle e mi dispiace leggere le sue lamentele.

Mi permetto ricordare che ognuno Ú responsabile delle proprie scelte e decisioni e che i professionisti da lei pagati ed eletti, sono al suo servizio non per dare esagerata importanza oserei dire anche alquanto ''azzardata'', come quella di dare retta ad un opinione del Cancelliere, ma per dare la battaglia necessaria con i passi necessari. Non Ú mio stile e non fa parte dell'etica professionale dare giudizi su qualsiasi professionista e me ne scuso profondamente, ma in questo caso mi sento pi˙ uomo che professionista, quindi prenda lei le redini e decida lei se continuare su quella strada o se sia meglio cambiare macchina e direzione. Scusi, ma se un medico da retta all'opinione di un infermiere (senza togliere niente a quest'ultimo) su come usare il bisturi per un'operazione chirurgica, personalmente cambio medico. Lei Ú il responsabile delle sue decisioni e nessuno, nemmeno un professionista puˇ decidere per lei, l'ultima parola Ú sempre del cliente. Una volta ponderata la SUA decisione, qualunque essa sia, niente vittimismi che non portano a niente, se non al quasi certo fallimento della ''impresa''.
Auguri sinceri.

_________________
Dr. Guido Baccoli
Consulente legale - Burocratico e Giuridico

Esclusivamente per chi desidera per propria scelta ed esigenza, chiedere una consulenza completa individuale nei minimi particolari del suo caso personale o una difesa extragiudiziale, puˇ scrivere ed ottenere un preventivo a guidobaccoli@hotmail.com
INDICE DEI MIEI ARGOMENTI PI┌ IMPORTANTI
http://www.burocraziaconsolare.com/guido-baccoli-f84/indice-argomenti-piu-rilevanti-ed-importanti-di-guido-baccoli-t787.htm
____________________________
╔ meglio non avere legge, che non farla osservare.
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente http://www.burocraziaconsolare.com
giovanni



Numero di messaggi : 5
Data d'iscrizione : 19.11.08

MessaggioOggetto: Re: trascrizione divorzio da organo amministrativo in danimarca al comune   Mer Dic 17, 2008 1:54 am

Ha ragione lei, devo ponderare e decidere, purtroppo un cittadino comune quale io sono ancorchŔ abutuato a prendere a volte anche tragiche decisioni in contesti certamente pi¨ cruenti (sono un militare di carriera) ho un rapporto con la legge ed i suoi rappresentanti quasi di timore reverenziale, forse dipende da stralci culturali non so, ma in ogni caso devo convenire con lei che stiamo parlando di un professionista al mio servizio, certo i suoi consigli vanno ascoltati, ma credo che sia fondamentale un rapporto di fiducia che evidentemente io non ho con il mio legale.
Credo che la cosa pi¨ opportuna sia rivolgermi ad un altro legale che sappia instaurare questo fondamentale rapporto fiduciario.
la ringrazio sentitamente, ne approfitto per augurarle un felice e sereno natale nonchŔ un sereno anno nuovo.
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
Guido Baccoli
Fondatore
Fondatore


Numero di messaggi : 2756
EtÓ : 64
LocalitÓ : Santo Domingo - Rep. Dominicana
Data d'iscrizione : 12.01.08

MessaggioOggetto: Re: trascrizione divorzio da organo amministrativo in danimarca al comune   Mer Dic 17, 2008 4:56 pm

Grazie a lei. Mi fa piacere che abbia capito il punto pi˙ cruciale, critico e importante della relazione tra il professionista incaricato e il cliente: IL RAPPORTO DI FIDUCIA. A volte accorgenomi io stesso come professionista incaricato, della mancanza di fiducia (umana e comprensibile) del cliente, sono io a declinare l'incarico o a rifiutarlo dal principio.
Buon NAtale anche a lei e anche ai suoi cari.

P.S. Il timore reverenziale spesso Ú una nostra programmazione che ci siamo lasciati fare dagli altri (genitori, societß, scuola, ambiente esterno). Dobbiamo azzerare la programmazione estranea e riprogrammare i nostri timori per conto nostro, assumendone tutte le responsabilitß e non permettere a noi stessi di poter tirar fuori scuse che la ''colpa'' Ú degli altri; chi decide le nostre vite e il nostro futuro siamo noi. Ricordiamoci che il rapporto con la legge ed i suoi rappresentanti deve essere di pretendere di essere serviti e riconoscerci istituzionalmente i nostri diritti, quando ce li calpestano, per questo esistono i Tribunali e i Giudici, che sono al servizio della giustizia a e di chi ne reclama il rispetto. Rispetto si, ma non timore. Non Ú facile, nessuno dice che Ú facile!! Anzi, troppo spesso nemmeno cosÝ otteniamo giustizia: siamo tutti unomini e tutti imperfetti, con la possibilitß di sbagliare, ma mai darci per vinti e se cadiamo, rialziamoci e riniziamo.

_________________
Dr. Guido Baccoli
Consulente legale - Burocratico e Giuridico

Esclusivamente per chi desidera per propria scelta ed esigenza, chiedere una consulenza completa individuale nei minimi particolari del suo caso personale o una difesa extragiudiziale, puˇ scrivere ed ottenere un preventivo a guidobaccoli@hotmail.com
INDICE DEI MIEI ARGOMENTI PI┌ IMPORTANTI
http://www.burocraziaconsolare.com/guido-baccoli-f84/indice-argomenti-piu-rilevanti-ed-importanti-di-guido-baccoli-t787.htm
____________________________
╔ meglio non avere legge, che non farla osservare.
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente http://www.burocraziaconsolare.com
Sereno.SCOLARO
Moderatore
Moderatore


Numero di messaggi : 420
Data d'iscrizione : 02.03.08

MessaggioOggetto: Re: trascrizione divorzio da organo amministrativo in danimarca al comune   Dom Dic 21, 2008 1:07 am

Siceramente, mi sono "perso", nel senso che non colgo il riferimento all'art. 44 (di quale norma?) e viene il dubbio che, invece, si tratti del Regolamento (CE) n. 44/2001 del Consiglio del 22 dicembre 2000, che, per altro, non si applicherebbe ai divorzi, separazioni personali ed annullamento del matrimonio, per cui occorre fare riferimento al Regolamento (CE) n. 2201/2003 del Consiglio del 27 novembre 2003.
Per il regno di Danimarca (che ha uno statuto peculiare di adesione all'Unione europea, che comporta, tra l'altro, che sia il solo Stato membro che puo' decidere se applicare o meno un Regolamento dell'Unione (per gli altri Stati membri i Regolamentisono norme, di rango primario (= leggi), direttamente applicabili negli Stati membri)), si ricorda come tale Stato abbia ritenuto di non darvi applicazione, con la conseguenza che le sentenze di divorzio, separazione personale o annullamento del matrimonio (ma anche i provvedimenti riguardo ai figli), possano essere oggetto di riconoscimento in Italia ai sensi dell'art. 64 della L. 31 maggio 1995, n. 218.
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
Guido Baccoli
Fondatore
Fondatore


Numero di messaggi : 2756
EtÓ : 64
LocalitÓ : Santo Domingo - Rep. Dominicana
Data d'iscrizione : 12.01.08

MessaggioOggetto: Re: trascrizione divorzio da organo amministrativo in danimarca al comune   Dom Dic 21, 2008 2:00 am

Non si Ú perso! Anzi ha colto ancor pi˙ a fondo ciˇ che non ho voluto specificare (riferimento legislativo errato) in quanto l'avvocato, riferisce un opinione verbale del cancelliere, che ''consiglia'' di non fare richiesta di delibazione in quanto ''non permesso'' dall'art 44.
Di quale normativa non si capisce e se non ho infierito troppo Ú perchÚ non mi pareva valesse la pena, visto che il parere orale del Cancelliere sull'ammissibilitß dell'istanza di delibazione, (anche e soprattutto considerando l'errato riferimento) vale quanto quello di un vigile urbano, sempre che non sia l'avvocato ad essere piuttosto confuso sul da farsi e sempre dato per buono che Giovanni, non sia lui a confondersi nell'esporci i fatti.

Ho specificato anch'io e quindi concordo con lei, che si dovrebbe applicare l'art 64 della 218/95, ma da quello che specifica l'utente, l'UdSC con il parere positivo del PM, ci sarebbe da verificare se la Prefettura in Danimarca, puˇ emettere sentenze equivalenti a quelle di un Tribunale, oppure se si tratta di provvedimenti di organismo non giudiziale.
In quest'ultimo caso si applicherebbero gli art.65 e 66 218/95, con richiesta di delibazione alla Corte d'Appello.
Altra possibile scelta, Ú richiedere l'applicazione della Legge 1░ dicembre 1970, n. 898, art . 3, il quale detta che lo scioglimento o la cessazione degli effetti civili del matrimonio, pu˛ essere domandato da uno dei coniugi, quando, comma 2) lettera e), l'altro coniuge, cittadino straniero, ha ottenuto all'estero l'annullamento o lo scioglimento del matrimonio o ha contratto all'estero nuovo matrimonio. CosÝ come sopra riportato.
Ci auguriamo che Giovanni, esca fuori da questa confusione, il come e con quale legale, lo deciderß lui e gli facciamo i migliori auguri.

_________________
Dr. Guido Baccoli
Consulente legale - Burocratico e Giuridico

Esclusivamente per chi desidera per propria scelta ed esigenza, chiedere una consulenza completa individuale nei minimi particolari del suo caso personale o una difesa extragiudiziale, puˇ scrivere ed ottenere un preventivo a guidobaccoli@hotmail.com
INDICE DEI MIEI ARGOMENTI PI┌ IMPORTANTI
http://www.burocraziaconsolare.com/guido-baccoli-f84/indice-argomenti-piu-rilevanti-ed-importanti-di-guido-baccoli-t787.htm
____________________________
╔ meglio non avere legge, che non farla osservare.
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente http://www.burocraziaconsolare.com
Sereno.SCOLARO
Moderatore
Moderatore


Numero di messaggi : 420
Data d'iscrizione : 02.03.08

MessaggioOggetto: Re: trascrizione divorzio da organo amministrativo in danimarca al comune   Dom Dic 21, 2008 10:30 am

Avevo, ed intenzionalmente, evitato l'art. 3, n. 2), lett. e) L. 1░ dicembre 1970, n. 898, sembramdomi che la questione posta fosse attorno al "riconoscimento" della sentenza (ammesso che si possa partale di sentenza ...) danese e non semplicemente di come acquisire, o ri-acquisire, una condizione di stato libero anche per l'ordinamento italiano.
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
Contenuto sponsorizzato




MessaggioOggetto: Re: trascrizione divorzio da organo amministrativo in danimarca al comune   Oggi a 11:58 am

Tornare in alto Andare in basso
 
trascrizione divorzio da organo amministrativo in danimarca al comune
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 1 di 1
 Argomenti simili
-
» trascrizione divorzio da organo amministrativo in danimarca al comune
» Trascrizione Divorzio Amministrativo Russo
» Trascrizione divorzio in italia per divorzio ottenuto in Inghilterra
» Trascrizione divorzio usa- italia
» Registrazione in Italia di divorzio in Brasile

Permesso di questo forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
Italiani all'Estero e Stranieri in Italia :: ITALIANI ALL'ESTERO :: BUROCRAZIA E ATTI CONSOLARI :: MATRIMONIO ALL'ESTERO-
Andare verso: