Italiani all'Estero e Stranieri in Italia

Consolato, Ambasciata, Matrimonio all'estero, Divorzio all'Estero, divorzio rapido, divorzio al vapore, Stranieri in Italia, Matrimoni misti, sposarsi all'estero, divorziarsi all'estero. REPUBBLICA DOMINICANA
 
IndiceIndice  PortalePortale  GalleriaGalleria  FAQFAQ  CercaCerca  RegistratiRegistrati  AccediAccedi  

Condividere | 
 

 Adozione all'estero per cittadini iscritti AIRE

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
AutoreMessaggio
rolasche



Numero di messaggi : 1
Data d'iscrizione : 04.03.12

MessaggioTitolo: Adozione all'estero per cittadini iscritti AIRE   Dom Mar 04, 2012 11:46 pm

Gentili Signori,

siamo una coppia sposata di cittadini italiani residenti all'estero per motivi di lavoro dal 2002 (data di iscrizione all'AIRE), prima in diversi paesi europei e, da 4 mesi, negli Stati Uniti.
Saremmo intenzionati ad avviare una procedura di adozione nazionale negli Stati Uniti dove attualmente risediamo.
In base a quanto letto in materia, il Tribunale per i minori dovrebbe essere l’istituzione italiana competente per il riconoscimento del provvedimento statunitense di adozione e per la conseguente trascrizione nei registri dello stato civile italiano.

Tuttavia abbiamo ancora alcuni dubbi che speriamo di chiarirci con il vostro aiuto:

1. essendo residenti continuativamente all’estero dal 2002 (ovvero piu’ di 2 anni) ma solo da 4 mesi negli USA, possiamo seguire per l’adozione la normativa USA e, una volta ottenuta l’adozione, richiederne la trascrizione in Italia ? o e' necessario essere attendere che siano trascorsi anche 2 anni negli USA ?
2. quale documentazione e' necessaria per la pratica di riconoscimento e trascrizione in Italia ?
3. e' una pratica che possiamo seguire da soli o e' consigliabile affidarsi ad un avvocato ?
4. quali sono i tempi medi necessari per completare la procedura di trascrizione (il Tribunale dei minori di Bologna sarebbe quello competente nel nostro caso) ?

Vi ringraziamo per la vostra attenzione.

Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
Guido Baccoli
Fondatore
Fondatore
avatar

Numero di messaggi : 2760
Età : 64
Località : Santo Domingo - Rep. Dominicana
Data d'iscrizione : 12.01.08

MessaggioTitolo: Re: Adozione all'estero per cittadini iscritti AIRE   Lun Mar 05, 2012 7:40 pm

rolasche ha scritto:
Gentili Signori,

siamo una coppia sposata di cittadini italiani residenti all'estero per motivi di lavoro dal 2002 (data di iscrizione all'AIRE), prima in diversi paesi europei e, da 4 mesi, negli Stati Uniti.
Saremmo intenzionati ad avviare una procedura di adozione nazionale negli Stati Uniti dove attualmente risediamo.
In base a quanto letto in materia, il Tribunale per i minori dovrebbe essere l’istituzione italiana competente per il riconoscimento del provvedimento statunitense di adozione e per la conseguente trascrizione nei registri dello stato civile italiano.

Tuttavia abbiamo ancora alcuni dubbi che speriamo di chiarirci con il vostro aiuto:

1. essendo residenti continuativamente all’estero dal 2002 (ovvero piu’ di 2 anni) ma solo da 4 mesi negli USA, possiamo seguire per l’adozione la normativa USA e, una volta ottenuta l’adozione, richiederne la trascrizione in Italia ? o e' necessario essere attendere che siano trascorsi anche 2 anni negli USA ? In realtá dovrebbero essere due anni nel Paese per cui si sta usufruendo dell'adozione secondo le loro leggi nazionali, ma in realtá il Tribunale dei minori dovrebbe considerare la Convenzione internazionale applicando l'interesse superiore del fanciullo, ratificato in Italia addirittura come legge nazionale. Purtroppo esiste giurisprudenza diversa ed addiritura opposta a seconda della citta italiana ed il Tribunale dei minori territorialmente competente.
2. quale documentazione e' necessaria per la pratica di riconoscimento e trascrizione in Italia ? Se l'Ambasciata italiana ed ancor piú l'unico titolare della decisione, l'UdSC della cittá di Bologna, accetta di registrare il nuovo atto di nascita che per sentenza fa apparire come genitori gli adottanti, si puó chiedere la semplice trascrizione dell'atto di nascita ai sensi dell'art 65 della L. 218/95. Se rifiuta, obbligatoriamente si dovrá richiedere ed aspettare la sentenza di delibazione (ratifica) della sentenza straniera.
3. e' una pratica che possiamo seguire da soli o e' consigliabile affidarsi ad un avvocato ? Potete seguirlo da soli oppure basterebbe un Consulente legale specializzato. L'avvocato sará necessario ed imprescindibile solo se si dovrá richiere la delibazione della sentenza estera, nel caso appunto, non si accolga la domanda di trascrizione atto di nascita ai sensi dell'art e legge sopracitati.
4. quali sono i tempi medi necessari per completare la procedura di trascrizione (il Tribunale dei minori di Bologna sarebbe quello competente nel nostro caso) ?
La decisione di trascrivere o meno ai sensi della succitata legge, che deve essere ben supportata da voi o dal Consulente legale, incluso eventuali memorie difensive possibili ai sensi dell'art 10 bis della 241/90, dopo l'avviso di rifiuto, al fine che l'UdSC si convinca a trascrivere, sono 30 gg dal momento della domanda ed eventualmente altri 30 dal momento che l'UdSC avvisa con le dovute motivazioni della sua intenzione di non registrare l'atto di nascita. Se invece si deve ricorrere al Tribunale dei minori i tempi purtroppo sono sempre molto lunghi ed assolutamente relativi per ogni Tribunale di ogni cittá italiana.
Vi ringraziamo per la vostra attenzione.

Le risposte in caratteri rossi, riportate nel suo testo. Auguri sinceri di un lieto fine.

_________________
Dr. Guido Baccoli
Consulente legale - Burocratico e Giuridico

ESCLUSIVAMENTE E SOLO per chi desidera per propria scelta ed esigenza, chiedere una consulenza completa individuale nei minimi particolari del suo caso personale o una difesa extragiudiziale, puó scrivere ed ottenere un preventivo di retribuzione e spese SPECIFICANDO NELL'OGGETTO: "PREVENTIVO" a guidobaccoli@hotmail.com .
INDICE DEI MIEI ARGOMENTI PIÚ IMPORTANTI
http://www.burocraziaconsolare.com/guido-baccoli-f84/indice-argomenti-piu-rilevanti-ed-importanti-di-guido-baccoli-t787.htm
____________________________
É meglio non avere legge, che non farla osservare.
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente http://www.burocraziaconsolare.com
silviacx



Numero di messaggi : 2
Data d'iscrizione : 18.07.17

MessaggioTitolo: Re: Adozione all'estero per cittadini iscritti AIRE   Mar Lug 18, 2017 12:45 pm

Buongiorno Dr. Guido Baccoli,

Abbiamo trovato molto interessante la sua risposta e avremmo bisogno di un approfondimento.
In riferimento alla domanda n.2:
"2. quale documentazione e' necessaria per la pratica di riconoscimento e trascrizione in Italia ? Se l'Ambasciata italiana ed ancor piú l'unico titolare della decisione, l'UdSC della cittá di Bologna, accetta di registrare il nuovo atto di nascita che per sentenza fa apparire come genitori gli adottanti, si puó chiedere la semplice trascrizione dell'atto di nascita ai sensi dell'art 65 della L. 218/95."

Da quale normativa/regolamento si evince chiaramente che l'atto di adozione puo' essere trasmesso all'ufficio anagrafe di competenza (UdSC) senza passare dal Tribunale dei Minori? La trasmissione all'UdSC spetta all'Ambasciata?

Grazie in anticipo per la sua cortese attenzione.
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
bostik
Amministratori
Amministratori


Numero di messaggi : 3739
Località : Colombia
Data d'iscrizione : 22.07.08

MessaggioTitolo: Re: Adozione all'estero per cittadini iscritti AIRE   Mer Lug 19, 2017 12:45 pm

silviacx ha scritto:
Buongiorno Dr. Guido Baccoli,

Abbiamo trovato molto interessante la sua risposta e avremmo bisogno di un approfondimento.
In riferimento alla domanda n.2:
"2. quale documentazione e' necessaria per la pratica di riconoscimento e trascrizione in Italia ? Se l'Ambasciata italiana ed ancor piú l'unico titolare della decisione, l'UdSC della cittá di Bologna, accetta di registrare il nuovo atto di nascita che per sentenza fa apparire come genitori gli adottanti, si puó chiedere la semplice trascrizione dell'atto di nascita ai sensi dell'art 65 della L. 218/95."

Da quale normativa/regolamento si evince chiaramente che l'atto di adozione puo' essere trasmesso all'ufficio anagrafe di competenza (UdSC) senza passare dal Tribunale dei Minori? La trasmissione all'UdSC spetta all'Ambasciata?

Grazie in anticipo per la sua cortese attenzione.

L'articolo 65 della legge 218/95 appunto.Quella legge regola l'interpretazione del diritto int.le applicato alla normativa italiana.Si legga anche il dpr.396/2000 sulla trasmissione degli atti di stato civile.
Saluti
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
silviacx



Numero di messaggi : 2
Data d'iscrizione : 18.07.17

MessaggioTitolo: Re: Adozione all'estero per cittadini iscritti AIRE   Mer Lug 19, 2017 1:05 pm

Egr. Dr Baccoli, grazie per la disponibilita' e la solerte risposta. Proviamo tuttavia a riformulare la domanda: L'ambasciata e' dunque tenuta a inviare l'atto di adozione emesso da tribunale straniero (debitamente attestato e tradotto) al solo comune di registrazione anagrafica o e' obbligata a trasmetterlo al Tribunale dei Minori in Italia per la trascrizione? (fermo restando che come genitori adottivi siamo iscritti all'Aire). Noi pensiamo (e capiamo da quanto letto) che il nostro comune di ultima residenza possa accettare di registrare l'atto di nascita di nostro figlio adottivo senza passare da un atto di trascrizione presso il Tribunale dei minori in Italia. L'Ambasciata potrebbe pero' imporci la trascrizione presso il Tribunale italiano?
Grazie ancora.
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
bostik
Amministratori
Amministratori


Numero di messaggi : 3739
Località : Colombia
Data d'iscrizione : 22.07.08

MessaggioTitolo: Re: Adozione all'estero per cittadini iscritti AIRE   Ven Lug 21, 2017 1:58 pm

silviacx ha scritto:
Egr. Dr Baccoli, grazie per la disponibilita' e la solerte risposta. Proviamo tuttavia a riformulare la domanda: L'ambasciata e' dunque tenuta a inviare l'atto di adozione emesso da tribunale straniero (debitamente attestato e tradotto) al solo comune di registrazione anagrafica o e' obbligata a trasmetterlo al Tribunale dei Minori in Italia per la trascrizione? (fermo restando che come genitori adottivi siamo iscritti all'Aire). Noi pensiamo (e capiamo da quanto letto) che il nostro comune di ultima residenza possa accettare di registrare l'atto di nascita di nostro figlio adottivo senza passare da un atto di trascrizione presso il Tribunale dei minori in Italia. L'Ambasciata potrebbe pero' imporci la trascrizione presso il Tribunale italiano?
Grazie ancora.

Come sa,non possiamo fare consulenze dettagliate online.Le conviene contattare privatamente il dott.Baccoli,anche se chiaramente il servizio ha un costo : guidobaccoli@hotmail.com
Non è una questione facilmente risolvibile sulle pagine di un forum.
Saluti
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
Contenuto sponsorizzato




MessaggioTitolo: Re: Adozione all'estero per cittadini iscritti AIRE   

Tornare in alto Andare in basso
 
Adozione all'estero per cittadini iscritti AIRE
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 1 di 1
 Argomenti simili
-
» Adozione all'estero per cittadini iscritti AIRE
» Assistenza sanitaria estero neonato con genitori non iscritti all'AIRE
» MATRIMONIO IN ITALIA DI ITALIANI RESIDENTI AIRE
» Assistenza sanitaria quando si è in Italia?
» IMU italiani iscritti all'AIRE

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
Italiani all'Estero e Stranieri in Italia :: ADOZIONE INTERNAZIONALE ALl'ESTERO, VALIDA IN ITALIA? :: ADOZIONI, QUANTE DIFFICOLTÀ!!-
Andare verso: