Italiani all'Estero e Stranieri in Italia

Consolato, Ambasciata, Matrimonio all'estero, Divorzio all'Estero, divorzio rapido, divorzio al vapore, Stranieri in Italia, Matrimoni misti, sposarsi all'estero, divorziarsi all'estero. REPUBBLICA DOMINICANA
 
IndiceIndice  PortalePortale  GalleriaGalleria  FAQFAQ  CercaCerca  RegistratiRegistrati  AccediAccedi  

Condividere | 
 

 Visto per ricongiungimento familiare

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
AutoreMessaggio
Paola1



Numero di messaggi : 8
Data d'iscrizione : 06.09.11

MessaggioTitolo: Visto per ricongiungimento familiare   Lun Mar 26, 2012 5:40 pm

Buonasera, ho cercato nel forum le risposte che cerco ma non le ho trovate, mi scuso in anticipo nel caso ci fossero....
Sono Italiana, ho sposato un Dominicano e siamo ora in attesa del visto per lui. Quello che vorrei gentilmente sapere è: una volta in Italia per fare la richiesta di CDS e le varie pratiche in Comune è sufficente mostrare il visto o c'è bisogno di altri documenti che lui deve portare da Santo Domingo? la richiesta si fa in Questura? ultima cosa, quando si va a ritirare il visto si paga??
grazie per l'attenzione
Cari saluti.
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
Amedeo
Amministratori
Amministratori


Numero di messaggi : 1613
Età : 68
Data d'iscrizione : 14.06.08

MessaggioTitolo: Re: Visto per ricongiungimento familiare   Mar Mar 27, 2012 2:43 am

Paola1 ha scritto:
Buonasera, ho cercato nel forum le risposte che cerco ma non le ho trovate, mi scuso in anticipo nel caso ci fossero....
Sono Italiana, ho sposato un Dominicano e siamo ora in attesa del visto per lui. Quello che vorrei gentilmente sapere è: una volta in Italia per fare la richiesta di CDS e le varie pratiche in Comune è sufficente mostrare il visto o c'è bisogno di altri documenti che lui deve portare da Santo Domingo? la richiesta si fa in Questura? ultima cosa, quando si va a ritirare il visto si paga??
grazie per l'attenzione
Cari saluti.

Consiglio di leggere l'art. 10 del DL 30/2007. Non occorre altro che il passaporto con il visto ed una copia del certificato di matrimonio. La richiesta si fa in questura e non ha cpsti.

Un saluto,

_________________
Amedeo Intonti

Autore di:
- Manuale di sopravvivenza burocratica per italiani con partner straniero
- Ricongiungimento ... step by step
reperibili su www.edizionidellimpossibile.com

solo per casi riservatissimi, e-mail: amedeointonti@burocraziaconsolare.com
indice generale: http://www.burocraziaconsolare.com/amedeo-f80/indice-generale-di-amedeo-t767.htm#4762
Difensore Civico di www.tuttostranieri.it/forum/
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
Paola1



Numero di messaggi : 8
Data d'iscrizione : 06.09.11

MessaggioTitolo: grazie   Mar Mar 27, 2012 9:53 am

Grazie Amedo, è stato gentilissimo, corro a leggere.
Riguardo al costo mi riferivo a: quando mio marito va in ambasciata a santo domingo per ritirare il passaporto con il visto, questo "diciamo" ritiro si paga?
Ho informazioni contrastanti, chi dice si, chi dice no. Vorrei capire per preparare mio marito ad un'eventuale richiesta di denaro che gli possano fare.
Grazie ancora.
Saluti.



Amedeo ha scritto:
Paola1 ha scritto:
Buonasera, ho cercato nel forum le risposte che cerco ma non le ho trovate, mi scuso in anticipo nel caso ci fossero....
Sono Italiana, ho sposato un Dominicano e siamo ora in attesa del visto per lui. Quello che vorrei gentilmente sapere è: una volta in Italia per fare la richiesta di CDS e le varie pratiche in Comune è sufficente mostrare il visto o c'è bisogno di altri documenti che lui deve portare da Santo Domingo? la richiesta si fa in Questura? ultima cosa, quando si va a ritirare il visto si paga??
grazie per l'attenzione
Cari saluti.

Consiglio di leggere l'art. 10 del DL 30/2007. Non occorre altro che il passaporto con il visto ed una copia del certificato di matrimonio. La richiesta si fa in questura e non ha cpsti.

Un saluto,
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
bostik
Amministratori
Amministratori


Numero di messaggi : 3773
Località : Colombia
Data d'iscrizione : 22.07.08

MessaggioTitolo: Re: Visto per ricongiungimento familiare   Mar Mar 27, 2012 1:35 pm

Paola1 ha scritto:
Grazie Amedo, è stato gentilissimo, corro a leggere.
Riguardo al costo mi riferivo a: quando mio marito va in ambasciata a santo domingo per ritirare il passaporto con il visto, questo "diciamo" ritiro si paga?
Ho informazioni contrastanti, chi dice si, chi dice no. Vorrei capire per preparare mio marito ad un'eventuale richiesta di denaro che gli possano fare.
Grazie ancora.
Saluti.



Amedeo ha scritto:
Paola1 ha scritto:
Buonasera, ho cercato nel forum le risposte che cerco ma non le ho trovate, mi scuso in anticipo nel caso ci fossero....
Sono Italiana, ho sposato un Dominicano e siamo ora in attesa del visto per lui. Quello che vorrei gentilmente sapere è: una volta in Italia per fare la richiesta di CDS e le varie pratiche in Comune è sufficente mostrare il visto o c'è bisogno di altri documenti che lui deve portare da Santo Domingo? la richiesta si fa in Questura? ultima cosa, quando si va a ritirare il visto si paga??
grazie per l'attenzione
Cari saluti.

Consiglio di leggere l'art. 10 del DL 30/2007. Non occorre altro che il passaporto con il visto ed una copia del certificato di matrimonio. La richiesta si fa in questura e non ha cpsti.

Un saluto,

Per motivi familiari è gratis.Se chiedono soldi è estorsione.
Saluti
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
Paola1



Numero di messaggi : 8
Data d'iscrizione : 06.09.11

MessaggioTitolo: Re: Visto per ricongiungimento familiare   Mar Mar 27, 2012 2:54 pm

Grazie Bostik.
Un caro saluto.
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
Raku



Numero di messaggi : 4
Data d'iscrizione : 11.04.12

MessaggioTitolo: Re: Visto per ricongiungimento familiare   Mer Apr 11, 2012 6:02 pm

buonasera a tutti!
Sono cittadina italiana sposata con un ragazzo congolese.
Mio marito sta richiedendo il visto per l'ingresso in Italia, ma mi stanno sorgendo dubbi sulla prassi da seguire. Al primo incontro in consolato a mio marito è stato richiesto il nulla osta per ricongiungimento familiare (documento non necessario nel caso in cui il cittadino straniero sia sposato con cittadina italiana) e una serie di altre cose non necessarie (assicurazione sanitaria ecc). addirittura quando ho fatto notare al consolato il fatto che questi documenti non servissero, mi hanno risposto di non esseri ferrati sull argomento Suspect ....quindi si sono "documentati" e rettificato il tutto richiedendomi solo copia del passaporto,copia del certificato del matrimonio e indirizzo presso il quale abiteremo.
Abbiamo presentato i documenti richiesti e siamo in attesa dell esito... avrei bisogno però di delucidazioni. A mio marito hanno fatto fare una richiesta di visto per un mese (io pensavo si potesse fare già illimitato) ...per cui al momento dell'acquisto del biglietto aereo dovremo acquistare anche il volo di ritorno?? ...al momento del suo arrivo in Italia come facciamo per ottenere la carta di soggiorno?..ed...è normale il fatto che ci abbiano chiesto ben 132 $ per la richiesta del visto (mi sembrava di aver letto da qualche parte che era pressochè gratuito, ho fatto notare anche questo al consolato...ma la risposta è stata la stessa,ovvero che non erano ferrati sull argomento)?

possibile che questa gente che lavora ai consolati non ne abbia un'idea sulle reali procedure??? Shocked Shocked Shocked
grazie mille
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
bostik
Amministratori
Amministratori


Numero di messaggi : 3773
Località : Colombia
Data d'iscrizione : 22.07.08

MessaggioTitolo: Re: Visto per ricongiungimento familiare   Gio Apr 12, 2012 1:46 pm

Raku ha scritto:
buonasera a tutti!
Sono cittadina italiana sposata con un ragazzo congolese.
Mio marito sta richiedendo il visto per l'ingresso in Italia, ma mi stanno sorgendo dubbi sulla prassi da seguire. Al primo incontro in consolato a mio marito è stato richiesto il nulla osta per ricongiungimento familiare (documento non necessario nel caso in cui il cittadino straniero sia sposato con cittadina italiana) e una serie di altre cose non necessarie (assicurazione sanitaria ecc). addirittura quando ho fatto notare al consolato il fatto che questi documenti non servissero, mi hanno risposto di non esseri ferrati sull argomento Suspect ....quindi si sono "documentati" e rettificato il tutto richiedendomi solo copia del passaporto,copia del certificato del matrimonio e indirizzo presso il quale abiteremo.
Abbiamo presentato i documenti richiesti e siamo in attesa dell esito... avrei bisogno però di delucidazioni. A mio marito hanno fatto fare una richiesta di visto per un mese (io pensavo si potesse fare già illimitato) ...per cui al momento dell'acquisto del biglietto aereo dovremo acquistare anche il volo di ritorno?? ...al momento del suo arrivo in Italia come facciamo per ottenere la carta di soggiorno?..ed...è normale il fatto che ci abbiano chiesto ben 132 $ per la richiesta del visto (mi sembrava di aver letto da qualche parte che era pressochè gratuito, ho fatto notare anche questo al consolato...ma la risposta è stata la stessa,ovvero che non erano ferrati sull argomento)?

possibile che questa gente che lavora ai consolati non ne abbia un'idea sulle reali procedure??? Shocked Shocked Shocked
grazie mille

Va chiesto un visto per motivi familiari,sensi legge 30/2007.Forse in consolato hanno capito che voleva un turistico...Lei vive in Congo o in Italia ?
Saluti
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
Raku



Numero di messaggi : 4
Data d'iscrizione : 11.04.12

MessaggioTitolo: Re: Visto per ricongiungimento familiare   Gio Apr 12, 2012 2:19 pm

Io sono tornata in Italia a gennaio (sono incinta per cui dovevo "sbrigarmi" a tornare), mio marito ora è in Congo. Gli hanno dato un modulo da compilare che è quello che usano per tutte le richieste Schengen Visa (io ho parlato con il console e ho fatto presente che siamo sposati e che il matrimonio è gia stato trascritto al mio comune), nel modulo hanno scelto il visto per visita a familiare, abbiamo poi allegato certificato di matrimonio, copia del mio passaporto e dichiarazione redatta da me dove indico l indirizzo presso il quale risiederemo.
Però mio marito mi diceva che gli hanno fatto fare richiesta per il visto per una durata di un mese. Io tra l'altro dal di qua faccio un po' fatica ad avere informazioni sulla procedura corretta perchè il consolato di Lubumbashi è totalmente impreparato su qualsiasi argomento e l'ambasciata di Kinshasa (a cui fa rif.il consolato) non è molto disponibile e non risponde nè a mail nè rilascia informazioni telefoniche....





bostik ha scritto:
Raku ha scritto:
buonasera a tutti!
Sono cittadina italiana sposata con un ragazzo congolese.
Mio marito sta richiedendo il visto per l'ingresso in Italia, ma mi stanno sorgendo dubbi sulla prassi da seguire. Al primo incontro in consolato a mio marito è stato richiesto il nulla osta per ricongiungimento familiare (documento non necessario nel caso in cui il cittadino straniero sia sposato con cittadina italiana) e una serie di altre cose non necessarie (assicurazione sanitaria ecc). addirittura quando ho fatto notare al consolato il fatto che questi documenti non servissero, mi hanno risposto di non esseri ferrati sull argomento Suspect ....quindi si sono "documentati" e rettificato il tutto richiedendomi solo copia del passaporto,copia del certificato del matrimonio e indirizzo presso il quale abiteremo.
Abbiamo presentato i documenti richiesti e siamo in attesa dell esito... avrei bisogno però di delucidazioni. A mio marito hanno fatto fare una richiesta di visto per un mese (io pensavo si potesse fare già illimitato) ...per cui al momento dell'acquisto del biglietto aereo dovremo acquistare anche il volo di ritorno?? ...al momento del suo arrivo in Italia come facciamo per ottenere la carta di soggiorno?..ed...è normale il fatto che ci abbiano chiesto ben 132 $ per la richiesta del visto (mi sembrava di aver letto da qualche parte che era pressochè gratuito, ho fatto notare anche questo al consolato...ma la risposta è stata la stessa,ovvero che non erano ferrati sull argomento)?

possibile che questa gente che lavora ai consolati non ne abbia un'idea sulle reali procedure??? Shocked Shocked Shocked
grazie mille

Va chiesto un visto per motivi familiari,sensi legge 30/2007.Forse in consolato hanno capito che voleva un turistico...Lei vive in Congo o in Italia ?
Saluti
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
bostik
Amministratori
Amministratori


Numero di messaggi : 3773
Località : Colombia
Data d'iscrizione : 22.07.08

MessaggioTitolo: Re: Visto per ricongiungimento familiare   Ven Apr 13, 2012 7:59 am

Raku ha scritto:
Io sono tornata in Italia a gennaio (sono incinta per cui dovevo "sbrigarmi" a tornare), mio marito ora è in Congo. Gli hanno dato un modulo da compilare che è quello che usano per tutte le richieste Schengen Visa (io ho parlato con il console e ho fatto presente che siamo sposati e che il matrimonio è gia stato trascritto al mio comune), nel modulo hanno scelto il visto per visita a familiare, abbiamo poi allegato certificato di matrimonio, copia del mio passaporto e dichiarazione redatta da me dove indico l indirizzo presso il quale risiederemo.
Però mio marito mi diceva che gli hanno fatto fare richiesta per il visto per una durata di un mese. Io tra l'altro dal di qua faccio un po' fatica ad avere informazioni sulla procedura corretta perchè il consolato di Lubumbashi è totalmente impreparato su qualsiasi argomento e l'ambasciata di Kinshasa (a cui fa rif.il consolato) non è molto disponibile e non risponde nè a mail nè rilascia informazioni telefoniche....





bostik ha scritto:
Raku ha scritto:
buonasera a tutti!
Sono cittadina italiana sposata con un ragazzo congolese.
Mio marito sta richiedendo il visto per l'ingresso in Italia, ma mi stanno sorgendo dubbi sulla prassi da seguire. Al primo incontro in consolato a mio marito è stato richiesto il nulla osta per ricongiungimento familiare (documento non necessario nel caso in cui il cittadino straniero sia sposato con cittadina italiana) e una serie di altre cose non necessarie (assicurazione sanitaria ecc). addirittura quando ho fatto notare al consolato il fatto che questi documenti non servissero, mi hanno risposto di non esseri ferrati sull argomento Suspect ....quindi si sono "documentati" e rettificato il tutto richiedendomi solo copia del passaporto,copia del certificato del matrimonio e indirizzo presso il quale abiteremo.
Abbiamo presentato i documenti richiesti e siamo in attesa dell esito... avrei bisogno però di delucidazioni. A mio marito hanno fatto fare una richiesta di visto per un mese (io pensavo si potesse fare già illimitato) ...per cui al momento dell'acquisto del biglietto aereo dovremo acquistare anche il volo di ritorno?? ...al momento del suo arrivo in Italia come facciamo per ottenere la carta di soggiorno?..ed...è normale il fatto che ci abbiano chiesto ben 132 $ per la richiesta del visto (mi sembrava di aver letto da qualche parte che era pressochè gratuito, ho fatto notare anche questo al consolato...ma la risposta è stata la stessa,ovvero che non erano ferrati sull argomento)?

possibile che questa gente che lavora ai consolati non ne abbia un'idea sulle reali procedure??? Shocked Shocked Shocked
grazie mille

Va chiesto un visto per motivi familiari,sensi legge 30/2007.Forse in consolato hanno capito che voleva un turistico...Lei vive in Congo o in Italia ?
Saluti

Svelato l'arcano...vi siete rivolti ad un consolato onorario... Rolling Eyes
Lasci perdere Lubumbashi e contatti Kinshasa via fax,PEC,racc.A/R.Sono loro l'autoritá competente,segua la procedura indicata sul loro sito,la legge di riferimento é sempre il dlgs.30/2007.
Saluti
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
marzia



Numero di messaggi : 4
Data d'iscrizione : 16.04.12

MessaggioTitolo: Re: Visto per ricongiungimento familiare   Lun Apr 16, 2012 4:32 pm

Salve,
sono italiana, con permesso di residenza in Brasile acquisita attraverso investimento due anni fa, fin ora non ho ancora effettuato il cambio di residenza e secondo il mio comune figuro ancora come residente in Italia. Durante questi due anni ho lavorato 8 mesi all anno in Brasile e vissuto 4 mesi in Italia, senza nessuna occupazione.
Da un anno convivo con un brasiliano (in Brasile), non siamo sposati, e stiamo aspettando una bambina. Vorremmo che la bimba nascesse in Italia anche per poter trascorrere questo momento felice vicino alla mia famiglia. La bimba nascerá ad agosto e noi voleremo in Italia a maggio, la nascita coincide con la scadenza del visto turistico del mio compagno. Ci siamo informati al consolato italiano di Rio de Janeiro dove ci hanno detto che finché la bambina non nasce non puó essere emesso il visto per ricongiungimento familiare e non mi é neppure stato spiegato se
al momento del certificato di paternitá alla mano posso fare il processo di richiesta di carta di soggiorno in Italia o se lui deve ritornare in Brasile e richiedere il visto al consolato italiano in Brasile.Ammesso non concesso che la richiesta possa essere effettuata dall Italia, per l emissione potrebbero passare altri 3 mesi, cosa fa la persona interessata resta illegale in Italia con il rischio di essere deportato e una volta deportato di non avere piu possibiltà di rientrare in Italia per un tempo indeterminato o lungo che sia?
Inoltre mi sembra di aver capito che per il ricongiungimento familiare la parte italiana deve dimostrare di avere una rendita per sustentare il familiare straniero, cosa che non posso dimostrare lavorando in Brasile.
La permanenza in Italia sarebbe di 8 mesi al massimo, poi ritorneremo tutti e tre in Brasile e secondo quanto letto, il ricongiungimento é applicabile ad un cittadino extracomunitario che vuole raggiungere la famiglia che vive legalmente (fissa) in Italia. Mi preme avere delucidazioni al riguardo perchè anche se ora come ora non vogliamo vivere fissi in Italia, tra un paio d anni molto probabilmente si.
Avrei voluto essere più sintetica, spero per lo meno di esser stata abbastanza incisiva.
Ammesso che possa ottenere la carta di soggiorno a chi devo rivolgermi per la procedura perchè sul sito del ministero le procedure sono spiegate in modo pietoso e i moduli per fare richiesta on line sono indicati da link inesistenti.
Piu leggo al riguardo piu mi sento confusa. Confido nel vostro aiuto
Grazie
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
Amedeo
Amministratori
Amministratori


Numero di messaggi : 1613
Età : 68
Data d'iscrizione : 14.06.08

MessaggioTitolo: Re: Visto per ricongiungimento familiare   Mar Apr 17, 2012 2:41 am

marzia ha scritto:
Salve,
sono italiana, con permesso di residenza in Brasile acquisita attraverso investimento due anni fa, fin ora non ho ancora effettuato il cambio di residenza e secondo il mio comune figuro ancora come residente in Italia. Durante questi due anni ho lavorato 8 mesi all anno in Brasile e vissuto 4 mesi in Italia, senza nessuna occupazione.
Da un anno convivo con un brasiliano (in Brasile), non siamo sposati, e stiamo aspettando una bambina. Vorremmo che la bimba nascesse in Italia anche per poter trascorrere questo momento felice vicino alla mia famiglia. La bimba nascerá ad agosto e noi voleremo in Italia a maggio, la nascita coincide con la scadenza del visto turistico del mio compagno. Ci siamo informati al consolato italiano di Rio de Janeiro dove ci hanno detto che finché la bambina non nasce non puó essere emesso il visto per ricongiungimento familiare e non mi é neppure stato spiegato se
al momento del certificato di paternitá alla mano posso fare il processo di richiesta di carta di soggiorno in Italia o se lui deve ritornare in Brasile e richiedere il visto al consolato italiano in Brasile.Ammesso non concesso che la richiesta possa essere effettuata dall Italia, per l emissione potrebbero passare altri 3 mesi, cosa fa la persona interessata resta illegale in Italia con il rischio di essere deportato e una volta deportato di non avere piu possibiltà di rientrare in Italia per un tempo indeterminato o lungo che sia?
Inoltre mi sembra di aver capito che per il ricongiungimento familiare la parte italiana deve dimostrare di avere una rendita per sustentare il familiare straniero, cosa che non posso dimostrare lavorando in Brasile.
La permanenza in Italia sarebbe di 8 mesi al massimo, poi ritorneremo tutti e tre in Brasile e secondo quanto letto, il ricongiungimento é applicabile ad un cittadino extracomunitario che vuole raggiungere la famiglia che vive legalmente (fissa) in Italia. Mi preme avere delucidazioni al riguardo perchè anche se ora come ora non vogliamo vivere fissi in Italia, tra un paio d anni molto probabilmente si.
Avrei voluto essere più sintetica, spero per lo meno di esser stata abbastanza incisiva.
Ammesso che possa ottenere la carta di soggiorno a chi devo rivolgermi per la procedura perchè sul sito del ministero le procedure sono spiegate in modo pietoso e i moduli per fare richiesta on line sono indicati da link inesistenti.
Piu leggo al riguardo piu mi sento confusa. Confido nel vostro aiuto
Grazie

La richiesta di una CdS consiglio di farla solo dopo aver deciso di vivere in Italia, perchè fanno controlli.

Un saluto,

_________________
Amedeo Intonti

Autore di:
- Manuale di sopravvivenza burocratica per italiani con partner straniero
- Ricongiungimento ... step by step
reperibili su www.edizionidellimpossibile.com

solo per casi riservatissimi, e-mail: amedeointonti@burocraziaconsolare.com
indice generale: http://www.burocraziaconsolare.com/amedeo-f80/indice-generale-di-amedeo-t767.htm#4762
Difensore Civico di www.tuttostranieri.it/forum/
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
marzia



Numero di messaggi : 4
Data d'iscrizione : 16.04.12

MessaggioTitolo: Re: Visto per ricongiungimento familiare   Mar Apr 17, 2012 10:57 am

Ok grazie...
Per quanto tempo hanno l obbligo di effettuare i controlli?
Dopo quanto tempo un cittadino straniero può soggiornare piu di tre mesi nei Paesi UE?

Grazie
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
Amedeo
Amministratori
Amministratori


Numero di messaggi : 1613
Età : 68
Data d'iscrizione : 14.06.08

MessaggioTitolo: Re: Visto per ricongiungimento familiare   Mer Apr 18, 2012 2:16 am

marzia ha scritto:
Ok grazie...
Per quanto tempo hanno l obbligo di effettuare i controlli?
Dopo quanto tempo un cittadino straniero può soggiornare piu di tre mesi nei Paesi UE?

Grazie

90 giorni.

Non può se non ha una carta di soggiorno nel paese dove vuole risiedere.

Un saluto,

_________________
Amedeo Intonti

Autore di:
- Manuale di sopravvivenza burocratica per italiani con partner straniero
- Ricongiungimento ... step by step
reperibili su www.edizionidellimpossibile.com

solo per casi riservatissimi, e-mail: amedeointonti@burocraziaconsolare.com
indice generale: http://www.burocraziaconsolare.com/amedeo-f80/indice-generale-di-amedeo-t767.htm#4762
Difensore Civico di www.tuttostranieri.it/forum/
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
marzia



Numero di messaggi : 4
Data d'iscrizione : 16.04.12

MessaggioTitolo: Re: Visto per ricongiungimento familiare   Mer Apr 18, 2012 12:42 pm

Ma se i controlli vengono fatti durante 90 giorni noi ci fermeremo 240 giorni quindi quando faranno i controlli noi saremo presenti nel suolo Italiano.

Cittadino extracomunitario che abbia ottenuto il permesso di soggiorno come dice Lei sará sottoposto a dei controlli per verificare se presente in Italia, ma per quanti anni uno deve stare in Italia per ottenere la libertà di muoversi da un Paese all altro senza dover pensare di non superare i 3 mesi. Per esempio io con il mio visto posso liberamente stare in Brasile o uscire ma allo scadere del documento brasiliano (RNE,dopo 3 anni) se sarò rimasta almeno 6 mesi all anno in Brasile (non necessariamente consecutivi) sarà rinnovato altrimenti sarà analizzato il caso con rischio di annullamento del visto.

La sua risposta riguardo al tempo è stata "90 giorni di controllo", ma non capisco perchè mi ha scoraggiato a fare la richiesta di soggiorno quando a rigor di logica il problema per il mio caso non sussiste: la nostra permanenza sarà di 240 giorni, tempo largamente superiore al tempo dei controlli.

Ringrazio per l' attenzione
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
bostik
Amministratori
Amministratori


Numero di messaggi : 3773
Località : Colombia
Data d'iscrizione : 22.07.08

MessaggioTitolo: Re: Visto per ricongiungimento familiare   Mer Apr 18, 2012 2:11 pm

marzia ha scritto:
Ma se i controlli vengono fatti durante 90 giorni noi ci fermeremo 240 giorni quindi quando faranno i controlli noi saremo presenti nel suolo Italiano.

Cittadino extracomunitario che abbia ottenuto il permesso di soggiorno come dice Lei sará sottoposto a dei controlli per verificare se presente in Italia, ma per quanti anni uno deve stare in Italia per ottenere la libertà di muoversi da un Paese all altro senza dover pensare di non superare i 3 mesi. Per esempio io con il mio visto posso liberamente stare in Brasile o uscire ma allo scadere del documento brasiliano (RNE,dopo 3 anni) se sarò rimasta almeno 6 mesi all anno in Brasile (non necessariamente consecutivi) sarà rinnovato altrimenti sarà analizzato il caso con rischio di annullamento del visto.

La sua risposta riguardo al tempo è stata "90 giorni di controllo", ma non capisco perchè mi ha scoraggiato a fare la richiesta di soggiorno quando a rigor di logica il problema per il mio caso non sussiste: la nostra permanenza sarà di 240 giorni, tempo largamente superiore al tempo dei controlli.

Ringrazio per l' attenzione

Amedeo parlava di 90 giorni in altri paesi Schengen.Per i controlli non vi sòno tempi definiti.
Saluti
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
marzia



Numero di messaggi : 4
Data d'iscrizione : 16.04.12

MessaggioTitolo: Re: Visto per ricongiungimento familiare   Mer Apr 18, 2012 2:27 pm

Perchè avrebbe dovuto rispondermi norme riguardanti "altri paesi Schengen" se stiamo parlando di Italia e Brasile? Ringrazio comunque per l' informazione tuttavia non pertinente.
Distrazione mia per non aver letto con la dovuta attenzione il testo che segue.
dal decreto legislativo 30/2007 da voi ripetutamente citato

[...] L’articolo 10 disciplina la carta di soggiorno per il familiare del cittadino dell’Unione con cittadinanza di Stato extracomunitario: trascorsi tre mesi dall’ingresso nel territorio nazionale, il familiare interessato deve fare richiesta alla questura del luogo di residenza per il rilascio della carta di soggiorno.
La carta di soggiorno ha validità quinquennale anche nell’eventualità di assenze temporanee non superiori a sei mesi e, nel caso di periodi maggiori, quando l’assenza è dovuta all’assolvimento di obblighi militari o è dovuta a rilevanti motivi quali gravidanza e maternità o malattia grave.

Questa credo sia la risposta che mi interessava.
Grazie.

Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
Guido Baccoli
Fondatore
Fondatore
avatar

Numero di messaggi : 2760
Età : 65
Località : Santo Domingo - Rep. Dominicana
Data d'iscrizione : 12.01.08

MessaggioTitolo: Re: Visto per ricongiungimento familiare   Dom Mag 06, 2012 10:13 am

marzia ha scritto:
Perchè avrebbe dovuto rispondermi norme riguardanti "altri paesi Schengen" se stiamo parlando di Italia e Brasile? Ringrazio comunque per l' informazione tuttavia non pertinente.
Distrazione mia per non aver letto con la dovuta attenzione il testo che segue.
dal decreto legislativo 30/2007 da voi ripetutamente citato

[...] L’articolo 10 disciplina la carta di soggiorno per il familiare del cittadino dell’Unione con cittadinanza di Stato extracomunitario: trascorsi tre mesi dall’ingresso nel territorio nazionale, il familiare interessato deve fare richiesta alla questura del luogo di residenza per il rilascio della carta di soggiorno.
La carta di soggiorno ha validità quinquennale anche nell’eventualità di assenze temporanee non superiori a sei mesi e, nel caso di periodi maggiori, quando l’assenza è dovuta all’assolvimento di obblighi militari o è dovuta a rilevanti motivi quali gravidanza e maternità o malattia grave.

Questa credo sia la risposta che mi interessava.
Grazie.

I miei amici non hanno voluto rispondere alla sua autorisposta per il suo oserei dire, sarcasmo, ma lo faccio io. Questo forum non da consigli o spiega come aggirare norme rispetto alla realtá. In effetti voi non andreste a risiedere in Italia e quindi la Carta di Soggiorno non dovrebbe essere chiesta, perché non sarete li residenti ameno che non facciate tutte le pratiche per la sua disiscrizione all'AIRE e la nuova richiesta di trasferire la sua residenza in Italia (spero non ci dica che lei non é iscritta AIRE, visto l'obbligo di farlo e quindi di essere cancellata dai cittadini residenti in territorio italiano).

INoltre la norma da lei citata, giustamente é stata da noi ripetuta all'infinito a ripetute ed identiche domande (cosa proibita dal regolamento) ed abbiamo anche spiegato che i ''trascorsi i tre mesi'' é stato mal espresso e sono intervenute varie spiegazioni ufficiali, specificando che la CDS deve essere chiesta prima che scadano i tre mesi dall'entrata in Italia. Inoltre sappia che una volta ottenuta la CDS e superati i controlli con l'inganno, il titolare di CDS non puó assentarsi per piú di sei mesi dal territorio italiano, pena il ritiro o annullamento della CDS anche alla frontiera.

_________________
Dr. Guido Baccoli
Consulente legale - Burocratico e Giuridico

ESCLUSIVAMENTE E SOLO per chi desidera per propria scelta ed esigenza, chiedere una consulenza completa individuale nei minimi particolari del suo caso personale o una difesa extragiudiziale, puó scrivere ed ottenere un preventivo di retribuzione e spese SPECIFICANDO NELL'OGGETTO: "PREVENTIVO" a guidobaccoli@hotmail.com .
INDICE DEI MIEI ARGOMENTI PIÚ IMPORTANTI
http://www.burocraziaconsolare.com/guido-baccoli-f84/indice-argomenti-piu-rilevanti-ed-importanti-di-guido-baccoli-t787.htm
____________________________
É meglio non avere legge, che non farla osservare.
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente http://www.burocraziaconsolare.com
amr



Numero di messaggi : 2
Data d'iscrizione : 15.10.12

MessaggioTitolo: riunire di nuovo la mia famiglia con me in Italia   Lun Ott 15, 2012 2:56 pm

Buona sera ,
colgo l'occasione per fare i complimenti a questo forum che permette a tante persone che non conoscono bene le leggi di poter capire ed usufruire dei loro diritti.
sono cittadino italiano da poco piu di 2 anni e sono di origine egiziana, vorrei poter fare venire mio fratello e mia madre a vivere con me qui in italia vista la ns situazione familiare nella quale io sono unico riferimento sia per mia madre che per mio fratello dopo il decesso di mio padre purtroppo. scusate se sono lungo nella spiegazione ma spero che possa essere utile nel potermi dare una risposta al mio caso.
quando ero piccolo ( 3 anni circa) mio padre (egiziano) porto' me e mia madre in italia a vivere con lui con un ricongiungimento familiare . dopodiche e' nato mio unico fratello in italia . nel 1998 mio padre e mancato e mia madre ha deciso di tornare in egitto perche da sola in italia non ce la poteva fare con 2 figli. io avevo 14 anni e mio fratello appena 7 anni. quando mi accorsi che mi stava per scadere il permesso di soggiorno ,venni in italia e lavorai per rinnovarlo. dopo anni ho ottenuto la carta di soggiorno ed ora la cittadinanza. vorrei sapere se posso ora portare i miei qui in italia senza dover penare le pene dell'inferno per emettere il visto . e se il fatto che i miei avevano prima un permesso di soggiorno , ma sopratutto mio fratello che e nato in italia ha piu facilitazioni a venire? circa 2 anni e mezzo fa' avevo fatto il visto turistico per entrambi(allora ero solo cittadino egiziano) e quindi mi hanno fatto fare le fidejussioni bancarie ed anche pagato i visti per entrambi (mia mare e mio fratello)-
tra 10 giorni vado in egitto a trovarli per 3 settimane e magari qualche vostra proposta di andare in consolato italiano laggiu e fare qualche cosa sara fattibile.
spero che qualcuno mi aiuti a capire meglio i miei diritti ora e poter ricongiungere la mia famiglia , spero lo stesso per tutti voi.
grazie a tutti anticipatamente . grazie !
amr
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
bostik
Amministratori
Amministratori


Numero di messaggi : 3773
Località : Colombia
Data d'iscrizione : 22.07.08

MessaggioTitolo: Re: Visto per ricongiungimento familiare   Mar Ott 16, 2012 2:35 pm

amr ha scritto:
Buona sera ,
colgo l'occasione per fare i complimenti a questo forum che permette a tante persone che non conoscono bene le leggi di poter capire ed usufruire dei loro diritti.
sono cittadino italiano da poco piu di 2 anni e sono di origine egiziana, vorrei poter fare venire mio fratello e mia madre a vivere con me qui in italia vista la ns situazione familiare nella quale io sono unico riferimento sia per mia madre che per mio fratello dopo il decesso di mio padre purtroppo. scusate se sono lungo nella spiegazione ma spero che possa essere utile nel potermi dare una risposta al mio caso.
quando ero piccolo ( 3 anni circa) mio padre (egiziano) porto' me e mia madre in italia a vivere con lui con un ricongiungimento familiare . dopodiche e' nato mio unico fratello in italia . nel 1998 mio padre e mancato e mia madre ha deciso di tornare in egitto perche da sola in italia non ce la poteva fare con 2 figli. io avevo 14 anni e mio fratello appena 7 anni. quando mi accorsi che mi stava per scadere il permesso di soggiorno ,venni in italia e lavorai per rinnovarlo. dopo anni ho ottenuto la carta di soggiorno ed ora la cittadinanza. vorrei sapere se posso ora portare i miei qui in italia senza dover penare le pene dell'inferno per emettere il visto . e se il fatto che i miei avevano prima un permesso di soggiorno , ma sopratutto mio fratello che e nato in italia ha piu facilitazioni a venire? circa 2 anni e mezzo fa' avevo fatto il visto turistico per entrambi(allora ero solo cittadino egiziano) e quindi mi hanno fatto fare le fidejussioni bancarie ed anche pagato i visti per entrambi (mia mare e mio fratello)-
tra 10 giorni vado in egitto a trovarli per 3 settimane e magari qualche vostra proposta di andare in consolato italiano laggiu e fare qualche cosa sara fattibile.
spero che qualcuno mi aiuti a capire meglio i miei diritti ora e poter ricongiungere la mia famiglia , spero lo stesso per tutti voi.
grazie a tutti anticipatamente . grazie !
amr

La legge di riferimento è il dlgs.30/2007.Per tua madre non c'è problema per il ric.fam.,per tuo fratello bisogna vedere se ha meno di 21 anni ed è a carico.In alternativa per tuo fratello,puoi tentare con un visto turistico speciale per familiare di cittadino UE,poi in Italia chiedete un PDS art.19 del TU,per inespellibilità di parente convivente entro il secondo grado con cittadino italiano.Fondamentale avere gli atti di nascita che certificano la parentela.
Saluti
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
amr



Numero di messaggi : 2
Data d'iscrizione : 15.10.12

MessaggioTitolo: Re: Visto per ricongiungimento familiare   Mar Ott 16, 2012 4:34 pm

Buonasera

grazie per la pronta risposta, quindi per mia madre dovrei fare la richiesta di visto qui in italia per ricongiungimento familiare. senza dover dimostrare che lei è mio carico vero? e dove lo richiedo in questura?

per quanto concerne mio fratello ha 22 anni e non e a mio carico, quindi penso dovrei andare direttamente alla seconda opzione che lei citava cioe' farlo venire con visto turistico per poi a seguire un Pds art 19. anche questo visto turistico devo chiederlo in italia oppure fare richiesta al consolato italiano quando sono in egitto? sono visti soggetti a richieste di Fidejussioni?
in entrambi i casi devo pagare i visti?

grazie
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
bostik
Amministratori
Amministratori


Numero di messaggi : 3773
Località : Colombia
Data d'iscrizione : 22.07.08

MessaggioTitolo: Re: Visto per ricongiungimento familiare   Mar Ott 16, 2012 5:47 pm

amr ha scritto:
Buonasera

grazie per la pronta risposta, quindi per mia madre dovrei fare la richiesta di visto qui in italia per ricongiungimento familiare. senza dover dimostrare che lei è mio carico vero? e dove lo richiedo in questura?

per quanto concerne mio fratello ha 22 anni e non e a mio carico, quindi penso dovrei andare direttamente alla seconda opzione che lei citava cioe' farlo venire con visto turistico per poi a seguire un Pds art 19. anche questo visto turistico devo chiederlo in italia oppure fare richiesta al consolato italiano quando sono in egitto? sono visti soggetti a richieste di Fidejussioni?
in entrambi i casi devo pagare i visti?

grazie

Tutto al consolato italiano in Egitto.Per tua madre,non devi pagare nulla,essendo ric.fam.Per tuo fratello,forse ti chiederanno i 60 euro,la fideussione non é dovuta,l'assicurazione medica sí.
Saluti
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
Contenuto sponsorizzato




MessaggioTitolo: Re: Visto per ricongiungimento familiare   

Tornare in alto Andare in basso
 
Visto per ricongiungimento familiare
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 1 di 1
 Argomenti simili
-
» Documentazione per visto per ricongiungimento familiare
» IL VISTO PER RICONGIUNGIMENTO FAMILIARE!
» estensione visto per ricongiungimento familiare [BRASILE]
» Visto per ricongiungimento familiare coniuge statunitense
» rinnovo visto di ricongiungimento

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
Italiani all'Estero e Stranieri in Italia :: LA REPUBBLICA DOMINICANA E SANTO DOMINGO :: IL VISTO PER RICONGIUNGIMENTO FAMILIARE-
Andare verso: