Italiani all'Estero e Stranieri in Italia

Consolato, Ambasciata, Matrimonio all'estero, Divorzio all'Estero, divorzio rapido, divorzio al vapore, Stranieri in Italia, Matrimoni misti, sposarsi all'estero, divorziarsi all'estero. REPUBBLICA DOMINICANA
 
IndiceIndice  PortalePortale  GalleriaGalleria  FAQFAQ  CercaCerca  RegistrarsiRegistrarsi  AccediAccedi  

Condividere | 
 

 PDS per "paternitß"...?

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
Andare alla pagina : 1, 2  Seguente
AutoreMessaggio
bostik
Amministratori
Amministratori


Numero di messaggi : 3625
LocalitÓ : Colombia
Data d'iscrizione : 22.07.08

MessaggioOggetto: PDS per "paternitß"...?   Mer Gen 14, 2009 9:07 pm

Sono rimasto un pˇ perplesso,leggendo su un altro forum del fatto che il partner extra-comunitario(non sposato ed anche in condizione di illegalitß) di una cittadina italiana in stato interessante possa avere un PDS per stare diciamo, vicino alla compagna,durante il parto e nei mesi immediamente successivi...Si sa che il T.U(non modificato dalla Bossi-Fini),concede il PDS per cure mediche alla donna extra-comunitaria per un determinato numero di mesi,ma non alla persona di sesso maschile in condizione di futuro padre... Sembra che pure la cassazione abbia confermato il diritto della futura madre a godere della vicinanza del partner.La domanda Ú questa:ma come si fa a provarlo?se fino a quando il bambino non Ú nato,non si puˇ registrare all'anagrafe...forse con il DNA(ma Ú possibile quest'esame quendo il feto Ú ancora in placenta?) o le questure potrebbero accettare autocertificazioni in questo campo...?Ribadisco,se da un lato potrebbe essere positiva come cosa,dall'altro mi viene da pensare agli eventuali abusi a cui si andrebbe incontro...Credo sia superfluo sottolineare che una volta ottenuto questo PDS,e nato il bambino si puˇ poi chiedere un PDS secondo ex.art.19 del T.U ovvero sull'inespellibilitß del parente entro il 4 grado di cittadino italiano ed anche una CDS per familiare di cittadino UE,secondo il dlgs.30/2007... Rolling Eyes
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
Amedeo
Amministratori
Amministratori


Numero di messaggi : 1613
EtÓ : 67
Data d'iscrizione : 14.06.08

MessaggioOggetto: Re: PDS per "paternitß"...?   Gio Gen 15, 2009 5:03 am

... che io ricordi, sarebbe possibile un riconoscimento paterno pre-nascita. Forse qualche chiarimento potrebbe fornirlo Sereno Scolaro.

Un saluto a tutti,

_________________
Amedeo Intonti

Autore di:
- Manuale di sopravvivenza burocratica per italiani con partner straniero
- Ricongiungimento ... step by step
reperibili su www.edizionidellimpossibile.com

solo per casi riservatissimi, e-mail: amedeointonti@burocraziaconsolare.com
indice generale: http://www.burocraziaconsolare.com/amedeo-f80/indice-generale-di-amedeo-t767.htm#4762
Difensore Civico di www.tuttostranieri.it/forum/
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
Sereno.SCOLARO
Moderatore
Moderatore


Numero di messaggi : 420
Data d'iscrizione : 02.03.08

MessaggioOggetto: Re: PDS per "paternitß"...?   Gio Gen 15, 2009 6:28 am

Il riconoscimento del nascituro e' senz'altro possibile, con una delle forme dell'art. 254 C.C., cioe' o con atto pubblico o con dichiarazione resa avanti ad un Ufficiale dello stato civile, con l'avvertenza, tuttavia, che il riconoscimento del nascituro e' ammesso: a) da parte della madre-gestante, b) da parte di entrambi i genitori, assieme (con il medesimo atto), c) da parte del padre, se la madre abbia gia' in precedenza effettuato il riconoscimento del nascituro e presti il proprprio consenso.
In altre parole, il padre non e' ammesso al riconoscimento del figlio naturale nascituro "da solo".
Tuttavia, va osservato come il riconoscimento del nascituro venga a produrre i propri effetti solo con la nascita del figlio (art. 1 C.C.), rimanendo, per cosi' dire, "pendente" prima della nascita.
Il chÚ comporta che, anche con l'esibizione di copia dell'atto pubblico o di un estratto per copia integrale dell'atto con cui Ŕ stato effettuato il riconoscimento del nascituro, questo non pu˛ costituire titolo ai fini del rilascio di un permesso di soggiorno, non sussistendo (fino alla nascita) alcun rapporto giuridico con il nascituro (per carenza di capacita' giuridica del figlio); in altri termini, il padre che abbia riconosciuto il figlio naturale non si trova in una posizione giuridica peculiare fino a che non nasca il figlio (fermo restando, comunque, che il riconoscimento di filiazione naturale Ŕ in sÚ irrevocabile).
O, pi¨ sinteticamente, l'art. 19 del T.U. di cui al D. Lgs. 25 luglio 1998, n. 1998, n. 286, potra' essere invocato solo una volta avvenuta la nascita.
In ogni caso, il padre, se sia straniero, dovra', in occasione del riconoscimento (sia che avvenga prima della nascita che dopo), provare - documentalmente - le condizioni di capacita' al riconoscimento secondo la propria legge nazionale (art. 35, comma 2 L. 31 maggio 1995, n. 218).
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
Amedeo
Amministratori
Amministratori


Numero di messaggi : 1613
EtÓ : 67
Data d'iscrizione : 14.06.08

MessaggioOggetto: Re: PDS per "paternitß"...?   Gio Gen 15, 2009 6:58 am

Sereno.SCOLARO ha scritto:
Il riconoscimento del nascituro e' senz'altro possibile, con una delle forme dell'art. 254 C.C., cioe' o con atto pubblico o con dichiarazione resa avanti ad un Ufficiale dello stato civile, con l'avvertenza, tuttavia, che il riconoscimento del nascituro e' ammesso: a) da parte della madre-gestante, b) da parte di entrambi i genitori, assieme (con il medesimo atto), c) da parte del padre, se la madre abbia gia' in precedenza effettuato il riconoscimento del nascituro e presti il proprprio consenso.
In altre parole, il padre non e' ammesso al riconoscimento del figlio naturale nascituro "da solo".
Tuttavia, va osservato come il riconoscimento del nascituro venga a produrre i propri effetti solo con la nascita del figlio (art. 1 C.C.), rimanendo, per cosi' dire, "pendente" prima della nascita.
Il chÚ comporta che, anche con l'esibizione di copia dell'atto pubblico o di un estratto per copia integrale dell'atto con cui Ŕ stato effettuato il riconoscimento del nascituro, questo non pu˛ costituire titolo ai fini del rilascio di un permesso di soggiorno, non sussistendo (fino alla nascita) alcun rapporto giuridico con il nascituro (per carenza di capacita' giuridica del figlio); in altri termini, il padre che abbia riconosciuto il figlio naturale non si trova in una posizione giuridica peculiare fino a che non nasca il figlio (fermo restando, comunque, che il riconoscimento di filiazione naturale Ŕ in sÚ irrevocabile).
O, pi¨ sinteticamente, l'art. 19 del T.U. di cui al D. Lgs. 25 luglio 1998, n. 1998, n. 286, potra' essere invocato solo una volta avvenuta la nascita.
In ogni caso, il padre, se sia straniero, dovra', in occasione del riconoscimento (sia che avvenga prima della nascita che dopo), provare - documentalmente - le condizioni di capacita' al riconoscimento secondo la propria legge nazionale (art. 35, comma 2 L. 31 maggio 1995, n. 218).

Che la burocrazia italiana abbia "qualcosa" di particolare Ŕ noto, ma talvolta questo "qualcosa" va anche a vantaggio dell'utente. Anche in questo caso ho notizia di PdS rilasciati a padri "naturali" prima della nascita del figlio. Non so cosa altro dire!!! Probabilmente l'Ufficio Immigrazione non se la Ŕ sentita di affrontare un possibile giudizio eventualmente ventilato.

Un saluto,

_________________
Amedeo Intonti

Autore di:
- Manuale di sopravvivenza burocratica per italiani con partner straniero
- Ricongiungimento ... step by step
reperibili su www.edizionidellimpossibile.com

solo per casi riservatissimi, e-mail: amedeointonti@burocraziaconsolare.com
indice generale: http://www.burocraziaconsolare.com/amedeo-f80/indice-generale-di-amedeo-t767.htm#4762
Difensore Civico di www.tuttostranieri.it/forum/
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
danilo



Numero di messaggi : 6
Data d'iscrizione : 04.07.09

MessaggioOggetto: Re: PDS per "paternitß"...?   Sab Set 12, 2009 3:11 pm

Salve,spero di postare nella sezione appropriata..in caso contrario vogliate scusarmi.
vado al punto:
Un mio amico e' sprovvisto di permesso di soggiorno,ha avuto una figlia con una ragazza italiana ma non era presente al parto perche' lui e' di Rozzano(MI),lei di Napoli e ha partorito a Napoli.Ora vorrebbe riconoscere il figlio e la madre e' d'accordo e torna a Rozzano con il bambino settimana prossima.La domanda che Vi pongo e' se puo' riconoscere il figlio qui a Rozzano o deve farlo per forza a Napoli?potrebbe fare il riconoscimento in Comune la madre a Napoli e poi tornare a Rozzano?deve essere presente anche il padre?essendo sprovvisto di pds non rischia una negazione o addirittura una denuncia di clandestinita'?in fin dei conti...cosa gli consiglieste di fare??
Vi ringrazio di cuore per il prezioso aiuto,Cordiali saluti,Danilo.
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
Amedeo
Amministratori
Amministratori


Numero di messaggi : 1613
EtÓ : 67
Data d'iscrizione : 14.06.08

MessaggioOggetto: Re: PDS per "paternitß"...?   Sab Set 12, 2009 3:59 pm

danilo ha scritto:
Salve,spero di postare nella sezione appropriata..in caso contrario vogliate scusarmi.
vado al punto:
Un mio amico e' sprovvisto di permesso di soggiorno,ha avuto una figlia con una ragazza italiana ma non era presente al parto perche' lui e' di Rozzano(MI),lei di Napoli e ha partorito a Napoli.Ora vorrebbe riconoscere il figlio e la madre e' d'accordo e torna a Rozzano con il bambino settimana prossima.La domanda che Vi pongo e' se puo' riconoscere il figlio qui a Rozzano o deve farlo per forza a Napoli?potrebbe fare il riconoscimento in Comune la madre a Napoli e poi tornare a Rozzano?deve essere presente anche il padre?essendo sprovvisto di pds non rischia una negazione o addirittura una denuncia di clandestinita'?in fin dei conti...cosa gli consiglieste di fare??
Vi ringrazio di cuore per il prezioso aiuto,Cordiali saluti,Danilo.

Belle domande!!!

Riconoscere il figlio a Rozzano dovrebbe essere possibile ed il comune dovrebbe trasmettere gli atti relativi a Napoli (luogo ove Ŕ registrata la nascita), ma il dott. Scolaro potrÓ essere pi¨ preciso, perchŔ intervengono molti fattori in questa questione.

Innanzitutto il padre non avrÓ logicamente residenza a Rozzano in quanto irregolare. Il comune potrÓ opporre qualcosa in proposito?

Viste le recenti variazioni normative, in uqanto sprovvisto di titolo di soggiorno, potrÓ effettuare questo riconoscimento? Io non ho approfondito la questione, ma forse dovrÓ prima farsi rilasciare un PdS art. 19 e poi forse pu˛ riconoscere il figlio. Se il figlio, per˛, non Ŕ riconosciuto, come fa a chiedere il PdS?

C'Ŕ, poi, il problema delle sanzioni per la pregressa irregolaritÓ. In tal caso si legga quý .

Un saluto,

_________________
Amedeo Intonti

Autore di:
- Manuale di sopravvivenza burocratica per italiani con partner straniero
- Ricongiungimento ... step by step
reperibili su www.edizionidellimpossibile.com

solo per casi riservatissimi, e-mail: amedeointonti@burocraziaconsolare.com
indice generale: http://www.burocraziaconsolare.com/amedeo-f80/indice-generale-di-amedeo-t767.htm#4762
Difensore Civico di www.tuttostranieri.it/forum/
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
danilo



Numero di messaggi : 6
Data d'iscrizione : 04.07.09

MessaggioOggetto: Re: PDS per "paternitß"...?   Sab Set 12, 2009 5:11 pm

Gentilissimo Amedeo,la ringrazio.
Ma secondo Lei non potrebbe bastare il riconoscimento della madre?solo con la dichiarazione della madre,lo straniero,anche se non riuscisse a ottenere un pds non potrebbe essere espulso.
Cosa ne pensa?
Grazie,cordialita'
ps le prometto che mi procurero' una copia del suo manuale di sopravvivenza...
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
Amedeo
Amministratori
Amministratori


Numero di messaggi : 1613
EtÓ : 67
Data d'iscrizione : 14.06.08

MessaggioOggetto: Re: PDS per "paternitß"...?   Sab Set 12, 2009 6:00 pm

danilo ha scritto:
Gentilissimo Amedeo,la ringrazio.
Ma secondo Lei non potrebbe bastare il riconoscimento della madre?solo con la dichiarazione della madre,lo straniero,anche se non riuscisse a ottenere un pds non potrebbe essere espulso.
Cosa ne pensa?
Grazie,cordialita'
ps le prometto che mi procurero' una copia del suo manuale di sopravvivenza...

Espulsione e reato di immigrazione clandestina (con sanzione da 5.000 a 10.000 euro) sono due cose che possono viaggiare ora (haimŔ) separatamente. Significa che si esclude la possibilitÓ di una espulsione, trattandosi di padre di cittadino italiano, ma non si pu˛ escludere che in questura tentino di incriminarlo per il reato di immigrazione clandestina (con pagamento della sanzione).

Ho scritto di proposito "tentino" per due motivi;

1) Ŕ giÓ accaduto un caso simile (coppia mista che si sposa a giugno e chiede la CdS a fine agosto per il coniuge irregolare - Ŕ assurdo, ma l'hanno fatto);
2) se ha letto il mio link, scoprirÓ che non Ŕ intenzione dei giudici applicare la norma.

Capisco che da un problema ne Ŕ sorto un altro, ma tant'Ŕ!!!

Un saluto,

_________________
Amedeo Intonti

Autore di:
- Manuale di sopravvivenza burocratica per italiani con partner straniero
- Ricongiungimento ... step by step
reperibili su www.edizionidellimpossibile.com

solo per casi riservatissimi, e-mail: amedeointonti@burocraziaconsolare.com
indice generale: http://www.burocraziaconsolare.com/amedeo-f80/indice-generale-di-amedeo-t767.htm#4762
Difensore Civico di www.tuttostranieri.it/forum/
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
drane



Numero di messaggi : 14
EtÓ : 31
Data d'iscrizione : 15.04.10

MessaggioOggetto: Re: PDS per "paternitß"...?   Dom Giu 13, 2010 9:18 am

salve a tutti. avrei bisogni che mi illuminaste.
ho una famiglia extracomunitaria entrata in italia con regolare visto. possiedono tutti un pds per cure mediche (che gli Ŕ stato rinnovato per due anni) a causa di una patologia del bimbo. sul pds cartaceo del padre Ŕ indicato nei motivi del soggiorno la dicitura "cure mediche" e su referenze in italia la dicitura "vale anche per lavoro no residenza reingr solo su t.n." lui ha un contratto di lavoro a tempo indeterminato.
le mie domande sono:
a quale normativa si Ŕ fatto riferimento? (il pds per cure mnediche non prevede la possibilitÓ di lavorare)
pu˛ questo pds essere convertito in un pds per lavoro subordinato?
grazie per l'attenzione.
saluti
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
Amedeo
Amministratori
Amministratori


Numero di messaggi : 1613
EtÓ : 67
Data d'iscrizione : 14.06.08

MessaggioOggetto: Re: PDS per "paternitß"...?   Dom Giu 13, 2010 10:38 am

drane ha scritto:
salve a tutti. avrei bisogni che mi illuminaste.
ho una famiglia extracomunitaria entrata in italia con regolare visto. possiedono tutti un pds per cure mediche (che gli Ŕ stato rinnovato per due anni) a causa di una patologia del bimbo. sul pds cartaceo del padre Ŕ indicato nei motivi del soggiorno la dicitura "cure mediche" e su referenze in italia la dicitura "vale anche per lavoro no residenza reingr solo su t.n." lui ha un contratto di lavoro a tempo indeterminato.
le mie domande sono:
a quale normativa si Ŕ fatto riferimento? (il pds per cure mnediche non prevede la possibilitÓ di lavorare)
pu˛ questo pds essere convertito in un pds per lavoro subordinato?
grazie per l'attenzione.
saluti

Spesso gli uffici immigrazione fanno un po' come vogliono. Talvolta in danno dell'utente, ma tal'altre in suo favore. Il caso dovrebbe essere questo. Non si potrÓ convertire in PdS in PdS per lavoro, ma ... "le vie del signore sono infinite".

Un saluto,

_________________
Amedeo Intonti

Autore di:
- Manuale di sopravvivenza burocratica per italiani con partner straniero
- Ricongiungimento ... step by step
reperibili su www.edizionidellimpossibile.com

solo per casi riservatissimi, e-mail: amedeointonti@burocraziaconsolare.com
indice generale: http://www.burocraziaconsolare.com/amedeo-f80/indice-generale-di-amedeo-t767.htm#4762
Difensore Civico di www.tuttostranieri.it/forum/
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
Guido Baccoli
Fondatore
Fondatore


Numero di messaggi : 2756
EtÓ : 64
LocalitÓ : Santo Domingo - Rep. Dominicana
Data d'iscrizione : 12.01.08

MessaggioOggetto: Re: PDS per "paternitß"...?   Dom Giu 13, 2010 6:41 pm

danilo ha scritto:
Gentilissimo Amedeo,la ringrazio.
Ma secondo Lei non potrebbe bastare il riconoscimento della madre?solo con la dichiarazione della madre,lo straniero,anche se non riuscisse a ottenere un pds non potrebbe essere espulso.
Cosa ne pensa?
Grazie,cordialita'
ps le prometto che mi procurero' una copia del suo manuale di sopravvivenza...
I figli naturali non possono essere riconosciuti dalla madre anche per il padre. Questo puˇ avvenire solamente in caso siano giß sposati, quindi essendo un figlio leggittimo, per c.c. e leggi, il padre Ú automaticamente il marito della madre.

_________________
Dr. Guido Baccoli
Consulente legale - Burocratico e Giuridico

Esclusivamente per chi desidera per propria scelta ed esigenza, chiedere una consulenza completa individuale nei minimi particolari del suo caso personale o una difesa extragiudiziale, puˇ scrivere ed ottenere un preventivo a guidobaccoli@hotmail.com
INDICE DEI MIEI ARGOMENTI PI┌ IMPORTANTI
http://www.burocraziaconsolare.com/guido-baccoli-f84/indice-argomenti-piu-rilevanti-ed-importanti-di-guido-baccoli-t787.htm
____________________________
╔ meglio non avere legge, che non farla osservare.
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente http://www.burocraziaconsolare.com
Guido Baccoli
Fondatore
Fondatore


Numero di messaggi : 2756
EtÓ : 64
LocalitÓ : Santo Domingo - Rep. Dominicana
Data d'iscrizione : 12.01.08

MessaggioOggetto: Re: PDS per "paternitß"...?   Dom Giu 13, 2010 6:49 pm

Amedeo ha scritto:
drane ha scritto:
salve a tutti. avrei bisogni che mi illuminaste.
ho una famiglia extracomunitaria entrata in italia con regolare visto. possiedono tutti un pds per cure mediche (che gli Ŕ stato rinnovato per due anni) a causa di una patologia del bimbo. sul pds cartaceo del padre Ŕ indicato nei motivi del soggiorno la dicitura "cure mediche" e su referenze in italia la dicitura "vale anche per lavoro no residenza reingr solo su t.n." lui ha un contratto di lavoro a tempo indeterminato.
le mie domande sono:
a quale normativa si Ŕ fatto riferimento? (il pds per cure mnediche non prevede la possibilitÓ di lavorare)
pu˛ questo pds essere convertito in un pds per lavoro subordinato?
grazie per l'attenzione.
saluti

Spesso gli uffici immigrazione fanno un po' come vogliono. Talvolta in danno dell'utente, ma tal'altre in suo favore. Il caso dovrebbe essere questo. Non si potrÓ convertire in PdS in PdS per lavoro, ma ... "le vie del signore sono infinite".

Un saluto,
Anche se non trovo normativa specifica, Ú possibile che abbiano applicato (ed altro non vedo) l'interesse superiore del fanciullo, convenzione internazionale ratificato e convertito in legge dall'Italia.

PoichÚ il vero malato Ú il piccolo, probabilmente l'applicazione di poter permettere (Ú un caso eccezionale) al padre di poter lavorare Ú dovuto al fatto che se non lo potesse fare, dovrebbe sostenere spese di andare e tornare non sostenibili dal suo lavoro e la presenza del padre vicino al figliolo Ú ritenuta indispensabile. Conclusione, in eccezione, ma applicando il suddetto interesse superiore e prioritario del minore, Ú possibile a discrezione dare la possibilitß che il suddetto padre possa anche lavorare per sostenere i costi.

╔ una mia interpretazione personale, ma ha un fondamento legittimo ed ┤┤e lodabile che si sia applicato il diritto dei minori anche se extracomunitari o stranieri.

_________________
Dr. Guido Baccoli
Consulente legale - Burocratico e Giuridico

Esclusivamente per chi desidera per propria scelta ed esigenza, chiedere una consulenza completa individuale nei minimi particolari del suo caso personale o una difesa extragiudiziale, puˇ scrivere ed ottenere un preventivo a guidobaccoli@hotmail.com
INDICE DEI MIEI ARGOMENTI PI┌ IMPORTANTI
http://www.burocraziaconsolare.com/guido-baccoli-f84/indice-argomenti-piu-rilevanti-ed-importanti-di-guido-baccoli-t787.htm
____________________________
╔ meglio non avere legge, che non farla osservare.
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente http://www.burocraziaconsolare.com
drane



Numero di messaggi : 14
EtÓ : 31
Data d'iscrizione : 15.04.10

MessaggioOggetto: Re: PDS per "paternitß"...?   Lun Giu 14, 2010 7:43 am

infatti credo sia questo il caso, ho letto che con sentenza del tribunale dei minori si pu˛ rinnovare il pds lavorare e iscriversi gratuitamente al ssn (art 31 TUI).
non so ancora se questo Ŕ il caso ma vi terr˛ informati.
grazie ancora.
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
Guido Baccoli
Fondatore
Fondatore


Numero di messaggi : 2756
EtÓ : 64
LocalitÓ : Santo Domingo - Rep. Dominicana
Data d'iscrizione : 12.01.08

MessaggioOggetto: Re: PDS per "paternitß"...?   Ven Giu 18, 2010 2:02 am

drane ha scritto:
infatti credo sia questo il caso, ho letto che con sentenza del tribunale dei minori si pu˛ rinnovare il pds lavorare e iscriversi gratuitamente al ssn (art 31 TUI).
non so ancora se questo Ŕ il caso ma vi terr˛ informati.
grazie ancora.
Io credo proprio che sia questo il caso, cosÝ come ho ventilato nel precedente interveno....ma se esiste una sentenza del Tribunale dei minori la cosa diventa certa e non pi˙ un ipotesi di applicazione del superiore interesse del minore direttamente da parte dell'Ufficio immigrazione.

_________________
Dr. Guido Baccoli
Consulente legale - Burocratico e Giuridico

Esclusivamente per chi desidera per propria scelta ed esigenza, chiedere una consulenza completa individuale nei minimi particolari del suo caso personale o una difesa extragiudiziale, puˇ scrivere ed ottenere un preventivo a guidobaccoli@hotmail.com
INDICE DEI MIEI ARGOMENTI PI┌ IMPORTANTI
http://www.burocraziaconsolare.com/guido-baccoli-f84/indice-argomenti-piu-rilevanti-ed-importanti-di-guido-baccoli-t787.htm
____________________________
╔ meglio non avere legge, che non farla osservare.
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente http://www.burocraziaconsolare.com
crina



Numero di messaggi : 4
Data d'iscrizione : 11.05.10

MessaggioOggetto: Re: PDS per "paternitß"...?   Mar Ott 19, 2010 7:54 am

Buongiorno a tutti, provo ad esporre il mio problema sperando di poter avere dei chiarimenti. Io ed il mio compagno, senegalese al momento senza nessun documento identificativo, nŔ permesso di soggiorno, quindi clandestino, abbiamo avuto una figlia. Al mio comune di residenza abbiamo potuto fare il riconoscimento e dare alla bambina il cognome del padre presentandoci io, lui e due miei amici italiani che hanno fatto da testimoni e hanno dichiarato di conoscerlo. Per quanto riguarda il passaporto stiamo aspettando che sua madre ci mandi i documenti necessari dal senegal con i quali dovrÓ andare al consolato senegalese e ha quanto gli hanno detto in tre giorni gli faranno il passaporto. Una volta ottenuto il passaporto e con il codice fiscale della bambina dovremmo recarci in questura e fare la richiesta per la carta di soggiorno per paternitÓ. La procedura Ŕ giusta e completa o sto sbagliando qualcosa? Inoltre la cosa pi¨ importante c'Ŕ un limite di tempo da quando nasce la bambina per fare richiesta della carta di soggiorno? E bastano il passaporto di lui e il codice fiscale della bambina? Ultima domanda: dopo aver richiesto la carta di soggiorno quando il mio compagno potrÓ cominciare a cercare un lavoro ed eventualmente essere regolarmente assunto? (mi hanno detto che finchŔ non esce la carta di soggiorno, e pu˛ volerci anche un anno, non pu˛ lavorare) Ringrazio anticipatamente. Cordiali saluti.
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
bostik
Amministratori
Amministratori


Numero di messaggi : 3625
LocalitÓ : Colombia
Data d'iscrizione : 22.07.08

MessaggioOggetto: Re: PDS per "paternitß"...?   Mar Ott 19, 2010 8:28 am

crina ha scritto:
Buongiorno a tutti, provo ad esporre il mio problema sperando di poter avere dei chiarimenti. Io ed il mio compagno, senegalese al momento senza nessun documento identificativo, nŔ permesso di soggiorno, quindi clandestino, abbiamo avuto una figlia. Al mio comune di residenza abbiamo potuto fare il riconoscimento e dare alla bambina il cognome del padre presentandoci io, lui e due miei amici italiani che hanno fatto da testimoni e hanno dichiarato di conoscerlo. Per quanto riguarda il passaporto stiamo aspettando che sua madre ci mandi i documenti necessari dal senegal con i quali dovrÓ andare al consolato senegalese e ha quanto gli hanno detto in tre giorni gli faranno il passaporto. Una volta ottenuto il passaporto e con il codice fiscale della bambina dovremmo recarci in questura e fare la richiesta per la carta di soggiorno per paternitÓ. La procedura Ŕ giusta e completa o sto sbagliando qualcosa? Inoltre la cosa pi¨ importante c'Ŕ un limite di tempo da quando nasce la bambina per fare richiesta della carta di soggiorno? E bastano il passaporto di lui e il codice fiscale della bambina? Ultima domanda: dopo aver richiesto la carta di soggiorno quando il mio compagno potrÓ cominciare a cercare un lavoro ed eventualmente essere regolarmente assunto? (mi hanno detto che finchŔ non esce la carta di soggiorno, e pu˛ volerci anche un anno, non pu˛ lavorare) Ringrazio anticipatamente. Cordiali saluti.

La legislazione di riferimento Ú il dlgs.30/2007.Va dimostrata la parentela in sede di richiesta CDS con i debiti atti di stato civile,il codice fiscale della minore non serve.La nascita della minore lo ha "affrancato" dal rischio espulsione ma Ú comunque passibile di sanzione amm.va e penale,Ú difficile che succeda ma la questura potrebbe denunciarlo per clandestinitß.La CDS andrebbe richiesta entro 3 mesi ma si puˇ chiedere sempre.Con la ricevuta difficilmente potrß lavorare,molti datori di lavoro non si fidano,nonostante una direttiva del 2007.
Saluti
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
Sereno.SCOLARO
Moderatore
Moderatore


Numero di messaggi : 420
Data d'iscrizione : 02.03.08

MessaggioOggetto: Re: PDS per "paternitß"...?   Mar Ott 19, 2010 9:01 am

In una tale situazione non sussistono le condizioni per un ricongiungimento familiare (quando lo straniero sia gia', pi¨ o meno debitamente sul territorio, si usa il termine di "coesione familiare"), in quanto l'art. 29, comma 1, lett. d) D. Lgs. 25 luglio 1998, n. 286 richiede che il genitore sia "a carico" del figlio, congiuntamente ad altre condizioni. Condizione che dovrebbe essere esclusa dato che il figlio dovrebbe essere lavoratore, indifferentemente se subordinato od autonomo, il chÚ dovrebbe escludersi per ragioni di etÓ.
Per altro, sussiste la condizione di non esplettibilitÓ (art. 19, comma 2, lett. d) D. Lgs. 25 luglio 1998, n. 286, in quanto convivente con parente entro il 2░ grado).
La carta di soggiorno prevista dall'art. 10 D. Lgs. 6 febbraio 2007, n. 30, che va richiesta non appena trascorsi 3 mesi dall'ingresso nel territorio nazionale, presuppone che la persona avente cittadinanza di Stato terzo sia familiare di cittadino di Stato membro dell'Unione europea, sulla base della definizione di "familiare" data dall'art. 2 (precedente) che, per gli ascendneti, prevede ancora la condizione di persona "a carico" di cittadino dell'Unione europea.
E' ben vero che il successivo art. 3, 2 estende il concetto anche ad altri familiari, ma alla condizione che sia "a carico o convive, nel paese di provenienza, con il cittadino dell'Unione titolare del diritto di soggiorno a titolo principale", consizioni che sembrano proprio non sussistere. Inoltre questa estensione, non riguarda il diritto di soggiorno, ma opera suggerendo agli Stati membri di agevolarne l'ingresso ed il soggiorno (tale norma Ŕ critica, in quanto "mutuata" dalla direttiva 2004/38/CE che fissa scopi, lasciando agli Stati membri di stabilire le forme e i modi per raggiungerli, cosa che non si realizza con la semplice "riproduzione").
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
crina



Numero di messaggi : 4
Data d'iscrizione : 11.05.10

MessaggioOggetto: Re: PDS per "paternitß"...?   Mar Ott 19, 2010 1:06 pm

Quindi, se ho ben capito, in primo luogo non Ŕ escluso che qualche datore di lavoro non lo assuma, non Ŕ impossibile, Ŕ solo difficile perchŔ non si fidano. E in secondo luogo per richiedere il permesso o carta di soggiorno basta il suo stato civile o comunque Ŕ necessario anche un documento d'identitÓ, passaporto o carta d'identitÓ che sia? Scusate ma faccio un po' fatica a capire.
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
bostik
Amministratori
Amministratori


Numero di messaggi : 3625
LocalitÓ : Colombia
Data d'iscrizione : 22.07.08

MessaggioOggetto: Re: PDS per "paternitß"...?   Mar Ott 19, 2010 2:19 pm

crina ha scritto:
Quindi, se ho ben capito, in primo luogo non Ŕ escluso che qualche datore di lavoro non lo assuma, non Ŕ impossibile, Ŕ solo difficile perchŔ non si fidano. E in secondo luogo per richiedere il permesso o carta di soggiorno basta il suo stato civile o comunque Ŕ necessario anche un documento d'identitÓ, passaporto o carta d'identitÓ che sia? Scusate ma faccio un po' fatica a capire.

Di solito va presentato l'atto di nascita del minore italiano,fotocopia passaporto dello straniero,due foto.
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
Guido Baccoli
Fondatore
Fondatore


Numero di messaggi : 2756
EtÓ : 64
LocalitÓ : Santo Domingo - Rep. Dominicana
Data d'iscrizione : 12.01.08

MessaggioOggetto: Re: PDS per "paternitß"...?   Ven Ott 22, 2010 1:57 am

Ci si dimentica, mi pare, che esiste il superiore interesse del minore che ha diritto ad avere il padre con lui ed per superiore intendo che supera tutti gli altri diritti o leggi impeditive ed anche l'ormai da me stracitata giurisprudenza che indica che in casi esattamente uguali a questo, il carico economico Ú dato, quindi soddisfatto, dall'atro genitore italiano e non certo dal minore.

_________________
Dr. Guido Baccoli
Consulente legale - Burocratico e Giuridico

Esclusivamente per chi desidera per propria scelta ed esigenza, chiedere una consulenza completa individuale nei minimi particolari del suo caso personale o una difesa extragiudiziale, puˇ scrivere ed ottenere un preventivo a guidobaccoli@hotmail.com
INDICE DEI MIEI ARGOMENTI PI┌ IMPORTANTI
http://www.burocraziaconsolare.com/guido-baccoli-f84/indice-argomenti-piu-rilevanti-ed-importanti-di-guido-baccoli-t787.htm
____________________________
╔ meglio non avere legge, che non farla osservare.
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente http://www.burocraziaconsolare.com
salomon



Numero di messaggi : 3
Data d'iscrizione : 25.02.11

MessaggioOggetto: Re: PDS per "paternitß"...?   Mar Mar 01, 2011 11:22 am

sono un ragazzo dominicano sposato con un'italiana in possesso del permesso di soggiorno per ricongiunimento familiare in scadenza il prossimo 7/06/2011. Da pi¨ di un anno non vivo pi¨ con mia moglie ma abbiamo avuto una bambina che porta il mio cognome. Volevo sapere se posso chiedere la carta di soggiorno prevista per i parenti stretti dei cittadini comunitari 30/2007 pur attualmente non lavorando. Vorrei dirle che durante il mio soggiorno ho preso il diploma di terza media, ho fatto il corso di primo soccorso, lavorato in regola per tre mesi facendo un lavoro part time e attualmente sto ultimando la patente B. Prossimamente dovrei essere assunto in un posto di lavoro ma al momento della presentazione dei documenti non ho nessun contratto di lavoro.

Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
bostik
Amministratori
Amministratori


Numero di messaggi : 3625
LocalitÓ : Colombia
Data d'iscrizione : 22.07.08

MessaggioOggetto: Re: PDS per "paternitß"...?   Mer Mar 02, 2011 12:14 pm

salomon ha scritto:
sono un ragazzo dominicano sposato con un'italiana in possesso del permesso di soggiorno per ricongiunimento familiare in scadenza il prossimo 7/06/2011. Da pi¨ di un anno non vivo pi¨ con mia moglie ma abbiamo avuto una bambina che porta il mio cognome. Volevo sapere se posso chiedere la carta di soggiorno prevista per i parenti stretti dei cittadini comunitari 30/2007 pur attualmente non lavorando. Vorrei dirle che durante il mio soggiorno ho preso il diploma di terza media, ho fatto il corso di primo soccorso, lavorato in regola per tre mesi facendo un lavoro part time e attualmente sto ultimando la patente B. Prossimamente dovrei essere assunto in un posto di lavoro ma al momento della presentazione dei documenti non ho nessun contratto di lavoro.



Non vivendo con la minore,la cosa si complica.Vediamo cosa dice Amedeo.
Saluti
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
Amedeo
Amministratori
Amministratori


Numero di messaggi : 1613
EtÓ : 67
Data d'iscrizione : 14.06.08

MessaggioOggetto: Re: PDS per "paternitß"...?   Mer Mar 02, 2011 5:24 pm

salomon ha scritto:
sono un ragazzo dominicano sposato con un'italiana in possesso del permesso di soggiorno per ricongiunimento familiare in scadenza il prossimo 7/06/2011. Da pi¨ di un anno non vivo pi¨ con mia moglie ma abbiamo avuto una bambina che porta il mio cognome. Volevo sapere se posso chiedere la carta di soggiorno prevista per i parenti stretti dei cittadini comunitari 30/2007 pur attualmente non lavorando. Vorrei dirle che durante il mio soggiorno ho preso il diploma di terza media, ho fatto il corso di primo soccorso, lavorato in regola per tre mesi facendo un lavoro part time e attualmente sto ultimando la patente B. Prossimamente dovrei essere assunto in un posto di lavoro ma al momento della presentazione dei documenti non ho nessun contratto di lavoro.


Ne avrebbe comunque diritto, ma quasi crtamente verrÓ rifiutato e dovrÓ affrontare una battaglia legale.

Un saluto,

_________________
Amedeo Intonti

Autore di:
- Manuale di sopravvivenza burocratica per italiani con partner straniero
- Ricongiungimento ... step by step
reperibili su www.edizionidellimpossibile.com

solo per casi riservatissimi, e-mail: amedeointonti@burocraziaconsolare.com
indice generale: http://www.burocraziaconsolare.com/amedeo-f80/indice-generale-di-amedeo-t767.htm#4762
Difensore Civico di www.tuttostranieri.it/forum/
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
salomon



Numero di messaggi : 3
Data d'iscrizione : 25.02.11

MessaggioOggetto: Re: PDS per "paternitß"...?   Gio Mar 03, 2011 8:56 am

Grazie per le vostre celeri risposte...avrei bisogno di un ulteriore chiarimento. Il fatto che mi venga rifiutata la carta di soggiorno significa che devo lasciare il paese? Non ho la possibilitÓ che mi rinnovino il permesso di soggiorno? E se mentre sono in attesa della risposta dovessi trovare lavoro? cambierebbe qualcosa? Scusate tuute le mie domande ma questa situazione mi sta creando molta ansia.
Grazie
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
Amedeo
Amministratori
Amministratori


Numero di messaggi : 1613
EtÓ : 67
Data d'iscrizione : 14.06.08

MessaggioOggetto: Re: PDS per "paternitß"...?   Gio Mar 03, 2011 5:09 pm

salomon ha scritto:
Grazie per le vostre celeri risposte...avrei bisogno di un ulteriore chiarimento. Il fatto che mi venga rifiutata la carta di soggiorno significa che devo lasciare il paese? Non ho la possibilitÓ che mi rinnovino il permesso di soggiorno? E se mentre sono in attesa della risposta dovessi trovare lavoro? cambierebbe qualcosa? Scusate tuute le mie domande ma questa situazione mi sta creando molta ansia.
Grazie

Si, proveranno a rinnovare solo il PdS, rifiutando la CdS.

Un saluto,

_________________
Amedeo Intonti

Autore di:
- Manuale di sopravvivenza burocratica per italiani con partner straniero
- Ricongiungimento ... step by step
reperibili su www.edizionidellimpossibile.com

solo per casi riservatissimi, e-mail: amedeointonti@burocraziaconsolare.com
indice generale: http://www.burocraziaconsolare.com/amedeo-f80/indice-generale-di-amedeo-t767.htm#4762
Difensore Civico di www.tuttostranieri.it/forum/
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
Contenuto sponsorizzato




MessaggioOggetto: Re: PDS per "paternitß"...?   Oggi a 4:38 pm

Tornare in alto Andare in basso
 
PDS per "paternitß"...?
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 1 di 2Andare alla pagina : 1, 2  Seguente
 Argomenti simili
-
» PDS per "paternitß"...?
» RICONOSCIMENTO FIGLIO A "DISTANZA"
» Passaporto "Problematico"! Tempi massimi massimi per la soluzione?
» contabilizzazione sponsorizzazioni "passive"
» Matrimonio "Segreto" Santo Domingo

Permesso di questo forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
Italiani all'Estero e Stranieri in Italia :: LEGGI E NORMATIVE COMMENTATE E DISCUSSE :: IL PERMESSO DI SOGGIORNO PER GLI STRANIERI RESIDENTI IN ITALIA-
Andare verso: