Italiani all'Estero e Stranieri in Italia

Consolato, Ambasciata, Matrimonio all'estero, Divorzio all'Estero, divorzio rapido, divorzio al vapore, Stranieri in Italia, Matrimoni misti, sposarsi all'estero, divorziarsi all'estero. REPUBBLICA DOMINICANA
 
IndiceIndice  PortalePortale  GalleriaGalleria  FAQFAQ  CercaCerca  RegistrarsiRegistrarsi  AccediAccedi  

Condividere | 
 

 problema con auto targa estera in italia senza avere aire

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
AutoreMessaggio
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: problema con auto targa estera in italia senza avere aire   Mer Giu 20, 2012 1:39 pm

Buongiorno,
Sono cittadino italiano, sulla patente e sulla carta d'identita' c'e' lo stesso indirizzo italiano del mio comune di residenza.
Mi sono trasferito da poco in Polonia (stato UE) dove mi sono registrato presso il comune polacco locale e ho preso la residenza qui andando a vivere insieme alla mia ragazza risiedendo nel suo appartamento.
Non mi sono (ancora) iscritto all' Aire perche' prevedo comunque di stare non piu di 9 mesi all'anno, poi si vedra'
Il problema e' il seguente, avendo residenza polacca ho acquistato un' automobile intestata solo a me con targa e documenti polacchi ovviamente, qui non c'e' nessun problema a circolare tutto e' legale (quando mi fermano faccio vedere patente italiana assicurazione e certificato di residenza polacca) ma un dubbio mi assale, se tornassi per 3 settimane in italia per le vacanze con questa macchina mi potrebbero contestare che non mi sono cancellato dall'anagrafe italiana? Per il fatto che sui documenti italiani c'e' ancora il vecchio indirizzo. Non vorrei incorrere in problemi tipo sequestro del veicolo o megamulte. Bastera' far vedere il certificato di residenza in Polonia e il permesso di soggiorno? Altri documenti non ne rilasciano.
So che un italiano puo' circolare con targa estera se la macchina non e' intestata a lui ma qui il caso e' diverso
Grazie
Diego
Tornare in alto Andare in basso
bostik
Amministratori
Amministratori


Numero di messaggi : 3625
Località : Colombia
Data d'iscrizione : 22.07.08

MessaggioOggetto: Re: problema con auto targa estera in italia senza avere aire   Mer Giu 20, 2012 2:25 pm

max737 ha scritto:
Buongiorno,
Sono cittadino italiano, sulla patente e sulla carta d'identita' c'e' lo stesso indirizzo italiano del mio comune di residenza.
Mi sono trasferito da poco in Polonia (stato UE) dove mi sono registrato presso il comune polacco locale e ho preso la residenza qui andando a vivere insieme alla mia ragazza risiedendo nel suo appartamento.
Non mi sono (ancora) iscritto all' Aire perche' prevedo comunque di stare non piu di 9 mesi all'anno, poi si vedra'
Il problema e' il seguente, avendo residenza polacca ho acquistato un' automobile intestata solo a me con targa e documenti polacchi ovviamente, qui non c'e' nessun problema a circolare tutto e' legale (quando mi fermano faccio vedere patente italiana assicurazione e certificato di residenza polacca) ma un dubbio mi assale, se tornassi per 3 settimane in italia per le vacanze con questa macchina mi potrebbero contestare che non mi sono cancellato dall'anagrafe italiana? Per il fatto che sui documenti italiani c'e' ancora il vecchio indirizzo. Non vorrei incorrere in problemi tipo sequestro del veicolo o megamulte. Bastera' far vedere il certificato di residenza in Polonia e il permesso di soggiorno? Altri documenti non ne rilasciano.
So che un italiano puo' circolare con targa estera se la macchina non e' intestata a lui ma qui il caso e' diverso
Grazie
Diego

La motorizzazione non manda tagliandini all'estero.Per di più,se non s'iscrive all'AIRE,non vedo il problema in quanto lei è residente in Italia.
Saluti
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: problema con auto targa estera in italia senza avere aire   Mer Giu 20, 2012 3:50 pm

Forse mi faccio troppi problemi ma me lo chiedevo perche' sul libretto c'e' il mio nome e il mio indirizzo polacco e non quello italiano quindi loro mi trattano come se risiedessi in Polonia o in Italia?
la domanda e' nata dopo aver visto un articolo del codice della strada che cito qui sotto

Art. 132

1. Gli autoveicoli, i motoveicoli e i rimorchi immatricolati in uno Stato estero e che abbiano già adempiuto alle formalità doganali o a quelle di cui all'articolo 53, comma 2, del D.L. 30 agosto 1993, n. 331, se prescritte, sono ammessi a circolare in Italia per la durata massima di un anno, in base al certificato di immatricolazione dello Stato di origine (745).

Vorrei una conferma, forse sbaglio ma io lo interpreto che dopo aver comprato la macchina posso entrare in Italia entro un anno dalla data di immatricolazione, mettiamo per le 3 settimane di ferie agosto 2012, poi torno in Polonia ma dopo un anno (es. settembre 2013) non posso piu' tornare perche' vale la prima data di ingresso e ormai l'anno e' scaduto.

Appunto perche' sono ancora residente in italia non possono chiedermi di cambiare le targhe o di cancellare la mia residenza italiana per guidare un auto con targa estera intestata a me stesso?

Grazie

Diego


Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: problema con auto targa estera in italia senza avere aire   Lun Giu 25, 2012 3:49 am

Nessuno e' in grado di aiutarmi?
Grazie a chi rispondera'
Tornare in alto Andare in basso
marino slovacchia



Numero di messaggi : 5
Data d'iscrizione : 14.06.13

MessaggioOggetto: Re: problema con auto targa estera in italia senza avere aire   Ven Giu 14, 2013 5:47 pm

Ciao Max737. é un post vecchio di 1 anno ma rispondo comunque, visto che può essere di aiuto per altri.
Se hai come ho capito la residenza in Polonia e l'auto è intestata a te con residenza in Polonia puoi circolare liberamente in tutta europa ( italia compresa fintanto che sta ancora in europa). Nessuno potrà contestarti un bel niente. La patente non è riconosciuta a livello europeo come documento d'identà ma è solo un titolo che ti abilita alla guida di veicoli, quindi della residenza che sta scritta sulla patente fregatene, nulla ti può essere contestato.
Aire: nessuna legge ti obbliga ad iscriverti all'aire, anomalia tutta italiana. Certo che se ti iscrivi è meglio cosi sarai rintracciabile in caso di comunicazioni importanti da parte dell'amministrazione pubblica.
Stai sereno e quando ti fermano in italia con auto polacca mostra la residenza polacca e tutto si risolve. I molti anni di viaggi tra Slovacchia ed italia ho trovato le forze dell'ordine preparate quindi vai tranquillo che sei in regola.
Ovviamente diversa è la questione se intendi ritornare in italia definitivamente, alllora dovrai rifare la residenza in italia e quindi avrai 1 anno di tempo per formalizzare il veicolo (nazionalizzarlo in italia).

Saluti
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: problema con auto targa estera in italia senza avere aire   Sab Giu 15, 2013 4:33 am

Grazie per la risposta pero' l'ultima frase non riesco a capire. Dici se torno definitivamente in italia devo rifare la residenza. Il fatto e' che io sono comunque ancora iscritto nella lista dei residenti del mio comune italiano anche per avere un recapito se ricevo posta o per tenere un minimo sul conto in banca senza chiuderlo. O mi iscrivevo aire o lasciavo tutto cosi', non ci sono alternative. quindi se torno in teoria non dovrei fare nulla (a parte cancellarmi dal comune polacco vendere o cambiare le targhe della macchina) perche' per il comune italiano io non sono mai andato via. Penso che uno diventa residente in un posto se ci sta piu di 180 giorni all anno e io sto anche fino a 9 mesi all anno in Polonia quindi mi ritengo residente in Polonia anche se sono iscritto in 2 comuni diversi.
Ora tu dici se mi fermano faccio vedere la residenza polacca e va bene ma se controllano e vedono che io sono ancora iscritto nel mio comune italiano possono contestarmi qualcosa tipo che ho 2 residenze perche sono iscritto in un comune straniero e in uno italiano? Dalla tua risposta mi pare di no ma poi nell'ultima frase mi sono sorti dei dubbi. Se puoi rispondermi ancora ti ringrazio.
Grazie
Tornare in alto Andare in basso
marino slovacchia



Numero di messaggi : 5
Data d'iscrizione : 14.06.13

MessaggioOggetto: Re: problema con auto targa estera in italia senza avere aire   Sab Giu 15, 2013 6:11 am

Per max 737

Saluti.
Mamma mia!!!!! 
Allora comincio dal "Ora tu dici se mi fermano faccio vedere la residenza polacca e va bene ma se controllano e vedono che io sono ancora iscritto nel mio comune italiano possono contestarmi qualcosa tipo che ho 2 residenze perche sono iscritto in un comune straniero e in uno italiano?"

Se ti fermano e fai vedere la residenza polacca, e sul libretto del veicolo (polacco ovviamente) c'è scritto che è tuo con residenza in Polonia non ti possono contestare nulla. Per normative europee ( e soprattutto per norme italiane, leggiti qualche sentenza della cassazione), tu non devi dire al tuo ex comune di residenza che non risiedi piu li, perchè deve essere l'amministrazione pubblica, quindi il nuovo comune anche se polacco (oh se non sbaglio fa parte della comunita europea no????), a comunicare al vecchio comune che sei residente.  Stai tranquillo. Oh eventualmente ti dovessere multere fai ricorso per violazione delle norme europee e ti fai pagare le ferie dallo stato italiano! Gia fatto!!!


Il fatto e' che io sono comunque ancora iscritto nella lista dei residenti del mio comune italiano anche per avere un recapito se ricevo posta o per tenere un minimo sul conto in banca senza chiuderlo. O mi iscrivevo aire o lasciavo tutto cosi', non ci sono alternative. quindi se torno in teoria non dovrei fare nulla (a parte cancellarmi dal comune polacco vendere o cambiare le targhe della macchina) perche' per il comune italiano io non sono mai andato via. Penso che uno diventa residente in un posto se ci sta piu di 180 giorni all anno e io sto anche fino a 9 mesi all anno in Polonia quindi mi ritengo residente in Polonia anche se sono iscritto in 2 comuni diversi.


Se ti sei iscritto all'AIRE sei stato cancellato automaticamente dalle liste del comune, infatti se fai una telefonata al comune italiano ex risidenza, questi ti diranno che non risulti piu residente, ma che risulti residente in polonia, Nel tuo comune sei iscritto forse con il semplice domicilio. Attento!!! Ti sarai anche accorto che essendo iscitto AIRE ti hanno tolto il medico di famiglia (italiano). La residenza si può avere solo in un posto ( polonia visto che hai il certificato di residenza).

Per il conto in banca nessun problema: Sempre per normative europee puoi aprire il conto corrente dove piu ti piace all'interno della comunità europea, quindi ti basta segnalare alla banca italiana il nuovo indirizzo di residenza (polonia) ed il gioco è fatto! la banca t'invierà le comunicazioni in polonia, pultroppo A CARO PREZZO, quindi ti consiglio di attivare la ricezione delle comunicazioni via email ( buon per te che ancora te lo puoi permettere, con quello che costano i conti C. in italia).


 Ragazzi ma siamo in Europaaaaaa! Scordatevi la ferraginosa burocrazia italiana.




Penso che uno diventa residente in un posto se ci sta piu di 180 giorni all anno e io sto anche fino a 9 mesi all anno in Polonia quindi mi ritengo residente in Polonia anche se sono iscritto in 2 comuni diversi.


Sbagliato! sei gia residente in Polonia, hai il certificato che lo prova. Si parla di 183 giorni (o184 negli anni bisestili) solo in materia fiscale ( residenza fiscale). Ad esempio se lo stato italiano riuscisse a provare che sei stato in italia per piu di 183 giorni (184) all'anno, allora dovresti pagare le tasse in italia. Tutto qui!


Stai tranquillo e goditi la Polonia, e fai come me che torno in italia solo per turismo ( non esiste al mondo paese piu bello), ma solo per questo.


Saluti 
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: problema con auto targa estera in italia senza avere aire   Dom Giu 16, 2013 4:51 am

Grazie per la rapida ed esauriente risposta, era da un anno che aspettavo una risposta del genere.
Volevo comunque precisare che dalla Polonia nessuno ha comunicato niente e io sono sempre iscritto al mio indirizzo italiano come residente (di fatto domiciliato quando vengo in ferie ma sulla carta residente)
Per quanto riguarda la banca non e' cosi' semplice. Lo so in qualunque paese europeo vai  in banca presentando i documenti (residente o no non fa differenza) e ti aprono un conto. In Italia oviamente non poteva essere cosi semplice e ho chiesto proprio la scorsa settimana al San Paolo dove ho il conto mi hanno detto che se mi iscrivessi AIRE e volessi aprire un conto per non residenti e' una cosa piuttosto complicata e comunque soggetta a forti limitazioni sul conto; mi hanno spiegato che questo e' dovuto a normative antimafia antiriciclaggio ecc.. che ovviamente in altri stati non sanno nemmeno cosa sono. Quindi morale della favola io non mi iscrivero' AIRE perche' ci sono solo svantaggi. Ho bisogno di un certificato prendo l'aereo e in 1,5 ore sono a milano senza scomodare il consolato.
Certo siamo in europa ma qualche cosa ancora non funziona molto bene e le leggi a volte non sono chiare o applicate come si deve.
Mi scuso se sono andato troppo fuori tema con questa digressione sulla banca.
Grazie ancora
Tornare in alto Andare in basso
bostik
Amministratori
Amministratori


Numero di messaggi : 3625
Località : Colombia
Data d'iscrizione : 22.07.08

MessaggioOggetto: Re: problema con auto targa estera in italia senza avere aire   Dom Giu 16, 2013 3:20 pm

marino slovacchia ha scritto:
Per max 737

Saluti.
Mamma mia!!!!! 
Allora comincio dal "Ora tu dici se mi fermano faccio vedere la residenza polacca e va bene ma se controllano e vedono che io sono ancora iscritto nel mio comune italiano possono contestarmi qualcosa tipo che ho 2 residenze perche sono iscritto in un comune straniero e in uno italiano?"

Se ti fermano e fai vedere la residenza polacca, e sul libretto del veicolo (polacco ovviamente) c'è scritto che è tuo con residenza in Polonia non ti possono contestare nulla. Per normative europee ( e soprattutto per norme italiane, leggiti qualche sentenza della cassazione), tu non devi dire al tuo ex comune di residenza che non risiedi piu li, perchè deve essere l'amministrazione pubblica, quindi il nuovo comune anche se polacco (oh se non sbaglio fa parte della comunita europea no????), a comunicare al vecchio comune che sei residente.  Stai tranquillo. Oh eventualmente ti dovessere multere fai ricorso per violazione delle norme europee e ti fai pagare le ferie dallo stato italiano! Gia fatto!!!


Il fatto e' che io sono comunque ancora iscritto nella lista dei residenti del mio comune italiano anche per avere un recapito se ricevo posta o per tenere un minimo sul conto in banca senza chiuderlo. O mi iscrivevo aire o lasciavo tutto cosi', non ci sono alternative. quindi se torno in teoria non dovrei fare nulla (a parte cancellarmi dal comune polacco vendere o cambiare le targhe della macchina) perche' per il comune italiano io non sono mai andato via. Penso che uno diventa residente in un posto se ci sta piu di 180 giorni all anno e io sto anche fino a 9 mesi all anno in Polonia quindi mi ritengo residente in Polonia anche se sono iscritto in 2 comuni diversi.


Se ti sei iscritto all'AIRE sei stato cancellato automaticamente dalle liste del comune, infatti se fai una telefonata al comune italiano ex risidenza, questi ti diranno che non risulti piu residente, ma che risulti residente in polonia, Nel tuo comune sei iscritto forse con il semplice domicilio. Attento!!! Ti sarai anche accorto che essendo iscitto AIRE ti hanno tolto il medico di famiglia (italiano). La residenza si può avere solo in un posto ( polonia visto che hai il certificato di residenza).

Per il conto in banca nessun problema: Sempre per normative europee puoi aprire il conto corrente dove piu ti piace all'interno della comunità europea, quindi ti basta segnalare alla banca italiana il nuovo indirizzo di residenza (polonia) ed il gioco è fatto! la banca t'invierà le comunicazioni in polonia, pultroppo A CARO PREZZO, quindi ti consiglio di attivare la ricezione delle comunicazioni via email ( buon per te che ancora te lo puoi permettere, con quello che costano i conti C. in italia).


 Ragazzi ma siamo in Europaaaaaa! Scordatevi la ferraginosa burocrazia italiana.




Penso che uno diventa residente in un posto se ci sta piu di 180 giorni all anno e io sto anche fino a 9 mesi all anno in Polonia quindi mi ritengo residente in Polonia anche se sono iscritto in 2 comuni diversi.


Sbagliato! sei gia residente in Polonia, hai il certificato che lo prova. Si parla di 183 giorni (o184 negli anni bisestili) solo in materia fiscale ( residenza fiscale). Ad esempio se lo stato italiano riuscisse a provare che sei stato in italia per piu di 183 giorni (184) all'anno, allora dovresti pagare le tasse in italia. Tutto qui!


Stai tranquillo e goditi la Polonia, e fai come me che torno in italia solo per turismo ( non esiste al mondo paese piu bello), ma solo per questo.


Saluti 


Marino,chi non é autorizzato non puó dare risposte sul forum ma solo postare testimonianze personali.
Saluti
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
marino slovacchia



Numero di messaggi : 5
Data d'iscrizione : 14.06.13

MessaggioOggetto: Re: problema con auto targa estera in italia senza avere aire   Lun Giu 17, 2013 11:28 am

bostik ha scritto:
marino slovacchia ha scritto:
Per max 737

Saluti.
Mamma mia!!!!! 
Allora comincio dal "Ora tu dici se mi fermano faccio vedere la residenza polacca e va bene ma se controllano e vedono che io sono ancora iscritto nel mio comune italiano possono contestarmi qualcosa tipo che ho 2 residenze perche sono iscritto in un comune straniero e in uno italiano?"

Se ti fermano e fai vedere la residenza polacca, e sul libretto del veicolo (polacco ovviamente) c'è scritto che è tuo con residenza in Polonia non ti possono contestare nulla. Per normative europee ( e soprattutto per norme italiane, leggiti qualche sentenza della cassazione), tu non devi dire al tuo ex comune di residenza che non risiedi piu li, perchè deve essere l'amministrazione pubblica, quindi il nuovo comune anche se polacco (oh se non sbaglio fa parte della comunita europea no????), a comunicare al vecchio comune che sei residente.  Stai tranquillo. Oh eventualmente ti dovessere multere fai ricorso per violazione delle norme europee e ti fai pagare le ferie dallo stato italiano! Gia fatto!!!


Il fatto e' che io sono comunque ancora iscritto nella lista dei residenti del mio comune italiano anche per avere un recapito se ricevo posta o per tenere un minimo sul conto in banca senza chiuderlo. O mi iscrivevo aire o lasciavo tutto cosi', non ci sono alternative. quindi se torno in teoria non dovrei fare nulla (a parte cancellarmi dal comune polacco vendere o cambiare le targhe della macchina) perche' per il comune italiano io non sono mai andato via. Penso che uno diventa residente in un posto se ci sta piu di 180 giorni all anno e io sto anche fino a 9 mesi all anno in Polonia quindi mi ritengo residente in Polonia anche se sono iscritto in 2 comuni diversi.


Se ti sei iscritto all'AIRE sei stato cancellato automaticamente dalle liste del comune, infatti se fai una telefonata al comune italiano ex risidenza, questi ti diranno che non risulti piu residente, ma che risulti residente in polonia, Nel tuo comune sei iscritto forse con il semplice domicilio. Attento!!! Ti sarai anche accorto che essendo iscitto AIRE ti hanno tolto il medico di famiglia (italiano). La residenza si può avere solo in un posto ( polonia visto che hai il certificato di residenza).

Per il conto in banca nessun problema: Sempre per normative europee puoi aprire il conto corrente dove piu ti piace all'interno della comunità europea, quindi ti basta segnalare alla banca italiana il nuovo indirizzo di residenza (polonia) ed il gioco è fatto! la banca t'invierà le comunicazioni in polonia, pultroppo A CARO PREZZO, quindi ti consiglio di attivare la ricezione delle comunicazioni via email ( buon per te che ancora te lo puoi permettere, con quello che costano i conti C. in italia).


 Ragazzi ma siamo in Europaaaaaa! Scordatevi la ferraginosa burocrazia italiana.




Penso che uno diventa residente in un posto se ci sta piu di 180 giorni all anno e io sto anche fino a 9 mesi all anno in Polonia quindi mi ritengo residente in Polonia anche se sono iscritto in 2 comuni diversi.


Sbagliato! sei gia residente in Polonia, hai il certificato che lo prova. Si parla di 183 giorni (o184 negli anni bisestili) solo in materia fiscale ( residenza fiscale). Ad esempio se lo stato italiano riuscisse a provare che sei stato in italia per piu di 183 giorni (184) all'anno, allora dovresti pagare le tasse in italia. Tutto qui!


Stai tranquillo e goditi la Polonia, e fai come me che torno in italia solo per turismo ( non esiste al mondo paese piu bello), ma solo per questo.


Saluti 


Marino,chi non é autorizzato non puó dare risposte sul forum ma solo postare testimonianze personali.
Saluti


Ok!!! Visto la Policy del sito non permette di Aiutare chi in difficoltà, tolgo il disturbo e vi Saluto tutti. Provo a cancellarmi dal sito, se non dovessi riuscirci chiedo sin da ora all'amministratore del sito di cancellarmi.

Caio a tutti Marino
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
bostik
Amministratori
Amministratori


Numero di messaggi : 3625
Località : Colombia
Data d'iscrizione : 22.07.08

MessaggioOggetto: Re: problema con auto targa estera in italia senza avere aire   Mer Giu 19, 2013 12:13 pm

marino slovacchia ha scritto:
bostik ha scritto:
marino slovacchia ha scritto:
Per max 737

Saluti.
Mamma mia!!!!! 
Allora comincio dal "Ora tu dici se mi fermano faccio vedere la residenza polacca e va bene ma se controllano e vedono che io sono ancora iscritto nel mio comune italiano possono contestarmi qualcosa tipo che ho 2 residenze perche sono iscritto in un comune straniero e in uno italiano?"

Se ti fermano e fai vedere la residenza polacca, e sul libretto del veicolo (polacco ovviamente) c'è scritto che è tuo con residenza in Polonia non ti possono contestare nulla. Per normative europee ( e soprattutto per norme italiane, leggiti qualche sentenza della cassazione), tu non devi dire al tuo ex comune di residenza che non risiedi piu li, perchè deve essere l'amministrazione pubblica, quindi il nuovo comune anche se polacco (oh se non sbaglio fa parte della comunita europea no????), a comunicare al vecchio comune che sei residente.  Stai tranquillo. Oh eventualmente ti dovessere multere fai ricorso per violazione delle norme europee e ti fai pagare le ferie dallo stato italiano! Gia fatto!!!


Il fatto e' che io sono comunque ancora iscritto nella lista dei residenti del mio comune italiano anche per avere un recapito se ricevo posta o per tenere un minimo sul conto in banca senza chiuderlo. O mi iscrivevo aire o lasciavo tutto cosi', non ci sono alternative. quindi se torno in teoria non dovrei fare nulla (a parte cancellarmi dal comune polacco vendere o cambiare le targhe della macchina) perche' per il comune italiano io non sono mai andato via. Penso che uno diventa residente in un posto se ci sta piu di 180 giorni all anno e io sto anche fino a 9 mesi all anno in Polonia quindi mi ritengo residente in Polonia anche se sono iscritto in 2 comuni diversi.


Se ti sei iscritto all'AIRE sei stato cancellato automaticamente dalle liste del comune, infatti se fai una telefonata al comune italiano ex risidenza, questi ti diranno che non risulti piu residente, ma che risulti residente in polonia, Nel tuo comune sei iscritto forse con il semplice domicilio. Attento!!! Ti sarai anche accorto che essendo iscitto AIRE ti hanno tolto il medico di famiglia (italiano). La residenza si può avere solo in un posto ( polonia visto che hai il certificato di residenza).

Per il conto in banca nessun problema: Sempre per normative europee puoi aprire il conto corrente dove piu ti piace all'interno della comunità europea, quindi ti basta segnalare alla banca italiana il nuovo indirizzo di residenza (polonia) ed il gioco è fatto! la banca t'invierà le comunicazioni in polonia, pultroppo A CARO PREZZO, quindi ti consiglio di attivare la ricezione delle comunicazioni via email ( buon per te che ancora te lo puoi permettere, con quello che costano i conti C. in italia).


 Ragazzi ma siamo in Europaaaaaa! Scordatevi la ferraginosa burocrazia italiana.




Penso che uno diventa residente in un posto se ci sta piu di 180 giorni all anno e io sto anche fino a 9 mesi all anno in Polonia quindi mi ritengo residente in Polonia anche se sono iscritto in 2 comuni diversi.


Sbagliato! sei gia residente in Polonia, hai il certificato che lo prova. Si parla di 183 giorni (o184 negli anni bisestili) solo in materia fiscale ( residenza fiscale). Ad esempio se lo stato italiano riuscisse a provare che sei stato in italia per piu di 183 giorni (184) all'anno, allora dovresti pagare le tasse in italia. Tutto qui!


Stai tranquillo e goditi la Polonia, e fai come me che torno in italia solo per turismo ( non esiste al mondo paese piu bello), ma solo per questo.


Saluti 


Marino,chi non é autorizzato non puó dare risposte sul forum ma solo postare testimonianze personali.
Saluti


Ok!!! Visto la Policy del sito non permette di Aiutare chi in difficoltà, tolgo il disturbo e vi Saluto tutti. Provo a cancellarmi dal sito, se non dovessi riuscirci chiedo sin da ora all'amministratore del sito di cancellarmi.

Caio a tutti Marino


Come vuole.Provvedo seduta stante.
Saluti
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
Contenuto sponsorizzato




MessaggioOggetto: Re: problema con auto targa estera in italia senza avere aire   Oggi a 10:27 pm

Tornare in alto Andare in basso
 
problema con auto targa estera in italia senza avere aire
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 1 di 1
 Argomenti simili
-
» problema con auto targa estera in italia senza avere aire
» iscritto aire - mi rifiutano la rca auto in italia
» ESPATRIO MINORE SENEGALESE SENZA GENITORI
» ICE sulla prima casa per chi si trasferisce all'estero
» Matrimonio civile in Italia tra italiana (AIRE) e cittadino americano

Permesso di questo forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
Italiani all'Estero e Stranieri in Italia :: ITALIANI ALL'ESTERO :: BUROCRAZIA E ATTI CONSOLARI :: A.I.R.E. diritti e doveri-
Andare verso: