Italiani all'Estero e Stranieri in Italia

Consolato, Ambasciata, Matrimonio all'estero, Divorzio all'Estero, divorzio rapido, divorzio al vapore, Stranieri in Italia, Matrimoni misti, sposarsi all'estero, divorziarsi all'estero. REPUBBLICA DOMINICANA
 
IndiceIndice  PortalePortale  GalleriaGalleria  FAQFAQ  CercaCerca  RegistrarsiRegistrarsi  AccediAccedi  

Condividere | 
 

 eventuale riacquisto cittadinanza dopo rinuncia

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
AutoreMessaggio
Italorusso



Numero di messaggi : 3
Data d'iscrizione : 06.07.12

MessaggioOggetto: eventuale riacquisto cittadinanza dopo rinuncia   Ven Lug 06, 2012 6:54 pm

Salve, sono un cittadino italiano sposato con una donna Russa e viviamo in Russia (matrimonio in Russia registrato dal consolato e io iscritto AIRE).

tra 3 anni dalla mia iscrizione all'Aire mia moglie avrà diritto a chiedere la cittadinanza italiana ... ed io quella Russa.....

Mia moglie potrà acquistare la cittadinanza russa e averne subito 2..... per quanto riguarda me invece.. la legge russa prevede che io debba chiedere la RINUNCIA a quella italiana... sigh... a parte il tempismo.... nel fatto che lei deve acquistare quella italiana... prima che io perda quella italiana.... come funziona per il riacquisto?!?

Se ho capito bene... dice che dovrei poterla riacquistare rientrando in Italia o facendo domanda... però dice anche che non devo fare la rinuncia ?!?

In pratica.. la domanda è: Se ottengo quella russa e rinuncio a quella italiana, poi posso riottenerla solo trasferendo la residenza in Italia?? Entrando in Italia come?

Se no, per tornare in Italia devo chiedere un visto per coniuge di cittadino italiano (a questo punto mia moglie)?
Se no, posso richiedere la cittadinanza se viviamo assieme trascorsi i 2 o 3 anni?

Grazie mille per la risposta.... sono in dubbio se mettere in moto tutto questo ambaradan... quindi vorrei il vs. parere.... ho letto tutti i post sulla cittadinanza ma non ho trovato risposta.

Claudio
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
bostik
Amministratori
Amministratori


Numero di messaggi : 3625
Località : Colombia
Data d'iscrizione : 22.07.08

MessaggioOggetto: Re: eventuale riacquisto cittadinanza dopo rinuncia   Sab Lug 07, 2012 9:59 am

Italorusso ha scritto:
Salve, sono un cittadino italiano sposato con una donna Russa e viviamo in Russia (matrimonio in Russia registrato dal consolato e io iscritto AIRE).

tra 3 anni dalla mia iscrizione all'Aire mia moglie avrà diritto a chiedere la cittadinanza italiana ... ed io quella Russa.....

Mia moglie potrà acquistare la cittadinanza russa e averne subito 2..... per quanto riguarda me invece.. la legge russa prevede che io debba chiedere la RINUNCIA a quella italiana... sigh... a parte il tempismo.... nel fatto che lei deve acquistare quella italiana... prima che io perda quella italiana.... come funziona per il riacquisto?!?

Se ho capito bene... dice che dovrei poterla riacquistare rientrando in Italia o facendo domanda... però dice anche che non devo fare la rinuncia ?!?

In pratica.. la domanda è: Se ottengo quella russa e rinuncio a quella italiana, poi posso riottenerla solo trasferendo la residenza in Italia?? Entrando in Italia come?

Se no, per tornare in Italia devo chiedere un visto per coniuge di cittadino italiano (a questo punto mia moglie)?
Se no, posso richiedere la cittadinanza se viviamo assieme trascorsi i 2 o 3 anni?

Grazie mille per la risposta.... sono in dubbio se mettere in moto tutto questo ambaradan... quindi vorrei il vs. parere.... ho letto tutti i post sulla cittadinanza ma non ho trovato risposta.

Claudio

Scusi,ma lei ha l'obbligo di chiedere quella russa... ? resti con la residenza permanente,le conviene.Comunque la cittadinanza si riacquista in questi casi,veda qui:

http://www.interno.it/mininterno/export/sites/default/it/temi/cittadinanza/sottotema004.html

Saluti
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
Italorusso



Numero di messaggi : 3
Data d'iscrizione : 06.07.12

MessaggioOggetto: Re: eventuale riacquisto cittadinanza dopo rinuncia   Sab Lug 07, 2012 12:47 pm

Salve grazie per la risposta, no l'obbligo non ce l'ho ma con la cittadinanza russa posso entrare senza visti e soggiornare in Uzbekistan, Tajikistan, Turkmenistan a seconda delle esigenze di lavoro senza limitazioni.

Ho letto il link .. se ho capito bene quindi, sarebbe sufficiente ritornare in Italia e stabilire li la residenza facendo la dichiarazione di riacquisto . (Si pagano 200 euro per farla) e avrei a questo punto la doppia cittadinanza italiana/russa... Ho capito bene?

Capisco che possa sembrare strana solo l'idea di rinunciare alla cittadinanza italiana ma per lavoro ritengo che la Federazione Russa e gli altri paesi dell'Ex Urss avranno un grande potenziale.

Grazie per la risposta.
Claudio

Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
tixon



Numero di messaggi : 1
Data d'iscrizione : 09.08.12

MessaggioOggetto: Re: eventuale riacquisto cittadinanza dopo rinuncia   Gio Ago 09, 2012 8:21 pm

Buonasera! Io sono italiana, vivo a Mosca, sono in possesso di un permesso di soggiorno russo e sto valutando la possibilita di acquisire la cittadinanza russa. Ma il fatto di dovere rinunciare alla cittadinanza italiana mi irrita molto. I russi chiedono di mandare una rinuncia scritta in russo ed autentificata davanti ad un notaio russo al consolato italiano. Riguardo a questa rinuncia ho ricevuto dal consolato italiano a Mosca due risposte differenti: circa tre mesi fa avevo richiesto telefonicamente al consolato informazioni e mi era stato detto, che al consolato ogni giorno arrivano rinunce, che non vengono prese in considerazione e messe da parte. Circa una settimana fa ho telefonato al consolato per sapere a quale indirizzo mandare la rinuncia ed ho parlato con una signora, che mi ha sconsigliato di farlo, che anzi non ha mai sentito parlare di queste rinunce. Sono ora un po perplessa, in base alla prima informazione avevo iniziato a raccogliere i documenti necessari per richiedere la cittadinanza russa ed ora non so cosa fare. Quale delle due informazioni e quella giusta? Lei ha rinunciato alla cittadinanza italiana o conosce qualcuno che l'ha fatto? In anticipo grazie mille per una risposta!!
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
Italorusso



Numero di messaggi : 3
Data d'iscrizione : 06.07.12

MessaggioOggetto: Re: eventuale riacquisto cittadinanza dopo rinuncia   Ven Ago 10, 2012 4:02 am

Salve, capisco la sua situazione anche perchè TRA CIRCA 3 ANNI.. mi ci ritroverò anche io.
Non conosco nessuno che abbia rinunciato alla cittadinanza. Non posso dirle quindi se è vero che le rinunce vengano messe da parte o "processate"!!

Detto questo ... se la spedizione della lettera la deve fare lei... e non il notaio... è abbastanza semplice .. A MIO AVVISO ... DA NEOFITA E DI NON AVVOCATO... che lei vada dal notaio, faccia la rinuncia, una copia la consegnerà all' FMS e nella busta per l'ambasciata ci metterà gli auguri di Natale o un encomio per l'ufficio...

NEL MIO CASO... anche se non si potesse fare come detto, visto che sarò sposato con una cittadina italiana (prima prende lei la cittadinanza italiana poi io farò le pratiche per quella russa), al massimo, mi farei fare un visto CONGIUNTI e riprendendo la residenza in Italia...
riprenderei anche la cittadinanza italiana...
Così dice la legge così come ho capito su questo forum....

Se ci volessimo tenere in contatto.. il mio cell è XXXX
Claudio

NO A NUMERI PRIVATI PER RAGIONI DI PRIVACY.

Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
Guido Baccoli
Fondatore
Fondatore


Numero di messaggi : 2756
Età : 64
Località : Santo Domingo - Rep. Dominicana
Data d'iscrizione : 12.01.08

MessaggioOggetto: Re: eventuale riacquisto cittadinanza dopo rinuncia   Sab Set 08, 2012 7:33 pm

tixon ha scritto:
Buonasera! Io sono italiana, vivo a Mosca, sono in possesso di un permesso di soggiorno russo e sto valutando la possibilita di acquisire la cittadinanza russa. Ma il fatto di dovere rinunciare alla cittadinanza italiana mi irrita molto. I russi chiedono di mandare una rinuncia scritta in russo ed autentificata davanti ad un notaio russo al consolato italiano. Riguardo a questa rinuncia ho ricevuto dal consolato italiano a Mosca due risposte differenti: circa tre mesi fa avevo richiesto telefonicamente al consolato informazioni e mi era stato detto, che al consolato ogni giorno arrivano rinunce, che non vengono prese in considerazione e messe da parte. Circa una settimana fa ho telefonato al consolato per sapere a quale indirizzo mandare la rinuncia ed ho parlato con una signora, che mi ha sconsigliato di farlo, che anzi non ha mai sentito parlare di queste rinunce. Sono ora un po perplessa, in base alla prima informazione avevo iniziato a raccogliere i documenti necessari per richiedere la cittadinanza russa ed ora non so cosa fare. Quale delle due informazioni e quella giusta? Lei ha rinunciato alla cittadinanza italiana o conosce qualcuno che l'ha fatto? In anticipo grazie mille per una risposta!!
La prima risposta é quella giusta. Si deve tener presente che se la rinucia alla cittadinanza italiana é forzata dalle leggi dove si risiede, é considerata giurisprudenzialmente non volontaria, quindi invalida e non si perde la cittadinanza italiana.

Purtroppo la seconda risposta e data dal solito burocrate imbecille ben disinformato, le consiglio di evitarla nel futuro e chiedere di parlare con la prima persona che le ha risposto come dovuto.
Italorusso ha scritto:
Salve, capisco la sua situazione anche perchè TRA CIRCA 3 ANNI.. mi ci ritroverò anche io.
Non conosco nessuno che abbia rinunciato alla cittadinanza. Non posso dirle quindi se è vero che le rinunce vengano messe da parte o "processate"!!

Detto questo ... se la spedizione della lettera la deve fare lei... e non il notaio... è abbastanza semplice .. A MIO AVVISO ... DA NEOFITA E DI NON AVVOCATO... che lei vada dal notaio, faccia la rinuncia, una copia la consegnerà all' FMS e nella busta per l'ambasciata ci metterà gli auguri di Natale o un encomio per l'ufficio...

NEL MIO CASO... anche se non si potesse fare come detto, visto che sarò sposato con una cittadina italiana (prima prende lei la cittadinanza italiana poi io farò le pratiche per quella russa), al massimo, mi farei fare un visto CONGIUNTI e riprendendo la residenza in Italia...
riprenderei anche la cittadinanza italiana...
Così dice la legge così come ho capito su questo forum....

Se ci volessimo tenere in contatto.. il mio cell è XXXX
Claudio

NO A NUMERI PRIVATI PER RAGIONI DI PRIVACY.

Per lei, non diamo risposte adesso, In tre anni chissá cosa possa cambiare e quale eventuale norma ed od giurisprudenza consolidata, si potrá invocare.

_________________
Dr. Guido Baccoli
Consulente legale - Burocratico e Giuridico

Esclusivamente per chi desidera per propria scelta ed esigenza, chiedere una consulenza completa individuale nei minimi particolari del suo caso personale o una difesa extragiudiziale, puó scrivere ed ottenere un preventivo a guidobaccoli@hotmail.com
INDICE DEI MIEI ARGOMENTI PIÚ IMPORTANTI
http://www.burocraziaconsolare.com/guido-baccoli-f84/indice-argomenti-piu-rilevanti-ed-importanti-di-guido-baccoli-t787.htm
____________________________
É meglio non avere legge, che non farla osservare.
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente http://www.burocraziaconsolare.com
Contenuto sponsorizzato




MessaggioOggetto: Re: eventuale riacquisto cittadinanza dopo rinuncia   Oggi a 10:08 pm

Tornare in alto Andare in basso
 
eventuale riacquisto cittadinanza dopo rinuncia
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 1 di 1
 Argomenti simili
-
» CITTADINANZA DOPO E PRIMA LA LEGGE 94/2009 (PACCHETTO DI SICUREZZA)
» CITTADINANZA DOPO 10 ANNI RESIDENZA
» Richiesta cittadinanza dopo 6 mesi di matrimonio
» CITTADINANZA DOPO E PRIMA IL PACCHETTO DI SICUREZZA
» Separazione e cittadinanza dopo 2 anni di matrimonio

Permesso di questo forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
Italiani all'Estero e Stranieri in Italia :: LEGGI E NORMATIVE COMMENTATE E DISCUSSE :: CITTADINANZA-
Andare verso: