Italiani all'Estero e Stranieri in Italia

Consolato, Ambasciata, Matrimonio all'estero, Divorzio all'Estero, divorzio rapido, divorzio al vapore, Stranieri in Italia, Matrimoni misti, sposarsi all'estero, divorziarsi all'estero. REPUBBLICA DOMINICANA
 
IndiceIndice  PortalePortale  GalleriaGalleria  FAQFAQ  CercaCerca  RegistrarsiRegistrarsi  AccediAccedi  

Condividere | 
 

 Italiano "irreperibile" in italia vuole iscriversi all´AIRE

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
AutoreMessaggio
panzerdragon



Numero di messaggi : 1
Data d'iscrizione : 19.08.13

MessaggioOggetto: Italiano "irreperibile" in italia vuole iscriversi all´AIRE   Lun Ago 19, 2013 5:06 pm

Buonasera,
una serie di vicende personali mi ha portato a lasciare l´Italia nel 2007 per quello che doveva essere una breve vacanza ma che poi si é trasformata nella scelta di non voler rientrare.

Premetto che:
- Nel 2007 ho lasciato l´Italia con una carta di identitá valida per l´espatrio rilascaita nel 2004 e valida fino al 2009.
- Nel 2009 il comune di residenza anagrafica mi ha cancellato per irreperibilitá.
- Non ho carichi pendenti, non sono sposato, non ho prole.

In 6 anni ho visitato praticamente tutti i Paesi dell´unione europea senza mai iscrivermi all´AIRE in quanto la mia permanenza all´estero é stata itinerante e non stabile. Le volte che consultai il consolato mi dissero "se non decide di abitare qui in modo stabile non la possiamo iscrivere".

Tutte le volte che mi é stato chiesto come mai la mia carta di identitá recava la scritta "Scade nel 2009" ho spiegato che l´art. 31 del Decreto legge 25 giugno 2008, n. 112 aveva esteso la validitá da 5 a 10 anni del documento. Solo una volta le autoritá francesi che mi fermarono per un controllo di ruotine mi trattennero per una mezz´ora, ed una volta appurato che quello che gli avevo detto era vero mi riconsegnarono il documento e lasciato passare.
Ho scoperto che il documento necessitava di un timbro di "convalida" da parte del comune che aveva emesso il documento, cosa che io non ho fatto in quanto non sono mai rientrato.

Ora nel 2013 ho scelto il paese nel quale vorrei vivere e vorrei regolarizzare la mia posizione. Ho una casa in affitto con regolare contratto a mio nome.

Cosa mi suggerite di fare?
Mi conviene andare all´ambasciata e chiedere l´iscrizione all´aire col documento "scaduto" o mi conviene prima richiedere un passaporto e poi iscrivermi all´aire con quello?
L´ambasciata puó rifiutarsi di iscrivermi perché sul documento manca il timbro di convalida?
In tal caso cosa posso fare?

Ringrazio anticipatamente tutti quelli che vorranno intervenire con la propria opinione.




Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
bostik
Amministratori
Amministratori


Numero di messaggi : 3629
Località : Colombia
Data d'iscrizione : 22.07.08

MessaggioOggetto: Re: Italiano "irreperibile" in italia vuole iscriversi all´AIRE   Mar Ago 20, 2013 11:20 am

panzerdragon ha scritto:
Buonasera,
una serie di vicende personali mi ha portato a lasciare l´Italia nel 2007 per quello che doveva essere una breve vacanza ma che poi si é trasformata nella scelta di non voler rientrare.

Premetto che:
- Nel 2007 ho lasciato l´Italia con una carta di identitá valida per l´espatrio rilascaita nel 2004 e valida fino al 2009.
- Nel 2009 il comune di residenza anagrafica mi ha cancellato per irreperibilitá.
- Non ho carichi pendenti, non sono sposato, non ho prole.

In 6 anni ho visitato praticamente tutti i Paesi dell´unione europea senza mai iscrivermi all´AIRE in quanto la mia permanenza all´estero é stata itinerante e non stabile. Le volte che consultai il consolato mi dissero "se non decide di abitare qui in modo stabile non la possiamo iscrivere".

Tutte le volte che mi é stato chiesto come mai la mia carta di identitá recava la scritta "Scade nel 2009" ho spiegato che l´art. 31 del Decreto legge 25 giugno 2008, n. 112  aveva esteso la validitá da 5 a 10 anni del documento. Solo una volta le autoritá francesi che mi fermarono per un controllo di ruotine mi trattennero per una mezz´ora, ed una volta appurato che quello che gli avevo detto era vero mi riconsegnarono il documento e lasciato passare.
Ho scoperto che il documento necessitava di un timbro di "convalida" da parte del comune che aveva emesso il documento, cosa che io non ho fatto in quanto non sono mai rientrato.

Ora nel 2013 ho scelto il paese nel quale vorrei vivere e vorrei regolarizzare la mia posizione. Ho una casa in affitto con regolare contratto a mio nome.

Cosa mi suggerite di fare?
Mi conviene andare all´ambasciata e chiedere l´iscrizione all´aire col documento "scaduto" o mi conviene prima richiedere un passaporto e poi iscrivermi all´aire con quello?
L´ambasciata puó rifiutarsi di iscrivermi perché sul documento manca il timbro di convalida?
In tal caso cosa posso fare?

Ringrazio anticipatamente tutti quelli che vorranno intervenire con la propria opinione.




La cosa migliore sarebbe rientrare temporalmente in Italia,riprendere una residenza per breve tempo e poi chiedere una C.I. nuova valida 10 anni.Anche perché per essere AIRE ha bisogno di un comune di riferimento in Italia.Provi a chiedere al consolato italiano del paese dove ha deciso di trasferirsi,se le possono dare la C.I. o il passaporto anche se sará difficile,in quanto in questi casi danno solo un lasciapassare temporeaneo se non si é iscritti all'AIRE.
Saluti
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
 
Italiano "irreperibile" in italia vuole iscriversi all´AIRE
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 1 di 1
 Argomenti simili
-
» Italiano "irreperibile" in italia vuole iscriversi all´AIRE
» MATRIMONIO IN ITALIA DI ITALIANI RESIDENTI AIRE
» Matrimonio in Italia tra Italiana iscritta AIRE Londra con Inglese
» matrimonio in italia tra italiana iscritta aire in london e americano
» Assistenza sanitaria estero neonato con genitori non iscritti all'AIRE

Permesso di questo forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
Italiani all'Estero e Stranieri in Italia :: ITALIANI ALL'ESTERO :: BUROCRAZIA E ATTI CONSOLARI :: A.I.R.E. diritti e doveri-
Andare verso: