Italiani all'Estero e Stranieri in Italia

Consolato, Ambasciata, Matrimonio all'estero, Divorzio all'Estero, divorzio rapido, divorzio al vapore, Stranieri in Italia, Matrimoni misti, sposarsi all'estero, divorziarsi all'estero. REPUBBLICA DOMINICANA
 
IndiceIndice  PortalePortale  GalleriaGalleria  FAQFAQ  CercaCerca  RegistratiRegistrati  AccediAccedi  

Condividere | 
 

 Documenti da presentare arrivo coniuge extracomunitario

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
AutoreMessaggio
Alex



Numero di messaggi : 2
Data d'iscrizione : 10.03.09

MessaggioTitolo: Documenti da presentare arrivo coniuge extracomunitario   Mer Mar 11, 2009 7:07 am

buongiorno a tutti, complimenti per il forum, Ŕ ben sviluppato e le risposte sono sempre molto precise..
vuol dire che chi risponde ne ha giÓ vissute di battaglie...

mi son da poco sposato in Rep Dom e mia moglie sta per arrivare in Italia, con il visto di ricongiungimento familiare, per regolarizzarla devo presentare in ordine:

- Dichiarazione di ospitalitÓ da presentare in questura entro 48 ore dall'arrivo.
(modulo?? Dove lo trovo? Ŕ quello semplice di ospitalitÓ per lavoro/turismo?)

- Richiesta CDS
(alla questura?? documenti/moduli da presentare in caso di coniuge?? in internet mi sono solo confuso le idee.. )

- Richiesta codice fiscale con ricevuta CDS alla mano
(dove si richiede?)

- Iscrizione al servizio Sanitario nazionale sempre con ricevuta CDS
(suppongo all'asl competente... altri documenti richiesti?? tipo codice fiscale?? cioŔ mi danno un tesserino belli che fatto o che cosa i rilasciano??)

- Domanda di residenza in comune



grazie mille in anticipo per l'aiuto
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
bostik
Amministratori
Amministratori


Numero di messaggi : 3768
LocalitÓ : Colombia
Data d'iscrizione : 22.07.08

MessaggioTitolo: Re: Documenti da presentare arrivo coniuge extracomunitario   Mer Mar 11, 2009 10:37 am

Forse Amedeo potrÓ darti dettagli pi¨ precisi,comunque la dichiarazione di ospitalitÓ e/o cessione di fabbricato non va fatta per il coniuge di cittadino UE,alcuni la fanno per scrupolo.
La CDS va chiesta in questura ai sensi del dlgs.30/2007:esigere il modello preposto e portare certificato di matrimonio trascritto al tuo comune,2 foto o 4 non ricordo,copia dei passaporti di entrambi e credo basti.
Il codice fiscale e il tesserino sanitario,li pu˛ fare con la ricevuta della CDS mentre l'iscrizione anagrafica dipende dal comune in oggetto:alcuni vogliono il titolo di soggiorno originale altri solo la ricevuta...ma quella Ŕ l'ultima cosa:spesso viene data troppa importanza all'iscrizione anagrafica del cittadino extra UE,quando in realtÓ l'importante Ŕ avere un titolo di soggiorno valido in tempi accettabili,cosa che purtroppo non si sta verificando attualmente...
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
Amedeo
Amministratori
Amministratori


Numero di messaggi : 1613
EtÓ : 68
Data d'iscrizione : 14.06.08

MessaggioTitolo: Re: Documenti da presentare arrivo coniuge extracomunitario   Mer Mar 11, 2009 12:02 pm

Citazione :
buongiorno a tutti, complimenti per il forum, Ŕ ben sviluppato e le risposte sono sempre molto precise..
vuol dire che chi risponde ne ha giÓ vissute di battaglie...

mi
son da poco sposato in Rep Dom e mia moglie sta per arrivare in Italia,
con il visto di ricongiungimento familiare, per regolarizzarla devo
presentare in ordine:

1) Dichiarazione di ospitalitÓ da presentare in questura entro 48 ore dall'arrivo.
(modulo?? Dove lo trovo? Ŕ quello semplice di ospitalitÓ per lavoro/turismo?)

2) Richiesta CDS
(alla questura?? documenti/moduli da presentare in caso di coniuge?? in internet mi sono solo confuso le idee.. )

3) Richiesta codice fiscale con ricevuta CDS alla mano
(dove si richiede?)

4) Iscrizione al servizio Sanitario nazionale sempre con ricevuta CDS
(suppongo
all'asl competente... altri documenti richiesti?? tipo codice fiscale??
cioŔ mi danno un tesserino belli che fatto o che cosa i rilasciano??)

5) Domanda di residenza in comune



grazie mille in anticipo per l'aiuto


Risposte veloci, anche se ricordo di avere dato queste indicazioni su altro forum.

1) Internet.
2) Ufficio Immgrazione - leggere dl 30/2007.
3) Uffici delle entrate.
4) Iscrizione provisoria, poi arriva a casa il tesserino.
5) Modulo in comune.

Un saluto,

_________________
Amedeo Intonti

Autore di:
- Manuale di sopravvivenza burocratica per italiani con partner straniero
- Ricongiungimento ... step by step
reperibili su www.edizionidellimpossibile.com

solo per casi riservatissimi, e-mail: amedeointonti@burocraziaconsolare.com
indice generale: http://www.burocraziaconsolare.com/amedeo-f80/indice-generale-di-amedeo-t767.htm#4762
Difensore Civico di www.tuttostranieri.it/forum/
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
Alex



Numero di messaggi : 2
Data d'iscrizione : 10.03.09

MessaggioTitolo: Re: Documenti da presentare arrivo coniuge extracomunitario   Mer Mar 11, 2009 2:22 pm

bostik ha scritto:
La CDS va chiesta in questura ai sensi del dlgs.30/2007:esigere il modello preposto e portare certificato di matrimonio trascritto al tuo comune,2 foto o 4 non ricordo,copia dei passaporti di entrambi e credo basti.

scusa la confusione ma ho un grosso dubbio, l'atto di matrimonio Ŕ stato depositato in ambasciata a Santo Domingo per la trascrizione al comune, ora cosa devo fare?? verificare che il comune lo abbia registrato e farmi fare un certificato di matrimonio trascritto dal mio comune??
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
bostik
Amministratori
Amministratori


Numero di messaggi : 3768
LocalitÓ : Colombia
Data d'iscrizione : 22.07.08

MessaggioTitolo: Re: Documenti da presentare arrivo coniuge extracomunitario   Gio Mar 12, 2009 11:28 am

SÝ,il comune deve darti una copia dell'estratto di matrimonio trascritto o certificato di matrimonio.Credo che vadano bene entrambi.
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
florence79



Numero di messaggi : 1
Data d'iscrizione : 07.02.10

MessaggioTitolo: Re: Documenti da presentare arrivo coniuge extracomunitario   Dom Feb 07, 2010 5:59 pm

Secondo voi in quanto tempo arriva al comune l'atto di matrimonio registrato al consolato? Mi sono sposata anch'io all'estero
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
Guido Baccoli
Fondatore
Fondatore
avatar

Numero di messaggi : 2760
EtÓ : 65
LocalitÓ : Santo Domingo - Rep. Dominicana
Data d'iscrizione : 12.01.08

MessaggioTitolo: Re: Documenti da presentare arrivo coniuge extracomunitario   Dom Feb 07, 2010 9:28 pm

L'atto e la richiesta di trascrizione al Comune devono essere trasmessi immediatamente senza ritardo. In realtß con l'obbligo della Posta Elettronica Certificata e firma digitale per le P.A. la trasmisione la fanno subito ed il Comune trascrive immediatamente in attesa dei documenti cartacei.

Gli eventuali ritardi, sopratutto se si parla di oltre 20 gg, vanno immediatamente segnalati con diffida ad adempiere all'Ambasciata ed esposto al MAE , allIspettorato della Funzione Pubblica, oltre altri.

_________________
Dr. Guido Baccoli
Consulente legale - Burocratico e Giuridico

ESCLUSIVAMENTE E SOLO per chi desidera per propria scelta ed esigenza, chiedere una consulenza completa individuale nei minimi particolari del suo caso personale o una difesa extragiudiziale, puˇ scrivere ed ottenere un preventivo di retribuzione e spese SPECIFICANDO NELL'OGGETTO: "PREVENTIVO" a guidobaccoli@hotmail.com .
INDICE DEI MIEI ARGOMENTI PI┌ IMPORTANTI
http://www.burocraziaconsolare.com/guido-baccoli-f84/indice-argomenti-piu-rilevanti-ed-importanti-di-guido-baccoli-t787.htm
____________________________
╔ meglio non avere legge, che non farla osservare.
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente http://www.burocraziaconsolare.com
bostik
Amministratori
Amministratori


Numero di messaggi : 3768
LocalitÓ : Colombia
Data d'iscrizione : 22.07.08

MessaggioTitolo: Re: Documenti da presentare arrivo coniuge extracomunitario   Dom Feb 07, 2010 9:42 pm

Da quello che si sente,si parla di un'attesa di 3 mesi in media...
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
fmsolidsnake



Numero di messaggi : 2
Data d'iscrizione : 10.04.10

MessaggioTitolo: e se la trascrizione dopo 4 mesi ancora non Ŕ arrivata ????   Sab Apr 10, 2010 9:44 pm

Buon giorno.

Il 22 novembre 2009 mi sono sposato a Cuba e il 9 dicembre ho presentato in Ambasciata d'Italia a L'Habana la richiesta di trascrizione del matrimonio in Italia, da inoltrare al Comune di mia residenza; ho richiesto inoltre sempre in quella stessa data il rilascio del visto per ricongiungimento familiare a favore di mia moglie. L'ha ottenuto e fra un mese sarÓ qui. Leggo che per presentare la domanda di rilascio della Carta di Soggiorno presso la Questura competente devo, fra gli altri documenti, presentare un certificato di matrimonio. Se la trascrizione non sarÓ per quel tempo (metÓ maggio) ancora pervenuta quale documento alternativo potr˛ esibire ? La dichiarazione sostitutiva di Atto Notorio, come leggevo precedentemente su questo forum, Ŕ accettata dalle questure per accgoliere la domanda di rilascio della Carta di Soggiorno ? Al momento l'unico documento che possiedo Ŕ il certificato di matrimonio rilasciato dall'autoritÓ cubana (Consultoria Juridica Internacional) redatto in lingua spagnola e anche l'atto stesso di matrimonio, pure questo ovviamente in lingua spagnola. Sul retro dei modelli di richiesta da presentare alle questure c'Ŕ scritto che se i documenti attestanti la condizione di coniuge sono provenienti da paesi extra UE devono essere tradotti e legalizzati dalla rappresentanza consolare del paese interessato (in questo caso Cuba). Ora una cosa Ŕ certa, per quanto mi riguarda: di sicuro non intendo sborsare altri soldi per traduzioni e certificazioni di atti che lo Stato Italiano giÓ possiede in originale presso la sua struttura amministrativa (nella fattispecie l'Ambasciata d'Italia a L'Habana) e che dunque non ha diritto di pretendere in altra forma da me. Cosa posso fare? AndrÓ bene la Dichiarazione Sostitutiva di Atto Notorio ? Se in Questura mi fanno storie posso minacciare di denunciare pure loro per omissione di atti d'ufficio? sono molto esasperato ormai. Grazie a chi saprÓ e vorrÓ rispondermi.
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
Amedeo
Amministratori
Amministratori


Numero di messaggi : 1613
EtÓ : 68
Data d'iscrizione : 14.06.08

MessaggioTitolo: Re: Documenti da presentare arrivo coniuge extracomunitario   Dom Apr 11, 2010 10:00 am

fmsolidsnake ha scritto:
Buon giorno.

Il 22 novembre 2009 mi sono sposato a Cuba e il 9 dicembre ho presentato in Ambasciata d'Italia a L'Habana la richiesta di trascrizione del matrimonio in Italia, da inoltrare al Comune di mia residenza; ho richiesto inoltre sempre in quella stessa data il rilascio del visto per ricongiungimento familiare a favore di mia moglie. L'ha ottenuto e fra un mese sarÓ qui. Leggo che per presentare la domanda di rilascio della Carta di Soggiorno presso la Questura competente devo, fra gli altri documenti, presentare un certificato di matrimonio. Se la trascrizione non sarÓ per quel tempo (metÓ maggio) ancora pervenuta quale documento alternativo potr˛ esibire ? La dichiarazione sostitutiva di Atto Notorio, come leggevo precedentemente su questo forum, Ŕ accettata dalle questure per accgoliere la domanda di rilascio della Carta di Soggiorno ? Al momento l'unico documento che possiedo Ŕ il certificato di matrimonio rilasciato dall'autoritÓ cubana (Consultoria Juridica Internacional) redatto in lingua spagnola e anche l'atto stesso di matrimonio, pure questo ovviamente in lingua spagnola. Sul retro dei modelli di richiesta da presentare alle questure c'Ŕ scritto che se i documenti attestanti la condizione di coniuge sono provenienti da paesi extra UE devono essere tradotti e legalizzati dalla rappresentanza consolare del paese interessato (in questo caso Cuba). Ora una cosa Ŕ certa, per quanto mi riguarda: di sicuro non intendo sborsare altri soldi per traduzioni e certificazioni di atti che lo Stato Italiano giÓ possiede in originale presso la sua struttura amministrativa (nella fattispecie l'Ambasciata d'Italia a L'Habana) e che dunque non ha diritto di pretendere in altra forma da me. Cosa posso fare? AndrÓ bene la Dichiarazione Sostitutiva di Atto Notorio ? Se in Questura mi fanno storie posso minacciare di denunciare pure loro per omissione di atti d'ufficio? sono molto esasperato ormai. Grazie a chi saprÓ e vorrÓ rispondermi.

La questura Ŕ tenuta a prendersi una dichirazione sostitutiva di atto notorio fatta dal cittadino italiano. Spesso non gli piace e fanno di tutto, ma proprio di tutto, per non prenderla. Non gli piace dover comunicare con il consolato per le verifiche, dato che neanche a loro spesso rispondono. Si possono benissimo querelare (denunciare) per omissione in atti d'ufficio.

Il certificato che adesso ha in mano non Ŕ legalizzato a Cuba, tradotto e rilegalizzato dal consolato italiano, quindi non ha alcun valore in Italia. Io consiglio sempre, quando si consegna il certificato al consolato di farsene rilasciare una copia autenticata da loro (costa max una decina di euro), ma molti non leggono il mio libro!!!

Un saluto,

_________________
Amedeo Intonti

Autore di:
- Manuale di sopravvivenza burocratica per italiani con partner straniero
- Ricongiungimento ... step by step
reperibili su www.edizionidellimpossibile.com

solo per casi riservatissimi, e-mail: amedeointonti@burocraziaconsolare.com
indice generale: http://www.burocraziaconsolare.com/amedeo-f80/indice-generale-di-amedeo-t767.htm#4762
Difensore Civico di www.tuttostranieri.it/forum/
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
Guido Baccoli
Fondatore
Fondatore
avatar

Numero di messaggi : 2760
EtÓ : 65
LocalitÓ : Santo Domingo - Rep. Dominicana
Data d'iscrizione : 12.01.08

MessaggioTitolo: Re: Documenti da presentare arrivo coniuge extracomunitario   Dom Apr 11, 2010 3:46 pm

Attenzione Amedeo e gentile utente, l'Ambasciata non ha poteri di registrazione e funge esclusivamente quale ''mezzo'' per la comunicazione e trasmissione degli atti. Purtroppo il matrimonio Ú valido dal momento che si contrae, perˇ non Ú provabile lo status di sposato, fin quando il Comune non potrß certificarlo, dopo aver ricevuto la documentazione e la richiesta di trascrizione dall'Ambasciata, oppure dall'interessato con copia originale conforme debitamente tradotta in italiano e legalizzata dalla stessa Ambasciata (come consiglia Amedeo nel suo libro).

Puˇ provare, ma la Questura non Ú tenuta ad accettare un atto sostitutivo di notorietß, visto che chi ha il potere di trascrivere l'atto Ú il Comune e non l'Ambasciata e quindi la diffida non puˇ essere (anzi Ú pericoloso) fatta nei confronti della Questura, in quanto le autocertificazioni (incluso l'atto sostitutivo notorio) non possono essere fatte se lo ''status'' che si dichiara non sia giß registrato e quindi certificabile in Italia.

In ogni modo provare non costa niente, ma consiglio che all'atto sostitutivo di notorietß, aggiunga anche l'originale dell'atto di matrimonio cubano, anche se non Ú legalizzato e tradotto ed aggiungere nell'atto di notorietß oltre di essere sposata con xxxx, il xxxxx a xxxxx, ''...e si certifica che l'atto originale straniero, legalizzato e tradotto Ú stato consegnato all'Uff Consolare dell'Ambasciata italiana in Cuba in data xxxxxxx, ai fini della trscrizione in Italia. Si allega comunque altro atto originale rilasciato a Cuba, seppure non legalizzato e tradotto''.

In questo modo, potrebbero (solo se sono disponibili, ma non sono obbligati) accettare l'atto sostitutivo di notorietß (accompagnato da fotocopia di suo documento) ed agevolare il loro eventuale controllo incrociato con l'Ambasciata ed il Comune). Sarß fortunata se l'accetteranno. Quindi l'eventuale diffida non la farei alla Questura, bensÝ all'Ambasciata italiana; e p.c. al MAE, Al Ministero degli Interni, al Comune di sua appartenenza ed all'Ispettorato della Funzione Pubblica ed alla stessa Questura.

In realtß un ritardo non Ú accettabile, soprattutto dalla nostra Ambasciat in Cuba, che non credo abbia un'immensitß di matrimoni (comunque non sarebbe una scusa) tale da avere tanto ritardo di pi˙ di 15 gg. Prima di diffidare, controlli meglio al Comune se per caso non Ú stato ancora trasmesso e se ne faccia rilasciare un'attestato, per evitare di Diffidare qualcosa che in effetti Ú giß stato fatto. Spero non si trovi nel classico caso del cane che si morde la coda. Ci faccia sapere.

_________________
Dr. Guido Baccoli
Consulente legale - Burocratico e Giuridico

ESCLUSIVAMENTE E SOLO per chi desidera per propria scelta ed esigenza, chiedere una consulenza completa individuale nei minimi particolari del suo caso personale o una difesa extragiudiziale, puˇ scrivere ed ottenere un preventivo di retribuzione e spese SPECIFICANDO NELL'OGGETTO: "PREVENTIVO" a guidobaccoli@hotmail.com .
INDICE DEI MIEI ARGOMENTI PI┌ IMPORTANTI
http://www.burocraziaconsolare.com/guido-baccoli-f84/indice-argomenti-piu-rilevanti-ed-importanti-di-guido-baccoli-t787.htm
____________________________
╔ meglio non avere legge, che non farla osservare.
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente http://www.burocraziaconsolare.com
bostik
Amministratori
Amministratori


Numero di messaggi : 3768
LocalitÓ : Colombia
Data d'iscrizione : 22.07.08

MessaggioTitolo: Re: Documenti da presentare arrivo coniuge extracomunitario   Dom Apr 11, 2010 5:23 pm

Guido Baccoli ha scritto:
Attenzione Amedeo e gentile utente, l'Ambasciata non ha poteri di registrazione e funge esclusivamente quale ''mezzo'' per la comunicazione e trasmissione degli atti. Purtroppo il matrimonio Ú valido dal momento che si contrae, perˇ non Ú provabile lo status di sposato, fin quando il Comune non potrß certificarlo, dopo aver ricevuto la documentazione e la richiesta di trascrizione dall'Ambasciata, oppure dall'interessato con copia originale conforme debitamente tradotta in italiano e legalizzata dalla stessa Ambasciata (come consiglia Amedeo nel suo libro).

Puˇ provare, ma la Questura non Ú tenuta ad accettare un atto sostitutivo di notorietß, visto che chi ha il potere di trascrivere l'atto Ú il Comune e non l'Ambasciata e quindi la diffida non puˇ essere (anzi Ú pericoloso) fatta nei confronti della Questura, in quanto le autocertificazioni (incluso l'atto sostitutivo notorio) non possono essere fatte se lo ''status'' che si dichiara non sia giß registrato e quindi certificabile in Italia.

In ogni modo provare non costa niente, ma consiglio che all'atto sostitutivo di notorietß, aggiunga anche l'originale dell'atto di matrimonio cubano, anche se non Ú legalizzato e tradotto ed aggiungere nell'atto di notorietß oltre di essere sposata con xxxx, il xxxxx a xxxxx, ''...e si certifica che l'atto originale straniero, legalizzato e tradotto Ú stato consegnato all'Uff Consolare dell'Ambasciata italiana in Cuba in data xxxxxxx, ai fini della trscrizione in Italia. Si allega comunque altro atto originale rilasciato a Cuba, seppure non legalizzato e tradotto''.

In questo modo, potrebbero (solo se sono disponibili, ma non sono obbligati) accettare l'atto sostitutivo di notorietß (accompagnato da fotocopia di suo documento) ed agevolare il loro eventuale controllo incrociato con l'Ambasciata ed il Comune). Sarß fortunata se l'accetteranno. Quindi l'eventuale diffida non la farei alla Questura, bensÝ all'Ambasciata italiana; e p.c. al MAE, Al Ministero degli Interni, al Comune di sua appartenenza ed all'Ispettorato della Funzione Pubblica ed alla stessa Questura.

In realtß un ritardo non Ú accettabile, soprattutto dalla nostra Ambasciat in Cuba, che non credo abbia un'immensitß di matrimoni (comunque non sarebbe una scusa) tale da avere tanto ritardo di pi˙ di 15 gg. Prima di diffidare, controlli meglio al Comune se per caso non Ú stato ancora trasmesso e se ne faccia rilasciare un'attestato, per evitare di Diffidare qualcosa che in effetti Ú giß stato fatto. Spero non si trovi nel classico caso del cane che si morde la coda. Ci faccia sapere.

Si stima una cifra di 80-90 matrimoni italo-cubani al mese...non siamo pi˙ ai livelli degli anni '90,dove erano 120 al mese...comunque col PEC in comune dovrebbero averlo giß ricevuto,semmai alla nostra rappresentanza all'Avana lo usino...
Per l'utente in questione,per il cartaceo si puˇ aspettare anche un anno...anche se la media Ú di tre mesi d'attesa.

PS:se ha qualcuno a Cuba che puˇ fargli il favore,basta farsi rilasciare un altro certificato dalla consultoria giuridica,loro stessi pensano alla legalizzazione agli affari esteri cubani e poi si va in consolato italiano per la legalizzazione.In seguito,se lo fa mandare con corriere internazionale,anche se tutta la trafila costa bei soldini...
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
fmsolidsnake



Numero di messaggi : 2
Data d'iscrizione : 10.04.10

MessaggioTitolo: ULTERIORI (INCREDIBILI) SVILUPPI)   Mer Apr 14, 2010 5:33 pm

Gentilissimi buonasera.
Lunedý 12 c.m. sono stato all'Ufficio di Stato Civile presso il Municipio di residenza. Inizialmente l'impiegata (in realtÓ era la Capo Area dell'ufficio, ho poi scoperto in seguito) mi ha detto che a mio nome non era ancora arrivato nulla inerente la sospirata trascrizione. Al che ho espresso l'intenzione di procedere con la diffida nei confronti del Console Italiano all'Avana e dei funzionari preposti alla esecuzione del mancato atto dovuto. Ho detto alla signora che sarei andato nei giorni a venire direttamente dai Carabinieri e che non avrei mancato di informare per conoscenza l'amministrazione comunale. La Signora, gentilmente, per parte sua mi chiese di aspettare ancora un paio di giorni in modo da darle il tempo di provare a mettersi lei in contatto con il Console (possibile?). Dopo due giorni la richiamo e mi dice: guardi, l'altra mattina, DOPO CHE LEI E' STATO QUI, abbiamo ricevuto una posta elettronica certificata dall'Ambasciata d'Italia all'Avana a nome suo contenente tre documenti in formato PDF. (naturalmente non ho creduto nemmeno per un secondo al fatto che l'avessero ricevuto QUELLA mattina: a Cuba era notte fonda quando io sono stato al Municipio, alle 9 del mattino!); poi la Signora prosegue dicendo (e qui siamo in pieno "TEATRO DELL'ASSURDO!): purtroppo per˛ sa, NON SIAMO RIUSCITI AD APRIRE GLI ALLEGATI, perchŔ adesso le amministrazioni statali usano la posta elettronica certificata, ma qui, al Comune di . . . .(Ŕ una cittadina di 15 mila abitanti, non un alpeggio di montagna!) NON ABBIAMO LA CASELLA DI POSTA ELETTRONICA CERTIFICATA ! ! ! ABBIAMO CHIAMATO "IL TECNICO" (???) MA CREDO CHE DOVREMO MANDARE LA MAIL ALLA SEDE (???) per farci aprire gli allegati.... Per˛ signore lei NON SI STRESSI, vedrÓ che risolveremo la questione ! ! !


Ecco, non credo di dover aggiungere commenti. Ad ogni buon conto oggi ho richiamato il municipio e mi hanno detto che ancora stanno attendendo l'attivazione della casella di posta elettronica certificata. Devo richiamarli lunedý. Forse per tranquillizzarmi la Signora ha anche aggiunto che E' POSSIBILE CHE NEI FALLITI TENTATIVI CHE ABBIAMO FATTO DI APRIRE I FILES PDF QUESTI SIANO STATI DANNEGGIATI ! PERO' LEI (cioŔ io) NON SI PREOCCUPI PERCHŔ I MEDESIMI FILE LI ABBIAMO RICEVUTI ANCHE SU ALTRE POSTAZIONI CHE NON SONO STATE TOCCATE!! !

Altro che Digital Divide: qui siamo finiti direttamente dentro un cartone animato di quelli di Hanna & Barbera, tipo che so... Gli Antenati ! ! !

Io vi ringrazio moltissimo della competente disponibilitÓ che avete mostrato tutti e a questo punto per˛, datosi che credo che la trascrizione sia infine arrivata, mi limito a porre una domanda differente da quella originale: ma se veramente in Municipio avessero danneggiato i file, o comunque non riuscissero ad accedervi, io cosa posso fare, che non sia scaraventarmi di sotto dal quinto piano o XXXXXXX ? Inoltre scusate, ma se le amministrazioni statali usano la PEC, come stabilito da apposite delibere di legge, come Ŕ possibile che un Comune non sia dotato del necessario ? Non Ŕ anche questo fatto di per sŔ una violazione che configura l'ipotesi di mancata erogazione di un pubblico servizio ? Io francamente sono esterrefatto e costernato. Povera Patria, cantava Battiato anni fa....

Grazie mille ancora.
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
Guido Baccoli
Fondatore
Fondatore
avatar

Numero di messaggi : 2760
EtÓ : 65
LocalitÓ : Santo Domingo - Rep. Dominicana
Data d'iscrizione : 12.01.08

MessaggioTitolo: Re: Documenti da presentare arrivo coniuge extracomunitario   Mer Apr 14, 2010 8:55 pm

bostik ha scritto:
Si stima una cifra di 80-90 matrimoni italo-cubani al mese...non siamo pi˙ ai livelli degli anni '90,dove erano 120 al mese...comunque col PEC in comune dovrebbero averlo giß ricevuto,semmai alla nostra rappresentanza all'Avana lo usino...
Se fosse un'altro a dirmelo non ci crederei. Caspita, non mi sarei mai immaginato; comunque come specificato, non Ú unqa scusa.
fmsolidsnake ha scritto:
........ Ad ogni buon conto oggi ho richiamato il municipio e mi hanno detto che ancora stanno attendendo l'attivazione della casella di posta elettronica certificata. Devo richiamarli lunedý. Forse per tranquillizzarmi la Signora ha anche aggiunto che E' POSSIBILE CHE NEI FALLITI TENTATIVI CHE ABBIAMO FATTO DI APRIRE I FILES PDF QUESTI SIANO STATI DANNEGGIATI ! PERO' LEI (cioŔ io) NON SI PREOCCUPI PERCHŔ I MEDESIMI FILE LI ABBIAMO RICEVUTI ANCHE SU ALTRE POSTAZIONI CHE NON SONO STATE TOCCATE!! !
Altro che Digital Divide: qui siamo finiti direttamente dentro un cartone animato di quelli di Hanna & Barbera, tipo che so... Gli Antenati ! ! !
Io vi ringrazio moltissimo della competente disponibilitÓ che avete mostrato tutti e a questo punto per˛, datosi che credo che la trascrizione sia infine arrivata, mi limito a porre una domanda differente da quella originale: ma se veramente in Municipio avessero danneggiato i file, o comunque non riuscissero ad accedervi, ....evitare frasi che possono essere intese come ''istigazione alla violenza'' ..... Inoltre scusate, ma se le amministrazioni statali usano la PEC, come stabilito da apposite delibere di legge, come Ŕ possibile che un Comune non sia dotato del necessario ? Non Ŕ anche questo fatto di per sŔ una violazione che configura l'ipotesi di mancata erogazione di un pubblico servizio ? Io francamente sono esterrefatto e costernato. Povera Patria, cantava Battiato anni fa....Grazie mille ancora.
Purtroppo siamo sempre alle solite. L'arretratezza di mettersi in regola Ú comune quanto prendere il caffÚ la mattina. Ad ogni buon conto, ha visto (ed un po me lo immaginavo) che non era il caso di partire con diffide senza essere sicuri dell'avvenuta ''mancanza'' di trasmissione.

La signora dovrebbe sapere che una PEC a meno che non sia ''criptata'' o i file PDF con una password, possono essere aperti tranquillamente anche da una posta elettronica normalissima. Ovviamente ha un'apparenza strana con messaggi strani e degli allegati che sono il vero testo dell'emeil ed in ogni caso i tentativi di aprirla non possono in nessun modo aver danneggiato gli allegati ed il testo PDF. (provvedo a mandarle una mia a lei perchÚ possa capire cosa dico).
Non si disperi, gli dia tempo alcuni giorni e comunque le mandi per fax il suo certificato di matrimonio, in modo da toglierle altre scuse.

Purtroppo non posso darle torto riguardo la sua meraviglia e giusta protesta (scusi, ma meglio per lei, le ho cancellato la frase per sua sicurezza) riguardo la mancanza di servizio e sua prioritß del caso, ma ci dedichiamo, come avrß notato anche a questo aspetto che purtroppo Ú troppo diffuso.

_________________
Dr. Guido Baccoli
Consulente legale - Burocratico e Giuridico

ESCLUSIVAMENTE E SOLO per chi desidera per propria scelta ed esigenza, chiedere una consulenza completa individuale nei minimi particolari del suo caso personale o una difesa extragiudiziale, puˇ scrivere ed ottenere un preventivo di retribuzione e spese SPECIFICANDO NELL'OGGETTO: "PREVENTIVO" a guidobaccoli@hotmail.com .
INDICE DEI MIEI ARGOMENTI PI┌ IMPORTANTI
http://www.burocraziaconsolare.com/guido-baccoli-f84/indice-argomenti-piu-rilevanti-ed-importanti-di-guido-baccoli-t787.htm
____________________________
╔ meglio non avere legge, che non farla osservare.
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente http://www.burocraziaconsolare.com
Guido Baccoli
Fondatore
Fondatore
avatar

Numero di messaggi : 2760
EtÓ : 65
LocalitÓ : Santo Domingo - Rep. Dominicana
Data d'iscrizione : 12.01.08

MessaggioTitolo: Re: Documenti da presentare arrivo coniuge extracomunitario   Gio Apr 15, 2010 1:20 pm

Buone Notizie per i controlli e l'obbligo della PEC (Posta Elettronica Certificata) leggere CLICK QUI
Per tutti, ma in particolare per fmsolidsnake , si puˇ controllare l'indirizzo PEC (anche dei Comuni, ma pure Ambasciate, Consolati e Questure e Prefetture) CON UN CLIK QUI

_________________
Dr. Guido Baccoli
Consulente legale - Burocratico e Giuridico

ESCLUSIVAMENTE E SOLO per chi desidera per propria scelta ed esigenza, chiedere una consulenza completa individuale nei minimi particolari del suo caso personale o una difesa extragiudiziale, puˇ scrivere ed ottenere un preventivo di retribuzione e spese SPECIFICANDO NELL'OGGETTO: "PREVENTIVO" a guidobaccoli@hotmail.com .
INDICE DEI MIEI ARGOMENTI PI┌ IMPORTANTI
http://www.burocraziaconsolare.com/guido-baccoli-f84/indice-argomenti-piu-rilevanti-ed-importanti-di-guido-baccoli-t787.htm
____________________________
╔ meglio non avere legge, che non farla osservare.
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente http://www.burocraziaconsolare.com
Contenuto sponsorizzato




MessaggioTitolo: Re: Documenti da presentare arrivo coniuge extracomunitario   

Tornare in alto Andare in basso
 
Documenti da presentare arrivo coniuge extracomunitario
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 1 di 1
 Argomenti simili
-
» Documenti da presentare arrivo coniuge extracomunitario
» documenti da presentare nel comune di residenza per registrare divorzi
» Che tipo di visto per coniuge di iscritto AIRE?
» atto di assenso per rilascio passaporto
» visto per la nonna extracomunitaria

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
Italiani all'Estero e Stranieri in Italia :: LEGGI E NORMATIVE COMMENTATE E DISCUSSE :: LA CARTA DI SOGGIORNO-
Andare verso: