Italiani all'Estero e Stranieri in Italia

Consolato, Ambasciata, Matrimonio all'estero, Divorzio all'Estero, divorzio rapido, divorzio al vapore, Stranieri in Italia, Matrimoni misti, sposarsi all'estero, divorziarsi all'estero. REPUBBLICA DOMINICANA
 
IndiceIndice  PortalePortale  GalleriaGalleria  FAQFAQ  CercaCerca  RegistrarsiRegistrarsi  AccediAccedi  

Condividere | 
 

 USA: Visti e Carichi Pendinti

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
AutoreMessaggio
justfra



Numero di messaggi : 1
Data d'iscrizione : 10.02.14

MessaggioOggetto: USA: Visti e Carichi Pendinti   Lun Feb 10, 2014 11:34 am

Salve e grazie di questa opportunitÓ, cerco di riassumere fornendo i dettagli necessari senza dilungarmi.

A giugno del 2012 provoco un incidente senza morti o feriti. Interviene la polizia che mi fa trasportare in ambulanza all'ospedale dove tramite prelievo ematico mi viene riscontrato un tasso alcolemico di 1,09 mg/l (2░ fascia).

Ad oggi:
- ho ricevuto la notifica del termine delle indagini preliminari ed il DP di Condanna.
- sono in attesa della convocazione per la prima udienza
- ho dato procura al mio avvocato per la gestione del processo
- nessun precedente penale
- il certificato dei carichi pendenti devo ritirarlo mercoledý (ma il mio avvocato mi ha detto che presenterÓ note sul procedimento in corso per il reato di cui sopra)

Compilando il modulo DS160 per la richiesta del visto L1B Blanket (Il petitioner ha giÓ avviato le pratiche dagli USA), mi viene chiesto:

"Have you ever been arrested or convicted for any offense or crime, even though subject of a pardon, amnesty, or other similar action?"

Per quanto ne so io e dice il mio avvocato non sono stato arrestato, ma credo che negli Stati Uniti la parola "arrest" abbia un significato leggermente diverso dal nostro dal punto di vista legale.

Cosa mi consigliate di fare?

A quanto ho capito tutto questo non dovrebbe generalmente essere motivo di una negazione di un visto di questo genere, ma se volessi richiedere una Green Card tra qualche anno?
Mi converrebbe patteggiare (ammissione di colpevolezza) o seguire il processo sperando in un proscioglimento per prescrizione (a Maggio siamo giÓ a 2 anni)?
Mi Ŕ stato detto che negli Stati Uniti non amano le ammissioni di colpevolezza (Plea Guilty) ed una condanna sarebbe comunque vista meglio al fine di richiedere un visto permanente.

In attesa di un vostro gentile consiglio, ringrazio anticipatamente.
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
bostik
Amministratori
Amministratori


Numero di messaggi : 3625
LocalitÓ : Colombia
Data d'iscrizione : 22.07.08

MessaggioOggetto: Re: USA: Visti e Carichi Pendinti   Lun Feb 10, 2014 7:29 pm

justfra ha scritto:
Salve e grazie di questa opportunitÓ, cerco di riassumere fornendo i dettagli necessari senza dilungarmi.

A giugno del 2012 provoco un incidente senza morti o feriti. Interviene la polizia che mi fa trasportare in ambulanza all'ospedale dove tramite prelievo ematico mi viene riscontrato un tasso alcolemico di 1,09 mg/l (2░ fascia).

Ad oggi:
- ho ricevuto la notifica del termine delle indagini preliminari ed il DP di Condanna.
- sono in attesa della convocazione per la prima udienza
- ho dato procura al mio avvocato per la gestione del processo
- nessun precedente penale
- il certificato dei carichi pendenti devo ritirarlo mercoledý (ma il mio avvocato mi ha detto che presenterÓ note sul procedimento in corso per il reato di cui sopra)

Compilando il modulo DS160 per la richiesta del visto L1B Blanket (Il petitioner ha giÓ avviato le pratiche dagli USA), mi viene chiesto:

"Have you ever been arrested or convicted for any offense or crime, even though subject of a pardon, amnesty, or other similar action?"

Per quanto ne so io e dice il mio avvocato non sono stato arrestato, ma credo che negli Stati Uniti la parola "arrest" abbia un significato leggermente diverso dal nostro dal punto di vista legale.

Cosa mi consigliate di fare?

A quanto ho capito tutto questo non dovrebbe generalmente essere motivo di una negazione di un visto di questo genere, ma se volessi richiedere una Green Card tra qualche anno?
Mi converrebbe patteggiare (ammissione di colpevolezza) o seguire il processo sperando in un proscioglimento per prescrizione (a Maggio siamo giÓ a 2 anni)?
Mi Ŕ stato detto che negli Stati Uniti non amano le ammissioni di colpevolezza (Plea Guilty) ed una condanna sarebbe comunque vista meglio al fine di richiedere un visto permanente.

In attesa di un vostro gentile consiglio, ringrazio anticipatamente.

Le conviene essere sincero in sede ESTA,per ci˛ che riguarda la green card le conviene sentire un avvocato americano esperto in immigrazione.
Saluti
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
Guido Baccoli
Fondatore
Fondatore


Numero di messaggi : 2756
EtÓ : 64
LocalitÓ : Santo Domingo - Rep. Dominicana
Data d'iscrizione : 12.01.08

MessaggioOggetto: Re: USA: Visti e Carichi Pendinti   Gio Feb 27, 2014 10:59 am

bostik ha scritto:
justfra ha scritto:
Salve e grazie di questa opportunitÓ, cerco di riassumere fornendo i dettagli necessari senza dilungarmi.

A giugno del 2012 provoco un incidente senza morti o feriti. Interviene la polizia che mi fa trasportare in ambulanza all'ospedale dove tramite prelievo ematico mi viene riscontrato un tasso alcolemico di 1,09 mg/l (2░ fascia).

Ad oggi:
- ho ricevuto la notifica del termine delle indagini preliminari ed il DP di Condanna.
- sono in attesa della convocazione per la prima udienza
- ho dato procura al mio avvocato per la gestione del processo
- nessun precedente penale
- il certificato dei carichi pendenti devo ritirarlo mercoledý (ma il mio avvocato mi ha detto che presenterÓ note sul procedimento in corso per il reato di cui sopra)

Compilando il modulo DS160 per la richiesta del visto L1B Blanket (Il petitioner ha giÓ avviato le pratiche dagli USA), mi viene chiesto:

"Have you ever been arrested or convicted for any offense or crime, even though subject of a pardon, amnesty, or other similar action?"

Per quanto ne so io e dice il mio avvocato non sono stato arrestato, ma credo che negli Stati Uniti la parola "arrest" abbia un significato leggermente diverso dal nostro dal punto di vista legale.

Cosa mi consigliate di fare?

A quanto ho capito tutto questo non dovrebbe generalmente essere motivo di una negazione di un visto di questo genere, ma se volessi richiedere una Green Card tra qualche anno?
Mi converrebbe patteggiare (ammissione di colpevolezza) o seguire il processo sperando in un proscioglimento per prescrizione (a Maggio siamo giÓ a 2 anni)?
Mi Ŕ stato detto che negli Stati Uniti non amano le ammissioni di colpevolezza (Plea Guilty) ed una condanna sarebbe comunque vista meglio al fine di richiedere un visto permanente.

In attesa di un vostro gentile consiglio, ringrazio anticipatamente.

Le conviene essere sincero in sede ESTA,per ci˛ che riguarda la green card le conviene sentire un avvocato americano esperto in immigrazione.
Saluti
Picolla aggiunta ed aiuto in pi˙, terminando qui le notre risposte su questo caso.
In lingua americana la frase da lei riportata significa: ''╚ stato arrestato in qualche momento o Ŕ stato condannato per qualche delitto-offesa o Ŕ stato incriminato, anche se soggetto ad un perdono, amnistia, o altro procedimento simile? "

╔ evidente che l'incriminazione esiste, ma Ú un delitto minore che se non ricordo male non prevede ne arresto e meno condanna al carcere, ma solo ed eventualmente una multa amministrativa. Cheda al suo avvocato se la legge penale Ú cambiata rispetto a quella di vari decenni fa, quando ancora vivevo in Italia.

Se il reato Ú solo amministrtivo, non credo che gli USA interessi, anche loro dipendendo dallo Stato USA, lo considerano un reato minore per fortuna senza conseguenze di feriti, morti, ma solo danni materiali. Le conviene dare retta a Bostick ed essere comunque sincero, rispondendo (una volta verificato con il suo avvocato) NO, solo reati amministrativi, non penali. Se poi la negano, si dovrß rivolgere appunto al Consolato Americano in Italia per l'ottenimento del visto.....attenzione che in USa, seppure solo fermato, senza incidenti, ┤viene comunque arrestato per il tasso alcolico, seppure poi rilasciato in breve tempo con l'avviso che una recidiva, le costerß carcere.


_________________
Dr. Guido Baccoli
Consulente legale - Burocratico e Giuridico

Esclusivamente per chi desidera per propria scelta ed esigenza, chiedere una consulenza completa individuale nei minimi particolari del suo caso personale o una difesa extragiudiziale, puˇ scrivere ed ottenere un preventivo a [Devi essere iscritto e connesso per vedere questo link]
INDICE DEI MIEI ARGOMENTI PI┌ IMPORTANTI
[Devi essere iscritto e connesso per vedere questo link]
____________________________
╔ meglio non avere legge, che non farla osservare.
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente http://www.burocraziaconsolare.com
Contenuto sponsorizzato




MessaggioOggetto: Re: USA: Visti e Carichi Pendinti   Oggi a 10:04 pm

Tornare in alto Andare in basso
 
USA: Visti e Carichi Pendinti
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 1 di 1
 Argomenti simili
-
» USA: Visti e Carichi Pendinti
» tempistiche massime ottenimento visti
» VISTO B2 NEGATO PER CARICHI PENDENTI!?
» matrimonio Las Vegas, riconoscimento, visti USA
» carichi di lavoro

Permesso di questo forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
Italiani all'Estero e Stranieri in Italia :: ITALIANI ALL'ESTERO :: BUROCRAZIA E ATTI CONSOLARI :: CALL CENTER ED APPUNTAMENTI A PAGAMENTO :: ITALIANI IN ITALIA ED ALL'ESTERO :: INFORMAZIONI LEGALI CONSOLARI E BUROCRATICI PER TUTTI-
Andare verso: