Italiani all'Estero e Stranieri in Italia

Consolato, Ambasciata, Matrimonio all'estero, Divorzio all'Estero, divorzio rapido, divorzio al vapore, Stranieri in Italia, Matrimoni misti, sposarsi all'estero, divorziarsi all'estero. REPUBBLICA DOMINICANA
 
IndiceIndice  PortalePortale  GalleriaGalleria  FAQFAQ  CercaCerca  RegistrarsiRegistrarsi  AccediAccedi  

Condividere | 
 

 Valore legale di un attestato consolare in Italia

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
AutoreMessaggio
gszegedy



Numero di messaggi : 13
Età : 53
Località : Veneto (Italia)
Data d'iscrizione : 18.03.09

MessaggioOggetto: Valore legale di un attestato consolare in Italia   Mer Mar 18, 2009 4:30 pm



Salve: Gradirei una informazione.
Io ho un attestato consolare, emesso da un Consolato in Italia (Attestato di concordanza, perché io ho doppia cittadinanza, e in una delle cittadinanze solo compare un cognome, ed in questo attestato chiarisce che sono la stesa persona) , questo attestato l'ho legalizzato nella Prefettura della Regione. Ho presentato questo attestato al comune e non lo accettano. Esiste una legge per gli attestati consolari? Hanno valore in Italia?

Il Comune mi ha inviato una lettera minacciandomi con l’ufficio legale, se continuo a fare richiesta di accettazione di questo attestato. scratch

Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
Amedeo
Amministratori
Amministratori


Numero di messaggi : 1613
Età : 67
Data d'iscrizione : 14.06.08

MessaggioOggetto: Re: Valore legale di un attestato consolare in Italia   Mer Mar 18, 2009 5:05 pm

gszegedy ha scritto:


Salve: Gradirei una informazione.
Io ho un attestato consolare, emesso da un Consolato in Italia (Attestato di concordanza, perché io ho doppia cittadinanza, e in una delle cittadinanze solo compare un cognome, ed in questo attestato chiarisce che sono la stesa persona) , questo attestato l'ho legalizzato nella Prefettura della Regione. Ho presentato questo attestato al comune e non lo accettano. Esiste una legge per gli attestati consolari? Hanno valore in Italia?

Il Comune mi ha inviato una lettera minacciandomi con l’ufficio legale, se continuo a fare richiesta di accettazione di questo attestato. scratch


Innanzitutto bisogna capire per quale uso viene presentato questo attestato. Da ciò dipendono molte cose.

In linea generale è un documento e come tale non possono rifiutare di accettarlo. Semmai potranno dichiararlo per iscritto non sufficiente per gli scopi che si devono raggiungere.

Nel caso ricordi all'ufficio legale del comune che il funzionario era tenuto, in base all'art. 7 del DPR 396/2000 a mettere per iscritto i motivi del rifiuto (ma anche in base alla legge 241/1990) e, quindi, così non facendo rischia di incorrere nel reatoi di omissione in atti d'ufficio. La prossima volta chieda che mettano subito per iscritto i motivi del rifiuto. Se non lo fanno, vada subito dai carabinieri e sporga querela.

Un saluto,

_________________
Amedeo Intonti

Autore di:
- Manuale di sopravvivenza burocratica per italiani con partner straniero
- Ricongiungimento ... step by step
reperibili su www.edizionidellimpossibile.com

solo per casi riservatissimi, e-mail: amedeointonti@burocraziaconsolare.com
indice generale: http://www.burocraziaconsolare.com/amedeo-f80/indice-generale-di-amedeo-t767.htm#4762
Difensore Civico di www.tuttostranieri.it/forum/
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
gszegedy



Numero di messaggi : 13
Età : 53
Località : Veneto (Italia)
Data d'iscrizione : 18.03.09

MessaggioOggetto: Re: Valore legale di un attestato consolare in Italia   Mer Mar 18, 2009 5:19 pm

Shocked Che meraviglioso questo forum, per la sua velocità, e precisione nelle risposte, e tante grazie.
Ho chiesto per scritto il motivo della negazione del attestato e non mi rispondono. Io ho doppia cittadinanza, la Venezuelana per nascita con due cognomi, e la Ungherese per ascendenza paterna, ma con un solo cognome (generalmente in Europa usano solo un cognome).
Ho richiesto questo attestato di concordanza all'ambasciata Ungherese, perché io mi sono registrata al anagrafe come ungherese, ma in questo passaporto solo compare un cognome, allora la mia ambasciata del Ungheria ha scritto, questo attestato, che io con un solo cognome nel passaporto ungherese sono la stessa di quella con i due cognomi del passaporto Venezuelano. Ho richiesto al Comune da più di un anno, che mi aggiungano il secondo cognome, come sono registrata dalla nascita, e cosi che nasce il problema. La mia carta di identità italiana e codice fiscale compare i miei due cognomi, ma il comune non vuole aggiungere il mio secondo cognome, e dice che mi devo cambiare il codice fiscale. Quando in realtà la agenzia delle entrate chiede i dati di nascita, ed io di nascita ho i due cognomi. GRAZIE ANCORA.
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
Amedeo
Amministratori
Amministratori


Numero di messaggi : 1613
Età : 67
Data d'iscrizione : 14.06.08

MessaggioOggetto: Re: Valore legale di un attestato consolare in Italia   Mer Mar 18, 2009 5:25 pm

gszegedy ha scritto:
Shocked Che meraviglioso questo forum, per la sua velocità, e precisione nelle risposte, e tante grazie.
Ho chiesto per scritto il motivo della negazione del attestato e non mi rispondono. Io ho doppia cittadinanza, la Venezuelana per nascita con due cognomi, e la Ungherese per ascendenza paterna, ma con un solo cognome (generalmente in Europa usano solo un cognome).
Ho richiesto questo attestato di concordanza all'ambasciata Ungherese, perché io mi sono registrata al anagrafe come ungherese, ma in questo passaporto solo compare un cognome, allora la mia ambasciata del Ungheria ha scritto, questo attestato, che io con un solo cognome nel passaporto ungherese sono la stessa di quella con i due cognomi del passaporto Venezuelano. Ho richiesto al Comune da più di un anno, che mi aggiungano il secondo cognome, come sono registrata dalla nascita, e cosi che nasce il problema. La mia carta di identità italiana e codice fiscale compare i miei due cognomi, ma il comune non vuole aggiungere il mio secondo cognome, e dice che mi devo cambiare il codice fiscale. Quando in realtà la agenzia delle entrate chiede i dati di nascita, ed io di nascita ho i due cognomi. GRAZIE ANCORA.

Non posso non chiedermi come mai il comune che rifiuta la correzione abbia rilasciato la Carta d'identità con i due cognomi??? Loro cosa dicono?

Un saluto,

_________________
Amedeo Intonti

Autore di:
- Manuale di sopravvivenza burocratica per italiani con partner straniero
- Ricongiungimento ... step by step
reperibili su www.edizionidellimpossibile.com

solo per casi riservatissimi, e-mail: amedeointonti@burocraziaconsolare.com
indice generale: http://www.burocraziaconsolare.com/amedeo-f80/indice-generale-di-amedeo-t767.htm#4762
Difensore Civico di www.tuttostranieri.it/forum/
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
gszegedy



Numero di messaggi : 13
Età : 53
Località : Veneto (Italia)
Data d'iscrizione : 18.03.09

MessaggioOggetto: Re: Valore legale di un attestato consolare in Italia   Mer Mar 18, 2009 5:33 pm

La carta di identità la ho fatto in Sardegna nell’ anno 2004, ed anche il codice fiscale. Nel 2007 mi trasloco al Veneto, e proprio qua, al Veneto che non vogliono aggiungere il secondo cognome. Mi hanno scritto che il mio codice fiscale non e allineato, perché a loro compare un errore, ed io ho risposto, che certo che da errore se solo scrivono un cognome, e mi hanno scritto, che in Sardegna si sono sbagliati al farmi la carta di identità e codice fiscale. Ho tutte le carte. E la legge del Codice fiscale, richiede cognome di nascita, osia i miei 2 cognomi. Se vule li posso mandare le letere del comune. GRAZIE ANCORA
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
Amedeo
Amministratori
Amministratori


Numero di messaggi : 1613
Età : 67
Data d'iscrizione : 14.06.08

MessaggioOggetto: Re: Valore legale di un attestato consolare in Italia   Mer Mar 18, 2009 5:48 pm

gszegedy ha scritto:
La carta di identità la ho fatto in Sardegna nell’ anno 2004, ed anche il codice fiscale. Nel 2007 mi trasloco al Veneto, e proprio qua, al Veneto che non vogliono aggiungere il secondo cognome. Mi hanno scritto che il mio codice fiscale non e allineato, perché a loro compare un errore, ed io ho risposto, che certo che da errore se solo scrivono un cognome, e mi hanno scritto, che in Sardegna si sono sbagliati al farmi la carta di identità e codice fiscale. Ho tutte le carte. E la legge del Codice fiscale, richiede cognome di nascita, osia i miei 2 cognomi. Se vule li posso mandare le letere del comune. GRAZIE ANCORA

Quindi è nella fase di cambio di residenza tra i due comuni che si è creato l'errore? Secondo me l'errore è del comune del Veneto, che non ha trascritto in modo corretto i dati del comune della Sardegna, forse tratto in errore dal passaporto con un cognome solo. Ora che si è accorto dell'errore, non vuole riconoscerlo e fa anche il "cattivo"!!!

Non sanno che quì c'è qualcuno ancora più "cattivo" di loro!!!

Aspettiamo un parere del dott. Sereno Scolaro adesso.

Un saluto.

_________________
Amedeo Intonti

Autore di:
- Manuale di sopravvivenza burocratica per italiani con partner straniero
- Ricongiungimento ... step by step
reperibili su www.edizionidellimpossibile.com

solo per casi riservatissimi, e-mail: amedeointonti@burocraziaconsolare.com
indice generale: http://www.burocraziaconsolare.com/amedeo-f80/indice-generale-di-amedeo-t767.htm#4762
Difensore Civico di www.tuttostranieri.it/forum/
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
gszegedy



Numero di messaggi : 13
Età : 53
Località : Veneto (Italia)
Data d'iscrizione : 18.03.09

MessaggioOggetto: Re: Valore legale di un attestato consolare in Italia   Mer Mar 18, 2009 6:04 pm

OK. E molte grazie. Rimango in attesa della risposta del Dott. Sereno Scolaro. Ribadisco che ho tanto le mie lettere inviate al comune, come quelle ricevute, che vi posso inviare per più chiarimento. Solo fattemi sapere.. Ho anche detto al comune e loro sano, che io sono discendete di un famoso eroe di guerra Veneto (Alessandro Tandura), perché anche quello un'altra storia che non mi voglio riconoscere la mia ascendenza italiana, per iuris sanguinis, e né meno a mia madre che é figlia d’italiana, e tutta la sua ascendenza é italiana. Incredibile pero é cosi. Adesso, si chiudo il computer, perché qua in Italia sono le ore 23, e anche tolgo il disturbo. Porgendo il mio ringraziamento per le sue risposte. Rimango in attesa.
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
Guido Baccoli
Fondatore
Fondatore


Numero di messaggi : 2756
Età : 64
Località : Santo Domingo - Rep. Dominicana
Data d'iscrizione : 12.01.08

MessaggioOggetto: Re: Valore legale di un attestato consolare in Italia   Mer Mar 18, 2009 6:19 pm

Benvenuto e saluti gszegedy .
Due cose, la prima é che avviso il Dr Scolaro che per favore intervenga (sará domani ormai), ma ció che ha detto Amedeo e pur non essendo propriamente la mia meteria, so che il Comune ha torto, ma é grave che ti diffidi quando a questo punto, fatta la richiesta ai sensi dell'art 7, del DPR 396/200 e della 241/90 e dopo passati i 90 giorni di rito (confermi il Dr Scolaro) sará lei a diffidarli anche per le minecce che preferisco non commentare perché io sono piú ''cattivo'' di Amedeo e andrei sul piú pesante.

La seconda é che ti chiedo, che se per caso ti sei registrato due volte (questo mi risulterebbe quale amministratore, avendo ricevute la richieste d'iscrizione e accettandole entrambe per un piccolo dubbio risultando le due e-mail diverse) o mi avvisi e cancello io la seconda iscrizione o ti chiedo il favore di cancellarla tu stesso. É comprensibilmente un eventuale errore in buona fede, ma é vietato dal regolamento per non crare doppioni e confusioni o persone in malafede (non é il tuo caso altrimenti non avrei accettato entrambe i nick).
Il regolamento vieta anche di pubblicare lettere e comunicazioni che riguardano il singolo caso, senza prima la mia autorizzazione. Ti ringrazio per tutto e aspettiamo ansiosi il responso illuminante e altolocato del Dr Scolaro.

_________________
Dr. Guido Baccoli
Consulente legale - Burocratico e Giuridico

Esclusivamente per chi desidera per propria scelta ed esigenza, chiedere una consulenza completa individuale nei minimi particolari del suo caso personale o una difesa extragiudiziale, puó scrivere ed ottenere un preventivo a guidobaccoli@hotmail.com
INDICE DEI MIEI ARGOMENTI PIÚ IMPORTANTI
http://www.burocraziaconsolare.com/guido-baccoli-f84/indice-argomenti-piu-rilevanti-ed-importanti-di-guido-baccoli-t787.htm
____________________________
É meglio non avere legge, che non farla osservare.
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente http://www.burocraziaconsolare.com
gszegedy



Numero di messaggi : 13
Età : 53
Località : Veneto (Italia)
Data d'iscrizione : 18.03.09

MessaggioOggetto: Re: Valore legale di un attestato consolare in Italia   Gio Mar 19, 2009 3:53 am

Buon giorno (19/03/2009). Si aspetto a domani. Si anche per il fatto che mi sono iscritta due volte, la seconda volta , con questo id gszegedy perche il primo gszegedyjaye, non riuscivo ad entrare, non accettava il mio password, e neanche l’emai. Si lo può eliminare la mia prima iscrizione con gszegedyjaye. E mi scuso, ma non c’era maniera di entrare, ed ho provato di nuovo con altro id. Grazie.
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
Sereno.SCOLARO
Moderatore
Moderatore


Numero di messaggi : 420
Data d'iscrizione : 02.03.08

MessaggioOggetto: Re: Valore legale di un attestato consolare in Italia   Gio Mar 19, 2009 6:28 am

Pare di capire che la questione non sia piu' di tanto incentrata sull'efficacia dell'attestazione consolare, che mi pare non in discussione, quanto sulla legge applicabile.
In presenza di una duplice (o, anche, plurima) cittadinanza, per la legge italiana (e, quindi, per le sue registrazioni), occorre fare riferimento alle disposizioni di cui all'art. 19, comma 2, primo periodo, L. 31 maggio 1995, n. 218 (Rifroma del sistema italiano di diritto internazionale privato), norma che considera esattamente questa situazione, affermando l'applicazione della legge nazionale dello Stato con cui sussista il collegamento più stretto.
Se, in via generale, l'accertamento su quale sia lo Stato con cui sussista il collegamento più stretto spetterebbe al giudice, nel caso di specie la cosa trova altra soluzione, nel senso che essendo le due cittadinanze possedute una di Stato membro dell'Unione europea, l'altra di Stato terzo, prevale quella dello Stato membro, dato che, in caso contrario, si determinerebbe una violazione all'art. 12 (ex art. 6) del Trattato istitutivo CE.
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
Guido Baccoli
Fondatore
Fondatore


Numero di messaggi : 2756
Età : 64
Località : Santo Domingo - Rep. Dominicana
Data d'iscrizione : 12.01.08

MessaggioOggetto: Re: Valore legale di un attestato consolare in Italia   Gio Mar 19, 2009 9:28 am

gszegedy ha scritto:
Buon giorno (19/03/2009). Si aspetto a domani. Si anche per il fatto che mi sono iscritta due volte, la seconda volta , con questo id gszegedy perche il primo gszegedyjaye, non riuscivo ad entrare, non accettava il mio password, e neanche l’emai. Si lo può eliminare la mia prima iscrizione con gszegedyjaye. E mi scuso, ma non c’era maniera di entrare, ed ho provato di nuovo con altro id. Grazie.
Non puó entrare fino a quando non do l'autorizzazione io (max 24/48 ore). Comunque ho cancellato l'altra iscrizione. Grazie per la collaborazione.

Per il suo problema, purtroppo avendo sbagliato dall'inizio il primo Comune, si dovrá rettificare l'iscrizione anagrafica iniziale con doppio cognome e richiedere anche una nuova carta d'identitá. Non é mia materia e quindi non conosco il procedimento; spero il Dr Scolaro le indichi come puó agire. Rimane il fatto e Scolaro me ne scuserá, che il Comune anziché minacciarlo e difffidarlo avrebbe dovuto spiegare esatamente come lo ha fatto lei, perché non poteva mettere il doppio cognome e supportare il cittadino residente dandogli anche la soluzione.

_________________
Dr. Guido Baccoli
Consulente legale - Burocratico e Giuridico

Esclusivamente per chi desidera per propria scelta ed esigenza, chiedere una consulenza completa individuale nei minimi particolari del suo caso personale o una difesa extragiudiziale, puó scrivere ed ottenere un preventivo a guidobaccoli@hotmail.com
INDICE DEI MIEI ARGOMENTI PIÚ IMPORTANTI
http://www.burocraziaconsolare.com/guido-baccoli-f84/indice-argomenti-piu-rilevanti-ed-importanti-di-guido-baccoli-t787.htm
____________________________
É meglio non avere legge, che non farla osservare.
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente http://www.burocraziaconsolare.com
gszegedy



Numero di messaggi : 13
Età : 53
Località : Veneto (Italia)
Data d'iscrizione : 18.03.09

MessaggioOggetto: Re: Valore legale di un attestato consolare in Italia   Gio Mar 19, 2009 11:32 am

Gentili Avvocati SCOLARO e BACCOLI:

Io sono nata in uno stato terzo, la ho studiato, tutte le mie lauree, con il doppio cognome, anzi le scuole elementari e medie (bilingui italiane castellane) le ho fatto in questo stato terzo, e sempre con i mie due cognomi. All’arrivare in Italia (Sardegna 2003) mi sono registrata all’Agenzia delle entrate per avere il mio codice fiscale, con i miei dati di nascita, secondo la DPR 29/09/1973 n. 605 art.4, perché cosi richiesto, anzi ho il foglio dove chiaramente chiede “Cognome di Nascita”, e i miei cognomi di nascita sono due, al comune in Sardegna mi sono registrata con la cittadinanza CE, per avere la carta d’identità, mi hanno fatto la mia carta di identità italiana, indicando cittadinanza Comunitaria, luogo di nascita Stato terzo, e con i miei due nomi ed i miei due cognomi. Al traslocarmi al Veneto (2007), faccio cambio di residenza, vado all’ agenzia entrate, dove, mi ribadiscono che non ce problema che abbia varie cittadinanze, quello che devo informare sono i miei dati di nascita, sempre stato terzo, due cognomi, vado dopo al ufficio anagrafe, e la cominciano i problemi, mi chiedono il passaporto CE, che lo mostro assieme con l’attestato consolare (attestato di concordanza), richiesto dal proprio comune, mostro codice fiscale aggiornato e carta d’identità italiana, ma si negano di includere il secondo cognome, scrivendomi che se voglio avere i due cognomi mi devo iscrivermi come cittadina di Stato terzo, in caso contrario rimango con un solo cognome. Ho inviato varie lettere al Comune, anche ho parlato con il consolato CE, e sono rimasti sbalorditi di questo procedere del comune, e mi ha detto il consolato di richiedere spiegazione del perché non accettano questo attestato, che anche è legalizzato della prefettura. A cui mi risponde il Comune, ma in questo caso, non più il capo dell’ufficio anagrafe, ma sì il dirigente dell’area demografica, dove scrive “Qualora la S.V. ritenesse di persistere in richieste non accoglibili,la pratica verrà trasmessa al proprio ufficio legale, cui la presente è diretta per conoscenza”, al appena ricevere questa lettera, chiamo al ufficio legale dove chiedo un appuntamento, che mi è negato, indicandomi che loro non trattano con i cittadini. Mando una lettera all’ufficio legale, chiedendo chiaramente il perché questo rifiutato dal comune, e l’ufficio legale mi risponde tra altre cose, cosi: “ … Alla luce di quanto precede, riscontrato che l’ufficio competente, adempiendo scrupolosamente ai propri doveri, in più occasioni ha fornito chiare e dettagliate informazioni e risposte” (grassetto e sottolineato dal foglio originale) “circa le motivazioni giuridiche alla base dei procedimenti in questione, si deve anche precisare che, poiché il servizio è svolto sotto diretta vigilanza del Prefetto e per conto dello Stato, la S. V. , qualora interesata, avrebbe potuto rivolgere le proprie doglianze avverso le determinazioni del Comune direttamente a tale autorità che, per altro. È stata gia informata del caso” queste sono alcune linee dell’ufficio legale del comune del Veneto.
Ma Spettabili avvocati di Burocrazia Consolare, mai l’ufficio anagrafe mi ha dato risposta del perché non accettano l’attestato, mi indicano come per esempio quanto segue “ Il suo codice fiscale, da interrogazioni effettuate sul file dell’ Agenzia delle entrate non risulta allineato e con codice di ritorno 3”, è certo per fini fiscali, niente a che vedere il comune, non può indicare questo che l’agenzie sia sbagliata, e che io devo cambiare il mio codice, ma certamente se il comune al introdurre i dati, solo introducono un solo cognome, risulterà che il mio codice attuale ( con i miei cognomi di nascita come richiesto della agenzia) mai coinciderà con il numero fiscale che al comune compare con un solo cognome.
Per quello, Spettabili avvocati, che da un anno tento di correggere questo, perché considero non legale che mi deva cambiare la nazionalità, per essere registrata come di nascita, che per altro mi pregiudica, con tutti i miei documenti di lauree, MBA, anzi mi dovrei sposare, e non posso, perché per il comune mi devo sposare con un solo cognome, ma dove ho nato e vissuto ho doppio cognome.
Mi dica Lei, se esiste una legge o regolarmente che proibisca al comune di dare un valore legale di un attestato consolare autenticato dalla prefettura della regione, o il comune ha ragione di non accettare l’attestato consolare?. Porgo i miei cordiali saluti.
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
gszegedy



Numero di messaggi : 13
Età : 53
Località : Veneto (Italia)
Data d'iscrizione : 18.03.09

MessaggioOggetto: Re: Valore legale di un attestato consolare in Italia   Gio Mar 19, 2009 11:50 am

Spettabile Avvocato SCOLARO:
Ho letto l’art. 19 , ma spettabile avvocato, il mio collegamento più stretto non sarebbe quello di nascita?, perché la nazionalità CE e per filiazione paterna, mai ho vissuto in Ungheria e la solo hanno di me, il mio atto di nascita Venezuelano.
Si certamente anche Lei indica che prevale la cittadinanza dello stato membro, ma il fatto è che il problema non è la cittadinanza, ma i miei cognomi, che sono due, come di nascita, e cosi confermato in questo attestato consolare.
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
gszegedy



Numero di messaggi : 13
Età : 53
Località : Veneto (Italia)
Data d'iscrizione : 18.03.09

MessaggioOggetto: Re: Valore legale di un attestato consolare in Italia   Gio Mar 19, 2009 11:50 am

Spettabile Avvocato SCOLARO:
Ho letto l’art. 19 , ma spettabile avvocato, il mio collegamento più stretto non sarebbe quello di nascita?, perché la nazionalità CE e per filiazione paterna, mai ho vissuto in Ungheria e la solo hanno di me, il mio atto di nascita Venezuelano.
Si certamente anche Lei indica che prevale la cittadinanza dello stato membro, ma il fatto è che il problema non è la cittadinanza, ma i miei cognomi, che sono due, come di nascita, e cosi confermato in questo attestato consolare.
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
Sereno.SCOLARO
Moderatore
Moderatore


Numero di messaggi : 420
Data d'iscrizione : 02.03.08

MessaggioOggetto: Re: Valore legale di un attestato consolare in Italia   Gio Mar 19, 2009 12:10 pm

Qualora un giudice (italiano) accertasse un collegamento piu' stretto, dovrebbe essere in condizione di soggiorno secondo le norme che riguardano l'ingresso ed il soggiorno dei cittadini di Stati terzi (c.d., anche, extra-comunitari), con la conseguenza che tale accertamento violerebbe il Trattato.
Avendo, tra le due cittadinanze possedute, la cittadinanza di Stato membro dell'unione europea questa prevale, così che non puo' che essere indicato se non con le generalità che le competono per la legge nazionale dello Stato membro.
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
gszegedy



Numero di messaggi : 13
Età : 53
Località : Veneto (Italia)
Data d'iscrizione : 18.03.09

MessaggioOggetto: Re: Valore legale di un attestato consolare in Italia   Gio Mar 19, 2009 12:24 pm

Adesso riesaminando, se come dice Lei il mio collegamento più stretto sarebbe quello dello Stato CE, allora perché il comune non da il valore legale al attestato emesso dal Consolato dello Stato membro?, se questo è il più stretto?.
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
gszegedy



Numero di messaggi : 13
Età : 53
Località : Veneto (Italia)
Data d'iscrizione : 18.03.09

MessaggioOggetto: Re: Valore legale di un attestato consolare in Italia   Gio Mar 19, 2009 12:28 pm

Adesso riesaminando, come dice Lei il mio collegamento più stretto sarebbe quello dello Stato CE, allora perché il comune non da il valore legale al attestato emesso dal Consolato dello Stato membro?, se questo è il più stretto?.
Nella carta d’identità italiana indica cittadinanza Ungherese, luogo di nascita Venezuela, ma il problema sono i cognomi, che sono stato chiariti per il consolato del Ungheria. Indicando che io con 1 solo cognome sono la stessa con due cognomi.
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
gszegedy



Numero di messaggi : 13
Età : 53
Località : Veneto (Italia)
Data d'iscrizione : 18.03.09

MessaggioOggetto: Re: Valore legale di un attestato consolare in Italia   Gio Mar 19, 2009 12:37 pm

Come Lei ha scritto in precedenza, che ci siamo incentrati in altro tema.
Un Attestato Consolare, non ha valore in Italia? Esiste una legge, che da valore legale? perché se è no, allora perché lo elaborano i Consolati per L'Italia?
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
Sereno.SCOLARO
Moderatore
Moderatore


Numero di messaggi : 420
Data d'iscrizione : 02.03.08

MessaggioOggetto: Re: Valore legale di un attestato consolare in Italia   Gio Mar 19, 2009 1:50 pm

Non vi sono ragioni di disconoscere l'attestato consolare.
Solo che, per l'Italia così come per ogni altro Stato membro dell'Unione europea, non puo' che essere indicato con le generalita' che le spettino per l'ordinamento dello Stato membro.
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
gszegedy



Numero di messaggi : 13
Età : 53
Località : Veneto (Italia)
Data d'iscrizione : 18.03.09

MessaggioOggetto: Re: Valore legale di un attestato consolare in Italia   Ven Mar 20, 2009 6:37 am

Avvocato: Mi scussi che insista, ?Esiste una legge internazionale o italiana, che da valore ad un Attestato Consolare?
Credo aver capito allora quanto segue, che l’Italia (Comune) deve scrivere le mie generalità (nomi e cognomi) come indicato nel mio passaporto ungherese? Mi corregga se mi sbaglio.
Se la risposta è si, allora perché il Comune non accetta l’attestato, che come mi ha indicato il consolato, fa parte del mio passaporto?.
Anche lo stesso consolato mi ha offerto di cambiare il passaporto, aggiungendo il secondo cognome, solo che questo impiega molto tempo ed è per quello che mi ha fatto l’attestato. GRAZIE Muy agradecida.
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
Sereno.SCOLARO
Moderatore
Moderatore


Numero di messaggi : 420
Data d'iscrizione : 02.03.08

MessaggioOggetto: Re: Valore legale di un attestato consolare in Italia   Dom Mar 22, 2009 1:16 am

Non vi è ragione di non tanere conto di un attestato rilasciato da autorità consolare di altro Stato, salvo non manchi di requisiti formali (esempio, della legalizzazione, se non ne sia esente in quanto emesso da autorità consolare di Stato membro della Convenzione di Londra del 7 giugno 1968).
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
gszegedy



Numero di messaggi : 13
Età : 53
Località : Veneto (Italia)
Data d'iscrizione : 18.03.09

MessaggioOggetto: Re: Valore legale di un attestato consolare in Italia   Lun Mar 23, 2009 10:57 am

GRAZIE
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
Contenuto sponsorizzato




MessaggioOggetto: Re: Valore legale di un attestato consolare in Italia   Oggi a 9:40 am

Tornare in alto Andare in basso
 
Valore legale di un attestato consolare in Italia
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 1 di 1
 Argomenti simili
-
» Valore legale di un attestato consolare in Italia
» Matrominio tra italiani alle Hawaii - registrazione in Italia
» nulla osta per matrimonio: che valore legale ha?
» Matrimonio "Segreto" Santo Domingo
» Matrimonio alle MALDIVE

Permesso di questo forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
Italiani all'Estero e Stranieri in Italia :: ASSISTENZA CONSOLARE-
Andare verso: