Italiani all'Estero e Stranieri in Italia

Consolato, Ambasciata, Matrimonio all'estero, Divorzio all'Estero, divorzio rapido, divorzio al vapore, Stranieri in Italia, Matrimoni misti, sposarsi all'estero, divorziarsi all'estero. REPUBBLICA DOMINICANA
 
IndiceIndice  PortalePortale  GalleriaGalleria  FAQFAQ  CercaCerca  RegistratiRegistrati  AccediAccedi  

Condividi | 
 

 VISTO PER FAMILIARI DI CITTADINI ITALIANI

Andare in basso 
AutoreMessaggio
cloe



Numero di messaggi : 1
Data d'iscrizione : 14.05.14

MessaggioTitolo: VISTO PER FAMILIARI DI CITTADINI ITALIANI   Mer Mag 14, 2014 5:32 am

Vorrei richiedere un chiarimento in materia di visti di ingresso per familiari di cittadini italiani.
Il MAE (circolare 400/A/2013/12.337) ha chiarito che, per l'ingresso di familiari extracomunitari di cittadini UE, non occorre visto nazionale per motivi familiari ma unicamente visto Schengen, per turismo.
Nel mio caso, si tratta dell'ingresso in Italia del genitore di cittadinanza bengalese, residente in Bangladesh, di un cittadino italiano (per naturalizzazione). Il D.Lgs. 30/2007, art. 2, specifica che tale possibilità è riconosciuta agli "ascendenti diretti a carico".
La specificazione "a carico" suscita qualche dubbio. Non è chiaro se "a carico" del cittadino italiano sia i familiare all'estero o, piuttosto, il soggiorno in Italia del familiare, mediante la prestazione di fideiussione e assicurazione sanitaria, usualmente richieste per il visto turistico. Il cittadino italiano non è dunque esentato dalla prestazione di tali garanzie?
L'unico vantaggio rispetto ai familiari di cittadini extra-UE, dunque, è rappresentato dalla gratuità e dalla priorità previste dall'art. 5, par. 3. del D.Lgs. 30/2007.
Ringrazio per i chiarimenti e saluto cordialmente
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo
bostik
Amministratori
Amministratori


Numero di messaggi : 3850
Località : Colombia
Data d'iscrizione : 22.07.08

MessaggioTitolo: Re: VISTO PER FAMILIARI DI CITTADINI ITALIANI   Mer Mag 14, 2014 1:19 pm

cloe ha scritto:
Vorrei richiedere un chiarimento in materia di visti di ingresso per familiari di cittadini italiani.
Il MAE (circolare 400/A/2013/12.337) ha chiarito che, per l'ingresso di familiari extracomunitari di cittadini UE, non occorre visto nazionale per motivi familiari ma unicamente visto Schengen, per turismo.
Nel mio caso, si tratta dell'ingresso in Italia del genitore di cittadinanza bengalese, residente in Bangladesh, di un cittadino italiano (per naturalizzazione). Il D.Lgs. 30/2007, art. 2, specifica che tale possibilità è riconosciuta agli "ascendenti diretti a carico".
La specificazione "a carico" suscita qualche dubbio. Non è chiaro se "a carico" del cittadino italiano sia i familiare all'estero o, piuttosto, il soggiorno in Italia del familiare, mediante la prestazione di fideiussione e assicurazione sanitaria, usualmente richieste per il visto turistico. Il cittadino italiano non è dunque esentato dalla prestazione di tali garanzie?
L'unico vantaggio rispetto ai familiari di cittadini extra-UE, dunque, è rappresentato dalla gratuità e dalla priorità previste dall'art. 5, par. 3. del D.Lgs. 30/2007.
Ringrazio per i chiarimenti e saluto cordialmente

Per i genitori di cittadino UE,nessun problema; Non deve presentare fideussione ma assicurazione sí.
Saluti
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo
 
VISTO PER FAMILIARI DI CITTADINI ITALIANI
Torna in alto 
Pagina 1 di 1
 Argomenti simili
-
» VISTO PER FAMILIARI DI CITTADINI ITALIANI
» Sposarsi in UK tra cittadini italiani, iscritti all'AIRE
» VISTO DI TURISMO PER I FAMILARI CITTADINI UE - ITALIANI
» Cittadini italiani residenti AIRE: richiesta documenti uso matrimonio
» VISTO PER MOTIVI FAMILIARI??????

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
Italiani all'Estero e Stranieri in Italia :: ITALIANI ALL'ESTERO :: BUROCRAZIA E ATTI CONSOLARI :: IL VISTO-
Vai verso: