Italiani all'Estero e Stranieri in Italia

Consolato, Ambasciata, Matrimonio all'estero, Divorzio all'Estero, divorzio rapido, divorzio al vapore, Stranieri in Italia, Matrimoni misti, sposarsi all'estero, divorziarsi all'estero. REPUBBLICA DOMINICANA
 
IndiceIndice  PortalePortale  GalleriaGalleria  FAQFAQ  CercaCerca  RegistrarsiRegistrarsi  AccediAccedi  

Condividere | 
 

 Passaporto per neocittadini a Londra

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
AutoreMessaggio
ukresident



Numero di messaggi : 74
Data d'iscrizione : 26.04.08

MessaggioOggetto: Passaporto per neocittadini a Londra   Lun Nov 24, 2014 1:24 pm

Buonasera.

Forse qualcuno ancora mi ricordera' su questo forum, che frequento ormai da oltre 5 anni. Ricapitolando, sono un residente nel Regno Unito, sposato con una cittadina peruviana che a marzo finalmente giurera' come cittadina italiana. Fine di tutti i problemi? Forse, ma ci sono alcune informazioni di base che non riesco a reperire. Provero' a contattare direttamente il consolato, pero' devo dire che sono cose talmente terra terra che mi aspetterei che fossero esperienza comune.

Il problema e' che una volta divenuto italiano, un lavoratore ha automaticamente diritto a risiedere nel Regno Unito, ma bisogna anche essere in grado di dimostrare di essere italiani! Il corrispettivo della carta di soggiorno di mia moglie e' in scadenza e rinnovarla e' una procedura un po' rischiosa (oltre che costosa). Si manda il passaporto per posta e se va perso diventano problemi molto seri.

Vorremmo evitare questo inutile passaggio, ma dobbiamo capire che cosa serva per ottenere un documento italiano. Il giorno stesso del giuramento, provvederemo a fare la richiesta di iscrizione all'AIRE nel mio comune che non credo sia automatica... da nessuna parte e' scritto che lo sia o che non lo sia. Certamente, l'iscrizione all'AIRE non e' istantanea ma ci vorranno mesi. Prima dell'iscrizione all'AIRE penso (chiedo conferma) che sia impossibile ottenere una carta d'identita'.

L'alternativa e' il passaporto, ma nelle procedure del consolato si dice che bisogna essere iscritti all'AIRE per richiederlo. Domanda: ma uno che ha fatto domanda di iscrizione all'AIRE ha diritto di usufruire dei servizi del consolato prima che la registrazione avvenga? Ma piu' in generale, cosa fanno i neo-cittadini residenti all'estero per ottenere un passaporto? Devono aspettare mesi o hanno il diritto di richiederlo presentando un certificato di cittadinanza?

L'altro mistero e' che cosa succede il giorno del giuramento. Viene consegnato un certificato di cittadinanza? Mi spiego: posso dare per scontato che i diritti ai servizi cominciano nel momento del giuramento o ci sono ulteriori tempi tecnici da attendere? Lo chiedo perche' il tempo stringe e potenzialmente potrei prenotare un appuntamento all'ufficio passaporti il giorno seguente al giuramento. Commetterei un errore?

Spero che qualcuno abbia esperienze in merito. Magari ho cercato male, ma scartabellando in rete non sono riuscito a trovare la storia di qualcuno che ha ottenuto la cittadinanza italiana a Londra e ha poi richiesto il passaporto. E mi sembra una cosa abbastanza banale... la realta' e' che se uno chiede la cittadinanza italiana, in genere e' perche' gli serve il passaporto...
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
bostik
Amministratori
Amministratori


Numero di messaggi : 3625
LocalitÓ : Colombia
Data d'iscrizione : 22.07.08

MessaggioOggetto: Re: Passaporto per neocittadini a Londra   Lun Nov 24, 2014 2:40 pm

ukresident ha scritto:
Buonasera.

Forse qualcuno ancora mi ricordera' su questo forum, che frequento ormai da oltre 5 anni. Ricapitolando, sono un residente nel Regno Unito, sposato con una cittadina peruviana che a marzo finalmente giurera' come cittadina italiana. Fine di tutti i problemi? Forse, ma ci sono alcune informazioni di base che non riesco a reperire. Provero' a contattare direttamente il consolato, pero' devo dire che sono cose talmente terra terra che mi aspetterei che fossero esperienza comune.

Il problema e' che una volta divenuto italiano, un lavoratore ha automaticamente diritto a risiedere nel Regno Unito, ma bisogna anche essere in grado di dimostrare di essere italiani! Il corrispettivo della carta di soggiorno di mia moglie e' in scadenza e rinnovarla e' una procedura un po' rischiosa (oltre che costosa). Si manda il passaporto per posta e se va perso diventano problemi molto seri.

Vorremmo evitare questo inutile passaggio, ma dobbiamo capire che cosa serva per ottenere un documento italiano. Il giorno stesso del giuramento, provvederemo a fare la richiesta di iscrizione all'AIRE nel mio comune che non credo sia automatica... da nessuna parte e' scritto che lo sia o che non lo sia. Certamente, l'iscrizione all'AIRE non e' istantanea ma ci vorranno mesi. Prima dell'iscrizione all'AIRE penso (chiedo conferma) che sia impossibile ottenere una carta d'identita'.

L'alternativa e' il passaporto, ma nelle procedure del consolato si dice che bisogna essere iscritti all'AIRE per richiederlo. Domanda: ma uno che ha fatto domanda di iscrizione all'AIRE ha diritto di usufruire dei servizi del consolato prima che la registrazione avvenga? Ma piu' in generale, cosa fanno i neo-cittadini residenti all'estero per ottenere un passaporto? Devono aspettare mesi o hanno il diritto di richiederlo presentando un certificato di cittadinanza?

L'altro mistero e' che cosa succede il giorno del giuramento. Viene consegnato un certificato di cittadinanza? Mi spiego: posso dare per scontato che i diritti ai servizi cominciano nel momento del giuramento o ci sono ulteriori tempi tecnici da attendere? Lo chiedo perche' il tempo stringe e potenzialmente potrei prenotare un appuntamento all'ufficio passaporti il giorno seguente al giuramento. Commetterei un errore?

Spero che qualcuno abbia esperienze in merito. Magari ho cercato male, ma scartabellando in rete non sono riuscito a trovare la storia di qualcuno che ha ottenuto la cittadinanza italiana a Londra e ha poi richiesto il passaporto. E mi sembra una cosa abbastanza banale... la realta' e' che se uno chiede la cittadinanza italiana, in genere e' perche' gli serve il passaporto...


"Ancora tu,ma non dovevamo vederci pi˙..." cantava Battisti...;A parte gli scherzi caro UKresident,bentornato e ti parlo per esperienza con gli italo-colombiani a cui viene riconosciuta la cittadinanza italiana,dopo il riconoscimento,si prende appuntamento per il passaporto e l'iscrizione AIRE viene fatta d'ufficio dal consolato.Credo che a Londra,sarß lo stesso,anche perchÚ l'iscrizione AIRE si fa compilando l'apposito modulo con allegato la copia di un documento "italiano"...
Saluti
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
ukresident



Numero di messaggi : 74
Data d'iscrizione : 26.04.08

MessaggioOggetto: Re: Passaporto per neocittadini a Londra   Lun Nov 24, 2014 3:32 pm

Ciao Bostik,

per l'AIRE temo che sia diverso in UK perche' nelle istruzioni hanno scritto che se non hai un documento italiano gli basta il certificato di cittadinanza, che peraltro non so dove prendere se non ce lo danno il giorno del giuramento. Interessante notare che i giuramenti sono di mercoledi' e i certificati di cittadinanza li rilasciano solo il lunedi' e il martedi'. Considerato che noi viviamo a 120 chilometri dal consolato, non e' proprio una passeggiata e spero proprio che esista l'accortezza di consegnare un certificato all'atto del giuramento, ma non mi stupirei del contrario.
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
bostik
Amministratori
Amministratori


Numero di messaggi : 3625
LocalitÓ : Colombia
Data d'iscrizione : 22.07.08

MessaggioOggetto: Re: Passaporto per neocittadini a Londra   Mar Nov 25, 2014 8:09 am

ukresident ha scritto:
Ciao Bostik,

per l'AIRE temo che sia diverso in UK perche' nelle istruzioni hanno scritto che se non hai un documento italiano gli basta il certificato di cittadinanza, che peraltro non so dove prendere se non ce lo danno il giorno del giuramento. Interessante notare che i giuramenti sono di mercoledi' e i certificati di cittadinanza li rilasciano solo il lunedi' e il martedi'. Considerato che noi viviamo a 120 chilometri dal consolato, non e' proprio una passeggiata e spero proprio che esista l'accortezza di consegnare un certificato all'atto del giuramento, ma non mi stupirei del contrario.

Un altro pasticcio all'italiana...ormai i certificati tra le varie PA non si usano pi˙ ma solo autocertificazione per di pi˙ ufficio passaporti e ufficio cittadinanza sono nello stesso consolato....! Nei paesi membri dell'UE dovrebbero abolire i consolati dei vari stati membri,sopratutto quelli italiani...!
PS: la cittadinanza Ú valida dopo 24 ore dal giuramento...

Saluti
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
ukresident



Numero di messaggi : 74
Data d'iscrizione : 26.04.08

MessaggioOggetto: Re: Passaporto per neocittadini a Londra   Mar Nov 25, 2014 11:56 am

Chiamato il consolato... per tre mesi dopo la cittadinanza di passaporto non se ne parla. Io comprendo che la colpa non e' di chi risponde al telefono, che anzi e' stata gentilissima, ma nel 2014 sinceramente l'amministrazione pubblica (e non solo quella italiana, penso sia un problema globale) fa ridere i polli. Quando da straniero ti presenti al giuramento, capisco che un ufficiale debba controllare che i documenti sono in regola, ma una volta che lo sono, basterebbe un click per avere iscrizione all'AIRE, carta d'identita', e passaporto mandato in stampa. Ed essendo del mestiere, posso dire che la tecnologia per fare questo non dico esiste, ma e' MATURA da almeno 10 anni.
Personalmente, mi trovo in un'altra piega orrenda del sistema. Requisito fondamentale per il giuramento, permesso di soggiorno inglese in corso di validita'. Quello di mia moglie scade 9 giorni prima del giuramento e non e' nemmeno un documento obbligatorio! Infatti, serve solo per viaggiare, ma il suo diritto a rimanere qui e' sancito banalmente dal certificato di matrimonio. Per rinnovarlo, si prendono il passaporto originale e lo tengono per un tempo massimo di 6 mesi. Adesso ci troviamo nella necessita' di spedire il passaporto originale e sperare che ce lo ridiano in tempo, ma soprattutto sperare che non vada perso nelle poste!
La cosa che piu' mi colpisce di tutta questa situazione e' che il nostro non e' un caso limite. La cittadinanza italiana per matrimonio si ottiene 5 anni dopo il matrimonio. La residence card inglese ha durata di 5 anni. E' ovvio che ci saranno centinaia di casi in cui la scadenza della residence card va a coincidere con il giuramento. Scartabellando per forum, ho gia' trovato un altro caso abbastanza recente.
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
bostik
Amministratori
Amministratori


Numero di messaggi : 3625
LocalitÓ : Colombia
Data d'iscrizione : 22.07.08

MessaggioOggetto: Re: Passaporto per neocittadini a Londra   Mer Nov 26, 2014 9:07 am

ukresident ha scritto:
Chiamato il consolato... per tre mesi dopo la cittadinanza di passaporto non se ne parla. Io comprendo che la colpa non e' di chi risponde al telefono, che anzi e' stata gentilissima, ma nel 2014 sinceramente l'amministrazione pubblica (e non solo quella italiana, penso sia un problema globale) fa ridere i polli. Quando da straniero ti presenti al giuramento, capisco che un ufficiale debba controllare che i documenti sono in regola, ma una volta che lo sono, basterebbe un click per avere iscrizione all'AIRE, carta d'identita', e passaporto mandato in stampa. Ed essendo del mestiere, posso dire che la tecnologia per fare questo non dico esiste, ma e' MATURA da almeno 10 anni.
Personalmente, mi trovo in un'altra piega orrenda del sistema. Requisito fondamentale per il giuramento, permesso di soggiorno inglese in corso di validita'. Quello di mia moglie scade 9 giorni prima del giuramento e non e' nemmeno un documento obbligatorio! Infatti, serve solo per viaggiare, ma il suo diritto a rimanere qui e' sancito banalmente dal certificato di matrimonio. Per rinnovarlo, si prendono il passaporto originale e lo tengono per un tempo massimo di 6 mesi. Adesso ci troviamo nella necessita' di spedire il passaporto originale e sperare che ce lo ridiano in tempo, ma soprattutto sperare che non vada perso nelle poste!
La cosa che piu' mi colpisce di tutta questa situazione e' che il nostro non e' un caso limite. La cittadinanza italiana per matrimonio si ottiene 5 anni dopo il matrimonio. La residence card inglese ha durata di 5 anni. E' ovvio che ci saranno centinaia di casi in cui la scadenza della residence card va a coincidere con il giuramento. Scartabellando per forum, ho gia' trovato un altro caso abbastanza recente.

Un'alternativa potrebbe essere una questura italiana,ovvero quella del comune AIRE dove tua moglie sarß iscritta;Immagino che tua moglie avrß un visto Schengen in vigore per entrare in Italia.Previo giuramento,autocertifica in questura il possesso della cittadinanza italiana ed in 15 giorni per legge lo deve avere.
Saluti
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
bostik
Amministratori
Amministratori


Numero di messaggi : 3625
LocalitÓ : Colombia
Data d'iscrizione : 22.07.08

MessaggioOggetto: Re: Passaporto per neocittadini a Londra   Mar Dic 02, 2014 2:01 pm

Caro UKres.,
ho trovato questo sulle pagine di un consolato italiano:

"I cittadini italiani possono comunque chiedere il rilascio del passaporto presso un qualsiasi Ufficio emittente, sia in Italia sia all'estero, ma in tali casi sarÓ necessario acquisire preventivamente la delega da parte dell'Ufficio (Questura o Consolato) competente per residenza. La delega deve essere espressa, pertanto, nel caso in cui la domanda venga presentata presso una circoscrizione consolare in cui non si Ŕ residenti, Ŕ bene tenere presente che la necessaria delega della Questura/Consolato competente potrebbe rendere pi¨ lunghi i tempi di rilascio. Il connazionale richiederÓ al Consolato la delega il giorno dell'appuntamento allo sportello (si prega di non inviare mail al riguardo)."

Quindi secondo me tua moglie potrebbe anche andare in una questura italiana a richiederlo.Forse fareste prima che aspettare i tre mesi del consolato...
Saluti
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
ukresident



Numero di messaggi : 74
Data d'iscrizione : 26.04.08

MessaggioOggetto: Re: Passaporto per neocittadini a Londra   Gio Mar 05, 2015 10:40 am

Caro Bostik, mi scuso se ti rispondo dopo mesi, ma mi ero perso la risposta. Ti rispondo con una cosa che ti sembrera' agghiacciante. No, mia moglie non ha un visto Schengen e non puo' entrare in Italia. In zona Schengen siamo sempre entrati perche' viaggiando insieme e' sufficiente presentare la residence card inglese e un certificato di matrimonio (che in realta' mi hanno chiesto solo una volta a Malta). Ora, la residence card scadra' prima della cittadinanza, quindi il giochino non si potra' piu' fare. Bene, dirai tu, fai un visto Schengen e amen. Indovina un po' che cosa chiede il consolato italiano per darti un visto Schengen? Una residence card in corso di validita'. Niente male, vero? Ci manca poco che un cittadino italiano per riuscire ad avere una carta d'identita' si deve fare imbarcare da uno scafista in Libia. In realta', esiste un foglio di rimpatrio, ma e' una procedura che viene usata per i turisti residenti in Italia che perdono i documenti... non credo che lo concedano a qualcuno che si sta iscrivendo all'AIRE. E' veramente un sistema perverso.
Alla fine, comunque, l'aggiornamento e' il seguente. Mia moglie ha richiesto una nuova residence card mandando il passaporto mio e suo al ministero dell'interno inglese. Questo accadeva a fine novembre. Dopo qualche mese, la pratica non era conclusa e abbiamo chiesto indietro i passaporti. I passaporti sono stati rispediti e siamo in attesa che gli inglesi ci mandino una lettera per farseli rispedire. Nel frattempo, abbiamo ricevuto un Certificate of Application che DOVREBBE essere accettato dal consolato come prova di residenza. L'unica speranza che mi rimane e' che gli inglesi chiedano indietro i passaporti in una data il piu' possibile vicina a quella del giuramento, in modo che mia moglie possa diventare italiana, continuare a viaggiare rientrando in Inghilterra col passaporto peruviano e poi con calma fare tutto l'iter per avere un passaporto italiano senza fretta. Comunque se posso permettermi di denunciare qualcosa, vi informo che al consolato italiano a Londra la situazione e' la seguente:
1) L'ufficio cittadinanza risponde alle telefonate con grande cortesia e disponibilita'. Ovviamente, per un caso un po' particolare, non riescono a gestire la cosa sul momento, per cui mi chiedono di porre la questione via mail. In tutto, ho spedito 3 mail e non ho mai ricevuto una risposta.
2) L'ufficio passaporti non ha un numero di telefono che si puo' chiamare e ha soltanto un indirizzo di posta elettronica. Ho mandato una mail e non ho mai ricevuto risposta. Sul sito non c'e' alcuna informazione riguardante il passaporto per i neocittadini.

Avranno le loro ragioni e io non mi permetto di formulare giudizi, ma dal punto di vista dei cittadini, quello che si vede e' un muro di gomma. Sinceramente, visto che noi non paghiamo le tasse in Italia, penso che sarebbe giusto chiedere magari piu' soldi, ma offrire un servizio di livello.
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
ukresident



Numero di messaggi : 74
Data d'iscrizione : 26.04.08

MessaggioOggetto: Re: Passaporto per neocittadini a Londra   Gio Mar 05, 2015 11:30 am

La beffa e' che da quest'estate il Peru' emettera' dei nuovi passaporti biometrici che consentiranno l'ingresso in area Schengen senza visto. E questo in passato ci avrebbe risolto un bel po' di grattacapi. Tuttavia, non risolve il problema specifico che abbiamo adesso, perche' l'Inghilterra non e' in area Schengen, pertanto serve comunque o la residence card o un documento italiano per rientrare a casa!
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
bostik
Amministratori
Amministratori


Numero di messaggi : 3625
LocalitÓ : Colombia
Data d'iscrizione : 22.07.08

MessaggioOggetto: Re: Passaporto per neocittadini a Londra   Gio Mar 05, 2015 1:44 pm

Che storia UKres...Kafka in proporzione sarebbe un "poppante" nell'inventare vicende assurde...Il visto Schengen si puˇ chiedere anche a altri consolati dell'area di libera circolazione magari adducendo la scusa che ad esempio volete andare "solo" a Praga o Bratislava...
Saluti
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
ukresident



Numero di messaggi : 74
Data d'iscrizione : 26.04.08

MessaggioOggetto: Re: Passaporto per neocittadini a Londra   Gio Mar 05, 2015 3:35 pm

In realta', l'ho messa un po' sul ridere. Penso anch'io che con qualche sforzo si potrebbe riuscire ad entrare in Italia. Tuttavia, bisognerebbe avere la certezza di riuscire ad ottenere un documento italiano in tempi brevissimi, perche' altrimenti in assenza di una residence card inglese mia moglie non riuscirebbe a rientrare in Inghilterra, dove ha un datore di lavoro che non puo' aspettare i tempi per ottenere un visto inglese!
Per questo, il passaporto e' fuori questione. Per me che ero italiano al 100% ci mettevano oltre un mese a fare il passaporto in questura... figuriamoci. L'unica opzione sarebbe la carta d'identita', ma purtroppo per ottenerla bisogna essere iscritti all'AIRE e pare che ci vogliano mesi. Io ai miei tempi fui relativamente fortunato, ma gli italiani che mi hanno raggiunto in seguito aspettano ere geologiche durante le quali peraltro non ricevono servizi ne' dal consolato ne' dal comune di provenienza. La mia storia ti sembra kafkiana? Un mio collega si doveva sposare e non e' riuscito ad avere un certificato di stato libero ne' dal consolato ne' dal suo comune nei mesi in cui si e' trovato nel limbo degli "aspiranti iscritti all'AIRE".

Stanno arrivando in Inghilterra orde di italiani a dorso di mulo. Non so se e quanto il consolato si sia espanso dall'ultima volta che l'ho visto, ma e' abbastanza evidente che non e' in grado di gestire la domanda di servizi. Leggevo che ci sono 250.000 iscritti all'AIRE (che saranno si' e no il 20% degli italiani che vivono qui, secondo me), che corrispondono alla popolazione del comune di Verona. Ora, io non sono di Verona, ma non penso che il consolato italiano a Londra possa essere grande quanto il municipio di Verona. O informatizzano tutto il sistema (e ci vorrebbe veramente poco) o non riusciranno mai a offrire un servizio decente. Sempre che a qualcuno ai piani alti importi qualcosa... francamente ne dubito.
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
bostik
Amministratori
Amministratori


Numero di messaggi : 3625
LocalitÓ : Colombia
Data d'iscrizione : 22.07.08

MessaggioOggetto: Re: Passaporto per neocittadini a Londra   Ven Mar 06, 2015 10:56 pm

Spero che vada in porto il progetto di cittadinanza UE(da voi Farage permettendo...) e che vi siano solo dei consolati UE,nei paesi extra Unione.Vuoi mettere un consolato con l'efficienza francese o tedesca... ? magari e finalmente gli italiani che ci andranno a lavorare saranno davvero preparati,laureati e parleranno varie lingue... I consolati italiani nei paesi UE andrebbero chiusi come quelli degli altri stati membri...si Ú forse mai visto in USA un consolato del Nebraska in Texas....? Smile
Saluti
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
ukresident



Numero di messaggi : 74
Data d'iscrizione : 26.04.08

MessaggioOggetto: Re: Passaporto per neocittadini a Londra   Gio Mar 26, 2015 7:38 am

Mia moglie ha finalmente giurato ed e' ora cittadina italiana. Tempo 15 secondi dal giuramento, le hanno messo in mano un foglio di carta con le istruzioni per avere un passaporto. Queste informazioni non sono riportate da NESSUNA PARTE su internet e l'ufficio passaporti non ha un telefono da chiamare, quindi e' importante condividerle qui.
Secondo la procedura del Consolato a Londra, il giorno del giuramento, l'ufficio cittadinanza compila una richiesta di iscrizione all'AIRE. A quel punto, per essere iscritti effettivamente all'AIRE devono succedere due cose: il consolato deve inviare la documentazione al comune italiano e il comune italiano deve effettuare la registrazione. Solo al termine di questa procedura, il comune italiano potra' rilasciare una carta d'identita' e il consolato potra' rilasciare un passaporto "in giornata".
Ma la domanda e': quando avverra' questa iscrizione? La risposta e': non si sa. Sul foglio si raccomanda di attendere "QUALCHE" mese prima di prenotare un appuntamento per il passaporto. C'e' anche scritto che il consolato non comunichera' quando avra' spedito al comune la richiesta e non rispondera' a domande in merito. Se proprio si vuol sapere qualcosa si puo' provare a contattare il comune.
Una volta consegnato il foglio con le istruzioni e prima di avere il tempo di leggerlo siamo stati cortesemente invitati a lasciare l'ufficio in fretta perche' c'era altra gente che aspettava di giurare, quindi non siamo riusciti a fare domande. La domanda che resta aperta e restera' senza risposta e' la seguente: "che cosa succede se uno prende appuntamento per il passaporto PRIMA dell'avvenuta iscrizione all'AIRE?". Quello che io credo di intuire e' che non sara' possibile consegnare un passaporto il giorno stesso perche' sara' necessario un nulla osta da parte di una qualche questura non meglio identificata. A quel punto, il consolato dovrebbe essere tenuto a consegnare un passaporto entro 40 giorni? Il problema e' che tutto questo e' molto teorico, perche' in realta' l'altra cosa che puo' succedere e' che uno si presenta all'appuntamento per il passaporto e viene semplicemente cacciato perche' ha atteso un numero di mesi inferiore a "qualche". Che problema c'e'? Basta chiedere. Peccato che nessuno risponde. Per chi come noi vive lontano da Londra non e' proprio una passeggiata prendere appuntamenti random e poi sperare che qualcosa succeda.
Questo e' il resoconto della situazione e mi auguro che sia utile ai tanti che si trovano in una situazione simile.
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
bostik
Amministratori
Amministratori


Numero di messaggi : 3625
LocalitÓ : Colombia
Data d'iscrizione : 22.07.08

MessaggioOggetto: Re: Passaporto per neocittadini a Londra   Gio Mar 26, 2015 11:18 pm

ukresident ha scritto:
Mia moglie ha finalmente giurato ed e' ora cittadina italiana. Tempo 15 secondi dal giuramento, le hanno messo in mano un foglio di carta con le istruzioni per avere un passaporto. Queste informazioni non sono riportate da NESSUNA PARTE su internet e l'ufficio passaporti non ha un telefono da chiamare, quindi e' importante condividerle qui.
Secondo la procedura del Consolato a Londra, il giorno del giuramento, l'ufficio cittadinanza compila una richiesta di iscrizione all'AIRE. A quel punto, per essere iscritti effettivamente all'AIRE devono succedere due cose: il consolato deve inviare la documentazione al comune italiano e il comune italiano deve effettuare la registrazione. Solo al termine di questa procedura, il comune italiano potra' rilasciare una carta d'identita' e il consolato potra' rilasciare un passaporto "in giornata".
Ma la domanda e': quando avverra' questa iscrizione? La risposta e': non si sa. Sul foglio si raccomanda di attendere "QUALCHE" mese prima di prenotare un appuntamento per il passaporto. C'e' anche scritto che il consolato non comunichera' quando avra' spedito al comune la richiesta e non rispondera' a domande in merito. Se proprio si vuol sapere qualcosa si puo' provare a contattare il comune.
Una volta consegnato il foglio con le istruzioni e prima di avere il tempo di leggerlo siamo stati cortesemente invitati a lasciare l'ufficio in fretta perche' c'era altra gente che aspettava di giurare, quindi non siamo riusciti a fare domande. La domanda che resta aperta e restera' senza risposta e' la seguente: "che cosa succede se uno prende appuntamento per il passaporto PRIMA dell'avvenuta iscrizione all'AIRE?". Quello che io credo di intuire e' che non sara' possibile consegnare un passaporto il giorno stesso perche' sara' necessario un nulla osta da parte di una qualche questura non meglio identificata. A quel punto, il consolato dovrebbe essere tenuto a consegnare un passaporto entro 40 giorni? Il problema e' che tutto questo e' molto teorico, perche' in realta' l'altra cosa che puo' succedere e' che uno si presenta all'appuntamento per il passaporto e viene semplicemente cacciato perche' ha atteso un numero di mesi inferiore a "qualche". Che problema c'e'? Basta chiedere. Peccato che nessuno risponde. Per chi come noi vive lontano da Londra non e' proprio una passeggiata prendere appuntamenti random e poi sperare che qualcosa succeda.
Questo e' il resoconto della situazione e mi auguro che sia utile ai tanti che si trovano in una situazione simile.

Gentile UKres,
tanti auguri alla consorte,dispiace solo che la neo-cittadina si renda conto che "la penisola Ú isolata da una fitta nebbia burocratica..."
Comunque i tempi massimi d'iscrizione AIRE sono max.60 ovvero il consolato ha 30 giorni di tempo per mandare la richiesta al comune ed il comune ha pure lui,max.30 gg.,per fare l'iscrizione,come da 241/90 modificata.Poi si puˇ diffidare.
In tutti i casi,un consolato se non vi sono elementi ostativi,deve rilasciare il passaporto in 15 giorni (quella dell'iscrizione AIRE Ú solo un deterrente...) dalla richiesta,indipendemente se uno risiede all'estero(in quel caso si chiede il nulla osta all'autoritß competente,es. vivo a Berlino ma sono residente a CanicattÝ,posso chiedere il passaporto al consolato nostrano di Berlino che chiederß il nulla osta alla questura di Agrigento.)
Saluti
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
ukresident



Numero di messaggi : 74
Data d'iscrizione : 26.04.08

MessaggioOggetto: Re: Passaporto per neocittadini a Londra   Ven Mar 27, 2015 6:51 am

Carissimo Bostik, se in 30 giorni il consolato spedisse la richiesta al mio comune, a maggio mia moglie avrebbe matematicamente il passaporto. Ti ringrazio per la dritta e ci lavorero' sopra :-)
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
ukresident



Numero di messaggi : 74
Data d'iscrizione : 26.04.08

MessaggioOggetto: Re: Passaporto per neocittadini a Londra   Gio Apr 02, 2015 12:29 pm

Ho provato a ri-studiare tutte le informazioni sul sito del consolato a Londra riguardo al passaporto e mi sono reso conto che la situazione e' ingarbugliata.
Il sito del consolato dice che se non sei iscritto all'AIRE non puoi fare richiesta a meno che non ci sia un motivo documentato per cui la richiesta viene fatta in quel consolato. Tuttavia, il passaporto puo' essere rilasciato solo previa il nulla osta della questura o del consolato di competenza. Nel caso di mia moglie, il consolato di competenza e' lo stesso consolato di Londra! E a questo punto, c'e' veramente qualche cosa che io non posso capire. Faro' una serie di affermazioni... vediamo se qualcuno riesce a dirmi dove sbaglio.
1) Con il rilascio di un passaporto, il comune di residenza non c'entra nulla, se non a identificare quale sia la questura di competenza. Se sono residente a Bergamo, la questura di Bergamo sara' l'organo competente.
2) Puo' darsi che il comune debba passare alla questura competente qualche informazione relativa ad un suo neo-residente. Certificato di nascita? Stato civile?
3) Ora, nel mio caso la questura competente e' il consolato italiano a Londra. E questo il consolato stesso lo sa perche' la richiesta di iscrizione all'AIRE di mia moglie ce l'hanno in mano. Supponiamo anche che avessero bisogno di informazioni aggiuntive. Beh, tutte quelle informazioni le hanno in casa, perche' di mia moglie il mio comune sapra' soltanto quello che viene trasmesso dal consolato.

Insomma, domanda finale, ma qual e' la ragione per cui un neocittadino dovrebbe essere registrato all'AIRE per ricevere un passaporto dal proprio consolato? Per la carta d'identita' lo capisco (sebbene non ne condivida i principi), ma per il passaporto davvero non mi riesce. Il consolato italiano a Londra SA che mia moglie risiede li' e non mi risulta che ci sia un ente esterno al consolato che deve dire la sua. Sbaglio?
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
bostik
Amministratori
Amministratori


Numero di messaggi : 3625
LocalitÓ : Colombia
Data d'iscrizione : 22.07.08

MessaggioOggetto: Re: Passaporto per neocittadini a Londra   Gio Apr 02, 2015 3:34 pm

ukresident ha scritto:
Ho provato a ri-studiare tutte le informazioni sul sito del consolato a Londra riguardo al passaporto e mi sono reso conto che la situazione e' ingarbugliata.
Il sito del consolato dice che se non sei iscritto all'AIRE non puoi fare richiesta a meno che non ci sia un motivo documentato per cui la richiesta viene fatta in quel consolato. Tuttavia, il passaporto puo' essere rilasciato solo previa il nulla osta della questura o del consolato di competenza. Nel caso di mia moglie, il consolato di competenza e' lo stesso consolato di Londra! E a questo punto, c'e' veramente qualche cosa che io non posso capire. Faro' una serie di affermazioni... vediamo se qualcuno riesce a dirmi dove sbaglio.
1) Con il rilascio di un passaporto, il comune di residenza non c'entra nulla, se non a identificare quale sia la questura di competenza. Se sono residente a Bergamo, la questura di Bergamo sara' l'organo competente.
2) Puo' darsi che il comune debba passare alla questura competente qualche informazione relativa ad un suo neo-residente. Certificato di nascita? Stato civile?
3) Ora, nel mio caso la questura competente e' il consolato italiano a Londra. E questo il consolato stesso lo sa perche' la richiesta di iscrizione all'AIRE di mia moglie ce l'hanno in mano. Supponiamo anche che avessero bisogno di informazioni aggiuntive. Beh, tutte quelle informazioni le hanno in casa, perche' di mia moglie il mio comune sapra' soltanto quello che viene trasmesso dal consolato.

Insomma, domanda finale, ma qual e' la ragione per cui un neocittadino dovrebbe essere registrato all'AIRE per ricevere un passaporto dal proprio consolato? Per la carta d'identita' lo capisco (sebbene non ne condivida i principi), ma per il passaporto davvero non mi riesce. Il consolato italiano a Londra SA che mia moglie risiede li' e non mi risulta che ci sia un ente esterno al consolato che deve dire la sua. Sbaglio?

"Des bŕtises" burocratiche,caro UKres.....Una questura dovrebbe eventualmente dire se esistono motivi ostativi al rilascio,ma oggi come oggi gli stessi consolati hanno accesso al SIS e da alcuni anni,con le novitß informatiche introdotte dall'allora ministro Terzi,in un paio d'ore un passaporto si potrebbe stampare..."Happy easter!"
Saluti
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
ukresident



Numero di messaggi : 74
Data d'iscrizione : 26.04.08

MessaggioOggetto: Re: Passaporto per neocittadini a Londra   Gio Giu 11, 2015 6:37 am

La vicenda si e' conclusa con un epilogo ai limiti del verosimile. Ieri mattina, il mio comune mi ha comunicato che mia moglie era stata iscritta all'AIRE. Mi sono connesso al sito del consolato per cercare di prendere un appuntamento a 3 mesi, seguendo la procedura standard (scandalosa). Una volta connesso, scopro che pochi minuti prima un connazionale aveva cancellato un appuntamento per stamattina alle 9. Ho cliccato alla velocita' della luce... Morale... stamattina mia moglie e' entrata in consolato alle 9 e ne e' uscita alle 10 col passaporto in mano. Penso che sia l'unica italiana nella storia che e' riuscita a passare dall'iscrizione all'AIRE al rilascio di un passaporto in meno di 24 ore. Grazie e tutti coloro che mi hanno sopportato (e aiutato) per 7 lunghi anni su questo sito mentre cercavo di risolvere le situazioni piu' paradossali che si venivano a creare. L'agonia finisce oggi. Grazie, Grazie, Grazie a tutti.
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
bostik
Amministratori
Amministratori


Numero di messaggi : 3625
LocalitÓ : Colombia
Data d'iscrizione : 22.07.08

MessaggioOggetto: Re: Passaporto per neocittadini a Londra   Gio Giu 11, 2015 9:10 am

ukresident ha scritto:
La vicenda si e' conclusa con un epilogo ai limiti del verosimile. Ieri mattina, il mio comune mi ha comunicato che mia moglie era stata iscritta all'AIRE. Mi sono connesso al sito del consolato per cercare di prendere un appuntamento a 3 mesi, seguendo la procedura standard (scandalosa). Una volta connesso, scopro che pochi minuti prima un connazionale aveva cancellato un appuntamento per stamattina alle 9. Ho cliccato alla velocita' della luce... Morale... stamattina mia moglie e' entrata in consolato alle 9 e ne e' uscita alle 10 col passaporto in mano. Penso che sia l'unica italiana nella storia che e' riuscita a passare dall'iscrizione all'AIRE al rilascio di un passaporto in meno di 24 ore. Grazie e tutti coloro che mi hanno sopportato (e aiutato) per 7 lunghi anni su questo sito mentre cercavo di risolvere le situazioni piu' paradossali che si venivano a creare. L'agonia finisce oggi. Grazie, Grazie, Grazie a tutti.

Auguri alla neocittadina !
Saluti
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
bostik
Amministratori
Amministratori


Numero di messaggi : 3625
LocalitÓ : Colombia
Data d'iscrizione : 22.07.08

MessaggioOggetto: Re: Passaporto per neocittadini a Londra   Ven Giu 12, 2015 9:02 am

In realtÓ caro UKres.,bisogna darti plauso di avere fatto tutto da solo ed esserti mosso in un mostro "kafkiano-burocratico" come la burocrazia italiana.Le tue testimonianze spero servano da aiuto ad altri che vivono le stesse situazioni,per di pi¨ nella civile e non lontana Gran Bretagna,con tanto di contesto UE...le cose che racconti sarebbero pi¨ adatte a non so, per un consolato italiano in Burundi o Timor est che non di un paese a due ore di volo da Milano....grazie a te e tanti auguri !
Saluti
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
Contenuto sponsorizzato




MessaggioOggetto: Re: Passaporto per neocittadini a Londra   Oggi a 10:04 am

Tornare in alto Andare in basso
 
Passaporto per neocittadini a Londra
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 1 di 1
 Argomenti simili
-
» Passaporto per neocittadini a Londra
» passaporto da rinnovare e devo fare un viaggio urgente
» Passaporto per mio figlio neonato a Londra
» Rinnovo Passaporto a Londra: solo per iscritti AIRE???
» Problema rilascio passaporto consolato Londra

Permesso di questo forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
Italiani all'Estero e Stranieri in Italia :: ITALIANI ALL'ESTERO :: BUROCRAZIA E ATTI CONSOLARI :: IL PASSAPORTO-
Andare verso: