Italiani all'Estero e Stranieri in Italia

Consolato, Ambasciata, Matrimonio all'estero, Divorzio all'Estero, divorzio rapido, divorzio al vapore, Stranieri in Italia, Matrimoni misti, sposarsi all'estero, divorziarsi all'estero. REPUBBLICA DOMINICANA
 
IndiceIndice  PortalePortale  GalleriaGalleria  FAQFAQ  CercaCerca  RegistrarsiRegistrarsi  AccediAccedi  

Condividere | 
 

 Incastro micidiale

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
AutoreMessaggio
ukresident



Numero di messaggi : 74
Data d'iscrizione : 26.04.08

MessaggioOggetto: Incastro micidiale   Lun Dic 08, 2014 7:58 am

Salve,

scrivo circa una questione veramente sgradevole che pensavo di risolvere facilmente, ma che invece sta diventando un incubo. Io sono residente nel Regno Unito e mia moglie ha richiesto regolarmente la cittadinanza italiana presso il consolato. Dopo paziente attesa, il processo e' arrivato in fondo e siamo stati convocati in marzo per il giuramento. Nella mail di convocazione c'e' scritto che bisogna presentarsi con un permesso di soggiorno inglese in corso di validita' (che in Inghilterra e' peraltro un documento facoltativo).
Ebbene, la residence card di mia moglie scade 9 giorni prima del giuramento. In tutta fretta, abbiamo messo insieme una domanda di rinnovo della residence card, cosa che comporta spedire i passaporti originali (sia il mio che quello di mia moglie) a un ufficio nel nord del paese. Si riservano di tenere tali passaporti fino a sei mesi. Insomma, e' molto probabile che dovremo chiedere indietro i passaporti prima che la residence card sia rilasciata, altrimenti mia moglie non avra' neanche un documento in mano il giorno del giuramento. Abbiamo scritto al consolato ma non abbiamo ottenuto risposta. Ho telefonato e mi hanno detto di scrivere. Ho riscritto e sono in attesa, ma ho bisogno di sapere se c'e' qualcosa che posso fare se non ottenessi risposta. Noi non abbiamo alcuna colpa di questa situazione che ci e' caduta sulla testa. Per telefono mi hanno detto che anticipare la data e' fuori discussione, quindi la mia unica speranza e' che accettino qualche altro documento che dimostri la residenza in Inghilterra (lettera del datore di lavoro?). Il problema e' che se non mi rispondono, io non so che pesci pigliare. Avete qualche consiglio?

Grazie.
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
bostik
Amministratori
Amministratori


Numero di messaggi : 3625
LocalitÓ : Colombia
Data d'iscrizione : 22.07.08

MessaggioOggetto: Re: Incastro micidiale   Lun Dic 08, 2014 12:14 pm

ukresident ha scritto:
Salve,

scrivo circa una questione veramente sgradevole che pensavo di risolvere facilmente, ma che invece sta diventando un incubo. Io sono residente nel Regno Unito e mia moglie ha richiesto regolarmente la cittadinanza italiana presso il consolato. Dopo paziente attesa, il processo e' arrivato in fondo e siamo stati convocati in marzo per il giuramento. Nella mail di convocazione c'e' scritto che bisogna presentarsi con un permesso di soggiorno inglese in corso di validita' (che in Inghilterra e' peraltro un documento facoltativo).
Ebbene, la residence card di mia moglie scade 9 giorni prima del giuramento. In tutta fretta, abbiamo messo insieme una domanda di rinnovo della residence card, cosa che comporta spedire i passaporti originali (sia il mio che quello di mia moglie) a un ufficio nel nord del paese. Si riservano di tenere tali passaporti fino a sei mesi. Insomma, e' molto probabile che dovremo chiedere indietro i passaporti prima che la residence card sia rilasciata, altrimenti mia moglie non avra' neanche un documento in mano il giorno del giuramento. Abbiamo scritto al consolato ma non abbiamo ottenuto risposta. Ho telefonato e mi hanno detto di scrivere. Ho riscritto e sono in attesa, ma ho bisogno di sapere se c'e' qualcosa che posso fare se non ottenessi risposta. Noi non abbiamo alcuna colpa di questa situazione che ci e' caduta sulla testa. Per telefono mi hanno detto che anticipare la data e' fuori discussione, quindi la mia unica speranza e' che accettino qualche altro documento che dimostri la residenza in Inghilterra (lettera del datore di lavoro?). Il problema e' che se non mi rispondono, io non so che pesci pigliare. Avete qualche consiglio?

Grazie.

Che sfortuna,dispiace...Hai scritto al consolato via mail ordinaria o via PEC,Racc.A/R o fax ?
Saluti
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
ukresident



Numero di messaggi : 74
Data d'iscrizione : 26.04.08

MessaggioOggetto: Re: Incastro micidiale   Lun Dic 08, 2014 12:34 pm

Mail ordinaria all'unico indirizzo che hanno sul sito.
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
ukresident



Numero di messaggi : 74
Data d'iscrizione : 26.04.08

MessaggioOggetto: Re: Incastro micidiale   Lun Dic 08, 2014 12:38 pm

Tra l'altro non e' un problema che ho avuto solo io. Ho trovato altri con lo stesso problema a Londra in rete, ma nessuno ha scritto come lo ha risolto (io nel caso lo faro' qui!).
Ad ogni modo, la residence card dura 5 anni e per prendere la cittadinanza italiana dal matrimonio ci vogliono 5 anni. E' un incastro con una probabilita' non trascurabile. Certo che sarebbe bastato che mi avessero spiegato la cosa PRIMA di concedere la cittadinanza. Guardando in rete, del resto, sfido chiunque a scoprire con a disposizione solo internet che per giurare in un consolato serve un permesso di soggiorno locale... Oltretutto, mi chiedo... ma se mia moglie fosse stata europea? Noi mica abbiamo il permesso di soggiorno nell'UE.
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
bostik
Amministratori
Amministratori


Numero di messaggi : 3625
LocalitÓ : Colombia
Data d'iscrizione : 22.07.08

MessaggioOggetto: Re: Incastro micidiale   Lun Dic 08, 2014 2:01 pm

ukresident ha scritto:
Mail ordinaria all'unico indirizzo che hanno sul sito.

Devi contattarli via Racc.A/R,PEC e fax sennˇ per mail ordinaria possono scrivere ciˇ che vogliono perchÚ non ha valore legale...io interesserei anche l'URP del MAE.
Probabilmente ad una europea avrebbero chiesto la C.I. del paese in oggetto...In Italia so che le prefetture chiedono CDS,PDS o C.I. non valida per l'espatrio.
Saluti
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
ukresident



Numero di messaggi : 74
Data d'iscrizione : 26.04.08

MessaggioOggetto: Re: Incastro micidiale   Mar Dic 09, 2014 11:44 am

Pare che si accontentino di una lettera del Ministero degli Interni inglese che conferma che la residence card e' stata richiesta. Credo si riferiscano al Certificate of Application (o COA). Tale lettera arriva qualche settimana dopo la richiesta e arriva solo se dopo una prima occhiata alla documentazione tutto e' in ordine. Inutile dire che se abbiamo commesso errori nel compilare il questionario, potremmo pagarla cara... Comunque, questa e' un'informazione fondamentale per chi si trova nella stessa barca e spero che sia di aiuto ad altri utenti.
Io ho assolutamente bisogno dei miei documenti all'inizio del 2015, per cui se non ricevo il COA entro l'anno, si fara' molto dura e spero che abbiano voglia di venirci incontro, anche perche' non stiamo facendo NULLA di illegale o borderline...
E' un po' come se per iscriversi a una palestra fosse richiesta la patente: si', molti l'avranno, ma perche' uno che non guida la macchina non deve poter avere accesso alla palestra? E' giusto verificare che mia moglie risiede in Inghilterra legalmente, ma la residence card e' solo uno dei modi per fare cio'.
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
ukresident



Numero di messaggi : 74
Data d'iscrizione : 26.04.08

MessaggioOggetto: Re: Incastro micidiale   Gio Mar 26, 2015 7:19 am

Uno dei problemi su internet e' che spesso le persone scrivono su un forum quando ci sono dei problemi e una volta che i problemi sono risolti, tutto tace. Ad uso e consumo di chi verra' dopo di me, ecco come e' finita la faccenda.
La data del giuramento era il 25 marzo ed e' stata comunicata a fine novembre. Il problema della residence card inglese non si e' posto perche' abbiamo ricevuto la residence card 2 giorni prima del giuramento.
Ho scritto un totale di 4 mail al consolato da dicembre a marzo. L'ultima di queste l'ho anche spedita all'indirizzo di posta certificata. Non ho MAI ricevuto alcuna risposta. Al telefono rispondono due pomeriggi alla settimana per un paio d'ore. Ho telefonato 3 volte. In due occasioni mi e' stato detto di aspettare che fossimo piu' vicini alla data del giuramento. La terza volta mancava meno di una settimana al giuramento (e non avevamo ancora la residence card in mano). Il modo verbale usato e' stato sempre il condizionale, mai un'informazione certa, ma mi hanno fatto capire che se avessimo ragionevolmente dimostrato che c'era una procedura aperta con il ministero degli interni inglese, "probabilmente" non ci sarebbero stati problemi. Pertanto, mi permetto di suggerire un "iter" a chi si trova nella stessa situazione.
1) Fare richiesta di una nuova residence card inglese spedendo i passaporti originali dei due coniugi all'Home Office (il ministero degli interni)
2) Arrivera' una prima lettera che dice che i documenti sono stati ricevuti dall'ufficio. Questa non serve a nulla
3) Arrivera' dopo un paio di settimane un COA (certificate of application) documento ufficiale con cui il governo informa il richiedente che la pratica e' in processazione. Tenere questo documento per mostrarlo al consolato italiano.
4) Una volta ricevuto il COA, bisogna fare una procedura online per chiedere indietro i passaporti con urgenza. Fare attenzione a non cliccare dove dice che si "ritira la richiesta". La richiesta va solo sospesa.
5) Nel giro di qualche giorno tornano i passaporti con una lettera che dice che la richiesta e' ancora attiva e che un giorno chiederanno indietro i passaporti per terminare l'iter. Questa lettera va tenuta e presentata come prova in consolato. Ora, la realta' e' che l'Home Office non chiedera' piu' indietro i passaporti, ma terminata la pratica inviera' una residence card appiccicata a un foglio A4 invece di metterla nel passaporto. ATTENZIONE! La residence card sara' un adesivo della dimensione di una pagina del passaporto e in assenza di istruzioni uno sarebbe tentato di appiccicarla al passaporto per "comodita'". In realta, la carta su cui e' appiccicata la residence card ha un "rilievo" (perdonate l'ignoranza, non so come chiamarlo) che ne garantisce l'autenticita', quindi se la staccate dal suo foglio non e' piu' valida.

Al telefono, mi e' stato detto dall'ufficio passaporti che con il passaporto, il COA e il documento che dice che anche se si ha in mano il passaporto la richiesta di residence card e' ancora attiva, "dovrebbe" essere possibile prestare giuramento.

ALTRA COSA IMPORTANTE: la residence card in UK e' facoltativa. Serve a rientrare in Inghilterra senza visto quando si esce e a dare a un datore di lavoro la garanzia che la persona ha diritto di lavorare. Se il giuramento avviene prima della scadenza della residence card, uno sarebbe tentato di non rinnovarla, visto che dopo da italiani non e' piu' necessaria. Ecco, qui nasce un problema di cui bisogna essere al corrente. Tra il giuramento e un documento italiano in mano passano mesi. Durante quei mesi, si e' sprovvisti di qualsiasi documento che attesti il diritto di lavorare nel Regno Unito. Mia moglie aveva gia' un impiego e pensavo che non fosse un problema, ma il giorno che la vecchia residence card e' scaduta, il datore di lavoro ha richiesto a mia moglie di presentare una documentazione che attestasse il suo diritto di lavorare. In quel caso e' sufficiente il sopracitato COA, ma qualcosa bisogna averlo, perche' nel tempo che intercorre tra il giuramento e un passaporto, si potrebbe perdere il lavoro.
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
bostik
Amministratori
Amministratori


Numero di messaggi : 3625
LocalitÓ : Colombia
Data d'iscrizione : 22.07.08

MessaggioOggetto: Re: Incastro micidiale   Gio Mar 26, 2015 11:04 pm

ukresident ha scritto:
Uno dei problemi su internet e' che spesso le persone scrivono su un forum quando ci sono dei problemi e una volta che i problemi sono risolti, tutto tace. Ad uso e consumo di chi verra' dopo di me, ecco come e' finita la faccenda.
La data del giuramento era il 25 marzo ed e' stata comunicata a fine novembre. Il problema della residence card inglese non si e' posto perche' abbiamo ricevuto la residence card 2 giorni prima del giuramento.
Ho scritto un totale di 4 mail al consolato da dicembre a marzo. L'ultima di queste l'ho anche spedita all'indirizzo di posta certificata. Non ho MAI ricevuto alcuna risposta. Al telefono rispondono due pomeriggi alla settimana per un paio d'ore. Ho telefonato 3 volte. In due occasioni mi e' stato detto di aspettare che fossimo piu' vicini alla data del giuramento. La terza volta mancava meno di una settimana al giuramento (e non avevamo ancora la residence card in mano). Il modo verbale usato e' stato sempre il condizionale, mai un'informazione certa, ma mi hanno fatto capire che se avessimo ragionevolmente dimostrato che c'era una procedura aperta con il ministero degli interni inglese, "probabilmente" ánon ci sarebbero stati problemi. Pertanto, mi permetto di suggerire un "iter" a chi si trova nella stessa situazione.
1) Fare richiesta di una nuova residence card inglese spedendo i passaporti originali dei due coniugi all'Home Office (il ministero degli interni)
2) Arrivera' una prima lettera che dice che i documenti sono stati ricevuti dall'ufficio. Questa non serve a nulla
3) Arrivera' dopo un paio di settimane un COA (certificate of application) documento ufficiale con cui il governo informa il richiedente che la pratica e' in processazione. Tenere questo documento per mostrarlo al consolato italiano.
4) Una volta ricevuto il COA, bisogna fare una procedura online per chiedere indietro i passaporti con urgenza. Fare attenzione a non cliccare dove dice che si "ritira la richiesta". La richiesta va solo sospesa.
5) Nel giro di qualche giorno tornano i passaporti con una lettera che dice che la richiesta e' ancora attiva e che un giorno chiederanno indietro i passaporti per terminare l'iter. Questa lettera va tenuta e presentata come prova in consolato. Ora, la realta' e' che l'Home Office non chiedera' piu' indietro i passaporti, ma terminata la pratica inviera' una residence card appiccicata a un foglio A4 invece di metterla nel ápassaporto. ATTENZIONE! La residence card sara' un adesivo della dimensione di una pagina del passaporto e in assenza di istruzioni uno sarebbe tentato di appiccicarla al passaporto per "comodita'". In realta, la carta su cui e' appiccicata la residence card ha un "rilievo" (perdonate l'ignoranza, non so come chiamarlo) che ne garantisce l'autenticita', quindi se la staccate dal suo foglio non e' piu' valida.

Al telefono, mi e' stato detto dall'ufficio passaporti che con il passaporto, il COA e il documento che dice che anche se si ha in mano il passaporto la richiesta di residence card e' ancora attiva, "dovrebbe" essere possibile prestare giuramento.

ALTRA COSA IMPORTANTE: la residence card in UK e' facoltativa. Serve a rientrare in Inghilterra senza visto quando si esce e a dare a un datore di lavoro la garanzia che la persona ha diritto di lavorare. Se il giuramento avviene prima della scadenza della residence card, uno sarebbe tentato di non rinnovarla, visto che dopo da italiani non e' piu' necessaria. Ecco, qui nasce un problema di cui bisogna essere al corrente. Tra il giuramento e un documento italiano in mano passano mesi. Durante quei mesi, si e' sprovvisti di qualsiasi documento che attesti il diritto di lavorare nel Regno Unito. Mia moglie aveva gia' un impiego e pensavo che non fosse un problema, ma il giorno che la vecchia residence card e' scaduta, il datore di lavoro ha richiesto a mia moglie di presentare una documentazione che attestasse il suo diritto di lavorare. In quel caso e' sufficiente il sopracitato COA, ma qualcosa bisogna averlo, perche' nel tempo che intercorre tra il giuramento e un passaporto, si potrebbe perdere il lavoro.

Grazie per le informazioni Ukres.Il regolamento prevede l'autorizzazione degli admin per pubblicare consigli o postare esperienze ma vista la complessitß del caso e l'indubbia utilitß credo si possa fare senza problemi un'eccezione.
Saluti
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
Contenuto sponsorizzato




MessaggioOggetto: Re: Incastro micidiale   Oggi a 8:08 am

Tornare in alto Andare in basso
 
Incastro micidiale
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 1 di 1

Permesso di questo forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
Italiani all'Estero e Stranieri in Italia :: LEGGI E NORMATIVE COMMENTATE E DISCUSSE :: CITTADINANZA-
Andare verso: