Italiani all'Estero e Stranieri in Italia

Consolato, Ambasciata, Matrimonio all'estero, Divorzio all'Estero, divorzio rapido, divorzio al vapore, Stranieri in Italia, Matrimoni misti, sposarsi all'estero, divorziarsi all'estero. REPUBBLICA DOMINICANA
 
IndiceIndice  PortalePortale  GalleriaGalleria  FAQFAQ  CercaCerca  RegistratiRegistrati  AccediAccedi  

Condividere | 
 

 Come posso portare in Italia la famiglia di mia moglie?

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
AutoreMessaggio
Baobei



Numero di messaggi : 4
Data d'iscrizione : 31.12.14

MessaggioTitolo: Come posso portare in Italia la famiglia di mia moglie?   Mer Dic 31, 2014 12:14 pm

Ciao a tutti,
in passato mi avete aiutato a sposare e a "portare" in Italia mia moglie, di nazionalità cinese.

Siamo addirittura riusciti, prima del matrimonio, ad ottenere un visto turistico singolo, al consolato di Shanghai.
Quindi ormai, per noi, nulla è impossibile!

La situazione è questa:
- io sono italiano
- mia moglie è cinese (non ha ancora richiesto la cittadinanza)
- siamo sposati da 6 anni
- mia moglie è attualmente in possesso di un permesso di soggiorno lunga durata 5 anni
- abbiamo un reddito ampiamente sufficiente al sostentamento di tutta la famiglia

- la madre di mia moglie ha 54 anni, risiede in Cina, è divorziata dal padre di mia moglie e risposata
- dal secondo matrimonio è nato un altro figlio, attualmente minorenne
- la loro situazione è difficile, con violenze domestiche e maltrattamenti quotidiani da parte del secondo marito

Quello che noi vorremo fare è riuscire a portare in Italia la madre di mia moglie e il suo fratellino piccolo.

Da quello che ho letto, non si può richiedere il ricongiungimento familiare nè per mia suocera, nè per il fratellino di mia moglie.

Il problema è pero' concreto. Da anni ormai sono io a provvedere al loro sostentamento, al posto del marito di mia suocera.
Personaggio poco raccomandabile, che sta scontando una condanna ai domiciliari e opprime quotidianamente la famiglia con angherie e violenze, sia fisiche che psicologiche.


Vorrei prendermi carico di tutta la famiglia (suocera e fratellino) qui in Italia, soprattutto per dare al fratellino di 12 anni la tranquillità che gli spetta per poter concludere gli studi.

So che la situazione è un po' complicata ma spero con tutto il cuore che possiate ancora una volta aiutarmi e consigliarmi al meglio.


Vi ringrazio.
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
bostik
Amministratori
Amministratori


Numero di messaggi : 3757
Località : Colombia
Data d'iscrizione : 22.07.08

MessaggioTitolo: Re: Come posso portare in Italia la famiglia di mia moglie?   Ven Gen 02, 2015 9:26 am

Baobei ha scritto:
Ciao a tutti,
in passato mi avete aiutato a sposare e a "portare" in Italia mia moglie, di nazionalità cinese.

Siamo addirittura riusciti, prima del matrimonio, ad ottenere un visto turistico singolo, al consolato di Shanghai.
Quindi ormai, per noi, nulla è impossibile!

La situazione è questa:
- io sono italiano
- mia moglie è cinese (non ha ancora richiesto la cittadinanza)
- siamo sposati da 6 anni
- mia moglie è attualmente in possesso di un permesso di soggiorno lunga durata 5 anni
- abbiamo un reddito ampiamente sufficiente al sostentamento di tutta la famiglia

- la madre di mia moglie ha 54 anni, risiede in Cina, è divorziata dal padre di mia moglie e risposata
- dal secondo matrimonio è nato un altro figlio, attualmente minorenne
- la loro situazione è difficile, con violenze domestiche e maltrattamenti quotidiani da parte del secondo marito

Quello che noi vorremo fare è riuscire a portare in Italia la madre di mia moglie e il suo fratellino piccolo.

Da quello che ho letto, non si può richiedere il ricongiungimento familiare nè per mia suocera, nè per il fratellino di mia moglie.

Il problema è pero' concreto. Da anni ormai sono io a provvedere al loro sostentamento, al posto del marito di mia suocera.
Personaggio poco raccomandabile, che sta scontando una condanna ai domiciliari e opprime quotidianamente la famiglia con angherie e violenze, sia fisiche che psicologiche.


Vorrei prendermi carico di tutta la famiglia (suocera e fratellino) qui in Italia, soprattutto per dare al fratellino di 12 anni la tranquillità che gli spetta per poter concludere gli studi.

So che la situazione è un po' complicata ma spero con tutto il cuore che possiate ancora una volta aiutarmi e consigliarmi al meglio.


Vi ringrazio.

É possibile farlo,ai sensi dlgs.30/2007,ovvero lei puó ricongiungersi con sua suocera e suo cognato ai sensi del menzionato decreto.Se lo legga bene.
Saluti
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
Baobei



Numero di messaggi : 4
Data d'iscrizione : 31.12.14

MessaggioTitolo: Re: Come posso portare in Italia la famiglia di mia moglie?   Ven Gen 02, 2015 9:54 am

bostik ha scritto:

É possibile farlo,ai sensi dlgs.30/2007,ovvero lei puó ricongiungersi con sua suocera e suo cognato ai sensi del menzionato decreto.Se lo legga bene.
Saluti

Salve Bostik, e grazie della risposta.
Sto tentando di decifrare questo decreto ma sono sicuro di avere capito. Potreste gentilmente aiutarmi?

Ad esempio, per quanto riguarda la suocera, questo magari potrebbe fare al caso mio:

Art. 2, comma 1, lettera b)
Citazione :
4) gli ascendenti diretti a carico e quelli del coniuge o partner di cui alla lettera b);

A quanto pare la suocera ricade in "ascendenti del coniuge". E' corretto?


Ma non riesco a trovare nulla riguardo al cognato. Non è coniuge, partner, discendente e nemmeno ascendente.

Ricade forse in quanto definito all' Art. 3 Comma 2 Lettera a) ?
Citazione :
a) ogni altro familiare, qualunque sia la sua cittadinanza, non definito all'articolo 2, comma 1, lettera b), se e' a carico o convive, nel paese di provenienza, con il cittadino dell'Unione titolare del diritto di soggiorno a titolo principale o se gravi motivi di salute impongono che il cittadino dell'Unione lo assista personalmente;

Non sono mai sicuro di come si interpreta la congiunzione "o" in "se è a carico o convive".
Cioè non capisco se questo altro familiare, che non è coniuge, partner, ascendente o discendente debba essere soltanto a carico, o a carico e convivere con me nel paese di provenienza.

Inoltre, come farei a dimostrare che è a carico? Basta il fatto che sia minorenne?

Scusate se la domanda può sembrare banale, ma il mio burocratese è ormai un po' arrugginito. tongue
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
Baobei



Numero di messaggi : 4
Data d'iscrizione : 31.12.14

MessaggioTitolo: Re: Come posso portare in Italia la famiglia di mia moglie?   Ven Gen 02, 2015 10:07 am

Un'altra cosa di cui non mi capacito, e che noto non è cambiata da 6 anni a questa parte, è che tutto il decreto si applica ai "Cittadini dell'Unione Europea e ai loro familiari".

In sintesi, il decreto sembra regolamentare il diritto al soggiorno del cittadino di uno stato membro e dei suoi familiari,
ma è sembra palese che si riferisca a cittadini europei stranieri, nel nostro caso non italiani.

Ad esempio, all' Art. 7 comma 1 si definiscono i requisiti che deve possedere il cittadino dell'Unione per soggiornare in Italia.
Citazione :
a) e' lavoratore subordinato o autonomo nello Stato;
b) dispone per se' stesso e per i propri familiari di risorse economiche sufficienti, per non diventare un onere a carico dell'assistenza sociale dello Stato durante il periodo di soggiorno, e di un'assicurazione sanitaria o di altro titolo idoneo comunque denominato che copra tutti i rischi nel territorio nazionale;
c) e' iscritto presso un istituto pubblico o privato riconosciuto per seguirvi come attività principale un corso di studi o di formazione professionale e dispone, per se' stesso e per i propri familiari, di risorse economiche sufficienti, per non diventare un onere a carico dell'assistenza sociale dello Stato durante il suo periodo di soggiorno, da attestare attraverso una dichiarazione o con altra idonea documentazione, e di un'assicurazione sanitaria o di altro titolo idoneo che copra tutti i rischi nel territorio nazionale;
d) e' familiare, come definito dall'articolo 2, che accompagna o raggiunge un cittadino dell'Unione che ha diritto di soggiornare ai sensi delle lettere a), b) o c).

E al comma 2 vengono estesi i diritti ai familiari non aventi la cittadinanza di uno stato membro.

Ma io sono italiano.
Da quando in qua devo dimostrare di avere reddito per avere diritto di soggiornare nel mio paese natale?

Su questo punto mi ricordo di essermi scontrato con la questura di Treviso, la quale insisteva nel richiedermi documentazione del mio reddito al fine di emettere il titolo di soggiorno per mia moglie.
Le prime due volte mi ricordo che mi rifiutai, ed ottenemmo soltanto permessi di due anni. Al terzo rinnovo portai la documentazione richiesta che attestava il mio reddito ed ottenemmo un permesso di 5 anni.

Mi sembra ci sia un bel vuoto normativo, o sbaglio?
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
bostik
Amministratori
Amministratori


Numero di messaggi : 3757
Località : Colombia
Data d'iscrizione : 22.07.08

MessaggioTitolo: Re: Come posso portare in Italia la famiglia di mia moglie?   Ven Gen 02, 2015 2:07 pm

Il carico economico si puó dimostrare con una dichiarazione sostitutiva dell'atto di notorietá.É vero che con fratelli e sorelle é difficile(causa cattiva trasposizione del nostro legislatore della direttiva europea 38/2004) ma essendo minorenne vi sono maggiori probabilitá.Si legga anche l'art.23.
La questura andava diffidata ad adempiere...spesso fanno gli "gnorry" e applicano la 286/98 invece che il 30/2007...
Saluti
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
Baobei



Numero di messaggi : 4
Data d'iscrizione : 31.12.14

MessaggioTitolo: Re: Come posso portare in Italia la famiglia di mia moglie?   Ven Gen 02, 2015 2:17 pm

bostik ha scritto:
essendo minorenne vi sono maggiori probabilitá

Capisco. Quindi ora mi parla di probabilità. Parola che esclude la certezza a priori.
Allora non so più a cosa credere.

Prima di iniziare tutte le procedure per il visto in Cina,
vorrei quantomeno essere sicuro del loro diritto ad un permesso di soggiorno qui in Italia.

E' possibile avere questa certezza?
A chi altri dovrei rivolgermi?

Grazie ancora.

Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
bostik
Amministratori
Amministratori


Numero di messaggi : 3757
Località : Colombia
Data d'iscrizione : 22.07.08

MessaggioTitolo: Re: Come posso portare in Italia la famiglia di mia moglie?   Ven Gen 02, 2015 8:36 pm

Baobei ha scritto:
bostik ha scritto:
essendo minorenne vi sono maggiori probabilitá

Capisco. Quindi ora mi parla di probabilità. Parola che esclude la certezza a priori.
Allora non so più a cosa credere.

Prima di iniziare tutte le procedure per il visto in Cina,
vorrei quantomeno essere sicuro del loro diritto ad un permesso di soggiorno qui in Italia.

E' possibile avere questa certezza?
A chi altri dovrei rivolgermi?

Grazie ancora.


Per la madre nessun problema, per il minore consiglio d'allegare una memoria per il console italiano in Cina dove spiegate il tutto.Se avete denunce alla polizia per i maltrattamenti allegate pure quelle e pure bonifici bancari o rimesse di denaro via w.union o altri canali.Anche una dichiarazione fatta dalla madre davanti ad un notaio cinese dove afferma che il fratellino é a carico vostro aiuterebbe.Capisco il suo sconforto ma se sua moglie fosse italiana cambierebbe poco:l'unica cosa che in caso di visto turistico con esito positivo si potrebbe chiedere un PDS art.19 del TU legato all'inespellibilitá di parente entro il secondo grado di cittadino italiano.
Saluti
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
Contenuto sponsorizzato




MessaggioTitolo: Re: Come posso portare in Italia la famiglia di mia moglie?   

Tornare in alto Andare in basso
 
Come posso portare in Italia la famiglia di mia moglie?
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 1 di 1
 Argomenti simili
-
» Come posso portare in Italia la famiglia di mia moglie?
» Come posso fare entrare una ragazza Colombiana in Italia ??
» AIUTO - Invito in Italia di mia cognata colombiana
» Matrimonio in Italia per Italiana iscritta all'estero e cittadinoextra
» figlio di cittadino italiano - residenza negata

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
Italiani all'Estero e Stranieri in Italia :: ITALIANI ALL'ESTERO :: BUROCRAZIA E ATTI CONSOLARI :: IL VISTO-
Andare verso: