Italiani all'Estero e Stranieri in Italia

Consolato, Ambasciata, Matrimonio all'estero, Divorzio all'Estero, divorzio rapido, divorzio al vapore, Stranieri in Italia, Matrimoni misti, sposarsi all'estero, divorziarsi all'estero. REPUBBLICA DOMINICANA
 
IndiceIndice  PortalePortale  GalleriaGalleria  FAQFAQ  CercaCerca  RegistratiRegistrati  AccediAccedi  

Condividere | 
 

 Commissariato o Questura?

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
Vai alla pagina : 1, 2  Seguente
AutoreMessaggio
chry00



Numero di messaggi : 18
Data d'iscrizione : 29.07.13

MessaggioTitolo: Commissariato o Questura?   Ven Mar 06, 2015 5:45 pm

Buongiorno. Descrivo brevemente la situazione.
Mi sto adoperando per fare ottenere alla mia compagna, cittadina extracomunitaria, la carta di soggiorno di cinque anni come previsto dal decreto legislativo del 2007, in quanto familiare di cittadino comunitario (mia figlia italiana). Mi sono recato al commissariato della mia provincia (Monza) per presentare la domanda con tutta la documentazione necessaria. Allo sportello dell'ufficio immigrazione sostengono che non è di loro competenza la fattispecie in esame. Dicono, infatti, che loro trattano solamente le pratiche relative ai permessi di soggiorno di due anni in quanto sono una "costola" della Questura di Milano. Sono riuscito a parlare con un dirigente che mi ha confermato quanto riferitomi allo sportello. Mi hanno perciò rimbalzato alla questura di Milano dove sostengono che non sono di competenza per il nostro caso perché, essendo residenti nella provincia di Monza, dobbiamo rivolgerci al Commissariato della nostra provincia. Si sta creando, di conseguenza, una situazione surreale, perché non si riesce a capire dove dobbiamo presentare la domanda. In aggiunta a ciò, a titolo informativo, alla questura di Milano sostengono che, la mia compagna, non ha diritto alla carta di soggiorno di cinque anni perché non può essere a carico della bambina.
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
bostik
Amministratori
Amministratori


Numero di messaggi : 3768
Località : Colombia
Data d'iscrizione : 22.07.08

MessaggioTitolo: Re: Commissariato o Questura?   Ven Mar 06, 2015 10:43 pm

chry00 ha scritto:
Buongiorno. Descrivo brevemente la situazione.
Mi sto adoperando per fare ottenere alla mia compagna, cittadina extracomunitaria, la carta di soggiorno di cinque anni come previsto dal decreto legislativo del 2007, in quanto familiare di cittadino comunitario (mia figlia italiana). Mi sono recato al commissariato della mia provincia (Monza) per presentare la domanda con tutta la documentazione necessaria. Allo sportello dell'ufficio immigrazione sostengono che non è di loro competenza la fattispecie in esame. Dicono, infatti, che loro trattano solamente le pratiche relative ai permessi di soggiorno di due anni in quanto sono una "costola" della Questura di Milano. Sono riuscito a parlare con un dirigente che mi ha confermato quanto riferitomi allo sportello. Mi hanno perciò rimbalzato alla questura di Milano dove sostengono che non sono di competenza per il nostro caso perché, essendo residenti nella provincia di Monza, dobbiamo rivolgerci al Commissariato della nostra provincia. Si sta creando, di conseguenza, una situazione surreale, perché non si riesce a capire dove dobbiamo presentare la domanda. In aggiunta a ciò, a titolo informativo, alla questura di Milano sostengono che, la mia compagna, non ha diritto alla carta di soggiorno di cinque anni perché non può essere a carico della bambina.

Contatti la questura via fax,racc.A/R,PEC e chieda che le mettano per iscritto ai sensi della legge 241/90 del perché loro non sarebbero competenti.Vediamo cosa rispondono.Ci faccia sapere.Intanto si legga "La battaglia per la carta di soggiorno" nell'indice generale di Amedeo,uno dei moderatori.
Saluti
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
chry00



Numero di messaggi : 18
Data d'iscrizione : 29.07.13

MessaggioTitolo: Re: Commissariato o Questura?   Mar Mar 10, 2015 8:49 am

Buongiorno. Vi aggiorno sulla mia vicenda. Ho contattato la Questura di Milano tramite PEC e mi hanno confermato che, al Commissariato di Monza, hanno ragione nel senso che, la domanda per ottenere la carta di soggiorno ai sensi del dec. leg. 30/2007, deve essere presentata a Milano.
Mi sono recato perciò a Milano, preperato e con tutta la documentazione necessaria così come ho appreso da questo preziosissimo forum ma, come da previsione, è stato tutto inutile. Non solo non hanno accettato la domanda ma si sono rifiutati anche di fornirmi le motivazioni scritte. La motivazione verbale è la stessa che ho letto decine di volte nei vostro argomenti di discussione. La madre non può essere a carico della bambina. Ora devo valutare come comportarmi. Querela presso i Carabinieri, lettera di reclamo all'Ufficio per le relazioni con il pubblico della Questura, procedure di autotutela, assumere un legale. Avete consigli da darmi al riguardo fra queste opzioni? Grazie. Cordiali saluti.
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
bostik
Amministratori
Amministratori


Numero di messaggi : 3768
Località : Colombia
Data d'iscrizione : 22.07.08

MessaggioTitolo: Re: Commissariato o Questura?   Mer Mar 11, 2015 12:56 pm

chry00 ha scritto:
Buongiorno. Vi aggiorno sulla mia vicenda. Ho contattato la Questura di Milano tramite PEC e mi hanno confermato che, al Commissariato di Monza, hanno ragione nel senso che, la domanda per ottenere la carta di soggiorno ai sensi del dec. leg. 30/2007, deve essere presentata a Milano.
Mi sono recato perciò a Milano, preperato e con tutta la documentazione necessaria così come ho appreso da questo preziosissimo forum ma, come da previsione, è stato tutto inutile. Non solo non hanno accettato la domanda ma si sono rifiutati anche di fornirmi le motivazioni scritte. La motivazione verbale è la stessa che ho letto decine di volte nei vostro argomenti di discussione. La madre non può essere a carico della bambina. Ora devo valutare come comportarmi. Querela presso i Carabinieri, lettera di reclamo all'Ufficio per le relazioni con il pubblico della Questura, procedure di autotutela, assumere un legale. Avete consigli da darmi al riguardo fra queste opzioni? Grazie. Cordiali saluti.

Deve diffidare il dirigente dell'ufficio immigrazione di Milano (cerchi di trovare il nome) via fax,PEC,racc.A/R a rispondere entro 30 giorni,pena querela.Lo faccia per iscritto però,a voce non si fa nulla.
Saluti
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
chry00



Numero di messaggi : 18
Data d'iscrizione : 29.07.13

MessaggioTitolo: Re: Commissariato o Questura?   Gio Mar 12, 2015 4:48 am

Ho provveduto ad inviare, tramite PEC e FAX, la diffida al dirigente dell'ufficio immigrazione della Questura di Milano. Il problema è che, a fine marzo, scade il termine dei 90 giorni entro i quali va presentata la domanda per ottenere la carta di soggiorno (infatti, nella dichiarazione di ospitalità resa alla polizia locale entro 48 ore dall'ingresso in Italia, risulta una data di fine dicembre 2014). Perciò, se non dovesse arrivarmi a breve una risposta del dirigente con conseguente convocazione, vi chiedo se la soluzione migliore sia segnalare l'accaduto ai Carabinieri (omissione di atti in ufficio: mancata accettazione del deposito della domanda e mancata comunicazione per iscritto dei motivi) in modo tale che, magari attraverso una telefonata fra loro ed il dirigente, la situazione si sblocchi velocemente. Altrimenti, vi chiedo un parere al riguardo, se dovessero scadere i 90 giorni e qualcuno contestarmi qualcosa, posso portare come prova la lettera di diffida inviata al dirigente, in modo da dimostrare che tale ritardo non dipende dalla nostra negligenza ma dal comportamento della Questura? Oppure è possibile, secondo voi, sfruttare come "escamotage" per ottenere ulteriori 90 giorni per poter presentare la domanda, il viaggio che la mia compagna sta facendo in questi giorni in Svizzera per poter, al suo ritorno, presentare una nuova dichiarazione di ospitalità sostenendo che ha lasciato il Paese per poi farvi ritorno (il visto scade ad ottobre perciò la tempistica per ulteriori 3 mesi ci sarebbe)? Infatti la normativa parla di "90 giorni dall'ingresso nel territorio nazionale" (non 90 giorni dall'ingresso in qualsiasi Paese dell'Unione Europea).
Grazie 1000 in anticipo per l'eventuale risposta. Cordiali saluti.
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
bostik
Amministratori
Amministratori


Numero di messaggi : 3768
Località : Colombia
Data d'iscrizione : 22.07.08

MessaggioTitolo: Re: Commissariato o Questura?   Ven Mar 13, 2015 11:43 am

chry00 ha scritto:
Ho provveduto ad inviare, tramite PEC e FAX, la diffida al dirigente dell'ufficio immigrazione della Questura di Milano. Il problema è che, a fine marzo, scade il termine dei 90 giorni entro i quali va presentata la domanda per ottenere la carta di soggiorno (infatti, nella dichiarazione di ospitalità resa alla polizia locale entro 48 ore dall'ingresso in Italia, risulta una data di fine dicembre 2014). Perciò, se non dovesse arrivarmi a breve una risposta del dirigente con conseguente convocazione, vi chiedo se la soluzione migliore sia segnalare l'accaduto ai Carabinieri (omissione di atti in ufficio: mancata accettazione del deposito della domanda e mancata comunicazione per iscritto dei motivi) in modo tale che, magari attraverso una telefonata fra loro ed il dirigente, la situazione si sblocchi velocemente. Altrimenti, vi chiedo un parere al riguardo, se dovessero scadere i 90 giorni e qualcuno contestarmi qualcosa, posso portare come prova la lettera di diffida inviata al dirigente, in modo da dimostrare che tale ritardo non dipende dalla nostra negligenza ma dal comportamento della Questura? Oppure è possibile, secondo voi, sfruttare come "escamotage" per ottenere ulteriori 90 giorni per poter presentare la domanda, il viaggio che la mia compagna sta facendo in questi giorni in Svizzera per poter, al suo ritorno, presentare una nuova dichiarazione di ospitalità sostenendo che ha lasciato il Paese per poi farvi ritorno (il visto scade ad ottobre perciò la tempistica per ulteriori 3 mesi ci sarebbe)? Infatti la normativa parla di "90 giorni dall'ingresso nel territorio nazionale" (non 90 giorni dall'ingresso in qualsiasi Paese dell'Unione Europea).
Grazie 1000 in anticipo per l'eventuale risposta. Cordiali saluti.

Non si preoccupi per quello,il congiunto di cittadino UE non può essere espulso.Io aspetterei i 30 giorni,se non rispondono,tocca andare dai carabinieri o fare un esposto in procura della Repubblica tramite avvocato.
Saluti
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
yumino
Utente con esperienza
Utente con esperienza


Numero di messaggi : 89
Data d'iscrizione : 01.07.14

MessaggioTitolo: Re: Commissariato o Questura?   Dom Mar 22, 2015 1:17 pm

La questura ha ragione se Vostra figlia è minorenne deve chiedere pds ai sensi della convenzione del fanciullo.

Ovviamente applicando la condizione più favorevole è quindi il pds con durata di 5 anni.

Saluti
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
chry00



Numero di messaggi : 18
Data d'iscrizione : 29.07.13

MessaggioTitolo: Re: Commissariato o Questura?   Dom Mar 22, 2015 2:32 pm

Non capisco su quale punto la Questura abbia ragione. Può chiarirmi, per cortesia, il suo intervento? Difatti a me risulta che:

1) Lagente allo sportello aveva l'obbligo di accettare la domanda così come da me presentata (oltretutto completa di tutta la documentazione elencata nell'articolo 10 del dec. leg. 30/2007). Salvo poi, qualora il dirigente lo ritenesse necessario, inviarmi un preavviso di rigetto, come stabilito dall'articolo 10bis della legge 241/90, indicante le motivazioni per iscritto.

2) L'agente allo sportello, quantomeno, dato che non ha voluto accettare la domanda, avrebbe dovuto rilasciarmi un verbale per iscritto, come previsto dall'articolo 7 del DPR 396/2000, indicante le motivazioni del rifiuto ed i riferimento normativi che lo autorizzassero.

3) La mia compagna è madre di mia figlia italiana. Il titolo di soggiorno da richiedere è la carta di soggiorno di 5 anni ai sensi del dec. leg. 30/2007. Non il pds come da lei indicato.

Grazie. Cordiali saluti.
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
yumino
Utente con esperienza
Utente con esperienza


Numero di messaggi : 89
Data d'iscrizione : 01.07.14

MessaggioTitolo: Re: Commissariato o Questura?   Dom Mar 22, 2015 2:48 pm

La carta di soggiorno NON esiste più, si chiamano tutti pds, e ripeto la questura ha ragione nel fatto che Sua figlia minorenne NON può avere a carico la madre secondo la 30/2007, ma appunto si applica la convenzione a tutela dell'infanzia recepita dal nostro ordinamento, e dato che vige inoltre il divieto di discriminazione, accompagnata dalla circolare ministeriale che impone di applicare la norma più favorevole si dovrà chiedere il pds o carta di soggiorno (tanto alla fine rilasciano sempre il pds) per i motivi sopraindicati ma con scadenza quinquennale per il primo rilascio. E' strano che la questura che si occupa giornalmente di queste cose non abbia provveduto ad informarla.

Un saluto

(Legge 27 maggio 1991, n. 176) (art.30 c.1 lett. d d.lgs n.286/98)
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
chry00



Numero di messaggi : 18
Data d'iscrizione : 29.07.13

MessaggioTitolo: Re: Commissariato o Questura?   Dom Mar 22, 2015 2:57 pm

Mi spiace insistere ma non sono d'accordo. Attendo chiarimenti da altri utenti del forum. La teoria delle Questure che la "madre non può essere essere a carico del figlio minorenne" è già stata smontata da sentenze sia a livello nazionale sia a livello comunitario. Conosco personalmente una donna, nelle stesse condizioni della mia compagna, alla quale la carta di soggiorno ai sensi del dec. leg. 30/2007, è stata rilasciata. Tale argomento è già stato, tra l'altro, affrontato in altri topic presenti sul forum. Non ho mai letto che alla madre straniera, di un minorenne italiano, non possa essere rilasciara la carta di soggiorno richiamata.
Saluti
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
yumino
Utente con esperienza
Utente con esperienza


Numero di messaggi : 89
Data d'iscrizione : 01.07.14

MessaggioTitolo: Re: Commissariato o Questura?   Dom Mar 22, 2015 3:14 pm

Sarà stata rilasciata in modo errato oppure in combinato disposto come Le ho più volte ripetuto dalla  286/98 e dalla 30/2007.
La risposta della questura l'ha già avuta no?
Proceda allora all'invio on line della richiesta aspetti il diniego e poi faccia ricorso. Auguri

Oppure può procedere come giustamente indicato seguendo il combinato disposto contenuto sia nel d.lgs 286/98 che nel d.30/2007, andando in questura e richiedendolo in base al diritto di soggiorno della sua compagna che deve dimostrare solo di essere madre di minore italiano ai sensi art.30 c.1 lett.d D.lgs n.286/98 avendo il diritto per il primo rilascio di un pds o cds (lo chiami come vuole tanto sempre quello è) di 5 anni ai sensi della 30/2007.

Saluti


Ultima modifica di yumino il Dom Mar 22, 2015 3:32 pm, modificato 1 volta
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
chry00



Numero di messaggi : 18
Data d'iscrizione : 29.07.13

MessaggioTitolo: Re: Commissariato o Questura?   Dom Mar 22, 2015 3:22 pm

Non ho avuto nessuna risposta, per iscritto, da parte della Questura. Ho inviato la diffida ad adempiere, via fax e PEC, ma non ho ancora ricevuto risposta. A mio parare non hanno nessun motivo per negare il titolo di soggiorno richiesto (carta di soggiorno ai sensi del dec. leg. 30/2007). Verbalmente possono dire ciò che vogliono (da qui il comportamento dell'agente allo sportello). Per iscritto la situazione cambia. Sarò eventualmente curioso di leggere i motivi del diniego. Ma non credo che si rifiuteranno. Proprio perchè dovrebbero scrivere delle motivazioni che, a mio parere, non hanno.
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
yumino
Utente con esperienza
Utente con esperienza


Numero di messaggi : 89
Data d'iscrizione : 01.07.14

MessaggioTitolo: Re: Commissariato o Questura?   Dom Mar 22, 2015 3:38 pm

Le Ripeto se Lei chiede il pds o cds come familiare a carico di un minorenne certamente e giustamente verrà rigettata, mentre in combinato disposto delle due norme sopramenzionate la Sua compagna ha il diritto di soggiorno per il primo rilascio di 5 anni, poi permanente.

Si legga la norma più di questo non so che dirLe, strano che la questura che tratta giornalmente pratiche come queste non l'abbia Informata.

Un Saluto
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
bostik
Amministratori
Amministratori


Numero di messaggi : 3768
Località : Colombia
Data d'iscrizione : 22.07.08

MessaggioTitolo: Re: Commissariato o Questura?   Dom Mar 22, 2015 3:39 pm

yumino ha scritto:
La carta di soggiorno NON esiste più, si chiamano tutti pds, e ripeto la questura ha ragione nel fatto che Sua figlia minorenne NON può avere a carico la madre secondo la 30/2007, ma appunto si applica la convenzione a tutela dell'infanzia recepita dal nostro ordinamento, e dato che vige inoltre il divieto di discriminazione, accompagnata dalla circolare ministeriale che impone di applicare la norma più favorevole si dovrà chiedere il pds o carta di soggiorno (tanto alla fine rilasciano sempre il pds) per i motivi sopraindicati ma con scadenza quinquennale per il primo rilascio. E' strano che la questura che si occupa giornalmente di queste cose non abbia provveduto ad informarla.

Un saluto

(Legge 27 maggio 1991, n. 176) (art.30 c.1 lett. d d.lgs n.286/98)

Yumino,non esiste piú la carta di soggiorno per lunghi soggiornanti(trasformata in PDSce) per stranieri non congiunti di cittadino europeo ma per familiare di cittadino UE,esiste eccome come da dlgs.30/2007.Non vanno confuse le due leggi ovvero il TU e la 30/2007.
Ricordo che non sono consentite discussioni tipo "chat" sul forum.
Saluti
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
yumino
Utente con esperienza
Utente con esperienza


Numero di messaggi : 89
Data d'iscrizione : 01.07.14

MessaggioTitolo: Re: Commissariato o Questura?   Dom Mar 22, 2015 3:55 pm

Grazie Bostik dell'aggiornamento in effetti L'hanno introdotta bene io ero rimasto a questo.

Carta di soggiorno di familiare di un cittadino dell'Unione
Solo i familiari di cittadinanza extracomunitaria sono tenuti a recarsi in Questura competente per territorio di residenza per richiedere la "Carta di soggiorno di familiare di un cittadino dell'Unione" che verrà redatta secondo un particolare modello stabilito dal Ministero dell'Interno entro la fine dell'anno. Fino a tale momento i familiari extraUe dovranno richiedere il titolo di soggiorno previsto dalla normativa vigente, ossia il "Permesso Ce per soggiornanti di lungo periodo", che ha recentemente sostituito la Carta di Soggiorno CE, direttamente in Questura o tramite la procedura Poste (utilizzando il kit con banda gialla).
All'atto della richiesta della Carta di soggiorno di familiare, il cittadino dovrà presentare:
- passaporto o documento equivalente con visto di ingresso qualora richiesto,
- 4 foto formato tessera
- la documentazione attestante la parentela e la situazione di familiare a carico;
- l'attestazione della richiesta d'iscrizione anagrafica presentata dal cittadino comunitario

La carta così rilasciata avrà una durata di cinque anni dal momento del rilascio. Il titolare potrà assentarsi temporaneamente dal territorio italiano ma per periodi non superiori a sei mesi l'anno. Solo in caso di assenze dovute per l'assolvimento di obblighi militari, o per rilevanti motivi documentabili, quali ad esempio malattia, gravidanza o trasferte per motivi lavorativi, sono ammesse assenze fino a dodici mesi consecutivi.

Se uno dei genitori è cittadino italiano (e quindi anche il figlio è cittadino italiano), il genitore straniero avrà diritto, dopo la nascita, ad un permesso di soggiorno per motivi familiari.
Questo anche se il genitore straniero è privo di permesso di soggiorno e non coniugato (articolo 30, lettera d, del Decreto Legislativo n. 286/98: "Fatti salvi i casi di rilascio o di rinnovo della carta di soggiorno, il permesso di soggiorno per motivi familiari è rilasciato <....> d) al genitore straniero, anche naturale, di minore italiano residente in Italia. In tal caso il permesso di soggiorno per motivi familiari è rilasciato anche a prescindere dal possesso di un valido titolo di soggiorno, a condizione che il genitore richiedente non sia stato privato della potestà genitoriale secondo la legge italiana").

Ps confondere il Tu con la 30/2007 mi sembra alquanto difficile anche perché la stessa legge dice 1. Le disposizioni del presente decreto legislativo (durata dei 5 anni ecc), se più favorevoli, si applicano ai familiari di cittadini italiani non aventi la cittadinanza italiana e viceversa  Come da me più volte ribadito.

Infatti e concludo tutte le disposizioni esaminate si applicano anche ai familiari extracomunitari dei cittadini Italiani fatte salve le disposizioni più favorevoli contenute nel testo unico dell'immigrazione.
Si applicano le disp 30/2007: Definizione dei familiari ecc...
Si applicano le disp del tu i parenti fino al 4° grado....

Un saluto
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
chry00



Numero di messaggi : 18
Data d'iscrizione : 29.07.13

MessaggioTitolo: Re: Commissariato o Questura?   Lun Mag 04, 2015 6:16 am

Buongiorno. Comunico che, a seguito della diffida ad adempiere, siamo stati contattati dalla Questura. Senza creare ulteriori problemi hanno accettato la domanda per la carta di soggiorno di 5 anni. Non hanno richiesto alcuna documentazione inerente alla situazione reddituale del nucleo familiare (nemmeno una dichiarazione di mantenimento). Abbiamo presentato solamente i documenti elencati nell'art. 10 con l'aggiunta dello stato di famiglia. Fra 15 giorni passeremo a ritirarla. Ringrazio Bostik per i preziosi consigli.
Cordiali saluti
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
bostik
Amministratori
Amministratori


Numero di messaggi : 3768
Località : Colombia
Data d'iscrizione : 22.07.08

MessaggioTitolo: Re: Commissariato o Questura?   Lun Mag 04, 2015 3:51 pm

chry00 ha scritto:
Buongiorno. Comunico che, a seguito della diffida ad adempiere, siamo stati contattati dalla Questura. Senza creare ulteriori problemi hanno accettato la domanda per la carta di soggiorno di 5 anni. Non hanno richiesto alcuna documentazione inerente alla situazione reddituale del nucleo familiare (nemmeno una dichiarazione di mantenimento). Abbiamo presentato solamente i documenti elencati nell'art. 10 con l'aggiunta dello stato di famiglia. Fra 15 giorni passeremo a ritirarla. Ringrazio Bostik per i preziosi consigli.
Cordiali saluti

Dovere,non si preoccupi.Tanti auguri a lei e famiglia.
Saluti
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
chry00



Numero di messaggi : 18
Data d'iscrizione : 29.07.13

MessaggioTitolo: Re: Commissariato o Questura?   Mer Mag 06, 2015 7:16 am

Buongiorno. Torno ancora un secondo sulla questione.
La Questura, dopo aver accettato la domanda, mi ha rilasciato una ricevuta che appare inadeguata. Difatti è, nella sostanza, la fotocopia del modulo di richiesta di carta di soggiorno di 5 anni che abbiamo presentato, con la fotografia della mia compagna (oltretutto nella fotocopia è particolarmente sbiadita e, di conseguenza, irriconoscibile) e la marca da bollo pagata. Non figurano nè il timbro della Questura, nè la data di presentazione della domanda, nè la firma del responsabile dell'Ufficio immigrazione o comunque della persona che ha trattato la pratica.
Difatti, stamane, mi sono recato presso il mio Comune di residenza, per effettuare l'iscrizione anagrafica definitiva (ovviamente al momento abbiamo solo quella provvisoria dato che, la mia compagna, non ha ancora in mano il titolo di soggiorno) e presso l'ASL per l'iscrizione al SSN. Entrambi mi hanno confermato che è possibile procedere anche solamente con la ricevuta, senza perciò aspettare che arrivi materialmente la carta di soggiorno, però sostengono che questa ricevuta sia irregolare, in quanto priva di firma, data e trimbro.
La mia domanda è perciò la seguente. Ha ragione la Questura, cioè questa ricevuta è idonea, oppure hanno ragione il Comune e l'ASL, cioè questa ricevuta è inappropriata? La questione riveste particolare importanza dato che, qualora la carta di soggiorno non arrivi fra 15 giorni (come dichiarato dalla Questura ma di loro non mi fido e, visti i loro comportamenti, faccio bene a non fidarmi della loro parola), la mia compagna non può avere la copertura sanitaria per tutto questo periodo di attesa.
Grazie. Cordiali saluti.
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
bostik
Amministratori
Amministratori


Numero di messaggi : 3768
Località : Colombia
Data d'iscrizione : 22.07.08

MessaggioTitolo: Re: Commissariato o Questura?   Gio Mag 07, 2015 9:17 am

chry00 ha scritto:
Buongiorno. Torno ancora un secondo sulla questione.
La Questura, dopo aver accettato la domanda, mi ha rilasciato una ricevuta che appare inadeguata. Difatti è, nella sostanza, la fotocopia del modulo di richiesta di carta di soggiorno di 5 anni che abbiamo presentato, con la fotografia della mia compagna (oltretutto nella fotocopia è particolarmente sbiadita e, di conseguenza, irriconoscibile) e la marca da bollo pagata. Non figurano nè il timbro della Questura, nè la data di presentazione della domanda, nè la firma del responsabile dell'Ufficio immigrazione o comunque della persona che ha trattato la pratica.
Difatti, stamane, mi sono recato presso il mio Comune di residenza, per effettuare l'iscrizione anagrafica definitiva (ovviamente al momento abbiamo solo quella provvisoria dato che, la mia compagna, non ha ancora in mano il titolo di soggiorno) e presso l'ASL per l'iscrizione al SSN. Entrambi mi hanno confermato che è possibile procedere anche solamente con la ricevuta, senza perciò aspettare che arrivi materialmente la carta di soggiorno, però sostengono che questa ricevuta sia irregolare, in quanto priva di firma, data e trimbro.
La mia domanda è perciò la seguente. Ha ragione la Questura, cioè questa ricevuta è idonea, oppure hanno ragione il Comune e l'ASL, cioè questa ricevuta è inappropriata? La questione riveste particolare importanza dato che, qualora la carta di soggiorno non arrivi fra 15 giorni (come dichiarato dalla Questura ma di loro non mi fido e, visti i loro comportamenti, faccio bene a non fidarmi della loro parola), la mia compagna non può avere la copertura sanitaria per tutto questo periodo di attesa.
Grazie. Cordiali saluti.

Le conviene tornare allo sportello ed esigere il timbro.
Saluti
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
chry00



Numero di messaggi : 18
Data d'iscrizione : 29.07.13

MessaggioTitolo: Re: Commissariato o Questura?   Mar Giu 09, 2015 10:29 am

Buongiorno. Ci è stato purtroppo notificato, dopo un mese dalla presentazione della domanda per ottenere la carta di soggiorno di 5 anni, ai sensi del dec. leg. 30/2007, il preavviso di rigetto dell'istanza.
Innanzitutto la Questura contesta che, la domanda, è stata redatta su "modulistica non conforme alle circolari ministeriali ed in uso ad altro ufficio". Preciso che, abbiamo presentato la domanda, utilizzando il modulo della Questura di Torino, perchè fa espresso riferimento al dec. leg. 30/2007. La Questura di Milano non aveva il modulo in questione perciò non avevamo altre alternative (volevano farci presentare la domanda sul classico modulo per il permesso di soggiorno).
La motivazione riportata è che "non risultano documentate fonti di sostentamento, anche eventualmente erogate da terzi a favore della minore, sufficienti al mantenimento del nucelo familiare". Hanno aggiunto che, "in mancanza di integrazione documentale inerente alla situazione reddituale, procederanno al rigetto della domanda".
Come mi consigliate di reagire? Aspetto il diniego definitivo prima di inviare l'autotutela a tutte le istituzioni considerate?
Nel frattempo invio una raccomandata con le nostre osservazioni sulla loro inesatta interpetazione della normativa?
Grazie. Cordiali saluti.
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
bostik
Amministratori
Amministratori


Numero di messaggi : 3768
Località : Colombia
Data d'iscrizione : 22.07.08

MessaggioTitolo: Re: Commissariato o Questura?   Mar Giu 09, 2015 1:19 pm

chry00 ha scritto:
Buongiorno. Ci è stato purtroppo notificato, dopo un mese dalla presentazione della domanda per ottenere la carta di soggiorno di 5 anni, ai sensi del dec. leg. 30/2007, il preavviso di rigetto dell'istanza.
Innanzitutto la Questura contesta che, la domanda, è stata redatta su "modulistica non conforme alle circolari ministeriali ed in uso ad altro ufficio". Preciso che, abbiamo presentato la domanda, utilizzando il modulo della Questura di Torino, perchè fa espresso riferimento al dec. leg. 30/2007. La Questura di Milano non aveva il modulo in questione perciò non avevamo altre alternative (volevano farci presentare la domanda sul classico modulo per il permesso di soggiorno).
La motivazione riportata è che "non risultano documentate fonti di sostentamento, anche eventualmente erogate da terzi a favore della minore, sufficienti al mantenimento del nucelo familiare". Hanno aggiunto che, "in mancanza di integrazione documentale inerente alla situazione reddituale, procederanno al rigetto della domanda".
Come mi consigliate di reagire? Aspetto il diniego definitivo prima di inviare l'autotutela a tutte le istituzioni considerate?
Nel frattempo invio una raccomandata con le nostre osservazioni sulla loro inesatta interpetazione della normativa?
Grazie. Cordiali saluti.

A questo punto,si va in tribunale con ricorso al giudice monocratico.Puó andare dai CC e fare la querela oppure trovarsi un buon avvocato che scriva il ricorso.
Saluti
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
chry00



Numero di messaggi : 18
Data d'iscrizione : 29.07.13

MessaggioTitolo: Re: Commissariato o Questura?   Mar Giu 09, 2015 1:34 pm

Ritiene inutile l'invio di una replica al preavviso di rigetto, con la speranza che cambino idea, per poi una volta arrivatoci eventualmente il rigetto definitivo, inviare l'istanza di riesame in autotutela a tutte le istituzioni interessate? Chiedo se ci sono speranza concrete di risolvere così la situazione. Senza i costi di una causa civile.
Grazie. Cordiali saluti.
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
bostik
Amministratori
Amministratori


Numero di messaggi : 3768
Località : Colombia
Data d'iscrizione : 22.07.08

MessaggioTitolo: Re: Commissariato o Questura?   Mar Giu 09, 2015 1:45 pm

chry00 ha scritto:
Ritiene inutile l'invio di una replica al preavviso di rigetto, con la speranza che cambino idea, per poi una volta arrivatoci eventualmente il rigetto definitivo, inviare l'istanza di riesame in autotutela a tutte le istituzioni interessate? Chiedo se ci sono speranza concrete di risolvere così la situazione. Senza i costi di una causa civile.
Grazie. Cordiali saluti.

Ritentare con l'autotutela,specificando come da lei suggerito i loro vizi di forma,in effetti non costerebbe molto anche se le posso dire che un giudice di fronte ad una legge non ambigua vi darebbe sicuramente ed in forma definitiva, ragione.
Saluti
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
yumino
Utente con esperienza
Utente con esperienza


Numero di messaggi : 89
Data d'iscrizione : 01.07.14

MessaggioTitolo: Re: Commissariato o Questura?   Mar Giu 09, 2015 3:02 pm

chry00 ha scritto:
Buongiorno. Ci è stato purtroppo notificato, dopo un mese dalla presentazione della domanda per ottenere la carta di soggiorno di 5 anni, ai sensi del dec. leg. 30/2007, il preavviso di rigetto dell'istanza.
Innanzitutto la Questura contesta che, la domanda, è stata redatta su "modulistica non conforme alle circolari ministeriali ed in uso ad altro ufficio". Preciso che, abbiamo presentato la domanda, utilizzando il modulo della Questura di Torino, perchè fa espresso riferimento al dec. leg. 30/2007. La Questura di Milano non aveva il modulo in questione perciò non avevamo altre alternative (volevano farci presentare la domanda sul classico modulo per il permesso di soggiorno).
La motivazione riportata è che "non risultano documentate fonti di sostentamento, anche eventualmente erogate da terzi a favore della minore, sufficienti al mantenimento del nucelo familiare". Hanno aggiunto che, "in mancanza di integrazione documentale inerente alla situazione reddituale, procederanno al rigetto della domanda".
Come mi consigliate di reagire? Aspetto il diniego definitivo prima di inviare l'autotutela a tutte le istituzioni considerate?
Nel frattempo invio una raccomandata con le nostre osservazioni sulla loro inesatta interpetazione della normativa?
Grazie. Cordiali saluti.


Che cosa Le avevo detto si fidi dei consigli che Le ho fornito so di cosa parlo, La risposta è chiara, ma se Lei vuole risolvere la cosa prenda appuntamento con un funzionario della questura, ne parli e se le dice di richiedere un Permesso di Soggiorno come Le avevo detto si fidi Lo faccia.

Se Le dicono che la durata del PdS è di due anni insista invece almeno per il rilascio di uno da 5 anni ai sensi del Dlgs 30/2007 Art.10 comma 4.

Per Bostik da quello che ho capito come avevo detto NON tutte le questure hanno i nuovi moduli della carta di soggiorno come avevo giustamente riportato "Solo i familiari di cittadinanza extracomunitaria sono tenuti a recarsi in Questura competente per territorio di residenza per richiedere la "Carta di soggiorno di familiare di un cittadino dell'Unione" che verrà redatta secondo un particolare modello stabilito dal Ministero dell'Interno entro la fine dell'anno.)

Un Saluto
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
bostik
Amministratori
Amministratori


Numero di messaggi : 3768
Località : Colombia
Data d'iscrizione : 22.07.08

MessaggioTitolo: Re: Commissariato o Questura?   Mar Giu 09, 2015 8:53 pm

yumino ha scritto:
chry00 ha scritto:
Buongiorno. Ci è stato purtroppo notificato, dopo un mese dalla presentazione della domanda per ottenere la carta di soggiorno di 5 anni, ai sensi del dec. leg. 30/2007, il preavviso di rigetto dell'istanza.
Innanzitutto la Questura contesta che, la domanda, è stata redatta su "modulistica non conforme alle circolari ministeriali ed in uso ad altro ufficio". Preciso che, abbiamo presentato la domanda, utilizzando il modulo della Questura di Torino, perchè fa espresso riferimento al dec. leg. 30/2007. La Questura di Milano non aveva il modulo in questione perciò non avevamo altre alternative (volevano farci presentare la domanda sul classico modulo per il permesso di soggiorno).
La motivazione riportata è che "non risultano documentate fonti di sostentamento, anche eventualmente erogate da terzi a favore della minore, sufficienti al mantenimento del nucelo familiare". Hanno aggiunto che, "in mancanza di integrazione documentale inerente alla situazione reddituale, procederanno al rigetto della domanda".
Come mi consigliate di reagire? Aspetto il diniego definitivo prima di inviare l'autotutela a tutte le istituzioni considerate?
Nel frattempo invio una raccomandata con le nostre osservazioni sulla loro inesatta interpetazione della normativa?
Grazie. Cordiali saluti.


Che cosa Le avevo detto si fidi dei consigli che Le ho fornito so di cosa parlo, La risposta è chiara, ma se Lei vuole risolvere la cosa prenda appuntamento con un funzionario della questura, ne parli e se le dice di richiedere un Permesso di Soggiorno come Le avevo detto si fidi Lo faccia.

Se Le dicono che la durata del PdS è di due anni insista invece almeno per il rilascio di uno da 5 anni ai sensi del Dlgs 30/2007 Art.10 comma 4.

Per Bostik da quello che ho capito come avevo detto NON tutte le questure hanno i nuovi moduli della carta di soggiorno come avevo giustamente riportato "Solo i familiari di cittadinanza extracomunitaria sono tenuti a recarsi in Questura competente per territorio di residenza per richiedere la "Carta di soggiorno di familiare di un cittadino dell'Unione" che verrà redatta secondo un particolare modello stabilito dal Ministero dell'Interno entro la fine dell'anno.)

Un Saluto

Yumino,quello del modulo è un deterrente...figurati un giudice,si mette a ridere se come motivo di rigetto una questura dice che non vi erano disponibili formulari "ad hoc"....per di più non può esistere un PDS di 5 anni,in quanto i permessi di soggiorno seguono la 286/98 mentre la compagna dell'utente in questione rientra nei casi del 30/2007.
Saluti
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
Contenuto sponsorizzato




MessaggioTitolo: Re: Commissariato o Questura?   

Tornare in alto Andare in basso
 
Commissariato o Questura?
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 1 di 2Vai alla pagina : 1, 2  Seguente
 Argomenti simili
-
» Commissariato o Questura?
» Nullaosta rilasciato dalla Questura
» TEMPI DEL RINOVO DEL PdS
» carta di soggiorno
» documenti necessari alla CdS

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
Italiani all'Estero e Stranieri in Italia :: LEGGI E NORMATIVE COMMENTATE E DISCUSSE :: LA CARTA DI SOGGIORNO-
Andare verso: