Italiani all'Estero e Stranieri in Italia

Consolato, Ambasciata, Matrimonio all'estero, Divorzio all'Estero, divorzio rapido, divorzio al vapore, Stranieri in Italia, Matrimoni misti, sposarsi all'estero, divorziarsi all'estero. REPUBBLICA DOMINICANA
 
IndiceIndice  PortalePortale  GalleriaGalleria  FAQFAQ  CercaCerca  RegistrarsiRegistrarsi  AccediAccedi  

Condividere | 
 

 Matrimonio Nuova Zelanda e separazione dei beni

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
AutoreMessaggio
Pino7878



Numero di messaggi : 2
Data d'iscrizione : 07.03.15

MessaggioOggetto: Matrimonio Nuova Zelanda e separazione dei beni   Sab Mar 07, 2015 6:49 am

Gentili professionisti,

siamo due italiani residenti in Italia, desiderosi di contrarre matrimonio in un protettorato della Nuova Zelanda (Isole Cook) in regime di separazione dei beni come da leggi locali.
Ci è stato assicurato che il certificato di matrimonio riporterà la dicitura di separazione dei beni, e che l'ambasciata invierà al nostro comune la richiesta di trascrizione in tale regime.

Ho diverse domande sia generali sul regime di separazione dei beni, che sul caso specifico della trascrizione.

1) E' possibile assicurarsi preventivamente che il matrimonio venga trascritto in Italia col regime corretto? Esiste magari una sorta di "accordo preventivo" sulla separazione dei beni da stipulare in comune senza dover andare da un notaio?

2) Nel caso di trascrizione corretta, possiamo stare tranquilli? O c'è sempre la possibilità che -in caso di separazione e disputa- la separazione dei beni possa essere dichiarata nulla in quanto matrimonio all'estero? In questo caso è quindi consigliabile recarsi da un notaio una volta in Italia?

3) In caso di trascrizione in Italia ERRATA come comunione dei beni e quindi successivo ricorso al notaio, la separazione dei beni poi stipulata diventa retroattiva, cioè vale anche per i beni acquistati tra il momento del matrimonio ed il momento di stipula dell'atto di separazione dei beni?

4) La separazione dei beni è applicata anche ai beni mobili ed immobili acquistati all'estero, o si apllica la normativa del paese in cui ci si trova? Se ad esempio acquistassi una casa in un paese in cui non è prevista la separazione dei beni, quella casa andrebbe in comunione?

5) La comunione dei beni vale solo per i beni acquistati durante il matrimonio oppure anche per i redditi dei due sposi?

6) Non mi è molto chiaro quello che accade in caso di separazione e divorzio nel caso dei due differenti regimi.... in comunione i coniugi sono comproprietari al 50% di ogni bene acquistato, giusto? Invece in separazione ciascuno rimane proprietario dei beni acquistati individualmente? Quali diritti un coniuge può rivendicare sui beni dell'altro nel caso della separazione dei beni? E dal punto di vista reddituale, quali obblighi il coniuge a reddito più elevato ha nei confronti dell'altro?

Ringrazio chiunque abbia la voglia e la pazienza di rispondere alle mie domande, e spero che le domande che ho posto possano interessare anche altri.

Buon lavoro.
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
bostik
Amministratori
Amministratori


Numero di messaggi : 3628
Località : Colombia
Data d'iscrizione : 22.07.08

MessaggioOggetto: Re: Matrimonio Nuova Zelanda e separazione dei beni   Dom Mar 08, 2015 9:45 am

Pino7878 ha scritto:
Gentili professionisti,

siamo due italiani residenti in Italia, desiderosi di contrarre matrimonio in un protettorato della Nuova Zelanda (Isole Cook) in regime di separazione dei beni come da leggi locali.
Ci è stato assicurato che il certificato di matrimonio riporterà la dicitura di separazione dei beni, e che l'ambasciata invierà al nostro comune la richiesta di trascrizione in tale regime.

Ho diverse domande sia generali sul regime di separazione dei beni, che sul caso specifico della trascrizione.

1) E' possibile assicurarsi preventivamente che il matrimonio venga trascritto in Italia col regime corretto? Esiste magari una sorta di "accordo preventivo" sulla separazione dei beni da stipulare in comune senza dover andare da un notaio?

2) Nel caso di trascrizione corretta, possiamo stare tranquilli? O c'è sempre la possibilità che -in caso di separazione e disputa- la separazione dei beni possa essere dichiarata nulla in quanto matrimonio all'estero? In questo caso è quindi consigliabile recarsi da un notaio una volta in Italia?

3) In caso di trascrizione in Italia ERRATA come comunione dei beni e quindi successivo ricorso al notaio, la separazione dei beni poi stipulata diventa retroattiva, cioè vale anche per i beni acquistati tra il momento del matrimonio ed il momento di stipula dell'atto di separazione dei beni?

4) La separazione dei beni è applicata anche ai beni mobili ed immobili acquistati all'estero, o si apllica la normativa del paese in cui ci si trova? Se ad esempio acquistassi una casa in un paese in cui non è prevista la separazione dei beni, quella casa andrebbe in comunione?

5) La comunione dei beni vale solo per i beni acquistati durante il matrimonio oppure anche per i redditi dei due sposi?

6) Non mi è molto chiaro quello che accade in caso di separazione e divorzio nel caso dei due differenti regimi.... in comunione i coniugi sono comproprietari al 50% di ogni bene acquistato, giusto? Invece in separazione ciascuno rimane proprietario dei beni acquistati individualmente? Quali diritti un coniuge può rivendicare sui beni dell'altro nel caso della separazione dei beni? E dal punto di vista reddituale, quali obblighi il coniuge a reddito più elevato ha nei confronti dell'altro?

Ringrazio chiunque abbia la voglia e la pazienza di rispondere alle mie domande, e spero che le domande che ho posto possano interessare anche altri.

Buon lavoro.

Gentile utente,
per regolamento non possiamo fare consulenze dettagliate online.Lei fa tante domande e specifiche: se interessato ad una consulenza privata mi scriva a : bia742001@yahoo.es ma chiaramente il servizio ha un costo.
Saluti
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
Pino7878



Numero di messaggi : 2
Data d'iscrizione : 07.03.15

MessaggioOggetto: Re: Matrimonio Nuova Zelanda e separazione dei beni   Dom Mar 08, 2015 12:17 pm

Gent. Bostik,

grazie per l'interessamento. Se Lei ritiene di avere risposte articolate ed esaustive ai miei quesiti, ritengo doveroso corrisponderLe la consulenza, purché ragionevole.
Sarò ben lieto di contattarLa a tal fine privatamente. Mi dispiace solo per gli altri utenti del forum, in quanto le risposte avrebbero potuto essere utili a molti.

P
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
Contenuto sponsorizzato




MessaggioOggetto: Re: Matrimonio Nuova Zelanda e separazione dei beni   Oggi a 1:51 am

Tornare in alto Andare in basso
 
Matrimonio Nuova Zelanda e separazione dei beni
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 1 di 1
 Argomenti simili
-
» Matrimonio Nuova Zelanda e separazione dei beni
» Matrimonio in Kirghizistan: separazione dei beni è possibile ?
» Matrimonio negli USA e separazione dei beni
» Matrimonio civile in Nuova Zelanda senza visto
» Matrimonio con separazione dei beni

Permesso di questo forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
Italiani all'Estero e Stranieri in Italia :: ITALIANI ALL'ESTERO :: BUROCRAZIA E ATTI CONSOLARI :: MATRIMONIO ALL'ESTERO-
Andare verso: