Italiani all'Estero e Stranieri in Italia

Consolato, Ambasciata, Matrimonio all'estero, Divorzio all'Estero, divorzio rapido, divorzio al vapore, Stranieri in Italia, Matrimoni misti, sposarsi all'estero, divorziarsi all'estero. REPUBBLICA DOMINICANA
 
IndiceIndice  PortalePortale  GalleriaGalleria  FAQFAQ  CercaCerca  RegistrarsiRegistrarsi  AccediAccedi  

Condividere | 
 

 Matrimonio in Peru': storia che non finisce mai!

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
Andare alla pagina : Precedente  1, 2, 3  Seguente
AutoreMessaggio
bostik
Amministratori
Amministratori


Numero di messaggi : 3625
Località : Colombia
Data d'iscrizione : 22.07.08

MessaggioOggetto: Re: Matrimonio in Peru': storia che non finisce mai!   Mer Mag 20, 2009 6:59 pm

Storia kafkiana...da brivido veramente... Sad scratch
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
Amedeo
Amministratori
Amministratori


Numero di messaggi : 1613
Età : 67
Data d'iscrizione : 14.06.08

MessaggioOggetto: Re: Matrimonio in Peru': storia che non finisce mai!   Gio Mag 21, 2009 2:39 am

Di queste storie, si ne ho sentite molte, troppe. Non solo!!! Questi "simpaticissimi" funzionari di consolato guadaganano non 1500/2000 euro/mese come un funzionario di Ufficio di Stato Civile, ma ben 15.000/20.000 euro/mese!!!

Quando qualcuno mi rimprovera di essere troppo severo nei confronti dei burocrati imbecilli o spacconi che siano, io non posso non ritenere di essere anzi troppo buono!!!

Un saluto e complimenti per la determinazione,

_________________
Amedeo Intonti

Autore di:
- Manuale di sopravvivenza burocratica per italiani con partner straniero
- Ricongiungimento ... step by step
reperibili su www.edizionidellimpossibile.com

solo per casi riservatissimi, e-mail: amedeointonti@burocraziaconsolare.com
indice generale: http://www.burocraziaconsolare.com/amedeo-f80/indice-generale-di-amedeo-t767.htm#4762
Difensore Civico di www.tuttostranieri.it/forum/
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
ukresident



Numero di messaggi : 74
Data d'iscrizione : 26.04.08

MessaggioOggetto: Re: Matrimonio in Peru': storia che non finisce mai!   Gio Mag 21, 2009 4:55 am

Non voglio essere "ingiusto" e farla peggiore di quello che e' perche' nonostante la storia iniziale del foglietto volante con la firma (che avrei davvero dovuto fotografare!) e la spocchia nel corso della conversazione, alla fine ho ottenuto cio' che volevo. Anzi, cio' che ho preteso. Certo che io spero davvero che Amedeo si sbagli sulle cifre. Ma temo purtroppo che non sbagli. Questo mio messaggio e' inutile, ma non potevo non ringraziare per i complimenti per la determinazione? E il motivo e' che io sono sempre stato timidissimo e sono il tipico pollo che compra l'enciclopedia per non dare un dispiacere al venditore. Queste signore sono veramente riuscite a tirare fuori un lupo da un agnello. E' stata la sensazione di essere stato abusato che mi ha dato quella che Amedeo ha definito determinazione. Alla fine, per me e' stata un'esperienza di crescita personale. Mi sento davvero di raccomandare a tutti gli utenti di questo forum il comportamento che io ho tenuto e che mi sembra si riveli efficace. E il comportamento lo riassumo in questa regola: incassare senza colpo ferire gli insulti, ma non cedere di un millimetro sulle proprie richieste. Mantenersi completamente distaccati. Quello che vi dicono non deve ne' farvi infuriare, ne' spaventarvi e farvi retrocedere. Mantenete l'educazione e lottate. Alla fine, quando vedranno che non riescono ne' a umiliarvi ne' a guadagnare una bella litigata da posizione di potere, vi troveranno noiosi e vi daranno cio' che volete per liberarsi di voi. I sei litri di bile che accumulerete, sfogateli dopo con i vostri amici davanti a un bicchiere di vino e, con un successo nelle vostre tasche, potrete farci anche una bella risata sopra, alla faccia dei burocrati imbecilli, spacconi e, aggiungo, ignoranti.
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
Guido Baccoli
Fondatore
Fondatore


Numero di messaggi : 2756
Età : 64
Località : Santo Domingo - Rep. Dominicana
Data d'iscrizione : 12.01.08

MessaggioOggetto: Re: Matrimonio in Peru': storia che non finisce mai!   Gio Mag 21, 2009 10:10 am

purtroppo confermo per i dati di mia conoscenza che sono ancora diversi da quelli di Amedeo, so che sulle cifre non si sbaglia per niente.
Comunque l'importante è vedere il lato positivo...si è trasformato in meglio, determinato ed è cresciuto come persona. Certo non si dovrebbe crescere perchè ci sono coloro che ti vogliono mettere in mezzo ed abusare di te, ma questa è la realtà e per cambiarla ho paura non sia tanto facile. Cmq complimenti e grazie per l'apporto. Grazie anche ad Amedeo, che ti ha dato la spinta giusta per risolvere e per essere più determinato, ti sarà utile anche in aktre questioni che non hanno a che fare con la burocrazia e le PA.. Possiamo sentirci soddisfatti come team del forum.

_________________
Dr. Guido Baccoli
Consulente legale - Burocratico e Giuridico

Esclusivamente per chi desidera per propria scelta ed esigenza, chiedere una consulenza completa individuale nei minimi particolari del suo caso personale o una difesa extragiudiziale, puó scrivere ed ottenere un preventivo a guidobaccoli@hotmail.com
INDICE DEI MIEI ARGOMENTI PIÚ IMPORTANTI
http://www.burocraziaconsolare.com/guido-baccoli-f84/indice-argomenti-piu-rilevanti-ed-importanti-di-guido-baccoli-t787.htm
____________________________
É meglio non avere legge, che non farla osservare.
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente http://www.burocraziaconsolare.com
Amedeo
Amministratori
Amministratori


Numero di messaggi : 1613
Età : 67
Data d'iscrizione : 14.06.08

MessaggioOggetto: Re: Matrimonio in Peru': storia che non finisce mai!   Gio Mag 21, 2009 10:48 am

Sono molte le persone che credono che un burocrate seduto dietro una scrivania fornisca sempre informazioni esatte. Purtroppo nelle situazioni che coinvolgono le coppie miste non è affatto così.

Ho imparato a mie spese che non è così ed ho messo in atto molte strategie per contrastare i comportamenti supponenti di burocrati imbecilli.

Ho finito per scriverne un libro, che insegna innanzitutto le strategie difensive atte ad ottenere ciò di cui una coppia mista ha diritto.

Le vicissitudini per te (haimè) non finiscono quì!!! Quando ti sembra di aver superato il peggio, qualcosa di nuovo si affaccia all'orizzonte. Le mie vicissitudini per mia moglie sono finite circa cinque anni dopo il matrimonio. Quindi, preparati!!!

Un salutone ed in bocca ai vari lupi burocratici,

_________________
Amedeo Intonti

Autore di:
- Manuale di sopravvivenza burocratica per italiani con partner straniero
- Ricongiungimento ... step by step
reperibili su www.edizionidellimpossibile.com

solo per casi riservatissimi, e-mail: amedeointonti@burocraziaconsolare.com
indice generale: http://www.burocraziaconsolare.com/amedeo-f80/indice-generale-di-amedeo-t767.htm#4762
Difensore Civico di www.tuttostranieri.it/forum/
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
ukresident



Numero di messaggi : 74
Data d'iscrizione : 26.04.08

MessaggioOggetto: Re: Matrimonio in Peru': storia che non finisce mai!   Dom Mag 31, 2009 5:39 pm

Che dire? Mi sembra giusto aggiornarvi. Sono appena rientrato dal Perù, dove si è svolta una regolare festa di fidanzamento, consegna dell'anello e preparativi vari. Da un lato, "pare" che tutta la fatica che ho fatto sia stata inutile, visto che in comune avevano ancora tutti i miei documenti del matrimonio saltato lo scorso aprile e non me ne hanno chiesto di nuovi. Per sicurezza, comunque, terrò le antenne ben dritte. Non voglio commettere errori! Abbiamo comunque stabilito di sposarci il 27 di giugno prossimo e questo messaggio si può considerare un po' come una "partecipazione virtuale" per tutti i frequentatori di questo forum.

Colgo l'occasione per riprendere con fatti puntuali quanto descritto da Amedeo nell'ultimo intervento. Mi riferisco al fatto che non sempre i burocrati forniscono informazioni giuste.

Forte dei consigli del Dottor Baccoli, venerdì scorso ho fatto un salto al nostro consolato a Lima per chiedere con quali modalità potessi richiedere un visto per mia moglie visto che non sono residente in Italia.

Mi è stato risposto che l'unica cosa che si può fare è chiedere un visto turistico ad ogni ingresso in Italia e senza eccedere i 90 giorni di permanenza in un anno.
Alla mia domanda sul visto multientrate, mi è stato risposto che non esiste. In realtà, la domanda che volevo porre è "per quanto tempo 'sequestrano' il passaporto della sposa", dato che mi serve in tempi certi per la parte inglese della procedura. Purtroppo, però, ho evitato anche solo di porre la domanda: non avrei potuto fidarmi della risposta.

A beneficio del Dottor Baccoli, che già mi aveva dato preziosi suggerimenti molto tempo fa, dico che il passaporto ci serve per la procedura inglese a Lima, in quanto ancora non ho scoperto con certezza se la procedura possa essere svolta presso il consolato britannico a Roma, in quanto mia moglie non avrebbe lo status di residente in Italia, ma sarebbe comunque sempre e solo una turista.
Del resto, la mia esigenza è quella di ottenere un permesso di soggiorno in UK e un visto per venire in Italia ogni tanto. E probabilmente, il modo più semplice e lineare è quello di vedermela con gli inglesi a Lima e chiedere il visto per l'Italia a Londra.
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
Amedeo
Amministratori
Amministratori


Numero di messaggi : 1613
Età : 67
Data d'iscrizione : 14.06.08

MessaggioOggetto: Re: Matrimonio in Peru': storia che non finisce mai!   Dom Mag 31, 2009 6:10 pm

ukresident ha scritto:
Mi è stato risposto che l'unica cosa che si può fare è chiedere un visto turistico ad ogni ingresso in Italia e senza eccedere i 90 giorni di permanenza in un anno.
Alla mia domanda sul visto multientrate, mi è stato risposto che non esiste. In realtà, la domanda che volevo porre è "per quanto tempo 'sequestrano' il passaporto della sposa", dato che mi serve in tempi certi per la parte inglese della procedura. Purtroppo, però, ho evitato anche solo di porre la domanda: non avrei potuto fidarmi della risposta.

Il visto turistico consente permanenze di 90 giorni al max ogni 6 mesi e non ogni anno. I visti turistici multingresso esistono, eccome se esistono e sono validi da uno a cinque anni.

Ciò dimostra i grado di competenza di certi funzionari di consolato che pur incassano non meno di 15.000 euro/mese.

Un saluto,

_________________
Amedeo Intonti

Autore di:
- Manuale di sopravvivenza burocratica per italiani con partner straniero
- Ricongiungimento ... step by step
reperibili su www.edizionidellimpossibile.com

solo per casi riservatissimi, e-mail: amedeointonti@burocraziaconsolare.com
indice generale: http://www.burocraziaconsolare.com/amedeo-f80/indice-generale-di-amedeo-t767.htm#4762
Difensore Civico di www.tuttostranieri.it/forum/
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
Guido Baccoli
Fondatore
Fondatore


Numero di messaggi : 2756
Età : 64
Località : Santo Domingo - Rep. Dominicana
Data d'iscrizione : 12.01.08

MessaggioOggetto: Re: Matrimonio in Peru': storia che non finisce mai!   Mar Giu 02, 2009 4:03 pm

SEnza Parole!!!!!!

_________________
Dr. Guido Baccoli
Consulente legale - Burocratico e Giuridico

Esclusivamente per chi desidera per propria scelta ed esigenza, chiedere una consulenza completa individuale nei minimi particolari del suo caso personale o una difesa extragiudiziale, puó scrivere ed ottenere un preventivo a guidobaccoli@hotmail.com
INDICE DEI MIEI ARGOMENTI PIÚ IMPORTANTI
http://www.burocraziaconsolare.com/guido-baccoli-f84/indice-argomenti-piu-rilevanti-ed-importanti-di-guido-baccoli-t787.htm
____________________________
É meglio non avere legge, che non farla osservare.
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente http://www.burocraziaconsolare.com
ukresident



Numero di messaggi : 74
Data d'iscrizione : 26.04.08

MessaggioOggetto: Re: Matrimonio in Peru': storia che non finisce mai!   Mer Lug 01, 2009 11:31 am

Buongiorno a tutti.

Come al solito, arrivo io a complicare le cose quando non sono abbastanza complicate da sole.

La buona notizia e' che alla fine di tutto il casino, mi sono sposato. La notizia orrenda e' che probabilmente non faro' in tempo a registrare il matrimonio in ambasciata. Mi trovo in luna di miele al nord del Peru' e non ho modo di essere a Lima prima di venerdi' e lunedi' devo fare ritorno in Inghilterra.

La situazione nasce dal fatto che mia moglie mi ha ripetuto 3 volte di essere sicura al 100% del fatto che la nostra presenza non era necessaria per ritirare un atto di matrimonio, il che si e' rivelato falso. A questo punto, con gli orari della nostra ambasciata non faccio pìu' in tempo ad avere tutto legalizzato prima di partire.

D'altronde al consolato italiano (e questo lo sapevo perche' mi ero informato io), la mia presenza e' richiesta.

Che succede? Quanto e' grave?
Grazie per l'auito.
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
Amedeo
Amministratori
Amministratori


Numero di messaggi : 1613
Età : 67
Data d'iscrizione : 14.06.08

MessaggioOggetto: Re: Matrimonio in Peru': storia che non finisce mai!   Mer Lug 01, 2009 12:51 pm

ukresident ha scritto:
Buongiorno a tutti.

Come al solito, arrivo io a complicare le cose quando non sono abbastanza complicate da sole.

La buona notizia e' che alla fine di tutto il casino, mi sono sposato. La notizia orrenda e' che probabilmente non faro' in tempo a registrare il matrimonio in ambasciata. Mi trovo in luna di miele al nord del Peru' e non ho modo di essere a Lima prima di venerdi' e lunedi' devo fare ritorno in Inghilterra.

La situazione nasce dal fatto che mia moglie mi ha ripetuto 3 volte di essere sicura al 100% del fatto che la nostra presenza non era necessaria per ritirare un atto di matrimonio, il che si e' rivelato falso. A questo punto, con gli orari della nostra ambasciata non faccio pìu' in tempo ad avere tutto legalizzato prima di partire.

D'altronde al consolato italiano (e questo lo sapevo perche' mi ero informato io), la mia presenza e' richiesta.

Che succede? Quanto e' grave?
Grazie per l'auito.

In realtà, non è così!!! La presenza non è certo obbligatoria. Sua moglie può avere bene interesse alla registrazione in Italia del matrimonio (si faccia rilasciare copia autentica dal consolato) e quindi loro non possono rifiutare la consegna da parte del coniuge. Eventuali dichiarazioni sulla residenza (ed il comune competente) possono essere autocertificate.

Un saluto e auguri,

_________________
Amedeo Intonti

Autore di:
- Manuale di sopravvivenza burocratica per italiani con partner straniero
- Ricongiungimento ... step by step
reperibili su www.edizionidellimpossibile.com

solo per casi riservatissimi, e-mail: amedeointonti@burocraziaconsolare.com
indice generale: http://www.burocraziaconsolare.com/amedeo-f80/indice-generale-di-amedeo-t767.htm#4762
Difensore Civico di www.tuttostranieri.it/forum/
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
ukresident



Numero di messaggi : 74
Data d'iscrizione : 26.04.08

MessaggioOggetto: Re: Matrimonio in Peru': storia che non finisce mai!   Mer Lug 01, 2009 6:57 pm

Grazie, Amedeo.

In effetti, dopo la sua segnalazione ho chiamato il consolato e mi hanno detto che la mia presenza non è obbligatoria (due mesi fa per telefono era obbligatorissima... vabbè... non facciamo ulteriori polemiche). Hanno detto che devo compilare un form e poi farlo consegnare a mia moglie insieme a una copia del mio passaporto e un foglio in cui dichiaro che voglio che lei esegua la registrazione. Mi direte che questo non è necessario, ma mi attengo a quello che dicono. Se Dio vuole, dovrei scamparla anche questa volta.

Grazie mille.
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
Guido Baccoli
Fondatore
Fondatore


Numero di messaggi : 2756
Età : 64
Località : Santo Domingo - Rep. Dominicana
Data d'iscrizione : 12.01.08

MessaggioOggetto: Re: Matrimonio in Peru': storia che non finisce mai!   Gio Lug 02, 2009 5:43 pm

Non è necessario, ma non costa nulla e la mette al riparo da eventuali rifiuti.
Auguri per il matrimonio.

_________________
Dr. Guido Baccoli
Consulente legale - Burocratico e Giuridico

Esclusivamente per chi desidera per propria scelta ed esigenza, chiedere una consulenza completa individuale nei minimi particolari del suo caso personale o una difesa extragiudiziale, puó scrivere ed ottenere un preventivo a guidobaccoli@hotmail.com
INDICE DEI MIEI ARGOMENTI PIÚ IMPORTANTI
http://www.burocraziaconsolare.com/guido-baccoli-f84/indice-argomenti-piu-rilevanti-ed-importanti-di-guido-baccoli-t787.htm
____________________________
É meglio non avere legge, che non farla osservare.
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente http://www.burocraziaconsolare.com
ukresident



Numero di messaggi : 74
Data d'iscrizione : 26.04.08

MessaggioOggetto: Re: Matrimonio in Peru': storia che non finisce mai!   Mar Lug 14, 2009 12:08 pm

La macchina lentamente si muove. Dopo alcuni problemi di scioperi, code interminabili (ma questo era preventivato) ai vari sportelli peruviani, oggi mia moglie e' riuscita a portare il certificato di matrimonio al consolato italiano a Lima. So che ero sposato anche da prima, ma mi sento un po' piu' sposato adesso. Seguendo un consiglio di Amedeo scovato in un'altra discussione di questo forum, ho detto a mia moglie di farsi dare una ricevuta di un qualche genere che possa essere usata in caso la registrazione non andasse a buon fine. E le e' stata rilasciata una specie di cartolina. Tutto a posto.

Sebbene non sia mortalmente preoccupato (almeno questa volta), mi piacerebbe buttare li' anche un'altra domanda a uso e consumo di tutti gli italiani sposati all'estero per fare un po' di chiarezza. Verra' un momento in cui mia moglie chiedera' un visto di qualche genere per venire in Italia. Immagino, che le verra' richiesto di esibire un documento che attesti che siamo sposati.
Sul sito dell'ambasciata a Lima c'e' scritto di farsi rilasciare una copia dell'atto di matrimonio autenticata dall'ambasciata, dicendo che questa copia verra' rilasciata appena possibile. Mia moglie ha richiesto questo documento e le hanno risposto che fra 10 giorni le consegneranno un documento in lingua italiana che dice che loro hanno spedito il nostro certificato di matrimonio in Italia. Non mi sembra che sia la stessa cosa. La domanda e' semplice: questo documento e' quello che dobbiamo esibire alla dogana e/o a un qualsivoglia consolato italiano nel mondo quando richiediamo un visto per entrare in Italia o e' necessario qualcosa di diverso?
Ma per rendere la domanda ancora piu' generale, quali sono gli enti preposti a rilasciare certificati utili a questo scopo? Immagino che il mio comune (nel mio caso il consolato a Londra), una volta effettuata la registrazione, abbia titolo a rilasciare certificati che attestano che io sono coniugato con mia moglie. O sbaglio? Questi sono o valgono come certificati di matrimonio a tutti gli effetti?

Grazie.
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
bostik
Amministratori
Amministratori


Numero di messaggi : 3625
Località : Colombia
Data d'iscrizione : 22.07.08

MessaggioOggetto: Re: Matrimonio in Peru': storia che non finisce mai!   Mar Lug 14, 2009 2:46 pm

ukresident ha scritto:
La macchina lentamente si muove. Dopo alcuni problemi di scioperi, code interminabili (ma questo era preventivato) ai vari sportelli peruviani, oggi mia moglie e' riuscita a portare il certificato di matrimonio al consolato italiano a Lima. So che ero sposato anche da prima, ma mi sento un po' piu' sposato adesso. Seguendo un consiglio di Amedeo scovato in un'altra discussione di questo forum, ho detto a mia moglie di farsi dare una ricevuta di un qualche genere che possa essere usata in caso la registrazione non andasse a buon fine. E le e' stata rilasciata una specie di cartolina. Tutto a posto.

Sebbene non sia mortalmente preoccupato (almeno questa volta), mi piacerebbe buttare li' anche un'altra domanda a uso e consumo di tutti gli italiani sposati all'estero per fare un po' di chiarezza. Verra' un momento in cui mia moglie chiedera' un visto di qualche genere per venire in Italia. Immagino, che le verra' richiesto di esibire un documento che attesti che siamo sposati.
Sul sito dell'ambasciata a Lima c'e' scritto di farsi rilasciare una copia dell'atto di matrimonio autenticata dall'ambasciata, dicendo che questa copia verra' rilasciata appena possibile. Mia moglie ha richiesto questo documento e le hanno risposto che fra 10 giorni le consegneranno un documento in lingua italiana che dice che loro hanno spedito il nostro certificato di matrimonio in Italia. Non mi sembra che sia la stessa cosa. La domanda e' semplice: questo documento e' quello che dobbiamo esibire alla dogana e/o a un qualsivoglia consolato italiano nel mondo quando richiediamo un visto per entrare in Italia o e' necessario qualcosa di diverso?
Ma per rendere la domanda ancora piu' generale, quali sono gli enti preposti a rilasciare certificati utili a questo scopo? Immagino che il mio comune (nel mio caso il consolato a Londra), una volta effettuata la registrazione, abbia titolo a rilasciare certificati che attestano che io sono coniugato con mia moglie. O sbaglio? Questi sono o valgono come certificati di matrimonio a tutti gli effetti?

Grazie.

Tua moglie essendo coniugata con te,ovvero cittadino UE,avrebbe diritto ad entrare in tutta la UE solo dimostrando il legame di parentela...ma in realtá vogliono il visto...!il certificato di matrimonio lo richiederai al tuo comune AIRE.Il consolato di Londra,lo avvisi tu,ovvero autocertifichi che hai cambiato il tuo stato civile.
Ma non ho ancora capito,andrete a vivere nel "continente isolato" o nella "cool Britannia"...? Very Happy
Bye e tanti auguri!
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
Amedeo
Amministratori
Amministratori


Numero di messaggi : 1613
Età : 67
Data d'iscrizione : 14.06.08

MessaggioOggetto: Re: Matrimonio in Peru': storia che non finisce mai!   Mar Lug 14, 2009 3:36 pm

ukresident ha scritto:
La macchina lentamente si muove. Dopo alcuni problemi di scioperi, code interminabili (ma questo era preventivato) ai vari sportelli peruviani, oggi mia moglie e' riuscita a portare il certificato di matrimonio al consolato italiano a Lima. So che ero sposato anche da prima, ma mi sento un po' piu' sposato adesso. Seguendo un consiglio di Amedeo scovato in un'altra discussione di questo forum, ho detto a mia moglie di farsi dare una ricevuta di un qualche genere che possa essere usata in caso la registrazione non andasse a buon fine. E le e' stata rilasciata una specie di cartolina. Tutto a posto.

Sebbene non sia mortalmente preoccupato (almeno questa volta), mi piacerebbe buttare li' anche un'altra domanda a uso e consumo di tutti gli italiani sposati all'estero per fare un po' di chiarezza. Verra' un momento in cui mia moglie chiedera' un visto di qualche genere per venire in Italia. Immagino, che le verra' richiesto di esibire un documento che attesti che siamo sposati.
Sul sito dell'ambasciata a Lima c'e' scritto di farsi rilasciare una copia dell'atto di matrimonio autenticata dall'ambasciata, dicendo che questa copia verra' rilasciata appena possibile. Mia moglie ha richiesto questo documento e le hanno risposto che fra 10 giorni le consegneranno un documento in lingua italiana che dice che loro hanno spedito il nostro certificato di matrimonio in Italia. Non mi sembra che sia la stessa cosa. La domanda e' semplice: questo documento e' quello che dobbiamo esibire alla dogana e/o a un qualsivoglia consolato italiano nel mondo quando richiediamo un visto per entrare in Italia o e' necessario qualcosa di diverso?
Ma per rendere la domanda ancora piu' generale, quali sono gli enti preposti a rilasciare certificati utili a questo scopo? Immagino che il mio comune (nel mio caso il consolato a Londra), una volta effettuata la registrazione, abbia titolo a rilasciare certificati che attestano che io sono coniugato con mia moglie. O sbaglio? Questi sono o valgono come certificati di matrimonio a tutti gli effetti?

Grazie.

Il documento rilasciato è soplo la ricevuta della consegna vvenuta del certificato di matrimonio. Dopo una decona di giorni ne rilasciano una copia autentica (hanno detto).

Una volta registrato in Italia, il comune (anche AIRE) sarà deputato al rilascio del relativo certificato.

Nell'UE il coniuge di cittadino comunitario può entrare anche in assenza di visto, ma mostrando certificato di matrimonio e passaporto. Il fatto grave è che le compagnie aeree non procedono proprio all'imbarco in assenza di visto.

Un saluto,

_________________
Amedeo Intonti

Autore di:
- Manuale di sopravvivenza burocratica per italiani con partner straniero
- Ricongiungimento ... step by step
reperibili su www.edizionidellimpossibile.com

solo per casi riservatissimi, e-mail: amedeointonti@burocraziaconsolare.com
indice generale: http://www.burocraziaconsolare.com/amedeo-f80/indice-generale-di-amedeo-t767.htm#4762
Difensore Civico di www.tuttostranieri.it/forum/
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
ukresident



Numero di messaggi : 74
Data d'iscrizione : 26.04.08

MessaggioOggetto: Re: Matrimonio in Peru': storia che non finisce mai!   Mar Lug 14, 2009 4:22 pm

Grazie per le risposte. L'idea è quella di vivere nella Cool Britannia... il continente isolato è troppo isolato: basta una nebbiolina sulla Manica e tutti gli Europei non possono più venire nella parte di mondo che conta.
Scherzi a parte, devo autocertificare a Londra che ho cambiato il mio stato civile??? Pensavo che ci pensasse l'ufficio AIRE del mio comune! Provo a cercare di capire da solo come si fa. Immagino che esisterà da qualche parte un modulo da riempire. Se devo semplicemente scrivere una lettera con tutti i dati del matrimonio, ditemelo che smetto di cercare! :-)

Se non ho capito male, a questo punto, una volta che mia moglie è in UK, posso chiedere al consolato italiano prima il certificato di matrimonio e poi il visto turistico per l'Italia.
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
ukresident



Numero di messaggi : 74
Data d'iscrizione : 26.04.08

MessaggioOggetto: Re: Matrimonio in Peru': storia che non finisce mai!   Mar Lug 14, 2009 4:46 pm

Scusate ma, come mi capita spesso, più ricerco e meno capisco. L'estratto dell'atto di matrimonio è un documento che può essere prodotto soltanto dal comune in cui il matrimonio è avvenuto. Quindi, il consolato a Londra non potrà mai rilasciarmelo.

Immagino che quello che può rilasciare il consolato sia il certificato di stato di famiglia??? E' sufficiente per tutto? In fondo, sto facendo duemila domande che si riducono a una sola: io e mia moglie dobbiamo portarci dietro a vita un documento emesso in Perù legalizzato e tradotto o una volta registrato il matrimonio tutto quello di cui abbiamo bisogno è disponibile e fruibile presso le istituzioni italiane? Leggo spesso gli utenti di questo forum parlare di certificati di matrimonio e non capisco bene a cosa si riferiscono esattamente.
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
ukresident



Numero di messaggi : 74
Data d'iscrizione : 26.04.08

MessaggioOggetto: Re: Matrimonio in Peru': storia che non finisce mai!   Mar Lug 14, 2009 5:13 pm

OK, scusate... nuovo intervento per correggermi. Dunque, vediamo se ho capito (voi siete superprofessionisti coi fiocchi, per me è durissima seguire la logica della burocrazia!). In realtà, l'estratto dell'atto di matrimonio lo può rilasciare il comune in cui il matrimonio è avvenuto, MA, io mi sono sposato all'estero e il certificato di matrimonio è stato registrato presso il mio comune AIRE. Pertanto, per lo stato italiano è come se mi fossi sposato lì. Esisterà un registro nel mio vecchio comune che contiene tutti i dati del mio matrimonio e a partire da quello sarà il mio comune che potrà rilasciare tale certificato. Sperando che non mi rimbalzino nuovamente al consolato a Londra... ma questo eventualmente me lo dirà la gentilissima signora dell'Ufficio Stato Civile del mio comune.
Spero di aver trovato finalmente il bandolo della matassa. Resta aperta la vecchia domanda: mi servono comunque dei certificati peruviani tradotti da qualche parte o una volta registrato il matrimonio ho chiuso coi traduttori e legalizzatori peruviani?
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
Amedeo
Amministratori
Amministratori


Numero di messaggi : 1613
Età : 67
Data d'iscrizione : 14.06.08

MessaggioOggetto: Re: Matrimonio in Peru': storia che non finisce mai!   Mer Lug 15, 2009 12:45 am

ukresident ha scritto:
OK, scusate... nuovo intervento per correggermi. Dunque, vediamo se ho capito (voi siete superprofessionisti coi fiocchi, per me è durissima seguire la logica della burocrazia!). In realtà, l'estratto dell'atto di matrimonio lo può rilasciare il comune in cui il matrimonio è avvenuto, MA, io mi sono sposato all'estero e il certificato di matrimonio è stato registrato presso il mio comune AIRE. Pertanto, per lo stato italiano è come se mi fossi sposato lì. Esisterà un registro nel mio vecchio comune che contiene tutti i dati del mio matrimonio e a partire da quello sarà il mio comune che potrà rilasciare tale certificato. Sperando che non mi rimbalzino nuovamente al consolato a Londra... ma questo eventualmente me lo dirà la gentilissima signora dell'Ufficio Stato Civile del mio comune.
Spero di aver trovato finalmente il bandolo della matassa. Resta aperta la vecchia domanda: mi servono comunque dei certificati peruviani tradotti da qualche parte o una volta registrato il matrimonio ho chiuso coi traduttori e legalizzatori peruviani?

Una volta registrato il matrimonio è finita con traduzioni e legalizzazioni in Perù.

Un saluto,

_________________
Amedeo Intonti

Autore di:
- Manuale di sopravvivenza burocratica per italiani con partner straniero
- Ricongiungimento ... step by step
reperibili su www.edizionidellimpossibile.com

solo per casi riservatissimi, e-mail: amedeointonti@burocraziaconsolare.com
indice generale: http://www.burocraziaconsolare.com/amedeo-f80/indice-generale-di-amedeo-t767.htm#4762
Difensore Civico di www.tuttostranieri.it/forum/
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
ukresident



Numero di messaggi : 74
Data d'iscrizione : 26.04.08

MessaggioOggetto: Re: Matrimonio in Peru': storia che non finisce mai!   Gio Ago 27, 2009 6:10 am

Salve.

A volte, i forum hanno un difetto. Che si tratti di immigrazione o consigli per comprare un televisore, si legge sempre il messaggio "disperato" di qualcuno in cerca di aiuto, la risposta di una persona competente e tutto finisce li' perche' l'ex-disperato, quando non e' piu' disperato si dimentica del forum.

Memore di cio' e anche perche' in fondo questo forum, dopo tutto l'aiuto che ho ricevuto in gratuita' e compassione (nel significato greco di partecipazione ai sentimenti), lo sento un po' come una famiglia, voglio dare un aggiornamento della situazione.

Ieri, mia moglie ha ricevuto un'email dalle autorita' britanniche che dice che il suo visto e' stato rilasciato e puo' comprare un biglietto per venire nel Regno Unito. E' stato un po' deprimente vedere che nel momento in cui, dopo anni di agonia, tutto sembra risolto la sua reazione sia stata piangere a dirotto dicendo "Chissa' quando rivedro' la mamma", ma tant'e'...

Per la cronaca, gli inglesi sono stati estremamente comprensivi. Nel fare la richiesta per il visto, mia moglie ha dimenticato di inserire il certificato di matrimonio. Nonostante una frase scritta in grassetto sulle istruzioni che diceva che in caso di documenti mancanti avrebbero semplicemente rifiutato il visto, hanno scritto un'email chiedendo di farsi spedire il documento mancante con la massima urgenza e una settimana e mezzo dopo hanno rilasciato il visto.

Gia' intravedo i prossimi scogli burocratici con l'Italia. Il primo sara' ottenere un visto di un qualche genere per far venire mia moglie in Italia. Verra' gestito col consolato a Londra e penso che questo rendera' la cosa assai piu' semplice e non sono molto preoccupato.
Il secondo scoglio, piu' impegnativo, sara' riuscire ad ottenere un visto turistico per madre e sorella per venire in Italia tra un anno per assistere al matrimonio religioso che faremo alla presenza della mia famiglia.

Grazie a tutti e a risentirci.
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
ukresident



Numero di messaggi : 74
Data d'iscrizione : 26.04.08

MessaggioOggetto: Re: Matrimonio in Peru': storia che non finisce mai!   Mar Mar 16, 2010 12:02 pm

Stavolta, non crederete alle vostre orecchie.

Volendo fare un visto Schengen per mia moglie ho chiamato il consolato italiano a Londra per sapere cosa fare per avere un certificato di matrimonio. Ebbene, loro dicono che il mio comune di residenza non ha comunicato nulla e quindi a loro non risulto sposato. Tuttavia, hanno una nota nel sistema proveniente da Lima che dice che mi sono sposato e il 29 luglio il certificato originale e' stato spedito al mio comune in Italia.

E qui viene il bello, perche' io ho una mail dall'ufficio Stato Civile del mio comune datata 10 ottobre che dice che il certificato non e' ancora pervenuto e appena fosse pervenuto ne avrebbero dato comunicazione a Londra.

E' ormai evidente che il certificato e' andato perso nella posta! E adesso che succede? Il consolato di Londra dice che devo farmi rilasciare dal mio comune un certificato multilingue e poi farne avere a loro una copia. Dicono che questa sara' sufficiente per avere mia moglie a sistema e dopo rilasceranno tutti i visti presenti e futuri senza problemi. Ma il mio comune puo' rilasciarmi quel certificato senza avere ricevuto l'originale da Lima? E se il mio comune non puo' farci nulla, a chi mi devo rivolgere?

Esiste una procedura per il "si sono persi il mio certificato"?

Grazie.
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
Amedeo
Amministratori
Amministratori


Numero di messaggi : 1613
Età : 67
Data d'iscrizione : 14.06.08

MessaggioOggetto: Re: Matrimonio in Peru': storia che non finisce mai!   Mar Mar 16, 2010 12:14 pm

ukresident ha scritto:
Stavolta, non crederete alle vostre orecchie.

Volendo fare un visto Schengen per mia moglie ho chiamato il consolato italiano a Londra per sapere cosa fare per avere un certificato di matrimonio. Ebbene, loro dicono che il mio comune di residenza non ha comunicato nulla e quindi a loro non risulto sposato. Tuttavia, hanno una nota nel sistema proveniente da Lima che dice che mi sono sposato e il 29 luglio il certificato originale e' stato spedito al mio comune in Italia.

E qui viene il bello, perche' io ho una mail dall'ufficio Stato Civile del mio comune datata 10 ottobre che dice che il certificato non e' ancora pervenuto e appena fosse pervenuto ne avrebbero dato comunicazione a Londra.

E' ormai evidente che il certificato e' andato perso nella posta! E adesso che succede? Il consolato di Londra dice che devo farmi rilasciare dal mio comune un certificato multilingue e poi farne avere a loro una copia. Dicono che questa sara' sufficiente per avere mia moglie a sistema e dopo rilasceranno tutti i visti presenti e futuri senza problemi. Ma il mio comune puo' rilasciarmi quel certificato senza avere ricevuto l'originale da Lima? E se il mio comune non puo' farci nulla, a chi mi devo rivolgere?

Esiste una procedura per il "si sono persi il mio certificato"?

Grazie.

SI. Si chiama querela per omissione in atti d'ufficio. Il problema è loro e non deve essere scaricato sull'utente. Che alzino i loro preziosi lati B e di corsa.

Un saluto,

_________________
Amedeo Intonti

Autore di:
- Manuale di sopravvivenza burocratica per italiani con partner straniero
- Ricongiungimento ... step by step
reperibili su www.edizionidellimpossibile.com

solo per casi riservatissimi, e-mail: amedeointonti@burocraziaconsolare.com
indice generale: http://www.burocraziaconsolare.com/amedeo-f80/indice-generale-di-amedeo-t767.htm#4762
Difensore Civico di www.tuttostranieri.it/forum/
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
ukresident



Numero di messaggi : 74
Data d'iscrizione : 26.04.08

MessaggioOggetto: Re: Matrimonio in Peru': storia che non finisce mai!   Mar Mar 16, 2010 12:29 pm

Grazie, Amedeo.

Ma chi e' che dovrei querelare? Il mio comune o l'Ambasciata di Lima? Chi e' che ha dei doveri nei miei confronti? Qualcuno sa come funziona la registrazione dei matrimoni? Posso pretendere che il mio comune mi rilasci un certificato senza aver ricevuto l'atto originale o finche' questo non e' pervenuto non conoscono nemmeno il nome di mia moglie? Sono veramente spaesato. Domani, mandero' mia madre a parlare col comune. La ragione per cui prima ho scritto qui e' che vorrei sapere se posso pretendere qualcosa da loro o se posso solo andare dai Carabinieri e magari aspettare anni per avere giustizia.

La situazione e' grottesca!
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
bostik
Amministratori
Amministratori


Numero di messaggi : 3625
Località : Colombia
Data d'iscrizione : 22.07.08

MessaggioOggetto: Re: Matrimonio in Peru': storia che non finisce mai!   Mar Mar 16, 2010 1:38 pm

Ciao UKres.,
Non é detto che sia stato perso,la media é di tre mesi ma a volte puó passare anche un anno...La procedura standard era,dico era,perché si dovrebbe(condizionale d'obbligo) utilizzare la PEC (posta elettronica certificata) per gli scambi di documenti tra le varie entitá della PA...,quella del corriere diplomatico ovvero circa due volte al mese,un funzionario consolare o un funzionario del MAE facevano da corrieri ed i documenti arrivavano alla Farnesina e da lí venivano smistati ai comuni.
Comunque tu puoi assolutamente autocertificare in quanto all'epoca,hai consegnato in ambasciata una copia dell'atto...quindi i funzionari in servizio a Londra,devono accettare l'autocertificazione e se vogliono controllano in tempo reale mettendosi in contatto con i colleghi a Lima...
In tutti i modi,comunque,a Lima nei libroni dello stato civile esiste l'atto quindi,se proprio rompono,fai richiedere una copia da un parente di tua moglie,lo fai legalizzare in loco(non ricordo se il Perú ha aderito alla convenzione dell'Aja,eventualmente si passa di nuovo dal consolato italiano) e tradurre in italiano e con quello puoi chiedere il visto,meglio se accompagni il tutto con la ricevuta d'avvenuta trascrizione che facesti a Lima.
La denuncia comunque,come dice Amedeo é d'obbligo...magari diffida prima se non accettano l'autocertificazione,se persistono CC o procura della repubblica,in un botto solo denunci Lima e Londra.
Ciao
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
ukresident



Numero di messaggi : 74
Data d'iscrizione : 26.04.08

MessaggioOggetto: Re: Matrimonio in Peru': storia che non finisce mai!   Mar Mar 16, 2010 6:19 pm

Ciao Bostik,

grazie per la risposta. In effetti, mi stai dando molto da pensare. Nella mail di ottobre, il mio comune sostiene di avere ricevuto una copia elettronica dell'atto di matrimonio e di aver richiesto l'originale come se la copia elettronica fosse inutile. Allora forse la falla sta proprio nel fatto che il comune è rimasto all'età della pietra e per Lima la pratica è sbrigata? Ovvio che non mi aspetto una risposta da te... sto sparando ipotesi. Vi farò sapere cosa diranno a mia madre in comune.

In teoria, la carta di residenza inglese è sufficiente per entrare in Italia fino a 90 giorni, ma il consolato "consiglia" di portarsi dietro un certificato di matrimonio. Che non si sa bene cosa voglia dire. Per me che sono ingegnere, una cosa ci vuole o non ci vuole, non può essere consigliata. Mah. Il mio timore è che le compagnie aeree non siano così bene informate e facciano storie se non vedono un visto.

A rompermi le scatole ci sono già riusciti, ma se non ottengo il certificato cercherò di gestire la cosa con l'ufficio visti di Londra, che spero non faccia troppe storie, anche se qualche rischio si corre. Per fortuna mi sto muovendo per tempo, visto che la suddetta carta inglese difficilmente arriverà prima di giugno (noi italiani non siamo gli unici a rilasciare i permessi di soggiorno in tempi biblici... lo so, non è una consolazione).
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
Contenuto sponsorizzato




MessaggioOggetto: Re: Matrimonio in Peru': storia che non finisce mai!   Oggi a 10:24 pm

Tornare in alto Andare in basso
 
Matrimonio in Peru': storia che non finisce mai!
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 2 di 3Andare alla pagina : Precedente  1, 2, 3  Seguente
 Argomenti simili
-
» Matrimonio in Peru'': storia che non finisce mai!
» MATRIMONIO IN PERU
» Matrimonio in Peru' con straniero espulso
» matrimonio tra italiana e peruviano in Perù
» Aiuto!!! visto per familiari al seguito.. Peru'

Permesso di questo forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
Italiani all'Estero e Stranieri in Italia :: ITALIANI ALL'ESTERO :: BUROCRAZIA E ATTI CONSOLARI :: MATRIMONIO ALL'ESTERO-
Andare verso: