Italiani all'Estero e Stranieri in Italia

Consolato, Ambasciata, Matrimonio all'estero, Divorzio all'Estero, divorzio rapido, divorzio al vapore, Stranieri in Italia, Matrimoni misti, sposarsi all'estero, divorziarsi all'estero. REPUBBLICA DOMINICANA
 
IndiceIndice  PortalePortale  GalleriaGalleria  FAQFAQ  CercaCerca  RegistrarsiRegistrarsi  AccediAccedi  

Condividere | 
 

 CITTADINANZA PER CONIUGI DI ITALIANI RESIDENTI IN ITALIA

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
AutoreMessaggio
marco tiberi



Numero di messaggi : 1
Data d'iscrizione : 06.02.09

MessaggioOggetto: Re: CITTADINANZA PER CONIUGI DI ITALIANI RESIDENTI IN ITALIA   Ven Feb 06, 2009 4:06 pm

Io sono cittadino italiano, mia moglie e' di nazionalita' eritrea. Abbiamo un certificato di nascita di mia moglie in lingua tigrina. Possiamo utilizzarlo, facendolo tradurre e autenticare qui o dobbiamo forzatamente passare per l'Ambasciata Italiana di Asmara? Il certificato (non so se si tratti di un "estratto", e' presente il nome della madre, ma non del padre) e' del 2007. E' ancora valido?
Abbiamo delle difficolta' a procurarci un nuovo certificato.
Grazie per la cortese risopsta.
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
Guido Baccoli
Fondatore
Fondatore


Numero di messaggi : 2756
Età : 64
Località : Santo Domingo - Rep. Dominicana
Data d'iscrizione : 12.01.08

MessaggioOggetto: Re: CITTADINANZA PER CONIUGI DI ITALIANI RESIDENTI IN ITALIA   Ven Feb 06, 2009 6:08 pm

Non ho ben capito dove siate residenti che é abbastanza importante da sapere. Comunque avendo postato la domanda sulla sezione dei residenti in Italia, le rispondo che la validitá di un documento straniero lo stabilisce la normativa dello Stato Estero in questione, quindi potrebbe come non potrebbe, essere ancora valido. In RD per esempio il certificato di nascita é valido per tre mesi.

In ogni caso, tutti i documenti e certificati stranieri per essere validi in Italia hanno una sola procedura, che é quella di farla legalizzare dalle Autoritá straniere preposte (sempre e comunque dal corrispondente nostro MAE in quel paese), tradurre in italiano e far legalizzare dall'Ambasciata italiana di quel Paese, nel vostro caso quella di Asmara.

_________________
Dr. Guido Baccoli
Consulente legale - Burocratico e Giuridico

Esclusivamente per chi desidera per propria scelta ed esigenza, chiedere una consulenza completa individuale nei minimi particolari del suo caso personale o una difesa extragiudiziale, puó scrivere ed ottenere un preventivo a guidobaccoli@hotmail.com
INDICE DEI MIEI ARGOMENTI PIÚ IMPORTANTI
http://www.burocraziaconsolare.com/guido-baccoli-f84/indice-argomenti-piu-rilevanti-ed-importanti-di-guido-baccoli-t787.htm
____________________________
É meglio non avere legge, che non farla osservare.
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente http://www.burocraziaconsolare.com
Sereno.SCOLARO
Moderatore
Moderatore


Numero di messaggi : 420
Data d'iscrizione : 02.03.08

MessaggioOggetto: Re: CITTADINANZA PER CONIUGI DI ITALIANI RESIDENTI IN ITALIA   Sab Feb 07, 2009 2:27 am

Puo' essere utile consultare questo riferimento:
http://www.interno.it/mininterno/export/sites/default/it/sezioni/servizi/come_fare/cittadinanza/Concessione_della_cittadinanza_italiana_a_cittadini_stranieri_coniugati_con_italiani_xart._5x_legge_5_febbraio_1992x_n._91x.html

Oltretutto, nel fac simile di domanda (in calce), sono presenti anche indicazioni di dettaglio sulla documentazione e sui requisiti a cui questa deve rispondere.
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
Guido Baccoli
Fondatore
Fondatore


Numero di messaggi : 2756
Età : 64
Località : Santo Domingo - Rep. Dominicana
Data d'iscrizione : 12.01.08

MessaggioOggetto: Re: CITTADINANZA PER CONIUGI DI ITALIANI RESIDENTI IN ITALIA   Sab Feb 07, 2009 5:18 am

Per comoditá riportiamo almeno le note finali del Modulo di richiesta che gentilmente ha linkato il Dr Scolaro e che sará molto utile a tutti:
1) estratto dell’atto di nascita completo di tutte le generalità esclusa l’ipotesi di nascita in Italia;
2) certificati penali del Paese di origine e degli eventuali Paesi terzi di residenza relativi ai precedenti penali (*);

Gli atti di cui ai punti 1) e 2) dovranno essere legalizzati dall’Autorità diplomatica o consolare italiana presente nello Stato di formazione, salvo le esenzioni previste per gli Stati aderenti alle convenzioni internazionali. Gli atti dovranno altresì essere debitamente tradotti in lingua italiana dalla suddetta Autorità ovvero, in Italia, dall’Autorità diplomatica o consolare del Paese che ha rilasciato l’atto (in questo caso la firma del funzionario straniero dovrà essere legalizzata dalla Prefettura competente), oppure da un traduttore ufficiale o da un interprete che ne attesti con le formalità previste la conformità al testo straniero.

Una domanda al Dr Scolaro peró adesso la faccio io. Anche questo tema era stato discusso con Lei, riportando gli articoli di legge per i documenti stranieri da far valere in Italia e ricordo benissimo di aver sostenuto la possibilitá di far valere in Italia un documento emesso dall'Ambasciata straniera in Italia, poi legalizzata alla Prefettura e tradotta, ma la sua risposta fu piuttosto decisa e dove ''ubi mayor, minor cessat'' avevo ceduto alle sue argomentazioni. Adesso peró vedendo e leggendo la nota del modulo di richiesta cittadinanza ed in particolare la frase che ho riportato in neretto, mi richiedo, anzi le richiedo...ma allora´la mia tesi di poter seguire le due strade burocratiche, includendo il documento emesso dall'Ambasciata straniera, da questa legalizzato, e da far valere in Italia a seconda della convenienza dell'utente, era giusta o sbagliata?

_________________
Dr. Guido Baccoli
Consulente legale - Burocratico e Giuridico

Esclusivamente per chi desidera per propria scelta ed esigenza, chiedere una consulenza completa individuale nei minimi particolari del suo caso personale o una difesa extragiudiziale, puó scrivere ed ottenere un preventivo a guidobaccoli@hotmail.com
INDICE DEI MIEI ARGOMENTI PIÚ IMPORTANTI
http://www.burocraziaconsolare.com/guido-baccoli-f84/indice-argomenti-piu-rilevanti-ed-importanti-di-guido-baccoli-t787.htm
____________________________
É meglio non avere legge, che non farla osservare.
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente http://www.burocraziaconsolare.com
Sereno.SCOLARO
Moderatore
Moderatore


Numero di messaggi : 420
Data d'iscrizione : 02.03.08

MessaggioOggetto: Re: CITTADINANZA PER CONIUGI DI ITALIANI RESIDENTI IN ITALIA   Sab Feb 07, 2009 5:52 am

Né l'una, né l'altra. Infatti (ma, limitatamente a questo tipo di procedimento) dipende dal fatto se il documento è stato formato, e rilasciato, all'estero, oppure se (se ciò sia previsto dall'ordinamento dello Stato estero di riferimento) sia stato rilasciato dall'autorità consolare estera in Italia (o avente competenza territoriale per l'Italia), dove la legalizzazione compete al Prefetto (salvo che per i Paesi aderenti alla Convenzione fatta a Londra il 7 giugno 1968).
In altri procedimenti, non è neppure pensabile di fare ricorso a "certificazioni di nascita" (comunque denominate) rilasciate dalle autorita' consolari estere in Italia.
Occorre tenere presenti le "specializzazioni" dei diversi procedimenti.
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
Guido Baccoli
Fondatore
Fondatore


Numero di messaggi : 2756
Età : 64
Località : Santo Domingo - Rep. Dominicana
Data d'iscrizione : 12.01.08

MessaggioOggetto: Re: CITTADINANZA PER CONIUGI DI ITALIANI RESIDENTI IN ITALIA   Sab Feb 07, 2009 6:24 am

Perfetto e grazie mille, almeno non ho dato informazioni sbagliate in precedenza riferendomi al chiarimento avvenuto con lei anni fa. Piuttosto la mia curiositá aumenta nel sapere quale norma prevede questa deroga? Ogni tanto é bello fare l'utente che posta le domande Smile
Grazie Dr Scolaro

_________________
Dr. Guido Baccoli
Consulente legale - Burocratico e Giuridico

Esclusivamente per chi desidera per propria scelta ed esigenza, chiedere una consulenza completa individuale nei minimi particolari del suo caso personale o una difesa extragiudiziale, puó scrivere ed ottenere un preventivo a guidobaccoli@hotmail.com
INDICE DEI MIEI ARGOMENTI PIÚ IMPORTANTI
http://www.burocraziaconsolare.com/guido-baccoli-f84/indice-argomenti-piu-rilevanti-ed-importanti-di-guido-baccoli-t787.htm
____________________________
É meglio non avere legge, che non farla osservare.
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente http://www.burocraziaconsolare.com
Guido Baccoli
Fondatore
Fondatore


Numero di messaggi : 2756
Età : 64
Località : Santo Domingo - Rep. Dominicana
Data d'iscrizione : 12.01.08

MessaggioOggetto: Re: CITTADINANZA PER CONIUGI DI ITALIANI RESIDENTI IN ITALIA   Lun Dic 07, 2009 11:43 pm

Sereno.SCOLARO ha scritto:
Puo' essere utile consultare questo riferimento:
http://www.interno.it/mininterno/export/sites/default/it/sezioni/servizi/come_fare/cittadinanza/Concessione_della_cittadinanza_italiana_MATRIMONIO_vers_8_8_09.html
Oltretutto, nel fac simile di domanda (in calce), sono presenti anche indicazioni di dettaglio sulla documentazione e sui requisiti a cui questa deve rispondere.

_________________
Dr. Guido Baccoli
Consulente legale - Burocratico e Giuridico

Esclusivamente per chi desidera per propria scelta ed esigenza, chiedere una consulenza completa individuale nei minimi particolari del suo caso personale o una difesa extragiudiziale, puó scrivere ed ottenere un preventivo a guidobaccoli@hotmail.com
INDICE DEI MIEI ARGOMENTI PIÚ IMPORTANTI
http://www.burocraziaconsolare.com/guido-baccoli-f84/indice-argomenti-piu-rilevanti-ed-importanti-di-guido-baccoli-t787.htm
____________________________
É meglio non avere legge, che non farla osservare.
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente http://www.burocraziaconsolare.com
Sereno.SCOLARO
Moderatore
Moderatore


Numero di messaggi : 420
Data d'iscrizione : 02.03.08

MessaggioOggetto: Re: CITTADINANZA PER CONIUGI DI ITALIANI RESIDENTI IN ITALIA   Mar Dic 08, 2009 3:32 am

Si ricorda che, dopo l'entratain vigore della L. 15 luglio 2009, n. 94, sono state modificate alcune procedure concernenti l'istruttoria in materia di procedimenti intesi ad ottenere decreto di conferimento della cittadinanza italiana a coniugi stranieri di cittadini italiani, non solo per i requisiti, ma anche per la documentazione da produrre.
Tali modifiche sono accessibibili al sito del Ministero dell'interno (chiedere autorizzazione per la pubblicazione di altri siti.it), sezione Cittadinanza.
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
Guido Baccoli
Fondatore
Fondatore


Numero di messaggi : 2756
Età : 64
Località : Santo Domingo - Rep. Dominicana
Data d'iscrizione : 12.01.08

MessaggioOggetto: Re: CITTADINANZA PER CONIUGI DI ITALIANI RESIDENTI IN ITALIA   Sab Mag 08, 2010 4:03 pm

Le norme dall'entrata in vigore del Pacchetto di sicurezza (L 94/2009) 08/08/2009, sono cambiate. Si rinvia alla lettura con un CLICK QUI

_________________
Dr. Guido Baccoli
Consulente legale - Burocratico e Giuridico

Esclusivamente per chi desidera per propria scelta ed esigenza, chiedere una consulenza completa individuale nei minimi particolari del suo caso personale o una difesa extragiudiziale, puó scrivere ed ottenere un preventivo a guidobaccoli@hotmail.com
INDICE DEI MIEI ARGOMENTI PIÚ IMPORTANTI
http://www.burocraziaconsolare.com/guido-baccoli-f84/indice-argomenti-piu-rilevanti-ed-importanti-di-guido-baccoli-t787.htm
____________________________
É meglio non avere legge, che non farla osservare.
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente http://www.burocraziaconsolare.com
Alina



Numero di messaggi : 6
Data d'iscrizione : 23.05.10

MessaggioOggetto: Re: CITTADINANZA PER CONIUGI DI ITALIANI RESIDENTI IN ITALIA   Mar Mag 25, 2010 5:03 pm

Buona sera sono Alina residente in Italia dal 1999 , sposata dal Marzo 2007, ho depositato i documenti per la cittadinanza in 15 Maggio 2008 , ma ad oggi Maggio 2010 il Centralino di Roma , nonché la Prefettura della mia città (Vercelli) mi hanno comunicato che la mia pratica è ancora nella prima fase di lavorazione , non so quanti fasi di lavorazioni ci siano , ma a me sembra che sono veramente in ritardo. Mi potete consigliare cosa dovrei fare in questo caso?

Grazie e cordiali saluti
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
bostik
Amministratori
Amministratori


Numero di messaggi : 3628
Località : Colombia
Data d'iscrizione : 22.07.08

MessaggioOggetto: Re: CITTADINANZA PER CONIUGI DI ITALIANI RESIDENTI IN ITALIA   Mar Mag 25, 2010 10:08 pm

Alina ha scritto:
Buona sera sono Alina residente in Italia dal 1999 , sposata dal Marzo 2007, ho depositato i documenti per la cittadinanza in 15 Maggio 2008 , ma ad oggi Maggio 2010 il Centralino di Roma , nonché la Prefettura della mia città (Vercelli) mi hanno comunicato che la mia pratica è ancora nella prima fase di lavorazione , non so quanti fasi di lavorazioni ci siano , ma a me sembra che sono veramente in ritardo. Mi potete consigliare cosa dovrei fare in questo caso?

Grazie e cordiali saluti

Passati 730 giorni dalla domanda,si puó chiedere l'accesso agli atti e diffidare ad adempiere ai sensi legge 241/90.
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
Amedeo
Amministratori
Amministratori


Numero di messaggi : 1613
Età : 67
Data d'iscrizione : 14.06.08

MessaggioOggetto: Re: CITTADINANZA PER CONIUGI DI ITALIANI RESIDENTI IN ITALIA   Mer Mag 26, 2010 12:45 pm

bostik ha scritto:
Alina ha scritto:
Buona sera sono Alina residente in Italia dal 1999 , sposata dal Marzo 2007, ho depositato i documenti per la cittadinanza in 15 Maggio 2008 , ma ad oggi Maggio 2010 il Centralino di Roma , nonché la Prefettura della mia città (Vercelli) mi hanno comunicato che la mia pratica è ancora nella prima fase di lavorazione , non so quanti fasi di lavorazioni ci siano , ma a me sembra che sono veramente in ritardo. Mi potete consigliare cosa dovrei fare in questo caso?

Grazie e cordiali saluti

Passati 730 giorni dalla domanda,si puó chiedere l'accesso agli atti e diffidare ad adempiere ai sensi legge 241/90.

C'è un mio modello in giro per internet proprio sulla diffida per la cittadinanza per matrimonio.

Un saluto,

_________________
Amedeo Intonti

Autore di:
- Manuale di sopravvivenza burocratica per italiani con partner straniero
- Ricongiungimento ... step by step
reperibili su www.edizionidellimpossibile.com

solo per casi riservatissimi, e-mail: amedeointonti@burocraziaconsolare.com
indice generale: http://www.burocraziaconsolare.com/amedeo-f80/indice-generale-di-amedeo-t767.htm#4762
Difensore Civico di www.tuttostranieri.it/forum/
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
Alina



Numero di messaggi : 6
Data d'iscrizione : 23.05.10

MessaggioOggetto: Re: CITTADINANZA PER CONIUGI DI ITALIANI RESIDENTI IN ITALIA   Mer Mag 26, 2010 1:49 pm

Grazie mille per le risposte , siete veramente gentilissimi meno male che ci sono dei forum cosi ben fatti.

Scusate la mia ignoranza , ma avrei qualche dubbi oche riguarda la differenza tra la diffida e la richiesta di accedere ai atti oppure è la stessa cosa?

Ho trovato questa diffida sull’indicazione del Amedeo ma visto che di leggi non ne capisco proprio niente vorei capire se nel fra tempo sono cambiate le leggi se non vi arrabbiate ve lo faccio vedere.

Spero di diventare italiana al più presto visto che oramai sono più italiana che rumena……

Grazie e cordiali saluti.

La diffida data 2005:
On. ___________________
Piazzale del Viminale, 1
00184 - ROMA

Al MINISTERO DELL’INTERNO
Dipartimento per le libertà civili e l’immigrazione
Direzione Centrale per i Diritti Civili, la
Cittadinanza e le Minoranze - Cittadinanza
via Cavour, 6
00184 - ROMA

Al UFFICIO TERRITORIALE DEL GOVERNO
a.c.a. ______________
___________________
_____ - ____________


RACCOMANDATA a. R.
OGGETTO: diffida ad adempiere per acquisizione della cittadinanza italiana (art. 5 della legge 5.02.1992 n. 91)


I sottoscritti,- _________________________, cittadin_ _________, nat_ in ________ - _______ il __.__._____, residente in _____________ - ______ - ___________,- _________________________, cittadin_ italian_, nato a ______ il __.__.____, residente in _________________ - _____ - ________, tel __________, cell. ___________,
premesso

- che in data __.__.____ hanno contratto matrimonio in ________ - _______,- che in data __.__.____ hanno consegnato al Consolato Italiano di _______, competente per territorio, il certificato di matrimonio per la trasmissione al Comune di ______ al fine della sua registrazione all'archivio anagrafico, e che nella stessa data, il Consolato ha rilasciato il prescritto visto d'ingresso in Italia per il/la cittadin_ stranier_;- che l_ scrivente, in data __.__.____, effettuava richiesta di Permesso di Soggiorno per "coesione familiare", rilasciato il __.__.____, con validità ___________, ma solo dopo aver dovuto effettuare apposita diffida ad adempiere;- che in data __.__.____ l_ scrivente consegnava domanda di acquisizione della cittadinanza italiana all’Ufficio Territoriale del Governo di ________;- che nel mese di ______ 200_ il/la sottoscritt_ _______________ telefonava/eccedeva al predetto ufficio per accertare lo stato della pratica del coniuge, e che, ricevendone notizia che essa non si sarebbe mossa dal luogo in cui era stata consegnata, effettuava le opportune dovute rimostranze;- che nel mese di __________ 200_, probabilmente a seguito di quanto indicato al punto precedente, il/la sottoscritt_ riceveva comunicazione, a firma di __________________ e che viene allegata in copia, secondo la quale il procedimento amministrativo sarebbe stato avviato il __.__.200_, in palese contrasto con l’art. 2, comma 2 della legge n. 241/1990;- che in data odierna sono ormai decorsi i due anni previsti dall’art. 8, comma 2 della legge n. 91/1992

considerato

- che la situazione familiare in cui uno dei coniugi è italiano e l’altro straniero è difficile e fortemente discriminante, sia nei confronti delle altre famiglie interamente italiane, sia tra gli stessi coniugi;- che dal matrimonio è nato il primo figlio __________, il __.__.200_ a ______, per il quale non hanno ottenuto l’assegno di maternità di € 1.250, in quanto la sottoscritta non possedeva la Carta di Soggiorno, di cui pure aveva diritto, ma solo il Permesso di Soggiorno, non avendo ricevuto l’esatta informazione in proposito presso l’Ufficio Immigrazione della Questura Centrale di _____ al momento della regolarizzazione in Italia;- che sono in attesa di un secondo figlio, la cui nascita è prevista per la fine del mese di _______ c.a., per il quale non potranno accedere all’assegno per il secondo figlio se la madre non è in possesso della cittadinanza italiana, né di altre provvidenze legate alla famiglia (la domanda di Carta di Soggiorno è una procedura che i sottoscritti vogliono ora evitare, sia per i costi, che per i tempi, che per le more della acquisizione della cittadinanza italiana);- che entrambi i sottoscritti hanno la determinazione, la cultura legale e le disponibilità economiche per contrastare ad ogni livello queste situazioni;- che la norma di cui all’art. 5 della già citata legge 91/1992 che prescrive per il cittadino straniero una richiesta dopo sei mesi di matrimonio per l’acquisizione della cittadinanza italiana in luogo del precedente automatico riconoscimento, appare in palese contrasto con gli artt. 29 (non vi sarebbe parità di diritti fra i coniugi) e 31 della Costituzione Italiana;- che la stessa legge e le procedure che, in conseguenza ad essa, vengono così lentamente attuate appaiono in contrasto con gli artt. 1, 6, 8, 12, 13, 14 ed in particolare con l’art. 5 del prot. 7 della Convenzione Europea per i Diritti dell’Uomo;- che il tempo d’inizio della procedura deve ritenersi quello della data di consegna agli uffici della domanda, ai sensi dell’art.2, comma 2 della legge n. 241/1990, e non già quello indicato nella lettera di _____________ allegata in copia;- che l’U.T.G. doveva trasmettere entro 30 giorni, ai sensi dell’art. 2 del D.P.R. 362/1994, i documenti, con gli accertamenti effettuati, al Ministero dell’Interno;- che dalla lettera di cui sopra si evince che questo tempo appare non essere stato rispettato;- che il termine di due anni previsto dall’art. 8 comma 2 della legge n. 91/1992 è ormai decorso;- che il termine di 30 giorni previsto dall’art. 2, comma 3 della legge n. 241/1990 per la conclusione della pratica è anch’esso ampiamente trascorso;

diffidano ad adempiere, nell'interesse del/della sottoscritt_ _________________:

- il funzionario responsabile del Dipartimento per le libertà civili e l’immigrazione - Direzione Centrale per i Diritti Civili, la Cittadinanza e le Minoranze – Cittadinanza affinché concluda il predetto procedimento di acquisizione della cittadinanza italiana;- il Ministro dell’Interno pro-tempore, nella persona dell’on. Roberto Maroni, affinché dia disposizioni per la conclusione del predetto procedimento di acquisizione della cittadinanza italiana;

e chiedono

- ai sensi degli artt. 4 e 5 della legge n. 241/1990, che siano indicati i nomi dei funzionari responsabili dei procedimenti sopra citati, lo stato degli atti relativi al procedimento de quibus e che i responsabili dei competenti servizi compiano gli atti del loro ufficio o espongano le ragioni del ritardo e della esclusione entro 30 gg. dalla ricezione della presente richiesta, a norma dell'art. 328 c.p. così come modificato dalla legge 16 aprile 1990 nr. 86;- ai sensi degli artt. 10, 22, 23, 25 della legge n. 241/1990, che il/la sottoscritt_ possa prendere visione e/o acquisire copia degli atti del procedimento per meglio determinare quali siano state le cause del ritardo nel termine del procedimento de quibus e le relative responsabilità, al fine di poterle successivamente evidenziare in sede legale, sia personalmente, che per delega al proprio coniuge, qui formalizzata appositamente con la firma della presente lettera e con l’allegato della copia del proprio documento.I sottoscritti, ciascuno per le proprie ragioni e competenze, avvertono che in difetto sarà presentato esposto alla competente autorità giudiziaria e ritengono fin da ora i funzionari dei citati servizi responsabili di ogni danno morale e materiale dovesse loro derivare dai ritardi nell'espletamento dei procedimenti de quibus.Con osservanza,
Firma ______________ Firma _____________


--------------------------------------Allegati: copia della lettera di ______________;copia documento del/della sottoscritt_ _______________________
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
Alina



Numero di messaggi : 6
Data d'iscrizione : 23.05.10

MessaggioOggetto: Re: CITTADINANZA PER CONIUGI DI ITALIANI RESIDENTI IN ITALIA   Mer Mag 26, 2010 2:08 pm

Scusa Amedeo ma leggendo meglio la diffida è proprio la tua , e se ho capito bene solo la prima diffida devo mandare? Sperando di non dover mandare anche le altre. Ma ad oggi è valida questa diffida oppure devo apportare dei cambiamenti , visto che è cambiata la legge in 2009?

Grazie ancora e scusate per il casino che sto creando in forum con la diffida copiata male.

Cordiali saluti.
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
Amedeo
Amministratori
Amministratori


Numero di messaggi : 1613
Età : 67
Data d'iscrizione : 14.06.08

MessaggioOggetto: Re: CITTADINANZA PER CONIUGI DI ITALIANI RESIDENTI IN ITALIA   Gio Mag 27, 2010 10:02 am

Alina ha scritto:
Scusa Amedeo ma leggendo meglio la diffida è proprio la tua , e se ho capito bene solo la prima diffida devo mandare? Sperando di non dover mandare anche le altre. Ma ad oggi è valida questa diffida oppure devo apportare dei cambiamenti , visto che è cambiata la legge in 2009?

Grazie ancora e scusate per il casino che sto creando in forum con la diffida copiata male.

Cordiali saluti.

Si il modello è il mio (lo lascio ad ogni buon fine) e va solo adattato al caso specifico. I riferimento normativi sono tutti rimasti.

Ho dato una ripulita a tutta la parte del topic relativa ad Alina.

Un saluto,

_________________
Amedeo Intonti

Autore di:
- Manuale di sopravvivenza burocratica per italiani con partner straniero
- Ricongiungimento ... step by step
reperibili su www.edizionidellimpossibile.com

solo per casi riservatissimi, e-mail: amedeointonti@burocraziaconsolare.com
indice generale: http://www.burocraziaconsolare.com/amedeo-f80/indice-generale-di-amedeo-t767.htm#4762
Difensore Civico di www.tuttostranieri.it/forum/
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
Alina



Numero di messaggi : 6
Data d'iscrizione : 23.05.10

MessaggioOggetto: Re: CITTADINANZA PER CONIUGI DI ITALIANI RESIDENTI IN ITALIA   Gio Mag 27, 2010 1:00 pm

Scusa Amedeo , ma cosa vuol dire (va adattato al caso specifico)? Cioè basta compilarlo con i propri dati , o devo aggiungere , o togliere qualcosa ?

Capisco che sto veramente facendo delle domande stupide ma in questo capo ammetto un ignoranza top ….

Con la diffida posso accedere anche agli atti per vedere dove si sono bloccati i miei documenti , oppure devo fare un’altra cosa? Perché non ho capito se la diffida , e la richiesta di accedere ai atti è la stessa cosa , oppure no.

Grazie e cordiali saluti.

Grazie per aver cancellato mio disastro .
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
Amedeo
Amministratori
Amministratori


Numero di messaggi : 1613
Età : 67
Data d'iscrizione : 14.06.08

MessaggioOggetto: Re: CITTADINANZA PER CONIUGI DI ITALIANI RESIDENTI IN ITALIA   Ven Mag 28, 2010 12:41 pm

Alina ha scritto:
Scusa Amedeo , ma cosa vuol dire (va adattato al caso specifico)? Cioè basta compilarlo con i propri dati , o devo aggiungere , o togliere qualcosa ?

Capisco che sto veramente facendo delle domande stupide ma in questo capo ammetto un ignoranza top ….

Con la diffida posso accedere anche agli atti per vedere dove si sono bloccati i miei documenti , oppure devo fare un’altra cosa? Perché non ho capito se la diffida , e la richiesta di accedere ai atti è la stessa cosa , oppure no.

Grazie e cordiali saluti.

Grazie per aver cancellato mio disastro .

Quando ci si trova in questa situazione di assoluta non conoscenza di norme di base, ci si deve purtroppo affidare ad un avvocato che provveda. Fare da se in questi casi ed in queste condizioni può arrecare danni. Gli avvocati, peraltro, devono pur vivere!!!

Un saluto,

_________________
Amedeo Intonti

Autore di:
- Manuale di sopravvivenza burocratica per italiani con partner straniero
- Ricongiungimento ... step by step
reperibili su www.edizionidellimpossibile.com

solo per casi riservatissimi, e-mail: amedeointonti@burocraziaconsolare.com
indice generale: http://www.burocraziaconsolare.com/amedeo-f80/indice-generale-di-amedeo-t767.htm#4762
Difensore Civico di www.tuttostranieri.it/forum/
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
Alina



Numero di messaggi : 6
Data d'iscrizione : 23.05.10

MessaggioOggetto: Re: CITTADINANZA PER CONIUGI DI ITALIANI RESIDENTI IN ITALIA   Ven Mag 28, 2010 1:46 pm

Ok , Grazie
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
Guido Baccoli
Fondatore
Fondatore


Numero di messaggi : 2756
Età : 64
Località : Santo Domingo - Rep. Dominicana
Data d'iscrizione : 12.01.08

MessaggioOggetto: Re: CITTADINANZA PER CONIUGI DI ITALIANI RESIDENTI IN ITALIA   Ven Mag 28, 2010 2:05 pm

Alina ha scritto:
Scusa Amedeo , ma cosa vuol dire (va adattato al caso specifico)? Cioè basta compilarlo con i propri dati , o devo aggiungere , o togliere qualcosa ?

Capisco che sto veramente facendo delle domande stupide ma in questo capo ammetto un ignoranza top ….

Con la diffida posso accedere anche agli atti per vedere dove si sono bloccati i miei documenti , oppure devo fare un’altra cosa? Perché non ho capito se la diffida , e la richiesta di accedere ai atti è la stessa cosa , oppure no.

Grazie e cordiali saluti.

Grazie per aver cancellato mio disastro .
Ringraziando Amedeo e Bostick, mi scuso per la mia forzata assenza per cause tecniche del provider d'internet. Alina, questo forum é fatto a scopo informativo generale, per conoscere se si ha un diritto o no od addirittura se si sta subendo un arbitrario abuso. Non é una consulenza in linea e la prego leggere bene il regolamento. Sono d'accordo con Amedeo che giá apporta tantissimo con dei modelli ovviamente non solo da adattare, ma anche da saper poi come continuare nel caso di non risposta. Mi pare giusta anche l'osservazione che anche gli avvocati ed aggiungo i consulenti di professione come me (si tratta di atti stragiudiziali quindi il consulente puó se specializzato in tali materie ed attivazione dell'autodifesa, dargli anche una continuazione ed una supervisione continua. A volte sono capaci di non rispondere nemmeno alla Diffida

In ogni caso per ulteriore informazione, anche se giá presente in forum, la diffida ad adempiere, le richieste d'informazione dello stato della pratica e tutte le informazioni necessarie e la richiesta di accesso agli atti possono e di solito sono parte dello stesso documento.

_________________
Dr. Guido Baccoli
Consulente legale - Burocratico e Giuridico

Esclusivamente per chi desidera per propria scelta ed esigenza, chiedere una consulenza completa individuale nei minimi particolari del suo caso personale o una difesa extragiudiziale, puó scrivere ed ottenere un preventivo a guidobaccoli@hotmail.com
INDICE DEI MIEI ARGOMENTI PIÚ IMPORTANTI
http://www.burocraziaconsolare.com/guido-baccoli-f84/indice-argomenti-piu-rilevanti-ed-importanti-di-guido-baccoli-t787.htm
____________________________
É meglio non avere legge, che non farla osservare.
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente http://www.burocraziaconsolare.com
Alina



Numero di messaggi : 6
Data d'iscrizione : 23.05.10

MessaggioOggetto: Re: CITTADINANZA PER CONIUGI DI ITALIANI RESIDENTI IN ITALIA   Ven Mag 28, 2010 4:17 pm

Vi ringrazio per tutte le informazioni , e mi scuso se con le mie domande vi ho disturbato . Sinceramente ho tanta voglia e fratta di diventare cittadina italiana , ma non a tal punto di dover interpellare un avocato (sono disoccupata da due anni non penso che sia caso).

Penso che lascerò perdere aspetterò il tempo che serve.

Grazie ancora e cordiali saluti a tutti.

Siete stati molto gentili.
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
Contenuto sponsorizzato




MessaggioOggetto: Re: CITTADINANZA PER CONIUGI DI ITALIANI RESIDENTI IN ITALIA   Oggi a 12:00 pm

Tornare in alto Andare in basso
 
CITTADINANZA PER CONIUGI DI ITALIANI RESIDENTI IN ITALIA
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 1 di 1
 Argomenti simili
-
» matrimonio tra italiani residenti in italia in repubblica dominicana
» Matrimonio in Italia tra italiani residenti in Germania
» Cittadini italiani residenti AIRE: richiesta documenti uso matrimonio
» IMU agevolazioni residenti in ITALIA
» A.I.R.E. (Anagrafe Italiani Residenti all'Estero) e SANITÁ

Permesso di questo forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
Italiani all'Estero e Stranieri in Italia :: LEGGI E NORMATIVE COMMENTATE E DISCUSSE :: CITTADINANZA-
Andare verso: