Italiani all'Estero e Stranieri in Italia

Consolato, Ambasciata, Matrimonio all'estero, Divorzio all'Estero, divorzio rapido, divorzio al vapore, Stranieri in Italia, Matrimoni misti, sposarsi all'estero, divorziarsi all'estero. REPUBBLICA DOMINICANA
 
IndiceIndice  PortalePortale  GalleriaGalleria  FAQFAQ  CercaCerca  RegistrarsiRegistrarsi  AccediAccedi  

Condividere | 
 

 informazioni

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
AutoreMessaggio
giovanni62



Numero di messaggi : 2
Data d'iscrizione : 24.10.09

MessaggioOggetto: informazioni   Sab Ott 24, 2009 8:47 am

buongiorno mi chiamo giovanni,vorrei chiedere gentilmente un'informazione,non so se voi siete competenti in queste cose ma magari potete dirmi a chi rivolgermi....la mia ragazza vive in venezuela ha un doppio passaporto quello venezuelano e da poco quello italiano,ha un figlio di 10 anni avuto con il precedente compagno di cittadinanza venezuelana,il problema e' questo.....lei vorrebbe venire a vivere in italia io gli ho trovato una casa e un lavoro ma purtroppo l'ex compagno non firma il permesso per portare anche il bambino con lei in italia,vi chiedo per cortesia se potete darmi una mano e suggerirmi come posso aiutarla..premetto che io sono separato solo da 1 anno e quindi non posso ancora sposarla..vi ringrazio anticipatamente e aspetto una vostra risposta..a presto grazie
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
Amedeo
Amministratori
Amministratori


Numero di messaggi : 1613
EtÓ : 67
Data d'iscrizione : 14.06.08

MessaggioOggetto: Re: informazioni   Sab Ott 24, 2009 10:38 am

giovanni62 ha scritto:
buongiorno mi chiamo giovanni,vorrei chiedere gentilmente un'informazione,non so se voi siete competenti in queste cose ma magari potete dirmi a chi rivolgermi....la mia ragazza vive in venezuela ha un doppio passaporto quello venezuelano e da poco quello italiano,ha un figlio di 10 anni avuto con il precedente compagno di cittadinanza venezuelana,il problema e' questo.....lei vorrebbe venire a vivere in italia io gli ho trovato una casa e un lavoro ma purtroppo l'ex compagno non firma il permesso per portare anche il bambino con lei in italia,vi chiedo per cortesia se potete darmi una mano e suggerirmi come posso aiutarla..premetto che io sono separato solo da 1 anno e quindi non posso ancora sposarla..vi ringrazio anticipatamente e aspetto una vostra risposta..a presto grazie

Se riesce ad avere un affidamento esclusivo del bambino, potrÓ portarlo in Italia, altrimenti non c'Ŕ assolutamente nulla da fare. Vogliamo togliere al padre il diritto di vedere il figlio in patria???

Un saluto,

_________________
Amedeo Intonti

Autore di:
- Manuale di sopravvivenza burocratica per italiani con partner straniero
- Ricongiungimento ... step by step
reperibili su www.edizionidellimpossibile.com

solo per casi riservatissimi, e-mail: amedeointonti@burocraziaconsolare.com
indice generale: http://www.burocraziaconsolare.com/amedeo-f80/indice-generale-di-amedeo-t767.htm#4762
Difensore Civico di www.tuttostranieri.it/forum/
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
giovanni62



Numero di messaggi : 2
Data d'iscrizione : 24.10.09

MessaggioOggetto: Re: informazioni   Sab Ott 24, 2009 11:26 am

no certo che non si vuole togliere il diritto di vedere il figlio pero' usa il medesimo come ricatto nei confronti dell'ex compagna sapendo che non abbandonera' mai suo figlio li quindi lui sta' impedendo a lei di rifarsi una vita dove vorrebbe
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
alessandra2870



Numero di messaggi : 1
Data d'iscrizione : 30.05.10

MessaggioOggetto: Re: informazioni   Dom Mag 30, 2010 7:05 am

salve, devo chiedere un nuovo certificato di cittadinanza, riconosciuta ad una cittadina italiana nel 2006, ma la responsabile dell' ufficio anagrafe sena che vi sia stata revoca si rifiuta di ristamparlo perchÚ nel frattempo hanno avuto dubbi sui documenti presentati al tempo del riconoscimento; quali sono le vie giudiziarie secondo voi pi¨ giuste, dopo aver diffidato la PA dato che si tratta di diritto soggettivo?
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
bostik
Amministratori
Amministratori


Numero di messaggi : 3625
LocalitÓ : Colombia
Data d'iscrizione : 22.07.08

MessaggioOggetto: Re: informazioni   Dom Mag 30, 2010 9:13 am

alessandra2870 ha scritto:
salve, devo chiedere un nuovo certificato di cittadinanza, riconosciuta ad una cittadina italiana nel 2006, ma la responsabile dell' ufficio anagrafe sena che vi sia stata revoca si rifiuta di ristamparlo perchÚ nel frattempo hanno avuto dubbi sui documenti presentati al tempo del riconoscimento; quali sono le vie giudiziarie secondo voi pi¨ giuste, dopo aver diffidato la PA dato che si tratta di diritto soggettivo?

Deve cercare d'essere pi˙ specifica e chiara,non si evince molto da ciˇ che scrive.
Saluti
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
Guido Baccoli
Fondatore
Fondatore


Numero di messaggi : 2756
EtÓ : 64
LocalitÓ : Santo Domingo - Rep. Dominicana
Data d'iscrizione : 12.01.08

MessaggioOggetto: Re: informazioni   Dom Mag 30, 2010 1:46 pm

giovanni62 ha scritto:
no certo che non si vuole togliere il diritto di vedere il figlio pero' usa il medesimo come ricatto nei confronti dell'ex compagna sapendo che non abbandonera' mai suo figlio li quindi lui sta' impedendo a lei di rifarsi una vita dove vorrebbe
La signora Ú giß cittadina italiana, il fatto che lei non la possa sposare non toglie ne aggiunge niente per la risoluzione del problema (comunque lei se la moglie Ú d'accordo, puˇ divorziarsi subito in Rep Dominicana, legga l'argomento in proposito nell'indice generale o nel mio indice indicato nella firma).

Il diritto del minore Ú superiore a qualsiasi altro diritto di come lei dice, rifarsi una vita all'estero. L'unica soluzione alla negazione del padre Ú quella di ottenere come bene ha risposto Amedeo, una sentenza del Giudice dei minori venezuelano, che giudicherß se per il figlio Ú conveniente o no che stia a vivere con la madre, anche in ragione di quanto il padre apporti all'educazione, alla presenza ed in denaro, detto figlio. Se il padre Ú a ''posto'' difficilmente il Giudice deciderß per concedere la tutela solo alla madre ed il permesso di espatriare; sono due cose che devono essere decise dal Giudice in positivo, ossia non basta solo la tutela affidata unicamente alla madre.

_________________
Dr. Guido Baccoli
Consulente legale - Burocratico e Giuridico

Esclusivamente per chi desidera per propria scelta ed esigenza, chiedere una consulenza completa individuale nei minimi particolari del suo caso personale o una difesa extragiudiziale, puˇ scrivere ed ottenere un preventivo a guidobaccoli@hotmail.com
INDICE DEI MIEI ARGOMENTI PI┌ IMPORTANTI
http://www.burocraziaconsolare.com/guido-baccoli-f84/indice-argomenti-piu-rilevanti-ed-importanti-di-guido-baccoli-t787.htm
____________________________
╔ meglio non avere legge, che non farla osservare.
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente http://www.burocraziaconsolare.com
Amedeo
Amministratori
Amministratori


Numero di messaggi : 1613
EtÓ : 67
Data d'iscrizione : 14.06.08

MessaggioOggetto: Re: informazioni   Mer Giu 02, 2010 3:48 pm

alessandra2870 ha scritto:
salve, devo chiedere un nuovo certificato di cittadinanza, riconosciuta ad una cittadina italiana nel 2006, ma la responsabile dell' ufficio anagrafe sena che vi sia stata revoca si rifiuta di ristamparlo perchÚ nel frattempo hanno avuto dubbi sui documenti presentati al tempo del riconoscimento; quali sono le vie giudiziarie secondo voi pi¨ giuste, dopo aver diffidato la PA dato che si tratta di diritto soggettivo?

Credo di conoscere il problema.

Ad una cittadina (diciamo) brasiliana viene riconosciuta la cittadinanza italiana "jure sanguinis" nel 2006 in Italia. Successivamente si trasferisce in GB con la residenza AIRE. Al momento della richiesta del passaporto al consolato, questi gli chiede un certificato di cittadinanza (che la persona poteva ben autocertificare).

La persona torna in Italia al suo comune originario per chiedere il certificato di cittadinanza, ma non solo non glielo rilasciano, ma gli ritirano anche la carta di indentitÓ con il motivo della mutata residenza.

Nel ricorrere contro il rifiuto al rilascio del certificato ed al ritiro della carta di identitÓ, l'avvocato sospetta una possibile revoca della cittadinanza e la cita nel ricorso. Ovviamente la cosa comporta una serie di accertamenti che hanno allungato sine die tutta la procedura.

Ora i consigli!!! Il mio Ŕ stato quello di autocertificare la cittadinanza al consolato.

Un saluto,

_________________
Amedeo Intonti

Autore di:
- Manuale di sopravvivenza burocratica per italiani con partner straniero
- Ricongiungimento ... step by step
reperibili su www.edizionidellimpossibile.com

solo per casi riservatissimi, e-mail: amedeointonti@burocraziaconsolare.com
indice generale: http://www.burocraziaconsolare.com/amedeo-f80/indice-generale-di-amedeo-t767.htm#4762
Difensore Civico di www.tuttostranieri.it/forum/
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
Guido Baccoli
Fondatore
Fondatore


Numero di messaggi : 2756
EtÓ : 64
LocalitÓ : Santo Domingo - Rep. Dominicana
Data d'iscrizione : 12.01.08

MessaggioOggetto: Re: informazioni   Sab Giu 05, 2010 12:12 pm

Amedeo ha scritto:
alessandra2870 ha scritto:
salve, devo chiedere un nuovo certificato di cittadinanza, riconosciuta ad una cittadina italiana nel 2006, ma la responsabile dell' ufficio anagrafe sena che vi sia stata revoca si rifiuta di ristamparlo perchÚ nel frattempo hanno avuto dubbi sui documenti presentati al tempo del riconoscimento; quali sono le vie giudiziarie secondo voi pi¨ giuste, dopo aver diffidato la PA dato che si tratta di diritto soggettivo?

Credo di conoscere il problema.

Ad una cittadina (diciamo) brasiliana viene riconosciuta la cittadinanza italiana "jure sanguinis" nel 2006 in Italia. Successivamente si trasferisce in GB con la residenza AIRE. Al momento della richiesta del passaporto al consolato, questi gli chiede un certificato di cittadinanza (che la persona poteva ben autocertificare).

La persona torna in Italia al suo comune originario per chiedere il certificato di cittadinanza, ma non solo non glielo rilasciano, ma gli ritirano anche la carta di indentitÓ con il motivo della mutata residenza.

Nel ricorrere contro il rifiuto al rilascio del certificato ed al ritiro della carta di identitÓ, l'avvocato sospetta una possibile revoca della cittadinanza e la cita nel ricorso. Ovviamente la cosa comporta una serie di accertamenti che hanno allungato sine die tutta la procedura.

Ora i consigli!!! Il mio Ŕ stato quello di autocertificare la cittadinanza al consolato.

Un saluto,
Oltrettutto la revoca di cittadinanza deve essere notificata e motivata.

_________________
Dr. Guido Baccoli
Consulente legale - Burocratico e Giuridico

Esclusivamente per chi desidera per propria scelta ed esigenza, chiedere una consulenza completa individuale nei minimi particolari del suo caso personale o una difesa extragiudiziale, puˇ scrivere ed ottenere un preventivo a guidobaccoli@hotmail.com
INDICE DEI MIEI ARGOMENTI PI┌ IMPORTANTI
http://www.burocraziaconsolare.com/guido-baccoli-f84/indice-argomenti-piu-rilevanti-ed-importanti-di-guido-baccoli-t787.htm
____________________________
╔ meglio non avere legge, che non farla osservare.
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente http://www.burocraziaconsolare.com
Contenuto sponsorizzato




MessaggioOggetto: Re: informazioni   Oggi a 11:55 am

Tornare in alto Andare in basso
 
informazioni
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 1 di 1
 Argomenti simili
-
» informazioni sul divorzio
» informazioni per l'acquisizione della cittadinanza italiana
» matrimonio santo domingo x cittadini italiani
» Richiesta info IMU delibera di giunta e regolamento
» RICHIESTA DI INFORMAZIONI: IMPORTI MINIMI E COMPITA GIACENZA

Permesso di questo forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
Italiani all'Estero e Stranieri in Italia :: LEGGI E NORMATIVE COMMENTATE E DISCUSSE :: CITTADINANZA-
Andare verso: