Italiani all'Estero e Stranieri in Italia

Consolato, Ambasciata, Matrimonio all'estero, Divorzio all'Estero, divorzio rapido, divorzio al vapore, Stranieri in Italia, Matrimoni misti, sposarsi all'estero, divorziarsi all'estero. REPUBBLICA DOMINICANA
 
IndiceIndice  PortalePortale  GalleriaGalleria  FAQFAQ  CercaCerca  RegistrarsiRegistrarsi  AccediAccedi  

Condividere | 
 

 Matrimonio all'estero e cambio di residenza

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
AutoreMessaggio
kattusa



Numero di messaggi : 8
Data d'iscrizione : 24.10.09

MessaggioOggetto: Matrimonio all'estero e cambio di residenza   Sab Ott 24, 2009 10:38 am

Ciao a tutti,
ho molte domande riguardo un unico argomento ma spero di poter avere una risposta a tutto.

Sono italiana residente in italia e a dicembre contrarr˛ matrimonio civile in Turchia con un cittadino turco lý residente. Immediatamente porteremo l'atto di matrimonio turco all'ambasciata italiana per la sua traduzione, legalizzazione e trascrizione nei registri civili italiani, e contestualmente chiederemo il visto per familiare al seguito. Di solito questo tipo di visto viene rilasciato subito? Bisogna mostrare il biglietto aereo per l'Italia di entrambi? Io purtroppo posso trattenermi in Turchia solo per 1 settimana. Ce la faremo a sposarci e prendere il visto?

Altro problema:

Lui starÓ in Italia con me solo per un paio di settimane, dopodichŔ dovrÓ tornare in Turchia dove lavora. Il mio lavoro mi impedisce di trasferirmi da lui, ecco perchŔ per almeno 1 anno continueremo a vivere separati, ovvero a vederci saltuariamente in Italia e in Turchia. Presumibilmente sarÓ lui a trasferirsi definitivamente qui. Ho letto che il matrimonio Ŕ regolato dalla legge del paese dove risiedono entrambi. Mi chiedo: E' possibile mantenere residenze diverse temporaneamente? In caso negativo, immagino che devo fargli prendere la residenza dove abito io (sto con la mia famiglia), giusto? In questo caso avremo un nostro nuovo stato di famiglia italiano nonostante di fatto io vivo ancora con i miei?

Il visto per familiare al seguito consente multientrate in Italia e in Europa? e per quanto tempo? pu˛ chiedere il permesso di soggiorno anche se non vivrÓ stabilmente in Italia per almeno 1 anno?

Grazie per le informazioni e i consigli! E' tutto ben accetto! un saluto
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
bostik
Amministratori
Amministratori


Numero di messaggi : 3629
LocalitÓ : Colombia
Data d'iscrizione : 22.07.08

MessaggioOggetto: Re: Matrimonio all'estero e cambio di residenza   Sab Ott 24, 2009 11:35 am

kattusa ha scritto:
Ciao a tutti,
ho molte domande riguardo un unico argomento ma spero di poter avere una risposta a tutto.

Sono italiana residente in italia e a dicembre contrarr˛ matrimonio civile in Turchia con un cittadino turco lý residente. Immediatamente porteremo l'atto di matrimonio turco all'ambasciata italiana per la sua traduzione, legalizzazione e trascrizione nei registri civili italiani, e contestualmente chiederemo il visto per familiare al seguito. Di solito questo tipo di visto viene rilasciato subito? Bisogna mostrare il biglietto aereo per l'Italia di entrambi? Io purtroppo posso trattenermi in Turchia solo per 1 settimana. Ce la faremo a sposarci e prendere il visto?

Altro problema:

Lui starÓ in Italia con me solo per un paio di settimane, dopodichŔ dovrÓ tornare in Turchia dove lavora. Il mio lavoro mi impedisce di trasferirmi da lui, ecco perchŔ per almeno 1 anno continueremo a vivere separati, ovvero a vederci saltuariamente in Italia e in Turchia. Presumibilmente sarÓ lui a trasferirsi definitivamente qui. Ho letto che il matrimonio Ŕ regolato dalla legge del paese dove risiedono entrambi. Mi chiedo: E' possibile mantenere residenze diverse temporaneamente? In caso negativo, immagino che devo fargli prendere la residenza dove abito io (sto con la mia famiglia), giusto? In questo caso avremo un nostro nuovo stato di famiglia italiano nonostante di fatto io vivo ancora con i miei?

Il visto per familiare al seguito consente multientrate in Italia e in Europa? e per quanto tempo? pu˛ chiedere il permesso di soggiorno anche se non vivrÓ stabilmente in Italia per almeno 1 anno?

Grazie per le informazioni e i consigli! E' tutto ben accetto! un saluto

Cara Kattusa,
in questo caso,visto che lui per adesso non vivrß in pianta stabile in Italia,Ú conveniente chiedere un visto turistico per familiare di cittadino UE C1 o C2 con ingressi multipli,che gli dß possibilitß di soggiornare in zona Schengen 90 gg. a semestre.
La documentazione da presentare Ú pressochÚ iguale a quella per ric.fam. solo che invece di firmare un modulo per la richiesta di ric. alleghi una breve nota dove chiedi che venga rilasciato quel tipo di visto.Fondamentale allegare copia legalizzata e tradotta del certificato di matrimonio.
Se chiedi la CDS,invece,a seguito di visto per familiare al seguito o ric. non puˇ stare fuori Italia per pi˙ di 6 mesi e ti vincoli ad attese "bibliche" per il rilascio del titolo di soggiorno...Poi quando deciderete di vivere assieme hai sempre tempo per fare tutto l'iter per la residenza del tuo lui.Il visto per familiare di cittadino UE Ú gratuito in tutte le sue tipologie e deve essere rilasciato con prioritß,max.48 ore...dice Amedeo,secondo me 4-5 gg. lavorativi,comunque ha ragione lui!!!
Auguri!
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
kattusa



Numero di messaggi : 8
Data d'iscrizione : 24.10.09

MessaggioOggetto: Re: Matrimonio all'estero e cambio di residenza   Sab Ott 24, 2009 12:07 pm

GRAZIE! la tua celeritÓ mi ha giÓ tolto un peso!

Per˛ sono molto in dubbio sul "visto turistico per familiare di cittadino UE" (da ignorante non ne conoscevo nemmeno l'esistenza, mi dici dove posso leggere tutte le leggi a riguardo?) perchŔ in effetti noi ci sposiamo proprio per evitare ogni volta di chiedere il visto... che tra l'altro, da come mi dici, bisogna richiedere ogni semestre, ho capito bene?

E poi durante le sue trasferte qui, si spera possa trovare un lavoro per poi stabilirsi...... e credo che con questo tipo di visto non pu˛ stipulare contratti di lavoro, me lo confermi?

Se richiediamo la CDS, invece, rimane il dubbio sulla necessitÓ del suo cambio di residenza e il nuovo stato di famiglia... Cosa potete dirmi su questo?

a presto
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
bostik
Amministratori
Amministratori


Numero di messaggi : 3629
LocalitÓ : Colombia
Data d'iscrizione : 22.07.08

MessaggioOggetto: Re: Matrimonio all'estero e cambio di residenza   Sab Ott 24, 2009 2:41 pm

La legge che lo regola Ú sempre il dlgs.30/2007 che ha recepito la direttiva europea CE/38/2004.Basta fare un google con il numero della legge.Se il visto Ú C1 o C2,vale uno o due anni,non si deve rinnovarlo ogni 6 mesi.Comunque se deve lavorare Ú diverso,dovete chiedere la CDS che perˇ potete sempre chiedere anche se lui Ú in Italia per turismo,basta andare in questura prima che scadano i 90 gg.Non Ú obbligatorio iscriverlo in anagrafe,almeno credo (sentiamo il Dott.Scolaro),puˇ comunque entrare sempre nello stato di famiglia di te e dei tuoi eventualmente;L'importante Ú che lo straniero abbia un titolo di soggiorno,quello dell 'iscrizione in APR(anagrafe popolazione residente) Ú l'ultimo problema.Chiaro perˇ che per la questura dovete risultare sotto lo stesso tetto,pena la revoca o mancato rilascio della CDS.
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
kattusa



Numero di messaggi : 8
Data d'iscrizione : 24.10.09

MessaggioOggetto: Re: Matrimonio all'estero e cambio di residenza   Sab Ott 24, 2009 3:18 pm

GRAZIE! Spero di ricevere anche il parere del Dott.Scolaro sull'iscrizione all'anagrafe..

Ultime 2 domande:
1)Potrebbe iniziare a lavorare mentre fa richiesta della CDS? (visto che l'attesa pu˛ essere lunghissima)
2) Con la trascrizione in Italia, il matrimonio Ŕ in ogni caso regolato soltanto dalla legge italiana anche se lui non ha ancora la CDS e non Ŕ iscritto alla APR? Stabilendo la separazione dei beni al momento del contratto matrimoniale in turchia, questa vale anche in Italia?

Grazie ancora, con il vostro aiuto fate veramente tanto per chi ha bisogno di informazioni concrete! Smile
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
Amedeo
Amministratori
Amministratori


Numero di messaggi : 1613
EtÓ : 67
Data d'iscrizione : 14.06.08

MessaggioOggetto: Re: Matrimonio all'estero e cambio di residenza   Sab Ott 24, 2009 3:46 pm

kattusa ha scritto:
GRAZIE! Spero di ricevere anche il parere del Dott.Scolaro sull'iscrizione all'anagrafe..

Ultime 2 domande:
1)Potrebbe iniziare a lavorare mentre fa richiesta della CDS? (visto che l'attesa pu˛ essere lunghissima)
2) Con la trascrizione in Italia, il matrimonio Ŕ in ogni caso regolato soltanto dalla legge italiana anche se lui non ha ancora la CDS e non Ŕ iscritto alla APR? Stabilendo la separazione dei beni al momento del contratto matrimoniale in turchia, questa vale anche in Italia?

Grazie ancora, con il vostro aiuto fate veramente tanto per chi ha bisogno di informazioni concrete!

Risposte veloci!!!

1) Si, ma difficilmente i datori di lavoro assumo in assenza del materiale rilascio del titolo di soggiorno.
2) Il matrimonio Ŕ regolato dalla legge italiana quando siete in Italia. Se Ŕ stata stabilita la separazione dei beni, questa viene riportata nella registrazione in Italia.

Un saluto,

_________________
Amedeo Intonti

Autore di:
- Manuale di sopravvivenza burocratica per italiani con partner straniero
- Ricongiungimento ... step by step
reperibili su www.edizionidellimpossibile.com

solo per casi riservatissimi, e-mail: amedeointonti@burocraziaconsolare.com
indice generale: http://www.burocraziaconsolare.com/amedeo-f80/indice-generale-di-amedeo-t767.htm#4762
Difensore Civico di www.tuttostranieri.it/forum/
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
Guido Baccoli
Fondatore
Fondatore


Numero di messaggi : 2756
EtÓ : 64
LocalitÓ : Santo Domingo - Rep. Dominicana
Data d'iscrizione : 12.01.08

MessaggioOggetto: Re: Matrimonio all'estero e cambio di residenza   Sab Ott 24, 2009 3:47 pm

Escluda il visto turistico in maniera pi¨ assoluta. Questo tipo di visto Ŕ concesso solamente ai coniugi di cittadini italiani residenti all'estero ed iscritti all'AIRE.
Chieda invece il normale visto di ricongiungimento familiare e quando arriverÓ in Italia, chida immediatamente la CDS e non il PDS.

Suo marito avrÓ la possibilitÓ di viaggiare avanti ed indietro con il visto (durata minima un anno) senza limitazioni di 90 gg ogni sei mesi. Probabilmente faranno anche se non Ŕ propriamente una procedura legale, delle indagini per vedere se abitate veramente li. Per cui lei dichiari pure che vive li, ma che al momento Ŕ tornato nel suo paese per regolare alcune pratiche burocratiche di lavoro. Nel momento che scadono i tempi della consegna del CDS, faccia immediatamente un sollecito scritto e subito dopo, se necessario una diffida ada adempiere.

Quando comunicheranno di avere pronta la CDS per condísegnarla, suo marito, suo malgrado dovrÓ tornare urgentemente in Italia per ritirarla e potrÓ continuare a viaggiare con quest per 5 anni (validitÓ di legge della CDS), ma non potrÓ pi¨ assentarsi per un tempo maggiore di sei mesi consecutivi, pena il decadere della validitÓ della CDS. Suo marito Ŕ comunque ed in ogni caso persona inespellibile, per cui potete stare relativamente tranquilli, ma prevedo la solita via crucis di tutti coloro che si sposano con un extracomunitario e nel suo caso pi¨ aggravata per la necessitÓ di tornare a lavorare nel suo paese.

Le altre obbligazioni, iscrizione all'anagrafe del Comune, ASL etc sono da fare al momento che chiedete la CDS. Vi consigio di decidere quanto prima se decidere di andare a vivere in Turchia oppure in Italia, in quanto la vostra non Ŕ una situazione propriamente lecita e comoda.

_________________
Dr. Guido Baccoli
Consulente legale - Burocratico e Giuridico

Esclusivamente per chi desidera per propria scelta ed esigenza, chiedere una consulenza completa individuale nei minimi particolari del suo caso personale o una difesa extragiudiziale, puˇ scrivere ed ottenere un preventivo a guidobaccoli@hotmail.com
INDICE DEI MIEI ARGOMENTI PI┌ IMPORTANTI
http://www.burocraziaconsolare.com/guido-baccoli-f84/indice-argomenti-piu-rilevanti-ed-importanti-di-guido-baccoli-t787.htm
____________________________
╔ meglio non avere legge, che non farla osservare.
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente http://www.burocraziaconsolare.com
bostik
Amministratori
Amministratori


Numero di messaggi : 3629
LocalitÓ : Colombia
Data d'iscrizione : 22.07.08

MessaggioOggetto: Re: Matrimonio all'estero e cambio di residenza   Sab Ott 24, 2009 4:34 pm

Guido Baccoli ha scritto:
Escluda il visto turistico in maniera pi¨ assoluta. Questo tipo di visto Ŕ concesso solamente ai coniugi di cittadini italiani residenti all'estero ed iscritti all'AIRE.
Chieda invece il normale visto di ricongiungimento familiare e quando arriverÓ in Italia, chida immediatamente la CDS e non il PDS.

Suo marito avrÓ la possibilitÓ di viaggiare avanti ed indietro con il visto (durata minima un anno) senza limitazioni di 90 gg ogni sei mesi. Probabilmente faranno anche se non Ŕ propriamente una procedura legale, delle indagini per vedere se abitate veramente li. Per cui lei dichiari pure che vive li, ma che al momento Ŕ tornato nel suo paese per regolare alcune pratiche burocratiche di lavoro. Nel momento che scadono i tempi della consegna del CDS, faccia immediatamente un sollecito scritto e subito dopo, se necessario una diffida ada adempiere.

Quando comunicheranno di avere pronta la CDS per condísegnarla, suo marito, suo malgrado dovrÓ tornare urgentemente in Italia per ritirarla e potrÓ continuare a viaggiare con quest per 5 anni (validitÓ di legge della CDS), ma non potrÓ pi¨ assentarsi per un tempo maggiore di sei mesi consecutivi, pena il decadere della validitÓ della CDS. Suo marito Ŕ comunque ed in ogni caso persona inespellibile, per cui potete stare relativamente tranquilli, ma prevedo la solita via crucis di tutti coloro che si sposano con un extracomunitario e nel suo caso pi¨ aggravata per la necessitÓ di tornare a lavorare nel suo paese.

Le altre obbligazioni, iscrizione all'anagrafe del Comune, ASL etc sono da fare al momento che chiedete la CDS. Vi consigio di decidere quanto prima se decidere di andare a vivere in Turchia oppure in Italia, in quanto la vostra non Ŕ una situazione propriamente lecita e comoda.

Guido ,Ú sicuro? so di un italiano a cui l'ambasciata italiana qui in Colombia ha dato un C2 alla moglie e lui risiede in Italia.
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
kattusa



Numero di messaggi : 8
Data d'iscrizione : 24.10.09

MessaggioOggetto: Re: Matrimonio all'estero e cambio di residenza   Sab Ott 24, 2009 4:42 pm

Grazie.
Visti i vostri pareri discordanti, vorrei un chiarimento.

Riporto due articoli della Direttiva 2004/38/CE

Art. 5:
Diritto d'ingresso
2. I familiari non aventi la cittadinanza di uno Stato
membro sono SOLTANTO assoggettati all'obbligo del VISTO d'ingresso,
conformemente al regolamento (CE) n. 539/2001 o, se
del caso, alla legislazione nazionale. Ai fini della presente direttiva
il possesso della carta di soggiorno di cui all'articolo 10, in
corso di validitÓ, esonera detti familiari dal requisito di ottenere
tale visto.

e l'art. 6 :
Diritto di soggiorno sino a tre mesi
1. I cittadini dell'Unione hanno il diritto di soggiornare nel
territorio di un altro Stato membro per un periodo non superiore
a tre mesi senza alcuna condizione o formalitÓ
, salvo il
possesso di una carta d'identitÓ o di un passaporto in corso di
validitÓ.
2. Le disposizioni del paragrafo 1 si applicano anche ai
familiari
in possesso di un passaporto in corso di validitÓ non
aventi la cittadinanza di uno Stato membro che accompagnino
o raggiungano il cittadino dell'Unione.

Forse questi articoli si riferiscono soltanto al 1░ ingresso??? O forse si riferiscono ad illimitati ingressi in cui il soggiorno non superi i 3 mesi???
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
bostik
Amministratori
Amministratori


Numero di messaggi : 3629
LocalitÓ : Colombia
Data d'iscrizione : 22.07.08

MessaggioOggetto: Re: Matrimonio all'estero e cambio di residenza   Sab Ott 24, 2009 6:47 pm

kattusa ha scritto:
Grazie.
Visti i vostri pareri discordanti, vorrei un chiarimento.

Riporto due articoli della Direttiva 2004/38/CE

Art. 5:
Diritto d'ingresso
2. I familiari non aventi la cittadinanza di uno Stato
membro sono SOLTANTO assoggettati all'obbligo del VISTO d'ingresso,
conformemente al regolamento (CE) n. 539/2001 o, se
del caso, alla legislazione nazionale. Ai fini della presente direttiva
il possesso della carta di soggiorno di cui all'articolo 10, in
corso di validitÓ, esonera detti familiari dal requisito di ottenere
tale visto.

e l'art. 6 :
Diritto di soggiorno sino a tre mesi
1. I cittadini dell'Unione hanno il diritto di soggiornare nel
territorio di un altro Stato membro per un periodo non superiore
a tre mesi senza alcuna condizione o formalitÓ
, salvo il
possesso di una carta d'identitÓ o di un passaporto in corso di
validitÓ.
2. Le disposizioni del paragrafo 1 si applicano anche ai
familiari
in possesso di un passaporto in corso di validitÓ non
aventi la cittadinanza di uno Stato membro che accompagnino
o raggiungano il cittadino dell'Unione.

Forse questi articoli si riferiscono soltanto al 1░ ingresso??? O forse si riferiscono ad illimitati ingressi in cui il soggiorno non superi i 3 mesi???

Kattusa,il familiare di cittadino UE,se entra per turismo pu˛ soggiornare fino a 90 gg. a semestre.Mentre se si ricongiunge,ha 3 mesi di tempo per chiedere la CDS dello stato della UE dove vive il coniuge comunitario.
La CDS sostituisce il visto e con quella si pu˛ entrare ed uscire,per˛ non si pu˛ stare fuori per pi¨ di 6 mesi.Il visto turistico C1-C2 ecc. si pu˛ arrivare fino a C5,ha validitÓ di uno,due,tre anni ecc. e consente ingressi multipli in zona Schengen con un soggiorno consentito al massimo per 90 gg. a semestre.
Va anche detto,che secondo una altra direttiva europea,il coniuge di cittadino UE potrebbe entrare in tutti i paesi della UE,solamente dimostrando la parentela,senza visto...ma tra il dire ed il fare...
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
Guido Baccoli
Fondatore
Fondatore


Numero di messaggi : 2756
EtÓ : 64
LocalitÓ : Santo Domingo - Rep. Dominicana
Data d'iscrizione : 12.01.08

MessaggioOggetto: Re: Matrimonio all'estero e cambio di residenza   Sab Ott 24, 2009 7:09 pm

kattusa ha scritto:
Grazie.
Visti i vostri pareri discordanti, vorrei un chiarimento.

Riporto due articoli della Direttiva 2004/38/CE

Art. 5:
Diritto d'ingresso
2. I familiari non aventi la cittadinanza di uno Stato
membro sono SOLTANTO assoggettati all'obbligo del VISTO d'ingresso,
conformemente al regolamento (CE) n. 539/2001 o, se
del caso, alla legislazione nazionale. Ai fini della presente direttiva
il possesso della carta di soggiorno di cui all'articolo 10, in
corso di validitÓ, esonera detti familiari dal requisito di ottenere
tale visto.

e l'art. 6 :
Diritto di soggiorno sino a tre mesi
1. I cittadini dell'Unione hanno il diritto di soggiornare nel
territorio di un altro Stato membro per un periodo non superiore
a tre mesi senza alcuna condizione o formalitÓ
, salvo il
possesso di una carta d'identitÓ o di un passaporto in corso di
validitÓ.
2. Le disposizioni del paragrafo 1 si applicano anche ai
familiari
in possesso di un passaporto in corso di validitÓ non
aventi la cittadinanza di uno Stato membro che accompagnino
o raggiungano il cittadino dell'Unione.

Forse questi articoli si riferiscono soltanto al 1░ ingresso??? O forse si riferiscono ad illimitati ingressi in cui il soggiorno non superi i 3 mesi???
I pareri non sono discordanti e le direttive che ci mostra sono esattamente quelle che hanno portato alle nostre risposte ed in particolare le consiglio di leggere e studiarsi attentamente la nostra legge che ha ratificato le direttive che lei ha riportato la n 30/2007.

L'apparente discordanza della mia risposta con quella di bostick in realtÓ Ŕ proprio data da queste direttive o meglio detto dal Dlgs 30 del 2007. Il visto turistico speciale per i familiari di cittadini italiani e qui parliamo addirittura di un coniuge, non dovrebbe essere rilasciato al coniuge di un cittadino italiano residente in Italia, ma qualche Ambasciata lo rilascia e su questo non ci piove.

Il mio intervento e suggerimento per˛, era totalmente diretto a crearvi il meno problemi possibili ed al contrario darvi dei vantaggi che non sono di secondaria importanza come per farne solo alcuni esempi, la sanitÓ gratuita ed il diritto al medico di famiglia anche per suo marito e la possibilitÓ di muoversi senza la limitazioni di un max di 90 gg di permanenza semestrale.

Il visto di ricongiungimento Ŕ, considerata anche l'indecisione momentanea e temporale di circa un anno per decidere se vivere entrambe in Italia o in Turchia che lei stessa ha dichiarato, la soluzione pi¨ legittima e conveniente, tutto qui.

_________________
Dr. Guido Baccoli
Consulente legale - Burocratico e Giuridico

Esclusivamente per chi desidera per propria scelta ed esigenza, chiedere una consulenza completa individuale nei minimi particolari del suo caso personale o una difesa extragiudiziale, puˇ scrivere ed ottenere un preventivo a guidobaccoli@hotmail.com
INDICE DEI MIEI ARGOMENTI PI┌ IMPORTANTI
http://www.burocraziaconsolare.com/guido-baccoli-f84/indice-argomenti-piu-rilevanti-ed-importanti-di-guido-baccoli-t787.htm
____________________________
╔ meglio non avere legge, che non farla osservare.
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente http://www.burocraziaconsolare.com
kattusa



Numero di messaggi : 8
Data d'iscrizione : 24.10.09

MessaggioOggetto: Re: Matrimonio all'estero e cambio di residenza   Dom Ott 25, 2009 4:19 am

Tutto chiaro.
Mi sembra anche di capire che molto dipende dal consolato it a Istanbul dove faremo tutto. Provo a mandare una mail per chiedere informazioni e mando lui a sondare il terreno di persona e speriamo bene!
Certo che la soluzione ideale sarebbe quella auspicata da Baccoli, cioŔ che lui si trasferisse qui con una bella cds e tutti i benefici inclusi, ma (come dice Bostik, tra il dire e il fare...), con gli attuali scenari economici italiani non me la sento di fargli lasciare ora il suo lavoro (sono soldi).. NŔ io, per ora, me la sento di lasciare il mio lavoro appena preso qui (oro colato per una giovane del sud) e trasferirmi da lui (chiedere l'Aspettativa al lavoro non Ŕ il caso). Insomma, burocrazia permettendo, dobbiamo aspettare ancora per decidere. Mentre Ŕ giÓ troppo tardi per continuare la trafila dell'invito per turismo etc etc.. che facciamo da 3 anni!

Se per caso avete un'idea alternativa, illuminatemi...

Grazia ancora di tutto! a presto
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
Guido Baccoli
Fondatore
Fondatore


Numero di messaggi : 2756
EtÓ : 64
LocalitÓ : Santo Domingo - Rep. Dominicana
Data d'iscrizione : 12.01.08

MessaggioOggetto: Re: Matrimonio all'estero e cambio di residenza   Dom Ott 25, 2009 11:20 pm

Non esiste nessun tra il dire ed il fare, senza per questo negare le difficoltÓ che pongono i burosauri imbecilli. Una volta sposati, trascrivete il matromonio e chiedete contestualmente il visto per familiare al seguito o ricongiungimento familiare (dipande se tornate insieme o meno) valido un anno. Appena lui pu˛ va in Italia e da li cominciate la via crucis di tutti per la CDS (ne abbiamo parlato centinaia di volte in Forum come fare, e come reagire nel caso di ostruzionismo illecito), iscrizione all'anagrafe, ASL etc etc. Una volta svolte queste pratiche, lui pu˛ tornare a lavorare e quando tu riceverai la richiesta di andare a ritirare la CDS, lui deve immediatamente o al pi¨ presto partire per l'Italia e ritirarla, dopodichŔ se ne torna al suo paese con la CDS valida 5 anni per andare a venire. L'unica attenzione che dovete dare Ŕ che non si assenti per pi¨ di sei mesi consecutivi, quindi dovrÓ programmarsi. Sperando che l'indecisione non duri pi¨ di un anno (altrimenti la moglie ubriaca e la botte piena Ŕ inconcepibile), alla fine deciderete chi si trasferisce, facendo le obbligatorie pratiche di conseguenza alla decisione.

_________________
Dr. Guido Baccoli
Consulente legale - Burocratico e Giuridico

Esclusivamente per chi desidera per propria scelta ed esigenza, chiedere una consulenza completa individuale nei minimi particolari del suo caso personale o una difesa extragiudiziale, puˇ scrivere ed ottenere un preventivo a guidobaccoli@hotmail.com
INDICE DEI MIEI ARGOMENTI PI┌ IMPORTANTI
http://www.burocraziaconsolare.com/guido-baccoli-f84/indice-argomenti-piu-rilevanti-ed-importanti-di-guido-baccoli-t787.htm
____________________________
╔ meglio non avere legge, che non farla osservare.
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente http://www.burocraziaconsolare.com
kattusa



Numero di messaggi : 8
Data d'iscrizione : 24.10.09

MessaggioOggetto: Re: Matrimonio all'estero e cambio di residenza   Lun Ott 26, 2009 5:49 pm

Grazie mille, le idee si fanno sempre pi¨ chiare in questo oceano di difficoltÓ..
un saluto e alla prossima
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
francesca1973



Numero di messaggi : 9
Data d'iscrizione : 21.09.09

MessaggioOggetto: Re: Matrimonio all'estero e cambio di residenza   Mar Ott 27, 2009 1:49 pm

Alla ca del dr Baccoli
Buona sera le pongo un quesito
Scrivo dalla sardegna
io con il mio fidanzato extracomunitario stiamo pensando di sposarci a san marino
lui ha solo il passaporto scaduto anche.... in questo caso si puo' fare cmq il matrimonio a san marino? all'amasciata dovrei chiedere il nulla osta al matrimonio ed un doc dove attesta che sia libero.. mi potranno dare anche un documento che possa identificarlo??? visto che nn ha ne permesso di soggiorno ne doc di identitÓ??'
vi prego aiutatemi francesca
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
Guido Baccoli
Fondatore
Fondatore


Numero di messaggi : 2756
EtÓ : 64
LocalitÓ : Santo Domingo - Rep. Dominicana
Data d'iscrizione : 12.01.08

MessaggioOggetto: Re: Matrimonio all'estero e cambio di residenza   Mar Ott 27, 2009 3:33 pm

Non conosco la legislazione di San Marino per cui dovrÓ informarsi lei.
Comunque un documento di riconoscimento in corso di validitÓ lo deve per forza presentare, come se fosse in qualsiasi altro Stato estero. Certamente state rischiando grosso per il fatto che sia clandestino.

_________________
Dr. Guido Baccoli
Consulente legale - Burocratico e Giuridico

Esclusivamente per chi desidera per propria scelta ed esigenza, chiedere una consulenza completa individuale nei minimi particolari del suo caso personale o una difesa extragiudiziale, puˇ scrivere ed ottenere un preventivo a guidobaccoli@hotmail.com
INDICE DEI MIEI ARGOMENTI PI┌ IMPORTANTI
http://www.burocraziaconsolare.com/guido-baccoli-f84/indice-argomenti-piu-rilevanti-ed-importanti-di-guido-baccoli-t787.htm
____________________________
╔ meglio non avere legge, che non farla osservare.
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente http://www.burocraziaconsolare.com
mikelacalabra



Numero di messaggi : 4
Data d'iscrizione : 31.10.09

MessaggioOggetto: Re: Matrimonio all'estero e cambio di residenza   Sab Ott 31, 2009 9:37 am

salve a tutti/e,
sono michela e avrei un quesito da porvi....
A dicembre dovrei sposarmi con il mio ragazzo tunisino in tunisia,io ho cambiato residenza da circa 6 mesi da reggio calabria a pisa.dove avverrÓ la trascrizione del matrimonio?nel comune di nascita o in quello di residenza?
e sposarsi davanti alle autoritÓ locali vedrÓ poi riconosciuto il matrimonio in italia?o Ŕ meglio il consolato?
vi ringrazio anticipatamente
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
kattusa



Numero di messaggi : 8
Data d'iscrizione : 24.10.09

MessaggioOggetto: Re: Matrimonio all'estero e cambio di residenza   Sab Ott 31, 2009 9:57 am

ciao Michela io sto affrontando la stessa situazione.. Ho capito che solo i cittadini italiani residenti all'estero possono celebrare il matrimonio presso le rapprensentanze italiane all'estero (consolato). Quando celebrate matrimonio presso le autoritÓ locali, per farlo diventare valido in Italia, dovete portare l'atto di matrimonio (redatto su modello plurilingue) all'ambasciata Italiana a Tunisi la quale lo traduce, legalizza e trascrive al tuo comune di residenza (e non nascita).

ciao
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
mikelacalabra



Numero di messaggi : 4
Data d'iscrizione : 31.10.09

MessaggioOggetto: Re: Matrimonio all'estero e cambio di residenza   Sab Ott 31, 2009 12:11 pm

grazie mille
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
Guido Baccoli
Fondatore
Fondatore


Numero di messaggi : 2756
EtÓ : 64
LocalitÓ : Santo Domingo - Rep. Dominicana
Data d'iscrizione : 12.01.08

MessaggioOggetto: Re: Matrimonio all'estero e cambio di residenza   Mar Nov 03, 2009 12:57 am

mikelacalabra ha scritto:
salve a tutti/e,
sono michela e avrei un quesito da porvi....
A dicembre dovrei sposarmi con il mio ragazzo tunisino in tunisia,io ho cambiato residenza da circa 6 mesi da reggio calabria a pisa.dove avverrÓ la trascrizione del matrimonio?nel comune di nascita o in quello di residenza?
e sposarsi davanti alle autoritÓ locali vedrÓ poi riconosciuto il matrimonio in italia?o Ŕ meglio il consolato?
vi ringrazio anticipatamente
Il matrimonio all'estero Ŕ considerato valido in Italia se si sono rispettate le normative del Paese estero dove si celebra il matrimonio, in questo caso la Tunisia. La trascrizione si richiede al Comune di Residenza, ma le consiglio se esiste di consultare il sito Web dell'Ambascoata o Consolato Italiano a Tunisi perc sapere quale documentazione richiedono per la trascrizione ed il visto per lo sposo.

_________________
Dr. Guido Baccoli
Consulente legale - Burocratico e Giuridico

Esclusivamente per chi desidera per propria scelta ed esigenza, chiedere una consulenza completa individuale nei minimi particolari del suo caso personale o una difesa extragiudiziale, puˇ scrivere ed ottenere un preventivo a guidobaccoli@hotmail.com
INDICE DEI MIEI ARGOMENTI PI┌ IMPORTANTI
http://www.burocraziaconsolare.com/guido-baccoli-f84/indice-argomenti-piu-rilevanti-ed-importanti-di-guido-baccoli-t787.htm
____________________________
╔ meglio non avere legge, che non farla osservare.
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente http://www.burocraziaconsolare.com
Contenuto sponsorizzato




MessaggioOggetto: Re: Matrimonio all'estero e cambio di residenza   Oggi a 3:19 pm

Tornare in alto Andare in basso
 
Matrimonio all'estero e cambio di residenza
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 1 di 1
 Argomenti simili
-
» Matrimonio all'estero e cambio di residenza
» rimpatrio dall'estero - documenti Comune di Residenza
» PROMESSA DI MATRIMONIO ALL'ESTERO
» matrimonio all'estero
» Documenti necessari per trascrizione matrimonio dall'estero

Permesso di questo forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
Italiani all'Estero e Stranieri in Italia :: ITALIANI ALL'ESTERO :: BUROCRAZIA E ATTI CONSOLARI :: MATRIMONIO ALL'ESTERO-
Andare verso: