Italiani all'Estero e Stranieri in Italia

Consolato, Ambasciata, Matrimonio all'estero, Divorzio all'Estero, divorzio rapido, divorzio al vapore, Stranieri in Italia, Matrimoni misti, sposarsi all'estero, divorziarsi all'estero. REPUBBLICA DOMINICANA
 
IndiceIndice  PortalePortale  GalleriaGalleria  FAQFAQ  CercaCerca  RegistrarsiRegistrarsi  AccediAccedi  

Condividere | 
 

 Bambina adottata con sorella in Italia

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
AutoreMessaggio
tmeanchey



Numero di messaggi : 9
Data d'iscrizione : 03.11.09

MessaggioOggetto: Bambina adottata con sorella in Italia   Mar Nov 03, 2009 9:48 am

E' la prima volta che scrivo su questo forum e spero di trovare la soluzione al nostro problema.
Sono convivente di una cittadina Russa ed abbiamo gia' una figlia di 3 anni (cittadina italiana). Ora la mia compagna, che vive in Italia con CDS a tempo indeterminato, ha adottato una bambina in russia (l'adozione e' nazionale in quanto lei e' cittadina russa e non c'e' stato alcun problema) e vuole chiedere il visto con familiare al seguito in quanto la bambina adottata e' solo a suo nome e, allo stato risulta essere sorella di cittadina italiana (cioe' della nostra bambina di 3 anni).
Mi chiedo se e' possibile avere un visto con familiare al seguito in questo senso.
Ringrazio di cuore chi vorra' rispondermi perche' non vorremmo trovarci con la famiglia separata a causa delle burocrazie consolari.
Roberto
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
Amedeo
Amministratori
Amministratori


Numero di messaggi : 1613
EtÓ : 67
Data d'iscrizione : 14.06.08

MessaggioOggetto: Re: Bambina adottata con sorella in Italia   Mar Nov 03, 2009 12:37 pm

tmeanchey ha scritto:
E' la prima volta che scrivo su questo forum e spero di trovare la soluzione al nostro problema.
Sono convivente di una cittadina Russa ed abbiamo gia' una figlia di 3 anni (cittadina italiana). Ora la mia compagna, che vive in Italia con CDS a tempo indeterminato, ha adottato una bambina in russia (l'adozione e' nazionale in quanto lei e' cittadina russa e non c'e' stato alcun problema) e vuole chiedere il visto con familiare al seguito in quanto la bambina adottata e' solo a suo nome e, allo stato risulta essere sorella di cittadina italiana (cioe' della nostra bambina di 3 anni).
Mi chiedo se e' possibile avere un visto con familiare al seguito in questo senso.
Ringrazio di cuore chi vorra' rispondermi perche' non vorremmo trovarci con la famiglia separata a causa delle burocrazie consolari.
Roberto


Certamente i casi della vita sono i pi¨ vari e le leggi non riescono a starvi dietro!!!

Si pu˛ procedere in due modi:

Ai sensi del DL 30 del 2007 (da scaricare, stampare, leggere, imparare a memoria e tenere sul comodino come un testo sacro!!!) per il ricongiungimento di sorella di cittadino italiano. Si prova a chiedere il visto (gratuito) ed in caso di rifiuto (possibile e non improbabile!!!) si ricorre in Tribunale.

Ai sensi del TU 286, si chiede il Nulla-Osta al ricongiungimento e se questo arriva si chiede il visto al consolato italiano (dovrebbe essere dovuto in questi casi). Il problema, in questo caso, Ŕ rappresentato dai costi (si paga tutto) e dai tempi (pu˛ passare anche un anno).

Un saluto,

_________________
Amedeo Intonti

Autore di:
- Manuale di sopravvivenza burocratica per italiani con partner straniero
- Ricongiungimento ... step by step
reperibili su www.edizionidellimpossibile.com

solo per casi riservatissimi, e-mail: amedeointonti@burocraziaconsolare.com
indice generale: http://www.burocraziaconsolare.com/amedeo-f80/indice-generale-di-amedeo-t767.htm#4762
Difensore Civico di www.tuttostranieri.it/forum/
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
tmeanchey



Numero di messaggi : 9
Data d'iscrizione : 03.11.09

MessaggioOggetto: Re: Bambina adottata con sorella in Italia   Mar Nov 03, 2009 12:55 pm

Gentile Sig. Amedeo,
la ringrazio per la risposta. E' stato chiarissimo ed ho capito perfettamente quanto da lei esposto.

In poche parole se viene negato il visto c'e' il rischio che la mia compagna debba rimanare in Russia un anno in attesa del visto per ricongiungimento, con la bambina di 3 anni in Italia lontano dalla madre. La legge forse non ci sta dietro pero' e' incredibile che le autorita' consolari non abbiano l'elesticita' mentale di capire le diverse situazioni.

A questo punto uno e' costretto a richiedere un visto turistico per poi convertirlo in Italia con permesso di soggiorno per coesione familiare. La domanda che mi sorge e' questa: E' UNA STRADA PERCORRIBILE OPPURE E' MEGLIO NON INTRAPRENDERLA?
Vi ringrazio infinitamente per l'aiuto ed i suggerimenti finora dati.

Saluti

Roberto
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
Amedeo
Amministratori
Amministratori


Numero di messaggi : 1613
EtÓ : 67
Data d'iscrizione : 14.06.08

MessaggioOggetto: Re: Bambina adottata con sorella in Italia   Mar Nov 03, 2009 1:46 pm

tmeanchey ha scritto:
Gentile Sig. Amedeo,
la ringrazio per la risposta. E' stato chiarissimo ed ho capito perfettamente quanto da lei esposto.

In poche parole se viene negato il visto c'e' il rischio che la mia compagna debba rimanare in Russia un anno in attesa del visto per ricongiungimento, con la bambina di 3 anni in Italia lontano dalla madre. La legge forse non ci sta dietro pero' e' incredibile che le autorita' consolari non abbiano l'elesticita' mentale di capire le diverse situazioni.

A questo punto uno e' costretto a richiedere un visto turistico per poi convertirlo in Italia con permesso di soggiorno per coesione familiare. La domanda che mi sorge e' questa: E' UNA STRADA PERCORRIBILE OPPURE E' MEGLIO NON INTRAPRENDERLA?
Vi ringrazio infinitamente per l'aiuto ed i suggerimenti finora dati.

Saluti

Roberto

E' possibile anche questa strada. Tuttavia in consolato sanno perfettamente che, una volta giunta in Italia, la figlia adottiva potrÓ chiedere (tramite la madre) la coesione familiare (ai sensi del DL 30 del 2007 e non TU 286). Se rifiutano il ricongiungimento, possono ugualmente rifiutare il turistico. Fare una azione legale per il ricongiungimento sarÓ pi¨ agevole rispetto a quella per il turistico.

Un saluto,

_________________
Amedeo Intonti

Autore di:
- Manuale di sopravvivenza burocratica per italiani con partner straniero
- Ricongiungimento ... step by step
reperibili su www.edizionidellimpossibile.com

solo per casi riservatissimi, e-mail: amedeointonti@burocraziaconsolare.com
indice generale: http://www.burocraziaconsolare.com/amedeo-f80/indice-generale-di-amedeo-t767.htm#4762
Difensore Civico di www.tuttostranieri.it/forum/
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
Guido Baccoli
Fondatore
Fondatore


Numero di messaggi : 2756
EtÓ : 64
LocalitÓ : Santo Domingo - Rep. Dominicana
Data d'iscrizione : 12.01.08

MessaggioOggetto: Re: Bambina adottata con sorella in Italia   Mar Nov 03, 2009 4:21 pm

Bisogna accertare per˛ che l'adozione sia riconosciuta in Italia, altrimenti le cose sono molto pi¨ complicate e non si potrebbe nemmeno richiamare la 20/2007, come nemmeno il T.U. se l'adozione Ŕ valida solo per la Russia.

_________________
Dr. Guido Baccoli
Consulente legale - Burocratico e Giuridico

Esclusivamente per chi desidera per propria scelta ed esigenza, chiedere una consulenza completa individuale nei minimi particolari del suo caso personale o una difesa extragiudiziale, puˇ scrivere ed ottenere un preventivo a guidobaccoli@hotmail.com
INDICE DEI MIEI ARGOMENTI PI┌ IMPORTANTI
http://www.burocraziaconsolare.com/guido-baccoli-f84/indice-argomenti-piu-rilevanti-ed-importanti-di-guido-baccoli-t787.htm
____________________________
╔ meglio non avere legge, che non farla osservare.
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente http://www.burocraziaconsolare.com
tmeanchey



Numero di messaggi : 9
Data d'iscrizione : 03.11.09

MessaggioOggetto: Re: Bambina adottata con sorella in Italia   Mer Nov 04, 2009 7:12 am

Si capisco la puntualizzazione pero' io mi chiedo:

una russa adotta una bambina nel proprio paese, quindi il certificato di nascita attesta che la stessa bambina e' figlia a tutti gli effetti; a questo punto non e' piu' questione di riconoscimento ma di legame tra una bambina adottata (che comunque e' legalmente figlia) e la figlia naturale cittadina italiana.

Il consolato da dove evince che la bambina e' adottata?
Anche nel caso fosse a conoscenza dell'adozione perche' dovrebbe fare differenza fra un adottato e un figlio naturale (anche in considerazione che non e' un'adozione internazionale) penso che in qualsiasi paese del mondo se un cittadino di quella nazione adotta un bambino connazionale questa adozione dovrebbe essere valida anche quando la persona si trasferisce all'estero.

Ringrazio veramente per le informazioni che mi state dando.
Mi aiutano comunque a valutare qualsiasi opzione e problema che non avevo previsto.

Saluti
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
tmeanchey



Numero di messaggi : 9
Data d'iscrizione : 03.11.09

MessaggioOggetto: Re: Bambina adottata con sorella in Italia   Mer Nov 04, 2009 8:52 am

Una piccola ulteriore aggiunta. Ho chiamato il conslato e mi hanno detto che non e' possibile il ricongiungimento tra collaterali. Cioe' tra la bambina adottata e la sorella italiana acquisita.
Roba da non credere!!!

Non so piu' veramente che fare
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
Amedeo
Amministratori
Amministratori


Numero di messaggi : 1613
EtÓ : 67
Data d'iscrizione : 14.06.08

MessaggioOggetto: Re: Bambina adottata con sorella in Italia   Mer Nov 04, 2009 12:00 pm

tmeanchey ha scritto:
Una piccola ulteriore aggiunta. Ho chiamato il conslato e mi hanno detto che non e' possibile il ricongiungimento tra collaterali. Cioe' tra la bambina adottata e la sorella italiana acquisita.
Roba da non credere!!!

Non so piu' veramente che fare

Evidentemente ora ha informato il consolato che la bambina Ŕ stata adottata e prova a mettere in piedi ogni altra motivazione possibile per negare il visto.

I nostri "simpaticissimi" funzionari consolari, che guadagnano non meno di 15.000 euro/mese, temono sempre di poter perdere queste retribuzioni a seguito di un visto rilasciato troppo facilmente!!!

Lei faccia la richiesta ufficialmente, facendosi rilasciare ricevuta scritta della presentazione della domanda. Poi che la rifiutano con adeguate motivazioni. A voce non accetti alcuna dichiarazione.

Un saluto,

_________________
Amedeo Intonti

Autore di:
- Manuale di sopravvivenza burocratica per italiani con partner straniero
- Ricongiungimento ... step by step
reperibili su www.edizionidellimpossibile.com

solo per casi riservatissimi, e-mail: amedeointonti@burocraziaconsolare.com
indice generale: http://www.burocraziaconsolare.com/amedeo-f80/indice-generale-di-amedeo-t767.htm#4762
Difensore Civico di www.tuttostranieri.it/forum/
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
Guido Baccoli
Fondatore
Fondatore


Numero di messaggi : 2756
EtÓ : 64
LocalitÓ : Santo Domingo - Rep. Dominicana
Data d'iscrizione : 12.01.08

MessaggioOggetto: Re: Bambina adottata con sorella in Italia   Mer Nov 04, 2009 10:16 pm

tmeanchey ha scritto:
Una piccola ulteriore aggiunta. Ho chiamato il conslato e mi hanno detto che non e' possibile il ricongiungimento tra collaterali. Cioe' tra la bambina adottata e la sorella italiana acquisita.
Roba da non credere!!!

Non so piu' veramente che fare
Premetto che umanamente la capisco e le sono anche vicino, per˛ in questo forum, unico nel suo genere perchŔ le risposte sono date esclusivamente da professionisti preparati e riconosciuti, diamo risposte legali, che piacciano o no, a dubbi come il suo e ci tengo sempre a sottolinearlo che non si tratta di consulenze in linea, se non di diffusione del diritto in generale su determinati punti. In questa materia il pi¨ ferrato Ŕ senza dubbio alcuno il Dr Scolaro ed in attesa di una sua risposta, do le risposte che mi competono per le mie specializzazioni in altre materie che nel suo caso entrano in gioco alla grande.

Purtroppo la vostra posizione legale e giuridica non Ŕ dalla vostra parte e anche (mi scuso con tutti, anche se cerco al 99% dei casi di non dare giudizi, davvero in questo caso non riesco a trattenermi e mi sbilancio a rivelare cosa penso di certi comportamenti) se il consolato ha dato una risposta degna di chi fa le pulizie e non di chi invece dovrebbe servire i cittadini italiani con le sue esperinze e soprattutto conoscenze in materia (troppo spesso al di sotto delle cognizioni di diritto di uno studente di terza media), consigliandolo ed appoggiandolo durante l'iter, rimane il fatto che dal quadro legale che ci presenta non Ŕ per ora possibile un ricongiungimento familiare ne' per il TU e nemmeno, anzi ancor meno per la 30/2007. Non ha niente che vedere il ricongiungimento con una sorella minore in italia cittadina italiana, in quanto:

  1. non essendo ancora riconosciuta l'adozione ai sensi della nostra legislazione in materia, non esiste nessun vincolo familiare tra le due minori;
  2. non esiste nemmeno il vincolo familiare per la madre per le stesse ragioni del punto 1:
  3. essendo adottata solo dalla sua compagna, ed anche riconoscendo l'adozione, non avrebbe nessun vincolo familiare ed in assoluto con lei, cittadino italiano e compagno di fatto, ma non cambierebbe anche se foste sposati;

Concludendo ed a parte che non esiste un ricongiungimento richiesto da una minore nei confronti di un'altra minore, nel momento che avrete la delibazione della sentenza straniera da parte del Tribunale dei Minori italiano competente della vostra cittÓ, la minore finalmente sarÓ riconosciuta come adottata, quindi con le stesse caratteristiche legali e di diritto di un figlio naturale e/o legittimo della sua compagna, la quale Ŕ legalmente configurabile solo come extracomunitaria legalmente residente in quanto madre di una figlia minore di cittadinanza italiana. `

In quel momento non essendo previsto ne' pensabile che una minore italiana richieda il ricongiungimento familiare per la sorella minore extracomunitaria, purtroppo dovrÓ applicarsi il T.U che prevede la richiesta del Nulla Osta italiano per il ricongiung fam. In quanto potr˛ sposter˛ questa discussione nella direzione pi¨ consona alla materia. Le consiglio adi leggersi la via crucis e le nostre risposte di casi di adozione facendo CLICK QUI

_________________
Dr. Guido Baccoli
Consulente legale - Burocratico e Giuridico

Esclusivamente per chi desidera per propria scelta ed esigenza, chiedere una consulenza completa individuale nei minimi particolari del suo caso personale o una difesa extragiudiziale, puˇ scrivere ed ottenere un preventivo a guidobaccoli@hotmail.com
INDICE DEI MIEI ARGOMENTI PI┌ IMPORTANTI
http://www.burocraziaconsolare.com/guido-baccoli-f84/indice-argomenti-piu-rilevanti-ed-importanti-di-guido-baccoli-t787.htm
____________________________
╔ meglio non avere legge, che non farla osservare.
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente http://www.burocraziaconsolare.com
Sereno.SCOLARO
Moderatore
Moderatore


Numero di messaggi : 420
Data d'iscrizione : 02.03.08

MessaggioOggetto: Re: Bambina adottata con sorella in Italia   Gio Nov 05, 2009 12:56 am

Sembra, dagli elementi forniti, che nel caso si debba fare riferimento all'istituto del ricongiungimento familiare (artt. 29 e seg. del T.U. approvato con D. Lgs. 25 luglio 1998, n. 286), sempre che la madre (genitrice adottiva) si trovi nelle condizioni per richiedere il relativo nulla-osta alla questura, condizione preliminare per il rilascio di un visto d'ingresso.

A parte gli aspetti umani, comprensibili, il fatto che la figlia adottata abbia una sorella, pur se unilaterale, di cittadinanza italiana, non costituisce fattore rilevante.
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
Amedeo
Amministratori
Amministratori


Numero di messaggi : 1613
EtÓ : 67
Data d'iscrizione : 14.06.08

MessaggioOggetto: Re: Bambina adottata con sorella in Italia   Gio Nov 05, 2009 4:54 am

Sacrosante le considerazioni di Guido Baccoli e Sereno Scolaro.

Io farei riferimento, per˛, ad altri fatti.

Per la legge russa, come Ŕ considerata una figlia adottata?

La legge italiana deve adeguarsi alla normativa russa per quanto riguarda l'adozione russa di un figlio russo a favore di una cittadina russa???

La mia risposta logica (anche se la logica non appartiene alla "burocrazia"!!!) sarebbe quella per cui se si dovesse porre "bocca" su tutti i figli stranieri adottati da stranieri, secondo leggi straniere, questi non potrebbero pi¨ viaggiare con i genitori adottivi e verrebbero, quindi, indebitamente discriminati dai figli naturali.

Terza domanda: Ŕ possibile una tale discriminazione???

Un saluto,

_________________
Amedeo Intonti

Autore di:
- Manuale di sopravvivenza burocratica per italiani con partner straniero
- Ricongiungimento ... step by step
reperibili su www.edizionidellimpossibile.com

solo per casi riservatissimi, e-mail: amedeointonti@burocraziaconsolare.com
indice generale: http://www.burocraziaconsolare.com/amedeo-f80/indice-generale-di-amedeo-t767.htm#4762
Difensore Civico di www.tuttostranieri.it/forum/
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
tmeanchey



Numero di messaggi : 9
Data d'iscrizione : 03.11.09

MessaggioOggetto: Re: Bambina adottata con sorella in Italia   Gio Nov 05, 2009 3:33 pm

Si anche io mi rendo conto che le considerazione del Sig. Baccoli e del Sig. Scolaro sono sacrosante e competenti.

Rispondo al sig. Amedeo.
Per la legge russa una bambina adottata e' considerata come una figlia naturale e legittima e non credo che tale adozione debba essere legalizzata in Italia in considerazione del fatto che riguarda una cittadina straniera con un figlio legittimo (anche se adottato) straniero. Altrimenti ogni paese dovrebbe andare a mettere naso su sentenze di altri paesi stranieri; penso che questo valga nel caso di un cittadino italiano che vive all'estero e poi rientra in Italia.
Il consolato mi ha anche detto che la madre dovrebbe tornare in Italia e fare il ricongiungimento facendosi concedere il nulla osta dallo sportello unico.

Poi io mi chiedo, in base a quali dati il consolato puo' evincere se un bambino e' adottato oppure e suo figlio naturale!! Lo stesso vale quando si fa richiesta in Italia del nulla osta. Quando lo si richiede perche' una persona deve andare a raccontare cose che comunque sono personalissime in quanto minimamente non incidono E NON DEVONO incidere sul rilascio di un documento.
La bambina e' adottata, ma E' ANCHE FIGLIA a questo punto.

Io penso di parlare per logica, per carita'...poi e' chiaro che dove finisce la logica incomincia la burocrazia.
Riguardo i burocrati e funzionari delle rappresentanze...posso assicurarvi che qualcuno prende anche molto di piu' dei 15000....ma questo e' un capitolo a parte

Roberto
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
Sereno.SCOLARO
Moderatore
Moderatore


Numero di messaggi : 420
Data d'iscrizione : 02.03.08

MessaggioOggetto: Re: Bambina adottata con sorella in Italia   Sab Nov 07, 2009 1:47 pm

Il (mio) precedente intervento partiva dal presupposto che la figli adottiva fosse trattata, dalla legge di appartenenza, come figlia o, almeno, equiparata in tutto ad una figlia.
Trattandosi di persone, tutte, di altre cittadinanza, non vi Ŕ alcuna nacessitÓ di un "riconoscimento" della sentenza estera di adozione, ma l'ordinamento italiano ne prende - solo - atto e, probabiolmente, prende atto non tanto della sentenza, quando degli effetti che la sentenza ha prodotto nell'ordinamento dello Stato di appartenenza.

Tuttavia, la persona che ha aperto l'argomento cercava di "spostare", per cosý dire, le questioni su altri aspetti, cercabdo di verificare se e quanto potesse essere ammissibile considerare in modo peculiare il rapporto di parentela in linea colleterale di 2░ grado (con il fare riferimento al fatto che questa figlia (pur se adottiva) Ŕ, anche, sorella unilaterale della figlia naturale del richiedente: sappiamo tutti che i parenti in linea colleterale non sono "familiari" NŔ secondo la definizione dell'art. 2 D. Lgs. 6 febbraio 2007, n. 30 e succ. modif., nÚ sono destinatari dell'art. 29 D. Lgs. 25 luglio 1998, n. 286.
Mentre, rileva il rapporto di parentela in linea diretta di 1░ grado, che sussiste rispetto alla madre. Ed Ŕ per questo motivo, che era stato fatto riferimento all'istituto del ricongiungimento familiare.
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
Contenuto sponsorizzato




MessaggioOggetto: Re: Bambina adottata con sorella in Italia   Oggi a 12:06 am

Tornare in alto Andare in basso
 
Bambina adottata con sorella in Italia
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 1 di 1
 Argomenti simili
-
» Bambina adottata con sorella in Italia
» Figlia nasce in Ucraina come portala in Italia con la madre
» ricongiungimento per sorella
» AIUTO - Invito in Italia di mia cognata colombiana
» Cittadinanza italiana per bambina nata in italia da genitori cubani

Permesso di questo forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
Italiani all'Estero e Stranieri in Italia :: ITALIANI ALL'ESTERO :: BUROCRAZIA E ATTI CONSOLARI :: IL VISTO-
Andare verso: