Italiani all'Estero e Stranieri in Italia

Consolato, Ambasciata, Matrimonio all'estero, Divorzio all'Estero, divorzio rapido, divorzio al vapore, Stranieri in Italia, Matrimoni misti, sposarsi all'estero, divorziarsi all'estero. REPUBBLICA DOMINICANA
 
IndiceIndice  PortalePortale  GalleriaGalleria  FAQFAQ  CercaCerca  RegistrarsiRegistrarsi  AccediAccedi  

Condividere | 
 

 VISTO PER RICONGIMENTO FAMILIARE PER CITTADINI ITALIANI

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
AutoreMessaggio
Dino



Numero di messaggi : 15
Data d'iscrizione : 03.09.09

MessaggioOggetto: VISTO PER FAMILAIRI DI CITTADINO ITALIANO   Mer Dic 09, 2009 3:40 pm

Salve,
grazie per tutti i suggerimenti, le risposte e i consigli ricevuti.
Ora ho questa domanda da fare e riguarda il rilascio di un Visto.
Questa è la mia situazione familiare:
Io sono italiano e mia moglie kenyota. Ci siamo sposati a giugno 2008 in Italia. Lei ha tre figli, avuti prima di me ma non si era mai sposata e sui certificati di nascita dei ragazzi c'è solo il nome di mia moglie.
Attualmente (dicembre 2009) il più piccolo di 17 anni vive in Italia con noi.
A Febbraio, io e mia moglie, andremo in Kenya e al ritorno porteremo in Italia l'altra figlia di mia moglie nata il 12.02.1990 (quindi a Febbraio compirà 20 anni).
Abbiamo preso l'appuntamento in Ambasciata per il 15 Febbraio 2010 per consegnare la documentazione ed ottenere il VISTO per familiare al seguito.
1 - Non ci sono problemi, vero? La legge prevede l'ingresso con questo tipo
di Visto per i figli fino ai 21 anni.
2 - Quando sarà in Italia, la Questura le rilascerà il PdS legato a quello
della madre, che scade il 30.06.2013. Vero?
3 - Alla scadenza del PdS le sarà rinnovato normalmente? O si creerà il
problema di aver superato i 21 anni? Anche per il fratello più piccolo che
è già in Italia?
Mi scusi ma ho dimenticato di fare queste domande in Questura. Tra l'altro qualche operatrice mi stava contestando l'età dei 21 anni. Ha controllato la norma e mi ha dato ragione. Purtroppo il clima che ha creato questo governo è che tutti devono andare via.
Grazie ancora e buon lavoro.
Dino
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
Amedeo
Amministratori
Amministratori


Numero di messaggi : 1613
Età : 67
Data d'iscrizione : 14.06.08

MessaggioOggetto: Re: VISTO PER RICONGIMENTO FAMILIARE PER CITTADINI ITALIANI   Mer Dic 09, 2009 5:15 pm

Dino ha scritto:
Salve,
grazie per tutti i suggerimenti, le risposte e i consigli ricevuti.
Ora ho questa domanda da fare e riguarda il rilascio di un Visto.
Questa è la mia situazione familiare:
Io sono italiano e mia moglie kenyota. Ci siamo sposati a giugno 2008 in Italia. Lei ha tre figli, avuti prima di me ma non si era mai sposata e sui certificati di nascita dei ragazzi c'è solo il nome di mia moglie.
Attualmente (dicembre 2009) il più piccolo di 17 anni vive in Italia con noi.
A Febbraio, io e mia moglie, andremo in Kenya e al ritorno porteremo in Italia l'altra figlia di mia moglie nata il 12.02.1990 (quindi a Febbraio compirà 20 anni).
Abbiamo preso l'appuntamento in Ambasciata per il 15 Febbraio 2010 per consegnare la documentazione ed ottenere il VISTO per familiare al seguito.
1 - Non ci sono problemi, vero? La legge prevede l'ingresso con questo tipo
di Visto per i figli fino ai 21 anni.
2 - Quando sarà in Italia, la Questura le rilascerà il PdS legato a quello
della madre, che scade il 30.06.2013. Vero?
3 - Alla scadenza del PdS le sarà rinnovato normalmente? O si creerà il
problema di aver superato i 21 anni? Anche per il fratello più piccolo che
è già in Italia?
Mi scusi ma ho dimenticato di fare queste domande in Questura. Tra l'altro qualche operatrice mi stava contestando l'età dei 21 anni. Ha controllato la norma e mi ha dato ragione. Purtroppo il clima che ha creato questo governo è che tutti devono andare via.
Grazie ancora e buon lavoro.
Dino

Risposte veloci!!!

1) Assolutamente non ci sono problemi. Se dovessero frapporre ostacoli può scatenare un uragano legale.

2) Assolutamente NO. Alla figlia spetta una Carta di Soggiorno ai sensi del DL n. 30 del 2007 (da trovare, stampare, leggere, imparare a memoria e tenere sul comodino come un testo sacro). Anche alla madre spetta questa CdS e la può chiedere in qualsiasi momento anche se il PdS (da non resituire assolutamente fino al rilascio dell'altro titolo) non è scaduto, dato che quest'ultimo fa riferimento ad una legge diversa e l'Ufficio Immigrazione ben conosceva che la signora era moglie di cittadino italiano.

3) Se hanno le CdS non ci sono problemi (v. la legge). Anche l'altro fratello può chiedere la CdS.

Un saluto,

_________________
Amedeo Intonti

Autore di:
- Manuale di sopravvivenza burocratica per italiani con partner straniero
- Ricongiungimento ... step by step
reperibili su www.edizionidellimpossibile.com

solo per casi riservatissimi, e-mail: amedeointonti@burocraziaconsolare.com
indice generale: http://www.burocraziaconsolare.com/amedeo-f80/indice-generale-di-amedeo-t767.htm#4762
Difensore Civico di www.tuttostranieri.it/forum/
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
Guido Baccoli
Fondatore
Fondatore


Numero di messaggi : 2756
Età : 64
Località : Santo Domingo - Rep. Dominicana
Data d'iscrizione : 12.01.08

MessaggioOggetto: Re: VISTO PER RICONGIMENTO FAMILIARE PER CITTADINI ITALIANI   Gio Dic 10, 2009 1:35 am

Dino ha scritto:
Mi scusi ma ho dimenticato di fare queste domande in Questura. Tra l'altro qualche operatrice mi stava contestando l'età dei 21 anni. Ha controllato la norma e mi ha dato ragione. Purtroppo il clima che ha creato questo governo è che tutti devono andare via.
Grazie ancora e buon lavoro.
Dino
La prego di postare le sue domande negli argomenti corrispondenti, qui si paral solo di assistenza sociale. Per cui mi scusi, ma per regolamnto e rendere il forum più linerae e facilmente consultabile, sposto domanda e risposta nell'argomento VISTI.

Non sono solo quelli che governano che dovrebbero andare via, ma anche tutta la vecchie minestra riciclata anche dell'opposizione...abbiamo bisogno di rimedi urgenti anche per la ripresa di una migliore Pubblica Amminstrazione (consolato compresi), persi da novi volti con capacità.

_________________
Dr. Guido Baccoli
Consulente legale - Burocratico e Giuridico

Esclusivamente per chi desidera per propria scelta ed esigenza, chiedere una consulenza completa individuale nei minimi particolari del suo caso personale o una difesa extragiudiziale, puó scrivere ed ottenere un preventivo a guidobaccoli@hotmail.com
INDICE DEI MIEI ARGOMENTI PIÚ IMPORTANTI
http://www.burocraziaconsolare.com/guido-baccoli-f84/indice-argomenti-piu-rilevanti-ed-importanti-di-guido-baccoli-t787.htm
____________________________
É meglio non avere legge, che non farla osservare.
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente http://www.burocraziaconsolare.com
Dino



Numero di messaggi : 15
Data d'iscrizione : 03.09.09

MessaggioOggetto: Re: VISTO PER RICONGIMENTO FAMILIARE PER CITTADINI ITALIANI   Lun Gen 11, 2010 7:48 pm

Mi scusi per aver sbagliato la sezione dei visti.
Per quanto riguarda il PdS e la CdS la Questura ha rilasciato per mia moglie il documento di soggiorno per 5 anni e nella nota Referenze in Italia: Carta di soggiorno di familiare di cittadino U.E.; lo stesso per il figlio minorenne a cui è stato aggiunto un timbro con il riferimento normativo art. 10 D.L.vo 30/2007.
Le mie domande sono:
1 - per la figlia di mia moglie, di 20 anni, di cui ho già accennato che
arriverà a fine Marzo 2010 in Questura mi hanno richiesto gli stessi
documenti prodotti per il figlio a Maggio 2009 ma vi hanno aggiunto un
versamento postale di €. 27,50 per permesso di soggiorno elettronico +
Marca da Bollo da €. 14,62 che non hanno voluto per il figlio.
E' giusto per il PSE? E' ormai entrato in vigore definitivamente?
2 - il terzo figlio di mia moglie è in Kenya ed ha 23 anni con la moglie e 2
bimbi. Come tante famiglie cerchiamo di vivere insieme, soprattutto
quando ci sono dei nipotini che stanno con i loro nonni .
Ci hanno detto in Questura che lui non può venire in Italia, nonostante
che io mensilmente effettuo a lui dei versamenti per poter vivere tutta
la famiglia. E' vero?
Lui non è considerato a mio carico perchè non è mio diretto.
Mia moglie non lavora.
3 - Inoltre stiamo preparando la domanda per la cittadinanza di mia moglie.
Chiedo: quando lei sarà cittadina italiana potrà fare il ricongiungimento
o l'ingresso di familiare al seguito per il figlio con la famiglia?
Mi scuso delle tantissime domande e spero di non aver sbagliato argomento.
Grazie ancora di cuore per tutte le vostre informazioni e disponibilità.
Saluti.
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
Dino



Numero di messaggi : 15
Data d'iscrizione : 03.09.09

MessaggioOggetto: Re: VISTO PER RICONGIMENTO FAMILIARE PER CITTADINI ITALIANI   Lun Gen 25, 2010 3:31 pm

Ho sbagliato ancora? Non capisco come si entra.
Ero entrato nella sezione VISTO.
Mi scusi per aver sbagliato la sezione dei visti precedentemente.
Per quanto riguarda il PdS e la CdS la Questura ha rilasciato per mia moglie il documento di soggiorno per 5 anni e nella nota Referenze in Italia: Carta di soggiorno di familiare di cittadino U.E.; lo stesso per il figlio minorenne a cui è stato aggiunto un timbro con il riferimento normativo art. 10 D.L.vo 30/2007.
Le mie domande sono:
1 - per la figlia di mia moglie, di 20 anni, di cui ho già accennato che
arriverà a fine Marzo 2010 in Questura mi hanno richiesto gli stessi
documenti prodotti per il figlio a Maggio 2009 ma vi hanno aggiunto un
versamento postale di €. 27,50 per permesso di soggiorno elettronico +
Marca da Bollo da €. 14,62 che non hanno voluto per il figlio.
E' giusto per il PSE? E' ormai entrato in vigore definitivamente?
2 - il terzo figlio di mia moglie è in Kenya ed ha 23 anni con la moglie e 2
bimbi. Come tante famiglie cerchiamo di vivere insieme, soprattutto
quando ci sono dei nipotini che stanno con i loro nonni .
Ci hanno detto in Questura che lui non può venire in Italia, nonostante
che io mensilmente effettuo a lui dei versamenti per poter vivere tutta
la famiglia. E' vero?
Lui non è considerato a mio carico perchè non è mio diretto.
Mia moglie non lavora.
3 - Inoltre stiamo preparando la domanda per la cittadinanza di mia moglie.
Chiedo: quando lei sarà cittadina italiana potrà fare il ricongiungimento
o l'ingresso di familiare al seguito per il figlio con la famiglia?
Mi scuso delle tantissime domande e spero di non aver sbagliato argomento.
Grazie ancora di cuore per tutte le vostre informazioni e disponibilità.
Saluti
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
Amedeo
Amministratori
Amministratori


Numero di messaggi : 1613
Età : 67
Data d'iscrizione : 14.06.08

MessaggioOggetto: Re: VISTO PER RICONGIMENTO FAMILIARE PER CITTADINI ITALIANI   Lun Gen 25, 2010 5:04 pm

Dino ha scritto:
Ho sbagliato ancora? Non capisco come si entra.
Ero entrato nella sezione VISTO.
Mi scusi per aver sbagliato la sezione dei visti precedentemente.
Per quanto riguarda il PdS e la CdS la Questura ha rilasciato per mia moglie il documento di soggiorno per 5 anni e nella nota Referenze in Italia: Carta di soggiorno di familiare di cittadino U.E.; lo stesso per il figlio minorenne a cui è stato aggiunto un timbro con il riferimento normativo art. 10 D.L.vo 30/2007.
Le mie domande sono:
1 - per la figlia di mia moglie, di 20 anni, di cui ho già accennato che
arriverà a fine Marzo 2010 in Questura mi hanno richiesto gli stessi
documenti prodotti per il figlio a Maggio 2009 ma vi hanno aggiunto un
versamento postale di €. 27,50 per permesso di soggiorno elettronico +
Marca da Bollo da €. 14,62 che non hanno voluto per il figlio.
E' giusto per il PSE? E' ormai entrato in vigore definitivamente?
2 - il terzo figlio di mia moglie è in Kenya ed ha 23 anni con la moglie e 2
bimbi. Come tante famiglie cerchiamo di vivere insieme, soprattutto
quando ci sono dei nipotini che stanno con i loro nonni .
Ci hanno detto in Questura che lui non può venire in Italia, nonostante
che io mensilmente effettuo a lui dei versamenti per poter vivere tutta
la famiglia. E' vero?
Lui non è considerato a mio carico perchè non è mio diretto.
Mia moglie non lavora.
3 - Inoltre stiamo preparando la domanda per la cittadinanza di mia moglie.
Chiedo: quando lei sarà cittadina italiana potrà fare il ricongiungimento
o l'ingresso di familiare al seguito per il figlio con la famiglia?
Mi scuso delle tantissime domande e spero di non aver sbagliato argomento.
Grazie ancora di cuore per tutte le vostre informazioni e disponibilità.
Saluti

Altre risposte rapide!!!

1) In questura si sbagliano probabilmente perchè non ricordano bene la legge che parla di figli fino a 21 anni. Deve andare come per la figlia minore.
2) Si dovrà intraprendere una dura battaglia. Si chiede il visto e quando questo verrà rifiutato occorrerà andare in tribunale.
3) Non è la cittadinanza che consentirà il ricongiungimento di cui al punto 2).

Un saluto,

_________________
Amedeo Intonti

Autore di:
- Manuale di sopravvivenza burocratica per italiani con partner straniero
- Ricongiungimento ... step by step
reperibili su www.edizionidellimpossibile.com

solo per casi riservatissimi, e-mail: amedeointonti@burocraziaconsolare.com
indice generale: http://www.burocraziaconsolare.com/amedeo-f80/indice-generale-di-amedeo-t767.htm#4762
Difensore Civico di www.tuttostranieri.it/forum/
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
Dino



Numero di messaggi : 15
Data d'iscrizione : 03.09.09

MessaggioOggetto: Re: VISTO PER RICONGIMENTO FAMILIARE PER CITTADINI ITALIANI   Mer Gen 27, 2010 1:40 pm

Grazie per la sinteticità delle risposte!
Ma per il punto 2 (cioè il figlio di mia moglie di 24 anni) il problema non è tanto l'Ambasciata in Kenya a cui abbiamo accennato l'ipotesi, non eccessivamente problematica con un Visto Turismo (anche se in questi mesi è cambiato il Responsabile) e poi la richiesta in Italia di un Permesso di Soggiorno per Coesione Familiare.
Il problema è la Questura in Italia che mi ha detto che se anche dovesse venire con Visto Turismo in Italia non è "sanabile". Non ci sono state altre spiegazioni. Forse loro hanno detto così (Settembre 2009) perchè era entrato in vigore da circa un mese il Nuovo famigerato Decreto Sicurezza DDL. 733/2009.
Ringrazio tantissimo per tutto l'aiuto e i consigli che ricevo.
Cordiali saluti.
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
Amedeo
Amministratori
Amministratori


Numero di messaggi : 1613
Età : 67
Data d'iscrizione : 14.06.08

MessaggioOggetto: Re: VISTO PER RICONGIMENTO FAMILIARE PER CITTADINI ITALIANI   Gio Gen 28, 2010 1:59 pm

Dino ha scritto:
Grazie per la sinteticità delle risposte!
Ma per il punto 2 (cioè il figlio di mia moglie di 24 anni) il problema non è tanto l'Ambasciata in Kenya a cui abbiamo accennato l'ipotesi, non eccessivamente problematica con un Visto Turismo (anche se in questi mesi è cambiato il Responsabile) e poi la richiesta in Italia di un Permesso di Soggiorno per Coesione Familiare.
Il problema è la Questura in Italia che mi ha detto che se anche dovesse venire con Visto Turismo in Italia non è "sanabile". Non ci sono state altre spiegazioni. Forse loro hanno detto così (Settembre 2009) perchè era entrato in vigore da circa un mese il Nuovo famigerato Decreto Sicurezza DDL. 733/2009.
Ringrazio tantissimo per tutto l'aiuto e i consigli che ricevo.
Cordiali saluti.

Spesso negli uffici immigrazione fanno dei "frullati normativi" ed ancora più spesso non conoscono il DL 30 del 2007. Il famigerato DL 30 del 2007 non ha modificatoil DL 30/2007.

Un saluto,

_________________
Amedeo Intonti

Autore di:
- Manuale di sopravvivenza burocratica per italiani con partner straniero
- Ricongiungimento ... step by step
reperibili su www.edizionidellimpossibile.com

solo per casi riservatissimi, e-mail: amedeointonti@burocraziaconsolare.com
indice generale: http://www.burocraziaconsolare.com/amedeo-f80/indice-generale-di-amedeo-t767.htm#4762
Difensore Civico di www.tuttostranieri.it/forum/
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
Guido Baccoli
Fondatore
Fondatore


Numero di messaggi : 2756
Età : 64
Località : Santo Domingo - Rep. Dominicana
Data d'iscrizione : 12.01.08

MessaggioOggetto: Re: VISTO PER RICONGIMENTO FAMILIARE PER CITTADINI ITALIANI   Gio Gen 28, 2010 10:03 pm

Piccolo errore di battitura, é il famoso e famigerato DDL 773 del 2009 (pacchetto di sicurezza) che non ha modificato il Dlgs 30/2007. Il familiare di cittadino italiano presente nel territorio italiano, comunque sia entrato, é inespellibile ed ha diritto alla CDS.

_________________
Dr. Guido Baccoli
Consulente legale - Burocratico e Giuridico

Esclusivamente per chi desidera per propria scelta ed esigenza, chiedere una consulenza completa individuale nei minimi particolari del suo caso personale o una difesa extragiudiziale, puó scrivere ed ottenere un preventivo a guidobaccoli@hotmail.com
INDICE DEI MIEI ARGOMENTI PIÚ IMPORTANTI
http://www.burocraziaconsolare.com/guido-baccoli-f84/indice-argomenti-piu-rilevanti-ed-importanti-di-guido-baccoli-t787.htm
____________________________
É meglio non avere legge, che non farla osservare.
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente http://www.burocraziaconsolare.com
Dino



Numero di messaggi : 15
Data d'iscrizione : 03.09.09

MessaggioOggetto: Re: VISTO PER RICONGIMENTO FAMILIARE PER CITTADINI ITALIANI   Ven Gen 29, 2010 2:30 pm

E' da un pò che sto leggendo il Dlgs 30/2007 e mi sembrava che il DDL 773 del 2009 non avesse apportato modifiche.
Però tutt'ora mia moglie ha la CDS e non la cittadinanza italiana.
Infatti ieri sono tornato in Questura e mi hanno confermato che il figlio di mia moglie (di 24 anni) può venire in Italia per fare il turista e poi deve tornare in Kenya.
Può rimanere solo quando mia moglie avrà la cittadinanza italiana:
a quel punto si presenterà una richiesta per un Permesso di Soggiorno biennale con gli stessi documenti per i figli minori di 21 anni. L'importante a quel punto è verificare il legame di parentela.
Grazie per la disponibilità e l'attenzione.
Spero che questa mie richieste e vostre informazioni siano utili anche ad altri.
Cordiali saluti.
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
Guido Baccoli
Fondatore
Fondatore


Numero di messaggi : 2756
Età : 64
Località : Santo Domingo - Rep. Dominicana
Data d'iscrizione : 12.01.08

MessaggioOggetto: Re: VISTO PER RICONGIMENTO FAMILIARE PER CITTADINI ITALIANI   Ven Gen 29, 2010 9:26 pm

Infatti le abbiamo detto che il nuovo 773 non ha cambiato nulla per il 30/2007. Il fatto che sua moglie non sia cittadina italiana e che quindi bla bla bla della questura, non ha nessuna rilevanza, il figlio di sua moglie sposata con lei cittadino italiano UE, anche maggiore, purché a carico economico (esente per i figli al di sotto di 21 anni) é classificato chiaramente come familiare di cittadino italiano UE.
L'art da applicare del DlGs 30/2007 é il n. 2:1. Ai fini del presente decreto legislativo, si intende per:

a) cittadino dell'Unione : qualsiasi persona avente la cittadinanza di uno Stato membro;

b) familiare :

1) il coniuge;

2) il partner che abbia contratto con il cittadino dell'Unione un'unione registrata sulla base della legislazione di uno Stato membro, qualora la legislazione dello Stato membro ospitante equipari l'unione registrata al matrimonio e nel rispetto delle condizioni previste dalla pertinente legislazione dello Stato membro ospitante;

3) i discendenti diretti di eta' inferiore a 21 anni o a carico e quelli del coniuge o partner di cui alla lettera b);

4) gli ascendenti diretti a carico e quelli del coniuge o partner di cui alla lettera b);

e per evitare discussioni per la pretesa di applicazione del T.U ed il rilascio di un PDS al posto della dovuta CDS, basta leggere l'art 10
1. I familiari del cittadino dell'Unione non aventi la cittadinanza di uno Stato membro, di cui all'articolo 2, trascorsi tre mesi dall'ingresso nel territorio nazionale, richiedono alla questura competente per territorio di residenza la Carta di soggiorno di familiare di un cittadino dell'Unione , redatta su modello conforme a quello stabilito con decreto del Ministro dell'interno da emanarsi entro sei mesi dalla data di entrata in vigore del presente decreto legislativo. Fino alla data di entrata in vigore del predetto decreto, e' rilasciato il titolo di soggiorno previsto dalla normativa vigente alla data di entrata in vigore del presente decreto.

2. Al momento della richiesta di rilascio della carta di soggiorno, al familiare del cittadino dell'Unione e' rilasciata una ricevuta secondo il modello definito con decreto del Ministro dell'interno di cui al comma 1.

3. Per il rilascio della Carta di soggiorno, e' richiesta la presentazione:

a) del passaporto o documento equivalente, in corso di validita', nonche' del visto di ingresso, qualora richiesto;

b) di un documento che attesti la qualita' di familiare e, qualora richiesto, di familiare a carico;

c) dell'attestato della richiesta d'iscrizione anagrafica del familiare cittadino dell'Unione;

d) della fotografia dell'interessato, in formato tessera, in quattro esemplari.

4. La carta di soggiorno di familiare di un cittadino dell'Unione ha una validita' di cinque anni dalla data del rilascio.

5. La carta di soggiorno mantiene la propria validita' anche in caso di assenze temporanee del titolare non superiori a sei mesi l'anno, nonche' di assenze di durata superiore per l'assolvimento di obblighi militari ovvero di assenze fino a dodici mesi consecutivi per rilevanti motivi, quali la gravidanza e la maternita', malattia grave, studi o formazione professionale o distacco per motivi di lavoro in un altro Stato; e' onere dell'interessato esibire la documentazione atta a dimostrare i fatti che consentono la perduranza di validita'.

6. Il rilascio della carta di soggiorno di cui al comma 1 e' gratuito, salvo il rimborso del costo degli stampati e del materiale usato per il documento.

e ''dulcis in fundo'', per chi sostiene che é valido solo per i cittadini UE, residenti in altro stato UE che non sia quello d'origine (il vooswtro caso), esiste l'art 23, Applicabilita' ai soggetti non aventi la cittadinanza italiana che siano familiari di cittadini italiani
1. Le disposizioni del presente decreto legislativo, se piu' favorevoli, si applicano ai familiari di cittadini italiani non aventi la cittadinanza italiana.

_________________
Dr. Guido Baccoli
Consulente legale - Burocratico e Giuridico

Esclusivamente per chi desidera per propria scelta ed esigenza, chiedere una consulenza completa individuale nei minimi particolari del suo caso personale o una difesa extragiudiziale, puó scrivere ed ottenere un preventivo a guidobaccoli@hotmail.com
INDICE DEI MIEI ARGOMENTI PIÚ IMPORTANTI
http://www.burocraziaconsolare.com/guido-baccoli-f84/indice-argomenti-piu-rilevanti-ed-importanti-di-guido-baccoli-t787.htm
____________________________
É meglio non avere legge, che non farla osservare.
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente http://www.burocraziaconsolare.com
Contenuto sponsorizzato




MessaggioOggetto: Re: VISTO PER RICONGIMENTO FAMILIARE PER CITTADINI ITALIANI   Oggi a 10:07 am

Tornare in alto Andare in basso
 
VISTO PER RICONGIMENTO FAMILIARE PER CITTADINI ITALIANI
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 1 di 1
 Argomenti simili
-
» VISTO PER FAMILIARI DI CITTADINI ITALIANI
» Sposarsi in UK tra cittadini italiani, iscritti all'AIRE
» VISTO DI TURISMO PER I FAMILARI CITTADINI UE - ITALIANI
» Cittadini italiani residenti AIRE: richiesta documenti uso matrimonio
» Visto per ricongiungimento familiare

Permesso di questo forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
Italiani all'Estero e Stranieri in Italia :: ITALIANI ALL'ESTERO :: BUROCRAZIA E ATTI CONSOLARI :: IL VISTO-
Andare verso: