Italiani all'Estero e Stranieri in Italia

Consolato, Ambasciata, Matrimonio all'estero, Divorzio all'Estero, divorzio rapido, divorzio al vapore, Stranieri in Italia, Matrimoni misti, sposarsi all'estero, divorziarsi all'estero. REPUBBLICA DOMINICANA
 
IndiceIndice  PortalePortale  GalleriaGalleria  FAQFAQ  CercaCerca  RegistrarsiRegistrarsi  AccediAccedi  

Condividere | 
 

 ROMPICAPO...

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
AutoreMessaggio
Ayrton



Numero di messaggi : 1
Data d'iscrizione : 11.01.10

MessaggioOggetto: ROMPICAPO...   Mar Gen 12, 2010 8:47 am

Salve a tutti e complimenti per la preziosa opera che svolgete.




Mia moglie è brasiliana, ci siamo sposati in Italia nel 2008 ma per mancanza di tempo (lei doveva tornare in Brasile per lavoro) non l'ho inserita nel mio stato di famiglia in Italia (lei non ha fatto né la richiesta di iscrizione all'anagrafe del mio Comune di residenza né la richiesta della CDS poiché un eventuale controllo dela sua effettiva presenza avrebbe dato esito negativo e si sarebbe potuto pensare ad un matrionio fittizio o di comodo, cosa che in realta non é).

Nel frattempo ci siamo visti un po in Italia e un po in Brasile, sempre per mancanza di tempo causa rispettivi lavori, ed io ho ricevuto il PDS permanente in Brasile, ma non mi sono iscritto all'AIRE poiché vivo in Italia. Ed é in Italia che a fine mese andremo tutti e tre per stabilirci definitivamente li.




Tutti e tre perché due mesi fa è nato qui in Brasile nostro figlio. E' stato registrato qui all'anagrafe brasiliana ed ora, con il certificato di nascita brasiliano legalizzato mi accingo ad andare a San Paolo per far tradurre il certificato di nascita e registrare il bambino come cittadino italiano al Consolato, che nel proprio sito richiede i seguenti documenti:




a.1) Certificato (estratto dell'atto) di nascita, emesso dal competente Ufficio di Stato Civile del Paese in cui si risiede, originale e recente. N.B.: Il certificato deve essere legalizzato dall'Ufficio del Ministero degli Esteri brasiliano ERESP in San Paolo (SP). Questo è valido anche per certificati rilasciati in altri Stati del Brasile;

a.2) Traduzione del certificato di nascita, eseguita da un traduttore giurato o da un Ente Patronato;

a.3) Formulario di Cadastro riempito e firmato dal genitore cittadino accompagnato di fotocopia (semplice) del documento di identità del genitore cittadino italiano (se titolare di passaporto italiano meglio se fotocopia di questo);

a.4) Idonea prova di indirizzo nominale al genitore cittadino italiano (in caso di registro di figlio minorenne) o in nome della sposa (in caso di registro della nascita della sposa cittadina per matrimonio);

a.5 Fotocopia (semplice) del certificato di nascita e della traduzione.




Il punto a1) non lo capisco. forse che il Consolato voleva dire ¨¨Certificato (estratto dell'atto) di nascita, emesso dal competente Ufficio di Stato Civile del Paese in cui é nato il bambino, originale e recente.¨¨

Il punto a4) non mi é chiaro. Io ho la residenza in Italia, perche é li che vivo, ma come detto anche

il visto di soggiorno permanente in Brasile. Di quale indirizzo nominale e di quale prova parla il Consolato?




Dato che alla fine del mese ci trasferiamo tutti in Italia per vivere li, come faccio o faro per far avere al bambino la mia stessa residenza in Italia? Quale indirizzo di residenza del bambino dovro dichiarare al Consolato? Il mio in Italia o quello attuale della madre in Brasile?

In tema di passaporto, faccio presente che lui há gia il passaporto brasiliano, quindi potrã uscire dal Brasile senza problemi. Non posso pero portarlo al Consolato per fargli avere il passaporto italiano. E possibile richiedere il passaporto italiano per il bambino uma volta in Italia o sono obbligato a farlo qui in Brasile? E di cosa c'é bisogno per farlo in Italia, se possibile?

Tra 3 mesi circa mia moglie dovra tornare in Brasile per un breve periodo, portandosi naturalmene dietro il bambino causa allattamento ancora in corso, e ad ogni buon conto stiamo facendo qui in Brasile l'autorizzazione per far viaggiare il bambino solo con la madre. Ne dovro fare un altra anche in Italia o é valida questa brasiliana?




Infine...per regolarizzare mia moglie in Italia dovro prima chiedere la CDS o l'iscrizione all'Anagrafe del mio Comune? E sara necessaria la lettera di ospitalitã?




Grazie anche solo per la pazienza che avrete avuto nel leggere questo rompicapo, per di piu scritto com uma tastiera formattata per il portoghese che non mi ha permesso di usare bene gli accenti..




Pierluigi
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
Guido Baccoli
Fondatore
Fondatore


Numero di messaggi : 2756
Età : 64
Località : Santo Domingo - Rep. Dominicana
Data d'iscrizione : 12.01.08

MessaggioOggetto: Re: ROMPICAPO...   Mar Gen 19, 2010 6:38 pm

Non mi pare sia un rompicapo se non e forse, lo diventerebbe in caso di disinformazione. Vediamo il ''rompicapo'':
Ayrton ha scritto:

a.1) Certificato (estratto dell'atto) di nascita, emesso dal competente Ufficio di Stato Civile del Paese in cui si risiede, originale e recente. N.B.: Il certificato deve essere legalizzato dall'Ufficio del Ministero degli Esteri brasiliano ERESP in San Paolo (SP). Questo è valido anche per certificati rilasciati in altri Stati del Brasile;
----------------------------------------------------------------
a.4) Idonea prova di indirizzo nominale al genitore cittadino italiano (in caso di registro di figlio minorenne) o in nome della sposa (in caso di registro della nascita della sposa cittadina per matrimonio);
------------------------------------------------------------------------------------------
Il punto a1) non lo capisco. forse che il Consolato voleva dire ¨¨Certificato (estratto dell'atto) di nascita, emesso dal competente Ufficio di Stato Civile del Paese in cui é nato il bambino, originale e recente.¨¨
Esatta la sua interpretazione, deve presentare il certificato di nascita dalla ''Partidas de nacimiento de Brasil'', e farlo apostillare.
Ayrton ha scritto:
Il punto a4) non mi é chiaro. Io ho la residenza in Italia, perche é li che vivo, ma come detto anche il visto di soggiorno permanente in Brasile. Di quale indirizzo nominale e di quale prova parla il Consolato?
Presenti un certificato contestuale rilasciato dal suo comune ed eventualmente apostillato.
Ayrton ha scritto:
Dato che alla fine del mese ci trasferiamo tutti in Italia per vivere li, come faccio o faro per far avere al bambino la mia stessa residenza in Italia? Quale indirizzo di residenza del bambino dovro dichiarare al Consolato? Il mio in Italia o quello attuale della madre in Brasile?
Il bambino deve essere dichiarato con la residenza attuale in Brasile ed iscritto all'AIRE, ma piú avanti le do una soluzione piú semplice.
Ayrton ha scritto:
In tema di passaporto, faccio presente che lui há gia il passaporto brasiliano, quindi potrã uscire dal Brasile senza problemi. Non posso pero portarlo al Consolato per fargli avere il passaporto italiano. E possibile richiedere il passaporto italiano per il bambino uma volta in Italia o sono obbligato a farlo qui in Brasile? E di cosa c'é bisogno per farlo in Italia, se possibile?
Una volta dichiarato e richiesta la trascrizione di nascita, il bambino puó avere e chiedere per mezzo di entrambe i genitori, il passaporto in Ambasciata.
Ayrton ha scritto:
Tra 3 mesi circa mia moglie dovra tornare in Brasile per un breve periodo, portandosi naturalmene dietro il bambino causa allattamento ancora in corso, e ad ogni buon conto stiamo facendo qui in Brasile l'autorizzazione per far viaggiare il bambino solo con la madre. Ne dovro fare un altra anche in Italia o é valida questa brasiliana?
l'Autorizzazione a viaggiare deve essere rilasciata dalle Autoritá brasiliane, ma é bene premunirsi per l'entrata in Italia anche con una sua dichiarazione che diverrebbe dispensabile e di piú, se ha giá chiesto ed ottenuto dall'Ambasciata italiana, con domanda congiunta a sua moglie, il passaporto italiano per il minore.
Ayrton ha scritto:
Infine...per regolarizzare mia moglie in Italia dovro prima chiedere la CDS o l'iscrizione all'Anagrafe del mio Comune? E sara necessaria la lettera di ospitalitã?
Nessuna dichiarazione di ospitalitá, ma l'autocertificazione di essere a suo carico sia sua moglie che il figliolo, per i quali si procede prima a richiedere l'iscrizione anagrafica, allla cui domanda-richiesta, deve essere rilasciata dal Comune una ricevuta di avvenuta richiesta (la vera iscrizione si completerá al momento dell'emissione della CDS) che dovr+a essere presentata alla Questura nel suo Ufficio immigrazioni insieme alle altre autodichiarazioni e al certificato di matrimonio. Per il figliolo essendo italiano non ha bisogno certo di CDS, ma deve esserci giá l'avvenuta trascrizione del certificato di nascita.

Per non complicare troppo le cose, approffitti fin che puó di presentare i documenti e certificati di matrimonio e di nascita brasiliani apostillati al suo Comune di residenza con la richiesta di trascriverli senza bisogno di passare per l'Ambasciata (grazie appunto alle convenzioni dell'apostille). Il passaporto per il bam,bino lo potrá chiedere anche in Italia dopo il suo arrivo presentando la richiesta congiuntamente a sua moglie e l'iscrizione all'Aire non é necessaria se il bambio verrá a breve a vivere e risiedere in Italia.

_________________
Dr. Guido Baccoli
Consulente legale - Burocratico e Giuridico

Esclusivamente per chi desidera per propria scelta ed esigenza, chiedere una consulenza completa individuale nei minimi particolari del suo caso personale o una difesa extragiudiziale, puó scrivere ed ottenere un preventivo a guidobaccoli@hotmail.com
INDICE DEI MIEI ARGOMENTI PIÚ IMPORTANTI
http://www.burocraziaconsolare.com/guido-baccoli-f84/indice-argomenti-piu-rilevanti-ed-importanti-di-guido-baccoli-t787.htm
____________________________
É meglio non avere legge, che non farla osservare.
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente http://www.burocraziaconsolare.com
 
ROMPICAPO...
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 1 di 1

Permesso di questo forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
Italiani all'Estero e Stranieri in Italia :: ITALIANI ALL'ESTERO :: BUROCRAZIA E ATTI CONSOLARI :: TRASCRIZIONE DI NASCITA-
Andare verso: