Italiani all'Estero e Stranieri in Italia

Consolato, Ambasciata, Matrimonio all'estero, Divorzio all'Estero, divorzio rapido, divorzio al vapore, Stranieri in Italia, Matrimoni misti, sposarsi all'estero, divorziarsi all'estero. REPUBBLICA DOMINICANA
 
IndiceIndice  PortalePortale  GalleriaGalleria  FAQFAQ  CercaCerca  RegistrarsiRegistrarsi  AccediAccedi  

Condividere | 
 

 con extracomunitario residente Spagna

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
AutoreMessaggio
blabla



Numero di messaggi : 7
Data d'iscrizione : 05.02.10

MessaggioOggetto: con extracomunitario residente Spagna   Ven Feb 05, 2010 10:59 am

Buongiorno,
navigando nel forum non ho trovato risposta alla mia situazione.

Sono italiana, residente in Italia e il mio fidanzato Ŕ extracomunitario residente in Spagna con regolare permesso di soggiorno per lavoro della durata di 2 anni a partire da ora. E' residente in Spagna da un anno Ŕ mezzo. Vorremmo sposarci in Italia nel mio comune di residenza.


Che passaggi dobbiamo seguire?

Se abbiamo capito bene dobbiamo:

1- ottenere nulla osta dall'ambasciata del paese d'origine in Italia
2- andare al comune per presentare i documenti e chiedere le pubblicazioni
3- passati 15 giorni dalla pubblicazioni e entro i sei mesi dal rilascio del nulla osta, sposarci

Mi confermate le fasi?

In particolare vorrei capire se:

1- il nulla osta deve contenere delle parole precise? esiste una legge sulla formattazione del nulla osta? che dati deve contenere obbligatoriamente?
2- che documenti bisogna presentare per le pubblicazioni? Nulla osta, passaporto e permesso di soggiorno spagnolo?

Abbiamo giÓ parlato con l'addetta comunale che da quello che ci ha detto si Ŕ dimostrata molto INCOMPETENTE in materia, e secondo lei non possiamo sposarci perchŔ non in possesso di Pds italiano! A me la cosa sembra contraddire le leggi europee, in quanto il mio fisanzato possiede un permesso di soggiorno spagnolo che gli permette la libera circolazione nell'Unione Europea.

Vi ringrazio anticipatamente e spero di ricevere risposte rassicuranti!
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
bostik
Amministratori
Amministratori


Numero di messaggi : 3623
LocalitÓ : Colombia
Data d'iscrizione : 22.07.08

MessaggioOggetto: Re: con extracomunitario residente Spagna   Ven Feb 05, 2010 1:45 pm

blabla ha scritto:
Buongiorno,
navigando nel forum non ho trovato risposta alla mia situazione.

Sono italiana, residente in Italia e il mio fidanzato Ŕ extracomunitario residente in Spagna con regolare permesso di soggiorno per lavoro della durata di 2 anni a partire da ora. E' residente in Spagna da un anno Ŕ mezzo. Vorremmo sposarci in Italia nel mio comune di residenza.


Che passaggi dobbiamo seguire?

Se abbiamo capito bene dobbiamo:

1- ottenere nulla osta dall'ambasciata del paese d'origine in Italia
2- andare al comune per presentare i documenti e chiedere le pubblicazioni
3- passati 15 giorni dalla pubblicazioni e entro i sei mesi dal rilascio del nulla osta, sposarci

Mi confermate le fasi?

In particolare vorrei capire se:

1- il nulla osta deve contenere delle parole precise? esiste una legge sulla formattazione del nulla osta? che dati deve contenere obbligatoriamente?
2- che documenti bisogna presentare per le pubblicazioni? Nulla osta, passaporto e permesso di soggiorno spagnolo?

Abbiamo giÓ parlato con l'addetta comunale che da quello che ci ha detto si Ŕ dimostrata molto INCOMPETENTE in materia, e secondo lei non possiamo sposarci perchŔ non in possesso di Pds italiano! A me la cosa sembra contraddire le leggi europee, in quanto il mio fisanzato possiede un permesso di soggiorno spagnolo che gli permette la libera circolazione nell'Unione Europea.

Vi ringrazio anticipatamente e spero di ricevere risposte rassicuranti!

Una volta,arrivato in Italia,il tuo compagno deve fare la dichiarazione di presenza in questura entro 8 gg. dall'arrivo;Con quella,passaporto e nulla osta puˇ sposarsi entro 90 gg.DÝ all'impiegata di leggersi le circolari...
I consolati conoscono le formule standard per i nulla osta.
Ciao.
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
blabla



Numero di messaggi : 7
Data d'iscrizione : 05.02.10

MessaggioOggetto: Re: con extracomunitario residente Spagna   Sab Feb 06, 2010 1:03 pm

bostik ha scritto:


Una volta,arrivato in Italia,il tuo compagno deve fare la dichiarazione di presenza in questura entro 8 gg. dall'arrivo;Con quella,passaporto e nulla osta puˇ sposarsi entro 90 gg.DÝ all'impiegata di leggersi le circolari...
I consolati conoscono le formule standard per i nulla osta.
Ciao.

Grazie mille Bostik,
Ŕ quello che speravamo di sentire e ci sembra la cosa pi¨ logica!
Leggendo il modulo di informazioni del mio comune troviamo:

Citazione :

i cittadini stranieri devono presentare copia dell'atto di nascita rilaciata dalle autoritÓ del prorpio paese d'origine
- debitamente tradotta e legalizzata dalla rappresentanza diplomatica o consolare italiana competente nello stato estero;
- con apposizione del timbro di "apostille" ai sensi della convenzione dell'Aja del 5.10.1961 da parte delle autoritÓ dello stato straniero
- su modello internzionale previsto dalla Convenzione di Vienna del 8.9.1976

Quindi, oltre al passaporto, nulla osta e dichiarazione di presenza in questura serve anche il documento di nascita tradotto dall'ambasciata italiana nel paese? E' un documento che secondo lei si pu˛ ottenere anche attraverso l'ambasciata del paese straniero in Italia o solo tramite Ambasciata italiana?


le faccio un'altra domanda: ci hanno detto che per la presentazine dei documenti e per le pubblicazioni posso presentarmi da sola con delega del mio compagno. Visto che lui in quel mmento non sarÓ in Italia ma in Spagna, devo comunque presentare la dichiarazione di presenza della questura o come si pu˛ fare?

Grazie ancora, buon fine settimana!
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
Amedeo
Amministratori
Amministratori


Numero di messaggi : 1613
EtÓ : 67
Data d'iscrizione : 14.06.08

MessaggioOggetto: Re: con extracomunitario residente Spagna   Sab Feb 06, 2010 5:14 pm

blabla ha scritto:
bostik ha scritto:


Una volta,arrivato in Italia,il tuo compagno deve fare la dichiarazione di presenza in questura entro 8 gg. dall'arrivo;Con quella,passaporto e nulla osta puˇ sposarsi entro 90 gg.DÝ all'impiegata di leggersi le circolari...
I consolati conoscono le formule standard per i nulla osta.
Ciao.

Grazie mille Bostik,
Ŕ quello che speravamo di sentire e ci sembra la cosa pi¨ logica!
Leggendo il modulo di informazioni del mio comune troviamo:

Citazione :

i cittadini stranieri devono presentare copia dell'atto di nascita rilaciata dalle autoritÓ del prorpio paese d'origine
- debitamente tradotta e legalizzata dalla rappresentanza diplomatica o consolare italiana competente nello stato estero;
- con apposizione del timbro di "apostille" ai sensi della convenzione dell'Aja del 5.10.1961 da parte delle autoritÓ dello stato straniero
- su modello internzionale previsto dalla Convenzione di Vienna del 8.9.1976

Quindi, oltre al passaporto, nulla osta e dichiarazione di presenza in questura serve anche il documento di nascita tradotto dall'ambasciata italiana nel paese? E' un documento che secondo lei si pu˛ ottenere anche attraverso l'ambasciata del paese straniero in Italia o solo tramite Ambasciata italiana?


le faccio un'altra domanda: ci hanno detto che per la presentazine dei documenti e per le pubblicazioni posso presentarmi da sola con delega del mio compagno. Visto che lui in quel mmento non sarÓ in Italia ma in Spagna, devo comunque presentare la dichiarazione di presenza della questura o come si pu˛ fare?

Grazie ancora, buon fine settimana!

Quý il gioco si fa ... duro!!!

1) L'atto di nascita non Ŕ dovuto. Normalmente i comuni vogliono i dati dei genitori del nubendo straniero, perchŔ cosý Ŕ richiesto da ... un modello ISTAT. In molti Nulla-Osta questi dati sono giÓ riportati, ma in altri no. Il dato relativo ai genitori del nubendo straniero possono anche essere acquisiti nel verbale che viene fatto al momento della richiesta di pubblicazioni. Se l'Ufficiale di Stato Civile, in assenza del certificato di nascita dello straniero rifiutasse le pubblicazioni, si chieda che metta per iscritto i motivi ai sensi dell'art. 7 del DPR 306 del 2000 (non pu˛ rifiutarsi). Poi vediamo il da farsi!!!

2) Se le pubblicazioni vengono chieste per delega del nubendo straniero in quel momento all'estero, la dichiarazione di presenza verrÓ esibita al momento della celebrazione del matrimonio.

Un saluto,

_________________
Amedeo Intonti

Autore di:
- Manuale di sopravvivenza burocratica per italiani con partner straniero
- Ricongiungimento ... step by step
reperibili su www.edizionidellimpossibile.com

solo per casi riservatissimi, e-mail: amedeointonti@burocraziaconsolare.com
indice generale: http://www.burocraziaconsolare.com/amedeo-f80/indice-generale-di-amedeo-t767.htm#4762
Difensore Civico di www.tuttostranieri.it/forum/
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
blabla



Numero di messaggi : 7
Data d'iscrizione : 05.02.10

MessaggioOggetto: Re: con extracomunitario residente Spagna   Mar Feb 09, 2010 7:39 am

Grazie mille per le preziose informazioni,
ora decideremo se e quando fare il passo!

Siete stati gentilissimi e in generale il forum Ŕ utilissimo! se il 90 % della pubblica amministrazione fosse efficiente come voi non ci sarebbe bisogno di questo forum! Smile

Magari ci sentiremo ancora per futuri chiarimenti,
un saluto,
blabla Very Happy
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
blabla



Numero di messaggi : 7
Data d'iscrizione : 05.02.10

MessaggioOggetto: Re: con extracomunitario residente Spagna   Gio Feb 18, 2010 7:27 am

Ci risiamo...
dopo 3/4 telefonate (siamo entrambi all'estero in questo momento) siamo riusciti a convincere l'addetta ad informarsi sulla dichiarazione di presenza da fare in questura entro 8 giorni dall'arrivo, quindi almeno questo ostacolo sembra risolto! Il problema ora Ŕ che non cede sulla possibilitÓ di presentare la dichiarazione al momento della celebrazione del matrimonio e non alla richiesta di pubblicazioni!

Abbiamo provato a farla ragionare sul fatto che se le pubblicazioni vengono chieste per delega del nubendo straniero in quel momento all'estero, sarebbe illogico presentare la dichiarazione di presenza... ma niente, se il modulo richiede quello non ci sono possibilitÓ di interpretazione!

Ora, la mia domanda Ŕ: esiste una circolare che precisa questo particolare o Ŕ un'interpretazione logica di un decreto, una legge o una circolare?

Ho capito che il ragionamento non basta, devo presentare documenti o fatti concreti, anche se so benissimo che la conoscenza di tale legislazione non dovrebbe essere mia ma dell'amministrazione, per˛, quello che vogliamo Ŕ evitare un'ulcera ad ogni telefonata inconcludente e soprattutto evitare inutili e costosi viaggi solo per l'ignoranza di un'impiegata pubblica!

Grazie ancora,
un saluto
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
Guido Baccoli
Fondatore
Fondatore


Numero di messaggi : 2756
EtÓ : 64
LocalitÓ : Santo Domingo - Rep. Dominicana
Data d'iscrizione : 12.01.08

MessaggioOggetto: Re: con extracomunitario residente Spagna   Gio Feb 18, 2010 1:50 pm

Le consiglio di leggersi tutta l'introduzione e le seguenti domande e risposte CLICK QUI

_________________
Dr. Guido Baccoli
Consulente legale - Burocratico e Giuridico

Esclusivamente per chi desidera per propria scelta ed esigenza, chiedere una consulenza completa individuale nei minimi particolari del suo caso personale o una difesa extragiudiziale, puˇ scrivere ed ottenere un preventivo a guidobaccoli@hotmail.com
INDICE DEI MIEI ARGOMENTI PI┌ IMPORTANTI
http://www.burocraziaconsolare.com/guido-baccoli-f84/indice-argomenti-piu-rilevanti-ed-importanti-di-guido-baccoli-t787.htm
____________________________
╔ meglio non avere legge, che non farla osservare.
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente http://www.burocraziaconsolare.com
Amedeo
Amministratori
Amministratori


Numero di messaggi : 1613
EtÓ : 67
Data d'iscrizione : 14.06.08

MessaggioOggetto: Re: con extracomunitario residente Spagna   Ven Feb 19, 2010 6:34 am

blabla ha scritto:
Ci risiamo...
dopo 3/4 telefonate (siamo entrambi all'estero in questo momento) siamo riusciti a convincere l'addetta ad informarsi sulla dichiarazione di presenza da fare in questura entro 8 giorni dall'arrivo, quindi almeno questo ostacolo sembra risolto! Il problema ora Ŕ che non cede sulla possibilitÓ di presentare la dichiarazione al momento della celebrazione del matrimonio e non alla richiesta di pubblicazioni!

Abbiamo provato a farla ragionare sul fatto che se le pubblicazioni vengono chieste per delega del nubendo straniero in quel momento all'estero, sarebbe illogico presentare la dichiarazione di presenza... ma niente, se il modulo richiede quello non ci sono possibilitÓ di interpretazione!

Ora, la mia domanda Ŕ: esiste una circolare che precisa questo particolare o Ŕ un'interpretazione logica di un decreto, una legge o una circolare?

Ho capito che il ragionamento non basta, devo presentare documenti o fatti concreti, anche se so benissimo che la conoscenza di tale legislazione non dovrebbe essere mia ma dell'amministrazione, per˛, quello che vogliamo Ŕ evitare un'ulcera ad ogni telefonata inconcludente e soprattutto evitare inutili e costosi viaggi solo per l'ignoranza di un'impiegata pubblica!

Grazie ancora,
un saluto

Gli utenti devono imparare che con la legge 241 del 1990 ed altre successive i termini dei problemi posti dai burocrati sono stati ribaltati. Non Ŕ l'utente a dover fornire estremi di legge al burocrate, ma il contrario. Come si fa???

Si presenta la domanda ed al suo respingimento (perchŔ magari incompleta secondo il burocrate) si chiede che vengano messi per iscritto i motivi del rifiuto ai sensi della legge 241 del 1990 e per questo caso noche ai sensi dell'art. 7 del DPR 396 del 2000. Il motivo Ŕ semplice: se l'utente deve fare ricorso deve sapere contro quale legge/interpretazione.

Normalmente i burocrati "imbecilli" odiano dover mettere qualcosa per iscritto che metta in qualche modo a rischio il oro prezioso lato B e preferiscono dar luogo alla procedura richiesta.

Altre volte si rifiutano sia di prendere la domanda sia di mettere qualcosa per iscritto. In questo caso Ŕ necessario recarsi dai pi¨ vicini carabinieri e sporgere querela (denuncia) per omissione in atti d'ufficio.

Un saluto,

_________________
Amedeo Intonti

Autore di:
- Manuale di sopravvivenza burocratica per italiani con partner straniero
- Ricongiungimento ... step by step
reperibili su www.edizionidellimpossibile.com

solo per casi riservatissimi, e-mail: amedeointonti@burocraziaconsolare.com
indice generale: http://www.burocraziaconsolare.com/amedeo-f80/indice-generale-di-amedeo-t767.htm#4762
Difensore Civico di www.tuttostranieri.it/forum/
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
blabla



Numero di messaggi : 7
Data d'iscrizione : 05.02.10

MessaggioOggetto: Re: con extracomunitario residente Spagna   Ven Feb 19, 2010 1:22 pm

Gentile Amedeo,
ho letto nel forum di tuttostranieri.it un'interessantissima discussione intavolata da lei sulla possibilitÓ di richiedere le pubblicazioni con delega, essendo il nubendo all'estero in quel particolare momento. Concordo completamente con la sua visione, e nel nostro caso concreto direi che un permesso spagnolo della durata di 2 anni a partire da ora comprova senza dubbio il regolare soggiorno del cittadino extracomunitario al momento del matrimonio, e anche al momento delle pubblicazioni se vogliamo, perchŔ effettivamente lui, pur non essendo fisicamente presente in Italia, ne avrebbe pieno diritto.

Ora, questa Ŕ la mia opinione, e da ignorante in materia quale sono, mi sembra di aver capito che Ŕ anche la sua, per˛ mi piacerebbe sentire altri pareri ma ho notato che gli altri moderatori di questo forum (e di tuttostranieri) non si sono pronunciati al riguardo (o io non ho trovato tali interventi )

Insomma, dal basso della mia conoscenza voglio sapere se ho ragione argomentando come ho appena fatto o se rischio di non essere dalla parte del giusto con conseguente respingimento della pratica da parte "dell'imbecille", ovviamente con motivazione scritta, e perdita di tempo e soldi... (organizzazione biglietti aerei, ecc...).

Ah ecco, un'altra cosa, Lei Ŕ a conoscenza di casi simili al nostro finiti "bene"? MI riferisco alla delega per le pubblicazioni senza presentare dichiarazione di presenza ma con il solo Pds spagnolo.

Spero sia l'ultimo messaggio-richiesta che invio a questo forum, e spero di potervi dare buone notizie presto abbassando cosý la percentuale di imbecilli ben pagati!

Un saluto molto riconoscente,
blabla









Amedeo ha scritto:
blabla ha scritto:
Ci risiamo...
dopo 3/4 telefonate (siamo entrambi all'estero in questo momento) siamo riusciti a convincere l'addetta ad informarsi sulla dichiarazione di presenza da fare in questura entro 8 giorni dall'arrivo, quindi almeno questo ostacolo sembra risolto! Il problema ora Ŕ che non cede sulla possibilitÓ di presentare la dichiarazione al momento della celebrazione del matrimonio e non alla richiesta di pubblicazioni!

Abbiamo provato a farla ragionare sul fatto che se le pubblicazioni vengono chieste per delega del nubendo straniero in quel momento all'estero, sarebbe illogico presentare la dichiarazione di presenza... ma niente, se il modulo richiede quello non ci sono possibilitÓ di interpretazione!

Ora, la mia domanda Ŕ: esiste una circolare che precisa questo particolare o Ŕ un'interpretazione logica di un decreto, una legge o una circolare?

Ho capito che il ragionamento non basta, devo presentare documenti o fatti concreti, anche se so benissimo che la conoscenza di tale legislazione non dovrebbe essere mia ma dell'amministrazione, per˛, quello che vogliamo Ŕ evitare un'ulcera ad ogni telefonata inconcludente e soprattutto evitare inutili e costosi viaggi solo per l'ignoranza di un'impiegata pubblica!

Grazie ancora,
un saluto

Gli utenti devono imparare che con la legge 241 del 1990 ed altre successive i termini dei problemi posti dai burocrati sono stati ribaltati. Non Ŕ l'utente a dover fornire estremi di legge al burocrate, ma il contrario. Come si fa???

Si presenta la domanda ed al suo respingimento (perchŔ magari incompleta secondo il burocrate) si chiede che vengano messi per iscritto i motivi del rifiuto ai sensi della legge 241 del 1990 e per questo caso noche ai sensi dell'art. 7 del DPR 396 del 2000. Il motivo Ŕ semplice: se l'utente deve fare ricorso deve sapere contro quale legge/interpretazione.

Normalmente i burocrati "imbecilli" odiano dover mettere qualcosa per iscritto che metta in qualche modo a rischio il oro prezioso lato B e preferiscono dar luogo alla procedura richiesta.

Altre volte si rifiutano sia di prendere la domanda sia di mettere qualcosa per iscritto. In questo caso Ŕ necessario recarsi dai pi¨ vicini carabinieri e sporgere querela (denuncia) per omissione in atti d'ufficio.

Un saluto,
Rolling Eyes Rolling Eyes Rolling Eyes Rolling Eyes Very Happy Very Happy Very Happy
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
Guido Baccoli
Fondatore
Fondatore


Numero di messaggi : 2756
EtÓ : 64
LocalitÓ : Santo Domingo - Rep. Dominicana
Data d'iscrizione : 12.01.08

MessaggioOggetto: Re: con extracomunitario residente Spagna   Ven Feb 19, 2010 9:21 pm

blabla ha scritto:
Gentile Amedeo,
ho letto nel forum di tuttostranieri.it un'interessantissima discussione intavolata da lei sulla possibilitÓ di richiedere le pubblicazioni con delega, essendo il nubendo all'estero in quel particolare momento. Concordo completamente con la sua visione, e nel nostro caso concreto direi che un permesso spagnolo della durata di 2 anni a partire da ora comprova senza dubbio il regolare soggiorno del cittadino extracomunitario al momento del matrimonio, e anche al momento delle pubblicazioni se vogliamo, perchŔ effettivamente lui, pur non essendo fisicamente presente in Italia, ne avrebbe pieno diritto.

Ora, questa Ŕ la mia opinione, e da ignorante in materia quale sono, mi sembra di aver capito che Ŕ anche la sua, per˛ mi piacerebbe sentire altri pareri ma ho notato che gli altri moderatori di questo forum (e di tuttostranieri) non si sono pronunciati al riguardo (o io non ho trovato tali interventi )
Gentile blabla il fatto che altri moderatori o esperti non rispondano o interpretino questa materia, non significa, almeno per quanto mi riguarda, che non leggiamo. Nonostante almeno qui, ma anche da quel poco tempo che sono tornato a collaborare in tuttostranieri (che Amedeo sta rimodellando e riordinando), cerchiamo di lasciare rispondere gli esperti che la dominano di pi˙ ed eventualmente qualcosa non ci quadra o chiediamo lumi umilmente all'altro pi˙ esperto e si intavola una discussione accademica oppure continuamo a leggere, assorbire nozioni importanti, ma a non intervenire.

I pi˙ adatti a rispondere in questa materia qui, sono senza dubbio Amedeo per la sua lunga esperienza ed interessamento alle sue problematiche dei matrimoni misti in Italia (io non me ne intersso perchÚ vivo all'estero e le mie materie sono altre, ma leggo ed intervengo solo in caso di forti dubbi) ed il Dr Scolaro che ha scritto tantissimo sulla materia e conosce le norme nuove e vecchie a memoria, oltre che essere uno stimato esperto e Gianfranco Di Siena giß in Tuttostranieri e presto anche in questo forum.

Comunque visto che lo chiedi e per avere anche un altro parere, senza avere le conoscenze approfondite soprattutto riguardo il ''pratico'' che non sempre (purtroppo) corrisponde alla norma ed al suo rispetto, aspetto che invece conoscono bene Amedeo ed il Dr Scolaro, credo che non ci si possa scostare di molto se non di niente, da quello che da tempo Amedeo sta rispondendo in entrambe i forum, ma vediamolo.

Partendo dall'art del cc n 116 Matrimonio dello straniero nello Stato, leggiamo in un codice civile commentato con riferimenti:
Matrimonio dello straniero nello Stato.
. Lo straniero che vuole contrarre matrimonio nello Stato deve presentare all'ufficiale dello stato civile una dichiarazione dell'autoritÓ competente del proprio paese, dalla quale risulti che giusta le leggi a cui Ŕ sottoposto nulla osta al matrimonio [17 prel.], nonchŔ un documento attestante la regolaritÓ del soggiorno nel territorio italiano (1).
[II]. Anche lo straniero Ŕ tuttavia soggetto alle disposizioni contenute negli articoli 85, 86, 87, numeri 1, 2 e 4, 88 e 89.
[III]. Lo straniero che ha domicilio o residenza nello Stato deve inoltre fare la pubblicazione secondo le disposizioni di questo codice [93 ss].

(1). [i]L'art. 1, comma 15, della l. 15 luglio 2009, n. 94, ha inserito le parole: "nonchÚ un documento attestante la regolaritÓ del soggiorno nel territorio italiano".

---------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
In realtß e lo stabilisce il III comma, lo straniero che non ha domicilio o residenza in Italia, non dovrebbe per codice, essere obbligato a fare le pubblicazioni, ma se si sposa con cittadino italiano, rimane l'obbligo di quest'ultimo e poichÚ le pubblicazioni devono essere richieste da entrambe gli sposi, si discute su come puˇ fare la richiesta lo straniero se non Ú residente in Italia.
La risposta viene dall'Art 96 che riporto:
Richiesta della pubblicazione (1).
. [i]La richiesta della pubblicazione deve farsi da ambedue gli sposi o da persona che ne ha da essi ricevuto speciale incarico [115, 135].

Quindi Ú vero che si puˇ delegare ed il codice lo prevede e regola con l'art 50 del DPR 396/2000:
(Richiesta presentata da procuratore speciale)
1. Se la richiesta della pubblicazione di matrimonio Ŕ fatta da persona che, a termini dell'articolo 96 del codice civile ne ha avuto dagli sposi speciale incarico, questo deve risultare nei modi indicati nell'articolo 12, comma 7. Quando l'incarico Ŕ stato conferito a chi esercita la potestÓ o la tutela, basta la semplice dichiarazione orale del richiedente di avere ricevuto l'incarico.

L'ART 12, comma 7 dello stesso DPR a cui rimanda, detta:7. Le parti interessate possono farsi rappresentare da persona munita di procura speciale risultante da scrittura privata, quando non Ŕ espressamente previsto che esso debba risultare da atto pubblico.

L'atto pubblico Ú richiesto per tutta una serie di Procure speciali che niente hanno a che vedere con la delega per le pubblicazioni, per cui Ú escluso. La scrittura privata Ú regolata dall'art. 2702 c.c.
Efficacia della scrittura privata.
. [i]La scrittura privata fa piena prova, fino a querela di falso [221 ss. c.p.c.], della provenienza delle dichiarazioni da chi l'ha sottoscritta, se colui contro il quale la scrittura Ŕ prodotta ne riconosce la sottoscrizione, ovvero se questa Ŕ legalmente considerata come riconosciuta.

Rimane solamente da verificare se la sottoscrizione della procura speciale, debba essere semplicemente accompagnata dalla copia di un documento dove appare la firma del delegante o se invece Ú necessario la sottoscrizione davanti ad un Pubblico Ufficiale. A mio avviso Ú valida la prima soluzione, ma se vogliamo tagliare la testa al toro, lo straniero puˇ sottoscrivere la Procura speciale (delega) davanti ad un funzionario dell'Ambasciata italiana.

_________________
Dr. Guido Baccoli
Consulente legale - Burocratico e Giuridico

Esclusivamente per chi desidera per propria scelta ed esigenza, chiedere una consulenza completa individuale nei minimi particolari del suo caso personale o una difesa extragiudiziale, puˇ scrivere ed ottenere un preventivo a guidobaccoli@hotmail.com
INDICE DEI MIEI ARGOMENTI PI┌ IMPORTANTI
http://www.burocraziaconsolare.com/guido-baccoli-f84/indice-argomenti-piu-rilevanti-ed-importanti-di-guido-baccoli-t787.htm
____________________________
╔ meglio non avere legge, che non farla osservare.
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente http://www.burocraziaconsolare.com
Guido Baccoli
Fondatore
Fondatore


Numero di messaggi : 2756
EtÓ : 64
LocalitÓ : Santo Domingo - Rep. Dominicana
Data d'iscrizione : 12.01.08

MessaggioOggetto: Re: con extracomunitario residente Spagna   Ven Feb 19, 2010 10:48 pm

Diamine bostick perdonami. Invece di quotare il tuo intervento l'ho ''editato'' senza volere. Ti dispiacerebbe rimetterlo cosÝ sistemo le cose per bene? Grazie e scusami tanto.

_________________
Dr. Guido Baccoli
Consulente legale - Burocratico e Giuridico

Esclusivamente per chi desidera per propria scelta ed esigenza, chiedere una consulenza completa individuale nei minimi particolari del suo caso personale o una difesa extragiudiziale, puˇ scrivere ed ottenere un preventivo a guidobaccoli@hotmail.com
INDICE DEI MIEI ARGOMENTI PI┌ IMPORTANTI
http://www.burocraziaconsolare.com/guido-baccoli-f84/indice-argomenti-piu-rilevanti-ed-importanti-di-guido-baccoli-t787.htm
____________________________
╔ meglio non avere legge, che non farla osservare.
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente http://www.burocraziaconsolare.com
blabla



Numero di messaggi : 7
Data d'iscrizione : 05.02.10

MessaggioOggetto: Re: con extracomunitario residente Spagna   Sab Feb 20, 2010 9:57 am

Gentili moderatori/esperti,

vi ringrazio molto per le tante informazioni che ci avete dato e adesso non ci resta che incrociare le dita Rolling Eyes

ps: spero che questo topic possa servire anche ad altre persone! study
un saluto e buon fine settimana!

Blabla
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
Amedeo
Amministratori
Amministratori


Numero di messaggi : 1613
EtÓ : 67
Data d'iscrizione : 14.06.08

MessaggioOggetto: Re: con extracomunitario residente Spagna   Sab Feb 20, 2010 6:16 pm

Guido Baccoli ha scritto:
Rimane solamente da verificare se la sottoscrizione della procura speciale, debba essere semplicemente accompagnata dalla copia di un documento dove appare la firma del delegante o se invece Ú necessario la sottoscrizione davanti ad un Pubblico Ufficiale. A mio avviso Ú valida la prima soluzione, ma se vogliamo tagliare la testa al toro, lo straniero puˇ sottoscrivere la Procura speciale (delega) davanti ad un funzionario dell'Ambasciata italiana.

Io sconsiglio di "tagliare la testa al toro" (!!!???) per andare fino al consolato italiano e spendere altri soldi. La procura si pu˛ fare con atto semplicissimo, firmata ed accompagnata dalla fotocopia di un documento di identitÓ.

Un saluto,

_________________
Amedeo Intonti

Autore di:
- Manuale di sopravvivenza burocratica per italiani con partner straniero
- Ricongiungimento ... step by step
reperibili su www.edizionidellimpossibile.com

solo per casi riservatissimi, e-mail: amedeointonti@burocraziaconsolare.com
indice generale: http://www.burocraziaconsolare.com/amedeo-f80/indice-generale-di-amedeo-t767.htm#4762
Difensore Civico di www.tuttostranieri.it/forum/
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
Guido Baccoli
Fondatore
Fondatore


Numero di messaggi : 2756
EtÓ : 64
LocalitÓ : Santo Domingo - Rep. Dominicana
Data d'iscrizione : 12.01.08

MessaggioOggetto: Re: con extracomunitario residente Spagna   Sab Feb 20, 2010 7:50 pm

Amedeo ha scritto:
Guido Baccoli ha scritto:
Rimane solamente da verificare se la sottoscrizione della procura speciale, debba essere semplicemente accompagnata dalla copia di un documento dove appare la firma del delegante o se invece Ú necessario la sottoscrizione davanti ad un Pubblico Ufficiale. A mio avviso Ú valida la prima soluzione, ma se vogliamo tagliare la testa al toro, lo straniero puˇ sottoscrivere la Procura speciale (delega) davanti ad un funzionario dell'Ambasciata italiana.

Io sconsiglio di "tagliare la testa al toro" (!!!???) per andare fino al consolato italiano e spendere altri soldi. La procura si pu˛ fare con atto semplicissimo, firmata ed accompagnata dalla fotocopia di un documento di identitÓ.

Un saluto,
L'ho detto chiaro, ma era per evitare altre discusioni oltre a quella della validitpa della delega.

_________________
Dr. Guido Baccoli
Consulente legale - Burocratico e Giuridico

Esclusivamente per chi desidera per propria scelta ed esigenza, chiedere una consulenza completa individuale nei minimi particolari del suo caso personale o una difesa extragiudiziale, puˇ scrivere ed ottenere un preventivo a guidobaccoli@hotmail.com
INDICE DEI MIEI ARGOMENTI PI┌ IMPORTANTI
http://www.burocraziaconsolare.com/guido-baccoli-f84/indice-argomenti-piu-rilevanti-ed-importanti-di-guido-baccoli-t787.htm
____________________________
╔ meglio non avere legge, che non farla osservare.
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente http://www.burocraziaconsolare.com
bostik
Amministratori
Amministratori


Numero di messaggi : 3623
LocalitÓ : Colombia
Data d'iscrizione : 22.07.08

MessaggioOggetto: Re: con extracomunitario residente Spagna   Sab Feb 20, 2010 8:18 pm

Ciao Guido,
rimetto il mio post:

Bisogna vedere,Guido,se il consolato accetterebbe di fare atti pubblici riguardanti cittadini non italiani.Molte ambasciate rimandano in questi casi a notai locali.O magari ti riferisci alla semplice delega notarile,con autentica di firma che sai meglio di me non Ú un atto pubblico.
Comunque,di fronte all'impreparazione ed ighiozzia di alcuni funzionari della PA,si puˇ anche decidere di sposarsi in un comune che non sia quello di residenza,ad esempio uno puˇ risiedere a Bolzano e sposarsi a Gela...
Siamo di fronte oltre che alla "disconoscenza" di norme UE,sulla libera circolazione degli stranieri in possesso di un PDS rilasciato da uno stato Schengen e che corredato dalla dichiarazione di presenza,consente di sposarsi anche all'ignoranza di leggi nazionali e circolari ministeriali importanti...e viene da pensare:ma chi glielo ha dato il posto a quell'impiegata...?
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
Guido Baccoli
Fondatore
Fondatore


Numero di messaggi : 2756
EtÓ : 64
LocalitÓ : Santo Domingo - Rep. Dominicana
Data d'iscrizione : 12.01.08

MessaggioOggetto: Re: con extracomunitario residente Spagna   Dom Feb 21, 2010 5:04 pm

bostik ha scritto:
Bisogna vedere,Guido,se il consolato accetterebbe di fare atti pubblici riguardanti cittadini non italiani.Molte ambasciate rimandano in questi casi a notai locali.O magari ti riferisci alla semplice delega notarile,con autentica di firma che sai meglio di me non Ú un atto pubblico.
Ciao bostick, attenzione, io ho scritto
Citazione :
L'atto pubblico Ú richiesto per tutta una serie di Procure speciali che niente hanno a che vedere con la delega per le pubblicazioni, per cui Ú escluso
. Mi riferisco alla semplice autenticazione di firma e l'Ambasciata non puˇ rifiutarsi di fare nemmeno ad uno straniero, sarebbe un'omissione di atti di ufficio gravissima.

Sulle tue riflessioni sono d'accordo con te in pieno e permettimi di dire purtroppo, perchÚ vorrei tanto non essere d'accordo perchÚ ci smentisce la realtß testimoniata da innumerevoli utenti non solo in questo forum.
Un salutone

_________________
Dr. Guido Baccoli
Consulente legale - Burocratico e Giuridico

Esclusivamente per chi desidera per propria scelta ed esigenza, chiedere una consulenza completa individuale nei minimi particolari del suo caso personale o una difesa extragiudiziale, puˇ scrivere ed ottenere un preventivo a guidobaccoli@hotmail.com
INDICE DEI MIEI ARGOMENTI PI┌ IMPORTANTI
http://www.burocraziaconsolare.com/guido-baccoli-f84/indice-argomenti-piu-rilevanti-ed-importanti-di-guido-baccoli-t787.htm
____________________________
╔ meglio non avere legge, che non farla osservare.
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente http://www.burocraziaconsolare.com
Contenuto sponsorizzato




MessaggioOggetto: Re: con extracomunitario residente Spagna   Oggi a 9:38 am

Tornare in alto Andare in basso
 
con extracomunitario residente Spagna
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 1 di 1
 Argomenti simili
-
» con extracomunitario residente Spagna
» Figlio nato in Spagna, padre residente in Italia
» Matrimonio civile in Uk tra italiana e extracomunitario
» Rinnovo passaporto italiano residente all'estero
» tessera sanitaria italiana per residente all'estero

Permesso di questo forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
Italiani all'Estero e Stranieri in Italia :: MATRIMONIO IN ITALIA :: COMMENTI, DISCUSSIONI E INFORMAZIONI :: IL MATRIMONIO IN ITALIA TRA UN CITTADINO ITALIANO E UNO EXTRACOMUNITARIO-
Andare verso: