Italiani all'Estero e Stranieri in Italia

Consolato, Ambasciata, Matrimonio all'estero, Divorzio all'Estero, divorzio rapido, divorzio al vapore, Stranieri in Italia, Matrimoni misti, sposarsi all'estero, divorziarsi all'estero. REPUBBLICA DOMINICANA
 
IndiceIndice  PortalePortale  GalleriaGalleria  FAQFAQ  CercaCerca  RegistrarsiRegistrarsi  AccediAccedi  

Condividere | 
 

 per moglie che partorisce all'estero

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
AutoreMessaggio
peppereds



Numero di messaggi : 2
Data d'iscrizione : 06.02.10

MessaggioOggetto: per moglie che partorisce all'estero   Sab Feb 06, 2010 7:18 pm

Salve a tutti, ho un piccolo problema da sottoporvi...
...mia moglie si trova negli usa ed a settembre nascera' il nostro primo figlio (lei e' italiana), posso io prendere un periodo di astensione dal lavoro tipo maternita' per stare li' con lei durante quei bellissimi attimi indimenticabili ed imperdibili????....premetto che sono un dipendente pubblico ma sembra che la famosa legge 53 metta dei paletti ben precisi sulla paternita'......
grazie di cuore per il vostro aiuto....
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
Guido Baccoli
Fondatore
Fondatore


Numero di messaggi : 2756
EtÓ : 64
LocalitÓ : Santo Domingo - Rep. Dominicana
Data d'iscrizione : 12.01.08

MessaggioOggetto: Re: per moglie che partorisce all'estero   Sab Feb 13, 2010 2:33 pm

Se┤siete sposati, la legge italiana prevede che il figlio nato durante il matrimonio, il padre Ú automaticamente individuato e riconosciuto come tale nello marito della partoriente.

Sembra che lei non sia italiano, una precisazione indispensabile per poter entrare in USA, quindi ed in ogni caso, ovviamente potrebbe aver problemi per quanto riguarda lo Stato Americano in questione, le cui leggi sulla materia vanno richieste e studiate.

Se si tratta quindi di avere un visto USA, mi spiace, ma non sono in grado di risponderle. Qui ci occupiamo delle leggi italiane ed UE, mentre il rapporto tra un extracomunitario, anche se sposato con una comunitaria, con gli USA Ú regolato da altre norme, non trattate in forum..

_________________
Dr. Guido Baccoli
Consulente legale - Burocratico e Giuridico

Esclusivamente per chi desidera per propria scelta ed esigenza, chiedere una consulenza completa individuale nei minimi particolari del suo caso personale o una difesa extragiudiziale, puˇ scrivere ed ottenere un preventivo a guidobaccoli@hotmail.com
INDICE DEI MIEI ARGOMENTI PI┌ IMPORTANTI
http://www.burocraziaconsolare.com/guido-baccoli-f84/indice-argomenti-piu-rilevanti-ed-importanti-di-guido-baccoli-t787.htm
____________________________
╔ meglio non avere legge, che non farla osservare.
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente http://www.burocraziaconsolare.com
peppereds



Numero di messaggi : 2
Data d'iscrizione : 06.02.10

MessaggioOggetto: Re: per moglie che partorisce all'estero   Mar Feb 16, 2010 8:37 pm

...mi spiego meglio, mia moglie Ŕ italiana e questo Ŕ il suo ultimo anno di lavoro negli usa prima di rientrare in italia, non ci sono problemi di visto per entrambi, io lavorando in italia posso usufruire del congedo di paternitÓ per mio figlio che nascerÓ li ovvero che mia moglie, secondo la locale legge, pu˛ usufruire solo di 6 settimane di maternitÓ?.......ho visto che il D. Lgs. 151/2000 non specifica questo caso....grazie per la sua pazienza e disponibilitÓ....
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
Sereno.SCOLARO
Moderatore
Moderatore


Numero di messaggi : 420
Data d'iscrizione : 02.03.08

MessaggioOggetto: Re: per moglie che partorisce all'estero   Ven Feb 19, 2010 7:53 am

Dopo la nascita, il padre potrÓ fruire dei congedi di cui agli artt. 28 e ss. D. Lgs. 26 marzo 2001, n. 151 e succ. modif., ovviamente in altrernativa al congedo materno.
Solo che le condizioni non sono auspicabili (... in caso di morte o di grave infermitÓ della madre).
Ovviamente, cio' comporta che, senza indugio, l'atto di nascita di fatto pervenire al consolato italiano competente per luogo di nascita, ai sensi e per gli effetti dell'art. 16 d.P.R. 3 novembre 2000, n. 396.
Ma oltre alle ipotesi ... non auspicabili, andrebbe tenuto conto anche del fatto che l'eventuale periodo residuo del congedo non potrebbe che essere quello spettante per la legislazione nel luogo dove si trovi la madre.
Si teme, che le ipotesi fatte siano del tutto non fruibili.
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
Contenuto sponsorizzato




MessaggioOggetto: Re: per moglie che partorisce all'estero   Oggi a 11:56 pm

Tornare in alto Andare in basso
 
per moglie che partorisce all'estero
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 1 di 1
 Argomenti simili
-
» per moglie che partorisce all'estero
» Richiesta permesso soggiorno famiglia (ma coniuge iscritto all' AIRE)
» cittadinanza x coniuge EX RESIDENTI ALL'ESTERO E ATTUALMENTE IN ITALIA
» visto per figlia di mia moglie
» Ingresso di una minore adottata all'estero (Filippine)

Permesso di questo forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
Italiani all'Estero e Stranieri in Italia :: ITALIANI ALL'ESTERO :: BUROCRAZIA E ATTI CONSOLARI :: TRASCRIZIONE DI NASCITA-
Andare verso: