Italiani all'Estero e Stranieri in Italia

Consolato, Ambasciata, Matrimonio all'estero, Divorzio all'Estero, divorzio rapido, divorzio al vapore, Stranieri in Italia, Matrimoni misti, sposarsi all'estero, divorziarsi all'estero. REPUBBLICA DOMINICANA
 
IndiceIndice  PortalePortale  GalleriaGalleria  FAQFAQ  CercaCerca  RegistrarsiRegistrarsi  AccediAccedi  

Condividere | 
 

 VISTO TURISTICO: CONSIGLI PRATICI

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
Andare alla pagina : 1, 2  Seguente
AutoreMessaggio
Iura
Amministratori
Amministratori


Numero di messaggi : 46
Località : ROMA
Data d'iscrizione : 22.02.08

MessaggioOggetto: VISTO TURISTICO: CONSIGLI PRATICI   Mer Mar 26, 2008 11:28 am

Sappiamo tutti che ottenere un visto turistico soprattutto per cittadini residenti in paesi considerati ad “alto rischio di immigrazione clandestina” è molto difficile.

Questo non significa che sia impossibile ottenere un visto turistico: è necessario però per prima cosa predisporre tutti i documenti necessari, affinchè la pratica da sottoporre all’attenzione dell’Ambasciata sia impeccabile.

Ritengo utile poter dare alcune informazioni che aiutino chi è intenzionato a fare tale richiesta.

Cominciamo dalla documentazione necessaria ed opportuna che dimostri la sussistenza dei requisiti previsti dalla legge:

1 FORMULARIO
Si tratta della richiesta del visto che può essere scaricata dal sito delle varie Ambasciate o dal sito del MAE.
E’importante sapere che tale formulario va stampato fronte retro su un unico foglio e compilato correttamente, in ogni parte, in modo leggibile (meglio se a macchina) e senza errori.
Andrà poi allegata una fotografia recente in formato tessera;

2. PASSAPORTO
Deve essere in corso di validità, con scadenza non inferiore ai 6 mesi;

3. MEZZI DI SUSSISTENZA
Possono essere provati con denaro contante, travel cheques, conti correnti bancari, fideiussioni bancarie o assicurative.
Per esperienza consiglio al cittadino italiano che invita uno straniero di predisporre comunque una fideiussione bancaria (maggiormente richiesta dalle Ambasciate) in favore dell’invitato, anche se lo stesso predispone di autonomi mezzi di sussistenza. Questo per rendere comunque più garanzie possibili. La fideiussione dovrà essere mostrata in originale durante l’intervista, ma mi raccomando depositate solo la copia;

4. ASSICURAZIONE MEDICA
Da non confondersi con l’assicurazione del viaggio.
E’ un’assicurazione che copre lo straniero in Italia per cure mediche per un minimo di 30.000 euro.
Devono essere previste anche le spese per rimpatrio anticipato per motivi di salute e il rimpatrio (è brutto dirlo ma è così) anche della salma.
Non tutte le Compagnie di assicurazione italiane sanno come predisporla, il costo si aggira intorno ai 100 Euro per un mese di soggiorno.
Può anche essere stipulata una assicurazione medica internazionale dallo straniero in patria, che deve comunque coprire dette spese;

6. LETTERA DI INVITO
Anch’essa e scaricabile dal sito dell’Ambasciata o dal sito del MAE. Vale quanto detto per il formulario, che va stampata fronte retro.
Ad essa va allegata la copia di un documento di identità dell’invitante, sempre fronte retro, che consiglio di firmare.

5. PRENOTAZIONE AEREA A/R O DI ALTRO MEZZO DI TRASPORTOIn sede di intervista si richiederà solo la prenotazione, che può fare una qualsiasi agenzia di viaggio gratuitamente.

6. SITUAZIONE SOCIO-ECONOMICA DELLO STRANIERO NEL PAESE DI ORIGINE
Questo è il requisito più delicato, perché è sulla documentazione che lo riguarda, che l’Ambasciata fonda il suo parere sul rischio di immigrazione clandestina.
In altri termini, lo straniero deve provare di avere interessi nel suo paese che lo indurranno a farvi rientro.
In questa sede posso dare solo qualche indicazione, specificando però che ogni caso va valutato singolarmente.
Generalmente i documenti che richiedono le Ambasciate sono i seguenti:
1 certificazione del lavoro che lo straniero svolge in patria, con l’indicazione dell’anzianità di servizio, il salario, e i giorni di ferie a cui a diritto (fate attenzione: non si può richiedere un visto per 90 giorni, quando nel certificato del datore di lavoro si indica che il lavoratore ha diritto a 15 giorni!):
2. eventuali certificati di proprietà, immobiliari, di auto o altri veicoli;
3. eventuali estratti conto bancari.

Le Ambasciate si riservano sempre la possibilità di richiedere ulteriore documentazione.

E' bene sapere che nessuno potra' mai dare garanzie di riuscita della pratica, ma sicuramente aver predisposto tutta la documentazione necessaria in modo corretto è un buon primo passo verso il conseguimento del visto e comunque mette in condizioni di poter legittimamente far valere i propri diritti in caso di diniego.

Iura
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
tornado40



Numero di messaggi : 1
Data d'iscrizione : 18.09.08

MessaggioOggetto: Re: VISTO TURISTICO: CONSIGLI PRATICI   Gio Set 18, 2008 5:06 pm

Salve, il mio quesito è il seguente. Una cittadina ucraina con regolare lavoro in Italia, può richiedere un visto turistico per la propria nipote di anni 3, premesso che la madre di questa minore sta aspettando in rilascio di primo permesso di soggiorno per ricongiungimento familiare, ma visto l'iter burocratico dovrebbe se tutto va bene a gennaio 2009, quindi avevamo pesato di fare un invito da parte della nonna, in quanto in patria non hanno altri parenti e la minore non ha padre riconosciuto, aggiungo anche che la nonna ha una casa di sua proprietà in Ucraina. In conclusione conviene perdere tempo in documenti fidejussioni e quanto altro ??? Che speranze ci sono per questo visto?? Grazie
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
Iura
Amministratori
Amministratori


Numero di messaggi : 46
Località : ROMA
Data d'iscrizione : 22.02.08

MessaggioOggetto: Re: VISTO TURISTICO: CONSIGLI PRATICI   Ven Set 19, 2008 8:00 am

Buongiorno Tornado40 e benvenuto.

Il visto turistico per un minore si può chiedere, con tutte la documentazione prevista per un adulto.

Deve però essere prodotta anche una dichiarazione che manifesti il consenso dei genitori (o del genitore se il minore ne ha uno solo).

Se conviene o no richiedere questo tipo di visto, ti posso rispondere solo dicendoti che comunque predisporre tutti i documenti necessari (fidejussione, polizza sanitaria, biglietto aereo andata e ritorno ecc.) impiega più tempo di quello che si possa pensare e costa un bel po’ di soldi.

Quando ho deciso di chiedere un visto turistico, ho iniziato a predisporre la documentazione a luglio 2007. Il primo rigetto l’ho avuto ad ottobre 2007 e finalmente il visto turistico l’ho ottenuto a marzo 2008.

Quindi, ti ripeto, le tempistiche sono lunghe.

Ed inoltre il visto turistico non è un diritto e per tale motivo c’è sempre rischio che venga negato senza alcuna motivazione espressa.

Se la situazione si risolverà a gennaio 2009, a mio avviso, non conviene tentare questa via così aleatoria. Ma è un mio parere.

Se deciderete di intraprenderla siamo comunque a disposizione per darti maggiori dettagli.

Iura

_________________
Iura7380@yahoo.it
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
bostik
Amministratori
Amministratori


Numero di messaggi : 3625
Località : Colombia
Data d'iscrizione : 22.07.08

MessaggioOggetto: Re: VISTO TURISTICO: CONSIGLI PRATICI   Mar Nov 25, 2008 4:53 pm

Guido,da un altro forum si legge che l'ambasciata d'Italia dell'Avana (Cuba) avrebbe negato un visto turistico ad una cittadina cubana ,sposata con italiano,che solamente voleva visitare il bel paese per un breve periodo,l'addetto alla riconsegna dei passaporti(probabilmente un cubano a contratto...)gli avrebbbe detto:"Hai sbagliato procedura" ...Ipotizzando che dietro non vi siano ragioni di ordine pubblico o di precedenti penali,puó un ambasciata negare un visto di breve periodo al coniuge di cittadino UE?Mi sembra strano perché le direttive europee vanno in tutta altra direzione,ovvero che l'ingresso,anche se per turismo,é sempre garantito al coniuge di cittadino comunitario.Che ne pensa?
Saluti
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
Guido Baccoli
Fondatore
Fondatore


Numero di messaggi : 2756
Età : 64
Località : Santo Domingo - Rep. Dominicana
Data d'iscrizione : 12.01.08

MessaggioOggetto: Re: VISTO TURISTICO: CONSIGLI PRATICI   Mar Nov 25, 2008 8:23 pm

In materia legale, non penso, vedo le leggi e la giurisprudenza e cosí riporto ed informo.
Se ha sbagliato procedura avrebbe dovuto mettere per iscritto la motivazione del diniego o dove la signora ha sbagliato nella procedura: questo detta la legge.
Da vedere peró se si tratta di moglie sposata con italiano residente o presente a Cuba, oppure se il marito risiede in Italia.
Voglio dire, probabilmente ha fatto una richiesta di visto per familiare la seguito, che peró le Ambasciate interpretano e rilasciano come visto di turismo con validitá minima di 365 gg, a meno che il passaporto non abbia una scadenza prima di un anno. I motivi possono essere tanti e bisognerebbe analizzare bene il caso.

Non ci sono dubbi peró che il visto alla moglie di un italiano che non sia separata legalmente o divorziata, non puó essere negato in assoluto (al limite si puó sbagliare procedura, ma si deve spiegare anche per iscritto dov'é l'errore.
Che il visto non puó essere negato, lo conferma anche la cassazione addirittura per coniugi segnalati al SIS (Sistema Informativo Shengen):Cassazione civile Sentenza 14/11/2008, n. 27224

Riporto fonte IPSOA http://www.ipsoa.it/Articoli/esploso.aspx?ID=871693&linkparam=1
Non vi è dubbio che, sulla scia della giurisprudenza comunitaria, il rifiuto del visto per ricongiungimento familiare ad un cittadino extracomunitario, che sia coniuge di un cittadino italiano, è da considerarsi illegittimo se basato sul solo fatto che sussiste una segnalazione ai fini della non ammissione entro lo spazio Schengen, senza una preliminare verifica se la presenza di tale persona costituisca una minaccia effettiva, attuale o abbastanza grave per un interesse fondamentale della collettività. Tuttavia il cittadino che intenda conseguire la tutela dell’ordinamento ai sensi del D.Lgs. 286/98, non può limitarsi a dedurre la mera illegittimità del provvedimento di diniego, ma ha l’onere quanto meno di allegare la ininfluenza delle ragioni di detta segnalazione ai fini della richiesta di visto.

Piú chiaro di cosí, che dire?

_________________
Dr. Guido Baccoli
Consulente legale - Burocratico e Giuridico

Esclusivamente per chi desidera per propria scelta ed esigenza, chiedere una consulenza completa individuale nei minimi particolari del suo caso personale o una difesa extragiudiziale, puó scrivere ed ottenere un preventivo a guidobaccoli@hotmail.com
INDICE DEI MIEI ARGOMENTI PIÚ IMPORTANTI
http://www.burocraziaconsolare.com/guido-baccoli-f84/indice-argomenti-piu-rilevanti-ed-importanti-di-guido-baccoli-t787.htm
____________________________
É meglio non avere legge, che non farla osservare.
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente http://www.burocraziaconsolare.com
davidebruno



Numero di messaggi : 2
Data d'iscrizione : 03.12.08

MessaggioOggetto: Re: VISTO TURISTICO: CONSIGLI PRATICI   Ven Dic 05, 2008 6:33 am

Buongiorno a tutti,
vorrei chiedervi cosa succede se una straniera presente attualmente in Italia con visto turistico scaduto decide di tornare al suo paese (Cuba). Per lo stato cubano può rimanere fuori dai confini dell'isola fino a 11 mesi, ma per lo stato italiano è una clandestina. Non può più tornare in Italia? Se il visto è scaduto da 3 giorni o un anno, per lo stato italiano non fa differenza? O c'è un margine entro cui uno deve regolarsi?

Grazie mille per l'attenzione
D.
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
Guido Baccoli
Fondatore
Fondatore


Numero di messaggi : 2756
Età : 64
Località : Santo Domingo - Rep. Dominicana
Data d'iscrizione : 12.01.08

MessaggioOggetto: Re: VISTO TURISTICO: CONSIGLI PRATICI   Ven Dic 05, 2008 9:51 am

Rischia l''espulsione e adesso anche il penale (incluso chi la sta ospitando). Non puó piú regolarizare la questione e il modo che prima era slavattutto, adesso sana una posizione per non essere espulsa, ma rischia sempre il penale.
Torni a Cuba e subito, nella speranza che all'uscita della frontiera non si accorgano del visto scaduto (basta un giorno se non é giustificato da gravi motivi). Quando torna a Cuba e sempre non sia stata ''beccata all'uscita'', cambi il passaporto perché nel rientrare potrebbero rendersi conto dei timbri di entrata e uscita con tempi di clandestinitá.

_________________
Dr. Guido Baccoli
Consulente legale - Burocratico e Giuridico

Esclusivamente per chi desidera per propria scelta ed esigenza, chiedere una consulenza completa individuale nei minimi particolari del suo caso personale o una difesa extragiudiziale, puó scrivere ed ottenere un preventivo a guidobaccoli@hotmail.com
INDICE DEI MIEI ARGOMENTI PIÚ IMPORTANTI
http://www.burocraziaconsolare.com/guido-baccoli-f84/indice-argomenti-piu-rilevanti-ed-importanti-di-guido-baccoli-t787.htm
____________________________
É meglio non avere legge, che non farla osservare.


Ultima modifica di Guido Baccoli il Sab Dic 06, 2008 10:06 am, modificato 1 volta
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente http://www.burocraziaconsolare.com
Amedeo
Amministratori
Amministratori


Numero di messaggi : 1613
Età : 67
Data d'iscrizione : 14.06.08

MessaggioOggetto: Re: VISTO TURISTICO: CONSIGLI PRATICI   Sab Dic 06, 2008 3:27 am

Un saluto a tutti.

Quando uno straniero esce dall'Italia in posizione irregolare, molto spesso non viene affatto segnalato e/o espulso con tutte le conseguenze del caso.

La polizia di frontiera italian, insomma, segue il noto principio: "ponti d'oro al nemico che fugge"!!! Naturalmente il fatto è statistico (99% dei casi) e non assicura certo dall'impunità.

Al rientro si consiglia, come suggerito correttamente dal dott. Baccoli, il cambio del passaporto.

Un saluto,

_________________
Amedeo Intonti

Autore di:
- Manuale di sopravvivenza burocratica per italiani con partner straniero
- Ricongiungimento ... step by step
reperibili su www.edizionidellimpossibile.com

solo per casi riservatissimi, e-mail: amedeointonti@burocraziaconsolare.com
indice generale: http://www.burocraziaconsolare.com/amedeo-f80/indice-generale-di-amedeo-t767.htm#4762
Difensore Civico di www.tuttostranieri.it/forum/
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
davidebruno



Numero di messaggi : 2
Data d'iscrizione : 03.12.08

MessaggioOggetto: Re: VISTO TURISTICO: CONSIGLI PRATICI   Mar Dic 09, 2008 3:27 am

Buongiorno,
grazie mille per le veloci ed esaurienti risposte.
Il visto che le è stato consegnato è di 90gg. La mia richiesta (nella carta di invito per l'ambasciata italiana a Cuba) il visto era per i giorni dal 13/09/2008 al 11/12/2008 e quindi 90gg. lei è però arrivata in Italia due settimane dopo (il 27/09/2008). Sul visto (in alto a destra) c'è la seguente dicitura: visto valido dal 13/09/2008 al 26/12/2008, validità 90gg.
Quindi può rimanere in Italia fino al giorno 26 dicembre?
Grazie in anticipo
Davide
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
Guido Baccoli
Fondatore
Fondatore


Numero di messaggi : 2756
Età : 64
Località : Santo Domingo - Rep. Dominicana
Data d'iscrizione : 12.01.08

MessaggioOggetto: Re: VISTO TURISTICO: CONSIGLI PRATICI   Mar Dic 09, 2008 7:23 am

esatto! La data di scadenza é il 26/12, quindi il visto é tutt'ora vigente. Vedete di evitare superare questa data, anche se il rischio é minimo, meglio nessuno.
Buon Natale insieme.

_________________
Dr. Guido Baccoli
Consulente legale - Burocratico e Giuridico

Esclusivamente per chi desidera per propria scelta ed esigenza, chiedere una consulenza completa individuale nei minimi particolari del suo caso personale o una difesa extragiudiziale, puó scrivere ed ottenere un preventivo a guidobaccoli@hotmail.com
INDICE DEI MIEI ARGOMENTI PIÚ IMPORTANTI
http://www.burocraziaconsolare.com/guido-baccoli-f84/indice-argomenti-piu-rilevanti-ed-importanti-di-guido-baccoli-t787.htm
____________________________
É meglio non avere legge, che non farla osservare.
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente http://www.burocraziaconsolare.com
Pivanti Edoardo



Numero di messaggi : 1
Data d'iscrizione : 18.01.09

MessaggioOggetto: Re: VISTO TURISTICO: CONSIGLI PRATICI   Lun Gen 19, 2009 9:11 am

Vorrei sapere se la domada di visto che è presente all'inizio di questo post è questo
http://www.esteri.it/visti/pdf/domanda.pdf
dato che sto chiedendo il visto per Cuba per la 3° volta e tra i documenti richiesti dall'ambasciata non è presente il formulario
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
Guido Baccoli
Fondatore
Fondatore


Numero di messaggi : 2756
Età : 64
Località : Santo Domingo - Rep. Dominicana
Data d'iscrizione : 12.01.08

MessaggioOggetto: Re: VISTO TURISTICO: CONSIGLI PRATICI   Lun Gen 19, 2009 11:20 am

Si é quello e deve essere stampato fronte e retro in un solo foglio , mai in due fogli separati, ed in piu il modulo d'invito che deve essere firmato da te.
Se in Ambasciata non é stato presentato per le due volte successivo la negazione pu'o essere per documentazione incompleta. Purtroppo esiste l'arbitrarietá illegittima da parte di molte Ambasciate di non dare le motivazioni scritte per la ragione del rifiuto, rendendo incerto e pericoloso in quanto a tempo, denaro speso per niente anche un ricorso al TAR che difficilmente sentenzierebbe a favore.

Attenzione anche al terzo rifiuto perché potrebbero anche iscriverla nella lista degli stranieri indesiderati e pericolosi per tutta l'Europa.

_________________
Dr. Guido Baccoli
Consulente legale - Burocratico e Giuridico

Esclusivamente per chi desidera per propria scelta ed esigenza, chiedere una consulenza completa individuale nei minimi particolari del suo caso personale o una difesa extragiudiziale, puó scrivere ed ottenere un preventivo a guidobaccoli@hotmail.com
INDICE DEI MIEI ARGOMENTI PIÚ IMPORTANTI
http://www.burocraziaconsolare.com/guido-baccoli-f84/indice-argomenti-piu-rilevanti-ed-importanti-di-guido-baccoli-t787.htm
____________________________
É meglio non avere legge, che non farla osservare.
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente http://www.burocraziaconsolare.com
lux80



Numero di messaggi : 13
Data d'iscrizione : 09.01.09

MessaggioOggetto: Re: VISTO TURISTICO: CONSIGLI PRATICI   Lun Feb 23, 2009 10:20 am

Buon pomeriggio...
proseguendo le ricerche sul web, riguarda il punto "MEZZI DI
SUSSITENZA" ho trovato che "La Direttiva stabilisce che la
disponibilità dei mezzi finanziari possa essere dimostrata, dal
cittadino straniero, mediante l’esibizione di denaro contante, di
fideiussioni bancarie, di polizze fideiussorie, di equivalenti titoli
di credito, di titoli di servizi prepagati o di atti comprovanti la disponibilità in Italia di fonti di reddito."
Oggi sono stato in banca per informarmi riguardo la fideiussione ma mi
hanno detto che loro, per i cittadini italiani che vivono in italia e
invitano un non comunitario, hanno sempre fatto una dichiarazione della
banca che comprova la mia disponibilità a sostenere le spese, in quanto
era sufficiente per la richiesta di visto. Mi hanno anche detto di
informarmi con la Questura per verificare la cosa.
So che la rep. dominicana potrebbe far storia a parte, ma voi avete
notizie a riguardo o bisogna sempre cadere sulle opzioni fideiussioni bancarie/assicurative o contanti?

cordiali saluti
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
Guido Baccoli
Fondatore
Fondatore


Numero di messaggi : 2756
Età : 64
Località : Santo Domingo - Rep. Dominicana
Data d'iscrizione : 12.01.08

MessaggioOggetto: Re: VISTO TURISTICO: CONSIGLI PRATICI   Lun Feb 23, 2009 4:18 pm

Cambi banca o cambi persona della banca che le ha dato quest'informazione. La fideiussione bancaria e i loro limiti sono fissati dalla legge a seconda della richiesta di permanenza in Italia e le banche ne sono ben a conoscenza. Non esiste nessuna differenza tra RD ed altri paesi.

_________________
Dr. Guido Baccoli
Consulente legale - Burocratico e Giuridico

Esclusivamente per chi desidera per propria scelta ed esigenza, chiedere una consulenza completa individuale nei minimi particolari del suo caso personale o una difesa extragiudiziale, puó scrivere ed ottenere un preventivo a guidobaccoli@hotmail.com
INDICE DEI MIEI ARGOMENTI PIÚ IMPORTANTI
http://www.burocraziaconsolare.com/guido-baccoli-f84/indice-argomenti-piu-rilevanti-ed-importanti-di-guido-baccoli-t787.htm
____________________________
É meglio non avere legge, che non farla osservare.
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente http://www.burocraziaconsolare.com
zoga



Numero di messaggi : 7
Data d'iscrizione : 28.01.09

MessaggioOggetto: Re: VISTO TURISTICO: CONSIGLI PRATICI   Mar Mar 24, 2009 7:45 am

Altre domande sulla fidejussione:
Ho trovato una banca disposta a farla, ma mi hanno fatto le seguente domande:
La fidejussione deve essere fatta per il tempo essatto del soggiorno, o se è per un periodo piu lungo fanno delle storie?
Le date essatte del soggiorno vengono riportate nella fidejussione, o
si possono chiedere anche se si hanno ancora le date definitive?

Grazie!
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
maridommi



Numero di messaggi : 1
Data d'iscrizione : 23.04.09

MessaggioOggetto: Re: VISTO TURISTICO: CONSIGLI PRATICI   Gio Apr 23, 2009 7:47 am

E' la prima volta che entro in questo forum, quindi salve a tutti!
Conosco molto bene le modalità di richiesta del visto, poichè il mio fidanzato è congolese e nel mese di novembre ha avuto il suo visto turistico per un mese e tutto è andato benissimo.
Ora abbiamo deciso di sposarci e, quindi, è necessario richiedere un visto più lungo, quindi di 3 mesi: a marzo ho parlato con l'ambasciata in Congo e mi hanno consigliato di scrivere una lettera in cui faccio presente questa esigenza e, anche stavolta, a quanto pare, non dovrebbero esserci problemi.
Il motivo per cui vi scrivo è dovuto al fatto che il mio futuro marito ha un figlio adottivo e questo bambino non ha altre persone che si prendano cura di lui: perciò è nostro grande desiderio averlo qui con noi, soprattutto perchè ha una salute abbastanza cagionevole. L'ambasciata, su mia richiesta, risponde testualmente:
"Per quanto riguarda il bambino di cui il suo fidanzato ha in corso una pratica di adozione Le ricordo che, al momento, il minore, straniero, non ha alcun legame con Lei, cittadina italiana, e quindi non posso assolutamente rilasciargli il visto d'ingresso in quanto la sua presenza sul territorio sarebbe illegale".
Mi domando: possibile che il bimbo non abbia il diritto almeno di chiedere un visto turistico? Per il mio ragazzo ho provveduto, a suo tempo, ad inviare un invito, a stipulare un'assicurazione e una polizza fidejussoria: non potrei fare la stessa cosa adesso per entrambi?
Grazie mille per la risposta!
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
zoga



Numero di messaggi : 7
Data d'iscrizione : 28.01.09

MessaggioOggetto: Re: VISTO TURISTICO: CONSIGLI PRATICI   Gio Apr 23, 2009 8:36 am

Salve,
Sto realizzando la procedura per fare il ricongiungimento familiare con la mia mamma, io sono cittadina italiana. E' il nostro secondo intento visto che la volta prima li è stato negato il visto perché il luogo di nascita che presentaba il suo passaporte era diverso da quello sul mio certificato di nascita. Nella Repubblica Dominicana questi errori anagrafici sono molto frequenti, e non abbiamo avuto particolare difficoltà perche li fosse risconosciuto e sistemato l'errore sul passaporto.
Vista la esatezza dei dati che esige l'ambasciata, la nostra preocupazione ora è la seguente:
Mia mamma si chiama (uso qui un nome finto per proteggere la sua privacy) "Maria Perez Sánchez" il suo nome di sposata è "Maria Perez Sanchez de Guzman" nome che compare nel suo passaporto en anche nella sua carta d'identità.
Sul certificato di nascita mio e di miei fratelli compare che siamo figli di "Maria Perez" sposata con Guzman, NO "Maria Perez sanchez" sposata con Guzman.

Mi domandavo se questo è un dettaglio trascurabile o mia mamma dovra procedere a fare sistemare il mio certificato di nascita facendosi mettere il nome completo?

Ringrazio l'aiuto che potete darmi, per noi è molto importante riuscire a stare finalmente insieme.
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
Amedeo
Amministratori
Amministratori


Numero di messaggi : 1613
Età : 67
Data d'iscrizione : 14.06.08

MessaggioOggetto: Re: VISTO TURISTICO: CONSIGLI PRATICI   Gio Apr 23, 2009 10:53 am

maridommi ha scritto:
E' la prima volta che entro in questo forum, quindi salve a tutti!
Conosco molto bene le modalità di richiesta del visto, poichè il mio fidanzato è congolese e nel mese di novembre ha avuto il suo visto turistico per un mese e tutto è andato benissimo.
Ora abbiamo deciso di sposarci e, quindi, è necessario richiedere un visto più lungo, quindi di 3 mesi: a marzo ho parlato con l'ambasciata in Congo e mi hanno consigliato di scrivere una lettera in cui faccio presente questa esigenza e, anche stavolta, a quanto pare, non dovrebbero esserci problemi.
Il motivo per cui vi scrivo è dovuto al fatto che il mio futuro marito ha un figlio adottivo e questo bambino non ha altre persone che si prendano cura di lui: perciò è nostro grande desiderio averlo qui con noi, soprattutto perchè ha una salute abbastanza cagionevole. L'ambasciata, su mia richiesta, risponde testualmente:
"Per quanto riguarda il bambino di cui il suo fidanzato ha in corso una pratica di adozione Le ricordo che, al momento, il minore, straniero, non ha alcun legame con Lei, cittadina italiana, e quindi non posso assolutamente rilasciargli il visto d'ingresso in quanto la sua presenza sul territorio sarebbe illegale".
Mi domando: possibile che il bimbo non abbia il diritto almeno di chiedere un visto turistico? Per il mio ragazzo ho provveduto, a suo tempo, ad inviare un invito, a stipulare un'assicurazione e una polizza fidejussoria: non potrei fare la stessa cosa adesso per entrambi?
Grazie mille per la risposta!

Purtroppo non c'è questo diritto. Nel suo caso, poi, si intrecciano due fatti importanti che saranno sicuramente preclusivi al rilascio del visto:

- il rischio di immigrazione irregolare (il ragazzo potrebbe rimanere irregolarmente in Italia - non vi sono garanzie che ciò non accada);
- il rischio di traffico di minori (molto sentito dal consolato e poi in questa situazione in cui non è stato formalizzato l'affidamento o l'adozione).

Per evitare di lasciare in loco ed a lungo il bambino non posso non consigliarle il matrimonio in Congo, ma dopo aver formalizzato l'adozone da parte del suo fidanzato.

Un saluto,

_________________
Amedeo Intonti

Autore di:
- Manuale di sopravvivenza burocratica per italiani con partner straniero
- Ricongiungimento ... step by step
reperibili su www.edizionidellimpossibile.com

solo per casi riservatissimi, e-mail: amedeointonti@burocraziaconsolare.com
indice generale: http://www.burocraziaconsolare.com/amedeo-f80/indice-generale-di-amedeo-t767.htm#4762
Difensore Civico di www.tuttostranieri.it/forum/
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
Guido Baccoli
Fondatore
Fondatore


Numero di messaggi : 2756
Età : 64
Località : Santo Domingo - Rep. Dominicana
Data d'iscrizione : 12.01.08

MessaggioOggetto: Re: VISTO TURISTICO: CONSIGLI PRATICI   Ven Apr 24, 2009 1:36 am

zoga ha scritto:
Vista la esatezza dei dati che esige l'ambasciata, la nostra preocupazione ora è la seguente:
Mia mamma si chiama (uso qui un nome finto per proteggere la sua privacy) "Maria Perez Sánchez" il suo nome di sposata è "Maria Perez Sanchez de Guzman" nome che compare nel suo passaporto en anche nella sua carta d'identità.
Sul certificato di nascita mio e di miei fratelli compare che siamo figli di "Maria Perez" sposata con Guzman, NO "Maria Perez sanchez" sposata con Guzman.

Mi domandavo se questo è un dettaglio trascurabile o mia mamma dovra procedere a fare sistemare il mio certificato di nascita facendosi mettere il nome completo?

Ringrazio l'aiuto che potete darmi, per noi è molto importante riuscire a stare finalmente insieme.
L'esattezza dei dati purtroppo é uno dei gravi e ricorrenti problemi che si verificano in RD e l'Ambasciata fa bene a riichiedere questa esattezza, in modo da dimostrare inequivocabilmente il legame di parentela.

Non é peró strano che nell'atto di nascita suo e di sua sorella, compaia giá il cognome del marito di vostra madre, la norma dominicana ammette che quest'ultimo, prenda il posto del secondo cognome (che é quello della madre). L'importante peró é che nel passaporto e nella cedula, appaiano tutt'é tre i cognomi e che nel suo (quale figlia) atto di nascita, si faccia riferimento al numero della cedula o almeno appaia la data e il luogo di nascita di sua madre e che corrisponda con la cedula e passaporto. Se tutto corrisponde, non ci possono essere dubbi sull'identitá che la richiedente il visto (sua madre) sia davvero (scusi la cacofonia) sua madre. Al limite potrebbe anche presentare un certificato di matrimonio di sua madre, dove compaia anche il cognome del marito, suo padre e nuovamente il numero di cedula (che deve corrispondere) e la data e luogo di nascita.

_________________
Dr. Guido Baccoli
Consulente legale - Burocratico e Giuridico

Esclusivamente per chi desidera per propria scelta ed esigenza, chiedere una consulenza completa individuale nei minimi particolari del suo caso personale o una difesa extragiudiziale, puó scrivere ed ottenere un preventivo a guidobaccoli@hotmail.com
INDICE DEI MIEI ARGOMENTI PIÚ IMPORTANTI
http://www.burocraziaconsolare.com/guido-baccoli-f84/indice-argomenti-piu-rilevanti-ed-importanti-di-guido-baccoli-t787.htm
____________________________
É meglio non avere legge, che non farla osservare.
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente http://www.burocraziaconsolare.com
bonamitch



Numero di messaggi : 3
Data d'iscrizione : 10.10.09

MessaggioOggetto: Re: VISTO TURISTICO: CONSIGLI PRATICI   Sab Ott 10, 2009 2:18 am

Gentilmente, mi rivolgo a voi con la speranza di trovare qualche soluzione al mio problema. Ho avuto la mia cittadinanza italiana nel 2004, sono di provenienza cubana. Ora pero ho invitato alla mia mamma per un periodo de tre mesi, e in pratica vorrei prorogare oppure fare il ricongiungimento familiare di figlia a madre. Mi hanno detto che basta presentarsi in questura con il mio certificato de nascita e i nostri documenti, e accettano la pratica. Soltanto che in tanto il certificato di nascita non é ancora pronto, e mi hanno detto che nell’ambasciata italiana in Cuba si prevedono 60 giorni per legalizzare il certificato, nel frattempo scade il visto di 3 mesi per turismo ed io non so cosa fare. Ho un certificato di matrimonio cubano legalizzato nel 2001, perché io sono sposata con un italiano, dove specifica tanti i miei genitori come i genitori di mio marito, ne ho anche una fotocopia del certificato di nascita che avevo usato tanto tempo fa per chiedere la cittadinanza. È possibile fare uso di questi documenti in atessa del certificato di nascita che sto facendo in Cuba? Qualcuno può darmi una mano a ragionare e risolvere questo mio problema? Vi sarò grata. Il visto turistico scade il 14 di ottobre 2009. Per cioè mi farebbe comodo il vostro aiuto al più presto. Saluti
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
Amedeo
Amministratori
Amministratori


Numero di messaggi : 1613
Età : 67
Data d'iscrizione : 14.06.08

MessaggioOggetto: Re: VISTO TURISTICO: CONSIGLI PRATICI   Sab Ott 10, 2009 12:38 pm

bonamitch ha scritto:
Gentilmente, mi rivolgo a voi con la speranza di trovare qualche soluzione al mio problema. Ho avuto la mia cittadinanza italiana nel 2004, sono di provenienza cubana. Ora pero ho invitato alla mia mamma per un periodo de tre mesi, e in pratica vorrei prorogare oppure fare il ricongiungimento familiare di figlia a madre. Mi hanno detto che basta presentarsi in questura con il mio certificato de nascita e i nostri documenti, e accettano la pratica. Soltanto che in tanto il certificato di nascita non é ancora pronto, e mi hanno detto che nell’ambasciata italiana in Cuba si prevedono 60 giorni per legalizzare il certificato, nel frattempo scade il visto di 3 mesi per turismo ed io non so cosa fare. Ho un certificato di matrimonio cubano legalizzato nel 2001, perché io sono sposata con un italiano, dove specifica tanti i miei genitori come i genitori di mio marito, ne ho anche una fotocopia del certificato di nascita che avevo usato tanto tempo fa per chiedere la cittadinanza. È possibile fare uso di questi documenti in atessa del certificato di nascita che sto facendo in Cuba? Qualcuno può darmi una mano a ragionare e risolvere questo mio problema? Vi sarò grata. Il visto turistico scade il 14 di ottobre 2009. Per cioè mi farebbe comodo il vostro aiuto al più presto. Saluti

Se è cittadina italiana avrà registrato in comune il suio certificato di nascita cubano con i nomi dei genitori. Può benissimo, quindi, autocertificare questo dato.

In questura non chieda un PdS ai sensi del TU 286 art. 19, ma una Carta di Soggiorno ai sensi del DL n. 30 del 2007 (è gratuita, dura 5 anni e conferisce maggiori garanzie allo straniero).

Un saluto,

_________________
Amedeo Intonti

Autore di:
- Manuale di sopravvivenza burocratica per italiani con partner straniero
- Ricongiungimento ... step by step
reperibili su www.edizionidellimpossibile.com

solo per casi riservatissimi, e-mail: amedeointonti@burocraziaconsolare.com
indice generale: http://www.burocraziaconsolare.com/amedeo-f80/indice-generale-di-amedeo-t767.htm#4762
Difensore Civico di www.tuttostranieri.it/forum/
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
Guido Baccoli
Fondatore
Fondatore


Numero di messaggi : 2756
Età : 64
Località : Santo Domingo - Rep. Dominicana
Data d'iscrizione : 12.01.08

MessaggioOggetto: Re: VISTO TURISTICO: CONSIGLI PRATICI   Dom Ott 11, 2009 4:28 pm

Meglio anora che certificarlo, potrebbe benissimo richiedere l'originale dal Comune italiano e presenta quello.

_________________
Dr. Guido Baccoli
Consulente legale - Burocratico e Giuridico

Esclusivamente per chi desidera per propria scelta ed esigenza, chiedere una consulenza completa individuale nei minimi particolari del suo caso personale o una difesa extragiudiziale, puó scrivere ed ottenere un preventivo a guidobaccoli@hotmail.com
INDICE DEI MIEI ARGOMENTI PIÚ IMPORTANTI
http://www.burocraziaconsolare.com/guido-baccoli-f84/indice-argomenti-piu-rilevanti-ed-importanti-di-guido-baccoli-t787.htm
____________________________
É meglio non avere legge, che non farla osservare.
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente http://www.burocraziaconsolare.com
bonamitch



Numero di messaggi : 3
Data d'iscrizione : 10.10.09

MessaggioOggetto: Re: VISTO TURISTICO: CONSIGLI PRATICI   Lun Ott 12, 2009 8:12 am

Grazie, Guido Baccoli, cosi ho fatto. Sono andata un'altra volta alla questura e mi hanno detto che bastava andare al Comune dove era depositato il mio certificato di nascita. E fino lì, tutto liscio, meno male, sono andata al Comune é mi hanno consegnato un certificato di nascita. ORA, pero, en la questura mi hanno detto che devo compilare il kit delle Poste per mia mamma, per il ricongiungimento familiare. "Non funziona più come prima" Mi ha detto cosi l'impiegata della questura che era allo sportello di informazione. Il Kit delle Poste, non lo capisco. Non viene spiegato in caso di ricongiungimento familiare cosa compilare. Sto diventando pazza. Qualcuno mi può spiegare gentilmente, quale dei due moduli devo compilare. Mod 209 modulo1 oppure mod 209 modulo 2. AIUTO. Dovrei consegnarli domani alla posta per non fare scadere il permesso di turismo di 3 mese che ha mia mamma. Qualcuno mi può dare una mano, per favore!!!!!!!!!!!
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
Amedeo
Amministratori
Amministratori


Numero di messaggi : 1613
Età : 67
Data d'iscrizione : 14.06.08

MessaggioOggetto: Re: VISTO TURISTICO: CONSIGLI PRATICI   Lun Ott 12, 2009 10:05 am

bonamitch ha scritto:
Grazie, Guido Baccoli, cosi ho fatto. Sono andata un'altra volta alla questura e mi hanno detto che bastava andare al Comune dove era depositato il mio certificato di nascita. E fino lì, tutto liscio, meno male, sono andata al Comune é mi hanno consegnato un certificato di nascita. ORA, pero, en la questura mi hanno detto che devo compilare il kit delle Poste per mia mamma, per il ricongiungimento familiare. "Non funziona più come prima" Mi ha detto cosi l'impiegata della questura che era allo sportello di informazione. Il Kit delle Poste, non lo capisco. Non viene spiegato in caso di ricongiungimento familiare cosa compilare. Sto diventando pazza. Qualcuno mi può spiegare gentilmente, quale dei due moduli devo compilare. Mod 209 modulo1 oppure mod 209 modulo 2. AIUTO. Dovrei consegnarli domani alla posta per non fare scadere il permesso di turismo di 3 mese che ha mia mamma. Qualcuno mi può dare una mano, per favore!!!!!!!!!!!

Per richiedere la Carta di Soggiorno per sua madre ai sensi del DL 30 del 2007 non bisogna compilare il kit postale, ma si va direttamente allo sportello, si compila la domanda e si consegnano i documenti. Qualunque altra informazione le abbiano dato serve per non farle fare la domanda di CdS, ma di solo PdS ai sensi del TU 286. Molti Uffici Immigrazione ostacolano in tutti i modi la presentazione delle domande di CdS per motivi poco chiari e bisogna impuntarsi.

Se non le prendono la domanda allo sportello vada dai carabinieri più vicini e quereli (denunci) l'Ufficio Immigrazione per "omissione in atti d'ufficio". Vedrà che tutto cambia improvvisamente (specialmente se i carabinieri telefonano loro subito - spesso lo fanno).

Sia madre, in quanto madre di cittadino italiano/comunitario non potrà mai essere considerata irregolare e/o clandestina, specialmente quando dimostra di aver tentato già di presentare la domanda di CdS. Faccia circolare sempre sua madre con una copia del suo certificato di nascita con nomi dei genitori e di un suo certificato di cittadinanza italiana.

Un saluto,

_________________
Amedeo Intonti

Autore di:
- Manuale di sopravvivenza burocratica per italiani con partner straniero
- Ricongiungimento ... step by step
reperibili su www.edizionidellimpossibile.com

solo per casi riservatissimi, e-mail: amedeointonti@burocraziaconsolare.com
indice generale: http://www.burocraziaconsolare.com/amedeo-f80/indice-generale-di-amedeo-t767.htm#4762
Difensore Civico di www.tuttostranieri.it/forum/
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
bostik
Amministratori
Amministratori


Numero di messaggi : 3625
Località : Colombia
Data d'iscrizione : 22.07.08

MessaggioOggetto: Re: VISTO TURISTICO: CONSIGLI PRATICI   Lun Ott 12, 2009 10:08 am

bonamitch ha scritto:
Grazie, Guido Baccoli, cosi ho fatto. Sono andata un'altra volta alla questura e mi hanno detto che bastava andare al Comune dove era depositato il mio certificato di nascita. E fino lì, tutto liscio, meno male, sono andata al Comune é mi hanno consegnato un certificato di nascita. ORA, pero, en la questura mi hanno detto che devo compilare il kit delle Poste per mia mamma, per il ricongiungimento familiare. "Non funziona più come prima" Mi ha detto cosi l'impiegata della questura che era allo sportello di informazione. Il Kit delle Poste, non lo capisco. Non viene spiegato in caso di ricongiungimento familiare cosa compilare. Sto diventando pazza. Qualcuno mi può spiegare gentilmente, quale dei due moduli devo compilare. Mod 209 modulo1 oppure mod 209 modulo 2. AIUTO. Dovrei consegnarli domani alla posta per non fare scadere il permesso di turismo di 3 mese che ha mia mamma. Qualcuno mi può dare una mano, per favore!!!!!!!!!!!

É la solita storia...la "questurina" ha fatto orecchie da mercante...il nuovo pacchetto sicurezza non ha sostituito il dlgs.30/2007 che é la normativa a cui ti devi riferire:tua madre ha diritto alla CDS!
Torna in questura e se non vogliono accettare la domanda comunica loro che ti recherai presso la piú vicina stazione dei carabinieri a fare querela...vedrai come si muovono!
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
Contenuto sponsorizzato




MessaggioOggetto: Re: VISTO TURISTICO: CONSIGLI PRATICI   Oggi a 12:22 pm

Tornare in alto Andare in basso
 
VISTO TURISTICO: CONSIGLI PRATICI
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 1 di 2Andare alla pagina : 1, 2  Seguente
 Argomenti simili
-
» VISTO TURISTICO: CONSIGLI PRATICI
» Visto turistico !
» crearmi un lavoro con visto turistico
» Durata e validità visto turistico
» Chiarimento su visto turistico da 90 giorni

Permesso di questo forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
Italiani all'Estero e Stranieri in Italia :: ITALIANI ALL'ESTERO :: BUROCRAZIA E ATTI CONSOLARI :: IL VISTO-
Andare verso: