Italiani all'Estero e Stranieri in Italia

Consolato, Ambasciata, Matrimonio all'estero, Divorzio all'Estero, divorzio rapido, divorzio al vapore, Stranieri in Italia, Matrimoni misti, sposarsi all'estero, divorziarsi all'estero. REPUBBLICA DOMINICANA
 
IndiceIndice  PortalePortale  GalleriaGalleria  FAQFAQ  CercaCerca  RegistratiRegistrati  AccediAccedi  

Condividere | 
 

 Matrimonio presso Consolato tra extracomunitari

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
Vai alla pagina : 1, 2  Seguente
AutoreMessaggio
comunidadmexicanaroma



Numero di messaggi : 33
Età : 46
Località : Roma
Data d'iscrizione : 22.06.09

MessaggioTitolo: Matrimonio presso Consolato tra extracomunitari   Mer Mar 24, 2010 2:30 pm

Buonasera a tutti.

Vorremmo proporre il seguente caso:

1) Due cittadini extracomunitari;
2) Lui è regolarmente residente in Italia con permesso di soggiorno per lavoro;
3) Lei NON è in regola con i documenti ma vive in Italia;
4) Visto che la nuova legge non permette più il matrimonio in Comune quando uno dei contraenti è irregolare, hanno deciso di sposarsi presso il Consolato in Italia del paese d'origine.

La domanda è:
Una volta celebrato il matrimonio in Consolato cosa dovranno fare in Italia per regolarizzare la situazione della donna?

In attesa di riscontro, un fraterno saluto
Vincenzo
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente http://www.comunidad-mexicana.com/
Amedeo
Amministratori
Amministratori


Numero di messaggi : 1613
Età : 68
Data d'iscrizione : 14.06.08

MessaggioTitolo: Re: Matrimonio presso Consolato tra extracomunitari   Mer Mar 24, 2010 5:10 pm

comunidadmexicanaroma ha scritto:
Buonasera a tutti.

Vorremmo proporre il seguente caso:

1) Due cittadini extracomunitari;
2) Lui è regolarmente residente in Italia con permesso di soggiorno per lavoro;
3) Lei NON è in regola con i documenti ma vive in Italia;
4) Visto che la nuova legge non permette più il matrimonio in Comune quando uno dei contraenti è irregolare, hanno deciso di sposarsi presso il Consolato in Italia del paese d'origine.

La domanda è:
Una volta celebrato il matrimonio in Consolato cosa dovranno fare in Italia per regolarizzare la situazione della donna?

In attesa di riscontro, un fraterno saluto
Vincenzo

Per un difetto di formulazione delle norme italiane, un matrimonio celebrato in un consolato straniero in Italia non è riconoscibile (non è valido per l'Italia).

Un saluto,

_________________
Amedeo Intonti

Autore di:
- Manuale di sopravvivenza burocratica per italiani con partner straniero
- Ricongiungimento ... step by step
reperibili su www.edizionidellimpossibile.com

solo per casi riservatissimi, e-mail: amedeointonti@burocraziaconsolare.com
indice generale: http://www.burocraziaconsolare.com/amedeo-f80/indice-generale-di-amedeo-t767.htm#4762
Difensore Civico di www.tuttostranieri.it/forum/
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
comunidadmexicanaroma



Numero di messaggi : 33
Età : 46
Località : Roma
Data d'iscrizione : 22.06.09

MessaggioTitolo: Re: Matrimonio presso Consolato tra extracomunitari   Gio Mar 25, 2010 3:15 pm

Amedeo ha scritto:
comunidadmexicanaroma ha scritto:
Buonasera a tutti.

Vorremmo proporre il seguente caso:

1) Due cittadini extracomunitari;
2) Lui è regolarmente residente in Italia con permesso di soggiorno per lavoro;
3) Lei NON è in regola con i documenti ma vive in Italia;
4) Visto che la nuova legge non permette più il matrimonio in Comune quando uno dei contraenti è irregolare, hanno deciso di sposarsi presso il Consolato in Italia del paese d'origine.

La domanda è:
Una volta celebrato il matrimonio in Consolato cosa dovranno fare in Italia per regolarizzare la situazione della donna?

In attesa di riscontro, un fraterno saluto
Vincenzo

Per un difetto di formulazione delle norme italiane, un matrimonio celebrato in un consolato straniero in Italia non è riconoscibile (non è valido per l'Italia).

Un saluto,

Grazie per aver risposto: dunque «piove sul bagnato»... cosa potete consigliare in merito al quesito?

In attesa di riscontro, un fraterno saluto
Vincenzo
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente http://www.comunidad-mexicana.com/
Amedeo
Amministratori
Amministratori


Numero di messaggi : 1613
Età : 68
Data d'iscrizione : 14.06.08

MessaggioTitolo: Re: Matrimonio presso Consolato tra extracomunitari   Ven Mar 26, 2010 5:32 pm

comunidadmexicanaroma ha scritto:
Amedeo ha scritto:
comunidadmexicanaroma ha scritto:
Buonasera a tutti.

Vorremmo proporre il seguente caso:

1) Due cittadini extracomunitari;
2) Lui è regolarmente residente in Italia con permesso di soggiorno per lavoro;
3) Lei NON è in regola con i documenti ma vive in Italia;
4) Visto che la nuova legge non permette più il matrimonio in Comune quando uno dei contraenti è irregolare, hanno deciso di sposarsi presso il Consolato in Italia del paese d'origine.

La domanda è:
Una volta celebrato il matrimonio in Consolato cosa dovranno fare in Italia per regolarizzare la situazione della donna?

In attesa di riscontro, un fraterno saluto
Vincenzo

Per un difetto di formulazione delle norme italiane, un matrimonio celebrato in un consolato straniero in Italia non è riconoscibile (non è valido per l'Italia).

Un saluto,

Grazie per aver risposto: dunque «piove sul bagnato»... cosa potete consigliare in merito al quesito?

In attesa di riscontro, un fraterno saluto
Vincenzo

Matrimonio in patria e ricongiungimento successivo. Non c'è altra strada.

Un saluto,

_________________
Amedeo Intonti

Autore di:
- Manuale di sopravvivenza burocratica per italiani con partner straniero
- Ricongiungimento ... step by step
reperibili su www.edizionidellimpossibile.com

solo per casi riservatissimi, e-mail: amedeointonti@burocraziaconsolare.com
indice generale: http://www.burocraziaconsolare.com/amedeo-f80/indice-generale-di-amedeo-t767.htm#4762
Difensore Civico di www.tuttostranieri.it/forum/
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
Guido Baccoli
Fondatore
Fondatore
avatar

Numero di messaggi : 2760
Età : 65
Località : Santo Domingo - Rep. Dominicana
Data d'iscrizione : 12.01.08

MessaggioTitolo: Re: Matrimonio presso Consolato tra extracomunitari   Mer Mar 31, 2010 1:42 am

Il ricongiungimento deve essere fatto tramite ottenimento del Nulla Osta; il regolare é comunque un extracomunitario. Passati 90 gg senza aver ottenuto il Nulla Osta, si puó chiedere direttamente il visto per ricongiungimento familiare direttamente all'Ambasciata italiana, presentando tutta la documentazuione presentata in Italia. Il visto deve essere concesso entro 30 gg dalla richiesta.

_________________
Dr. Guido Baccoli
Consulente legale - Burocratico e Giuridico

ESCLUSIVAMENTE E SOLO per chi desidera per propria scelta ed esigenza, chiedere una consulenza completa individuale nei minimi particolari del suo caso personale o una difesa extragiudiziale, puó scrivere ed ottenere un preventivo di retribuzione e spese SPECIFICANDO NELL'OGGETTO: "PREVENTIVO" a guidobaccoli@hotmail.com .
INDICE DEI MIEI ARGOMENTI PIÚ IMPORTANTI
http://www.burocraziaconsolare.com/guido-baccoli-f84/indice-argomenti-piu-rilevanti-ed-importanti-di-guido-baccoli-t787.htm
____________________________
É meglio non avere legge, che non farla osservare.
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente http://www.burocraziaconsolare.com
Gianfranco Di Siena
Moderatore
Moderatore


Numero di messaggi : 7
Località : Milano, corso Buenos Aires 45
Data d'iscrizione : 23.01.10

MessaggioTitolo: matrimonio tra due cittadini extracomunitari   Mer Mar 31, 2010 5:32 am

“” Il ricongiungimento deve essere fatto tramite ottenimento
del Nulla Osta; il regolare é comunque un extracomunitario. Passati 90 gg senza
aver ottenuto il Nulla Osta, si puó chiedere direttamente il visto per
ricongiungimento familiare direttamente all'Ambasciata italiana, presentando
tutta la documentazuione presentata in Italia. Il visto deve essere concesso
entro 30 gg dalla richiesta.””





La possibilità di richiedere direttamente all’ Ambasciata
italiana il visto di ingresso in Italia presentando tutta la documentazione
presentata in Italia non è più consentita:


Il comma 8 dell’ art. 29 del Testo Unico così stabiliva:


-
“Trascorsi centottanta giorni dalla richiesta del nulla
osta, l’interessato può ottenere il visto di ingresso direttamente dalle
rappresentanze diplomatiche e consolari italiane, dietro esibizione della copia
degli atti contrassegnata dallo sportello unico per l’immigrazione, da cui
risulti la data di presentazione della domanda e della relativa documentazione”.





Tale comma 8 è stato sostituito dalla legge legge 15 luglio
2009, n. 94 secondo cui:


……………………………………………………………..


u) all’articolo 29, il comma 8 è sostituito dal seguente:
«8. Il nulla osta al ricongiungimento familiare è rilasciato entro centottanta giorni
dalla richiesta»;

_________________
Avv. Gianfranco Di Siena
Corso Buenos Aires, n. 45
Milano
Tel/Fax: 02-29531935
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
Guido Baccoli
Fondatore
Fondatore
avatar

Numero di messaggi : 2760
Età : 65
Località : Santo Domingo - Rep. Dominicana
Data d'iscrizione : 12.01.08

MessaggioTitolo: Re: Matrimonio presso Consolato tra extracomunitari   Gio Apr 01, 2010 6:01 pm

Gianfranco Di Siena ha scritto:
La possibilità di richiedere direttamente all’ Ambasciata
italiana il visto di ingresso in Italia presentando tutta la documentazione
presentata in Italia non è più consentita:
Il comma 8 dell’ art. 29 del Testo Unico così stabiliva:

“Trascorsi centottanta giorni dalla richiesta del nulla
osta, l’interessato può ottenere il visto di ingresso direttamente dalle
rappresentanze diplomatiche e consolari italiane, dietro esibizione della copia
degli atti contrassegnata dallo sportello unico per l’immigrazione, da cui
risulti la data di presentazione della domanda e della relativa documentazione”.

Tale comma 8 è stato sostituito dalla legge legge 15 luglio
2009, n. 94 secondo cui:
……………………………………………………………..
u) all’articolo 29, il comma 8 è sostituito dal seguente:
«8. Il nulla osta al ricongiungimento familiare è rilasciato entro centottanta giorni
dalla richiesta»;
Verissimo e grazie per la giusta osservazione-correzione. Quindi hanno anche tolto il limite di 30 gg per il rilascio del visto....altra modifica a favore dei giá gravi ritardi e disservizi degli Uff Consolari. Mica male questi legislatori, che come dice Amedeo non é che prendano uno stipendiuccio. Roba da matti.

_________________
Dr. Guido Baccoli
Consulente legale - Burocratico e Giuridico

ESCLUSIVAMENTE E SOLO per chi desidera per propria scelta ed esigenza, chiedere una consulenza completa individuale nei minimi particolari del suo caso personale o una difesa extragiudiziale, puó scrivere ed ottenere un preventivo di retribuzione e spese SPECIFICANDO NELL'OGGETTO: "PREVENTIVO" a guidobaccoli@hotmail.com .
INDICE DEI MIEI ARGOMENTI PIÚ IMPORTANTI
http://www.burocraziaconsolare.com/guido-baccoli-f84/indice-argomenti-piu-rilevanti-ed-importanti-di-guido-baccoli-t787.htm
____________________________
É meglio non avere legge, che non farla osservare.
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente http://www.burocraziaconsolare.com
drane



Numero di messaggi : 14
Età : 32
Data d'iscrizione : 15.04.10

MessaggioTitolo: Re: Matrimonio presso Consolato tra extracomunitari   Gio Apr 15, 2010 5:09 pm

salve a tutti. ho un'amica in una situazione analoga.
lei si è sposata col marito irregolare in consolato.
sta pensando di far trascrivere il matrimonio nel suo comune di nascita e quindi far legalizzare questo documento in ambasciata italiana. è una strada percorribile per poter ricongiungersi al marito?
inoltre lei è in possesso di cds senza scadenza rilasciata dalla questura di una città diversa dalla quale risiede. quando chiederà la nuova cds nella nuova città di residenza, potrebbe richiedere l'aggiornamento del proprio stato civile in modo che il nome del marito figuri sulla sua cds?? mille grazie per l'attenzione e per le cortesi risposte.
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
Guido Baccoli
Fondatore
Fondatore
avatar

Numero di messaggi : 2760
Età : 65
Località : Santo Domingo - Rep. Dominicana
Data d'iscrizione : 12.01.08

MessaggioTitolo: Re: Matrimonio presso Consolato tra extracomunitari   Sab Apr 17, 2010 6:30 pm

drane ha scritto:
salve a tutti. ho un'amica in una situazione analoga.
lei si è sposata col marito irregolare in consolato.
sta pensando di far trascrivere il matrimonio nel suo comune di nascita e quindi far legalizzare questo documento in ambasciata italiana. è una strada percorribile per poter ricongiungersi al marito?
inoltre lei è in possesso di cds senza scadenza rilasciata dalla questura di una città diversa dalla quale risiede. quando chiederà la nuova cds nella nuova città di residenza, potrebbe richiedere l'aggiornamento del proprio stato civile in modo che il nome del marito figuri sulla sua cds?? mille grazie per l'attenzione e per le cortesi risposte.
Sembrerebbe possibile, almeno questo é stato da me proposto come soluzione al ''favor matrimoni''., ma sicxuramente é bene munirsi di un buon avvocato esperto in materia matrimoniale anche all'estero.

_________________
Dr. Guido Baccoli
Consulente legale - Burocratico e Giuridico

ESCLUSIVAMENTE E SOLO per chi desidera per propria scelta ed esigenza, chiedere una consulenza completa individuale nei minimi particolari del suo caso personale o una difesa extragiudiziale, puó scrivere ed ottenere un preventivo di retribuzione e spese SPECIFICANDO NELL'OGGETTO: "PREVENTIVO" a guidobaccoli@hotmail.com .
INDICE DEI MIEI ARGOMENTI PIÚ IMPORTANTI
http://www.burocraziaconsolare.com/guido-baccoli-f84/indice-argomenti-piu-rilevanti-ed-importanti-di-guido-baccoli-t787.htm
____________________________
É meglio non avere legge, che non farla osservare.
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente http://www.burocraziaconsolare.com
drane



Numero di messaggi : 14
Età : 32
Data d'iscrizione : 15.04.10

MessaggioTitolo: Re: Matrimonio presso Consolato tra extracomunitari   Lun Apr 19, 2010 2:38 am

la ringrazio. cercherò di aggiornarvi. se dovesse riuscire, potrebbe costituire un buon precedente per altri in situazioni analoghe.
mille grazie per l'aiuto.
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
Guido Baccoli
Fondatore
Fondatore
avatar

Numero di messaggi : 2760
Età : 65
Località : Santo Domingo - Rep. Dominicana
Data d'iscrizione : 12.01.08

MessaggioTitolo: Re: Matrimonio presso Consolato tra extracomunitari   Mar Apr 20, 2010 1:34 pm

Le faccio le mie congratulazioni per il suo spirito combattivo nel chiarire il diritto e soprattutto per farlo anche per un precedente senz'altro importante per gli altri. Ci tenga informati, le saremmo molto grati.

_________________
Dr. Guido Baccoli
Consulente legale - Burocratico e Giuridico

ESCLUSIVAMENTE E SOLO per chi desidera per propria scelta ed esigenza, chiedere una consulenza completa individuale nei minimi particolari del suo caso personale o una difesa extragiudiziale, puó scrivere ed ottenere un preventivo di retribuzione e spese SPECIFICANDO NELL'OGGETTO: "PREVENTIVO" a guidobaccoli@hotmail.com .
INDICE DEI MIEI ARGOMENTI PIÚ IMPORTANTI
http://www.burocraziaconsolare.com/guido-baccoli-f84/indice-argomenti-piu-rilevanti-ed-importanti-di-guido-baccoli-t787.htm
____________________________
É meglio non avere legge, che non farla osservare.
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente http://www.burocraziaconsolare.com
Sereno.SCOLARO
Moderatore
Moderatore


Numero di messaggi : 420
Data d'iscrizione : 02.03.08

MessaggioTitolo: Re: Matrimonio presso Consolato tra extracomunitari   Mer Apr 21, 2010 12:22 am

drane ha scritto:
salve a tutti. ho un'amica in una situazione analoga.
lei si è sposata col marito irregolare in consolato.
sta pensando di far trascrivere il matrimonio nel suo comune di nascita e quindi far legalizzare questo documento in ambasciata italiana. è una strada percorribile per poter ricongiungersi al marito?
inoltre lei è in possesso di cds senza scadenza rilasciata dalla questura di una città diversa dalla quale risiede. quando chiederà la nuova cds nella nuova città di residenza, potrebbe richiedere l'aggiornamento del proprio stato civile in modo che il nome del marito figuri sulla sua cds?? mille grazie per l'attenzione e per le cortesi risposte.

Se entramni i coniugi siano cittadini dello Stato di appartenenza del consolato, il matrimonio ha effetti (anche per l'Italia). Il consolato, se previsto dalla legge dello Stato di appartenenza, puo' anche rilasciarne certificazioni, soggette a legalizzazione ai sensi dell'art. 33, comma 4 d.P.R. 28 dicembre 2000, n. 445 qualora debbano essere fatte valere in Italia (la legalizzazione delle "certificazioni" consolari non è necessaria se si tratti di Stato aderente alla Convenzione fatta a Londra il 7 giugno 1968).
Uno straniero che non sia iscritto in Anagrafe (ma se sia in possesso di C.d.S., oggi "permesso di soggiorno CE per soggiornanti di lunga durata", non potrebbe non esservi iscrizione anagrafica), in caso di cambiamento di indirizzo ha l'obbligo di darne comunicazione, entro 15 giorni, alla questura.
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
Amedeo
Amministratori
Amministratori


Numero di messaggi : 1613
Età : 68
Data d'iscrizione : 14.06.08

MessaggioTitolo: Re: Matrimonio presso Consolato tra extracomunitari   Mer Apr 21, 2010 4:30 pm

Sereno.SCOLARO ha scritto:
drane ha scritto:
salve a tutti. ho un'amica in una situazione analoga.
lei si è sposata col marito irregolare in consolato.
sta pensando di far trascrivere il matrimonio nel suo comune di nascita e quindi far legalizzare questo documento in ambasciata italiana. è una strada percorribile per poter ricongiungersi al marito?
inoltre lei è in possesso di cds senza scadenza rilasciata dalla questura di una città diversa dalla quale risiede. quando chiederà la nuova cds nella nuova città di residenza, potrebbe richiedere l'aggiornamento del proprio stato civile in modo che il nome del marito figuri sulla sua cds?? mille grazie per l'attenzione e per le cortesi risposte.

Se entramni i coniugi siano cittadini dello Stato di appartenenza del consolato, il matrimonio ha effetti (anche per l'Italia). Il consolato, se previsto dalla legge dello Stato di appartenenza, puo' anche rilasciarne certificazioni, soggette a legalizzazione ai sensi dell'art. 33, comma 4 d.P.R. 28 dicembre 2000, n. 445 qualora debbano essere fatte valere in Italia (la legalizzazione delle "certificazioni" consolari non è necessaria se si tratti di Stato aderente alla Convenzione fatta a Londra il 7 giugno 1968).
Uno straniero che non sia iscritto in Anagrafe (ma se sia in possesso di C.d.S., oggi "permesso di soggiorno CE per soggiornanti di lunga durata", non potrebbe non esservi iscrizione anagrafica), in caso di cambiamento di indirizzo ha l'obbligo di darne comunicazione, entro 15 giorni, alla questura.

Buonissima notizia, allora.

Mi chiedo, poi, se si può sostenere una qualche tesi per rendere valido e trascrivibile un matrimonio contratto da un cittadino italiano ed uno straniero nel suo consolato in Italia.

Un saluto,

_________________
Amedeo Intonti

Autore di:
- Manuale di sopravvivenza burocratica per italiani con partner straniero
- Ricongiungimento ... step by step
reperibili su www.edizionidellimpossibile.com

solo per casi riservatissimi, e-mail: amedeointonti@burocraziaconsolare.com
indice generale: http://www.burocraziaconsolare.com/amedeo-f80/indice-generale-di-amedeo-t767.htm#4762
Difensore Civico di www.tuttostranieri.it/forum/
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
Guido Baccoli
Fondatore
Fondatore
avatar

Numero di messaggi : 2760
Età : 65
Località : Santo Domingo - Rep. Dominicana
Data d'iscrizione : 12.01.08

MessaggioTitolo: Re: Matrimonio presso Consolato tra extracomunitari   Mer Apr 21, 2010 9:37 pm

Amedeo ha scritto:
Sereno.SCOLARO ha scritto:
drane ha scritto:
salve a tutti. ho un'amica in una situazione analoga.
lei si è sposata col marito irregolare in consolato.
sta pensando di far trascrivere il matrimonio nel suo comune di nascita e quindi far legalizzare questo documento in ambasciata italiana. è una strada percorribile per poter ricongiungersi al marito?
inoltre lei è in possesso di cds senza scadenza rilasciata dalla questura di una città diversa dalla quale risiede. quando chiederà la nuova cds nella nuova città di residenza, potrebbe richiedere l'aggiornamento del proprio stato civile in modo che il nome del marito figuri sulla sua cds?? mille grazie per l'attenzione e per le cortesi risposte.

Se entramni i coniugi siano cittadini dello Stato di appartenenza del consolato, il matrimonio ha effetti (anche per l'Italia). Il consolato, se previsto dalla legge dello Stato di appartenenza, puo' anche rilasciarne certificazioni, soggette a legalizzazione ai sensi dell'art. 33, comma 4 d.P.R. 28 dicembre 2000, n. 445 qualora debbano essere fatte valere in Italia (la legalizzazione delle "certificazioni" consolari non è necessaria se si tratti di Stato aderente alla Convenzione fatta a Londra il 7 giugno 1968).
Uno straniero che non sia iscritto in Anagrafe (ma se sia in possesso di C.d.S., oggi "permesso di soggiorno CE per soggiornanti di lunga durata", non potrebbe non esservi iscrizione anagrafica), in caso di cambiamento di indirizzo ha l'obbligo di darne comunicazione, entro 15 giorni, alla questura.

Buonissima notizia, allora.

Mi chiedo, poi, se si può sostenere una qualche tesi per rendere valido e trascrivibile un matrimonio contratto da un cittadino italiano ed uno straniero nel suo consolato in Italia.

Un saluto,
Ciao Amedeo, il DR Scolaro ha specificato che devono essere entrambi i coniugi, cittadini dello Stato di appartenenza del consolato.

La tesi che ho proposto io, mi pare in Tuttostranieri e non qui, credo comunque possa essere una soluzione legale, ma va probabilmente seguita da un legale italiano esperto in materia matrimoniale e di Riforma del Diritto Internazionale privato. D'altra parte, doversi divorziare all'estero per sciogliere un matrimonio celebrato in Consolato straniero in Italia e poi risposarsi, solo perché uno degli sposi é cittadino italiano, ed anche se esiste una legge mal scritta ed interpretata, che non lo riconosce, il solo fatto che il Consolato straniero lo ha permesso, celebrato con le norme dello Stato straniero rappresentato ed a quest'ultimo trasmesso per la trascrizione, mi sembra una ''soluzione'' davvero poco equa e poco sostenibile sia legalmente che giuridicamente.

Non so se il Dr. Scolaro sia d'accordo e mi farebbe piacere la sua opinione, ma a mio avviso e ripeto ció che ho risposto teoricamente nell'altro intervento, il certificato straniero di matrimonio rilasciato dall'Autoritá straniera, che non sia il Consolato, ma da quest'ultimo trasmesso, se legalizzato od apostillato e presentato per la relativa trascrizione nel Comune italiano, mi pare sia poco sostenibile il rifiuto anche da parte dell'UdSC in rispetto non solo del ''favor matrimoni', ma anche della 218/95 e del riconoscimento da parte dell'Italia del matrimonio valido per uno stato estero (purché non contrario all'ordine pubblico). Credo che sia ancor meno sostenibile davanti ad un Giudice in quanto non vedo motivi di contrarietá all'ordine pubblico.

_________________
Dr. Guido Baccoli
Consulente legale - Burocratico e Giuridico

ESCLUSIVAMENTE E SOLO per chi desidera per propria scelta ed esigenza, chiedere una consulenza completa individuale nei minimi particolari del suo caso personale o una difesa extragiudiziale, puó scrivere ed ottenere un preventivo di retribuzione e spese SPECIFICANDO NELL'OGGETTO: "PREVENTIVO" a guidobaccoli@hotmail.com .
INDICE DEI MIEI ARGOMENTI PIÚ IMPORTANTI
http://www.burocraziaconsolare.com/guido-baccoli-f84/indice-argomenti-piu-rilevanti-ed-importanti-di-guido-baccoli-t787.htm
____________________________
É meglio non avere legge, che non farla osservare.
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente http://www.burocraziaconsolare.com
Sereno.SCOLARO
Moderatore
Moderatore


Numero di messaggi : 420
Data d'iscrizione : 02.03.08

MessaggioTitolo: Re: Matrimonio presso Consolato tra extracomunitari   Gio Apr 22, 2010 12:51 am

1) Il matrimonio celebrato presso un consolato estero in Italia tra sposi di cui uno dei 2 sua cittadino italiano non è valido (si dovrebbe dire che sia inesistente, per l'ordinamento italiano), cosa già da molto tempo acclarata giurisprudenzialmente, sulla considerazione che avvenendo in territorio italiano non può derogarsi dall'applicazione della legge italiana.

2) Il matrimonio celebrato in consolato estero in Italia tra due stranieri (di cui almeno uno sia cittadino dello Stato cui appartiene il consolato, ovvio), è del tutto valido ed efficace. Tuttavia questo non puo' essere trascritto nei registri di stato civile, nemmeno ai sensi dell'art. 19 d.P.R. 3 novembre 2000, n. 396, difettando la condizione di celebrazione all'estero. Tuttavia, esso può essere oggetto di registrazioni anagrafiche e fatto, comunque, valere aventi ad autorità italiane.
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
Amedeo
Amministratori
Amministratori


Numero di messaggi : 1613
Età : 68
Data d'iscrizione : 14.06.08

MessaggioTitolo: Re: Matrimonio presso Consolato tra extracomunitari   Gio Apr 22, 2010 2:43 am

Sereno.SCOLARO ha scritto:
1) Il matrimonio celebrato presso un consolato estero in Italia tra sposi di cui uno dei 2 sua cittadino italiano non è valido (si dovrebbe dire che sia inesistente, per l'ordinamento italiano), cosa già da molto tempo acclarata giurisprudenzialmente, sulla considerazione che avvenendo in territorio italiano non può derogarsi dall'applicazione della legge italiana.

Tanto per continuare la discussione dal punto di vista accademico, dato che i consolati stranieri hanno notoriamente uno status particolare, non si riesce a sostenere che questi matrimoni sono stati celebrati in realtà in territorio estero e sono equivalenti in pratica ad un matrimonio celebrato all'estero?

Un saluto,

_________________
Amedeo Intonti

Autore di:
- Manuale di sopravvivenza burocratica per italiani con partner straniero
- Ricongiungimento ... step by step
reperibili su www.edizionidellimpossibile.com

solo per casi riservatissimi, e-mail: amedeointonti@burocraziaconsolare.com
indice generale: http://www.burocraziaconsolare.com/amedeo-f80/indice-generale-di-amedeo-t767.htm#4762
Difensore Civico di www.tuttostranieri.it/forum/
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
Sereno.SCOLARO
Moderatore
Moderatore


Numero di messaggi : 420
Data d'iscrizione : 02.03.08

MessaggioTitolo: Re: Matrimonio presso Consolato tra extracomunitari   Gio Apr 22, 2010 1:19 pm

Le rappresentanze, siano esse diplomatiche o consolari, non godono della c.d. extra-territorialità, ma hanno "prorogative" a loro tutela.
In altre parole, esse insistono sul territorio dello SDtato ospitante e non si può, proprio, considerare che un matrimonio, celebrato in queste sedi, sia celebrato all'estero.
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
Amedeo
Amministratori
Amministratori


Numero di messaggi : 1613
Età : 68
Data d'iscrizione : 14.06.08

MessaggioTitolo: Re: Matrimonio presso Consolato tra extracomunitari   Gio Apr 22, 2010 4:35 pm

Non potrebbe essere la stessa situazione dei matrimoni celebrati all'estero per procura di entrambi i due nubendi che materialmente invece sono in Italia?

In entrambi i casi (matrimonio per procura ed in consolato) le persone esprimono materialmente in Italia volontà che perfezionano un matrimonio, ma secondo leggi di uno stato diverso da quello italiano.

Non si riesce a trovare una tesi sostenibile? Continuo a pensare!!!

Un saluto,

_________________
Amedeo Intonti

Autore di:
- Manuale di sopravvivenza burocratica per italiani con partner straniero
- Ricongiungimento ... step by step
reperibili su www.edizionidellimpossibile.com

solo per casi riservatissimi, e-mail: amedeointonti@burocraziaconsolare.com
indice generale: http://www.burocraziaconsolare.com/amedeo-f80/indice-generale-di-amedeo-t767.htm#4762
Difensore Civico di www.tuttostranieri.it/forum/
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
Sereno.SCOLARO
Moderatore
Moderatore


Numero di messaggi : 420
Data d'iscrizione : 02.03.08

MessaggioTitolo: Re: Matrimonio presso Consolato tra extracomunitari   Ven Apr 23, 2010 1:29 am

Amedeo, non arrampicarti sugli specchi.
Il matrimonio per procura non può aversi se entrambi gli sposi siano in Italia, ma uno dei 2 deve essere residente all'estero.
Inoltre, le condizioni per contrarre matrimonio sono valutate dal tribunale, in sede di emanazione del decreto che autorizza, essendo istituto del tutto eccezionale, la celebrazione del matrimonio per procura, valutazione che, oltretutto, ha preliminarmente ad oggetto anche la sussistenza di "gravi motivi", tra i quali non può certo esservi quello dell'aggiramento (per cosi' dire) di norme di rango primario, oltretutto del medesimo Stato in cui è incardinato il tribunale .....
E' la forma delle celebrazione e le procedure locali per giungere alla celebrazione all'estero, che rimangono regolate dalla legge dello Stato in cui ha luogo la celebrazione (ma non le condizioni e presuppsoti per il ricorso all'istituto del matrimonio per procura).
Art. 111 CC.
Osservo, in fine, che la volonta' al matrimonio si manifesta solo al momento della celebrazione (anche quando, avvenendo per procura, questa si espressa da un "nuncius" (procuratore istitutito con atto pubblico) in nome e per conto di uno degli sposi, a ciò autorizzato dal tribunale). Gli atti precedenti e/o preliminari sono, appunto, ... preliminari.
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
Guido Baccoli
Fondatore
Fondatore
avatar

Numero di messaggi : 2760
Età : 65
Località : Santo Domingo - Rep. Dominicana
Data d'iscrizione : 12.01.08

MessaggioTitolo: Re: Matrimonio presso Consolato tra extracomunitari   Ven Apr 23, 2010 8:13 pm

Sereno.SCOLARO ha scritto:
.....
E' la forma delle celebrazione e le procedure locali per giungere alla celebrazione all'estero, che rimangono regolate dalla legge dello Stato in cui ha luogo la celebrazione (ma non le condizioni e presuppsoti per il ricorso all'istituto del matrimonio per procura).
Art. 111 CC.
Osservo, in fine, che la volonta' al matrimonio si manifesta solo al momento della celebrazione (anche quando, avvenendo per procura, questa si espressa da un "nuncius" (procuratore istitutito con atto pubblico) in nome e per conto di uno degli sposi, a ciò autorizzato dal tribunale). Gli atti precedenti e/o preliminari sono, appunto, ... preliminari.
Dr Scolaro, mi scusi, ma esiste un'intervento che pur differendo dal caso in oggetto, se intendo bene parte della sua replica dovrebbe essere nullo: riporto
bostik ha scritto:
Riguarda nello specifico un italiano che vuole sposarsi a Cuba per procura,in quanto impossibilitato a recarsi sull'isola.L'autoritá consolare cubana in Italia ha detto che puó fare la procura e non ha posto particolari condizioni se non quella di pagare l'onorario corrispondente.Ma anche io mi chiedo come il consolato cubano puó accettare che un cittadino che non ha la nazionalitá cubana possa fare una procura di quel tipo...
Guido Baccoli ha scritto:
Se la legge Cubana lo permette e se la Procura la fa l'Ambasciata cubana, il matrimonio si celebra secondo le forme del luogo (estero), per cui é assolutamente valido.
Ovviamente si deve chiedere la trascrizione in Italia da parte dell'Ambasciata italiana in Cuba.
Ripeto é differente la situazione, ma mi pare d'interpretare o sto capendo male.....(ma non le condizioni e presuppsoti per il ricorso all'istituto del matrimonio per procura). che secondo quest'ultimo principio da lei sottolineato alla fine, anche questo matrimonio per procura previsto dalla normativa cubana, non puó essere riconosciuto? Ricordo che é stato dichiarato valido in Italia con sentenza di Cassazione se non ricordo male, il matrimonio celebrato per telefono e riconosciuto e previsto da quello Stato estero.

Altro interrogativo piuttosto serio. Se é nullo il matrimonio celebrato in Consolato estero in territorio italiano, l'unica soluzione dunque, é quella prospettata da Amedeo in un altra discussione, di doversi divorziare nel Paese, visto che non si puó semplicemente risposare, che é rappresentato dal Consolato straniero e poi risposarsi? Mi pare un'assurditá e sono sincero, mi pare molto iniquo sotto tutti i punti divista.

_________________
Dr. Guido Baccoli
Consulente legale - Burocratico e Giuridico

ESCLUSIVAMENTE E SOLO per chi desidera per propria scelta ed esigenza, chiedere una consulenza completa individuale nei minimi particolari del suo caso personale o una difesa extragiudiziale, puó scrivere ed ottenere un preventivo di retribuzione e spese SPECIFICANDO NELL'OGGETTO: "PREVENTIVO" a guidobaccoli@hotmail.com .
INDICE DEI MIEI ARGOMENTI PIÚ IMPORTANTI
http://www.burocraziaconsolare.com/guido-baccoli-f84/indice-argomenti-piu-rilevanti-ed-importanti-di-guido-baccoli-t787.htm
____________________________
É meglio non avere legge, che non farla osservare.
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente http://www.burocraziaconsolare.com
Sereno.SCOLARO
Moderatore
Moderatore


Numero di messaggi : 420
Data d'iscrizione : 02.03.08

MessaggioTitolo: Re: Matrimonio presso Consolato tra extracomunitari   Sab Apr 24, 2010 12:50 pm

Sulle questioni inziali, richiamerei (entrambi) gli artt. 111 e 115 C.C.

Sull'ultima: non entro nel merito, sconfinandosi in considerazioni (appunto) di merito.
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
Amedeo
Amministratori
Amministratori


Numero di messaggi : 1613
Età : 68
Data d'iscrizione : 14.06.08

MessaggioTitolo: Re: Matrimonio presso Consolato tra extracomunitari   Sab Apr 24, 2010 4:33 pm

Sereno.SCOLARO ha scritto:
Amedeo, non arrampicarti sugli specchi.
Il matrimonio per procura non può aversi se entrambi gli sposi siano in Italia, ma uno dei 2 deve essere residente all'estero.
Inoltre, le condizioni per contrarre matrimonio sono valutate dal tribunale, in sede di emanazione del decreto che autorizza, essendo istituto del tutto eccezionale, la celebrazione del matrimonio per procura, valutazione che, oltretutto, ha preliminarmente ad oggetto anche la sussistenza di "gravi motivi", tra i quali non può certo esservi quello dell'aggiramento (per cosi' dire) di norme di rango primario, oltretutto del medesimo Stato in cui è incardinato il tribunale .....
E' la forma delle celebrazione e le procedure locali per giungere alla celebrazione all'estero, che rimangono regolate dalla legge dello Stato in cui ha luogo la celebrazione (ma non le condizioni e presuppsoti per il ricorso all'istituto del matrimonio per procura).
Art. 111 CC.
Osservo, in fine, che la volonta' al matrimonio si manifesta solo al momento della celebrazione (anche quando, avvenendo per procura, questa si espressa da un "nuncius" (procuratore istitutito con atto pubblico) in nome e per conto di uno degli sposi, a ciò autorizzato dal tribunale). Gli atti precedenti e/o preliminari sono, appunto, ... preliminari.

Chiedo scusa, ma mi ero espresso in modo incompleto. Non volevo parlare di matrimonio per procura secondo la legge italiana. Di questo conosco in linea di massima le possibilità.

Esistono invece alcuni stati (Messico, Pakistan e non so quali altri) in cui è possibile (ed abbastanza agevolmente) un matrimonio per procura di entrambi i nubendi, che quindi possono essere altrove (e per l'esempio, in Italia). Inizialmente sono stati matrimoni un po' osteggiati, ma dopo un po' di sentenze di Cassazione sono divenuti riconoscibili in Italia.

Era dunque questo il termine di paragone.

a) Matrimonio in consolato straniero in Italia (un un nubendo cittadino italiano),
b) matrimonio per duplice procura in stato terzo (p.e. Messico con un nubendo cittadino italiano).

Nel caso a) il matrimonio non viene riconosciuto, mentre nel caso b) si.

Continuo a far stridere le unghie sullo specchio!!!!!!???

Un saluto,

_________________
Amedeo Intonti

Autore di:
- Manuale di sopravvivenza burocratica per italiani con partner straniero
- Ricongiungimento ... step by step
reperibili su www.edizionidellimpossibile.com

solo per casi riservatissimi, e-mail: amedeointonti@burocraziaconsolare.com
indice generale: http://www.burocraziaconsolare.com/amedeo-f80/indice-generale-di-amedeo-t767.htm#4762
Difensore Civico di www.tuttostranieri.it/forum/
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
Sereno.SCOLARO
Moderatore
Moderatore


Numero di messaggi : 420
Data d'iscrizione : 02.03.08

MessaggioTitolo: Re: Matrimonio presso Consolato tra extracomunitari   Dom Apr 25, 2010 1:24 am

Si tratta di situazioni NON paragonabili.
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
Guido Baccoli
Fondatore
Fondatore
avatar

Numero di messaggi : 2760
Età : 65
Località : Santo Domingo - Rep. Dominicana
Data d'iscrizione : 12.01.08

MessaggioTitolo: Re: Matrimonio presso Consolato tra extracomunitari   Dom Apr 25, 2010 3:29 pm

Amedeo, la questione principale che sta sottolinenado dal principio il Dr Scolaro, é che i Consolati ed Ambasciate straniere in territorio italiano non ''godono'' del diritto di extraterritorialetá (principio anche del diritto consolare italiano). Il paragone non é accettabile per questa ragione.

Comunque Dr Scolaro e mi perdoni se insisto, ma la mia curiositá é dovuta solo alla mia voglia di sapere anche le soluzioni possibilistica di altri esperti in materia, la invito con tutte le sue riserve necessarie perché capisco il suo non voler entrare nel merito, quale soluzione teorica proporrebbe per rimediare ad una situazione di un cittadino italiano e straniero, che risultano ormai, essere sposato all'estero (nel Consolato straniero in Italia), con tanto di trascrizione ed emissione del certificato matrimoniale di quello stato, visto che in Italia questo matrimonio é nullo o inesistente?

_________________
Dr. Guido Baccoli
Consulente legale - Burocratico e Giuridico

ESCLUSIVAMENTE E SOLO per chi desidera per propria scelta ed esigenza, chiedere una consulenza completa individuale nei minimi particolari del suo caso personale o una difesa extragiudiziale, puó scrivere ed ottenere un preventivo di retribuzione e spese SPECIFICANDO NELL'OGGETTO: "PREVENTIVO" a guidobaccoli@hotmail.com .
INDICE DEI MIEI ARGOMENTI PIÚ IMPORTANTI
http://www.burocraziaconsolare.com/guido-baccoli-f84/indice-argomenti-piu-rilevanti-ed-importanti-di-guido-baccoli-t787.htm
____________________________
É meglio non avere legge, che non farla osservare.
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente http://www.burocraziaconsolare.com
Sereno.SCOLARO
Moderatore
Moderatore


Numero di messaggi : 420
Data d'iscrizione : 02.03.08

MessaggioTitolo: Re: Matrimonio presso Consolato tra extracomunitari   Lun Apr 26, 2010 1:16 am

Temo proprio che la sola soluzione sia quella di ottenere uno scioglimento od annullamentro del matrimonio rispetto all'ordinamento dell'altro Stato.
Infatti, nella situazione, si avrebbe che vi e' un matrimonio, valido ed efficace per altro Stato, il ché costituisce impedimento ad ogni ipotesi (anche se accademica) di giungere, eventualmente, ad una celebrazione di matrimonio in conformità alla legge italiana, stante l'assenza (almeno da parte di uno dei 2 sposi) della condizione di stato libero.
Si può anche considerare come non sia una soluzione che appaia, in prima battuta, particolarmente "efficiente", ma ...
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
Contenuto sponsorizzato




MessaggioTitolo: Re: Matrimonio presso Consolato tra extracomunitari   

Tornare in alto Andare in basso
 
Matrimonio presso Consolato tra extracomunitari
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 1 di 2Vai alla pagina : 1, 2  Seguente
 Argomenti simili
-
» Matrimonio presso Consolato tra extracomunitari
» Pubblicazioni matrimonio Dubai
» Matrimonio al Consolato
» Rifiuto Rinnovo Passaporto Italiano presso Consolato di Parigi
» matrimonio civile con ragazzo libanese in inghilterra

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
Italiani all'Estero e Stranieri in Italia :: MATRIMONIO IN ITALIA :: COMMENTI, DISCUSSIONI E INFORMAZIONI :: MATRIMONIO TRA DUE CITTADINI EXTRACOMUNITARI-
Andare verso: