Italiani all'Estero e Stranieri in Italia

Consolato, Ambasciata, Matrimonio all'estero, Divorzio all'Estero, divorzio rapido, divorzio al vapore, Stranieri in Italia, Matrimoni misti, sposarsi all'estero, divorziarsi all'estero. REPUBBLICA DOMINICANA
 
IndiceIndice  PortalePortale  GalleriaGalleria  FAQFAQ  CercaCerca  RegistrarsiRegistrarsi  AccediAccedi  

Condividere | 
 

 Studenti Comunitari - Bruxelles: “Per l’anagrafe la TEAM è OK"

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
AutoreMessaggio
erasmus
Utente con esperienza
Utente con esperienza


Numero di messaggi : 9
Data d'iscrizione : 26.05.10

MessaggioOggetto: Studenti Comunitari - Bruxelles: “Per l’anagrafe la TEAM è OK"   Mer Mag 26, 2010 4:59 am

Così La Commissione Europea a pochi giorni dalla risposta all’interrogazione dell’On. Europarlamentare
Francese Jean-Luc Bennahmias torna sul caso della studentessa
francese alle prese con la iscrizione all’anagrafe negata da parte del
Comune di Forio (NA).
Il Commissario Barrot, che risponde a nome della Commissione, lo fa
in modo chiaro e determinato approfittando dell’occasione fornitagli
dall’On. Europarlamentare Roberta Angelilli (Alleanza Nazionale / Unione
per l’Europa delle nazioni) e dalla sua interrogazione E-2909/08 per affermare, tra
l’altro, che:
Conformemente all’articolo 34bis del
regolamento 1408/71 , la tessera europea di assicurazione malattia deve
essere accettata come prova del rispetto, da parte degli studenti, della
condizione che prevede l’obbligo di disporre di un’assicurazione
malattia che copre tutti i rischi, stabilita dall’articolo 7, paragrafo
1, lettera c), della direttiva 2004/38/CE . La tessera copre tutti gli
interventi medici eventualmente necessari durante l’intera durata del
periodo di soggiorno dello studente
. “
Per l’iscrizione anagrafica agli studenti comunitari in possesso
della Tessera Europea di Assicurazione Malattia (TEAM) non deve
quindi essere richiesto alcun modello E *** come ad esempio l’E106

(in questo caso inutile ma peraltro impossibile da ottenere per molti
studenti comunitari) né questi, possono essere costretti a dover
stipulare un’assicurazione privata
(che si manifesterebbe
inoltre come una palese discriminazione, contraria allo spirito del
diritto comunitario).
L’ennesima tegola si abbatte sul Comune di Forio, sull’Isola
d’Ischia, a causa di alcuni personaggi che pensano di poter
interpretare le norme in modo molto fantasioso e che scambiano la
funzione pubblica per privata.

Il testo dell’Interrogazione
23 maggio 2008
E-2909/08
INTERROGAZIONE SCRITTA di Roberta Angelilli (UEN) alla Commissione

Oggetto: Ulteriori informazioni circa l’attuazione pratica della
direttiva n. 38/2004/CE nel Comune di Forio in provincia di Napoli
Con la risposta del 29 febbraio 2008 all’interrogazione E-6276/07 la
Commissione riferiva testualmente che nel caso specifico in oggetto i
cittadini dell’Unione non dovrebbero essere tenuti a produrre il loro
certificato di nascita quale prova di identità, giacché ai fini della
loro registrazione è sufficiente che presentino la propria carta
d’identità o il proprio passaporto. Inoltre, la Commissione stessa
aggiungeva, in merito alla disponibilità di risorse sufficienti che
devono essere dimostrate, che gli studenti, come la persona cui si
riferisce l’interrogazione precedente, possono dichiarare di disporre di
risorse sufficienti senza che gli Stati membri abbiano la facoltà di
esigere che tale dichiarazione citi un ammontare specifico di risorse.
Tuttavia, nonostante la chiarezza della risposta data dalla
Commissione, a tutt’oggi il Comune di Forio, in provincia di Napoli, non
ha ancora provveduto a concedere il visto per motivi di studio alla
studentessa francese interessata. Infatti, il Comune di Forio ha
comunicato ufficialmente alla studentessa di non riconoscerle il diritto
di soggiorno, giacché non riconosce come valida l’autocertificazione di
disporre di risorse sufficienti né ritiene valida ai fini
dell’iscrizione anagrafica la tessera europea di assicurazione malattia
rilasciata dalla Francia.
Tutto ciò premesso, s’interroga la Commissione per chiederle:
1. come intende affrontare la questione in sede formale con le
Autorità italiane;
2. se la Tessera europea di assicurazione malattia é valida, ai
sensi della direttiva n. 38/2004, per l’iscrizione all’anagrafe dei
cittadini comunitari;
3. un quadro generale della situazione.
La risposta della Commissione
E-2909/08IT
Risposta di Jacques Barrot
a nome della Commissione
(23.7.2008)

1. Come affermato nella risposta della Commissione all’interrogazione
scritta E-2938/08 di Jean-Luc Bennahmias [1], il 14 maggio 2008
la Commissione ha inviato una lettera alle autorità italiane in merito
al fatto che il Comune di Forio ha richiesto la presentazione del
certificato di nascita e la dimostrazione della disponibilità di risorse
sufficienti per la registrazione della studentessa francese
in
questione.
A seguito della lettera della Commissione del 14 maggio 2008, la
ricorrente ha trasmesso ulteriori informazioni riguardo al
presunto rifiuto dell’Italia di accettare la sua tessera europea di
assicurazione malattia. La Commissione esamina attualmente tale
questione aggiuntiva e intende contattare le autorità italiane in
proposito
.
2. Conformemente all’articolo 34bis del regolamento 1408/71 [2], la
tessera europea di assicurazione malattia deve essere accettata come
prova del rispetto, da parte degli studenti, della condizione che
prevede l’obbligo di disporre di un’assicurazione malattia che copre
tutti i rischi
, stabilita dall’articolo 7, paragrafo 1, lettera
c), della direttiva 2004/38/CE [3]. La tessera copre tutti gli
interventi medici eventualmente necessari durante l’intera durata del
periodo di soggiorno dello studente.
3. Nella seconda metà del 2008 la Commissione presenterà una
relazione sull’attuazione della direttiva 2004/38/EC da parte di tutti
gli Stati membri.







[1] GU C
[2] Regolamento (CEE) n. 1408/71 del Consiglio, del 14 giugno
1971, relativo all’applicazione dei regimi di sicurezza sociale ai
lavoratori subordinati e ai loro familiari che si spostano all’interno
della Comunità, GU L 149 del 5.7.1971, modificato da ultimo dal
regolamento (CE) n. 1992/2006 del Parlamento europeo e del Consiglio, GU
L 392 del 30.12.2006.

[3] Direttiva 2004/38/CE del Parlamento europeo e del Consiglio,
del 29 aprile 2004, relativa al diritto dei cittadini dell’Unione e dei
loro familiari di circolare e di soggiornare liberamente nel territorio
degli Stati membri, GU L 158 del 30.4.2004.
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
bostik
Amministratori
Amministratori


Numero di messaggi : 3630
Località : Colombia
Data d'iscrizione : 22.07.08

MessaggioOggetto: Re: Studenti Comunitari - Bruxelles: “Per l’anagrafe la TEAM è OK"   Mer Mag 26, 2010 7:50 am

Gentile utente,
grazie per la preziosa informazione.
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
Guido Baccoli
Fondatore
Fondatore


Numero di messaggi : 2756
Età : 64
Località : Santo Domingo - Rep. Dominicana
Data d'iscrizione : 12.01.08

MessaggioOggetto: Re: Studenti Comunitari - Bruxelles: “Per l’anagrafe la TEAM è OK"   Ven Mag 28, 2010 6:16 pm

Gentile Erasmus, sono dovuti anche i miei sinceri complimenti e ringraziamento per l'apportare questa notizia nel nostro forum.

Non ci sono dubbi che nonostante l'incredulitá di molti utenti, l'attivazione di un'autodifesa e richiesta d'intervento della Commissione UE danno risultati gratuiti se sono ben fatte (comunque certamente meno cari di un ricorso al Tribunale, se ci si affida ad un consulente preparato in materia) e direi ancora piú importanti di qualsiasi giurisprudenza anche affermata.

Ancora grazie.

_________________
Dr. Guido Baccoli
Consulente legale - Burocratico e Giuridico

Esclusivamente per chi desidera per propria scelta ed esigenza, chiedere una consulenza completa individuale nei minimi particolari del suo caso personale o una difesa extragiudiziale, puó scrivere ed ottenere un preventivo a guidobaccoli@hotmail.com
INDICE DEI MIEI ARGOMENTI PIÚ IMPORTANTI
http://www.burocraziaconsolare.com/guido-baccoli-f84/indice-argomenti-piu-rilevanti-ed-importanti-di-guido-baccoli-t787.htm
____________________________
É meglio non avere legge, che non farla osservare.
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente http://www.burocraziaconsolare.com
Contenuto sponsorizzato




MessaggioOggetto: Re: Studenti Comunitari - Bruxelles: “Per l’anagrafe la TEAM è OK"   Oggi a 12:09 am

Tornare in alto Andare in basso
 
Studenti Comunitari - Bruxelles: “Per l’anagrafe la TEAM è OK"
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 1 di 1
 Argomenti simili
-
» GUIDA ALL’ISCRIZIONE ANAGRAFICA PER CITTADINI COMUNITARI
» Anagrafe cittadini stranieri
» anagrafe prestazioni
» anagrafe agenti contabili
» anagrafe prestazioni

Permesso di questo forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
Italiani all'Estero e Stranieri in Italia :: LEGGI E NORMATIVE COMMENTATE E DISCUSSE :: IL PERMESSO DI SOGGIORNO PER GLI STRANIERI RESIDENTI IN ITALIA-
Andare verso: